MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Comune di Empoli
Brenda Barnini: «Ludicomix un vero hub della creatività empolese e toscana»
Terminata anche la 15a edizione della kermesse empolese dedicata all'intrattenimento ludico, al fumetto ai mattoncini della Lego e a tutti i cross media della cultura pop. Ludicomix Bricks & Kids saluta Empoli e dà l’appuntamento al 2019 con alle spalle un’altra edizione dai grandi numeri, come spiega lo stesso sindaco Brenda Barnini: «Si chiude una due giorni fantastica per la nostra città. 60.000 presenze stimate in centro storico, 23.000 i biglietti staccati per i vari padiglioni di Ludicomix. Quando qualche anno fa in tanti dicevano "Empoli è morta, finita non c'è mai nulla" noi non ci abbiamo creduto e abbiamo lavorato insieme a tanti empolesi per far ricredere anche i più pessimisti. Grazie a Tommaso Alderighi, Gabriele Cenni e Francesco Niccolai dell’associazione Ludicomix che ha ideato questo evento e grazie a tutta la grande famiglia di Ludicomix Bricks & Kids – dai Lego alle Vanvere – che in questi anni è cresciuta e ha saputo diventare un vero hub della creatività empolese e toscana. Vedere la nostra città piena di ragazzi, famiglie, cittadini e tantissime persone che grazie a questo evento imparano a conoscere ed amare Empoli ripaga di tutto l'impegno e anche a volte delle amarezze. Avanti verso il 2019 per un'altra grande edizione».



«Direi che anche per la 15a edizione si è chiusa con un bilancio più che positivo. Questo successo, questa affluenza non sono mai scontati – dice Tommaso Alderighi, presidente di Ludicomix –. Portare decine di migliaia di persone in centro storico non è una cosa automatica e ogni anno ci stupiamo di questi risultati. Noi, ogni edizione, cerchiamo di cambiare la mappa dell’evento per delineare luoghi diversi a seconda delle esigenze che emergono dalla realtà cittadina. Di proporre qualche piccola cosa nella speranza sia apprezzata. L’obiettivo è sempre quello di far crescere ancora di più questa attesa manifestazione, tutta “Made in Empoli”. Credo che anche stavolta siamo riusciti a concentrare in due giorni tantissimi eventi, grandi e piccoli, e location che rappresentano il vero richiamo di Ludicomix. Stiamo già pensando al 2019 avendo raccolto nuovi spunti. Ringrazio il Comune di Empoli e tutta la cittadinanza per il sostegno che ogni anno ci dimostrano.

Vorrei anche ringraziare tutti coloro che si sono impegnati a far si ché l’evento avesse il minor impatto possibile sui residenti e sulla fruizione della città. In queste ore stiamo disallestendo tutte le strutture e in poco tempo tutto tornerà alla normalità. In questo crediamo di aver fatto il massimo. Come sempre chiudo il mio intervento ringraziando tutti per averci supportato e sopportato».
23/04/2018 13:43 Comune di Empoli
Comune di Dicomano
Fusione Dicomano-San Godenzo, sindaci incontrano Cna, Confesercenti e Confcommercio
Incentivazione e sostegno alle attività economiche, commercio e artigianato; investimenti sulle infrastrutture, rivitalizzazione dei centri storici e valorizzazione dei Centri commerciali naturali, interventi su Tari e Imu, promozione e sviluppo turistico. Sono stati questi gli argomenti trattati nell’incontro svoltosi di recente tra i rappresentanti di Cna, Confesercenti e Confcommercio ed i sindaci di Dicomano e San Godenzo, Stefano Passiatore e Alessandro Manni, sulla proposta di fusione dei due Comuni. Prospettiva che le associazioni di categoria vedono positivamente.
Tra le priorità che le tre organizzazioni hanno indicato: investimenti per il miglioramento delle infrastrutture, la valorizzazione dell’artigianato, ed in particolare delle botteghe ancora attive nei comuni, come dei prodotti, interventi su Imu e Tari e incentivi per l’apertura di nuove attività, valorizzazione dei centro storici e potenziamento dei centri commerciali naturali, l’incentivazione del cosiddetto albergo diffuso.
Il confronto è stato positivo e proficuo, con i sindaci Passiatore e Manni che hanno condiviso le richieste esprimendo la volontà di valutare l’inserimento delle principali nel progetto di fusione: “Le istanze che hanno portato alla discussione e al confronto Cna, Confesercenti e Confcommercio sono istanze che anche le stesse amministrazioni hanno ben presenti, con linee d’azione condivisibili e che ci impegniamo a prevedere e rilanciare nell’ambito del progetto di fusione”. Nella definizione del progetto di fusione saranno previste possibili linee d'intervento: investimenti in infrastrutture, azioni di abbattimento/riduzione delle tariffe per aperture di nuove attività e le botteghe storiche, istituzione di un fondo per il riammodernamento delle attività e per l’abbattimento delle barriere architettoniche, potenziamento delle strutture per informazioni turistiche esistenti e la creazione di nuovi punti, incentivi per l’albergo diffuso.
Confronti sono proseguiti, recentemente, con rappresentanti delle strutture ricettive e sindacati. Da questa settimana, invece, partono gli incontri di informazione e partecipazione rivolti ai cittadini organizzati dalle due Amministrazioni comunali con Anci Toscana e l'Autorità regionale per la garanzia e la promozione della Partecipazione. I primi due si terranno giovedì 26 e venerdì 27 aprile alle ore 21, rispettivamente, a Dicomano, presso la biblioteca comunale, con le categorie economiche, e a San Godenzo, presso il Circolo parrocchiale Don Bosco, con le associazioni.
23/04/2018 14:00 Comune di Dicomano
Regione Toscana
Siglato l'accordo per le opere ferroviarie: con 200 milioni verso una Toscana più collegata all'Europa
Sono quattro le grandi opere ferroviarie che verranno realizzate da qui al 2021 e che meglio collegheranno la Toscana, i suoi porti e la sua rete ferroviaria ai grandi corridoi ferroviari europei dedicati al trasporto delle merci. Lo saranno grazie ai 200 milioni di euro che la Regione metterà a disposizione di Rete Ferroviaria Italiana, ad un ritmo di 12,5 milioni l'anno, per i prossimi venti anni e che serviranno a realizzare numerose infrastrutture ferroviarie.

E' questo il senso della firma che il presidente della Regione Toscana ha apposto questo pomeriggio a Palazzo Strozzi Sacrati sull'accordo per la realizzazione dei collegamenti ferroviari del porto di Livorno con il corridoio Ten-T scandinavo mediterraneo, uno dei quattro che interessano l'Italia, dei nove che costituiscono l'asse portante della Trans European Network-Transport, la Ten-T appunto, la rete ferroviaria che infrastruttura l'intera Europa.

Nel primo caso si tratta del cosiddetto "scavalco" ferroviario in grado di collegare il porto all'interporto. Oggetto dell'accordo è poi un ulteriore collegamento tra l'interporto di Livorno e le linee ferroviarie Collesalvetti-Vada e Firenze-Pisa tramite il by-pass di Pisa. Anche il porto di Piombino rientra nell'Accordo, poiché ne prevede la revisione dei collegamenti con quello di Livorno in modo che anche questo scalo marittimo sia meglio collegato ai grandi corridoi europei.

Ma l'intervento chiave per rendere possibile tutto ciò è rappresentato dall'adeguamento delle gallerie dell'Appenino tosco emiliano presenti lungo la linea Prato-Bologna. Sarà Rete Ferroviaria Italiana ad iniziare, nel corso del 2018, i lavori di adeguamento delle gallerie allo standard PC-80 (un ampliamento delle dimensioni delle gallerie per rendere possibile il passaggio di carri merci più larghi e capienti oltre che dei tir trasportati su ferro), la cui ultimazione è prevista nell'arco di tre anni.

Oltre al presidente Rossi, l'accordo è stato firmato dall'amministratore delegato di Rete Ferrovia Italiana, Maurizio Gentile, da un rappresentante del Ministero delle infrastrutture e trasporti, da Stefano Corsini, presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale e da Rocco Guido Nastasi, presidente dell'Interporto toscano Amerigo Vespucci spa.

Fra i presenti anche Vanni Buonadio del comitato di gestione sistema portuale alto Tirreno.

Il costo dello scavalco è di 23,8 milioni di euro: 17 verranno versati dalla Regione a favore di Rfi che realizzerà l'opera e che ne metterà altri 4,3 dal proprio bilancio, mentre il Ministero dei trasporti contribuirà con 2,5 milioni di euro.

Nel prossimo mese di ottobre inizieranno le opere propedeutiche, che saranno ultimate nel luglio 2019. L'inizio della realizzazione dell'opera è fissato per il giugno 2019 e l'ultimazione dei lavori è prevista per l'agosto 2021, con l'entrata in funzione il mese successivo.

Sarà cura di Rfi redigere il progetto di fattibilità e determinare i costi e i tempi di realizzazione del collegamento tra l'Interporto e la Collesalvetti-Vada e poi tra lo stesso e la Firenze-Pisa, attraverso il by pass del nodo di Pisa.

I lavori che Rfi si impegna a realizzare lungo la Prato-Bologna, riguarderanno sia l'infrastruttura (i binari, la linea di contatto, le gallerie ) sia gli impianti tecnologici. Contestualmente saranno eseguite le opere di miglioramento dell'accessibilità alle stazioni.

L'attività più complessa sarà quella di allargamento di circa 20 km di gallerie (su un totale di 40 km), che richiederà la fresatura delle volte, l'abbassamento del piano del ferro e l'adeguamento della linea di alimentazione elettrica dei treni. Le stazioni di Monzuno, in Emilia Romagna, e di Vaiano, in Toscana, saranno attrezzate per permettere il passaggio di treni merci lunghi fino a 750 metri, che è lo standard europeo. Si prevede che serviranno tre anni e mezzo per l'ultimazione di tutti questi lavori.

Secondo Rete Ferroviaria Italiana l'accordo di oggi rientra nella strategia di potenziamento dei collegamenti della rete ferroviaria nazionale con porti, interporti, terminali e piattaforme logistiche nonché nel piano di sviluppo dei servizi intermodali funzionali e affidabili, che generino un beneficio strutturale per il sistema logistico del Paese.

Il percorso di condivisione avviato da Rete Ferroviaria Italiana, in linea con il piano industriale 2017-2026 del Gruppo Fs Italiane, vede nel rafforzamento del trasporto merci, nella logistica integrata e nell'intermodalità uno dei pilastri fondamentali per lo sviluppo.
23/04/2018 17:33 Regione Toscana
Comune di Firenze
Firenze. Vivibilità in città e nelle aree verdi, il bilancio degli interventi della scorsa settimana
Sono solo alcuni dei numeri degli interventi mirati effettuati la scorsa settimana dalla Polizia Municipale nell’ambito dell’intensificazione dei controlli per la tutela della vivibilità in città, in particolar modo nelle aree verdi, anche sulla base delle segnalazioni arrivate dai cittadini.

