MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze
Sant'Orsola rinasce con scuole, musei e biblioteche
La ristrutturazione dell’ex Monastero di Sant’Orsola prosegue senza sosta. Sono state completate le facciate, le coperture e il restauro di antichi capitelli e affreschi.

L’obiettivo della Città Metropolitana è giunto quasi al termine. Il sopralluogo del cantiere è stato effettuato nel giorno di San Lorenzo, data simbolica per il quartiere ove insiste la struttura.

Il cronoprogramma della Città Metropolitana di Firenze prevede la consegna del Complesso di Sant’Orsola alla Soc. ARTEA, gruppo francese con sede a Parigi, nel mese di settembre 2022. La Società concessionaria ha stimato di ultimare i lavori di qualificazione interna in 30 mesi dalla data di consegna del cantiere.

Scheda

A gennaio 2021 la Città metropolitana aveva sottoscritto la concessione per la valorizzazione del Complesso di Sant’Orsola con la Soc. ARTEA, che ha sede a Parigi e che ha maturato esperienza in altri contesti europei nel recupero e nella rifunzionalizzazione di immobili dismessi.

Il Complesso resta dunque di proprietà dell’amministrazione pubblica, ma il privato previa realizzazione degli interventi di recupero, potrà utilizzarlo per il tempo massimo consentito dalla legge ovvero 50 anni.
L’investimento da parte della Società francese è stato stimato al momento della presentazione della proposta poi accettata dalla Città metropolitana di circa 31.500.000,00 di euro.

A questo si aggiunge la corresponsione di un canone annuo di € 125.000,00, che solo per la stretta durata dei lavori sarà ridotto al 10%.
A garanzia della realizzazione degli interventi ARTEA ha prestato alla Città metropolitana una polizza fideiussoria di 3.150.000 euro.

Il cronoprogramma stilato da ARTEA prevede l’inizio dei lavori e la fine degli stessi rispettivamente 30 mesi e la loro realizzazione in 4 lotti.
In corso di definizione con il Comune l’istruttoria preordinata all’approvazione del Progetto Unitario di intervento, cui farà seguito la presentazione del Progetto Definitivo per l'ottenimento dei titoli autorizzativi (Nulla Osta Sovrintendenza, Nulla osta VVF)e la produzione del progetto esecutivo.

I lavori avranno inizio nei primissimi mesi del prossimo anno, ma appena completati ( entro settembre) i lavori di rifacimento dell’ultima facciata su via Guelfa, ARTEA potrà prendere possesso del Complesso e iniziare se non propriamente i lavori, tutti gli interventi di ripulitura, pre allestimento cantiere.

Le funzioni prevalenti che saranno insediate nel Complesso sono le seguenti:

- Un Centro di formazione ed avviamento alla professione per poco più di 2000 mq: sarà uno che offrirà sale riunioni, spazi di lavoro condivisi, fab-lab e spazi CoDesign)

- Una Scuola per circa 3.400 m² : diverse scuole hanno espresso a ARTEA il loro interesse a stabilirsi nel Complesso di Sant’Orsola, scuola d'arte e restauro di opere d'arte, scuola di musica, scuola di danza, scuola di design.

- Una Ludoteca per circa 240 m² : uno spazio sarà dedicato al gioco e al tempo libero per i bambini con attrezzature dedicate alle capacità motorie e all'apprendimento artistico o per l'avvio alla gastronomia e alla cucina in connessione con i ristoratori installati sul Complesso.

- Museo per circa 620 m² che ripercorrerà la storia di Sant’Orsola attraverso i secoli, organizzando scavi archeologici e installazioni per presentare la storia della trasformazione del Complesso , ma anche la storia della leggenda di Lisa Gherardini.

-Laboratori di artisti: per poco più di 200 m²da affittare ad artisti e creatori, e studenti delle scuole situate sul Complesso.

-Una Biblioteca: aperta al pubblico per venire a leggere, lavorare e incontrarsi intorno a eventi tematici.

Ci saranno spazi dedicati allo sport, al benessere e alle attività che saranno organizzate sul Complesso in collaborazione con gli abitanti del quartiere e gli occupanti del Complesso.

E anche spazi per Concerti / mostre / eventi: circa 630 mq che saranno disponibili per l'organizzazione di eventi pubblici o privati come concerti, presentazioni di collezioni o nuovi prodotti, sfilate di moda, seminari o persino cocktail e serate a tema.

I giardini saranno allestiti nel cortile del chiostro, nei vari cortili e terrazze, nonché intorno alle aree di circolazione sul Complesso. Saranno oggetto di animazione attorno all'agricoltura urbana.

Sono poi previste Funzioni Complementari:

- Negozi: 352,42 m²

- Ristoranti / bar: 528,22 m²

- Una Foresteria: 2869,81 m², che offrirà alloggio alla comunità di utenti del Complesso di Sant’Orsola e riscoprirà così il suo uso iniziale, che era quello di accogliere i residenti di conventi o università, o persino di offrire alloggio per gli stranieri in viaggio di studio.

Infine sarà rinnovato il parcheggio esistente, creato dalla Guardia di Finanza, circa 50 posti auto per gli utilizzatori del Complesso ma anche per i residenti.
(lc)

10/08/2022 13:50 Città Metropolitana di Firenze
Regione Toscana
Coronavirus, 1.362 nuovi casi. Età media 53 anni. Undici i decessi
In Toscana sono 1.357.297 i casi di positività al Coronavirus, 1.362 in più rispetto a ieri (294 confermati con tampone molecolare e 1.068 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 1.260.456 (92,9% dei casi totali).

Oggi sono stati eseguiti 1.249 tamponi molecolari e 9.254 tamponi antigenici rapidi, di questi il 13% è risultato positivo. Sono invece 1.933 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 70,5% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 86.308, -0,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 531 (31 in meno rispetto a ieri), di cui 19 in terapia intensiva (3 in meno).

Oggi si registrano 11 nuovi decessi: 5 uomini e 6 donne con un'età media di 85,4 anni.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Alle 12.00 di oggi sono state effettuate complessivamente 9.037.726 vaccinazioni, 3.034 in più rispetto a ieri (+0%), tenendo presente che le Aziende del Sistema Sanitario Regionale proseguono per l'intera giornata. La Toscana è la 8° regione per % di dosi somministrate su quelle consegnate (il 99% delle 9.129.504 consegnate), per un tasso di vaccinazioni effettuate di 244.735 per 100mila abitanti (media italiana: 236.368 per 100mila).

L'età media dei 1.362 nuovi positivi odierni è di 53 anni circa (10% ha meno di 20 anni, 15% tra 20 e 39 anni, 33% tra 40 e 59 anni, 30% tra 60 e 79 anni, 12% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (294 confermati con tampone molecolare e 1.068 da test rapido antigenico). Sono 372.593 i casi complessivi ad oggi a Firenze (240 in più rispetto a ieri), 91.342 a Prato (73 in più), 107.090 a Pistoia (82 in più), 67.390 a Massa (129 in più), 144.481 a Lucca (178 in più), 157.405 a Pisa (167 in più), 122.312 a Livorno (175 in più), 122.807 ad Arezzo (129 in più), 97.352 a Siena (97 in più), 73.970 a Grosseto (92 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 406 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 638 nella Nord Ovest, 318 nella Sud est.

La Toscana si trova al 9° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 36.755 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 36.127 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Pisa con 37.658 casi x100.000 abitanti, Lucca con 37.629, Firenze con 37.318, la più bassa Grosseto con 33.955.
Complessivamente, 85.777 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (152 in meno rispetto a ieri, meno 0,2%).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 531 (31 in meno rispetto a ieri, meno 5,5%), 19 in terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri, meno 13,6%).

Le persone complessivamente guarite sono 1.260.456 (1.534 in più rispetto a ieri, più 0,1%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 1.260.456 (1.534 in più rispetto a ieri, più 0,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.


Relativamente alla provincia di residenza delle persone decedute: 2 sono a Firenze, 1 a Pistoia, 1 a Lucca, 2 a Pisa, 2 a Livorno, 2 a Siena, 1 fuori Toscana.

Sono 10.533 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 3.305 a Firenze, 862 a Prato, 944 a Pistoia, 674 a Massa Carrara, 997 a Lucca, 1.191 a Pisa, 799 a Livorno, 665 ad Arezzo, 553 a Siena, 392 a Grosseto, 151 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 285,2 x100.000 residenti contro il 293 x100.000 della media italiana (9° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (355,0 x100.000), Firenze (331,0 x100.000) e Pistoia (325,2 x100.000), il più basso a Grosseto (179,9 x100.000).

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19


11/08/2022 11:06 Regione Toscana
Città Metropolitana di Firenze
Notiziario della viabilità di giovedì 11 agosto 2022

Mugello

Sulla strada provinciale 306 Casolana-Riolese per lavori di indagini geognostiche e geofisiche, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto dal km 32+900 al km 33+100 circa e dal km 33+500 al km 34+200 circa nel Comune di Palazzuolo sul Senio, fino al 30/09/2022.

Sulla strada provinciale 59 di Bruscoli per lavori di indagini geognostiche e geofisiche, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto al km 5+500 circa, fino al 30/09/2022.

Sulla strada provinciale 477 dell'Alpe di Casaglia per lavori di indagini geognostiche e geofisiche, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto al km 1+250 circa, fino al 30/09/2022.

Sulla strada provinciale 41 di Sagginale per lavori di indagini geognostiche e geofisiche, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto al km 0+000 (intersezione con la S.R. n.°302 Brisighellese-Ravennate) e al km 15+700 circa nel Comune di Vicchio, fino al 30/09/2022.

Sulla strada provinciale 551 traversa del Mugello per lavori di indagini geognostiche e geofisiche, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto dal km 13+950 al km 14+620 circa, fino al 30/09/2022.

Sulla strada provinciale 306 Casolana-Riolese per interventi di potatura su piante ad alto fusto, senso unico alternato con orario 07:00/19:00, nel tratto in tratti saltuari e diversi dal km 37+000 al km 48+500 nel Comune di Palazzuolo sul Senio, fino al 31/08/2022.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per interventi di potatura su piante ad alto fusto, senso unico alternato con orario 07:00/19:00, nel tratto saltuari e diversi dal km. 50+000 al km. 71+000 nei Comuni di Marradi e Borgo San Lorenzo, fino al 31/08/2022.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per lavori di manutenzione alle reti paramassi, senso unico alternato con orario 07:00/19:00, nel tratto tratti saltuari e diversi nei Comuni di Borgo San Lorenzo, Marradi e Palazzuolo sul Senio, fino al 31/08/2022.

Sulla strada provinciale 477 dell'Alpe di Casaglia per lavori di manutenzione alle reti paramassi, senso unico alternato con orario 07:00/19:00, nel tratto saltuari e diversi nel Comune di Palazzuolo sul Senio, fino al 31/08/2022.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per verifiche e lavori sulle strutture del ponte, divieto di transito, in entrambi i sensi di marcia per i veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, nel tratto sul ponte posto al km 27+930, nel Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 31/08/2022.
Proroga ordinanza n° 3587 del 14/12/2021

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per l?installazione della segnaletica stradale verticale ed orizzontale, senso unico alternato, nel tratto al km 27+930, Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 31/08/2022.
Proroga ordinanza n° 3588 del 14/12/2021

Sulla strada provinciale 59 di Bruscoli per lavori di manutenzione alla pavimentazione stradale, senso unico alternato, nel tratto saltuari e diversi dal Km 4+500 al Km 7+500 in località Bruscoli nel Comune di Firenzuola, fino al 12/08/2022.


Valdarno

Sulla strada provinciale 89 bis per intervento di adeguamento del ponte sull?Arno in località Pian dell?Isola in relazione ai lavori di realizzazione delle Casse di Espansione di Figline-Lotto n.4, senso unico alternato, nel tratto in corrispondenza del ponte sul Fiume Arno in località Pian dell´Isola, nei Comuni di Figline ed Incisa Valdarno e di Reggello, fino al 30/06/2023.

Sulla strada provinciale 87 Ponte Matassino-Reggello per lavori pubblici per la realizzazione della nuova viabilità di collegamento fra le aree urbane dell?abitato di Vaggio, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+310 al km 3+439 circa, nel Comune di Reggello, fino al 11/02/2023.
Rettifica ordinanza n° 287 del 10/02/2022

Sulla strada provinciale 16 Chianti-Valdarno per lavori di ripristino del piano viabile, senso unico alternato, nel tratto in tratti saltuari e diversi, dal km 0+000 al km 16+000 circa, nel Comune di Figline Incisa V.no, fino al 30/12/2022.

Sulla strada provinciale 90 Torri-Volognano-Rosano per lavori di asfaltature, senso unico alternato, nel tratto (saltuari e diversi) nel Comune di Rignano sull´Arno, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 1207 del 20/05/2022

Sulla strada provinciale 85 di Vallombrosa per posizionamento di mezzo pesante per carico e scarico materiali edili per lavori di ristrutturazione edificio numero civico 114, senso unico alternato regolato in orario 07:00/19:00, nel tratto dal km 5+600 al km 5+800 circa nel Comune di Pelago, fino al 30/09/2022.

Sulla strada provinciale 89 del Bombone per lavori di pavimentazione stradale, senso unico alternato, nel tratto dall´intersezione con Via Roma fino all´intersezione con la SP 90 "Torri-Volognano-Rosano", Comune di Rignano sull´Arno, fino al 02/09/2022.

Sulla strada provinciale 85 di Vallombrosa per far defluire ordinatamente il grande flusso veicolare che si verifica nei giorni festivi del periodo e per ricavare maggiore possibilità di parcheggio, Istituzione di senso unico di circolazione nei soli giorni festivi con orario 08:00/20:00, nel tratto dal km. 12+300 al km 11+450, direzione di marcia da bivio Via del Paradisino a bivio Strada Comunale del Vignale, nel Comune di Reggello, fino al 28/08/2022.

Sulla strada provinciale Aretina per S. Donato per lavori di asfaltatura e risanamento della pavimentazione stradale, senso unico alternato e divieto di sosta, nel tratto dal km 9+600 al km 10+894 circa, nel Comune di Rignano Sull´Arno, fino al 12/08/2022.


