MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Unione Montana dei Comuni del Mugello
Mugello, inaugurata la rotatoria delle Mozzete
Inaugurata stamani la rotatoria delle Mozzete, nel comune di Scarperia e San Piero. Un intervento dell’importo di 800.000 euro, finanziato dal Comune di Scarperia e San Piero e dai contributi concessi dalla Regione Toscana, dalla Città Metropolitana di Firenze e dall’Unione dei Comuni del Mugello.
A tagliare il nastro insieme al sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti, il viceministro alle Infrastrutture Riccardo Nencini, il consigliere della Città Metropolitana delegato alla Viabilità Massimiliano Pescini, il presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni, la consigliera regionale Fiammetta Capirossi, l’assessore all’Urbanistica del Comune di Firenze, ed ex presidente dell’Unione dei Comuni, Giovanni Bettarini, il sindaco di Firenzuola Claudio Scarpelli e il vicesindaco di Barberino di Mugello Sara di Maio, oltre al vicesindaco e gli assessori di Scarperia e San Piero Bacci, Casati e Recati e l’ex sindaco di San Piero a Sieve Marco Semplici.
Per il presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni: “Si tratta certamente di un’opera importante per la mobilità del Mugello, un’infrastruttura che consentirà una migliore e più fluida circolazione sullo snodo delle Mozzete e più in generale sulla viabilità del nostro territorio”.

29/04/2017 14:08 Ufficio stampa Unione Comuni Mugello
Comune di Firenze
Mostra dei Fiori, piazzale degli Uffizi diventa un grande giardino
Per il secondo anno consecutivo il piazzale degli Uffizi diventa un grande giardino, sommerso dai colori e dai profumi di fiori e piante. In occasione dell’edizione 2017 della ‘Mostra dei Fiori’ l’amministrazione comunale ha deciso di proseguire l’antica consuetudine con la realizzazione di un allestimento verde capace di rievocare la 'Mostra Mercato Primaverile' che nacque a Firenze nel 1855.
L'inaugurazione questa mattina con il sindaco Dario Nardella, l'assessore all'ambiente Alessia Bettini, il direttore della Galleria degli Uffizi Eike Schmidt e il titolare dell'azienda Vannucci Piante di Pistoia.
Il giardino, che interessa una superficie di 360 metri quadrati ed è stato realizzato dal personale della direzione ambiente, rimarrà nel piazzale degli Uffizi dal 29 aprile al 21 maggio offrendo a cittadini e turisti l’occasione di ammirare una scenografia unica di uno dei luoghi più suggestivi della città.
Il progetto è stato donato al Comune dall’azienda Vannucci, che inoltre ha messo a disposizione, temporaneamente e gratuitamente, tutte le piante divise fra specie di alto fusto e cespugliose oltre, quest’anno, a numerose piante di agrumi.
«Siamo tornati per il secondo anno grazie ad una bella collaborazione con la Galleria degli Uffizi e l'azienda Vannucci e il contributo dei giardinieri del Comune – ha dichiarato il sindaco Dario Nardella – fiorentini e turisti apprezzeranno molto: è un modo per vivere meglio questi luoghi pubblici e per rispondere al desiderio di poterli associare alla bellezza delle nostre opere d'arte e dei nostri musei».
«Una bellissima iniziativa – ha sottolineato il direttore Schmidt – ci sono piante da tutti gli angoli del mondo: una tradizione che risale al Cinquecento e alla famiglia Medici. Non dimentichiamo che proprio in quel periodo, sopra la Loggia dei Lanzi, c'era un giardino pensile e l'antico nome di Firenze, 'Fiorenza', richiama appunto ai fiori».
«Un bell'esempio di lavoro di squadra – ha rilevato l'assessore Bettini – voglio ringraziare i giardini del Comune, che hanno professionalità molto importanti, e l'azienda Vannucci, che hanno permesso questo allestimento. Spero sia l'inizio di un percorso che veda sempre più momenti di questo tipo all'interno del centro storico». (fn)
29/04/2017 20:35 Comune di Firenze
Comune di Scarperia e San Piero
Taglio del nastro per la rotatoria delle Mozzete
E’ stata inaugurata questa mattina la rotatoria del le Mozzete alla presenza di numerose cariche pubbliche.
Tanti i volti presenti al taglio del nastro assiem e al Sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti che hanno simbolicamente sorretto la fettuccia tricolore a dimostrazione di come l’opera sia stata possibile grazie alla collaborazione di vari enti, riprova questa della portata che l’interventosvolge per tutto il territorio.
Sono intervenuti questa mattina: Riccardo Nencini (Viceministro alle
infrastrutture), Massimiliano Pescini (consigliere della Città Metropolitana delegato alla Viabilità), Giovanni Bettarini (Assessore all’urbanistica di Firenze ed Ex presidente dell’Unione dei Comuni), Paolo Omoboni (Presidente dell’Unione dei Comuni), Fiammetta Capirossi (Consigliera Regionale) e tutti gli assessori del Comune di Scarperia e San Piero assieme ai responsabili dell’ufficio tecnico.
“Ci fa piacere avere inaugurato quest’opera importante per la viabilità non solo del nostro comune ma di tutta l’area del Mugello” afferma il Sindaco
Ignesti aggiungendo poi “La Rotonda rappresenta il simbolo della fusione tra Scarperia e San Piero sostituendo il vecchio ostacolo semaforico con una viabilità continua per mezzo della rotatoria” Il Sindaco ha poi espresso il suo ringraziamento per tutti i soggetti coinvolti nella realizzazione dell’opera dalla Regione al Ministero delle infrastrutture, dalla Città Metropolitana all’Unione dei Comuni a cui si aggiunge un
ringraziamento particolare per le ditte del territorio che si sono occupate dei lavori con professionalità e celerità (Berti Sisto & C. e Società Italiana Costruzioni Strade Srl).
29/04/2017 22:47 Comune di Scarperia e San Piero
Comune di Firenze
Tramvia, approvato il bando per la progettazione dell'estensione a Sesto Fiorentino e a Campi Bisenzio
Un nuovo e decisivo passo avanti nell’ampliamento della rete tranviaria fiorentina. È stato approvato nei giorni scorsi l’atto propedeutico alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, prevista la prossima settimana, del bando per la progettazione dell'estensione della linea 2 a Sesto Fiorentino e della linea 4 dalle Piagge a Campi Bisenzio. Oggetto del bando di gara “l’affidamento dell’incarico di redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’estensione del sistema tranviario fiorentino nei Comuni di Firenze, Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino”. In particolare il soggetto vincitore oltre a redigere il progetto di fattibilità tecnica ed economica dovrà anche fornire il “supporto alla stazione appaltante per la notifica del progetto alla Comunità Europea per l’acquisizione di finanziamenti”. La progettazione prevede tre lotti funzionali distinti: l’estensione della linea 2 (linea 2.2) dall’aeroporto di Peretola al Polo Scientifico nel Comune di Firenze e Sesto Fiorentino; l’estensione della linea 4 (4.2a) nella tratta dalle Piagge all’abitato di San Donnino nel Comune di Firenze e Campi Bisenzio; l’estensione della linea 4 (4.2b) nella tratta San Donnino-Campi Bisenzio. Nel bando è previsto anche che la stazione appaltante “si riserva di affidare all’aggiudicatario uno o più dei seguenti servizi: la redazione del progetto definitivo della linea 2.2 e della linea 4.1 (tratta stazione Leopolda-Piagge). Il valore totale stimato dell’avviso poco più di 7 milioni e 323mila euro (Iva esclusa).
La scadenza per l’invio delle offerte è fissato per il 22 giugno. (mf)
29/04/2017 20:30 Comune di Firenze
Redazione Met Sport
In 3000 di corsa nel centro per la "Guarda Firenze"
Dopo la due giorni del meeting di atletica Multistars ancora un successo per Firenze Marathon con l’edizione numero 45 della Guarda Firenze organizzata col contributo dell’Atletica Firenze Marathon. In una bella giornata di sole sono stati confermati i numeri record delle ultime edizioni. Sono stati in circa 3000 in corsa per le vie del centro storico di Firenze, con partenza e arrivo in Piazza Duomo: oltre 1500 coloro che hanno preso parte alla corsa di 10 chilometri Trofeo Donatori di sangue Fratres che ha toccato piazzale Michelangelo e ritorno. Quasi 1500 i ragazzi e i genitori che hanno preso parte alla Mini Guarda Firenze di circa 3 chilometri tutta per le vie del centro storico. Molti gli stranieri in corsa e tantissimi quelli provenienti da fuori Firenze.
Erano presenti il sindaco Nardella, che ha dato il via alla gara sui 10 km, la vicesindaca Cristina Giachi, che ha fatto da starter e poi corso la “minirun” con la figlia, l’assessore allo sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, Maria Federica Giuliani, presidente della Commissione cultura e sport di Palazzo Vecchio, Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale toscano che per il quinto anno consecutivo ha corso i 10 km, in poco più di un’ora e dieci minuti. Sul palco per le premiazioni anche l’ex azzurro di marcia Giorgio Damilano e il tenente colonnello della Guardia di Finanza Di Terlizzi.

LA GARA
Per quanto riguarda la gara sulla distanza di 10 km, in campo maschile ha vinto il marocchino Abdeljalil Dakhchoune del GS Maiano, che ha bissato il successo dello scorso anno, chiudendo in 31’50”. A lui è andato anche il Trofeo Pegaso messo in palio dall’Aeronautica. Secondo Luca Lastraioli dell’Atletica Castello, (quarto l’anno scorso) a pochi secondi dal vincitore; terzo il vincitore del 2015, Abdullamed Lablaida, connazionale e della stessa società del vincitore, che ha chiuso in 33’07”. A seguire Bernardo Nicese de Le Panche Castelquarto (33’30”), Andrea Franchini del Maiano (34’34”) e Stefano Brezzi della Casentino Poppi (35’30”).

Tra le donne successo per Sara Colzi, allenatrice della Fiorentina Women’s Primavera tesserata per l’Atletica Prato, che ha chiuso in 37’56, davanti a Linda Nocentini dell’Atletica Castello (38’22”). Terza Serena Tredici (Runners Barberino, 39’45”) e quarta la vincitrice delle ultime due edizioni, Caterina Deiana, fiorentina di origine sarda del Maiano, che ha chiuso in 40”25.