Nel corso degli interventi, che hanno visto impegnati gli agenti dei vari distaccamenti della Polizia Municipale e i vigili di quartiere, sono stati controllati 521 proprietari di cani, per 30 è scattata la sanzione da 60 euro per il mancato uso del guinzaglio come previsto dal Regolamento Animali del Comune. Cinque i cani trovati senza microchip: i proprietari sono stati invitati a presentare documentazione attestate l’iscrizione all’anagrafe canina. In caso contrario sarà elevato un verbale da 200 euro sulla base della legge regionale. (mf)

23/04/2018 17:27 Comune di Firenze
Comune di Montespertoli
L’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino a Montespertoli
Il progetto del Maggio Metropolitano, lanciato lo scorso mese di ottobre e che ha toccato venti Comuni della Città Metropolitana per più di cento appuntamenti, concepito anche per potenziare il rapporto tra la cittadinanza e il Maggio Musicale Fiorentino, ha riscosso un amplissimo successo di pubblico e un grande apprezzamento da parte di tutte le Amministrazioni coinvolte. Il progetto 2018, più ampio, verrà presentato nei prossimi mesi ma il Teatro del Maggio anticipa il calendario dei nuovi appuntamenti con dei concerti in anteprima. Il 28 aprile 2018 alle ore 16.30, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Domenico Pierini suona a Montespertoli, presso l’Auditorium “I lecci”. In programma, di Antonio Vivaldi “Le quattro stagioni” e di Wolfgang Amadeus Mozart il “Divertimento per archi k 136 in re maggiore”. I biglietti per il concerto saranno distribuiti gratuitamente all’ingresso della Chiesa.

Dal caldo tepore primaverile all'estenuante afa estiva interrotta da improvvisi temporali, dalle allegre vendemmie autunnali al ventoso gelo dell’inverno: le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi - quattro concerti distinti - colorano e riscaldano il cuore di appassionati e rappresentano non solo un punto culminante della produzione vivaldiana ma in generale una delle composizioni più celebri per il pubblico di tutto il mondo, una delle più eseguite in assoluto e rappresentano uno dei primissimi esempi di musica descrittiva.

Segue il Divertimento K. 136 per soli archi, scritti da un Mozart adolescente - sedicenne enfant prodige - che assorbe e assimila esperienze e stili altrui, specialmente della scuola barocca e della sinfonia d'opera italiana: una musica di piacevole ascolto, dalla scrittura semplice e lineare. Composto assieme ad altri due Divertimenti il k137 e il k 138 , di ritorno da un viaggio in Italia, è scandito dalla tradizionale articolazione Allegro – Adagio – Allegro ed è il più celebre dei tre. È denso di suggestioni culturali, brio e vivacità.

DOMENICO PIERINI

Nato a Livorno, si diploma in violino nel 1987, iniziando in quello stesso anno la sua carriera al Teatro La Fenice di Venezia. Nel 1988 Zubin Mehta lo invita nell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e l'anno successivo lo sceglie come Primo violino di spalla. In questa veste, in quasi 30 anni di carriera, collabora con prestigiosi artisti, fra cui Zubin Mehta, Carlo Maria Giulini, Giuseppe Sinopoli, Claudio Abbado, Georges Prêtre, Seiji Ozawa, Riccardo Muti, Lorin Maazel, Semyon Bychkov, Myung-Whun Chung, André Previn e Wolfgang Sawallisch, i quali lo ispirano a dedicarsi anche alla direzione d'orchestra. Nel 2008 fonda I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino di cui è Direttore musicale e che guida in molteplici occasioni in Italia e all'estero nei Teatri del Maggio, della Pergola e al Verdi di Firenze, all'Auditorium Giovanni Agnelli di Torino, all'Auditorium della Conciliazione di Roma, al National Grand Theater di Pechino, al Petruzzelli di Bari e al Festival Assisi nel Mondo. Omaggio all'Umbria. Dirige importanti orchestre fra le quali, più volte l'Orchestra del Maggio (in particolare a Shangai per l'Expo 2010), l'Orchestra Giovanile Zinaida Gilels al Festival Assisi nel Mondo, l'Orchestra del Comunale di Bologna, l'Orchestra Sinfonica di Sanremo, l'International Sergiu Celibidache Orchestra, l'Orchestra del Teatro dell'Opera di Tirana, I Solisti di Cannes e la Wiener KammerSymphonie, della quale, dal 2011 al 2012, è General Musik Director. In ambito lirico interpreta con successo Flauto Magico al Festival di Santa Fiora, Cavalleria Rusticana alla Pergola di Firenze con i complessi artistici del Maggio e la première mondiale dell'opera Salomè di Padre Giuseppe Magrino nella Basilica di San Francesco con i Cameristi del Maggio e la regia di Dario Argento al Festival Assisi nel Mondo 2017. Nel 2013 è nominato Honorary Guest Musician alla Shanghai International Youth Orchestra e, nel 2015, incide per la rivista Amadeus un CD monografico di musiche di Cajkovskij. È inoltre Direttore artistico dell’iniziativa no profit Musica e Teatro per la Vita per la lotta alla Fibrodisplasia ossificante progressiva.

Programma:

Antonio Vivaldi Le quattro stagioni

Wolfgang Amadeus Mozart Divertimento per archi k 136 in re maggiore

Domenico Pierini, direttore e violino solista

Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

Auditorium “I Lecci”

Via Lucardese,74

50025, Montespertoli

Biglietti distribuiti gratuitamente all’ingresso della sala
23/04/2018 12:11 Comune di Montespertoli
Comune di Firenze
Nidiaci, ok del Consiglio alla cessione gratuita dell’area al Comune
Via libera del Consiglio comunale alla cessione gratuita al Comune dell’area del giardino dei Nidiaci al centro di una lunga vicenda. Dopo l’ok del marzo scorso da parte della giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini, oggi è arrivata anche l’approvazione del Consiglio comunale che accetta la cessione gratuita dell’area del giardino da parte della società proprietaria. Successivamente, come previsto dall’atto d’obbligo del dicembre 2014, la società provvederà a propria cura e spese anche alla realizzazione della ludoteca, sulla base del progetto realizzato dalla direzione Servizi tecnici.

“Rischiava di diventare un parcheggio – ha detto l’assessore Bettarini - invece anche questa parte del giardino dei Nidiaci sarà di proprietà comunale e a completa disposizione dei cittadini e delle famiglie dell’Oltrarno. Oggi il via libera del Consiglio comunale consente di formalizzare l’acquisizione gratuita dell’area e di realizzare la ludoteca”. (sc)

23/04/2018 17:31 Comune di Firenze
Firenze Fiera
Mostra dell'Artigianato: tante curiosità da scoprire fra gli stand del food e dell'area bellezza e benessere
Prosegue con successo fino a martedì 1° maggio alla Fortezza da Basso la mostra dell’artigianato, con un programma ricco di eventi e tante proposte originali, tutte rigorosamente handmade.

Al piano Attico del padiglione Spadolini continuano gli appuntamenti con la buona tavola e gli artigiani del gusto all’interno dello spazio Le Delizie di Leonardo, curati dal'enogastronomo fiorentino Leonardo Romanelli. I più qualificati chef, produttori della Toscana e pasticceri fiorentini sono protagonisti di cooking show e presentazioni all’insegna della qualità e del gusto.

Fra gli espositori dell’area food, c’è anche Ginevra Gualtieri, rappresentante della quarta generazione della famiglia titolare della storica Pasticceria Gualtieri di Firenze. “Questa per noi è la prima volta in mostra – afferma Ginevra – siamo contenti di poter raccontare ai visitatori la nostra storia, che nasce nel 1933, anno di fondazione della storica pasticceria, nata da un’idea del miei bisnonni Alfredo e Lina. Fra le nostre proposte consigliamo l'Iris Cake, caratteristico dolce dedicato alla città di Firenze, che vede tra gli ingredienti naturali utilizzati anche la polvere del rizoma dell’Iris.

Girando fra gli stand si coglie il valore della tradizione ma anche la ricerca di nuove tipologie di prodotti gastronomici, come Foho Fiorentino, il condimento aromatico artigianale ottenuto dalla fermentazione dei peperoncini freschi in olio extravergine di oliva, presentato in anteprima dalla Società Agricola degli Dei, di Panzano – Greve in Chianti (FI), di proprietà di Tommaso Cavalli, figlio del celebre stilista Roberto. Ci racconta tutto Stefano Bandinelli, responsabile del progetto: “Si tratta di un prodotto unico nato dalla fermentazione del peperoncino fresco all’interno delle tinaie dell’azienda, solitamente usate per il vino. Il peperoncino, in fermentazione con l’olio da noi prodotto, senza alcun tipo di additivo, trascorre 4 mesi tra tinaia e decantazione in cantina, prima di essere imbottigliato. Il risultato è un condimento aromatico totalmente artigianale, naturale al 100%, per niente invasivo, in grado di esaltare i sapori e valorizzare qualsiasi tipo di piatto”.

Sempre nell'area Food la Chiocciola di Bacco, azienda fondata a San Miniato (PI) da Iacopo Galliani, è specializzata nell’allevamento delle lumache e nella produzione di trasformati a base di carne di lumaca. “Le nostre lumache vengono allevate in maniera totalmente naturale, senza l’intervento della chimica – dichiara Iacopo – Si nutrono con le verdure coltivate nella nostra azienda, e questo ci permette di arrivare ad un prodotto autenticamente biologico”. In mostra chiocciole sgusciate in barattolo, in bianco e al sugo, e gustosi ragù, bianco e rosso, oltre ad una grande varietà di prodotti cosmetici a base di bava di lumaca.

Da Vasanello, in provincia di Viterbo,arrivano i giovani Francesco, Virginia e Andrea Iannaioli, tre fratelli proprietari della Tenuta Il Melograno, specializzata in prodotti biologici a base di melagrana. Succhi, composte e sorbetti ottenuti dai frutti coltivati in azienda senza l’utilizzo di diserbanti e pesticidi, ad esclusione delle coccinelle, libere di volare da un albero all’altro della piantagione”.

Tra le proposte della Mostra non può mancare il buon vino. Nel caso dell’azienda agricola Tenuta Fornace di Rovescala (PV), di proprietà di Andrea Rossi, enologo e agronomo, si tratta di vino biologico, biodinamico e biovegan,. “Dai nostri vigneti dell’Oltrepò Pavese e delle Colline Tortonesi ricaviamo dei vini biologici certificati, prodotti nel massimo rispetto dell’ecosostenibilità in tutte le fasi della coltivazione e della lavorazione delle uve – racconta Andrea – I nostri vini, che vanno dal barbera, al pinot nero, dal riesling ai passiti, stanno riscontrando tanto interesse in un pubblico di veri intenditori e amanti del gusto come quello che visita la fiera”.

Ma la mostra è anche Bellezza e Benessere. Tra gli artigiani presenti al padiglione delle Nazioni ci sono tante storie particolari.. Come quella del Monastero di Valserena a Guardistallo (PI), all’interno del quale 40 suore benedettine di clausura da oltre vent’anni producono e commercializzano una linea cosmetica completa, realizzata con prodotti biologici naturali, in maniera interamente artigianale. Olio d’oliva, essenze naturali, piante officinali, tutti prodotti all’interno del monastero, sono gli ingredienti alla base di creme per il corpo, creme per il viso, saponi, profumi e detergenti.