Chianti Val di Pesa

Sulla strada provinciale 3 Chiantigiana per Val di Greve per caratteristiche geometriche della strada allo scopo di creare condizioni di maggiore sicurezza , senso unico alternato , nel tratto dal km 11+800 al km 11+850 circa, nel Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 70 Imprunetana per Pozzolatico per lavori di messa in sicurezza della strada interessata da movimento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 4+600 al km 4+900 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 56 del Brollo e del Poggio alla Croce per lavori di asfaltatura, senso unico alternato, nel tratto (saltuari e diversi) nel Comune di Greve in Chianti, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 1207 del 20/05/2022

Sulla strada provinciale 66 della Panca o Pancuccia per lavori di asfaltatura, senso unico alternato, nel tratto (saltuari e diversi) nel Comune di Greve in Chianti, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 1207 del 20/05/2022

Sulla strada provinciale 68 di Lucolena per lavori di asfaltatura, senso unico alternato, nel tratto (saltuari e diversi) nel Comune di Greve in Chianti, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 1207 del 20/05/2022


Area fiorentina

Sulla strada provinciale 55 di Vincigliata per lavori di messa in sicurezza della strada interessata da movimento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 1+500 al km 1+900 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 45 di Comeana per interventi di consolidamento strutturale del ponte, divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore a 26 tonnellate con transito in centro carreggiata e senso unico alternato , nel tratto sul ponte al Km 3+200, nel Comune di Signa - precedenza per chi transita in direzione Carmignano, fino al 31/12/2022.
Revoca dell'ordinanza n°769

Sulla strada provinciale 54 dei Bosconi per di frana muro sotto scarpa, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+250 al km 3+550 circa, Comune di Fiesole, fino al 31/12/2022.
Durata del provvedimento da definire

Sulla strada provinciale 130 panoramica di Monte Morello per Manutenzione, senso unico alternato, nel tratto dal km 7+150 al km 7+250 circa, nel Comune di Sesto Fiorentino, fino al 01/12/2022.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per lavori di manutenzione straordinaria del ponte ad arco, senso unico alternato, nel tratto al km 15+980 circa nel Comune di Vaglia, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 996 del 04/05/2022

Sulla strada provinciale 91 di Pomino per lavori di indagini geognostiche e geofisiche, senso unico alternato con orario 07:00/18:00, nel tratto al km 0+000 (intersezione con la S.S. n.°67 Tosco-Romagnola) nel Comune di Calenzano, fino al 30/09/2022.

Sulla strada provinciale 54 dei Bosconi per interventi di messa in sicurezza del muro di contenimento, senso unico alternato, nel tratto dal km 1+200 al km 1+400 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 23/09/2022.

Sulla strada provinciale 55 di Vincigliata per lavori di asfaltatura, risanamento, regimazione idraulica e sistemazione scarpate, senso unico alternato, nel tratto dal km 0+568 al km 0+850 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 14/09/2022.

Sulla strada provinciale 55 di Vincigliata per lavori di asfaltatura, risanamento, regimazione idraulica e sistemazione scarpate, divieto di transito ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, nel tratto dal km 0+000 al km 0+850 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 14/09/2022.

Sulla strada provinciale 55 di Vincigliata per lavori di asfaltatura, risanamento e sistemazione scarpate, Chiusura al transito veicolare in entrambi i sensi di marcia, nel tratto dal km0+850 al km 1+300 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 14/09/2022.

Sulla strada provinciale Aretina per S. Donato per lavori di asfaltatura della pavimentazione stradale, senso unico alternato, nel tratto dal km 7+050 al km 9+315 circa, nel Comune di Bagno a Ripoli, fino al 09/09/2022.


Empolese-Valdelsa

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimento franoso lato valle, senso unico alternato, nel tratto al km 10+200 circa, nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.
Fino al ripristino delle normali condizioni di viabilità

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimenti franosi e caratteristiche geometriche della strada presenti in quei tratti, divieto di transito ai veicoli con massa complessiva superiore a 35 quintali, nel tratto dal km 10+000 al km 11+670 circa nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimento franoso di valle, senso unico alternato, nel tratto al km 7+500 circa nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.
Durata del provvedimento da definire

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per movimento franoso, senso unico alternato con direzione da Montespertoli verso Castelfiorentino, nel tratto dal km 25+300 al km 25+400 circa, nel Comune di Montespertoli, fino al 31/12/2022.
vecchio tracciato - fino a termine necessità

Sulla strada provinciale 52 Salaiola per muro pericolante, senso unico alternato, nel tratto al km 4+150 circa, nel Comune di Empoli, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori Rettifica ordinanza n° 550

Sulla strada per manutenzione stradale, senso unico alternato, nel tratto tutte le strade provinciali e regionali di competenza del Centro Operativo di Bassa della Zona Manutenzione 3 Empolese-Valdelsa, fino al 31/12/2022.
Comuni di Montespertoli,Castelfiorentino,Fucecchio,Cerreto Guidi,di Empoli,Vinci, Montelupo Fiorentino,Capraia e Limite

Sulla strada per lavori di sfalcio erba, senso unico alternato, nel tratto tutte le strade del C.O. di Bassa, Zona 3 Empolese-Valdelsa, tratti saltuari e diversi nei Comuni di: Castelfiorentino, Montespertoli, Fucecchio, Cerreto Guidi, Vinci, Empoli Montelupo e Capraia, fino al 30/09/2022.

Sulla strada provinciale 13 Montalbano per lavori di realizzazione di un percorso protetto per l´utenza debole per conto del Comune di Vinci, Divieto di sosta e all´occorrenza senso unico alternato, nel tratto nel tratto compreso fra il numero civico 202 del Via Leonardo da Vinci e l´intersezione con Via Di Petroio, nel Comune di Vinci, fino al 30/09/2022.

Sulla strada regionale 429 di Val d'Elsa per lavori di sfalcio erba, senso unico alternato con orario 08:00/19:00, nel tratto in tratti saltuari e diversi dal km 46+780 al km 73+220 circa nei Comuni di Empoli, Montaione, Castelfiorentino, Gambassi Terme, Certaldo e Montespertoli, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 994 del 04/05/2022 e SRT 429

Sulla strada provinciale 15 Lucchese-Romana per lavori di bonifica del sito e di ripristino ambientale, senso unico alternato con orario 8:00/18:00, nel tratto al km 6+700 circa, nel Comune di Fucecchio, fino al 05/09/2022.

Sulla strada regionale 429 di Val d'Elsa per eseguire in sicurezza gli interventi per la sostituzione dei giunti di espansione ammalorati, divieto di transito, chiusura in entrambi i sensi di marcia, nel tratto dal km 12+050 al km 17+650 circa, nei Comuni di San Gimignano, Gambassi Terme e Certaldo, fino al 12/08/2022.

Sulla strada provinciale 64 Certaldese II per eseguire in sicurezza gli interventi per la sostituzione dei giunti di espansione ammalorati, divieto di transito in entrambi i sensi di marcia per i veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, nel tratto dal km 0+000 al km 1+000, nel Comune di Gambassi Terme, fino al 12/08/2022.
Rettifica Ordinanza n° 1879 del 26/07/2022.

Nota: Le notizie contenute in questa pagina sono fornite in base alla programmazione dei lavori stradali. A seguito delle condizioni meteo o di esigenze dei cantieri possono verificarsi situazioni diverse da quelle indicate.
11/08/2022 08:55 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Ecco i contributi della Metrocittà Firenze alle associazioni culturali
Via della Città Metropolitana di Firenze ai contributi alle associazioni culturali (bando 2022).
Tutte le informazioni su http://attionline.cittametropolitana.fi.it/testi.aspx?docid=10310757&tipo=7&doCheckTimePeriod=true
05/08/2022 13:03 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Bagno a Ripoli
Sds Fiorentina Sud Est. In arrivo grazie al Pnrr 5,4 milioni di euro per i servizi socio-sanitari

Importanti risorse in arrivo grazie al Pnrr per la Società della Salute Fiorentina Sud Est. Circa 5,4 i milioni di euro previsti per finanziare e sostenere una decina di progetti strategici. Anziani, disabili, emergenza abitativa, minori e famiglie i principali settori di intervento. Con iniziative e percorsi che interesseranno per i prossimi tre anni tutti i Comuni della zona: Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Fiesole, Figline Incisa Valdarno, Greve in Chianti, Impruneta, Londa, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, San Casciano in Val di Pesa e San Godenzo.

Quasi 2,5 milioni sono destinati a potenziare la domiciliarità delle persone anziane. Tre i progetti principali. A partire dalla ristrutturazione, a Bagno a Ripoli, di un immobile in via Tegolaia dove nasceranno 6 appartamenti per 2 persone ciascuno, dedicati ad anziani non autosufficienti ma in grado di vivere in autonomia (finanziamento di circa 1 milione). Un altro milione circa sarà impiegato per ristrutturare con la stessa finalità parte della fattoria Alberti nel cuore di Impruneta, in collaborazione con l’Opera Pia Vanni. Mentre a Rignano, circa 300mila euro verranno utilizzati per riqualificare 6 mini appartamenti adattati al medesimo scopo.

Ai servizi agli anziani sono destinati ulteriori 330mila euro. Serviranno a sostenere un percorso di accompagnamento dopo le dimissioni dall’ospedale e il rientro nella propria abitazione. Potranno essere impiegati per finanziare l’assistenza domiciliare, ma anche attività più specifiche come la fisioterapia. Un progetto, questo, condiviso anche con la zona del Mugello. Previsti 150 “pacchetti” da 2mila euro ciascuno.

Circa 715mila euro saranno destinati ai servizi per le persone con disabilità, con particolare attenzione ai percorsi di autonomia, non solo abitativa. Due i progetti. A Bagno a Ripoli l’ex distretto dell’azienda Ausl di via Dante Alighieri a Grassina sarà totalmente riqualificato e adibito a residenze per il “Dopo di noi”. A San Casciano l’agriturismo di Casalta, oggetto di una donazione al Comune, sarà ristrutturato sempre nell’ottica di un percorso di autonomia abitativa. Le persone coinvolte, in entrambi i casi, saranno accompagnate da educatori e professionisti in attività che ne potenzino l'autosufficienza in ogni ambito della quotidianità.

Altri 710mila euro per l’emergenza abitativa (in questo caso capofila di progetto è la zona del Mugello). Le risorse contribuiranno a ristrutturare un immobile per ospitare persone in difficoltà: 5 i posti a disposizione per la zona della Sds Fiorentina Sud Est.

Per i minori saranno impiegati oltre 200mila euro: serviranno a sostenere le famiglie in difficoltà, tramite la partecipazione al progetto nazionale “Pippi”, che punta a creare occasioni di interazione e attività che coinvolgono tutto il nucleo familiare. Inoltre si prevede di rafforzare la collaborazione con il Centro Affidi zonale.

Ulteriori 210mila euro invece sono rivolti ad attività di formazione e supervisione per gli assistenti sociali, come forma di contrasto ad episodi di burn out e come strumento per preservare la qualità della professione. Anche questo progetto è stato presentato in associazione con la SDS del Mugello.

Il presidente della Sds Fiorentina Sud Est e sindaco di Bagno a Ripoli, a nome dei sindaci di zona, dichiara grande soddisfazione. Spiega che le considerevoli risorse ottenute grazie al Pnrr serviranno a dare nuove risposte concrete alle esigenze dei cittadini, segnando uno scatto per i servizi in numerosi ambiti. Ma soprattutto consentiranno di avviare percorsi di supporto e intervento strategici, strutturati e duraturi nel tempo.

***
11/08/2022 13:26 Ufficio stampa
Città Metropolitana di Firenze
Sabato 20 agosto “Tutti pazzi per Campana” con Ascoli, Tesi e Larocca
“I miei versi sono meravigliosi; a qualcuno / potrà sembrare tutta robetta da fiera./
È una grande illusione; sono fatti / di tutto quello che vi piacerà.” Questi versi - dolcemente provocatori – sono di Dino Campana.
Sabato 20 agosto – giorno anniversario della sua nascita – un bus alle ore 13 partirà da San Salvi per Marradi e arriverà alle ore 15.00 al Centro Studi Campaniani (Corte delle Domenicane). Toccherà poi gli altri luoghi in cui visse o fu rinchiuso il poeta: Casa Campana Via Arione a Lastra a Signa, Manicomio San Salvi-Firenze e Manicomio Castelpulci-Scandicci. In ognuno di essi, in collaborazione con istituzioni locali ed associazioni, saranno presentate brevi performances di Poesia, Musica e Canzone, a cui tutti sono invitati a partecipare.

Tutti pazzi per Campana è un progetto della compagnia Chille de la balanza – in collaborazione con la Città metropolitana di Firenze e i Comuni di Marradi, Lastra a Signa, Firenze e Scandicci e con il Centro Studi Campaniani di Marradi – nel 90.mo della morte del poeta Dino Campana.

Un bus itinerante, con a bordo 20 affezionatissimi spettatori innamorati della poesia di Campana, collegherà tutte le città campaniane della Toscana, con eventi di Poesia, Musica e Canzone. Al progetto partecipano Artisti che hanno proposto in tutt’Europa la poesia campaniana: l’Attore-Regista Claudio Ascoli dei Chille, anche direttore del progetto, il cantautore Massimiliano Larocca che ha musicato i Canti orfici e l’organettista Riccardo Tesi. 

Per essere sul bus e vivere le brevi performances – tutte diverse tra loro – occorre acquistare un biglietto di € 10: prenotazione obbligatoria, con pagamento anticipato. Info e prenotazioni tel./whatsapp 335 6270739, mail info@chille.it.
Per le singole performances a Marradi, Lastra a Signa, San Salvi e Castelpulci è consigliata e basta la sola prenotazione.

Ecco in dettaglio il calendario-percorso di “Tutti pazzi…”, che sabato 20 agosto partirà alle ore 13 dalla sede dei Chille a San Salvi. Proprio nel padiglione che ospita la compagnia teatrale fu rinchiuso Campana e dalla sua stanza al 1° piano scrisse – inascoltato – l’ultima lettera a Sibilla Aleramo “Vieni a vedermi, ti prego…” L’arrivo a Marradi, Corte delle Domenicane è previsto alle ore 15. I “campaniani” – artisti e spettatori – raggiungeranno poi Casa Campana in via Arione a Lastra a Signa alle ore 17.15, e ritorneranno a San Salvi alle ore 18.20. Ultima tappa alle ore 19.40 all’ex Manicomio di Castelpulci a Scandicci, dove il poeta morì nel 1932, prima di fare ritorno a San Salvi.