FAMILY RUN
Per quanto riguarda la gara dei più piccoli primo al traguardo è stato Mario Sanchez delle Bagnese, davanti a Lorenzo Iacona che aveva vinto lo scorso anno, classe 2006 della Martin Luther King. Poi sono arrivati i fratelli Edorado Tagliaferri (classe 2007) e Micol Tagliaferri (classe 2005, prima bimba al traguardo) che… hanno staccato la madre…. Sul podio virtuale tra le femmine anche Sofia Bechi (classe 2005 della Mazzanti) e Sara Oullet classe 2008.

LE ALTRE CLASSIFICHE
Per quanto riguarda la classifica delle palestre con più iscritti si conferma la Time Out (premiata col Trofeo Fratres) davanti alla Firenze Marathon Wellness e alla Palestra Klab.
Per quanto riguarda le società più numerose (premiata col Trofeo ASICS) vince la Canottieri Firenze, seconda lo scorso anno, davanti al Dopolavoro Ferroviario Modena e a Le Panche Castelquarto.
Per le scuole più numerose invece ha vinto la San Pier Martire (premiata col Trofeo Conad) davanti alla
Villani, alla Pio X Artigianelli, al Galluzzo, alla Collodi e poi la Kassel

LE CURIOSITA’
A tutti i partecipanti al termine della corsa è stata consegnata la maglia ufficiale Asics della manifestazione per questa edizione 2017 firmata dall’artista Sergio Nardoni e insieme ad essa un coupon sconto per ingresso alla 81esima edizione della Mostra dell’artigianato e un buono sconto per gli store Universo Sport.
Presenti anche i donatori di sangue della Fratres a lanciare il messaggio che da parte degli sportivi la donazione del sangue è particolarmente gradita. Presenti anche i Bandierai degli Uffizi che hanno animato la piazza. Fabio Inka, ambassador di Asics, ha animato il palco prima della corsa, per il riscaldamento, e nel dopogara. Eva Edili di Lady Radio ha animato il palco insieme a Fabio Fiaschi. Il ristoro è stato a cura della Conad; l’Esercito e la Protezione Civile hanno fatto da supporto, così come i giudici della Uisp e gli oltre 200 volontari lungo il percorso provenienti dalle varie associazioni da sempre vicine all’organizzazione della Firenze Marathon. Presente con le motostaffette e lungo il percorso anche La Polizia Municipale e il Club BMW.
30/04/2017 18:27 Redazione Met Sport
Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi
Al Trauma center di Careggi primo prelievo multiorgano a cuore fermo in Italia
E’ stato eseguito nei giorni scorsi al Trauma center dell’ospedale fiorentino di Careggi il primo prelievo multi organo in Italia da donatore a cuore fermo. “La procedura – spiega il dottor Adriano Peris direttore delle cure intensive per il trauma e i supporti extracorporei – è particolarmente complessa perché permette il prelievo, non solo degli organi addominali grazie al sistema ECMO che mantiene l’ossigenazione dei tessuti in assenza di battito cardiaco, ma anche dei polmoni con una tecnica di perfusione a bassa temperatura che ne consente la conservazione in previsione del trapianto".

“Il donatore, nonostante il tempestivo intervento del 118, del Pronto Soccorso e dell'ECMO team di Careggi è deceduto per arresto cardiaco, successivamente - prosegue Peris - il Coordinamento locale donazione e trapianti ha gestito le procedure di prelievo degli organi con l’intervento di equipe chirurgiche dei centri di Firenze, Pisa e Siena”.

“È l’undicesimo caso in cui viene attivata la procedura di donazione a cuore fermo a Careggi dall’ottobre del 2016 – conclude Peris - il terzo nel 2017. Questi interventi grazie alla generosità dei donatori e dei loro familiari, sono una conferma dell’efficienza del programma nazionale di donazione a cuore fermo avviato da circa due anni dal Centro Nazionale Trapianti (CNT) e dall’Organizzazione Toscana Trapianti (OTT) con il supporto della Regione presso l'Azienda ospedaliero - universitaria di Careggi”.
30/04/2017 18:35 Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi
Provincia di Pistoia
Verso Pistoia Capitale Europea del Verde
Pistoia, premiata nel 2017 con l’autorevole riconoscimento di “Capitale Italiana della Cultura”, è un piccolo gioiello conosciuto da pochi. Da sempre crocevia di scambi, la città vanta un ricco patrimonio artistico, storico e architettonico ed è impreziosita dal contesto paesaggistico e territoriale in cui è inserita. Pistoia è infatti cinta a nord dalle montagne, circondata dal verde dei vivai e dista poche decine di chilometri dal mare della Versilia e da contesti culturali importanti come Firenze e Pisa. Sono pochi i centri in Italia che possono vantare ai margini delle città storiche l’esistenza di aree agricole e questo è un valore da preservare oggi più che mai.

La cintura verde che cinge Pistoia - culla della produzione del vivaismo ornamentale di cui è leader a livello europeo - trova le sue origini negli orti coltivati a piante ornamentali all’interno delle mura urbane: gradualmente si passò dal collezionismo botanico, in uso presso le famiglie nobili e borghesi, alle coltivazioni destinate al mercato. In questo luogo, dove le capacità produttive e progettuali del verde si uniscono alle tradizioni culturali della Toscana e nella storia Granducale, nasce Vestire il Paesaggio.

Vestire il Paesaggio, meeting internazionale ideato nel 2007, è giunto quest’anno alla sua quarta edizione ed è l’occasione riflettere e proporre idee innovative per la progettazione del paesaggio, utilizzando a pieno le opportunità offerte dall’ampia gamma di piante coltivate e incoraggiando il contatto del cittadino con la natura, la bellezza e la salubrità del verde. La manifestazione vuole così rafforzare l'immagine di Pistoia non solo come “città delle piante”, ma anche come città d'arte e di eccellenze, territorio ricco di bellezze paesaggistiche, capolavori e cultura.

“L'esperienza produttiva del vivaismo pistoiese ha contribuito in maniera rilevante a diffondere la cultura del verde nel mondo e contestualmente ha permesso a Pistoia di portare elementi caratteristici della sua cultura in posti lontanissimi. Nell'anno di Pistoia capitale della cultura è giusto ricordare che Pistoia è da sempre conosciuta come capitale delle piante. Pistoia approfitta di quest'anno e di questo riconoscimento per rafforzare il suo ruolo di ambasciatrice di una nuova cultura del verde. Una cultura realmente sostenuta dai governi e effettivamente vissuta dai singoli in un concetto a tutto tondo che superi l'attuale visone settoriale e che esalti la dimensione paesaggistica, estetica, economica, ma anche salutistica e di civiltà. Sul nostro territorio ci sono le esperienze e le competenze che consentono di proporci come Provincia guida, stimolatrice di un cambiamento radicale della cultura verde” dichiara il Presidente Rinaldo Vanni che aggiunge “Nella convinzione che sia necessario promuovere e diffondere la cultura del verde a partire proprio da Pistoia, la Provincia di Pistoia da anni organizza con la Fondazione Cassa di Risparmio e il Comune la prestigiosa iniziativa “Vestire il Paesaggio”. Si tratta di una manifestazione che è il fiore all'occhiello del ventaglio di proposte messe a punto dalla Provincia. Pur nelle difficoltà economiche del momento, la Provincia, grazie alla collaborazione di tanti attori locali, delle imprese vivaistiche pistoiesi e, in ultimo ma non per ultimo, dei floricoltori di Pescia, consegna la quarta edizione di Vestire il Paesaggio, per altro arricchita di contenuti e di giornate. E' una impresa che si realizza grazie anche allo sforzo dei dipendenti dell'Area di Governance, diretta dal Dott. Agronomo Renato Ferretti, a cui va il mio sentito ringraziamento. Gli ingredienti per un 2017 di successo ci sono tutti: nomi, location, argomenti. Mi auguro che la partecipazione premi il prestigio dei relatori, l'interesse dei temi proposti, l'impegno profuso e la cura dedicata”.

Per quest’anno Vestire il Paesaggio propone un’edizione eccezionale per l’ampiezza del programma e la pluralità dell'offerta, sia dei luoghi di confronto che delle tematiche affrontate. Domenica 11 giugno aprirà la kermesse la "biciclettata verde", una pedalata ecologica aperta a tutti, con l’unico vincolo di indossare qualcosa di verde o interpretare una scenografia ispirata a piante, fiori e paesaggio. Un’occasione perfetta per lasciarsi catturare dalle suggestioni artistiche, cromatiche e paesaggistiche della Capitale della Cultura 2017, con un itinerario tematico tra spazi verdi, chiostri, parchi e giardini storici della città, illustrato da storici dell'arte, paesaggisti e tecnici del verde.

La giornata di lunedì 12 giugno sarà dedicata ad incontri, dialoghi e itinerari con due tematiche specifiche: la mattina, all’Antico Palazzo dei Vescovi, sarà tutta al femminile per i “Fiori invisibili” del vivaismo, con la partecipazione di Margherita Lombardi e Simonetta Chiarugi, e in collaborazione con “Pollici rosa... di rare piante” e delle donne del Centro Antiviolenza "Liberatutte". Nel pomeriggio, nella sessione “Dal fiabesco drappo all'incanto del paesaggio”, si terrà un incontro dedicato a “Educare alla cultura del giardino: le piante fatte a regola d'arte, dall’Arazzo Millefiori alle produzioni vivaistico-ornamentali pistoiesi”, con una prolusione finale del noto paesaggista e filosofo spagnolo Fernando Caruncho. A seguire, il primo degli Itinerari Culturali del Verde, dedicato all’Arazzo Millefiori, una delle più straordinarie e più rare bellezze artistiche di Pistoia, custodito presso i Musei dell'Antico Palazzo dei Vescovi.

Martedì 13 e mercoledì 14 giugno, nella Sala Maggiore del Palazzo di Giano, ci sarà un convegno aperto dalla lectio magistralis di Francesco Ferrini, professore di Arboricoltura e preside della Scuola di Agraria dell'Università di Firenze, a cui seguiranno sessioni tematiche sui temi della cultura vivaistica, del paesaggio, della ricerca, della pianificazione e progettazione. Nei giorni a seguire proseguiranno gli Itinerari Culturali nel Verde, dove si evidenzieranno la complessità della produzione e le differenti possibilità d’impiego di diverse varietà come: conifere, magnolie, alberi e arbusti sempreverdi, alberi e arbusti caducifoglia, rose, piante da frutto, viti e olivi, rampicanti e perenni, bonsai.