L’Officina dei Saponi di Prato, di proprietà di Valentina Tocci e Ruggiero Iacobelli, propone saponi bio e vegan realizzati con olio extravergine di oliva, essenze naturali e colorati con erbe tintorie. Tutto naturale al 100%. La cosmesi al naturale è alla base della linea di prodotti del Saponificio Anna Maria, azienda di Casignana (RC) fondata da Anna Maria Pasciucco. “Sono presente alla mostra per il quarto anno consecutivo in quanto trovo un pubblico interessato a questa tipologia di prodotti – afferma Anna Maria – Sono tutti realizzati con metodi naturali e con materie prime biologiche, dall’olio d’oliva alle essenze di agrumi calabresi, come ad esempio il bergamotto”. Le risorse del territorio sono protagoniste anche della linea di cosmetici presentata da Debora Pollina, fondatrice di Alia, azienda di Valderice (TP). “L’olio d’oliva che utilizziamo nei nostri cosmetici viene prodotto all’interno della nostra azienda – dichiara Debora – e per le essenze ci rivolgiamo a produttori del luogo. Anche per le confezioni abbiamo cercato di valorizzare la cultura e l’artigianato locale, usando le immagini delle maioliche della ceramica trapanese”.

Benessere vuol dire cura del corpo ma anche della mente. Genioin21giorni, azienda specializzata in corsi di apprendimento rapido, tecniche mnemoniche e metodi di studio, presente al padiglione Nazioni, propone la sua offerta di lezioni personalizzate utili per sviluppare nuove tecniche utili, ad esempio, per imparare velocemente una lingua o per seguire un qualsiasi corso di aggiornamento. Genioin21giorni è presente a Firenze, oltre che in 30 città in Italia.

Anche in questa edizione l’Arte si conferma tra le protagoniste della fiera. All’interno della Sala delle Grotte, nel Quartiere Monumentale, Firenze Scultura è l'esposizione di arte contemporanea curata da Lucia Raveggi per l’Associazione Toscana Cultura in collaborazione con Sicrea. Artisti di assoluto rilievo nel panorama nazionale e internazionale e giovani talenti espongono nei giorni della Mostra le loro opere in marmo, legno, bronzo, acciaio, ferro, cemento fino al plexiglass.
INFO - Orario di apertura, tutti i giorni: 10-22.30. Ultimo giorno: 10-20.
Biglietto d’ingresso, intero feriali: 4 euro (3,50 euro ridotto) – festivi e prefestivi: 7 euro (5 euro ridotto). Feriali, 2 ingressi: 7 euro. A partire dalle 19.00, tutti i giorni: ingresso libero.

www.mostraartigianato.it
23/04/2018 17:02 Firenze Fiera
Regione Toscana
Artigianato, approvato disciplinare d'uso marchi 'Maestro Artigiano' e 'Bottega Scuola'
La giunta regionale ha approvato il disciplinare d'uso dei loghi ‘Maestro Artigiano' e ‘Bottega Scuola' e della versione congiunta ‘Maestro Artigiano-Bottega Scuola' ed ha avviato le procedure necessarie alla registrazione a livello nazionale di logo e logotipo. La delibera relativa è stata presentata dall'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo nel corso del convegno ‘Maestro Artigiano - una ricchezza per la Toscana', questa mattina al Teatrino Lorenese della Fortezza da Basso di Firenze nell'ambito della Mostra Internazionale dell'Artigianato. Al convegno, oltre all'assessore, presenti fra gli altri i presidenti di CNA Toscana Andrea Di Benedetto, Confartigianato Imprese Toscana Giovan Battista Donati, Unioncamere Toscana Riccardo Breda e Artex, Centro per l'Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana Giovanni Lamioni.

"La Toscana – ha commentato Stefano Ciuoffo – è da tempo impegnata con Artex a realizzare iniziative per valorizzare l'attività dei maestri artigiani e a riconoscere alle Botteghe scuola un ruolo essenziale nell'attività formativa nel settore dell'artigianato artistico e tradizionale di cui sono espressione. La creazione dei loghi che li contraddistinguono e la loro registrazione rappresentano il riconoscimento culturale, sociale ed anche economico delle attività svolte da queste figure. L'artigianato artistico tradizionale toscano ha una grande rilevanza per l'economia toscana, un settore che esporta i prodotti ma anche l'immagine dellla Toscana in giro per il mondo. Il riconoscimento del marchio è una sorta di completamento di un percorso avviato tempo fa per coordinare e tutelare competenze e manualit&agrav e;, ma anche per trasmettere saperi che rischiano di disperdersi. L'esistenza di una sorta di rete di botteghe e maestri può servire anche da stimolo per tanti giovani ad intraprendere un percorso formativo che ha sbocchi lavorativi davvero interessanti".

Secondo il disciplinare l'uso del logo ‘Maestro Artigiano' è riservato ai soggetti in possesso della qualifica rilasciata in base alla legge regionale del 2008, la numero 53, ovvero quella che detta le norme in materia di artigianato. L'uso del logo ‘Bottega Scuola' è riservato alle Botteghe Scuola accreditate. La CRAT, la Commissione Regionale Artigianato Artistico e Tradizionale, sempre istituita ai sensi della legge 53, oltre ad essere riconosciuto come l'organismo che tiene l'elenco dei soggetti in possesso della qualifica di maestro-artigiano, effettua anche il controllo sull'uso dei due loghi per iniziative a carattere informativo e di divulgazione relative all'Artigianato Artistico e Tradizionale Toscano. Per le stesse iniziative l'uso dei due loghi è consentito anche ad Artex, il Centro per l'Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana. Sempre alla CRAT spetta inoltre concedere l'autorizzazione dei due loghi, dopo aver verificato l'iscrizione del richiedente all'elenco dei Maestri Artigiani o l'accreditamento della Bottega Scuola, e vigilare sul loro corretto uso.
23/04/2018 13:53 Regione Toscana
Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
Il patto della montagna. Il documentario di Manuele Cecconello e Maurizio Pellegrini sul primo accordo in Europa per la parità salariale tra uomo e donna
Il documentario Il Patto della Montagna, di Manuele Cecconello e Maurizio Pallegrini, coprodotto da Jean Vigo Italia e VideoAstolfoSullaLuna, sarà presentato al Cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50/r) in occasione della Festa della Liberazione, Mercoledì 25 Aprile, alle ore 19.30, alla presenza degli autori. Il film sarà poi replicato fino al 27 aprile.

Il film racconta di un evento cruciale, anche se misconosciuto, della storia italiana del Novecento: nel 1944, a Biella, in un periodo di guerra civile tra la Resistenza e i fascisti che facevano capo alla Repubblica di Salò, imprenditori, operai e partigiani firmarono un accordo che permetteva di mantenere attive le fabbriche tessili e di migliorarne le condizioni di lavoro degli operai. Nello specifico si sancivano “aumenti salariali e la garanzia del salario anche quando l’attività doveva essere sospesa per ragioni eccezionali (...) una riduzione delle ore di lavoro, che passarono da 48 a 40” e soprattutto si stabiliva “la parità di retribuzione tra uomo e donna”.

È il primo accordo di tale genere in Europa, che scaturiva da una terra attiva e produttiva, fatta di rispetto e relazioni positive tra imprenditori e operai: una conquista che diverrà realtà a livello nazionale ed europeo solo negli anni Sessanta.

Lo scopo del film non è solo della semplice ricostruzione storica, ma quello del trasmettere alle nuove generazioni la portata simbolica del Patto della Montagna e riconoscerne il valore ancora attuale, in un presente segnato dalla crisi e in una comunità dove ancora si produce il miglior prodotto tessile del mondo.

Sinossi del documentario Il patto della montagna

Dalle passerelle dell’alta moda di Milano il giovane stilista Christian Pellizzari va a Biella per capire il perché dell’eccezionale qualità dei tessuti che usa nelle sue collezioni. Incontra i luoghi, i prodotti e i protagonisti, come Nino Cerruti, figlio di colui che firmò il Patto per parte industriale. I tessuti del Lanificio Cerruti vengono oggi venduti in tutto il mondo e i suoi campionari apprezzati dai grandi stilisti.
Ed è toccando quei tessuti che si sviluppa un dialogo intimo tra produttore e stilista. Tra quei monti e quei corsi d’acqua pura, che tanto apportano all’industria tessile, Christian incontra Argante, comandante partigiano e l’ultimo testimone della storica firma del Patto.
Pellizzari e Cerruti, due generazioni distanti ma con la creatività in comune, confezionano un abito apposta per il partigiano Argante, a tributo simbolico dell’eredità ricevuta dai firmatari del Patto. E il partigiano lo indossa per rendere omaggio ai suoi compagni caduti.

In programmazione:
Mercoledì 25 Aprile ore 19.30 (alla presenza degli autori)
Giovedì 26 alle ore 15.00
Venerdì 27 Aprile alle ore 19.00
Ingresso: 6 euro intero; 5 euro ridotto
23/04/2018 14:28 Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
Non-profit in provincia di Firenze
“Il Cappello più bello per Corri la Vita”
191° Corsa dell’Arno, Ippodromo del Visarno - 25 aprile 2018

L’Ippodromo del Visarno come Royal Ascot, tra gare ippiche e cappelli d’autore nel nome della beneficenza: in occasione della 191° Corsa dell’Arno in programma il prossimo 25 aprile, nel cuore del Parco delle Cascine andrà in scena la V edizione de ‘’Il cappello più bello per Corri la Vita’’, evento organizzato in collaborazione con il Consorzio Il Cappello di Firenze. L’evento è stato presentato questa mattina alla Club House dell’Ippodromo.

Protagonisti saranno i cappelli più eleganti ed estrosi, ma anche la solidarietà: una parte del ricavato verrà infatti devoluta all’Associazione CORRI LA VITA Onlus per contribuire a realizzare e qualificare le strutture sanitarie di Firenze specializzate nella lotta contro il tumore al seno.

“Di nuovo insieme per divertirsi fra cappelli da favola e cavalli fenomenali nella bellissima cornice dell’Ippodromo del Visarno al fianco di due partner di alto profilo nel mondo dello sport e della solidarietà - afferma Giuseppe Grevi, presidente del Consorzio Il Cappello di Firenze -. Esteso a bambini e studenti il Cappello più bello per Corri la vita offre ad un più vasto pubblico la possibilità di partecipare ad un evento glamour, assistere alla Corsa dell’Arno, la più antica di Italia, e sostenere il progetto di solidarietà di Corri la Vita”.

“Siamo davvero lieti di constatare come Corri La Vita abbia così tanti amici. L’impegno e la fantasia che sono stati messi in campo in occasione di questa edizione della Corsa dell’Arno rappresentano un’ulteriore conferma dell’affetto che Firenze ci manifesta costantemente - dichiara Bona Frescobaldi, presidente dell’Associazione Corri la Vita Onlus -. Siamo orgogliosi di far parte di questo mondo e di poter destinare ciò che ci viene donato a progetti concreti di aiuto e di sostegno alle donne che devono fronteggiare una sfida dura e impegnativa”.