Ascoli, Tesi e Larocca anticipano alcuni degli straordinari poemi campaniani che sarà possibile vivere in poesia e /o canzoni: Genova, Batte botte, Pampa, L’invetriata, Vi amai…

Per gli interessati/innamorati di Campana, contattare al più presto i Chille: tel./whatsapp 335 6270739, mail info@chille.it.
10/08/2022 10:51 Città Metropolitana di Firenze
Ospedale Pediatrico Meyer
Ferita da esplosione in Ucraina, gomito ricostruito al Meyer grazie alla stampa 3d
È arrivata dall'Ucraina al Meyer con una gravissima ferita di arma da fuoco che le ha compromesso il gomito e la funzionalità della mano. Nei giorni scorsi la paziente, una ragazzina di quattordici anni, è stata sottoposta a un complesso intervento chirurgico che, grazie all'utilizzo della tecnologia della stampa 3d, ha permesso di impiantare una protesi in titanio personalizzata, in modo tale da sostituire la parte di omero distale andata distrutta in seguito all’esplosione. A entrare in azione, un team di chirurghi guidato dal professor Giovanni Beltrami, responsabile dell’Ortopedia pediatrica del Meyer e tra i primi, a livello internazionale, a impiantare su bambini protesi personalizzate, realizzate su misura grazie alle tecnologia della stampa 3d. Ma il graduale ritorno alla normalità che attende questa adolescente è frutto di un lavoro di squadra che ha coinvolto molti operatori del pediatrico fiorentino. La giovanissima paziente era arrivata a Firenze lo scorso aprile, dopo essere stata trattata d'urgenza nel suo paese natale devastato dalla guerra. “L’esplosione - spiega il professor Beltrami – aveva pesantemente compromesso il tessuto osseo del gomito e i nervi che permettono il movimento delle mani”. Non è stato possibile procedere subito con l’intervento: i medici del pediatrico fiorentino sono stati costretti a operarla più volte per una infezione profonda resistente a molti antibiotici che si era creata all'interno del tessuto osseo ed alla fine, nel corso dell’ultimo intervento, hanno inserito un blocco spaziatore con delle perle locali, capaci di rilasciare l’antibiotico direttamente sull’infezione. Il trattamento multidisciplinare, in particolare degli specialisti delle Malattie infettive coordinate dalla professoressa Luisa Galli, si è rivelato determinante per tenere sotto controllo l’infezione e procedere con l’intervento vero e proprio. La Tc preliminare ha permesso di fotografare l'anatomia del gomito sano, per poter ricostruire la parte distrutta in maniera anatomica attraverso l'uso della stampante 3d, capace di costruire una protesi in titanio uguale all’omero lesionato dall'esplosione. Questa protesi particolare ha un’altra caratteristica che la rende speciale: all’interno è stata realizzata una cavità, in cui sono state inserite altre perle antibiotate che potranno combattere eventuali nuove infezioni. A intervenire sulla paziente è stato anche il team della Chirurgia e microchirurgia ricostruttiva della mano di Careggi, che hanno eseguito una revisione dei nervi coinvolti dall’esplosione, per restituire alla paziente una piena funzionalità motoria futura.
11/08/2022 10:59 Ospedale Pediatrico Meyer
Città Metropolitana di Firenze
Firenze inArte, la nuova avventura di Città Metropolitana e Alberti-Dante
La scuola apre i battenti per accogliere e proporre master class.
Si chiama Firenze inArte, anno zero di un progetto che si manifesta come reale apripista e che si sta svolgendo presso le due sedi di via Puccinotti e via Magliabechi dell'Istituto fiorentino, Polo delle Arti,
Una programmazione che, in ambito privato, si sarebbe semplicemente sommata alla miriade di corsi e Master Class estive, più o meno blasonate, che proprio in luglio e agosto punteggiano il panorama nazionale della formazione musicale e non.
In questo caso il prezioso valore aggiunto alla già evidente qualità dei corsi presentati è che l'Ente Pubblico si fa carico dell'organizzazione capillare della manifestazione.
La scuola è l'Istituto di Istruzione Superiore Alberti Dante, con il contributo di Città Metropolitana che ha immediatamente sposato l'iniziativa, di cui ha colto valore e originalità.
"Perchè avere un istituto attrezzato per assolvere alla formazione musicale ed artistica, se poi non ne sfruttiamo appieno il potenziale? Anche e soprattutto aprendo le porte a chiunque" sostiene la Prof.ssa Maria Rita Urciuoli, Dirigente Scolastico che ha avuto il coraggio di credere in una scuola aperta a tutti.
Alle Master Class di Firenze inArte partecipano, infatti, studenti provenienti da tutta Italia e dall'estero.
Quest'anno sono partiti i corsi di Canto (Tiziana Tramonti) Oboe (Enrico Soderi) Violino (Cristiano Rossi) Flauto (Claudia Bucchini) e Acquerello (Marco Cavallini, articolati fra la sede del Liceo Musicale di via Puccinotti e quella del Liceo Artistico di via Magliabechi.
La risposta è stata entusiasta, sia da parte degli studenti interni all'Istituto, che si sono trovati a vivere la loro scuola in una dimensione inedita, sia per coloro che sono giunti a Firenze per partecipare ed hanno apprezzato organizzazione, strutture, costi ridotti e opportunità.
04/08/2022 13:06 Città Metropolitana di Firenze
Musei Statali
Museo Nazionale del Bargello e Cappelle Medicee aperti a Ferragosto 2022
Saranno aperti anche nella giornata di Ferragosto 2022 il Museo Nazionale del Bargello e il Museo delle Cappelle Medicee, fiori all’occhiello del gruppo statale dei Musei del Bargello.

Il Museo del Bargello, dove si è appena conclusa la grande mostra “Donatello, Il Rinascimento” che ha segnato un record di visitatori, sarà eccezionalmente aperto anche domenica 14 (dalle 9 alle 13) mentre il 15 agosto sarà aperto dalle 8:15 alle 13:50 (ultimo ingresso 50 minuti prima della chiusura). Sarà l’occasione per ammirare il Salone di Donatello dopo la conclusione della mostra, con qualche modifica eredita dall’allestimento curato da Francesco Caglioti. Il direttore dei Musei del Bargello Paola D’Agostino ha infatti deciso di lasciare il celebre David bronzeo di Donatello in posizione centrale rispetto al Salone e sul piedistallo che lo eleva fino all’altezza alla quale era stato collocato in origine.

Aperto eccezionalmente al pubblico per l’intera giornata di Ferragosto anche il Museo delle Cappelle Medicee (che rimarrà chiuso i restanti lunedì del mese di agosto) che ospita il mausoleo dei granduchi Medici e dei loro familiari, che osserverà l’orario 8:15-18 (ultimo ingresso 40 minuti prima della chiusura).
11/08/2022 12:35 Musei Statali
Comune di Empoli
Empoli. Manutenzione immobili comunali, c'è un accordo quadro da 650mila euro
E' stato approvato il progetto definitivo relativo all'accordo quadro per lavori di manutenzione di tutti gli immobili di proprietà comunale. Il costo complessivo è stimato in 650mila euro: l'obiettivo dell'amministrazione è indire la gara a settembre e affidare l'appalto alla ditta che risulterà vincitrice, al termine dell'iter di aggiudicazione, nel mese di novembre 2022, così da poter intervenire laddove si renda necessario. L'accordo quadro è lo strumento con cui il Comune svolge gli interventi di manutenzione, ogni anno. Questo segue l'accordo quadro appena concluso per gli anni 2020-21-22 da circa 900mila euro: da maggio 2020 a oggi, sono state approvate in totale sette perizie. Prosegue quindi l'impegno dell'ente sul fronte delle manutenzioni con l'intento di contrastare situazioni di degrado e rischio, mettendo al centro la valorizzazione delle varie strutture di proprietà comunale.

Un patrimonio immobiliare importante: è costituito complessivamente da oltre centoventi edifici di varia tipologia, che comprendono anche gli impianti sportivi, i cimiteri e i plessi scolastici. Luoghi vissuti quotidianamente dai cittadini di ogni età, con funzioni strategiche. E proprio per garantire la continuità e la qualità dei servizi alle quali sono preposte queste strutture, si rende necessario affidare l'appalto relativo ai lavori edili, indispensabili per il mantenimento e l'eventuale riqualificazione degli immobili.

Questo progetto segue l'accordo quadro relativo alle opere di manutenzione degli impianti tecnologici installati negli immobili comunali 2022-23 aggiudicato in via definitiva nel giugno scorso: in quel caso, l'appalto prevede un pacchetto di risorse da 150mila euro, destinato a coprire le eventuali necessità che possano emergere relativamente a interventi di manutenzione su parti elettriche, idrotermosanitarie, termiche e di condizionamento.
11/08/2022 09:37 Comune di Empoli
Asl Toscana Centro - Firenze
Conclusa la bonifica dell'amianto al Banti, l'ex sanatorio di Pratolino
Sono terminate in questi giorni le attività di bonifica all'edificio Banti, l'ex sanatorio situato nel comune di Vaglia in località Pratolino. I lavori svolti hanno permesso la rimozione e lo smaltimento delle coperture ed il confinamento del materiale presente nella centrale termica. Nella circostanza è stata ripristinata, per l’ennesima volta, anche la recinzione esterna intorno all'edificio. E', invece, in fase di completamento la ripulitura dei detriti di tutta la parte esterna intorno all'edificio.
L'intervento è stato coordinato dall'area tecnica della zona fiorentina diretta dall'ingegnere Luca Meucci.

L'impegno dell'Azienda Sanitaria per la tutela, la conservazione e la messa in sicurezza del complesso Banti continua ad essere rispettato e proseguirà.
Si ricorda che, a maggior tutela della sicurezza della popolazione, per la possibile presenza di amianto derivante dalla copertura, la Asl aveva, già da tempo, fatto eseguire dal laboratorio di ricerca autorizzato dal Ministero dell’Università e della Ricerca “CSG Palladio”, numerosi campionamenti in aria alla ricerca di fibre di amianto disperse nell’area circostante l’edificio, conseguenti alla frantumazione del materiale costituente la copertura, operata da intrusi. Nonostante l’esito negativo, ha proceduto a ulteriori valutazioni del rischio amianto attraverso l’utilizzo dell’ “algoritmo Amleto” e con la partecipazione di personale altamente qualificato, determinandosi poi alla bonifica nei modi e nei tempi stabiliti dall’algoritmo stesso.

Per il progetto di bonifica la Asl ha poi dovuto attendere il parere favorevole della Soprintendenza e degli Enti competenti per dare inizio ai lavori di rimozione e smaltimento della copertura in eternit.

E' di 110mila euro l'impegno di spesa complessivo per l'ex sanatorio Banti: 60mila euro sono stati impiegati per i lavori di bonifica della copertura in eternit della struttura ed il rifacimento della stessa a protezione dell’edificio, ed altri 50mila euro, appena completato l’intervento di bonifica, serviranno per il rifacimento delle tamponature di porte e finestre, circa 100 aperture che dovranno essere chiuse in modo definitivo a difesa del fabbricato, ed il rafforzamento delle recinzioni esterne lungo un perimetro di oltre 300 metri.
10/08/2022 15:26 Asl Toscana Centro - Firenze
MiC - Direzione regionale musei della Toscana
Ferragosto nei musei della Direzione regionale musei della Toscana

Segnaliamo le aperture e le iniziative nei luoghi della cultura statali della Direzione regionale musei della Toscana diffusi su tutto il territorio regionale. Un’occasione speciale per trascorrere un Ferragosto all’insegna della cultura e del divertimento tra musei, gallerie, monumenti, palazzi, ville, castelli, parchi, giardini, aree e siti archeologici.
A Firenze al Museo archeologico nazionale sarà possibile visitare la mostra "Tesori dalle terre d’Etruria. La collezione dei conti Passerini, Patrizi di Firenze e Cortona".
Al Museo di San Marco è tornato tra gli altri capolavori il dipinto “Imposizione del nome del Battista” del Beato Angelico, dopo essere stato in prestito a Palazzo Strozzi nella mostra “Donatello, il Rinascimento”.
Al Giardino della Villa medicea di Castello si può nuovamente ammirare la Grotta degli animali, un vero e proprio teatro delle acque dove le sculture degli animali creano uno spettacolo unico al mondo in una commistione perfetta tra artificio e natura. Aperti gratuitamente come sempre anche il Cenacolo di Andrea del Sarto a San Salvi, il Cenacolo di Sant’Apollonia, che hanno di recente ospitato la decima edizione dei Cenacoli fiorentini. Grande Adagio Popolare_Ultima Cena di Virgilio Sieni, e il Parco di Villa Il Ventaglio.
A Cerreto Guidi sarà aperta la Villa medicea e Museo storico della Caccia e del Territorio edificata nel 1556 per iniziativa di Cosimo I come presidio territoriale e comoda residenza nella quale trovare ristoro dopo le grandiose battute di caccia all’interno del Barco Mediceo.
Ad Arezzo e provincia saranno aperti il Museo di Casa Vasari, la Basilica di San Francesco con lo straordinario ciclo pittorico della Leggenda della Vera Croce di Piero della Francesca, il Museo archeologico nazionale “Gaio Cilnio Mecenate” con l’Anfiteatro romano e con apertura straordinaria anche serale il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari dell’Alta Valle del Tevere - Palazzo Taglieschi con visite accompagnate alle sue venti sale disposte su quattro livelli dove si ammira la Madonna con Bambino di Jacopo della Quercia (1420), raccordate da una scala lignea in una movimentata e insolita successione di ambienti che si conclude in una loggia vetrata con una spettacolare vista sul borgo di Anghiari.
Nella provincia di Grosseto una nuova occasione per passeggiare e ammirare le aree archeologiche di Vetulonia, con le visite guidate al Tumulo della Pietrera e alla Tomba del Diavolino II in collaborazione con l'Associazione Odysseus, Roselle e dell’antica Città di Cosa dove è in corso il ciclo di conferenze e visite guidate tematiche "Una Cosa estiva".
A Lucca a Villa Guinigi è stata prorogata la mostra "Nuovi studi su Matteo Civitali" che presenta due opere inedite, il Salvator Coronatus di Santa Maria Corteorlandini e la Madonna col Bambino di Colle. Al museo nazionale di Palazzo Mansi si possono ammirare gli splendidi colori e trame degli arazzi fiamminghi seicenteschi che decorano le quattro Sale delle allegorie degli Elementi degli appartamenti monumentali con un’illuminazione interamente rinnovata e il nuovo allestimento della collezione degli argenti.
A Portoferraio saranno aperte le residenze napoleoniche di Villa san Martino e della Palazzina dei Mulini.
A Pisa resterà aperto il Museo nazionale di San Matteo, uno dei musei più importanti d'Europa in tema di arte medievale che vanta una raccolta di croci dipinte medievali tra le più numerose e significative al mondo. La Certosa di Calci accoglie il pubblico con visite accompagnate nei suggestivi ambienti ricchi di arte e di storia che hanno ospitato l'ordine Certosino dal XIV al XX secolo e con una selezione di opere di Igor Mitoraj.
A Pistoia si potrà attraversare la poderosa Fortezza di Santa Barbara, visitare la mostra permanente Fortezza d’acqua e scoprire le nuove architetture naturali della garzaie, i nidi della colonia di aironi cenerini che abita tra i bastioni. Sempre a Pistoia il pubblico potrà visitare anche l’ex Chiesa del Tau. A Monsummano Terme (PT) si potrà visitare la casa museo del poeta Giuseppe Giusti con le sale del percorso espositivo digitale.
Infine, in provincia di Siena a Chiusi proseguono aperture e iniziative per i 150 anni del Museo nazionale Etrusco con visite guidate alle collezioni e dove prosegue fino a settembre la mostra fotografica "Il viaggio nel viaggio: l’anima dei fotografi della terra di confine".