Per l’ultima giornata, sabato 17 giugno, è prevista la tavola rotonda dedicata al progetto di Pistoia Capitale Europea del Verde. A concludere di Vestire il Paesaggio ci saranno le visite guidate su prenotazione al Parco Museo “Lo Spirito del Luogo”, alla Villa Medicea “La Magia” di Quarrata, patrimonio UNESCO, e al giardino storico di Villa Garzoni a Collodi, patria di del burattino più famoso del mondo, Pinocchio.



Dichiarazione resa dal Presidente della Fondazione Cassa Risparmio Pistoia e Pescia Luca Iozzelli

“All’interno delle iniziative di questo 2017, anno così importante per Pistoia e la sua provincia, la Fondazione cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia si è fatta carico, assolvendo pienamente alla sua funzione di Ente al servizio del territorio, di finanziare numerose iniziative. Da sempre il nostro Ente ha dato il suo contributo per il convegno triennale “Vestire il paesaggio” e quindi anche quest’anno, pure per le difficoltà economiche nelle quali si trovano gli Enti pubblici territoriali, abbiamo confermato il nostro essenziale apporto. D’altra parte crediamo che l’attività vivaistica che caratterizza in modo così eccezionale anche dal punto di vista morfologico il nostro territorio, debba e possa essere sempre più uno strumento per far conoscere la nostra città nel mondo”.

Dichiarazione resa dal Sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli

“Il paesaggio ed il verde rappresentano un tratto essenziale dell’identità cittadina: dalle montagne dell’Appennino, ai colli del Montalbano, fino alla pianura produttiva che ospita il più importante distretto vivaistico di Europa. La valorizzazione di questi elementi caratterizzanti del nostro territorio, insieme ad un impegno quotidiano per l’ambiente e per la qualità della produzione e dell’occupazione nel vivaismo, rappresentano una componente costitutiva e strategica del progetto di Pistoia Capitale Italiana della Cultura. Vestire il Paesaggio vuole essere un luogo di ricerca e dibattito di alto profilo, dedicato proprio a questi temi. Iniziativa specifica di questa edizione è quella dedicata alla proposta di candidare Pistoia a Capitale Europea del Verde, dopo essere stata Capitale della Cultura, sul modello già sperimentato dalla città di Essen, con la quale da tempo stiamo sviluppando una riflessione comune. Una prospettiva per la quale in questi mesi abbiamo lavorato raccogliendo la suggestione avanzata da Andreas Kipar durante la sua lectio magistralis a Leggere la Città già nell’aprile dello scorso anno. Per coltivare un obiettivo così ambizioso il nostro territorio ha molto da lavorare: per questo abbiamo già da tempo iniziato a farlo, anche per offrire alla città ulteriori e molto significative prospettive di sviluppo e di crescita, non solo culturale, ma anche economica e sociale”.

Per consultare il programma dettagliato: www.vestireilpaesaggio.it
29/04/2017 22:32 Provincia di Pistoia
Redazione di Met
La musica emergente toscana protagonista al Concerto del Primo Maggio
Il Geometra Mangoni, Dario Brunori, Francesco Motta, gli Amarcord: la Toscana che suona sarà protagonista il prossimo lunedì al Concerto del Primo Maggio, l’evento tradizionale dedicato ai protagonisti della scena musicale italiana, che ogni anno si tiene in Piazza San Giovanni a Roma, davanti a centinaia di migliaia di spettatori, organizzato da CGIL CISL e UIL.

La Toscana, grazie ad iniziative quali “Toscana 100 band” (il bando per giovani musicisti promosso dalla Regione nell'ambito del progetto Giovanisì), e il “Rock Contest” di Controradio (la rassegna delle band emergenti organizzata in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Firenze, Audioglobe e SIAE), si dimostra un luogo che sa selezionare e far crescere i propri artisti fino a farli calcare i palchi più importanti d’Italia.

Sul palco, infatti, si esibiranno gli Amarcord, gruppo fiorentino finalista dell'edizione 2014 del Rock Contest e vincitore del Premio Ernesto De Pascale per il miglior brano in italiano con “Psicosi”, che li ha portati a registrare in studio da Luciano Ligabue lo scorso anno, e gli Incomprensibile FC, combo torinese dedito alla contaminazione tra rock e dubstep, che ha avuto ampia visibilità grazie al Rock Contest 2012. Gli artisti sono stati selezionati tra tanti al “1M Next” dalla giuria composta da Massimo Bonelli, Silvia Boschero, Massimo Cotto, Lele Marchitelli e Davide Poliani.

Ma anche i big sono della grande famiglia del Rock Contest: Il Geometra Mangoni, progetto del pratese Maurizio Mangoni, con il brano “Domani” si è aggiudicato il Premio Ernesto de Pascale 2011 del Rock Contest, presidente di giuria di quella edizione era proprio Dario Brunori, la cui genesi artistica deve molto alla Toscana e a Firenze. Brunori sarà tra gli ospiti speciali della serata insieme al pisano Francesco Motta, che è stato uno dei progetti finanziati da Toscana 100 Band e l’ospite speciale della grande finale “sold out” dell'ultima edizione del Rock Contest lo scorso dicembre alla Flog.

Controradio seguirà il concerto del 1° maggio dalle 15.00 alle 18.30 tra interviste ed approfondimenti ai protagonisti (Fm 93.6 - 98.9 - streaming su www.controradio.it).
29/04/2017 23:29 Redazione di Met
Comune di Firenze
Posa di infrastrutture della telefonia in via Galliano e via Benedetto Marcello, lavori alla rete del gas in via Corridoni e via di Novoli
La posa di infrastrutture della telefonia in via Galliano, via Benedetto Marcello e via Toselli, ma anche in via Thouar e via dell’Olmo. E ancora lavori alla rete del gas in via Corridoni, via di Novoli e via Caduti di Cefalonia e le operazioni di diserbo sul Viadotto dell’Indiano. Sono solo alcuni degli interventi che prenderanno il via la prossima settimana sulle strade cittadine con l’istituzione di provvedimenti di circolazione. Ecco l’elenco.
Via degli Strozzi: per lavori all’altezza dell’Arco di piazza della Repubblica la strada sarà chiusa dalle 21 alle 24 di martedì 2 maggio.
Borgo San Jacopo: per lavori edili martedì 2 e mercoledì 3 maggio, dalle 1 alle 4.30, sarà chiuso il tratto via Guicciardini-via Belfredelli (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). Inoltre sempre mercoledì 3 maggio è in programma un trasloco con chiusura dello stesso tratto da mezzanotte alle 6.
Via della Pergola: inizieranno martedì 2 maggio i lavori per un nuovo allaccio alla rete idrica. Il tratto da via della Colonna a via Alfani sarà chiuso (deroga per mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili). L’intervento si concluderà il 6 maggio.
Via Lunga: per effettuare uno scavo per un nuovo allaccio alla rete idrica all’altezza del numero civico 28 da martedì 2 maggio scatterà la chiusura del controviale lato numero civici pari tra via Lucca e il numero civico 3. Termine previsto 6 maggio.
Via del Loretino: inizieranno martedì 2 maggio i lavori per la posa di una infrastruttura della telefonia. Il tratto da via del Crocifisso a via del Guarlone sarà chiuso fino al 9 maggio (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili).
Via dell’Olmo: ancora lavori per la posa di una infrastruttura della telefonia con l’istituzione, da martedì 2 maggio, di un divieto di transito tra via dei Renai e via San Niccolò. L’intervento andrà avanti fino al 13 maggio.
Via Thouar: anche in questo caso si tratta della posa di una infrastruttura della telefonia all’angolo con via Giovine Italia. Da martedì 2 maggio in via Thouar sarà in vigore un restringimento e sarà chiuso marciapiede; nel viale Giovine Italia invece scatterà la chiusura del marciapiede e della pista ciclabile. I provvedimenti saranno in vigore fino al 13 maggio.
Via Galliano-via Spontini-via Benedetto Marcello-via Toselli: si tratta sempre della posa di infrastrutture della telefonia. Da martedì 2 a martedì 16 maggio saranno in vigore restringimenti di carreggiata.
Via Corridoni: inizieranno martedì 2 maggio i lavori di sostituzione delle condutture della rete di distribuzione del gas. Nel tratto dal numero civico 5R a via Cironi scatterà un restringimento di carreggiata. Termine previsto 20 maggio.
Via di Novoli-via Caduti di Cefalonia: anche in questo caso si tratta di lavori alla rete di distribuzione del gas. Martedì 2 maggio saranno istituiti restringimenti di carreggiata che saranno in vigore fino al 21 maggio nella direttrice in ingresso città.