Per partecipare al concorso è necessario indossare un cappello, o acquistandolo entro il 24 aprile in uno dei negozi partner (Angela Caputi Firenze, La Cappelleria Montecatini, Atelier Via Maggio, Flo Concept, Grevi), oppure il giorno stesso della gara presso il corner del Consorzio posizionato all’ingresso dell’Ippodromo (nel costo del cappello sono comprese la quota d’ingresso all’Ippodromo e la donazione a Corri la Vita). È inoltre possibile prendere parte alla competizione con un proprio cappello ed in questo caso la quota per iscriversi al Concorso è di 10 € (la cifra include anche l’ingresso alla manifestazione e verrà totalmente devoluta a Corri la Vita).

“Il successo e l’eco creati dalla fusione della corsa dell’Arno con l’eleganza dei cappelli e la solidarietà ci danno una grande soddisfazione e ci stimolano nella nostra attività - aggiunge Carlo Meli, responsabile dell’Ippodromo Visarno -. Siamo onorati dell’impegno e della volontà che i nostri partner mettono nella realizzazione dell’evento e come i purosangue che si sfidano in pista correremo insieme per la solidarietà”.

Sarà una giuria composta da ‘addetti ai lavori’ a premiare i concorrenti con i copricapi più originali, assegnando riconoscimenti offerti dagli sponsor. Dopo la sfilata, il portavoce della giuria, raccolte le preferenze dei giurati, proclamerà i vincitori di tutte le categorie, tra cui Eleganza e Creatività (aperte solo a donne senza limiti di età).

Novità dell’edizione 2018:

Categoria YOUNG DESIGNER: è interamente dedicata agli studenti di moda che vorranno partecipare, fra i quali sarà presente anche una classe dello IED Firenze, partner ufficiale dell’evento. Per i giovani talenti sono riservati tre premi in denaro. Gli studenti interessati possono gareggiare esclusivamente con un cappello disegnato e realizzato da loro stessi, iscrivendosi gratuitamente il giorno stesso dell’evento all’Ippodromo. Il Consorzio non accetterà iscrizioni di studenti che hanno acquistato il cappello altrove, che non portano il disegno e/o il cappello il giorno della manifestazione.

Categoria JUNIOR: riservata ai bambini dai 6 ai 14 anni, prevede l’assegnazione di tre premi; verranno votati i cappelli realizzati dai bambini stessi (con o senza l’aiuto di un adulto). Il Consorzio Il cappello di Firenze organizza a tal proposito un laboratorio di cappelli fai-da-te la mattina dell’evento, dove 40 bambini in età dai 6 ai 12 anni, potranno decorare i cappelli nel verde dell’Ippodromo con i quali prenderanno parte automaticamente al concorso. Il Consorzio fornirà le basi dei cappelli ed alcune guarnizioni, ma si raccomanda di portare qualcosa di speciale da casa per rendere il cappello unico e totalmente personalizzato. La quota di partecipazione è di 10 € e sarà interamente devoluta a Corri la Vita.

Il laboratorio si svolge su prenotazione e le iscrizioni si sono chiuse il 21 aprile, ma si ricorda che tutti i bambini sono comunque invitati a partecipare al Concorso nel pomeriggio con le proprie creazioni portate da casa.

Modalità di iscrizione al V concorso Il cappello più bello per Corri la Vita:

Informazioni e regolamento su www.ilcappellodifirenze.it.

Compilare il form che si trova sul sito ed attendere la conferma da parte del Consorzio. Per maggiori informazioni mandare e-mail a: info@ilcappellodifirenze.it con oggetto “Adesione concorso cappello”;

? +39 055 588342 - Cell. +39 335 542 4846 (lun-ven // 9 - 17)

Dove e quando:

Mercoledì 25 aprile 2018, Ippodromo del Visarno - Parco delle Cascine (Firenze)
Dalle ore 13.30 verranno aperti i cancelli dell’Ippodromo per la Corsa dell’Arno, competizione al galoppo più antica d'Italia.
Per il concorso consigliamo di presentarsi entro le 15:00 presso il Visarno.


La quota d’ingresso:

Per partecipare come pubblico alla Corsa dell’Arno il costo del biglietto è di € 2,50, che verrà totalmente devoluto a Corri la Vita.

I negozi partner dove trovare i cappelli:

ANGELA CAPUTI, Via di Santo Spirito, 58 - 50125 Firenze FI
Tel: 055 212972 - www.angelacaputi.com
Orario: tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:30, chiuso lunedì e domenica

LA CAPPELLERIA MONTECATINI, Piazza del Popolo, 3 - 51016 Montecatini Terme
Tel: 0572 771209 - www.facebook.com/pg/lacappelleriamontecatini
Orario: tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00, chiuso il lunedì


ATELIER VIA MAGGIO, Via Maggio, 78 - 50125 Firenze FI
Tel: 055 2399093 - www.atelierviamaggio.it
Orario: tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00, il lunedì dalle 15:00 alle 19:00 e la domenica dalle 11:00 alle 18:00

FLO CONCEPT, Lungarno Corsini, 30/34R - 50123 Firenze FI
Tel: 055 0106547 - www.floconcept.it/official
Orario: tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00, chiuso la domenica

GREVI, Via della Spada, 11 - 50123 Firenze FI
Tel: 055 264139 - www.grevi.it
Orario: tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00, chiuso la domenica

I cappelli disponibili nei negozi sono visibili giornalmente sulla pagina Facebook Concorso il cappello più bello per Corri la Vita e sulla pagina Instagram ilcappellopiubello.
23/04/2018 15:44 Non-profit in provincia di Firenze
Comune di Firenze
Firenze. E' legge nazionale il nuovo glossario dell'edilizia libera
E' da oggi legge nazionale il "Glossario dell'edilizia libera", un elenco di 58 interventi completamente liberalizzati che sarà possibile realizzare senza trafile burocratiche, né comunicazioni all'amministrazione comunale o progetti tecnici. E questo in modo omogeneo, chiaro e uniforme su tutto il territorio nazionale, fermo restando il rispetto delle prescrizioni contenute nei regolamenti urbanistici comunali e di tutte le norme del settore (antisismiche, sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, efficienza energetica, tutela del rischio idrogeologico e codice dei beni culturali e del paesaggio).

"Nella fattispecie, per quanto riguarda Firenze, il centro storico e l'area Unesco saranno protetti dalle norme più stringenti dell'attuale normativa – ha commentato la consigliera PD e presidente della commissione Cultura Maria Federica Giuliani, che oggi in consiglio comunale ha interrogato l'assessore Bettarini –. Una sottolineatura importante che conferma l'attenzione dell'amministrazione comunale per il proprio patrimonio architettonico e paesaggistico unico al mondo". (fdr)

23/04/2018 17:19 Comune di Firenze
Comune di Firenze
Regolamento Unesco, venerdì notte multati due minimarket
Continuano i controlli della Polizia Municipale sul rispetto del Regolamento Unesco. Venerdì notte gli agenti del Reparto Amministrativo hanno sanzionato due minimarket per la vendita di alcolici dopo le 21. Le due attività, in via Verdi e via dei Benci, già in passato erano stati multati e anche sospesi per due giorni. (mf)
23/04/2018 15:17 Comune di Firenze
Asl Toscana Centro - Empoli
“Malombra”, un mosaico realizzato dai ragazzi del centro di Cerbaiola esposto al Parco di Blevio
Un mosaico realizzato dai ragazzi del centro diurno di Cerbaiola esposto al Parco di Blevio sul lago di Como. E’ stato il quinto mosaico consegnato e vincitore dell’edizione 2018 del concorso “Parco dei Mosaici”.

Nei giorni scorsi i ragazzi e gli operatori del centro sono stati accolti dalla direttrice artistica del Parco, Tiziana Tettamanti e dall’assessore alle politiche sociali, Silvia Cappi ed hanno consegnato l’ultima opera realizzata “Malombra” che riproduce con i toni del bianco e nero un fotogramma del film omonimo di Mario Soldati del 1942. Il lavoro è stato molto apprezzato ed è stato riconosciuto l’alto valore e la qualità dell’esperienza del laboratorio di ceramica di Cerbaiola nel quale i ragazzi si dedicano con tanto impegno e fantasia alla realizzazione dei mosaici. Nel parco sono già state collocate quattro operare realizzate dai ragazzi nel 2016 e 2017. Alla cerimonia di consegna del mosaico, avvenuta nella terrazza del ristorante sul lago, sono intervenuti i bambini della scuola elementare d Blevio.

La visita ha confermato ed accresciuto il legame di amicizia tra il centro di Cerbaiola e la comunità di Blevio ed ha anche favorito la collaborazione per realizzare la pavimentazione dell’ingresso al Parco.

Toccare con mano i frutti del lavoro svolto,ricevere gratificazioni senza la paura del confronto, ha spiegato la dottoressa Ignazia Scibetta, coordinatore di assistenza sociale della zona Empolese-Valdelsa e Valdarno dell’Ausl Toscana centro, fa crescere in maniera esponenziale il gruppo di lavoro rafforzando la consapevolezza e l’autostima.
23/04/2018 10:32 Asl Toscana Centro - Empoli
Comune di Firenze
Interventi contro l’abusivismo commerciale, finesettimana di controlli della Polizia Municipale
Oltre 3.000 articoli sequestrati in centro e più di 300 al mercato dei Fanti. È questo il resoconto dei controlli mirati al contrasto dell’abusivismo commerciale effettuati nel finesettimana dalla Polizia Municipale.

Gli agenti del Reparto Antidegrado si sono concentrati nel Quadrilatero Romano e in particolar modo in via Ricasoli dove la presenza della Polizia Municipale, oltre a scoraggiare la presenza dei venditori, ha portato al sequestro di una notevole quantità di marce. In dettaglio sabato sono state effettuate solo confische amministrative per 800 articoli (soprattutto aste per selfie, poster e braccialetti); domenica gli agenti sono intervenuti prima in via Pietrapiana, in particolare presso la Loggia del Pesce, poi nelle altre strade maggiormente frequentate dai turisti tra cui ancora via Ricasoli. Complessivamente sono stati sequestrati 1.508 tra cui ancora poster, braccialetti e materiale vario.