Tutte le info e i dettagli: www.polomusealetoscana.beniculturali.it e www.cultura.gov.it/ferragostoalmuseo2022



Ferragosto al museo: gli orari di apertura e le modalità di ingresso.



FIRENZE

MAF Museo archeologico nazionale di Firenze
piazza S.S. Annunziata, 9b - 50122 Firenze (FI)

Ore 8,30 -14 (ultimo ingresso 13,15)

Prosegue la mostra "Tesori dalle terre d’Etruria. La collezione dei conti Passerini, Patrizi di Firenze e Cortona".





Museo di San Marco
piazza San Marco, 3 50121 Firenze

Ore 8,15 – 13,50. Il giorno di riposo settimanale sarà effettuato domenica 14 agosto.





Cenacolo di Andrea del Sarto
via di San Salvi, 16 - 50135 Firenze (FI)

Ore 8,15-13,50. Ingresso gratuito. Il giorno di riposo settimanale sarà effettuato domenica 14 agosto.





Cenacolo di Sant'Apollonia

Via XXVII Aprile, 1 50129 Firenze

Ore 8,15-13,50. Ingresso gratuito



Parco di Villa il Ventaglio
via Giovanni Aldini, 10/12 - 50131 Firenze (FI)

Ore 8,15 – 19,30. Ingresso libero



Giardino della Villa Medicea di Castello

Via di Castello, 44 Località Castello, 50141 Firenze

Ore 8,30 – 18,30 (ultimo ingresso 18). Ingresso gratuito





Villa medicea di Cerreto Guidi e Museo storico della Caccia e del Territorio
via Ponti Medicei, 7 - 50050 Cerreto Guidi (FI)

Apertura straordinaria con ingressi esclusivamente alle ore 9 - 10 - 11 - 12 - 15 - 16. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria per gruppi fino a 20 persone.
Tel. +39 0571 55671 info@prolococerretoguidi.it (h. 8 - 13)







AREZZO

Basilica di San Francesco
piazza San Francesco, 1 - 52100 Arezzo (AR)

Ore 13 - 18 (ingresso ultimo turno di visita 17,30). Le visite alla Cappella Bacci / Ciclo pittorico di Piero della Francesca sono esclusivamente su prenotazione per un massimo di 25 persone per ogni turno della durata complessiva di 30 minuti. Per prenotare tel. +39 0575 352727 - +39 0575 299071 - fax. +39 0575 302001 e-mail: pierodellafrancesca-ar@gruppomosaico.com www.pierodellafrancesca-ticketoffice.it/





Museo Archeologico Nazionale “Gaio Cilnio Mecenate” e Anfiteatro romano
via Margaritone, 10 - 52100 Arezzo (AR)

Ingressi esclusivamente alle ore 9, 10,30, 12.





Museo di Casa Vasari
via XX settembre, 55 - 52100 Arezzo (AR)

Ore 9 – 13,30 con 4 turni di ingresso esclusivamente alle 9, 10,10, 11,20 e 12,30.
Ogni turno di visita di un’ora, inclusa la visita al giardino pensile, prevede la presenza di un numero massimo di 20 persone. Allo Stanzino Vasariano potranno accedere contemporaneamente solo 2 persone, mentre alla Cappellina una persona per volta. Alla Sala video sarà consentito dal l’accesso a 6 persone contemporaneamente, con una permanenza massima di 20 minuti.





Museo delle Arti e Tradizioni Popolari dell’Alta Valle del Tevere - Palazzo Taglieschi
piazza Mameli, s.n.c. - 52031 Anghiari (AR)

Ore 10 - 15 (ingresso ultimo turno di visita 14). Apertura straordinaria serale ore 19 - 22 (ingresso ultimo turno di visita 21) con visite accompagnate in occasione delle manifestazioni per il "Ferragosto anghiarese".





GROSSETO



Area archeologica di Vetulonia
vie Case di Siena, s.n.c. - 58043 Castiglione della Pescaia (GR)

Visita guidata al Tumulo della Pietrera e alla Tomba del Diavolino II. Appuntamento alla Pietrera alle 16. In collaborazione con l'Associazione Odysseus. Prenotazione facoltativa al tel. 3885639847



Museo Archeologico Nazionale ed Area Archeologica di Cosa
via delle Ginestre, s.n.c. - 58015 Orbetello (GR)

Ore 9,45-18,30 Biglietteria chiusa dalle ore 13 alle 14,30 e dalle 18





Area Archeologica di Roselle
Via dei Ruderi, 46 58040 Roselle (GR)

Ore 9,45-18,45, ultimo ingresso ore 18 (Orario Biglietteria: ore 9,45-13; ore 14,30-18). Il giorno di riposo settimanale sarà effettuato martedì 16 giugno.





LIVORNO

Museo nazionale delle residenze Napoleoniche Palazzina dei Mulini
piazzale Napoleone, 1-3 - 57037 Portoferraio (LI)

Ore 9-13,30 (ultimo ingresso ore 13)





Museo nazionale delle residenze Napoleoniche Villa S. Martino
via di San Martino - 57037 Portoferraio (LI)

Ore 9-13,30 (ultimo ingresso ore 13)





LUCCA

Museo nazionale di Villa Guinigi
via della Quarquonia s.n.c. - 55100 Lucca (LU)

Ore 9 – 19,30 (ultimo ingresso ore 18.00)



Museo nazionale di Palazzo Mansi
via Galli Tassi, 43 - 55100 Lucca (LU)?
Ore 9 – 19,30 (ultimo ingresso ore 18.00)



PISA



Museo nazionale di San Matteo
piazza S. Matteo In Soarta - 56126 Pisa (PI)

Apertura straordinaria con ingressi esclusivamente alle 9 e alle 11,30 con visite guidate alle collezioni comprese nel biglietto di ingresso





Museo nazionale della Certosa Monumentale di Calci
via Roma, 79 - 56011 Calci (PI)

Ore 9 - 10 – 11,30 – 12,30. Ingresso esclusivamente con visite accompagnate nei suggestivi ambienti ricchi di arte e di storia che hanno ospitato l'ordine Certosino dal XIV al XX secolo, il chiostro grande, le celle dei monaci, la chiesa, le numerose cappelle, il refettorio e il capitolo.





PISTOIA

Fortezza di Santa Barbara

Piazza della Resistenza 51100 Pistoia

Ore 8,30-13,30. Ingresso gratuito. Il giorno di riposo settimanale sarà effettuato martedì 16 agosto.





Ex Chiesa del Tau
Corso Silvano Fedi, 28 51100 Pistoia

Ore 8,30 -13,30. Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria da concordare almeno 3 giorni prima con la segreteria del museo al numero +39 0573 24212 e/o 0573/32204 (attivo dalle ore 8,30 alle 13,30).



Museo di Casa Giusti

Viale Vincenzo Martini, 18 51015 Monsummano Terme (PT)



Visite accompagnate dalle ore 8 alle 14 e dalle ore 15 alle 18. Ingresso gratuito





SIENA



Museo Nazionale Etrusco di Chiusi. Necropoli di Poggio Renzo e Tomba del Colle
via Porsenna, 93 - 53043 Chiusi (SI)

Ore 9 - 20 (ultimo ingresso ore 19,30) con visite guidate alle collezioni del museo alle ore 11,30 e alle ore 17,30 comprese nel biglietto del museo. Prosegue la mostra fotografica temporanea "Il viaggio nel viaggio: l’anima dei fotografi della terra di confine".
10/08/2022 09:22 MiC - Direzione regionale musei della Toscana
Comune di Montemurlo
Montemurlo. Una storia d'amore “con le ali” a lieto fine: la civetta ferita ritrova il suo compagno
La fedeltà non è un valore solo tra esseri umani, anche nel regno animale i legami e le relazioni stabili sono importanti, proprio come dimostra la storia della civetta che, dopo aver affrontato un lungo periodo di degenza nella clinica per rapaci della Lipu a Vicchio, ieri sera è stata liberata dai volontari della Vab di Montemurlo e ha finalmente ritrovato il proprio compagno. Tutto ha inizio lo scorso 5 maggio quando la civetta va a sbattere contro la vetrata di un'azienda in via Bisenzio nella zona industriale di Santorezzo. Il piccolo rapace nell'urto rimane stordito, giace a terra immobile, incapace di rialzarsi in volo. I proprietari della ditta allora allertano il servizio di recupero dell'avio-fauna in ambito urbano, attivato dal Comune di Montemurlo grazie alla convenzione stipulata con la Lipu. Dopo un'attenta valutazione viene deciso di attivare i volontari della Vab Montemurlo che, come previsto dall'accordo, si occupano del trasporto dei volatili feriti al centro di recupero che si trova in Mugello. Dopo tre mesi di cure e riabilitazioni la civetta finalmente è guarita e ieri sera è stata liberata nello stesso punto dove tre mesi fa fu soccorsa, potendosi così riunire al proprio compagno. «Gli esperti del centro rapaci Lipu ci hanno spiegato che le civette sono uccelli monogami e che, dunque, è importante liberarle in prossimità del luogo del recupero, affinché possano ritrovare facilmente il proprio compagno. Può succedere talvolta che la separazione prolungata spinga alcuni esemplari a lasciarsi morire. - spiega il presidente della Vab Montemurlo, Valerio Palandri- - Dopo la liberazione pensiamo che la civetta abbia raggiunto il proprio nido che probabilmente si trova nel sottotetto di qualche capannone industriale o in una vicina casa colonica». Prima della liberazione, ieri pomeriggio, anche il sindaco e l'assessore all'ambiente, hanno voluto vedere da vicino questo piccolo e bellissimo rapace e dicono: «È una bella emozione aver potuto salvare e reimmettere in natura la civetta. Grazie alla convenzione con la Lipu e il fondamentale servizio svolto dalla Vab, riusciamo a dare una risposta concreta ai cittadini che, in ambito urbano, ritrovano volatili o piccoli animali feriti. Un servizio di cui siamo fieri, che sta funzionando molto bene». A dimostrarlo è il bilancio del primo anno di attività (la convenzione fu firmata proprio il 12 agosto 2021). In tutto i volontari della Vab hanno soccorso 31 animali, in prevalenza uccelli, ma anche una tartaruga e due ricci. Tutti gli animali sono stati curati e reimmessi nel contesto nel quale erano stati ritrovati; solo un airone cenerino non ce l'ha fatta ed è deceduto Le zone con il maggior numero di “salvataggi” sono Montemurlo (10), seguito da Bagnolo (7), Oste (4), Fornacelle (3). Tra gli animali salvati ci sono i merli (5), le tortore (8), una civetta, un'allodola, un passerotto, una rondine, due tordi bottacci, due gazze ladre, un fringuello, un codirosso e un pettirosso, una gallinella d'acqua, un piccione e un airone cenerino, recuperato in una vasca d'espansione e purtroppo deceduto. «Un ottimo risultato che dimostra la validità del servizio svolto dalla Vab e della convenzione con la Lipu. - conclude l'assessore- Ricordo che se si trova in città un uccello o un piccolo animale ferito (come ad esempio un riccio) è necessario fare una foto all'animale e mandarla subito al numero Whats App del Centro rapaci Lipu di Vicchio, dedicato a questo servizio telefono 347 8781971. Se la Lipu valuterà che l'animale richiede assistenza veterinaria, saranno attivati i volontari della Vab Montemurlo che si occuperanno del soccorso dell'animale ferito e del suo trasporto al Centro recupero rapaci di Vicchio, proprio com'è accaduto con la civetta».

È importante ricordare che non sempre un animale che appare in difficoltà va raccolto. In molti casi infatti i giovani pulcini degli uccelli abbandonano spontaneamente il nido prima di imparare a volare ma continuano ad essere accuditi dai genitori, che li alimentano a terra e l’accompagnano nel graduale raggiungimento dell’autonomia.

LE ALTRE CONVENZIONE A TUTELA DEGLI ANIMALI- In merito, invece, alla tutela e alla prevenzione dei maltrattamenti degli animali domestici, il Comune di Montemurlo ha firmato una convenzione con il Laboratorio Verde Fare Ambiente - Vigilanza Guardie zoofile ambientali. I cittadini che ipotizzano un caso di maltrattamento di animali dovranno far riferimento al numero telefonico delle Guardie zoofile “Fare ambiente” 3453376028 oppure della polizia municipale 0574-558499. Infine, se si trova un cane o un gatto abbandonato o ferito si deve chiamare il servizio Sos animali telefono 3453220066, mentre per l'assistenza ad animali selvatici feriti (cinghiali, cervi, daini ecc..) è necessario contattare la polizia municipale di Montemurlo telefono 0574-558499.
09/08/2022 16:32 Comune di Montemurlo
Regione Toscana
Regione. Dalle Usca alle Uca, con la medicina generale per la continuità assistenziale
Via libera dalla giunta regionale allo schema di avviso per il conferimento da parte delle Asl di incarichi a tempo determinato per la presa in carico dei pazienti domiciliari affetti da Covid-19 nell’ambito delle Uca (Unità di continuità assistenziale). Un risultato, questo, frutto del percorso di confronto portato avanti dalla Regione insieme alle organizzazioni sindacali della medicina generale e alle aziende sanitarie all’interno del Comitato regionale della medicina generale, che ha visto il raggiungimento di un importante accordo finalizzato a rafforzare la sanità territoriale.

L’atto, proposto dall’assessore al diritto alla salute e sanità, che ha ringraziato le organizzazioni sindacali della medicina generale e le Asl per la proficua collaborazione e per l'ottimo clima di lavoro, è infatti un primo passo verso l’istituzione delle Uca, in linea con quanto previsto dal decreto ministeriale 77 del 2022, che si concretizzerà congiuntamente al processo di riorganizzazione dell'attività di assistenza primaria a ciclo orario (continuità assistenziale), in cui ci saranno medici a ciclo orario con compiti analoghi.

Le Uca (unità di continuità assistenziale per la gestione e il supporto della presa in carico di persone, o di comunità, che versano in condizioni clinico assistenziale di particolare complessità e che comportano una comprovata difficoltà operativa) possono essere considerate un’evoluzione delle Usca, attive durante l'emergenza Covid, la cui esperienza si è conclusa a fine giugno come disposto a livello nazionale.