Via dell’Osservatorio: da martedì 2 maggio sono in programma alcuni lavori edili ad un appartamento. Si inizia con il montaggio del ponteggio con la chiusura, dalle 9 alle 17, del tratto da via di Boldrone a via Dezzi con deroga per i mezzi di soccorso e i veicoli diretti ai passi carrabili. Per la durata dei lavori (fino al 30 luglio) sono previsti divieti di transito per lo scarico e carico dei materiali nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì in orario 14-16 eccetto mezzi di soccorso in direzione via del Gioiello e anche veicoli diretti ai passi carrabili da via del Gioiello a via di Boldrone. Per lo smontaggio del ponteggio, previsto per il 30 luglio, saranno replicati i provvedimenti in vigore il 2 maggio.
Viale dei Pini: per lavori edili con piattaforma aerea da martedì 2 maggio, in orario 7.30-19.30, sarà chiusa l’intera diramazione prospiciente numeri civici 70-80. Termine previsto 5 maggio.
Via Datini: per lavori notturni con autogrù all’angolo con via Erbosa dalle 21 di mercoledì 3 alle 6 di giovedì 4 maggio sarà in vigore un divieto di transito veicolare nella corsia di ingresso agli accessi scarico e carico merci del centro commerciale. Chiusa anche la corsia della direttrice via Datini-via d’Antiochia.
Viadotto dell’Indiano: per effettuare le operazioni di diserbo da mercoledì 3 maggio sono previsti restringimenti a tratti da Ponte a Greve a viale Gori. I provvedimenti saranno in vigore fino al 15 maggio nelle fasce orarie 9.30-12.30 e 14-16.30
Via dei Pilastri: per lavori edili il tratto via Farini-via Carducci sarà chiuso giovedì 4 maggio in orario 9-15 (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili).
Via Santo Spirito: venerdì 5 maggio è in programma un trasloco. Il tratto da via Geppi a via dei Coverelli sarà chiuso dalle 12 alle 20 (eccetto mezzi di soccorso e veicoli diretti ai passi carrabili).
Via delle Terme: per lavori edili venerdì 5 maggio il tratto da Por S.Maria a piazza Santa Trinita sarà chiuso in orario 9-18.
Via dell’Albero: anche in questo caso si tratta di un trasloco in programma venerdì 5 maggio. Dalle 7 alle 19 la strada sarà chiusa.
Via delle Ortensie: per lavori edili con piattaforma aerea all’altezza dei numeri 24-26 venerdì 5 maggio la strada sarà chiusa dalle 7 alle 19.
Via dell’Ariento: per un trasloco con scala aerea sabato 6 maggio, da mezzanotte alle 5, scatterà un restringimento di carreggiata all’altezza del numero civico 29.
Per quanto riguarda i provvedimenti legati a iniziative ed eventi, si inizia domani con la Guarda Firenze con divieti di transito al passaggio lungo i due itinerari piazza San Giovanni-Ponte Vecchio-Borgo San Jacopo-Ponte alla Carraia-piazza Goldoni-piazza della Repubblica-piazza Duomo-via del Proconsolo-via dei Neri-lungarno alle Grazie-Ponte San Niccolò-viale Michelangelo-viale Poggi-piazza Demidoff-Ponte alle Grazie-Por Santa Maria-piazza San Giovanni e piazza San Giovanni-Por Santa Maria-piazza Pitti-via Maggio-Ponte Santa Trinita-via Tornabuoni-piazza della Repubblica-piazza San Giovanni (dalle 9.30). Per la Festa di Primavera sono previsti divieti di sosta e transito in viale Fanti (tratto) e nell’area di parcheggio di viale Nervi (8.30-19.30). Lunedì 1° maggio per la Festa del 1° maggio previsti divieti di sosta e transito nella piazza dell’Isolotto (10.30-18.30). Passando a sabato 6 maggio per l’iniziativa “Un bosco in città” sarà chiusa via Romana, da piazza della Calza a piazza San Felice (14-23).
(mf)
29/04/2017 20:28 Comune di Firenze
Comune di Firenze
Concia in missione istituzionale a Dresda, al lavoro per la promozione di Firenze e in particolare del Maggio
Una missione istituzionale a Dresda che è stata l’occasione per gettare nuove basi per nuovi scambi economici, culturali e turistici. In tre giorni di incontri l’assessora al turismo, alla cooperazione e relazioni internazionali e marketing territoriale Anna Paola Concia ha lavorato per creare presupposti per lo sviluppo di nuove strade di collaborazione con la città tedesca, con la quale Firenze è gemellata dal 1978. “Grazie ad un gemellaggio siglato 39 anni fa e rimasto sempre attivo non solo negli scambi istituzionali, ma anche e soprattutto in quelli culturali, scientifici, sportivi e nella formazione– ha detto l’assessora Concia - Firenze e Dresda hanno una lunga e ricca storia di relazioni che adesso si rinnovano e vengono potenziate. L’invito da parte del sindaco di Dresda Dirk Hilbert a partecipare all’inaugurazione del Kulturpalast, l’importante centro culturale ristrutturato che da oggi diventa un punto di riferimento europeo per gli scambi culturali, è stata l’occasione per lavorare alla promozione di Firenze e per parlare con altre delegazioni di città gemelle, fra cui San Pietroburgo”. Durante la tre giorni a Dresda l’assessora Concia ha incontrato oltre al Sindaco Hilbert anche il vice sindaco di Dresda Detlef Sittel, l'assessore alla cultura e al turismo Annekatrin Klepsch alla quale ha proposto il Maggio Musicale Fiorentino con pacchetti turistici dedicati ai cittadini di Dresda, notoriamente grandi amanti della musica classica e dell'Opera. (sp)
29/04/2017 20:39 Comune di Firenze
Comune di Firenze
Operaio morto all’Osmannoro
«Firenze è vicina alla famiglia Rossini, che oggi piange la prematura e tragica perdita di Fabio. La nostra comunità, ancora una volta, é toccata profondamente da una tragedia sul lavoro. Quel lavoro che dovrebbe assicurare sostegno e dignità di vita e che invece, spesso, si rivela luogo di dolore e morte». Lo ha detto il sindaco Nardella esprimendo «il suo cordoglio e quello della città» per la morte dell’operaio di 21 anni, schiacciato dalle sbarre metalliche mentre lavorava in una ditta all’Osmannoro.
«Sarà la magistratura a stabilire sia l’esatta dinamica che le motivazioni tecniche di quanto accaduto – ha aggiunto – ma l'ennesimo dramma ci richiama, con urgenza, al dovere di sorvegliare sulle condizioni che garantiscano la sicurezza sui luoghi di lavoro e il rispetto delle norme». (fn)
29/04/2017 20:43 Comune di Firenze
Regione Toscana
Morto sul lavoro a 21 anni, Rossi e Grieco: "Inaccettabile, non dobbiamo arrenderci"
Una nuova tragedia del lavoro. Stavolta è successo a Firenze, in una ditta di spedizioni. La dinamica dell'incidente è ancora da chiarire, gli inquirenti sono al lavoro e così pure i tecnici della ASL.

"Una smile tragedia ci riempie di dolore - dichiara il presidente della Regione Enrico Rossi che esprime la sua vicinanza e il cordoglio della giunta regionale alla famiglia del giovane - Siamo costretti a subire un'altro morto sul lavoro, ma non dobbiamo arrenderci a una fatale contabilità. La lotta contro l'insicurezza e la precarietà che ha spezzato una giovane vita come quella di questo lavoratore, dobbiamo proseguirla con la massima determinazione. Non restiamo inermi: la Regione sta mettendo in campo risorse ingenti e anche uomini e mezzi per far arretrare questo incubo e questa piaga, rappresentata soprattutto dal mancato rispetto delle norme, dalla disinformazione, dall'illegalità. Sono stati stanziati circa 8 milioni di euro di qui al 2020. E' partita una campagna per la sicurezza che punta sulla sensibilizzazione di tutti, lavoratori e aziende. Il lavoro è al centro del nostro pensiero e della nostra azione ogni giorno. Il lavoro è vita, formazione continua, crescita, rispetto della persona, costruzione di speranza e futuro. Di lavoro, di fatica, non si può e non si deve morire. Nella nostra epoca e nella nostra Italia, per milioni di persone, i diritti dei lavoratori sono ancora un territorio inesplorato. Questa morte si doveva e poteva evitare. La strada da compiere è ancora tanta. Impediremo con tutta la forza che abbiamo ulteriori arretramenti sui diritti dei lavoratori e sulla protezione delle loro vite".

"Ogni volta che una vita si spezza sul lavoro è una sconfitta per tutti - aggiunge l'assessore al lavoro Cristina Grieco - e cadere sul lavoro a 21 anni è doppiamente inaccettabile. Ma non ci rassegniamo e chiediamo a tutti di fare squadra e di fare ogni giorno uno sforzo in più per aggredire con tutti gli strumenti che abbiamo, una piaga che ancora miete troppe vittime anche in Toscana. Gli strumenti ci sono. Facciamo appello alle istituzioni, ai sindacati, all'ispettorato del lavoro, alle Asl, alle scuole: lavorare senza rischiare la vita si può. Come farlo deve diventare un patrimonio di tutti".
29/04/2017 22:42 Regione Toscana
Comune di Signa
Un'opera di Fiorenzo Toniutti, raffigurante Alda Merini, donata al Comune di Signa
La donazione di un'opera di Fiorenzo Toniutti, raffigurante Alda Merini, ha costituito l'occasione di un piccolo momento celebrativo che ha visto una lezione di Miriam Ticci introdurre la lettura di alcune poesie ad opera di Lucia Succi.

L'assessore alla Cultura Giampiero Fossi, nel ricevere la pregevole donazione, ha ricordato ai presenti il valore dell'arte e della poesia sottolineando come, nonostante una situazione economica non certo facile, la comunità di Signa continui a mantenere vivo ed alto un clima culurale all'altezza della tradizione di Signa.

L'opera verrà presto collocata in una delle sale del Palazzo Comunale.
29/04/2017 22:17 Comune di Signa
Comune di Empoli
Hope, firmato l’accordo con la Regione

Prosegue l’iter burocratico del progetto ‘Hope’, il progetto di Innovazione urbana che riqualificherà spazi ed edifici di proprietà pubblica del centro storico. Il percorso sta vivendo una fase cruciale che ha portato alla firma definitiva dell’accordo tra Comune e Regione Toscana.

La giunta comunale ha prodotto alcune delibere che hanno dato il via libera definitivo a tutta l’operazione.

Il PIU HOPE, Home of People and Equality ha così definitivamente ottenuto il nulla osta della Regione Toscana in merito alla fase di coprogettazione ed è stato ammesso alla successiva fase esecutiva, che si apre con la sottoscrizione di uno specifico accordo di programma finalizzato alla sua attuazione.

SINDACO - «Ci siamo davvero. La firma dell’accordo di programma con la Regione Toscana è fatta – spiega il sindaco Brenda Barnini –, la progettazione esecutiva degli interventi che cambieranno il volto dei vecchi edifici del centro storico prende il via. Sarà una riqualificazione che riguarda spazi fondamentali per il rilancio della nostra città. E ricordo che tutto il progetto HOPE si integra con la già ultimata ristrutturazione di piazza XXIV Luglio e con il consolidamento e il restauro della biblioteca comunale che sta per avviarsi. Dunque anche l’ex ospedale ‘San Giuseppe’, l’ex Ser.T, l’ex convitto e la Torre dei Righi e anche tutte gli spazi esterni che vanno dal Torrione di Santa Brigida a Largo della Resistenza avranno nuova vita. Non solo a livello strutturale ed estetico, ma di contenuto. Gli edifici, oggi spazi vuoti, ospiteranno una Casa della Salute, appartamenti per il co-housing, aree per condividere il lavoro e superfici espositive. Palazzi che torneranno a essere vissuti e utilizzati dai cittadini, rendendoli funzionali a ospitare servizi e attività che siano occasioni di attrattiva e incontro per la popolazione, non solo di Empoli».