Domenica mattina gli agenti sono intervenuti anche al mercato di Fanti dove sono stati sequestrati ulteriori 324 articoli: per 119 di questi è scattato il sequestro penale perché si tratta di merce con marchio contraffatto (soprattutto borse e giubbotti).
23/04/2018 15:27 Comune di Firenze
Comune di Firenze
25 aprile, in Palazzo Vecchio iniziative per i più piccoli
La Festa della Liberazione avrà anche un programma studiato appositamente per i più giovani. All'interno de 'Le Chiavi della Città', il pacchetto di iniziative e progetti formativi che l’assessorato all’educazione offre ai ragazzi delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo grado, sono previsti, per il 25 aprile, una serie appuntamenti.
In Sala d'Arme, a Palazzo Vecchio, sarà allestita l'esposizione degli elaborati dei bambini 'Piccoli passi verso la Costituzione' e verranno proiettati filmati d’epoca su 'Firenze in guerra' a cura di ISRT (Istituto Storico della Resistenza in Toscana) e Mediateca.
In programma anche l'incontro con alcuni testimoni di quel periodo con percorsi guidati in città nei luoghi di eventi significativi della guerra di Liberazione a cura dell’Anpi Oltrarno. L'appuntamento è per le 9.30. (fn)

23/04/2018 17:22 Comune di Firenze
Comune di Scandicci
Scandicci: avviso pubblico per la selezione di proposte per Open City 2018
Fino a lunedì 14 maggio 2018 è possibile presentare i progetti per la realizzazione di eventi estivi a Scandicci, con svolgimento fra giugno e settembre, partecipando all’indagine conoscitiva per la selezione di proposte progettuali di eventi culturali, teatrali, musicali, coreutici, cinematografici e ricreativi nell'ambito della rassegna estiva "Open City 2018”. Gli indirizzi per la valutazione delle proposte sono: qualità artistica e culturale, funzionalità e adeguatezza dei progetti, attrattiva nei confronti del pubblico e sostenibilità organizzativa ed economica. Scarica qui l'avviso e gli allegati . Per info cultura@comune.scandicci.fi.it .
23/04/2018 16:39 Comune di Scandicci
Redazione di Met
Premio letterario Chianti, i giurati incontrano Melchiorre a San Casciano
Sabato 28 aprile 2018, al Teatro Niccolini di San Casciano, l'incontro dei 350 giurati del Premio Letterario Chianti con Matteo Melchiorre, finalista con il romanzo "La via di Schenèr” edito da Marsilio. L'appuntamento è alle ore 17.

Matteo Melchiorre è uno storico recalcitrante. Innanzitutto, fa il possibile per sottrarsi a quel «racconto ordinato e sistematico dei Grandi Eventi» che per molti, nonostante gli sviluppi della scienza storica negli ultimi cinquant’anni, è «la Storia» tout-court. E per di più, la maschera e la postura dello Storico sembrano stargli male addosso: a leggere questo suo meraviglioso libro (meraviglioso perché fa apparire meravigliose cose comuni e materiali e quotidiane) lo si potrebbe scambiare per un girovago, un innamorato, un sognatore, un cantastorie – o, come direbbe Dario Fo, un «cacciaballe».
In realtà, sotto la svagata andatura della narrazione, il lavoro storico di Melchiorre è ampio, solido e accurato. Ed è grazie a questo serissimo lavoro, sornionamente raccontato come il passatempo di un perdigiorno, che pagina dopo pagina si presenta alla nostra immaginazione e alla nostra conoscenza la vita plurisecolare di due comunità: la città di Feltre, sotto, e gli abitanti del Primiero, sopra: uniti e separati da un passo, lo Schenèr – descritto, a seconda di chi lo attraversava, come «gola stupenda» o «orrido abisso» – che è sempre stato confine e transito insieme, luogo fortificato e cordone ombelicale. Come già nel bellissimo Requiem per un albero, Matteo Melchiorre riesce qui a soddisfare non solo il nostro desiderio di conoscenza, ma anche le esigenze della sensibilità e dell’immaginazione. (Giulio Mozzi, da http://www.marsilioeditori.it/libri/scheda-libro/3172453/la-via-di-schen-r)

In allegato: una foto dell'autore e la copertina del suo romanzo

23/04/2018 17:00 Redazione di Met
Comune di Scandicci
Scandicci. Liberazione: tricolori avvolgono Auditorium e Fabbrica Saperi
Due bandiere tricolore di 60 e 21 metri quadrati avvolgeranno gli edifici dell’Auditorium del Centro Rogers in piazza Resistenza e della Fabbrica dei Saperi (l’ex Palazzo Comunale) in piazza Matteotti, dal 25 aprile fino al 2 giugno 2018. Nella Galleria al piano terra dell’Auditorium (fermata tramvia Resistenza) mercoledì 25 aprile sarà inoltre inaugurata la mostra “Satira e Resistenza” a cura di Sergio Staino, con vignette e strisce di Ellekappa, di Altan e dello stesso Staino (ingresso libero). Le due bandiere che avvolgeranno l’Auditorium e la Fabbrica dei Saperi, entrambe alte 1,50 metri e lunghe rispettivamente 40 e 14 metri, sono state cucite e saranno posizionate dalle volontarie e dai volontari della Proloco della Piana di Settimo. Le due iniziative rientrano nel programma di celebrazioni a Scandicci per il 73esimo anniversario della Liberazione organizzato dal Comitato della Memoria.

Questo il programma completo di mercoledì 25 aprile 2018, Festa della Liberazione: alle 10,30 Onore ai caduti al Sacrario del Cimitero di Sant’Antonio; alle 11 in piazza Matteotti Onore ai caduti e corteo verso piazza Resistenza; alle 11,30 nella Galleria dell’Auditorium l’inaugurazione della mostra “Satira e Resistenza” a cura di Sergio Staino; alle 21,15 nell’Auditorium il concerto Carmina Burana, ad ingresso libero.


Il Comitato della Memoria è presieduto dal Presidente del Consiglio Comunale Simone Pedullà e composto dall’Associazione partigiani d’Italia Anpi sezione di Scandicci, da Aned, dall’Istituto storico della Resistenza in Toscana, dal Circolo Bella Ciao, Compagnia Mald’estro, associazione Arco, istituto superiore Russell Newton, dalla Biblioteca di Scandicci e da rappresentanti delle scuole cittadine.


Il programma di iniziative a Scandicci per il 73esimo anniversario della Liberazione dura quasi un mese; per l’organizzazione degli eventi hanno collaborato con il Comitato della Memoria anche la Casa del Popolo Vittorio Masiani di Badia a Settimo, Arci, Mani tese, la Filarmonica Vincenzo Bellini, l’Istituto superiore Russell Newton, e l’Istituto comprensivo scolastico Rossella Casini.


Per info www.comune.scandicci.fi.it , sindaco@comune.scandicci.fi.it , 055.7591.458/459.
23/04/2018 14:02 Comune di Scandicci
Comune di Capraia e Limite
La famiglia Mandolini dona alla scuola di Capraia F.na un defibrillatore in memoria di Edoardo
Si è svolta questa mattina la donazione di un defibrillatore al plesso scolastico di Capraia F.na. Il sindaco Alessandro Giunti, assieme al dirigente scolastico Gerardo Di Fonzo, ha ricevuto dalle mani della famiglia Mandolini lo strumento in grado di salvare vite in caso di emergenza cardiaca.

La moglie e i figli dello scomparso Edoardo Mandolini lo hanno acquistato e donato alla scuola grazie alle numerose donazioni di coloro che hanno partecipato ai funerali del proprio caro, molto conosciuto nella comunità di Capraia F.na e non solo.

Il defibrillatore è stato installato dagli operai comunali alla parete nei pressi della portineria dell’ingresso.

“Desidero ringraziarvi di cuore per questo bellissimo gesto di affetto nei confronti di Capraia F.na. Non è semplice, in momenti come quelli che avete vissuto, essere lucidi per pensare a una cosa del genere. Voi ci siete riusciti e vi ringrazio a nome personale e della comunità di Capraia e Limite. Sperando ovviamente che non debba mai essere utilizzato, con questa installazione andiamo a migliorare la sicurezza di tutti coloro, tra insegnanti, alunni e personale non docente, che fruiscono ogni giorno di questi spazi”, ha commentato il sindaco Giunti.

“Grazie davvero per il pensiero e il gesto compiuti, è importante che abbiate pensato alla scuola, il luogo della comunità in cui si formano i cittadini del futuro e uno spazio di tutti”, ha aggiunto il dirigente scolastico.
23/04/2018 14:51 Comune di Capraia e Limite
Comune di Figline e Incisa Valdarno
La compagnia Mauri-Sturno chiude la stagione di Prosa al Garibaldi di Figline
Sarà “Edipo Re” e “Edipo a colono” a chiudere la stagione teatrale 2017-18 al Garibaldi di Figline sabato 28 e domenica 29 aprile.

A distanza di vent’anni la Compagnia Mauri-Sturno ritorna a mettere in scena due capolavori di Sofocle, per analizzare più compiutamente il mito immortale di Edipo di Sofocle, affidando la regia a due diversi registi: Glauco Mauri, per “Edipo a Colono”, e Andrea Baracco per “Edipo Re”. Si tratta di due capolavori fondamentali nella storia dell’uomo, per gli interrogativi che pongono alla mente e per la ricchezza di umanità e di poesia che ci donano.
La storia di Edipo è la storia dell’uomo, perché racchiude in sé tutta la storia del suo vivere. “Edipo Re” ed “Edipo a Colono” sono due opere scritte in epoche diverse da Sofocle, in cui si racconta la ricerca della verità da parte del suo protagonista.
Alla fine del suo lungo cammino, Edipo comprenderà se stesso ed è pronto ad accettare tutto quello che deve accadere ed è pronto a essere distrutto purché sia fatta luce.

A salire sul palco, saranno Glauco Mauri e Roberto Sturno, che tornano al Garibaldi dopo aver portato in scena “Quattro buffe storie” nella stagione 2015-2016.

I biglietti dello spettacolo sono già disponibili presso i box informazioni dei negozi UniCoop Firenze oppure online, attraverso il circuito BoxOffice al seguente indirizzo: https://www.boxol.it/it/advertise/teatro-garibaldi/187332. In alternativa, sarà possibile acquistarli da giovedì 26 aprile presso la biglietteria del teatro (piazza Serristori, Figline) dalle ore 9,30-12,30 e 16-19. Per altre info e per i dettagli sulle riduzioni: www.teatrogaribaldi.org/biglietteria .
23/04/2018 13:36 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Scarperia e San Piero
ScarperiaSan Piero. Le celebrazioni del 25 Aprile
Programma delle celebrazioni

- ore 9,30 Parco della Rimembranza Pieve di San Piero a Sieve: Alzabandiera, discorso del Sindaco e deposizione corona al monumento ai caduti;

- ore 10,15 Partenza del corteo dalla Piazza dei Vicari verso i Giardini pubblici per la deposizione della corona al monumento ai caduti;

- ore 11,15 Loc. Omomorto – Scarperia: Deposizione corona al monumento ai caduti del 363°reggimento della 91^ Divisione USA;

- ore 12,00 Piazza dei Vicari – Scarperia: rintocco dello storico campanone
23/04/2018 09:49 Comune di Scarperia e San Piero
Comune di Firenze
Q2. Conversazioni Musicali
Si comunica che per il ciclo di CONVERSAZIONI MUSICALI promosso dagli Amici del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in collaborazione con il Quartiere 2, MARTEDI’ 24 aprile alle ore 16,00 a Villa Arrivabene, Piazza L.B. Alberti 1/a si terrà l’incontro di presentazione dell' opera di Paul Hindemith “CARDILLAC”.


Nel corso dell’incontro, oltre alla storia ed alle curiosità raccontate, saranno ascoltati i brani più salienti dell' opera.