Vengono attivate dal medico di scelta, o da altro medico che prende in carico il paziente in caso di impossibilità alla presenza del medico di fiducia, e svolgeranno le specifiche attività secondo precise procedure. I medici delle Uca saranno dotati di ricettario del servizio sanitario nazionale e dei necessari dispositivi di protezione individuale, nonché di strumenti diagnostici di primo livello e avranno una remunerazione consona ai compiti aggiuntivi previsti.

A oggi, la Toscana è tra le prime Regioni ad avere avviato e concretizzato una simile iniziativa per non disperdere l’esperienza e le competenze delle Usca, fondamentali durante l’emergenza sanitaria, ma soprattutto per rafforzare la continuità assistenziale, sostenendo la nascita delle Uca, previste appunto dal nuovo modello nazionale di assistenza territoriale.

L’avviso pubblico è finalizzato alla formazione di una graduatoria per il conferimento di incarichi a tempo determinato di medico delle Uca per l’anno 2022. Le domande dovranno essere inviate alla Asl territoriale di riferimento entro quindici giorni dalla pubblicazione del bando. I medici interessati possono indicare nella domanda una o più zone per lo svolgimento della propria attività. L’avviso sarà pubblicato sul sito istituzionale delle Asl, dove sarà pubblicata anche la graduatoria definitiva.

Le organizzazioni sindacali della medicina generale si dichiarano soddisfatte per l’intesa raggiunta sulle Uca in questo periodo di recrudescenza virale. Attivate dal proprio medico di fiducia potranno essere di supporto alla sua attività, qualora necessario, nell’interesse della salute del cittadino colpito dalla malattia. Questo è un primo passo verso la riforma del territorio auspicata e prevista anche dal Pnrr e che vede le organizzazioni sindacali della medicina generale impegnate con l’assessorato nel perseguire un’assistenza più capillare, favorendo il più possibile la domiciliarità. In quest’ottica sarà la prossima ristrutturazione della continuità assistenziale, che affiderà ai medici incaricati una maggior presenza sul territorio, specie nelle ore diurne, a supporto della attività del medico di fiducia con compiti e funzioni crescenti e dotati di idonea strumentazione diagnostica fino a giungere anche a una attivazione simil Uca, laddove necessario, per l’instaurarsi di una carenza assistenziale, causata da una ripresa della malattia da Coronavirus.
10/08/2022 16:55 Regione Toscana
Comune di Montelupo Fiorentino
Montelupo. Master accademico "Design del prodotto ceramico - Scenari, nuove tecnologie e sperimentazioni per l'arte e l'industria": aperte le iscrizioni fino al 10 ottobre

Anche quest’anno l’Accademia di Belle Arti di Firenze ha inserito nella propria offerta formativa post laurea il Master Accademico di I livello in “Design del prodotto ceramico - Scenari, nuove tecnologie per l'arte e l'industria”. Un percorso di specializzazione offerto in collaborazione con il Comune di Montelupo Fiorentino, il quale assegnerà ai due più meritevoli fra i quindici iscritti altrettante borse di studio da 2mila euro ciascuna.

La scadenza per l'iscrizione è il 10 ottobre e i corsi inizieranno il 4 novembre.

Montelupo Fiorentino vanta una tradizione secolare per quanto riguarda la produzione ceramica, qui come è noto si realizzavano gli oggetti che arricchivano le tavole dei nobili casati fiorentini.

Ma da qualche anno la città alle porte di Firenze si è accreditata anche come luogo di sperimentazione e produzione legata all'arte contemporanea.

Di qui sono passati artisti del calibro di Fabrizio Plessi, Loris Cecchini, Ugo La Pietra e Colorobbia tramite la sua Bitossi Ceramiche vanta collaborazioni con i più importanti designer contemporanei, oltre ad una centenaria presenza sul mercato internazionale della produzione di smalti e colori per il settore ceramico industriale ed artistico.

Un contesto ideale quindi quello della città di Montelupo e del Progetto Fabbrica Innovazione per ospitare il Master Accademico di I livello in Design del prodotto ceramico - Scenari, nuove tecnologie e sperimentazioni per l'arte e l'industria promosso dall'Accademia di Belle Arti e frutto della Convenzione firmata dall'Accademia con il Comune di Montelupo e Colorobbia, prima del 2017 e poi rinnovata del 2021.

Il Master ha l'obiettivo di sviluppare competenze nell'ambito del design di prodotti ceramici derivati dall'uso sperimentale di nuovi materiali e sistemi per la produzione ceramica.

Gli iscritti a questo percorso formativo impareranno a utilizzare i materiali ceramici in contesti diversi: sia per finalità di carattere artistico, espressivo e funzionale, sia dal punto di vista della sostenibilità all'interno della quale tale materiale può consolidarsi come valida alternativa al mondo dei polimeri. Il riferimento strategico del master, dunque, è centrato sull'implementazione e lo sviluppo di prodotti e processi innovativi offerti anche dalla digital fabrication e dalle nanotecnologie per il settore ceramico, le cui competenze convergono nel design e nella produzione artistica contemporanea.

All'interno del percorso di studi sono previsti stage e tirocini presso aziende, istituzioni, centri di ricerca del settore ceramico.

Possono fare domanda i diplomati di primo o secondo livello presso ISIA, Accademie di Belle Arti statali o legalmente riconosciute, Università, preferibilmente con indirizzo nei settori legati all'architettura, le arti visive e il design.

Per l'anno accademico 2022/2023 sono quindici i posti disponibili.
Il Master ha un costo totale di 4.500 euro.

Per maggiori informazioni su scadenze e modalità di iscrizione:
https://www.accademia.firenze.it/it/component/k2/321-mappa-offerta-formativa/master-design-ceramica
10/08/2022 11:02 Comune di Montelupo Fiorentino
Comune di Empoli
Empolese Valdelsa. Edilizia Residenziale Pubblica, c’è il bando di concorso per l’assegnazione degli alloggi Erp di via Matteotti a Certaldo
L'Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa informa che è in pubblicazione, dall’11 agosto 2022 e fino al 10 ottobre 2022, il bando di concorso per la formazione della graduatoria generale e delle graduatorie speciali di cui alle riserve individuate nella determina dirigenziale 557 dell’8/8/2022, per l'assegnazione in locazione semplice di 8 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica ubicati in via Matteotti, a Certaldo.

Le domande di partecipazione al concorso devono essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti dall’Unione dei Comuni: il bando, i moduli di domanda e tutta la documentazione necessaria possono essere ritirati presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico o altro ufficio incaricato del proprio Comune di residenza nell’orario di apertura al pubblico. La documentazione è scaricabile anche dal sito internet dell’Unione dei Comuni (www.empolese-valdelsa.it).

Le domande di partecipazione, da presentare in bollo (ai sensi del D.P.R. 26.10.1972, n. 642, come modificato dal D.M. 20.08.1992), devono essere presentate entro le 13 del 10 ottobre 2022, in una delle seguenti modalità:
• direttamente presso l’Ufficio Protocollo del Comune di residenza o l’Ufficio Protocollo dell’Unione dei Comuni (Piazza della Vittoria 54 – Empoli);
• essere spedite a mezzo raccomandata postale A.R. riportante nome, cognome e indirizzo del mittente (in tal caso è necessario allegare copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità);
• tramite posta certificata PEC al seguente indirizzo di posta elettronica certificata dell'Unione dei Comuni: circondario.empolese@postacert.toscana.it. Con riferimento a tale sistema di trasmissione, si precisa che la domanda verrà accettata soltanto in caso di identificazione e corrispondenza dell'autore della domanda con il soggetto identificato con le credenziali PEC, ovvero in caso di sottoscrizione della domanda mediante la firma digitale. L'ente, qualora l'istanza di ammissione alla selezione sia pervenuta tramite PEC, è autorizzato a utilizzare per ogni comunicazione nei confronti del partecipante al bando, il medesimo mezzo con piena efficacia e garanzia di conoscibilità delle comunicazioni e documenti trasmessi.

Per le domande spedite a mezzo raccomandata farà fede il timbro dell’Ufficio Postale accettante.

A questo link https://bit.ly/erp-certaldo è possibile scaricare tutta la documentazione.

(fonte UNIONE DEI COMUNI EMPOLESE VALDELSA)
11/08/2022 09:28 Comune di Empoli
Comune di Empoli
Empoli. Museo della Collegiata, per l'ampliamento un progetto di fattibilità da 1,5 milioni di euro: approvato il primo stralcio
Un futuro fatto di nuovi spazi per divenire un museo più che mai al passo coi tempi, senza barriere architettoniche e con nuove funzioni. È il progetto al quale sta lavorando l'amministrazione comunale di Empoli: protagonista il Museo della Collegiata di Sant'Andrea. Nelle settimane scorse, la giunta ha approvato la costituzione del diritto di superficie a titolo gratuito a favore del Comune per l'attuazione del progetto di ampliamento, oltre allo studio di fattibilità da 1,5 milioni di euro. La proposta è stata discussa e approvata nel corso del consiglio comunale. Adesso, l'obiettivo dell'amministrazione è reperire le risorse necessarie all'attuazione del progetto il cui importo complessivo è stimato appunto in 1,5 milioni di euro, così da non gravare interamente sulle casse comunali: l'ente ha quindi deciso di partecipare a un bando della Fondazione CR Firenze per intercettare ulteriori possibili canali di finanziamento dedicati alla cultura e di provare a intercettare nuove risorse anche attraverso bandi nell'ambito del PNRR. Risorse queste ultime che 'interessano' il sistema museale empolese e la biblioteca comunale Renato Fucini: l'obiettivo è migliorare il livello di accessibilità delle strutture.

Venendo al progetto di fattibilità, del quale è stato approvato il primo stralcio, l'idea dell'amministrazione comunale è quella di ampliare il Museo della Collegiata, struttura di proprietà della propositura a gestione comunale, così da realizzare nuove sale in grado di valorizzare al meglio i capolavori che attualmente si trovano esposti nell'attuale museo, da dotare il museo di strutture fondamentali e di supporto, come una sala didattica, una sala conferenze e un gabinetto di restauro, e da rendere la struttura, tra i più importanti musei minori della Toscana, accessibile e inclusiva. Negli anni scorsi, era stato ipotizzato di realizzare l'ampliamento utilizzando le stanze al primo, secondo e terzo piano del palazzo che affaccia su piazza Farinata degli Uberti, limitrofo alla facciata della Collegiata e adiacente all'attuale Museo della Collegiata. Oggi, i tempi sembrano essere maturi: sia la curia sia la propositura si sono rese disponibili a cedere al Comune per un tempo di 90 anni il diritto di superficie a titolo gratuito dell'immobile di proprietà della parrocchia di Sant'Andrea, ubicato al civico 33 di piazza Farinata degli Uberti. Da qui il via alla ricerca di finanziamenti su un duplice fronte: da un lato la partecipazione al bando della Fondazione CR Firenze, dall'altro la risposta all'avviso del MIC per la presentazione di proposte progettuali e di intervento per la rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e dei luoghi della cultura.

In quest'ultimo caso l'Amministrazione presenterà tre progetti, rispettivamente per il Museo della Collegiata, per quello del Vetro e per la Biblioteca comunale. Per il Museo della Collegiata la partecipazione all'avviso includerà l'abbattimento sia delle barriere fisiche che di quelle cognitive mentre solo l'abbattimento di quest'ultime riguarderà il Museo del Vetro e la Biblioteca. Lo spirito dell'avviso è quello di rafforzare il carattere inclusivo dei luoghi della cultura, in modo che chiunque possa accedere a quegli spazi in modo autonomo; in questa direzione hanno lavorato i Musei di Empoli e la Biblioteca 'Renato Fucini', convinti del ruolo fondamentale che svolgono come luoghi di incontro e di crescita culturale e sociale. I progetti prevedono interventi sulla segnaletica interna e esterna, adatti a ogni tipo di disabilità sensoriale e cognitiva, la revisione delle didascalie nei musei, pensate anche per i più piccoli, dotazioni software, App in più lingue, compresa quella dei segni. Queste sono solo alcuni degli interventi previsti dai progetti, ambiziosi e volti a rendere in modo definitivo la Biblioteca comunale, il Museo della Collegiata e il Museo del Vetro luoghi per tutti.
09/08/2022 12:03 Comune di Empoli
Comune di Firenze
Dalla Torre di San Niccolò al Bastione di San Giorgio: continuano le visite a torri, porte e fortezze fiorentine
Torri, porte e fortezze: continuano le visite guidate alla Torre di San Niccolò, regina delle torri fiorentine, al Forte Belvedere, al Baluardo di San Giorgio, a Porta Romana, alla Fortezza da Basso e alla Torre della Zecca. Una proposta di valorizzazione riproposta ogni estate dai Musei civici fiorentini e da MUS.E per permettere, a fiorentini e non, di scoprire la storia della città, del suo sistema difensivo e per godere di un panorama mozzafiato su Firenze.

La Torre di San Niccolò è visitabile tutti i giorni fino al 31 agosto dalle 17 alle h20 (e dal 1° settembre al 30 settembre dalle 16 alle 19 (visite ogni 30 minuti); ultimo accesso mezz’ora prima della chiusura: l’accesso include la visita guidata, che dai piedi della torre consente di raggiungere la cima seguendo un vero e proprio viaggio nel tempo e arrivando a godere di un incredibile vista sulla città. Un’ascesa che consente di ammirare da una prospettiva privilegiata tutto il centro storico, comprese le Rampe del Poggi. Realizzate tra il 1872 e il 1876 nell’ambito del piano di allargamento dei vecchi confini cittadini, laddove un tempo sorgevano le mura difensive: mura di cui la porta di San Niccolò è oggi segno e testimonianza.

Oltre alla Torre di San Niccolò sono aperte – tutti i sabati, in alternanza – la Torre della Zecca, Porta Romana e il Bastione di San Giorgio. Un posto d’onore è assegnato ad una delle fortezze cittadine: la Fortezza San Giorgio, più nota come Forte Belvedere, aperto fino al 1 ottobre con le mostre temporanee Play It Again di Rä di Martino e FOTOGRAFE!, con visite al luogo (compresa la stanza del tesoro) e alle due esposizioni tutti i venerdì e le domeniche da giugno a ottobre.

Infine l’8 settembre, grazie alla collaborazione con Firenze Fiera, sarà possibile anche visitare e scoprire i segreti della Fortezza da Basso, grande struttura pentagonale opera di Antonio da Sangallo il giovane.