L’ammontare complessivo del contributo concedibile al Comune di Empoli è pari a 4.801.798,88 euro (il resto sarà finanziato dall’amministrazione comunale), una cifra che trova copertura finanziaria nell’ambito delle risorse dell’Asse 6 – Urbano del POR FESR 2014-2020.

Un’opera di progettazione che vede coinvolto l’ufficio tecnico del Comune e l’Università di Urbanistica che ha sede proprio dentro all’edificio dell’ex ospedale. Insieme a loro altri professionisti oltre all’intervento dei tecnici della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici.

Proprio per questo la giunta comunale ha disposto gli stanziamenti necessari per l’affidamento degli incarichi professionali. Gli ‘specialisti’ che firmeranno i progetti esecutivi e la direzione dei lavori di tre dei quattro progetti definitivi approvati: ex convitto, ex ospedale ‘San Giuseppe’ ed ex Sert. Mentre gli spazi aperti saranno progettati da personale del Comune.

Rispetto al progetto presentato in sede di bando si è passati da un valore complessivo delle opere di poco più di 15.000.000 di euro a 8.000.000: l’amministrazione ha scelto di puntare su questi quattro progetti, è stato escluso il progetto di interventi riguardante il complesso degli Agostiniani, comunque oggetto prossimamente di lavori con la ristrutturazione della biblioteca. Il finanziamento regionale sarà tuttavia quantificato al termine delle opere. Entro il 2017 saranno terminati i progetti esecutivi, l’obiettivo è quello di avviare i bandi di gara a inizio 2018 per aprire i primi cantieri nella seconda metà del 2018. Entro il 2021 le opere dovranno essere terminate.
29/04/2017 23:10 Comune di Empoli
Comune di Fucecchio
Liberazione, omaggio ai soldati brasiliani a Montefalcone
Gli onori ai caduti per la Liberazione hanno portato ieri i comuni di Fucecchio, Santa Croce sull'Arno e Castelfranco di Sotto a commemorare i soldati della F.E.B., la Força Expedicionaria Brasileira, il contingente brasiliano che durante la seconda guerra mondiale contribuì alla liberazione dell’Italia dal nazifascismo, lasciando anche in toscana un segno evidente del proprio passaggio.
Anche il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli ha voluto rendere omaggio al contributo che diedero i pracinhas, così erano chiamati i soldati brasiliani, nella tradizionale cerimonia che ogni anno si svolge nel Parco di Montafalcone (Castelfranco di Sotto).
“Segni del loro passaggio – dice il sindaco - possono essere ritrovati sul nostro territorio, in prossimità del paese di Staffoli, dove i soldati brasiliani che avevano finito l’addestramento a San Rossore, Pisa) realizzarono un insediamento detto “O deposito”, fatto di tende e baracche in pineta, attuale riserva del Parco di Montefalcone. Qui si trova una marginetta, costruita dagli stessi pracinhas, che ricorda la grotta di Lourdes e restaurata dall'amico Giuliano Cappelli, appassionato di storia locale. Un ringraziamento lo voglio rivolgere alle tante associazioni e alle istituzioni civili, militari e religiose presenti ieri e in particolare al Colonnello della F.E.B. Hamilton Teixeira Camillo che a settembre prossimo lascerà l'ambasciata brasiliana in Italia per tornare nel suo paese. I nostri saluti a questa nazione amica dell'Italia”.
Alla cerimonia è intervenuto anche Mario Pereira, amministratore del monumento votivo militare brasiliano di Pistoia e custode della memoria della FEB in Italia. Il padre di Mario, Miguel Pereira, ex combattente della Força Expedicionaria Brasileira, è stato il primo curatore e guardiano del monumento, ruolo che ha ricoperto fino alla morte nel 2003, diventando uno dei testimoni e dei custodi della memoria storica legata alla seconda guerra mondiale in Toscana.
29/04/2017 21:01 Comune di Fucecchio
Comune di Rignano sull'Arno
Sui Sentieri della Libertà, appuntamento per sabato 6 maggio
Sabato 6 maggio si svolgerà l'VIIIa Edizione "Sui Sentieri della Libertà"

Programma:
ore 9:30 Partenza della camminata da Poggio della Croce e da Poggio Lucia

ore 11:00 Rappresentazione teatrale e Musicale
Intervento dei Partigiani

ore 12:00 Ritorno a Poggio della Croce e a Poggio Lucia
29/04/2017 23:07 Comune di Rignano sull'Arno
Regione Toscana
Scuola, 900 mila euro per trasporto e assistenza studenti disabili delle superiori
Una scuola più accessibile ai ragazzi disabili: questo l'obiettivo che la Regione si prefigge anche per il prossimo anno scolastico 2017-2018, assegnando un contributo complessivo di 900 mila euro, che saranno utilizzati per il trasporto e l'assistenza socio-educativa degli studenti con disabilità che frequentano le scuole secondarie di secondo grado.

Una delibera approvata dalla giunta in una delle ultime sedute, su proposta dell'assessore all'istruzione Cristina Grieco, ripartisce le risorse fra province e città metropolitana.

Le risorse, come già negli scorsi anni, sono assegnate in modo proporzionale alla presenza di studenti disabili iscritti alle scuole secondarie di secondo grado e si affiancano, come sempre, anche a fondi statali.

Gli studenti disabili iscritti alle scuole secondarie di secondo grado in Toscana sono, secondo dati dell'Ufficio scolastico regionale, 4.976.
29/04/2017 22:12 Regione Toscana
Questura di Firenze
Sorpresi con un Ipad rubato e un “jammer” in grado di disturbare gli antifurti delle auto
Passeggiavano tra le auto in sosta di via Forlanini con in mano uno strano oggetto incartato nel cellophane, quando - nei giorni scorsi - sono stati notati da una pattuglia in borghese della Squadra Mobile fiorentina.

Gli uomini della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso si sono subito insospettiti: scattati i controlli nei confronti di un cittadino ungherese di 43 anni e di un 49enne rumeno, gli agenti hanno scoperto che i due giravano con una serie di strumenti notoriamente utilizzati per mettere a segno colpi sulle vetture, oltre ad un Ipad rubato proprio da un’auto parcheggiata.

In particolare il 43enne ungherese aveva con sé un apparecchio elettronico autoalimentato, grande all’incirca come un pacchetto di sigarette e con tre antenne installate su un lato.

L’oggetto, acceso e funzionate quando è stato trovato dai poliziotti, viene solitamente chiamato “jammer” e gli inquirenti ritengono che sia potenzialmente in grado di interferire sui telecomandi delle auto impedendone la chiusura delle portiere.

Il secondo soggetto fermato aveva invece in tasca due cacciaviti e, tra le mani, proprio quella strana busta di plastica che, fin da subito, aveva insospettito gli inquirenti: all’interno, avvolto nella carta stagnola, c’era un Ipad rubato la mattina stessa ad un ignaro automobilista.

Avvisato dal 113, la vittima non aveva neanche fatto in tempo ad accorgersi del fatto.

Durante l’operazione la polizia ha anche rinvenuto, nell’auto presa a noleggio dai fermati, uno strumento solitamente utilizzato per rimuovere le placche antitaccheggio negli esercizi commerciali.

Al momento, in attesa di ulteriori accertamenti e riscontri, i due sono finiti a Sollicciano, sottoposti a fermo di polizia giudiziaria per il reato di ricettazione in concorso.
29/04/2017 22:39 Questura di Firenze
Comune di Certaldo
Una “nuova” Piscina Fiammetta all’orizzonte: 90.000 euro per il progetto
La Giunta comunale informa che, a seguito delle variazioni di bilancio approvate nell’ultimo Consiglio Comunale, è stata finanziata, per un importo di 90.000 euro, la progettazione del rifacimento della Piscina Fiammetta di Certaldo, ovvero di quella parte che riguarda le vasche interne (quella per adulti lunga 25 metri e quella per bambini), il piano vasca e le tribune. Un rifacimento completo quindi per il “cuore” di questa struttura inaugurata il 1 maggio 1979 e poi sottoposta a vari interventi di manutenzione ed ampliamento.

Sulla variazione di bilancio, proposta dalla Giunta, l’assessore Francesco Dei spiega come si è arrivati a tale decisione: “Con il bilancio di previsione avevamo già previsto di contrarre un mutuo per 510mila euro, che ci è stato concesso a tasso zero dal Credito Sportivo, per la parte strutturale, che necessitava di manutenzioni straordinarie, mentre per l’impiantistica, che doveva essere adeguata ai nuovi standard regionali, avevamo messo un finanziamento di quasi 400 mila euro. Il problema è che è emerso che la combinazione dei due interventi, per un importo di 900mila euro, avrebbe poi anche ridotto la funzionalità della piscina, ad esempio avrebbe comportato un innalzamento del fondale, mentre ricostruirla interamente sarebbe costato, indicativamente, circa 300mila euro in più, ma avrebbe consentito di avere un impianto nuovo ad assai più funzionale”

Il progetto di rifacimento riguarderà quindi e due vasche interne, il piano vasca, le tribune, le coperture e l’impiantistica. Verranno fatte salve, anche perché di più recente ristrutturazione, sia l’area bar ristorante, che gli spogliatoi e, naturalmente, tutta l’area esterna, collegata ma autonoma.