Ingresso libero
23/04/2018 09:40 Comune di Firenze
Unione Comuni Valdarno Valdisieve
A Reggello le celebrazioni del 73°anniversario della Liberazione
Mercoledì 25 aprile e sabato 28 aprile il Comune di Reggello organizza due giornate per la celebrazione del 73° anniversario della Resistenza e della Liberazione.
Il programma per la Celebrazione si apre il 25 Aprile alle ore 8.30 con il trasferimento in autobus a Secchieta (partenza da Piazza IV Novembre, Reggello), dove verrà deposta la corona di alloro al Cippo dei Partigiani, con accompagnamento musicale della Filarmonica “Giuseppe Verdi”. Alle 11.15 saluto delle autorità comunali, deposizione di corone di alloro ai Monumenti ai Caduti, esibizione della Filarmonica “Giuseppe Verdi” a Reggello capoluogo
Sabato 28 aprile, appuntamento alle 10.30 presso la Biblioteca Comunale di Reggello, per la commemorazione dei caduti civili uccisi dall'esercito nazifascista. La giornata vedrà la partecipazione delle classi terze della scuola “M. Guerri”, che presenteranno un loro lavoro e la presenza di numerosi familiari delle vittime civili del ’44, a cui verrà consegnata una pergamena in memoria dei loro cari.
Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

23/04/2018 10:51 Unione Comuni Valdarno Valdisieve
Comune di Fucecchio
Palio di Fucecchio, un weekend di eventi con il “Gran Galà dei Musici e degli Sbandieratori” e con le “Corse di Primavera”

Per il Palio di Fucecchio è l’anno delle novità. Dopo la nomina di Nicolò Cannella a presidente del Cda dell’associazione e l’apertura della pista alle prove libere, arriva anche la terza novità del 2018: il Gran Galà dei Musici e degli Sbandieratori anticipato ad aprile. A sabato 28 per la precisione. L’evento dedicato ai gruppi musicali e di sbandieratori, quindi, non sarà più la chiusura dell’anno paliesco ma sarà uno degli eventi che vanno ad introdurre il Palio che si corre la penultima domenica di maggio. In questo modo il Gran Galà si candida ad essere uno degli eventi di punta di quel tessuto sociale giovanile che compone le 12 contrade del Palio di Fucecchio.
L’associazione Palio ha creato un tavolo di lavoro insieme alle contrade per rivedere il regolamento del Gran Galà che quindi avrà uno svolgimento leggermente diverso rispetto alle precedenti edizioni. Cambia la durata delle esibizioni, che avrà un tempo di massimo di 10 minuti. Ogni contrada, poi, all’interno della propria esibizione presenterà un gioco con la “grande squadra”, uno spettacolo congiunto tra chiarine, musici e sbandieratori. Il tutto si concluderà con un gioco finale che coinvolge le 12 contrade.
Tutti i figuranti, infine, sfileranno per le vie del centro accompagnati dal suono del gruppo musici della Contrada Sant’Andrea.
Questo l’ordine di esibizione delle contrade in occasione del Gran Galà: Torre, San Pierino, Porta Bernarda, Porta Raimonda, Ferruzza, Cappiano, Botteghe, Querciola, Samo, Massarella, Borgonovo, Sant’Andrea.
Il 28 e 29 aprile sarà quindi una due giorni di eventi con Fucecchio e il suo Palio protagonisti grazie all’esibizione dei gruppi delle contrade, sabato 28 alle ore 16 in Piazza Vittorio Veneto, e con l’altro appuntamento di fine aprile: la seconda sessione delle Corse di Primavera. Domenica 29 nella Buca tornano in pista i cavalli per quella che di fatto è l’ultima corsa preparatoria, a poco più di 20 giorni dalla XXXVIII edizione del Palio delle Contrade “Città di Fucecchio”.
21/04/2018 15:23 Comune di Fucecchio
Comune di Carmignano
Festa della Liberazione, gli studenti delle terze medie in visita al cippo dei caduti di Poggio alla Malva
Sono iniziate oggi le iniziative dedicate alla Festa della Liberazione promosse dal Comune di Carmignano in collaborazione con l’Anpi Carmignano e il Comitato 11 Giugno Poggio alla Malva. Questa mattina i ragazzi delle classi terze della scuola media dell’Istituto Comprensivo il Pontormo, guidati dall’assessore alla Pubblica istruzione Tamara Cecconi, dallo storico Silvano Gelli e da alcuni rappresentanti di Anpi e Comitato 11 Giugno, hanno visitato il cippo dei caduti di Poggio alla Malva, dove hanno deposto tre piantine, una rossa, una bianca e una verde.

Un modo per ricordare il sacrificio di Ariodante Naldi, Bruno Spinelli e i fratelli Bogardo e Alighiero Buricchi, partigiani carmignanesi che persero la vita sotto il costone collinare di Poggio alla Malva nell’azione del sabotaggio di un treno carico di tritolo e destinato a rifornire l’esercito tedesco in ritirata.

“Un’occasione importante per i ragazzi per conoscere le nostre origini e quello che è successo in queste zone durante la seconda guerra mondiale – ha affermato l’assessore alla Pubblica Istruzione Tamara Cecconi –. Un’opportunità per far vedere da vicino i luoghi che hanno fatto la storia del nostro territorio e del nostro paese, per fargli comprendere il passato e aiutarli nel loro percorso di costruzione di un futuro migliore e libero da paure e violenze”.

Dopo la visita guidata la celebrazione è proseguita nell’auditorium Guido Lenzi dell’Istituto Il Pontormo, dove gli studenti hanno assistito alla proiezione del film “Ragazzi” di Massimo Smuraglia. Una pellicola volta a raccontare e ricordare le vicende della squadra partigiana carmignanese. Il film, un mediometraggio in bianco e nero di 34 minuti, è stato prodotto dal Comune di Carmignano e realizzato dalla Scuola di Cinema Anna Magnani di Prato ed è il frutto di due laboratori tenuti dalla Scuola nel territorio carmignanese.

Le iniziative per celebrare la Festa della Liberazione proseguiranno poi mercoledì 25 aprile a partire dalle 10 al cimitero di Carmignano con la deposizione dei fiori al Cippo dei caduti. Da lì partirà il corteo fino a piazza G. Matteotti, accompagnato dalla Filarmonica G. Verdi di Bacchereto, che arriverà alla storica Cappella dei caduti, dove sarà deposta una corona di alloro. Alle 10.45 sempre nella centralissima piazza G. Matteotti si terrà la cerimonia di commemorazione con la deposizione della corona di alloro all’epigrafe commemorativa posta sulla facciata di palazzo comunale, il saluto delle autorità e letture di brani.
23/04/2018 15:31 Comune di Carmignano
Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa
Iniziative 25 Aprile a Borgo San Lorenzo
Inizieranno alle 9,30 con la Santa Messa le iniziative del 25 Aprile a Borgo San Lorenzo che ricorderanno il 73esimo anniversario della liberazione.

La celebrazione in suffragio dei caduti è prevista presso la Pieve di San Lorenzo. A seguire si terrà la partenza del corteo per la deposizione delle corone di alloro al Monumento ai Caduti, alla Cappella Ossario Partigiani, al Monumento alle Vittime civili di tutte le guerre e al Monumento alla Resistenza. La chiusura sarà affidata alla celebrazione ufficiale, prevista per le 11,00 davanti al Palazzo Municipale che vedrà la partecipazione del Consiglio Comunale dei Ragazzi e degli alunni che hanno preso parte alla visita, promossa da ANPI, alle Fosse Ardeatini e al Senato della Repubblica per i 70 anni della Costituzione .

“Non dobbiamo mai stancarci di partecipare a queste celebrazioni – afferma il Sindaco Paolo Omoboni – , non dobbiamo darle per scontate, non dobbiamo dimenticare di essere qui il 25 Aprile come a Settembre o il 30 Dicembre. Perché queste date hanno fatto la storia, ci hanno consegnato l’Italia che conosciamo. Hanno contribuito a rendere il nostro Paese quello che è oggi, libero e democratico. L’invito è quindi ad essere presenti con noi e con i ragazzi delle nostre scuole”.

“Il 25 aprile – afferma il Presidente del Consiglio Comunale Gabriele Timpanelli – è la festa di tut-ti, è la festa dell'Italia come la conosciamo, Libera, democratica, è, per me da sempre, il giorno più bello dell'anno. Viviamo un momento dove vediamo atti di prepotenza, di intolleranza, di rab-bia, di razzismo ovunque anche nelle scuole. Da lì vogliamo e dobbiamo partire, insieme all'ANPI, per far capire l'importanza e la bellezza di questo giorno, e far capire ai nostri figli, ma forse an-che a noi stessi, che avremo sempre tempo per fare un picnic, una gita al mare o qualsiasi altra cosa, ma non il 25 aprile. Grazie ancora ai ragazzi delle scuole medie e ai loro professori per ren-dere questo giorno ancora più speciale”.

Per consentire lo svolgimento del corteo saranno istituiti divieti di sosta, si richiede di prestare attenzione.

23/04/2018 15:50 Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa
Comune di Rignano sull'Arno
PIM-fest, festival di Poesia in Movimento, a Rignano sull'Arno
Tre appuntamenti di poesia, letture, musica, performance, tavole rotonde, giochi, buon cibo e degustazioni di vino biologico.

Il festival è un progetto di Andrea Sirotti, affiancato da Paolo Maccari, Valerio Nardoni, Barbara Pumhösel, Jonathan Rizzo e in collaborazione con: «Semicerchio» rivista letteraria, LINGUAFRANCA agenzia letteraria transnazionale e CIRCE Centre de recherche – Université Sorbonne Nouvelle-Paris 3.

Il PIM-fest, promosso da Comune di Rignano sull’Arno e Biblioteca Comunale di Rignano sull'Arno e organizzato da Serena Botti (Bookinmotion Associazione Culturale), sarà dedicato alle LINGUE DELLA POESIA CONTEMPORANEA.

Un avvicendarsi di circa cinquanta poeti, critici, studiosi, musicisti italiani e stranieri invitati a cartografare la produzione di un universo poetico caratterizzato dalla contaminazione di lingue-linguaggi e forme espressive, dove ricerca e rispetto per la tradizione si affiancano e si confondono.

Uno sguardo differente sulla poesia italiana, TRA LIRICA, RICERCA E ORALITÀ, che permetta di interrogarsi sul rapporto tra i vari aspetti dell’atto poetico: la migranza e la transnazionalità, la traduzione, l'uso dei dialetti e delle lingue “minoritarie”, il rapporto tra voce e pagina.


L'evento è sponsorizzato da Publiacqua, la Sezione Soci Valdarno Fiorentino dell'Unicoop Firenze, Bibliocoop, la BCC Valdarno Fiorentino, Forme Grafiche e il Polo Lionello Bonfanti.