Non più soltanto un piccolo circuito di monumenti e architetture, ma sempre più un vero e proprio “museo diffuso” della storia e dell’architettura della città, un racconto unitario della cerchia muraria di Firenze e del suo sviluppo nel corso dei secoli, che va a comporre un disegno articolato e ambizioso di fruizione sistemica del centro storico, Patrimonio Mondiale UNESCO. Si potrà approfondire la storia di questi monumenti, le loro caratteristiche e funzioni nonché conoscere il loro rapporto con la città medievale e contemporanea in un viaggio nel tempo unico e affascinante, corredato da meravigliosi scorci panoramici su Firenze.



Il costo della visita (eccetto Forte Belvedere ) è di €6 a persona, il pagamento dovrà essere effettuato in contanti sul luogo della visita. La partecipazione alle visite è gratuita per i possessori della Card del fiorentino escluse le visite alla Fortezza da Basso.

Il costo della visita guidata al Forte Belvedere è invece di €5.00 a persona (non residenti nel Comune di Firenze) o di €2,50 (residenti nel Comune di Firenze) oltre al costo del biglietto. L’ingresso alla palazzina e alle mostre è di € 10.00 tariffa intera e di € 5.00 tariffa ridotta. Il solo accesso ai bastioni esterni del Forte Belvedere è gratuito.

La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni:
Tel. 055/2768224
Mail info@musefirenze.it

Attenzione: l’ingresso è consentito ai visitatori dagli 8 anni in su. L’ingresso è gratuito per minori di 18 anni, guide turistiche e interpreti, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM.
Le visite saranno svolte in sicurezza e in piccoli gruppi secondo un preciso protocollo di contenimento dell’emergenza epidemiologica. Verranno sospese in caso di pioggia e non saranno accessibili ai disabili motori.

Torre San Niccolò – visite ogni 30 minuti
Tutti i giorni fino al 31 agosto h17/20, dal 1 al 30 settembre h16/19

Baluardo San Giorgio* - visite ogni 30 minuti
27 agosto h17/20
17 settembre h16/19

Porta Romana* - visite ogni 30 minuti
13 agosto h17/20
3 settembre h16/19
24 settembre h16/19

Torre Zecca* - visite ogni 30 minuti
20 agosto h17/20
10 settembre h16/19
1 ottobre h16/19

  • La prima visita di ogni sabato dal 25 giugno al 1° ottobre (alle h17 a giugno, luglio, agosto e alle h16 a settembre e ottobre) è gratuita per i soci Unicoop Firenze.

Forte Belvedere
Tutti i venerdì e tutte le domeniche alle h17 e alle h18.30 (dal 1° settembre alle h16.00 e alle h17.30)
Visite gratuite riservate per i soci Unicoop Firenze: 14-21-29 agosto, 11-18-25 settembre h17

Fortezza da Basso – visite ogni ora
8 settembre h17/20

Il costo è di € 6.00 a persona. Non essendo parte del circuito dei musei civici il possesso della card del fiorentino non dà diritto all’accesso gratuito.
04/08/2022 11:15 Comune di Firenze
Comune di Barberino di Mugello
Tornano i fuochi d'artificio la sera di ferragosto sul lago di Bilancino
Un’iniziativa fortemente voluta dal Comune di Barberino e realizzata in collaborazione con l’Unione Montana dei Comuni del Mugello che prevederà uno spettacolo interamente realizzato su chiatte galleggianti ancorate in acqua nei pressi della Punta dell’Andolaccio che si attiveranno a partire dalle ore 22.45 per una durata di circa dieci minuti.

Occasione importante per i tanti turisti che si trovano in Mugello per le vacanze, così come per i residenti ed i cittadini di tutta l’area fiorentina e pratese che potranno scegliere di passare in zona il giorno di Ferragosto. L’evento dunque valorizzerà ulteriormente l’intero parco di Bilancino in un momento davvero speciale segnato da molteplici iniziative di valorizzazione delle aree e eventi sul lago che stanno rendendo più vivo ed appetibile questo immenso patrimonio che Barberino ed il Mugello si trovano in casa.

E’ raccomandata massima attenzione affinché la festa sia realmente una festa per tutti senza rischi per la sicurezza, con l’invito agli spettatori a prestare la massima attenzione, evitando l’occupazione della sede stradale e qualsiasi forma di intralcio alla circolazione.
04/08/2022 16:50 Comune di Barberino di Mugello
Asl Toscana Centro
Alcolizzazione della vena di "Marshall”. Innovativo intervento al Santa Maria Nuova di Firenze per curare fibrillazione atriale
Un innovativo intervento si è svolto in questi giorni nella Sala di Elettrofisiologia dell'Ospedale di Santa Maria Nuova (Firenze). Un'équipe Coordinata dal dottor Andrea Giomi e composta da specialisti cardiologi, infermieri e anestesista, ha effettuato un intervento di ablazione in un paziente affetto da fibrillazione atriale persistente utilizzando una tecnica innovativa, denominata “alcolizzazione della vena di Marshall".

"Tale intervento - ha spiegato il dottor Massimo Milli, direttore della struttura complessa Cardiologia Firenze 1- consiste nella somministrazione selettiva all'interno di una vena cardiaca di alcol etilico al fine di disattivare elettricamente una porzione di tessuto miocardico atriale implicato nella genesi e mantenimento dell'aritmia. Questa procedura, eseguita per la prima volta in un ospedale fiorentino, va ad affiancare e migliorare il trattamento ablativo standard della fibrillazione atriale".

In Sala erano presenti: i dottori Andrea Giomi, Giuseppe Ciriello, Alessandro Paoletti Perini, Andrea Bernardini; gli infermieri Cecilia Campai, Silvia Gamberucci, Elena Chirici, Michele Di Leva l'intervento è avvenuto in anestesia generale sotto la supervisione dell'anestesista dottor Claudio Poli.

La vena di Marshall è un piccolo collaterale venoso situato sulla superficie posteriore dell'atrio sinistro che drena il sangue all'interno del seno coronarico. L'alcolizzazione retrograda di questa vena e del suo circolo capillare va a creare una sorta di ablazione chimica in una zona dell'atrio sinistro considerato un importante “snodo elettrico” del cuore, denominata “istmo mitralico”. Il blocco elettrico di questo punto garantisce una maggior protezione a fenomeni di rientro e fibrillazione atriale.

Il gruppo di elettrofisiologia, coordinato dal dottor Giomi, fa parte della SOS di Cardiologia ed Elettrofisiologia di Santa Maria Nuova (direttore dottor Giuseppe Ciriello) a sua volta parte della SOC Cardiologia Firenze 1 diretta dal dottor Milli.

La struttura di Elettrofisiologia del Santa Maria Nuova rappresenta l'hub di riferimento aziendale per il trattamento delle aritmie cardiache. Con una sala operatoria dedicata ed un èquipe composta da tre medici e cinque infermieri: questo gruppo svolge ogni anno circa 200 procedure di elettrofisiologia in aggiunta a circa 300 impianti di device di cardiostimolazione e day hospital aritmologici.

La fibrillazione atriale: E' l'aritmia di più frequente riscontro clinico nella popolazione generale, contraddistinta dal sovvertimento della normale attività elettrica atriale che porta ad un irregolarità nel battito cardiaco ed un aumentato rischio di scompenso cardiaco, ospedalizzazione e mortalità cardiovascolare. La sintomatologia può essere variabile da forme totalmente silenti a forme estremamente limitanti la qualità di vita. Può essere associata a cardiopatia strutturale ma anche essere l'unica anomalia cardiaca nel contesto di un cuore per il resto sano. Numerosi trials clinici hanno dimostrato la superiorità della terapia ablativa rispetto a quella farmacologica nel controllo delle recidive aritmiche. Il trattamento ablativo tradizionale vede come principale obiettivo l'isolamento delle vene polmonari, la cui attività elettrica è ritenuta responsabile dell'innesco dell'aritmia nella maggior parte delle forme di fibrillazione atriale. L'isolamento delle vene polmonari viene raggiunto mediante erogazione circonferenziale di radiofrequenza con cateteri introdotti per via percutanea transvenosa sul versante endocardico della giunzione atrio-venosa. Questa procedura consente un tasso di successo nel mantenimento del ritmo in circa l'80% dei pazienti con forme parossistiche di aritmia ad un anno dall'ablazione. Per le forme persistenti la percentuale di successo è inferiore in quanto sono presenti diversi meccanismi aritmogeni tra cui fenomeni di rientro attraverso binari elettrici costituiti da tessuto miocardico atriale.

Per questi pazienti, l’alcolizzazione della vena di Marshall può rappresentare una metodica che incrementa l’efficacia della procedura.
11/08/2022 11:37 Asl Toscana Centro
Redazione di Met
L'Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Bern chiude il 23esimo Festival internazionale delle Orchestre Giovanili
L'ultimo appuntamento del 23esimo Festival internazionale delle Orchestre Giovanili, realizzato grazie al contributo della Cassa di Risparmio di Firenze e dell'Estate Fiorentina 2022, è previsto per Venerdì 12 agosto 2022, alle ore 21.00 in Piazza della Signoria, sotto la Loggia dei Lanzi e sarà affidato all'Orchestra Giovanile del Conservatorio di Berna che proporrà tre grandi composizioni classiche, dal Settecento all'Ottocento.

L'esibizione della formazione svizzera, che conta oltre 70 elementi, si aprirà con l'Ouverture da Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart, pezzo d'apertura di una delle tre opere della Trilogia popolare italiana, scritte dal salisburghese a quattro mani col librettista veneto Lorenzo da Ponte.

Da Mozart a Franz Danzi, compositore tedesco, che nel 1778 scrive la Symphonie concertante in Si bemolle Maggiore per flauto, clarinetto e orchestra op. 41, articolata nei movimenti Allegro moderato, Largo e Polonaise (Allegretto); gli esecutori solisti saranno Junwei Qi al clarinetto e Dominique Borcher al flauto traverso.

Conclude il programma la Sinfonia n. 2 in Re Maggiore op. 73 dell'amburghese Johannes Brahms, scritta nell'estate del 1877, durante un soggiorno dell'autore sulle Alpi austriache, che sembra strizzare l'occhio alla Pastorale di Beethoven, ricca di colori e timbri ora malinconici ora passionali, dal carattere pastorale ed idilliaco, articolata in quattro movimenti Allegro non troppo, Adagio non troppo, Allegretto grazioso quasi andantino, Allegro con spirito.

Dirige il Maestro Droujelub Yanakiev.
Ingresso libero e gratuito.
08/08/2022 09:32 Redazione di Met
Comune di Firenze
Firenze. Elezioni politiche 2022, dal 22 agosto aperto l’ufficio per la disciplina della propaganda elettorale
In occasione delle elezioni politiche in programma il 25 settembre, da lunedì 22 agosto sarà aperto l’Ufficio per la disciplina della propaganda elettorale in ubicato in viale Fratelli Rosselli 5/7 presso la Direzione Infrastrutture di Viabilità e Mobilità. L’ufficio sarà aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14.30 alle 17 (tel. 055/2624806).

L’Ufficio è aperto per la presentazione delle domande per le riunioni di propaganda elettorale (comizi, gazebo, tavolini ecc.) che potranno essere presentate di persona o inviate tramite posta elettronica certificata all’indirizzo nuove.infrastrutture@pec.comune.fi.it tassativamente entro le 15 del mercoledì della settimana precedente a quella della data richiesta (da sabato al venerdì successivo). La modulistica sarà reperibile nell’apposita sezione della rete civica del Comune di Firenze.

La campagna elettorale si aprirà il 26 agosto e si concluderà il 23 settembre 2022. (mf)
08/08/2022 11:37 Comune di Firenze
Comune di Bagno a Ripoli
Bagno a Ripoli - Servizio civile , caccia a tre under 28: per un anno saranno “tutor 2.0” dei cittadini
Servizio civile “smart” e contro il “digital divide” a Bagno a Ripoli. Il Comune cerca tre giovani, ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28 anni, da impiegare per la durata di un anno come “tutor 2.0” dei cittadini nell’utilizzo dei servizi online. I giovani selezionati avranno il compito di insegnare ai cittadini meno ferrati con i mezzi informatici come svolgere una serie di importanti funzioni online della pubblica amministrazione. Come l’acquisizione e la gestione dell’identità digitale, a partire dallo Spid e dalla carta di identità elettronica. Ma anche come effettuare una visura catastale, consultare il proprio fascicolo sanitario o scaricare un certificato online. Il tutto con appuntamenti settimanali al via in autunno e con la collaborazione delle associazioni di volontariato del territorio (più avanti tutti i dettagli).

Il sindaco e l’assessore alle politiche giovanili e alla transizione digitale spiegano che l’attività delle ragazze e dei ragazzi del Servizio civile andrà ad affiancare il supporto già messo in campo dal personale comunale e i progetti del Comune per superare i “digital divide”. Con l’obiettivo di istruire sempre più la popolazione nei confronti delle nuove tecnologie, nella consapevolezza che l’accessibilità ai servizi online è un diritto di cittadinanza.

Per presentare domanda c’è tempo fino al 30 settembre. Nel dettaglio, il Comune cerca un giovane dai 18 ai 28 anni nell’ambito del Progetto “@CCEDO - Facilitare l’accesso ai servizi pubblici online” e 2 giovani dai 18 ai 28 anni nell’ambito del Progetto “Servizi pubblici in un click: Comuni toscani in rete” di Anci Toscana. I progetti prevedono un orario di 25 ore settimanali articolate su 5 giorni, per 12 mesi. Ai giovani in servizio sarà corrisposto un assegno mensile pari a 444,30 euro.

Possono presentare la propria candidatura, ragazze e ragazzi che alla data di presentazione della domanda abbiano un’età fra i 18 e i 28 anni (29 non ancora compiuti), siano cittadini italiani, comunitari e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia (anche se hanno già svolto il Servizio civile regionale). La domanda di partecipazione può essere presentata per un solo progetto, pena l’esclusione da tutti i progetti. Non può presentare domanda chi ha già svolto attività di Servizio civile nazionale, e chi abbia in corso o abbia avuto nell’ultimo anno e per almeno sei mesi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita con l’ente che realizza il progetto.

La domanda può essere presentata esclusivamente attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it. Per info e dettagli: www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

09/08/2022 14:06 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli
Asl Toscana Centro
Il Servizio Civile diventa “digitale”. L’Azienda USL Toscana centro cerca 28 Operatori Volontari per il programma “Scd Digitalizziamoci” per i territori di Empoli, Firenze, Prato e Pistoia
L’Azienda USL Toscana centro cerca 28 Volontari con il nuovo bando per il Servizio Civile da impegnare nel progetto “Scd Digitalizziamoci: verso una comunità competente”.

Dei complessivi 28 posti 13 sono riservati a Firenze, 6 a Prato, 5 a Pistoia e 4 Empoli.