“L’ipotesi di rifacimento della piscina si è palesata solo di recente, quando ai lavori di manutenzione strutturale si sono aggiunti quelli necessari per adeguarsi ai nuovi standard impiantistici della nuova normativa – dice il sindaco Giacomo Cucini – e riteniamo che tra investire 900mila euro per adeguare un impianto che resterebbe vecchio e perderebbe delle funzionalità e averne uno nuovo spendendo un po’ di più, la seconda opzione sia quella più sensata. La Fiammetta è baricentrica per gare di livello toscano e nazionale, cui spesso la società sportiva deve dire no a causa dell’inadeguatezza della struttura; fa gravitare su Certaldo ogni settimana centinaia di atleti e famiglie dai comuni limitrofi. Il rifacimento consentirà non solo di creare un polo importante, ma anche di avere un impianto più sostenibile nei consumi, e con un giro di atleti tale da ridurre anche i costi complessivi di gestione. La fase di progettazione sarà anche l’occasione, insieme ad Acquatempra, FIN, Associazione Nuoto, per ridisegnare una piscina funzionale e che risponda ai bisogni di tutti”.
29/04/2017 23:21 Comune di Certaldo
Comune di Tavarnelle Val di Pesa
Un parcheggio sotterraneo nel centro storico di Tavarnelle
Dalle taverne medievali dell'ortone in cui mercanti e viandanti sostavano durante il loro viaggio, lungo via Roma e nei pressi di piazza Cresti, agli spazi contemporanei del nuovo parcheggio sotterraneo di piazza Matteotti. Dalla linea di continuità con il passato di una Tavarnelle che cresce nel rispetto per la storia e l'identità della propria comunità, nasce il progetto di riqualificazione del fulcro vitale del comune chiantigiano. Un'opportunità per vivere il centro con maggiori confort e nuove possibilità di accesso all'area commerciale. L'opera pubblica realizzata dalla giunta Baroncelli con un investimento complessivo pari a 100mila euro, reso possibile grazie all'Unione comunale del Chianti fiorentino, è stata presentata questa mattina alla comunità.


“Si tratta di uno spazio che rinasce – spiega il sindacoDavid Baroncelli- un nuovo servizio aperto e fruibile dai cittadini e visitatori, uno strumento di rilancio economico del territorio a favore delle attività commerciali e di chi opera e lavora nel centro storico”. 40 i posti auto a disposizioner per i cittadini, di cui 2 per i diversamente abili e 6 per i Carabinieri, la Forestale e il Comune, ricavati nello spazio sotterraneo della piazza centrale del paese. E' la volontà della giunta Baroncelli che innova e modifica rispetto al passato la destinazione di una delle aree di sosta più ampie del territorio con un intervento che mira ad incrementare i servizi del centro storico e potenziare l'anima economica del capoluogo. “L'opera – aggiunge il sindacoBaroncelli- fa parte di un progetto più ampio volto ad incrementare i posti auto a servizio del centro storico, scommettiamo su una nuova opportunità che di fatto consentirà di avere un'agevole sosta in centro e favorisce anche le fasce più deboli”.


Il taglio del nastro del parcheggio, accompagnato dall'intervento musicale della Filarmonica Verdi di Marcialla, è stata accolto con grande entusiasmo dalla comunità. Dopo la benedizione del parroco Don Franco Del Grosso e la presentazione dell'investimento a cura del sindaco i cittadini hanno fatto il loro ingresso nell'ampia area sotterranea che si estende per tutta la piazza. “L'opera che consente a cittadini e turisti di fare shopping e fruire del centro comodamente – aggiunge il primo cittadino - è il primo passo di un progetto di riqualificazione più ampio che prevede la realizzazione di nuovi parcheggi nel centro storico, programmati ad esempio in via 2 Giugno e nell'area del Consorzio”. Alla cerimonia erano presenti ilpresidente dell'Unione comunale Giacomo Trentanovi, gli assessori Davide Venturini, Marina Baretta, Giulia Casamonti, il consigliere delegato ai Lavori Pubblici Roberto Fontani, il presidente del Consiglio comunale Alberto Marini e il luogotenente Giuseppe Cantarero. L'ingresso è a senso unico alternato, mentre l'uscita è a chiamata. I lavori hanno previsto l'installazione di un semaforo e la segnaletica orizzontale. Il parcheggio è sempre aperto h24 . Il Comune offre la possibilità di prenotare fino ad un massimo di 10 posti auto in forma di abbonamento.
29/04/2017 21:16 Comune di Tavarnelle Val di Pesa
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Lite davanti a Mc Donald, i carabinieri intervengono a arrestano minore
Durante la notte, poco dopo l’una, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze sono intervenuti in Piazza Adua poiché era stata segnalata una lite in strada tra extracomunitari. Una volta giunti sul posto, i militari hanno trovato due stranieri che litigavano tra di loro di cui uno conosciuto molto bene (si tratta di un cittadino libanese) perché arrestato sempre da loro due giorni addietro per furto di bici. Sull’altro extracomunitario, un tunisino minorenne, classe ’99, pendeva un ordine di applicazione della misura di custodia cautelare emessa il 20 aprile 2017 dal Tribunale per i Minorenni di Roma per reati commessi contro il patrimonio. Gli operanti, a quel punto, lo hanno tratto in arresto notificandogli il provvedimento con cui veniva disposta un aggravamento di un precedente collocamento in Comunità, presso una struttura di Roma, da dove lo stesso si era allontanato l’11 Aprile 2017. Il minore è stato associato presso l’Istituto penale minorile di Roma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il libanese, invece è stato deferito in stato di libertà per ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato e sanzionato con una violazione amministrativa per lo stato di ubriachezza.

FIRENZE. FURTI ALLA DISCOTECA YAB. I CARABINIERI DENUNCIANO PER RICETTAZIONE UN GIOVANE DI PRATO.

Questa notte, verso le 4, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti presso la discoteca Yab, poiché era stata segnalata una persona intenta a rubare. Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che un giovane, all’interno dei bagni, è stato visto frugare nelle tasche di un giubbotto dai vigilantes i quali contattavano i Carabinieri e nel contempo lo fermavano per chiedere spiegazioni. Dagli accertamenti effettuati, gli operanti hanno trovato nella disponibilità del giovane un iphone 6 plus, non di sua proprietà e di cui non ha saputo indicare la provenienza, e per tale motivo è stato deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione. Si tratta di un 20enne di Prato, già noto per i reati della stessa specie

FIRENZE. UBRIACO, SENZA MOTIVO, SCARAVENTA IN TERRA UNO SCOOTER. I CARABINIERI LO DENUNCIANO.

E’ successo durante la notte nei pressi del Consolato Americano. I militari dell’Esercito di servizio preso il Consolato, udendo un forte rumore proveniente dalla vicina via di Corso Italia sono andati a verificare cosa stesse accadendo. Nello specifico, i militari dell’esercito notando una persona ubriaca vicino ad uno scooter che era stato buttato in terra hanno richiesto l’intervento dei Carabinieri. Gli operanti, giunti sul posto, una volta constato che il mezzo riportava graffi sulla fiancata anteriore sinistra ed varie spaccature sul parabrezza e che l’autore del danno era la persona ubriaca li presente lo hanno deferito in stato di libertà per il reato di danneggiamento nonché la contestazione della violazione amministrativa dell’ubriachezza. L’autore del danneggiamento per quanto era ubriaco non riusciva a spiegare la sua azione. Si tratta di un pisano di 28 anni già noto per reati della stessa specie
29/04/2017 22:30 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Comune di Vinci
Leonardo sul grande schermo: come il cinema ha rappresentato il Genio
Martedì 2 maggio, in occasione della ricorrenza della morte di Leonardo, avvenuta il 2 maggio 1519 nel castello di Clos Lucé ad Amboise, si concludono le Celebrazioni Leonardiane del 2017, organizzate dal Comune di Vinci, che hanno finora riscosso grande interesse e partecipazione. In particolare, in occasione della LVII Lettura Vinciana, con la relazione del conservatore del Louvre, Vincent Delieuvin, sul restauro del San Giovanni Battista, e in occasione del Giorno di Leonardo con le tante iniziative organizzate in tutto il territorio che hanno attirato tantissimi curiosi. Il 2 maggio, dunque, alle 21.15 in Biblioteca Leonardiana, si chiuderanno le Celebrazioni con l'evento “Da Emmer a Benigni. Leonardo sul grande schermo”, in cui verrà affrontato, insieme al docente di Storia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara, Francesco Galluzzi, l’inedito tema della filmografia dedicata a Leonardo da Vinci. All’indomani della messa in onda della puntata di Ulisse su Rai3 dal titolo “Viaggio nel mondo della Gioconda”, ultimo documentario sull’opera del Vinciano, in parte girato a Vinci e nelle sale del Museo Leonardiano, Galluzzi ci condurrà alla scoperta delle pellicole cinematografiche dedicate al Genio. Al centro della serata la proiezione del film del 1952 “Leonardo da Vinci”, diretto dal regista e sceneggiatore Luciano Emmer. Poco noto al grande pubblico, il film girato in forma di documentario ottenne il Premio Leone di San Marco per il miglior documentario alla Mostra del Cinema di Venezia. Alla serata interverranno, oltre a Galluzzi, l'assessore alla Cultura del Comune di Vinci, Paolo Santini, e la direttrice del Museo Leonardiano e della Biblioteca Leonardiana, Roberta Barsanti. “Leonardo può essere considerato il precursore della settima arte - sostiene Santini - soprattutto se consideriamo la grandiosità delle carrellate scenografiche emerse, ancor più significativamente dopo il recente restauro, dall'Adorazione dei Magi. Proporre una chiave di lettura come quella con la quale abbiamo voluto chiudere le Celebrazioni Leonardiane 2017, è sicuramente una novità assoluta a Vinci e per questo spero vivamente che l'iniziativa possa riscuotere un buon successo sia fra i cinefili che fra tutti gli appassionati di Leonardo. Come dimenticare ad esempio il Leonardo precursore dei tempi di "Non ci resta che piangere" con Benigni e Troisi, vero mattatore e personaggio chiave del film?".
29/04/2017 22:53 Comune di Vinci
Comune di Vinci
A Vitolini installato un nuovo erogatore di acqua potabile
E' stato inaugurato questa mattina dall'Amministrazione comunale di Vinci il nuovo fontanello da esterno per l’erogazione di acqua potabile naturale e gassata di alta qualità. Il sindaco Giuseppe Torchia e l'assessore ai Lavori pubblici e all'Ambiente, Daniele Vanni, hanno tagliato il nastro del nuovo erogatore istallato in piazza del Popolo a Vitolini alla presenza di numerosi cittadini, già pronti a usufruirne con le loro casse di bottiglie. All'inaugurazione era presente anche Lorando Ferracci, responsabile area istituzioni per la Sidea Italia, la società incaricata dal Comune per gestire la manutenzione dell'impianto. Il distributore di acqua potabile, essendo di ultima generazione, potrà erogare anche acqua gassata con dosaggio di CO2 e acqua refrigerata, il cui costo sarà però a carico dell’utenza, a differenza di quella naturale, a temperatura ambiente, che sarà gratuita. Il pagamento potrà avvenire attraverso un sistema a moneta o con una carta ricaricabile del valore massimo di 10 euro, acquistabile negli esercizi convenzionati del centro abitato di Vitolini. “L'intervento - spiega Vanni - ha lo scopo di sensibilizzare i cittadini sul valore dell’acqua potabile, sulle opportunità offerte da pratiche di consumo improntate alla sostenibilità ambientale, ma anche sulla bontà e la sicurezza dell’acqua della rete idrica. L’acqua del distributore, al pari di quella dei rubinetti, è buona, sicura, controllata e a chilometro zero, poiché proviene dal territorio in cui viviamo. In particolare, questi fontanelli erogano gratuitamente acqua immediatamente buona da bere, grazie a un impianto che riduce i composti del cloro e che, in sostituzione, potabilizza l’acqua con raggi ultravioletti, assicurando al contempo bontà e sicurezza assoluta. Inoltre, l'utilizzo di acqua pubblica riduce l'acquisto di acqua in bottiglia, contribuendo alla riduzione della produzione di imballaggi destinati al ciclo dei rifiuti”.
29/04/2017 22:44 Comune di Vinci
Diocesi di Prato
Il 1° maggio l'ostensione a Prato del Sacro Cingolo
PRIMO MAGGIO, NELLA CATTEDRALE DI PRATO SOLENNE OSTENSIONE DEL SACRO CINGOLO OFFICIATA