Prima data: 19 maggio 2018 dalle ore 18.00
Circolo Bocciodromo Rosano, Rosano - Rignano sull'Arno
Lingua e dialetti in poesia: un dialogo fertile?
letture | performance | musica | cena
Seconda data: 26 maggio 2018 dalle ore 18.00
Circolo Arci G. Ghiandelli, Cellai – Rignano sull’Arno
Poesia e oralità. Poesia performativa e Slam Poetry
letture | tenzone poetica | cena
Evento principale 10 giugno 2018 dalle 10.30 fino a sera
Agriturismo Poggio Tre Lune, Via delle Serre, 57 Rignano Sull’Arno
ore 11.00 Poesia e ricerca, tavola rotonda, modera Paolo Maccari
ore 12.30 “Affluenti”, spazio autogestito
ore 13.30 Johnnysbar (nuova gestione), poesia e musica
ore 14.30 Poesia e tradizione, tavola rotonda, modera Matteo Marchesini
ore 17.00 Nathalie Handal, introdotta da Andrea Sirotti
ore 18.00 “La casa fuori”, performance di La Compagnia delle poete
ore 19.30 “Un mistero di sogni avverati”. Massimiliano Larocca canta Dino Campana, accompagnamento di Riccardo Tesi all'organetto diatonico in parallelo, laboratori e giochi a cura di Verusca Costenaro, Alessio Martinoli e Jonathan Rizzo
Banchi di vendita libri e banchi di degustazione eno-gastronomica
23/04/2018 11:34 Comune di Rignano sull'Arno
Comune di Cerreto Guidi
73°Anniversario della Liberazione
Ripetendo l’esperienza avviata lo scorso anno, i comuni di Capraia e Limite, Cerreto Guidi, Montelupo Fiorentino e Vinci celebreranno, mercoledì 25 aprile 2018, in modo congiunto, il 73°Anniversario della Liberazione. L’obiettivo è quello di estendere sempre di più una rete della Memoria e della Resistenza.

La mattinata del 25 aprile sarà destinata alla deposizione delle corone d’alloro in onore dei caduti per la libertà presso lapidi e monumenti dei quattro comuni interessati.

In particolare alle 9.30 a Montelupo, in Piazza Salvo D’Acquisto; alle 10.15 a Capraia Fiorentina, in via C. Corti al Monumento commerativo; alle ore 10.45 a Limite sull’Arno, in Via Gramsci al Monumento dedicato alle vittime di tutte le guerre; alle ore 11.15 a Cerreto Guidi, in Piazza Vittorio Emanuele II; alle ore 11.30 a Lazzeretto in Via 2 Settembre; alle ore 12 a Stabbia, in Piazza XXIII agosto; alle ore 12.45 a Sovigliana in Piazza della Pace.

Il programma, in collaborazione con il Circolo di Faltognano, CFCM, ANPI e ANED, proseguirà alla Casa del Popolo di Spicchio dove alle ore 13 è previsto il Pranzo della Liberazione. Con il ricavato del pranzo verrà data la possibilità a uno studente in più di partecipare al viaggio di studio ai lager nazisti.

Nel pomeriggio, l’intensa giornata continuerà a Vinci e Montelupo. In particolare nella città di Leonardo è prevista con partenza alle ore 16 da Santa Lucia, la passeggiata al Tribbio di Rio, mentre alle ore 18 si terrà sotto il leccio di Faltognano la “Merenda in musica”, a cura del Centro di Formazione e Cultura Musicale.

A Montelupo, dalle ore 16, al Parco dell’Ambrogiana, concerti, stand delle associazioni e merenda partigiana. Prevista inoltre la ricostruzione storica del bombardamento di Montelupo del luglio 1944 da parte dell’associazione “Linea gotica pistoiese onlus” con presenza di veicoli storici e comparse in divise d’epoca.
23/04/2018 15:06 Comune di Cerreto Guidi
Comune di Vinci
La musica classica torna protagonista nel borgo di Vinci
La musica classica ritorna al Teatro di Vinci, con gli annuali appuntamenti della stagione concertistica organizzata dall'associazione SilVer e l'Orchestra d'Archi “Ferruccio Benvenuto Busoni”. Una stagione suddivisa in due parti, i cui primi tre appuntamenti sono stati presentati stamani nel corso della conferenza stampa tenutasi presso il Comune di Vinci.

“Ringrazio l'assessore Santini, il Comune e la Misericordia di Vinci, per l'interesse alle nostre iniziative - dichiara il pianista e presidente dell'associazione SilVer, Alessio Cioni - È già da qualche anno che abbiamo il grandissimo piacere di organizzare i nostri eventi presso il bellissimo Teatro di Vinci. In periodi culturalmente molto difficili, avere una disponibilità così importante è per noi motivo di grande soddisfazione e ci riempie di orgoglio. Per questo ogni anno ci impegnamo a organizzare eventi di grande spessore, con iniziative di livello nazionale e internazionale”.

Concorso nazionale per studenti “Premio SilVer - Orchestra Busoni 2018”

Si inizia il 18, 19 e 20 maggio con la terza edizione del Concorso nazionale per studenti “Premio SilVer - Orchestra Busoni”, riservato agli alunni delle scuole medie e ai licei a indirizzo musicale. Il concorso ha come scopo la valorizzazione dei giovani musicisti e la diffusione della cultura musicale. Ci saranno 4 categorie di concorso suddivise per alunni delle medie e per liceali, rispettivamente: solista, formazioni da camera, orchestre e cori, formazioni con ex alunni. La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è fissata all'8 maggio 2018. Le audizioni e i concerti serali si svolgeranno dalle 10 del mattino fino alle 23. “Questa kermesse - spiega Cioni - è ideata per dare spazio alle nuove generazioni. Abbiamo un'altissima richiesta di partecipazione, da Napoli, a Cuneo, Roma, dalla Sardegna, dalla Sicilia e così via. Tutti i partecipanti alloggeranno a Vinci quindi avranno modo di conoscere la città. Un'occasione anche per le strutture ricettive della città”. Parallelamente, nella serata del 18 e del 20 maggio si terranno due concerti per il primo Festival pianistico “Ferruccio Benvenuto Busoni”: il 18 ci sarà il recital del giovane pianista emergente Elia Cecino, mentre domenica 20 sarà la volta di un altro giovane talento Francesco Mazzonetto. “Sono onorato di partecipare a questa manifestazione che sono sicuro diverrà sempre più importante - ha affermato Mazzonetto, presente alla conferenza stampa - Si deve risvegliare l'interesse verso questo genere, partendo proprio dai ragazzi. È un'occasione per portare un genere musicale in una città prestigiosa e di fama mondiale come Vinci. E poi è importante portare la classica nei piccoli centri, anche perché si crea un clima di aggregazione maggiore. Il programma del mio concerto è studiato in modo molto dinamico, si andrà dall'epoca barocca agli inizi del 20esimo secolo, per far conoscere l'evoluzione della musica classica, genere che non è statico ma che si è sempre evoluto, al contrario di quello che comunemente si possa pensare, attingendo anche da altri generi”.

Concorso nazionale di musica barocca “Premio Orchestra Ferruccio Benvenuto Busoni”
Il 16 e 17 giugno si svolgerà il primo concorso nazionale di musica barocca “Premio Orchestra Ferruccio Benvenuto Busoni”, suddiviso in tre categorie (musica strumentale, musica vocale, musica da camera). È riservato a solisti, duo, quartetto, quintetto e orchestra - ha spiegato Cioni - con musiche barocche che vanno da Claudio Monteverdi a Baldassare Galuppi”. La scadenza per le iscrizioni è fissata al 2 giugno 2018.

Masterclass internazionale di pianoforte jazz

Ultimo appuntamento di questa prima parte della stagione sarà con la Masterclass internazionale di pianoforte jazz che si svolgerà nell'arco di tre giorni. “Il 29 e 30 giugno e 1 luglio, apriremo uno spazio dedicato al pianoforte jazz - ha aggiunto il presidente di SilVer - La masterclass internazionale sarà condotta dal docente maestro Mauro Grossi, che è stato maestro, tra gli altri, di Stefano Bollani”. La masterclass si concluderà con un concerto finale dei partecipanti e con la consegna dei diplomi. Durante i tre giorni è previsto anche un reportage fotografico dedicato a ogni partecipante e una visita guidata al "Museo Casa Natale Ferruccio Busoni" di Empoli.

La seconda parte della stagione concertistica 2018 si terrà in autunno: “A ottobre vogliamo organizzare la seconda masterclass internazionale per pianoforte e orchestra, visto il successo riscontrato lo scorso anno - ha concluso Cioni - E la coniugheremo anche con una masterclass per direzione d'orchestra. Inoltre, ci sarà spazio anche per una sorpresa, con il concerto di un grande musicista il cui nome sarà svelato nei prossimi mesi”.

“Per noi un privilegio lavorare in un teatro come quello di Vinci - ha commentato la direttrice artistica della stagione concertistica, Sabrina Bessi - Un teatro sempre apprezzato dai musicisti per l'acustica e per la meravigliosità del posto. Vogliamo portare la musica classica anche solamente per accendere un po' di curiosità in chi non la conosce”.

“La stagione concertistica che ormai da alcuni anni viene organizzata dall'orchestra d'archi Ferruccio Benvenuto Busoni e dall'associazione culturale SilVer in teatro a Vinci in collaborazione con l'amministrazione comunale si accresce quest'anno di alcuni appuntamenti assolutamente straordinari, che mirano alla diffusione della cultura musicale a tutti i livelli - ha dichiarato l'assessore alla Cultura del Comune di Vinci, Paolo Santini - Per questo, porte aperte e grande soddisfazione per la realizzazione di questo programma, con musicisti di alto livello e il coinvolgimento di artisti affermati accanto a talenti emergenti. Eventi musicali lungo buona parte dell'anno che contribuiscono a far vivere il teatro di Vinci e accrescono l'offerta culturale della nostra città”.

Per informazioni sui bandi di concorso e sui programmi dettagliati:
Associazione Culturale SilVer
Orchestra d' Archi Ferruccio Benvenuto Busoni
Via Alzaia, 9 50053 Empoli FI
Pagina FB: Associazione Culturale SilVer
www.alessiocioni.com/orchestra-busoni
23/04/2018 14:18 Comune di Vinci
Comune di Certaldo
Teatro e trekking per festeggiare Libertà e Costituzione
Comune di Certaldo e ANPI Certaldo organizzano e promuovono, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, le celebrazioni per il 73° Anniversario della Liberazione “A difesa dei valori della Resistenza, matrice della Costituzione”.

Questo il programma di mercoledì  25 aprile 2018: alle ore 8,00 Deposizione della corona al monumento dei caduti del Fiano, piazza Gasparri, alla presenza della “Filarmonica Giuseppe Verdi” di Marcialla; ore 9,00 Certaldo - Chiesa di San Tommaso apostolo, Santa Messa in suffragio dei caduti; ore 10,00 Piazza Boccaccio - Ritrovo di tutte le Autorità ed Associazioni – Corteo per le vie del centro con la “Filarmonica Giuseppe Verdi” di Marcialla attraverso Piazza  Boccaccio, Via 2 Giugno, Via Cavour, fino a Piazza della Libertà; ore 10,30 Piazza della Libertà - Deposizione della Corona al Sacello ai Caduti - Orazioni Ufficiali; ore 11,00 Cinema Teatro Multisala Boccaccio - Celebrazione dell’Anniversario con la presentazione dei lavori degli alunni delle 3^ Classi e la performance “SENZA DISTINZIONE – La Costituzione ci rende liberi” – ingresso libero. Conclusione alle ore 12,30 al Cimitero Comunale con la deposizione delle corone alle tombe dei partigiani.