Coloro che sono interessati devono avere un’età compresa tra i 18 e 28 anni, e presentare la domanda, (solo on line), entro il 30 settembre prossimo. Tutte le informazioni sono contenute nel link HYPERLINK "https://www.uslcentro.toscana.it/index.php/solidarieta-e-cooperazione/570-servizio-civile/34470-servizio-civile-universale-bandi-progetti-selezioni-e-graduatorie-2" \t "_blank" https://www.uslcentro.toscana.it/index.php/solidarieta-e-cooperazione/570-servizio-civile/34470-servizio-civile-universale-bandi-progetti-selezioni-e-graduatorie-2

Il Servizio Civile ha una durata di 12 mesi e una volta superata la selezione gli Operatori Volontari saranno impiegati nei progetti per 25 ore settimanali da effettuarsi nell’arco di 5 giorni, dopo aver svolto la formazione generale e specifica. L’assegno mensile è pari a 444,30 euro.

Il programma presentato dall’Azienda USL Tc “Scd Digitalizziamoci: verso una comunità competente” comprende due progetti:

“Digitalizzazione? Che bello, da casa posso fare anch’io!”, sarà realizzato con 13 Volontari (7 posti per Firenze, 3 per Prato, 3 per Pistoia); “Il Digitale di Aiuto al cittadino” con 15 Volontari (6 posti per Firenze, 3 per Prato, 2 per Pistoia e 4 per Empoli) di cui 5 posti riservati a Giovani con Minori Opportunità (di seguito GMO).

L'Azienda Usl Toscana centro in collaborazione con la Regione Toscana rende disponibili per il cittadino diversi servizi on line nell'ottica di una sempre maggiore digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.

Per alcuni servizi è necessaria l'autenticazione del cittadino mediante Tessera Sanitaria con pin, credenziali Spid, credenziali CIE.

La lista dei servizi corredata delle specifiche modalità di utilizzo e link di accesso diretto è disponibile sul sito Internet Aziendale https://www.uslcentro.toscana.it/

alla sezione Servizi on line:

• cambio medico di famiglia o pediatra di libera scelta mediante applicazione web disponibile sulla piattaforma regionale https://open.toscana.it/, oppure con App per dispositivi mobili TOSCANA SALUTE;



• prenotazione/disdette Cup attraverso la piattaforma PRENOTASANITA https://prenota.sanita.toscana.it/

il servizio è disponibile per i possessori di ricetta dematerializza o, per le donne in gravidanza, attraverso il libretto di gravidanza digitale hAPPyMamma



• prenotazione esami ematici e di laboratorio attraverso la piattaforma regionale ZEROCODE https://zerocode.sanita.toscana.it/#/home Il servizio consente di scegliere luogo, giorno ed ora dell'appuntamento ed accedere direttamente e senza attesa al Punto Prelievi prescelto.



• ritiro referti degli esami del sangue attraverso la consultazione via web del proprio Fascicolo Sanitario Elettronico https://fascicolosanitario.regione.toscana.it/ oppure utilizzando la app per dispositivi mobili TOSCANA SALUTE



• pagamento prestazioni sanitarie attraverso tutte le modalità del sistema PAGO PA tra cui, on line il portale regionale per i pagamenti IRIS https://iris.rete.toscana.it/public/ App per dispositivi mobili IO, home banking



I dati. Nella prima settimana di agosto (dall'1 al 7) le prenotazioni online sono state 4.449 così ripartite per ambito: Firenze 2520, Pistoia, 753, Prato 757 e Empoli 469.

Lo rende noto il dottor Leonardo Pasquini, direttore staff direzione amministrativa che invita i cittadini all’utilizzo dei servizi on line per un più facile e diretto accesso agli stessi. “I servizi on line – ha dichiarato- sono destinati ad essere incrementati e, pertanto, la nostra Azienda, nel scegliere per il Servizio Civile un progetto digitale, intende guardare al futuro nell’ottica di una sempre maggiore semplificazione e nell’accesso diretto alla sanità come ormai avviene per qualsiasi prenotazione”.

La digitalizzazione, infatti, permette ai cittadini di effettuare molti servizi da casa propria e l’Azienda vuole offrire questa possibilità al maggior numero di persone.



I giovani volontari, dopo il percorso formativo specifico, nella loro funzione di “facilitatori digitali” potranno contribuire a diffondere la culturale digitale affinché il digitale non sia percepito come un ostacolo ma come uno strumento che permetta al cittadino di esercitare e tutelare i propri diritti.

I progetti si propongono di creare dei punti di facilitazione presso le sedi individuate e itineranti per venire incontro alle categorie dei cittadini più fragili.

L’obiettivo principale è di educare gli utenti del sistema sanitario alla fruizione autonoma dei dispositivi e dei servizi digitali essenziali messi a disposizione dal Sistema sanitario regionale e non solo.



Per giovani il “Servizio Civile Digitale” si configura invece come un investimento nell’istruzione e nelle competenze e ha nelle proprie potenzialità la capacità di produrre risultati fortemente significativi in termini di coesione sociale e territoriale.



Alla realizzazione del programma partecipa in qualità di Ente RETE Agenzia delle Entrate- Direzione Regionale della Toscana e in qualità di PARTNER AISLA ONLUS- Sez. Firenze, Federconsumatori e Utenti regionale Toscana, AVO Firenze e Agenzia Regionale Toscana per l'Impiego (ARTI).



Informazioni

I giovani candidati per meglio orientarsi nella scelta del progetto, oltre ad utilizzare gli strumenti di ricerca messi a disposizione dalla piattaforma e sui siti internet del Dipartimento, possono fare riferimento ai contatti di seguito riportati:



Ufficio Servizio Civile dell’Azienda Usl Toscana Centro :

055–6937740-7552



e-mail: HYPERLINK "mailto:serviziocivile@uslcentro.toscana.it"serviziocivile@uslcentro.toscana.it



per i territori di:



Firenze: Sig. ra Laura Borselli 055/6937740-7552

Empoli: Sig.ra Susanna Matteoli 0571/704245

Prato : Sig.ra Cinzia Papi 0574/807104

Pistoia/Valdinievole: Sig.ra Federica Carli 0572/463570
10/08/2022 11:52 Asl Toscana Centro
Regione Toscana
Fiera Toscana del Lavoro, centinaia di occasioni di occupazione dal 19 al 21 settembre
Ingegnere e ingegneri, educatrici e educatori, cuoche e cuochi, receptionist, impiegate e impiegati, assistenti sociali, informatiche e informatici, sono solo alcuni dei profili richiesti dalle aziende che hanno aderito alla Fiera Toscana del Lavoro, che si terrà a Firenze, alla Fortezza da Basso dal 19 al 21 settembre.

Le candidate e i candidati in cerca di occupazione o di un’opportunità di riqualificazione professionale hanno tempo sino al 19 agosto per proporsi alle offerte di lavoro e avere la possibilità, se selezionati dalle operatrici e dagli operatori dei centri per l’impiego, di svolgere un colloquio diretto con le aziende che sono in cerca di lavoratrici e lavoratori.

Le candidature possono essere presentate direttamente sul portale della Fiera https://www.fieratoscanalavoro.it/offerte-di-lavoro-2022/ o sul portale di Toscana Lavoro https://lavoro.regione.toscana.it/ToscanaLavoro/.

Dopo due anni di interruzione forzata dovuta alla situazione pandemica, la Fiera Toscana del Lavoro torna finalmente in presenza e con un giorno in più rispetto all’edizione del 2019.

Per consentire una più ampia partecipazione di imprese e di candidati e candidate, anche in ragione della distanza da capoluogo fiorentino, verrà comunque garantita anche la fruizione di vari servizi on line, tra cui la possibilità di svolgere i colloqui di lavoro a distanza.

L’assessora al lavoro della Regione Toscana spera che molte cittadine e molti cittadini toscani vogliano cogliere l’occasione della Fiera come opportunità sia di essere assunti da alcune tra le imprese più dinamiche del nostro territorio, ma anche per conoscere tutti i servizi che l'Agenzia regionale toscana per l’impiego (Arti), tramite la rete dei suoi centri per l’impiego, mette a disposizione. E aggiunge che questa iniziativa servirà a rendere ancora più facile ed efficace l’incontro tra domanda e offerta di lavoro: è infatti questo l'obiettivo principale, favorire l’occupazione e allo stesso tempo rispondere al fabbisogno segnalato dalle imprese.

Anche in questa edizione verrà infatti dato spazio alla parte convegnistica e seminariale, attraverso un calendario di appuntamenti, sia in presenza che on line: convegni, dibattiti, seminari informativi e formativi rivolti alle persone in cerca di occupazione, alle aziende, agli addetti ai lavori, con il coinvolgimento di consulenti per l'orientamento e la selezione del personale di strutture pubbliche e private, rappresentanti delle imprese, delle parti sociali, delle istituzioni.

Sul sito web www.fieratoscanalavoro.it si può consultare il programma, iscriversi e candidarsi alle offerte di lavoro. Sarà quotidianamente aggiornato con le adesioni delle imprese partecipanti, con la pubblicazione delle offerte di lavoro e con il calendario degli eventi che si terranno nei tre giorni della Fiera.

Sin d'ora è comunque possibile contattare i centri per l'impiego della Regione Toscana per avere maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione.

Qui i recapiti dei centri per l’impiego della Regione Toscana:
https://www.regione.toscana.it/web/guest/-/recapiti-e-orari-degli-uffici-sul-territorio
10/08/2022 17:45 Regione Toscana
Comune di Barberino Tavarnelle
Renata ed Elisa hanno 'tempo', l’una per l’altra. Volontari della porta accanto per rispondere ai bisogni dei più deboli
Incrociano gli sguardi, si sfiorano le mani e tra un sorriso e l'altro sfogliano le pagine della loro vita, si abbracciano, giocano con le parole leggendo libri e raccontandosi. Un'opportunità per farsi compagnia nel viaggio del tempo che rievoca ricordi ed emozioni.

Non importa se a separare Renata Dei, 98 anni, ed Elisa Moschini, 45, intercorre una distanza di mezzo secolo. Lo scambio c'è, è reale, reciproco, sincero e soddisfa due bisogni diversi, quello di chi desidera condividere il proprio passato per non dimenticarlo e quello di chi ama ascoltare per immaginare e conoscere fatti e affreschi di vita vissuta di un passato ormai lontano che solo la memoria collettiva può continuare a valorizzare e tenere accesa.

“Un’ora sola ti vorrei” diceva una canzone ed è ciò che sembrano dirsi le due donne in quel tempo che si estende all'infinito per rafforzare una relazione umana nata dall'altruismo e dalla cultura del volontariato, fortemente radicata nel Comune di Barberino Tavarnelle. Renata ed Elisa si incontrano per sentirsi vicine e vivere un'esperienza carica di umanità nell'ambito del nuovo progetto, partito da qualche mese, che mira a rispondere nel concreto ai bisogni della porta accanto.

Si intitola "HoTempo" il servizio che mette a disposizione una ventina di volontari a sostegno degli anziani e delle persone fragili.

ll progetto è promosso dalle associazioni Arciconfraternita della Misericordia di Barberino Tavarnelle, Auser Volontariato Insieme, Ci incontriamo, Calcit di Barberino Tavarnelle, Giardino SottoVico, Le tre e un quarto e dall'Unione comunale del Chianti Fiorentino. La rete di volontariato che ne è scaturita si attiva per fare compagnia a persone sole, anziane o malate, consegnare a domicilio pasti per persone sole, fare acquisti e dare aiuti non specialistici a famiglie di anziani e disabili, svolgere piccole pratiche.

“Il bisogno è ovunque, spesso vicino a noi anche non ce ne accorgiamo - spiega il coordinatore Riccardo Gabbrielli - l'iniziativa nasce per tendere una mano a tutte quelle piccole grandi necessità che sono importanti per le fasce più fragili della popolazione". I volontari della rete "HoTempo" si attivano per accompagnare in brevi passeggiate, affiancare in momenti di riflessione, preghiera e lettura, effettuare piccole consulenze in tema ecologico, offrire nozioni di base di lingua inglese oppure aiutare nella cura delle piante, portare fuori gli animali di compagnia sempre in favore di persone anziane, sole o impossibilitate. Al servizio si accede attraverso una app inedita sviluppata e realizzata da Fabrizio Dainelli.

Renata, classe 1925, zia di 4 nipoti e 10 bisnipoti, ha voglia di parlare di sé e cerca qualcuno con cui interagire, ripercorrere senza rimpianti la propria storia, confrontare esperienze e saperi. Elisa Moschini, originaria di San Casciano, residente a Tavarnelle, si è messa al servizio degli altri aderendo al progetto, motivata e piena di aspettative, convinta che il volontariato sia una realtà che tutti dovrebbero provare come fonte di arricchimento umano, sociale e culturale. È così che le due donne si sono conosciute. Discorrendo hanno scoperto anche di avere tanti punti in comune come l'insegnamento. Renata ha iniziato a lavorare dietro una cattedra nell'immediato dopoguerra, nel '45, a Firenzuola.

Aveva 25 anni quando la donna aperta, colta, emancipata, diede avvio al proprio percorso professionale non senza difficoltà, in una scuola elementare frequentata da bambini e famiglie indigenti. "Non potrò mai dimenticare quegli allievi così rispettosi e affettuosi – ricorda - non avevano neanche le scarpe per raggiungere la scuola, eppure erano capaci di dare lezioni di dignità a tutti, mi hanno dato tanta forza ed energia, da loro ho imparato ad essere una persona dedita agli altri prima di insegnare a leggere e scrivere". Renata non può fare a meno di rievocare i tempi bui del dopoguerra. Portava avanti il suo lavoro nonostante non ci fossero corrente, acqua e mezzi di trasporto.

“La passione era più forte di qualunque altra avversità perché – tiene a dire - ai rudimenti del sapere nessuno doveva rinunciare. Da parte sua Elisa Moschini ascolta, riflette, commenta e fa tesoro. “I racconti, le storie di Renata - precisa - sono un patrimonio di memoria di grandissimo valore, sono onorata e felice che voglia condividerlo con me”. Il coordinatore del progetto Riccardo Gabbrielli coglie l'occasione per lanciare un appello ed invitare i giovani a donare il loro tempo. “Sono certo che anche chi si mette a disposizione degli altri potrà vivere un'esperienza che arricchisce sotto tutti i punti di vista”.