DAL VESCOVO FRANCO AGOSTINELLI



Anche quest’anno il primo maggio si rinnova la tradizione. Nel pomeriggio, dopo il canto dei vespri in programma alle ore 17, il vescovo di Prato Franco Agostinelli officerà l’ostensione del Sacro Cingolo, la preziosa reliquia mariana custodita da secoli nella cattedrale di Santo Stefano.

Come vuole il cerimoniale, monsignor Agostinelli mostrerà la Sacra Cintola della Madonna per tre volte all’interno del duomo, dal pulpito del Ghirlandaio, e all’esterno, dal pergamo di Donatello.

Nel giorno che dà inizio al mese dedicato alla Madonna, nel quale si celebra la festa dei lavoratori, la consuetudine vuole che i testimoni dell’ostensione, siano due Maestri del Lavoro decorati con la Stella al merito. Quest’anno sono stati scelti Maurizio Breschi, per anni dipendente alla Rifinizione Nuove Fibre di Montemurlo, e Laura Branchetti, ex dipendente di Poste Italiane. I due testimoni avranno l’onore di partecipare al solenne cerimoniale, accompagnando il Vescovo durante l’ostensione della reliquia ai fedeli, e di apporre le loro firme nel registro contenente lo storico delle celebrazioni.

Nel corso dell’anno le ostensioni canoniche del Sacro Cingolo sono cinque. La prossima si terrà il 15 agosto, festa dell’Assunzione di Maria. Le altre sono l’8 settembre, il giorno di Natale, Pasqua e il primo maggio.
29/04/2017 22:28 Diocesi di Prato
Prefettura di Firenze
Primo Maggio, si festeggiano i "Maestri del lavoro"
Sono 74 i toscani che quest’anno riceveranno la “Stella al Merito del Lavoro”, l’onorificenza conferita dal presidente della Repubblica a coloro che “nella loro esperienza lavorativa si sono distinti per perizia, laboriosità, condotta morale e anzianità di servizio”.

La tradizionale cerimonia di consegna si svolgerà lunedì 1° maggio, Festa del Lavoro, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, con inizio alle ore 10.30. Interverranno il prefetto Alessio Giuffrida, l’assessore Federico Gianassi, il direttore territoriale del Lavoro Antonio Zoina e il console regionale della Federazione Maestri del Lavoro della Toscana Alberto Taiti.



Elenco dei 74 toscani “Maestri del Lavoro” (suddivisi per provincia di residenza):



Firenze (28): Vanni Ammannati, Luigi Baldini, Valter Ballini, Luigi Bandini, Massimo Bartolini, Cristina Bassi, Lucia Berti, Enrico Berto, Franco Borgi, Graziano Calzolai, Marco Caracciolo, Alessandro Casini, Luana Conti, Gertraud Egger, Serena Fontanelli, Giovanni Franco, Andrea Giachi, Giorgio Guidalotti, Mauro Labanti, Patrizia Maestri, Andrea Mattesini, Lucia Mengoni, Luca Minghi, Riccardo Pistolesi, Antonella Prestigiacomo, Dolores Sforza, Enza Tozzi, Rita Zancan Del Gallo.

Arezzo (8): Carla Bacconi, Mario Cerboni, Luca Lorenzini, Roberto Lorenzini, Marcello Mazzetti, Marco Scarini, Roberto Schinco, Massimo Vichi

Grosseto (5): Giorgio Bellaveglia, Maria Gabriella Grechi, Gianni Pratesi, Enrico Ricci, Massimiliano Signori.

Livorno (3): Mauro Gentili, Mirio Giannellini, Enrico Signorini.

Lucca (6): Luca Franceschini, Mauro Lucchesi, Franco Mungai, Rossella Scarpellini, Luigi Stefani, Roberto Taddeucci.

Massa Carrara (5): Angelo Alberti, Giovanni Davide Ceresa, Ermanna Pucci, Riccardo Rossetti, Ferdinando Vannucci.

Pisa (4): Gianfranco Benedetti, Alessandro Bettini, Roberta Bianchi, Fausto Tanzini.

Pistoia (10): Claudio Barbera, Fabiano Gaggini, Marco Giannoni, Osvaldo Giuntoli, Pierluigi Lottini, Nicola Luongo, Damiano Maffucci, Pierluigi Petri, Federico Tosi, Anna Vannucci.

Prato (3):Marco Biondi, Giovanni Guantini, Stefano Guidi.

Siena (2): Fabrizio Dei, Aurelio Testi.
30/04/2017 18:25 Prefettura di Firenze
Comune di Firenze
Musei civici aperti il primo maggio
Il primo maggio, Festa del Lavoro, i musei civici fiorentini saranno tutti regolarmente aperti (tranne il museo Bardini e il museo Bartali).
Il museo di Palazzo Vecchio osserverà l’orario primaverile con apertura 9-23. Aperta anche la Torre di Arnolfo.
Al museo Novecento, aperto in orario 11-20, è ancora in corso la mostra “Visioni dal Nord. Pittura estone dalla collezione Enn Kunila 1910 – 1940”, che chiude il 21 maggio.
A Santa Maria Novella (aperta in orario 9-19) ci sarà l’occasione di visitare i nuovi spazi museali aggiunti recentemente grazie all’ampliamento del museo dopo il trasferimento dell’ex caserma dei carabinieri: il chiostro grande, il dormitorio settentrionale e la cappella del Papa.
Aperti anche Cappella Brancacci, Fondazione Salvatore Romano e museo del Bigallo.
Tutti i dettagli e gli orari dei musei civici a questo link: museicivicifiorentini.comune.fi.it/index.html
29/04/2017 20:45 Comune di Firenze
Comune di Empoli
Empoli: verso una rotatoria all’altezza di via Bisarnella
Una rotatoria all'intersezione tra viale Petrarca e via Bisarnella, sulla Tosco Romagnola. Una novità per il traffico empolese, lungo una delle direttrice più importanti della città. In quel punto, innesto del quartiere di Serravalle e dell’area sportiva, lungo quella che rappresenta la circonvallazione a nord di Empoli, il flusso dei mezzi, nelle ore di punta ed in particolari giorni della settimana, raggiunge livelli di criticità che l'attuale regolamentazione semaforica riesce a sostenere difficilmente. Ecco perché l’amministrazione comunale ha avviato in questi giorni la fase di progettazione. Il progetto definitivo, approvato dalla Giunta Barnini, prevede una soluzione più consona ai moderni criteri di viabilità in modo da garantire una maggiore fluidità del traffico, garantendo un aumento della sicurezza stradale.

«Prosegue il nostro impegno per cambiare la nostra Empoli e renderla una città più moderna e sicura – spiega il sindaco Brenda Barnini – anche questa rotatoria va proprio in quest’ottica. Migliorare la vivibilità degli spazi urbani. Quello è un punto focale del traffico cittadino, soprattutto nelle ore di punta ed in particolari giorni della settimana con la presenza del mercato degli ambulanti o delle partite di calcio al ‘Castellani’. Inoltre una rotatoria consente anche di diminuire la velocità delle auto che percorrono la statale in centro abitato. Crediamo di poter andare alla gara entro il 2017, per vedere realizzare la nuova rotatoria nei primi mesi del 2018».



PROGETTO - L’intervento, progettato dal responsabile del servizio progettazione, infrastrutture e mobilità dell'ufficio tecnico comunale, ingegner Roberta Scardigli, prevede la costruzione di una intersezione a raso del tipo a rotatoria a quattro rami all’intersezione di viale Petrarca con via Bisarnella, senza interventi di adeguamento delle sezioni stradali.

Per la realizzazione dell’opera non sono previste acquisizioni di aree o immobili in quanto l’intervento incide per la maggior parte sulla superficie già attualmente adibita a sede stradale e per la restante parte su terreni già di proprietà del Comune (marciapiedi, aiuole o area di parcheggio). I quattro semafori presenti all’intersezione saranno eliminati e la nuova viabilità si andrà a integrare anche alla pista ciclabile già presente.

La tipologia di rotatoria scelta per questo intervento è la “rotatoria compatta” caratterizzata da un diametro esterno di 39 metri, da un’isola centrale di 20 metri di diametro, dotata di una fascia sormontabile larga 2.30 metri.