Lo spettacolo “Senza distinzione - La Costituzione ci rende liberi”, in scena alle ore 11 al Teatro Boccaccio, ingresso libero, è liberamente ispirato all’Articolo 3 della Costituzione che così recita: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. La performance creata, scritta e interpretata dagli alunni delle classi terze della scuola media Giovanni Boccaccio, rilegge la Costituzione come strumento per abbattere i muri, sedare guerre e le violenze dei nostri giorni, e sostenere un mondo di solidarietà, giustizia e libertà. Uno spettacolo che, in occasione del 70° anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione, ha consentito agli alunni di lavorare con gli insegnanti su alcuni articoli, mettendone in risalto da una parte l'origine storica intrinsecamente antifascista dall'altra l'universalità e l'attualità. Il materiale prodotto è stato adeguato ad una versione scenica da Martina Dani, che ne ha curato l'allestimento di una rappresentazione. Agli alunni, guidati dagli insegnanti, anche il merito della realizzazioni grafiche e degli interventi di musica e danza.

Si segnala inoltre che sempre il 25 aprile, per chi ama camminare nel verde, l’Associazione Anthos di Certaldo organizza come ogni anno il “Trekking sui sentieri (o quasi) dei partigiani”, che si svolgerà però nel comune capofila di turno dell’accordo di area, quindi a Colle di Val d’Elsa. Per i partecipanti certaldesi, il ritrovo è alle ore 9,15 a Certaldo al “bar Polisportiva” in via Karl Marx o alle ore 10,00 a Colle di Val d’Elsa, Loc. Le Grazie (parcheggi rotonda di via Volterrana). Alle ore 11 si svolgeranno le Celebrazioni in piazza Arnolfo, dalle 12 il pranzo al sacco (o al circolo “Buena Vista”, su prenotazione) a Le Grazie. Nel pomeriggio escursione verso Paganico, Badia a Coneo, tratto della via  Francigena fino a Campiglia, Castellini, per tornare a Le Grazie entro le 18,30. Percorso facile e adatto a tutti. Si può partecipare anche solo ad una parte della giornata. Info tel.: 3480422373 3280603946
23/04/2018 16:21 Comune di Certaldo
Comune di Castelfiorentino
Castelfiorentino: 25 aprile, “giovani virtuosi” si esibiscono alla Scuola di Musica
“Giovani virtuosi suonano per voi” nella serata del 25 aprile. Mercoledì 25 nella sala della Scuola di Musica di Castelfiorentino (ore 21.00) è in programma un’esibizione musicale di alto livello da parte degli allievi che hanno preso parte al corso di perfezionamento organizzato a Montaione da Igor Volochine, Branka Balevic, Tatiana Zelikman (ingresso libero).
Gli allievi, di varie nazionalità, sono ormai avviati alla carriera del concertismo, e pertanto la serata si preannuncia un’occasione non solo per il pubblico ma anche di confronto con altre scuole da parte degli allievi che frequentano la scuola di musica di Castelfiorentino.
I tre insegnanti, Igor Volochine, Branka Balevic, Tatiana Zelikman, fanno parte rispettivamente della Scuola Normale di Musica Alfred Corto, dei Conservatori di Musica di Parigi, dell’Academia Gnessin di Mosca.
“E’ già il terzo anno che ospitiamo questo saggio di fine corso – sottolinea il direttore della scuola di musica di Castelfiorentino, Stefano Mangini – in quanto rappresenta uno stimolo in più per i nostri allievi e un’opportunità per gli appassionati. In ogni caso, la serata è aperta a tutti i cittadini”.


21/04/2018 09:45 Ufficio stampa Comune di Castelfiorentino
Publiacqua spa
Publiacqua: si potranno registrare abbassamenti di pressione e temporanee mancanze d’acqua nei comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val D’Elsa
Informiamo i cittadini dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val D’Elsa che, causa urgenti lavori sulla cabina elettrica del nostro impianto di Sambuca, dalle ore 14.00 di martedì 24 aprile, potranno registrarsi forti abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua nei due capoluoghi. La situazione tornerà a normalizzarsi con gradualità nel corso del tardo pomeriggio. Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo intervento creerà loro.
23/04/2018 11:36 Publiacqua spa
Comune di Firenze
Carlo Levi, due appuntamenti per ricordare la figura del grande scrittore
La compagnia teatrale Talia di Matera porta in scena lo spettacolo 'Cristo qui non è disceso', tratto dal libro più famoso di Carlo Levi 'Cristo si è fermato a Eboli' alla Galleria degli Uffizi. Armentano (PD): "Per la prima volta dal '600 la biblioteca del museo recupera la sua funzione teatrale"

"È la fine di un percorso cominciato con l'intitolazione di una piazzetta, nei pressi di piazza Pitti, gesto sollecitato da una mozione a mia firma approvata in consiglio comunale, a Carlo Levi, che proprio lì scrisse la sua opera più famosa, 'Cristo si è fermato ad Eboli'". Lo dichiara il consigliere PD Nicola Armentano, che oggi a Palazzo Vecchio ha presentato il doppio appuntamento, per domani e il 25 aprile, in ricordo del grande scrittore, insieme al sindaco di Aliano Luigi De Lorenzo, al direttore degli Uffizi Eike Schmidt, al presidente dell'Associazione Lucana Luigi D'Angelo, al vicesindaco di Moliterno Raffaele Acquafredda e, in rappresentanza della Regione Basilicata, la dottoressa Patrizia Minardi.

"Ci sembra particolarmente significativo, in un giorno importante per la nostra Nazione come il 25 Aprile, porre di nuovo con forza la questione meridionale di cui Levi è stato un così appassionato narratore" ha aggiunto Armentano.

Il Giorno della Memoria agli Uffizi è quest’anno dedicato a Carlo Levi e alla sua opera di pittore e scrittore, ma anche di antifascista e membro del Comitato Toscano di Liberazione.

All’intellettuale torinese gli Uffizi e l’amministrazione comunale hanno intitolato, lo scorso 9 marzo, una delle due piazzette che si trovano ai lati di Palazzo Pitti. L’altra è stata dedicata ad Anna Maria Ichino, la donna che, fra il 1938 e il 1944, ha ospitato nella sua casa di piazza Pitti, oltre a Carlo Levi, decine e decine di antifascisti e ebrei. L’Omaggio a Carlo Levi, in corso alla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, non poteva quindi concludersi proprio alla vigilia della Liberazione. Il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, ha deciso di prorogare la piccola mostra fino all’11 agosto, giorno dell’insurrezione dei fiorentini contro i nazifascisti. Due delle opere esposte sono state chieste in prestito al Parco Letterario Carlo Levi di Aliano. Una poi, di proprietà privata, esposta alla Biennale di Venezia del 1954, è stata realizzata nel novembre 1935, durante il periodo del confino.

In via straordinaria il 25 Aprile, alle 16.30, la Biblioteca degli Uffizi, anche solo per poche ore, tornerà ad essere l’antico Teatro che fu. Ospiterà, infatti, la compagnia teatrale Talia di Matera che rappresenterà lo spettacolo Cristo qui non è disceso tratto dal libro più famoso di Carlo Levi Cristo si è fermato a Eboli, scritto in casa di Anna Maria Ichino fra l’inverno del 1943 e l’estate del 1944. La regia è di Antonio Montemurro. L’iniziativa è stata organizzata dalle Gallerie degli Uffizi, dal Comune di Firenze, dal Comune di Aliano, paese dove venne confinato Carlo Levi e dove è sepolto, dal Parco Letterario Carlo Levi di Aliano, dalla Regione Basilicata, dal comune di Moliterno e dall’Associazione Lucani in Toscana. Lo spettacolo agli Uffizi è riservato al pubblico della Galleria, ossia ai visitatori muniti di biglietto, fino a un massimo di 60 persone.

Domani, 24 aprile, alle 21.30 ci sarà anche lo spettacolo al Teatro La Fiaba, in via delle Mimose 12, all’Isolotto, dal titolo Un politico scomodo. La commedia, messa in scena dagli attori della compagnia Talia e firmata sempre da Antonio Montemurro, racconta la vita di Ferdinando Petrucelli della Gattina, definito da Indro Montanelli “il più brillante giornalista italiano dell’Ottocento”. Ferdinando Petrucelli della Gattina, nato il 28 agosto 1815 a Moliterno, in provincia di Potenza, è stato anche scrittore, politico e patriota. È considerato il precursore del giornalismo moderno. L’ingresso è gratuito. (fdr)
23/04/2018 17:24 Comune di Firenze
Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa
Unire sapere e saper fare con l’alternanza scuola-lavoro
La legge 107/2015 ha introdotto l’obbligo, per tutti gli istituti superiori, di organizzare esperienze di alternanza scuola-lavoro, rivolte alle classi terze, quarte e quinte. Nell’ambito delle attività per l’alternanza, viene prevista la possibilità di effettuare stage, visite aziendali, attività extrascolastiche.
Il percorso di alternanza si sviluppa nel triennio e coinvolge le classi terze sulla formazione trasversale, sul team building e la comunicazione; le quarte sono coinvolte attivamente nell'alternanza; le quinte invece fanno orientamento, aiutati dalla testimonianza delle imprese.
 Per facilitare l'obbligo per i ragazzi di effettuare un numero cospicuo di ore di lavoro durante gli anni di studio Confindustria e ASEV hanno deciso di unire le forze mettendo a fattor comune le rispettive competenze e conoscenze.
Già dallo scorso anno Confindustria Firenze ha siglato un protocollo d'intesa con gli istituti superiori pubblici e privati del Circondario Empolese Valdelsa per alzare la qualità dello strumento formativo e riuscire a sviluppare un maggior dialogo tra scuole e aziende, raccogliendo al contempo l'adesione di circa trenta aziende tra le piccole e medie imprese più importanti sul territorio. L’intento dell’impegno di Confindustria Firenze è quello di dare un supporto alle realtà imprenditoriali medio-piccole ma soprattutto dare organizzazione al sistema in modo così che scuole e aziende possano venirsi incontro, cercarsi reciprocamente.
ASEV da parte sua, da inizio anno, con un finanziamento dell’Unione di Comuni ha attivato uno sportello rivolto a tutte le imprese del territorio che ha lo scopo di:
fornire informazioni generali sulla modalità di funzionamento dell’alternanza Scuola Lavoro
effettuare una rilevazione dei fabbisogni delle aziende che contattano lo sportello al fine di rilevare l’esigenza ed effettuare il relativo incrocio
mettere in contatto l’azienda con il  referente dell’Istituto Superiore che si ritiene più idoneo alle esigenze aziendali
L’idea adesso è quella di mettere in sinergia i due percorsi attivati per sostenere nella maniera più efficace possibile l’incrocio tra la domanda delle scuole e l’offerta delle aziende, evitando sovrapposizioni inutili e mettendo a disposizione degli istituti scolastici il maggior numero di opportunità di alternanza per i ragazzi, il più possibile coerenti con i loro percorsi di istruzione.
Per questo le aziende che non hanno mai aderito alle iniziative di alternanza e sono interessate a valutare la possibilità di un inserimento in stage di studenti degli istituti superiori, possono rivolgersi in orario 9-18 allo sportello di ASEV al n° 0571 76650.
23/04/2018 15:13 Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V