Il punto “Ho tempo”, aperto presso la Casa della Cultura “Alda Merini” di Barberino Val d'Elsa, è aperto il martedì e il sabato dalle 10 alle 12 e il mercoledì dalle 17 alle 19. Chiunque fosse interessato a diventare volontario o a richiedere il servizio può contattare il numero 334 70 58 778 o accedere all'App Ho tempo. Info: www.hotempo.org, info@hotempo.org.
11/08/2022 08:30 Comune di Barberino Tavarnelle
Alia Spa - Servizi Ambientali
Agosto: ecco i servizi di Alia garantiti per il mese
Alia Servizi Ambientali SpA informa che la raccolta rifiuti (compresi i “porta a porta” con sacchi o bidoncini) e tutti gli altri servizi nel mese di agosto proseguono regolarmente in ogni Comune.

Per la giornata del 15 agosto sono altresì previste variazioni ed eccezioni: non sarà attivo il servizio di ritiro di rifiuti ingombranti a domicilio, resteranno chiusi tutti gli Ecocentri, e non saranno attivi gli Ecofurgoni, presenti regolarmente sul territorio per tutto il resto del mese. Si segnala che l’ecofurgone del Macrolotto zero a Prato, in Via Umberto Giordano, compreso nel progetto #Zerodegrado, è sospeso per le due settimane centrali di agosto (08-20 agosto), e quello di Lamporecchio, dove il servizio è previsto per il 15.08 e sarà recuperato il lunedì successivo, 22 agosto.

Gli InfoPoint sono regolarmente aperti al pubblico, sul territorio dei 58 comuni gestiti, ad eccezione di Ferragosto. È altresì sospeso lo sportello presso l’Ufficio URP del Comune di Campi Bisenzio (piazza Dante n. 37), dal 5 al 26 agosto compreso; a supporto per gli utenti sono state incrementate le aperture dello sportello di via Castronella 140/A19 (aperto il 23 e 30 agosto; chiuso il 16 agosto).

Anche gli sportelli TARI sono regolarmente aperti al pubblico nel corso del mese, ad eccezione di quello di Figline Incisa V.no sospeso dall’8 al 21 agosto; saranno, altresì, tutti chiusi il 15 agosto.

A Firenze e comuni dell’area, i servizi di raccolta rifiuti e spazzamento, manuale e meccanizzato, sono rimasti invariati e proseguono durante tutto il mese di agosto. A Ferragosto non sarà effettuata la raccolta porta a porta dei rifiuti nel comune di Figline Incisa V.no e saranno sospesi i servizi di spazzamento su tutti i comuni eccetto Firenze, dove la pulizia strade sarà garantita ad eccezione delle aree con divieto di sosta. Nel territorio comunale di Prato i servizi di raccolta rifiuti e spazzamento, manuale e meccanizzato, sono invariati e garantiti durante tutto il mese, così come nell’area Empolese Valdelsa, Pistoia, Mugello.



Per ulteriori informazioni sul portale www.aliaserviziambientali.it è possibile consultare i calendari di raccolta porta a porta e i relativi ed eventuali recuperi, ed anche la App Junker (scaricabile gratuitamente per sistemi IOS ed Android). Per richieste e segnalazioni è possibile contattare il call center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, con i tre numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore), 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile).
10/08/2022 11:16 Alia Spa - Servizi Ambientali
Comune di Prato
Palazzo Pretorio e Palazzo Comunale aperti in orario notturno a ferragosto
Ferragosto all'insegna della cultura e della scoperta delle bellezze artistiche ed architettoniche della città: Palazzo Pretorio e il Palazzo Comunale apriranno eccezionalmente le loro porte anche in orario notturno, dalle 21 alle 24, con accesso gratuito.

I visitatori di Palazzo Pretorio potranno approfittarne per visitare gratuitamente il museo, che racchiude gioielli di inestimabile valore e che raccontano la storia di Prato, come le opere di Bernardo Daddi, Giovanni da Milano, Donatello, Filippo e Filippino Lippi, le grandi pale d'altare dipinte da Bilivert e Balassi, la gipsoteca di Lorenzo Bartolini, e altre ancora. Un catalogo che spazia dal XIV secolo fino alle opere contemporanee di Klein e Pistoletto. Il museo sarà aperto fino alle 24, ma gli ingressi terminano alle ore 23.30.

In Palazzo Comunale sono previste invece quattro visite gratuite: alle 21, alle 21.45, alle 22.30 e alle 23.15. Qui potranno essere ammirati i dipinti e le sculture di straordinario valore che impreziosiscono le sale del più importante palazzo cittadino, dove il racconto della città si svela attraverso volti di personaggi storici e di artisti in un itinerario fatto di intrecci e legami talvolta inaspettati, e tutti da scoprire.

Per le visite guidate al Palazzo Comunale la prenotazione è obbligatoria, telefonando al numero 0574.1837859 o scrivendo all'indirizzo e-mail prenotazioni.museiprato@coopculture.it. Già molte le richieste arrivate, restano solo gli ultimi posti disponibili.
11/08/2022 11:29 Comune di Prato
Comune di Montelupo Fiorentino
Montelupo. Prende avvio il percorso che porterà alla redazione del Piano Operativo Comunale
Inizia di fatto oggi, giovedì 11 agosto, il percorso che disegnerà il nuovo volto di Montelupo.

La giunta comunale ha approvato la delibera con la quale dà inizio alle attività per la redazione del Piano Operativo Comunale.

Il Piano Operativo Comunale è l'evoluzione dei vecchi Piani Regolatori.

L'ultimo a Montelupo è stato approvato nel 1998 ed è quello che ha disegnato il paese così come lo conosciamo oggi.

Si tratta quindi di un passaggio fondamentale per la comunità e sarà predisposto con una prospettiva di area, non solo tenendo conto del perimetro comunale.

Trae, infatti, gli obiettivi generali, quelli di livello alto dal Piano Strutturale Intercomunale "Due rive per un piano", al quel Montelupo sta lavorando assieme ai comuni di Empoli, Vinci, Cerreto Guidi e Capraia e Limite.

Una bozza del Piano Strutturale Intercomunale sarà pronta entro il mese di settembre ed è quindi il momento giusto per avviare il procedimento per la stesura del Piano Operativo Comunale che di fatto traduce in azioni concrete le linee di indirizzo e che quando sarà completato definirà la Montelupo del futuro.

Il primo passo è stato quello di nominare un gruppo di tecnici che si occuperà della redazione del Piano sulla base linee guida fornite dall'Ufficio Urbanistica.

Si tratta di un documento preliminare di lavoro sul quale in fieri la giunta potrà intervenire; soprattutto saranno chiamati ad esprimere la loro opinione i cittadini attraverso un percorso partecipato specifico, che prenderà avvio nel mese di ottobre.

La prima stesura del documento che contiene le direttive propedeutiche al Piano Operativo mette a sistema e definisce le azioni per la realizzazione di alcuni progetti di cui si parla da tempo e che avranno un impatto importante sul territorio.

Un nodo cruciale è certamente la sistemazione e la valorizzazione di aree ed edifici pubblici o privati ad uso pubblico. Rientrano in questo ambito, solo a titolo esemplificativo, il recupero dell'Ambrogiana, la creazione di un polo culturale che comprenda il MMAB, il Palazzo Podestarile e l'ex risorti, ma anche la "Scuola nel Parco".

Un aspetto che ha caratterizzato in maniera importante il precedente piano regolatore è lo spostamento delle attività produttive dalle aree del centro e la conseguente rigenerazione urbana; si tratta ora di completare le ultime zone rimaste e anche di ragionare sulla loro funzione.

Nei prossimi anni diverrà imprescindibile riflettere sulle linee di connessione fra i territori e quindi ragionare sulla viabilità, sui collegamenti ferroviari e anche sulla mobilità alternativa. Rientrano in questo ambito i progetti legati al ponte fra Fibbiana e Capraia, ma anche alla stazione e alla linea ferroviaria.

Due poi i nodi su cui c'è la necessità prestare particolare attenzione in un'ottica di sviluppo futuro.

Il commercio e le attività produttive per cui è necessario sviluppare un progetto approfondito frutto di uno studio che riesca davvero a intercettare i bisogni e valorizzare il settore, ciò vuol dire anche ragionare sull'attrattività da un punto di vista residenziale del centro cittadino.

Ultimo, ma non ultimo: l'ambiente. La tutela del sistema, l'incentivazione di politiche finalizzate alla sostenibilità e al risparmio energetico, ma sopratutto la tutela delle risorse.

I fiumi in particolare, per i quali, come dimostra l'estate che stiamo vivendo è necessario intervenire con politiche di area vasta.

Nel documento poi si parla anche di sicurezza del territorio, turismo, agricoltura.

Dopo l'avvio del percorso le prossime tappe saranno una riflessione interna legata al progetto e l'avvio del percorso partecipativo finalizzato a coinvolgere la popolazione e le categorie.
11/08/2022 12:52 Comune di Montelupo Fiorentino
Comune di Impruneta
Impruneta. Pubbliche affissioni e occupazione permanete di suolo pubblico
Dopo il passaggio, dal primo luglio, alla ditta ICA srl della gestione dell’ex Tosap, cioè della riscossione dei pagamenti per l’occupazione permanente di suolo pubblico, come passi carrai e simili - prima gestita direttamente dall’Ufficio Tributi comunale - da oggi lo sportello a cui rivolgersi per tutti i servizi gestiti da ICA sul territorio, come l'accertamento e la riscossione del canone unico patrimoniale, degli impianti pubblicitari e l’affissione di manifesti e pubblicità, sarà a Tavarnuzze.

Il nuovo sportello è aperto tutti i giovedì mattina dalle 9.00 alle 13.00, al piano terra della sede comunale di Via F.lli Rosselli 6. Il personale ICA sarà raggiungibile al numero 055 2591793 e anche alla mail ica.impruneta@icatributi.it.
Si avvisa perciò che la precedente sede di ICA srl di Impruneta, in via Via Fabbiolle 1 - presso Agenzia Impruneta - non è più la collocazione sul territorio del concessionario del servizio affissioni comunali ecc.

Il nuovo incarico prevede, oltre alla gestione dei servizi in concessione e la manutenzione degli impianti pubblicitari e delle pubbliche affissioni, anche che sia fatto il censimento degli stessi, oltre a quello delle occupazioni di suolo pubblico permanente, così da rendere più capillare e informatizzato il servizio di ICA.
Nulla è invece cambiato per quanto attiene al pagamento della concessione di suolo pubblico temporaneo, come per esempio quello relativo a fiere e feste.

11/08/2022 10:01 Comune di Impruneta
Comune di Vicchio
Vicchio: vietati prelievi abusivi da fontane e fontanili
Vietato il “prelievo di ingenti quantità di acqua da fontane e fontanili” su tutto il territorio comunale di Vicchio “per qualsiasi uso improprio, escluso l’immediato uso primario alimentare per le sole acque potabili”. Lo dispone un’ordinanza del sindaco emessa oggi, che va ad affiancarsi a quella “anti-sprechi”, ossia di “razionalizzazione del consumo di acqua potabile e divieto di uso improprio nel periodo estivo” assunta nel mese di luglio. Due provvedimenti per contrastare ed evitare situazioni di emergenza idrica.
“Con effetto immediato e senza limiti temporali” sono vietati tutti i prelievi abusivi ed in particolare è vietato: prelevare acqua dalle fontane pubbliche e dai fontanili per usi diversi dall'alimentazione e, comunque, applicando alle bocche delle fontane tubi di gomma o qualsiasi altro mezzo equivalente per convogliare acqua entro cisterne o botti; prelevare acqua dalle fontane pubbliche e dai fontanili con recipienti di capacità superiori a 20litri; prelevare l’acqua dagli idranti antincendio installati nelle strade se non per spegnimento di incendi; prelevare acqua dalle bocche d'innaffiamento dei pubblici giardini nonché di lavaggio delle fognature, se non da persone a ciò autorizzate per gli usi cui tali prese sono destinate.
Sono previsti controlli. In caso di inosservanza si incorre in sanzioni da 25 a 500 euro.

L'ordinanza in versione integrale è consultabile sul sito del Comune di Vicchio, a questo link: https://www.comune.vicchio.fi.it/eventi-notizie/vietati-prelievi-abusivi-da-fontane-e-fontanili

10/08/2022 15:10 Comune di Vicchio
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Carabinieri. Firenze: rapina alle Cascine

Questa mattina, poco dopo le ore 6, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti nel viale Abramo Lincoln all’interno del Parco delle Cascine di Firenze all’altezza del ponte della tramvia, dove hanno tratto in arresto, per l’ipotesi di rapina a mano armata, un gambiano 21enne, già noto alle forze dell’ordine.

In particolare, un Carabiniere del Comando Provinciale fiorentino nel percorrere in bicicletta il viale interno del Parco delle Cascine per raggiungere la sede di lavoro, ha notato un uomo sdraiato a terra dolorante, al quale prestava soccorso chiamando anche il “112” per richiedere l’intervento dell’ambulanza.

La vittima, intanto, raccontava la sua disavventura, riferendo di aver battuto la testa al in seguito all’aggressione subita poco prima da un giovane di colore che armato di coltello si era impossessato del suo telefono cellulare.

Successivamente, l’aggressore, che era rimasto nelle vicinanze in compagnia di altri connazionali, è stato riconosciuto dalla vittima e bloccato dai Carabinieri intervenuti, i quali, espletati i primi accertamenti, lo hanno dichiarato in arresto. Il giovane gambiano è stato poi condotto presso il carcere di Sollicciano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La vittima ha riportato lievi lesioni.
11/08/2022 14:34 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Questura di Firenze
90enne si smarrisce per le strade di Novoli
Ieri mattina, alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha soccorso una signora di 90 anni che aveva smarrito la strada di casa.

L’anziana stava vagando per le strade di Novoli senza una meta apparente, quando ha attirato l’attenzione di alcuni clienti di un bar della zona, alle prese con la prima colazione.

Tutto il bar si è mobilitato in aiuto della donna che, una volta fatta accomodare dentro il locale, si è fatta coraggio e ha raccontato di essere uscita poco prima dal suo appartamento per gettare l’immondizia, ma di essersi poi persa tra le vie del quartiere.

Il barista ha allora chiamato la Polizia di Stato e sono subito intervenuti due giovani agenti della Questura di Firenze che hanno individuato l’abitazione della 90enne, peraltro molto preoccupata del fatto che il marito era rimasto solo.

I poliziotti hanno quindi rintracciato e avvisato i familiari, riaccompagnandola immediatamente a casa dove ad aspettarla a braccia aperte c’era proprio lui, il compagno di una vita trascorsa insieme.

La coppia ha ringraziato i due nuovi amici in divisa e tutta la Polizia di Stato, oltre alle persone che ieri mattina hanno preso a cuore la vicenda, con grande sensibilità e senso civico.
11/08/2022 12:13 Questura di Firenze
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V