Il costo complessivo dei lavori da appaltare è di € 205.000,00 di cui € 20.000,00 per oneri di sicurezza, al quale si aggiungono le somme a disposizione che ammontano a € 45.000,00 per un totale di € 250.000. La spesa sarà finanziata interamente dal Comune di Empoli.
29/04/2017 23:13 Comune di Empoli
Comune di Greve in Chianti
Apre un centro minori al Ferrone
Il Comune di Greve alza il livello di accoglienza aprendo il territorio ad un progetto sperimentale dalla marcata connotazione sociale. Il Cas (Centro di accoglienza straordinaria) del Ferrone si trasforma in un centro per minori, italiani e stranieri, in situazioni di difficoltà. Si chiama “Sprint” ed è il complesso di interventi, specifici e qualificati, che la cooperativa Il Cenacolo, soggetto che gestisce per conto della Prefettura di Firenze i progetti e le azioni mirate all'accoglienza nel territorio grevigiano, realizzerà dalla metà di maggio nella località del Ferrone. Nella frazione è previsto l'arrivo di undici ragazzi dai 16 ai 18 anni. Si tratta di un gruppo di giovani di cui ancora non si conosce la provenienza che andrà di fatto a sostituire il gruppo attuale, composto da richiedenti asilo indiani e pakistani, e saranno inseriti nell'ambito di un percorso innovativo condiviso dal Comune e dalla Cooperativa. Il progetto, dedicato agli appartamenti per l'autonomia e l'accoglienza residenziale di minori e di neo maggiorenni, prevede l'inserimento dei minori in gruppi di 5 e 6 in due unità immobiliari.

Gli ospiti saranno inseriti in varie attività finalizzate a favorire e promuovere concretamente processi di integrazione e conoscenza consoni alle esigenze e all'età dei richiedenti asilo. “Due operatori presenti nel centro di accoglienza garantiranno maggiore sicurezza e tutela, con un presidio diurno e notturno che affiancherà i giovani nell'inserimento del tessuto sociale - spiega l'assessore alle Politiche per l'integrazione Maria Grazia Esposito – oltre all'apprendimento della lingua italiana, qualora se ne presenti la necessità, che occuperà gran parte della loro giornata, il progetto prevede il raggiungimento di obiettivi legati all'autonomia dei ragazzi come la produzione di pasti, l'igiene della casa, con esperienze, percorsi scolastici, stage e tirocini di tipo professionale nelle realtà del nostro territorio. Un percorso dunque che permetta loro di conoscere il tema del lavoro in Italia. Stiamo pensando ad un eventuale inserimento dei ragazzi nella scuola per contadini attiva a San Casciano e finalizzata a formare operatori agricoli”. Il progetto è stato presentato alla cittadinanza dall'assessore Esposito, dal presidente del Cenacolo Matteo Conti e dalla coordinatrice del progetto Marilena Macchia. “Su richiesta dei cittadini – conclude l'assessore – abbiamo deciso di stabilire un contatto diretto e costante tra la comunità e la cooperativa per un coinvolgimento attivo e partecipativo alla condivisione del progetto di interazione e integrazione”.
29/04/2017 21:58 Comune di Greve in Chianti
Comune di Figline e Incisa Valdarno
Manifestazione Serristori, Mugnai: “Guardia alta su applicazione Patti”

“Quando un sindaco vede che c’è qualcosa che non funziona ha il dovere di esserci e impegnarsi per risolverlo”. Parole della sindaca di Figline e Incisa Valdarno, Giulia Mugnai, intervenuta stamani alla manifestazione in favore della Pediatria dell’Ospedale Serristori, servizio sul quale l’assessore regionale Saccardi ha fornito garanzia di mantenimento.

“Quello della Pediatria è un servizio troppo importante per la comunità – ha detto - e lo abbiamo capito chiaramente dalle tante mamme e cittadini con cui abbiamo parlato in queste settimane e che stamani erano qui in piazza. Abbiamo vinto una battaglia importante, tutti insieme. E tutti insieme dobbiamo mantenere alta l’attenzione sul nostro ospedale affinché vengano applicati tutti i punti dei Patti territoriali del 2013, su cui ci sono ormai tempi di attesa inaccettabili. Per il potenziamento del Serristori sono pronti 6,5 milioni di euro, che dovranno servire per migliorare tutti i servizi, compresa la Pediatria. Su questi punti abbiamo concordato la stesura di un nuovo cronoprogramma con l’assessore Saccardi, che si è dimostrata disponibile ad accelerare i tempi: io quindi assicuro massimo impegno per vigilare su questi ultimi impegni presi dalla Regione”.
29/04/2017 22:56 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Firenze
Consiglio comunale di Firenze martedì 2 maggio
Il Consiglio comunale, martedì prossimo, 2 maggio, si svolgerà a partire dalle 9 del mattino per consentire l'illustrazione, il dibattito e il voto sul rendiconto di gestione 2016, presentato dall'assessore al bilancio Lorenzo Perra. La seduta si aprirà proprio con il rendiconto, e proseguirà, dopo una pausa per il pranzo, nel pomeriggio con l'ora dedicata al question time (inizio alle 14,15), cui seguiranno comunicazioni e domande di attualità dei consiglieri. Si passerà poi al voto sulla delibera denominata “Prima applicazione del RU: variante di manutenzione” presentata dall'assessore all'urbanistica Giovanni Bettarini.
Seguono, nell'ordine dei lavori, interrogazioni, ordini del giorno (quelli collegati alla delibera sulle modifiche al regolamento Unesco approvata giovedì scorso), mozioni e risoluzioni. (fdr)

Il dettaglio dei lavori è consultabile al link: http://www.comune.fi.it/export/sites/retecivica/comune_firenze/comune/consiglio/lavori_del_consiglio.htm
Il Consiglio comunale può essere seguito in diretta streaming all’indirizzo: http://www.comune.fi.it/export/sites/retecivica/comune_firenze/comune/consiglio/dir_audio-video.html
In alternativa è possibile seguire la diretta sul canale del Consiglio comunale di YouTube, all’indirizzo: https://www.youtube.com/channel/UCXdLhwYzwI9159Ei7TDTn4w
29/04/2017 20:47 Comune di Firenze
Comune di Bagno a Ripoli
Bagno a Ripoli: Terza corsia, tre assemblee pubbliche per fare il punto sui lavori e modifiche a viabilità
Tre incontri con la popolazione per fare il punto sui lavori per la realizzazione della Terza corsia dell'Autostrada A1 e sui cambiamenti temporanei alla viabilità cittadina. Sono quelli organizzati dall'amministrazione comunale di Bagno a Ripoli e in programma il 3, il 10 e 17 maggio rispettivamente al Circolo Acli di Grassina, al Crc Antella e al Circolo Acli di Ponte a Ema (sempre alle 21.15).
“Il nostro territorio sta vivendo una piccola grande rivoluzione sul fronte delle infrastrutture e delle grandi opere – dice il sindaco -. Ci saranno grandi miglioramenti sulla viabilità e maggior qualità estetica del nostro comune, ma per arrivare a questo nei prossimi mesi dovremo convivere con i cantieri e solo attraverso una costante attività di informazione e condivisione con tutta la popolazione potremo riuscire a limitarne al minimo l'impatto. Le riunioni del mese di maggio saranno seguite da altre iniziative analoghe, che si ripeteranno ciclicamente fino al termine dei lavori, che ci auguriamo arrivi il prima possibile. Ad Autostrade e a Pavimental, a questo proposito, abbiamo chiesto con fermezza serietà e massimo impegno per garantire i lavori in estate e con tempi rapidi e certi”.
Durante gli incontri, oltre al sindaco Francesco Casini, l'assessore alle grandi opere Paolo Frezzi e i tecnici del Comune, ci saranno gli ingegneri di Autostrade e Pavimental (la ditta incaricata dei lavori) Alberto Baldeschi e Pierpaolo Finguerra. Insieme ai cittadini saranno valutate le diverse soluzioni sulle viabilità, saranno inoltre illustrate le opere compensative collegate alla realizzazione della Terza corsia per snellire e migliorare il traffico verso e dal casello della A1 a Firenze sud, come l'ampliamento dell'uscita autostradale, le doppie rotatorie a Ponte a Ema e Vacciano, il potenziamento nell'area di Ponte a Niccheri, la nuova viabilità davanti alla zona dell'ospedale.
Le tre assemblee nelle scorse settimane sono state precedute da un incontro con le aziende e le attività commerciali presenti in via di Campigliano e Ponte a Ema, l'area a interessata fin da subito e più da vicino dai cantieri. “Durante quel primo incontro – aggiunge il sindaco – le imprese hanno espresso le loro comprensibili preoccupazioni, ma è emerso anche un grande senso di responsabilità e la consapevolezza dell'importanza di potenziare il sistema infrastrutturale dell'area fiorentina. Alcuni disagi sappiamo ci saranno, ma con strategie concertate, basate sulla partecipazione e il coinvolgimento costante dei cittadini, lavoreremo per ridurli al minimo”.
29/04/2017 08:46 Ufficio Stampa Comune di Bagno a Ripoli
Comune di Firenze
Due parcheggiatori abusivi individuati e multati dalla polizia municipale di Firenze
Due parcheggiatori abusivi di nazionalità rumena sono stati individuati e multati, oggi pomeriggio, dalla polizia municipale. In via Vittorio Emanuele, nei pressi del giardino dell'Orticultura, una pattuglia del reparto sicurezza urbana ha notato due persone che richiamavano l’attenzione dei conducenti delle auto indicando i posti liberi e aiutandoli a parcheggiare. I due facevano sostare i veicoli anche nel centro della carreggiata creando notevole intralcio al traffico e alla fine delle manovre, in modo insistente ed invadente, chiedevano soldi per l’attività svolta.
Fermati per i controlli, i due rumeni sono poi stati multati. Gli agenti hanno loro sequestrato anche 100 euro, frutto probabilmente dell'attività di parcheggiatori abusivi. (fn)
29/04/2017 20:26 Comune di Firenze
Comune di Tavarnelle Val di Pesa
Festa dei lavoratori di tutto il Chianti a Tavarnelle Val di Pesa
Le comunità del Chianti festeggiano i lavoratori di tutta Italia nella sala consiliare di Tavarnelle Val di Pesa. Il primo maggio è un incontro speciale “Lavoro, le nostre radici, il nostro futuro”, organizzato dalla giunta Baroncelli nella sala Luigi Biagi (Palazzo consiliare, piazza Matteotti) a partire dalle ore 10.30. Domani una folta rappresentanza di amministratori comunali e esponenti sindacali celebrerà la ricorrenza con un evento dedicato al mondo del lavoro.

“Un impegno assunto dall'inizio della legislatura - dichiara il presidente del Consiglio comunale Alberto Marini - e che portiamo avanti con forza e dedizione”. All'iniziativa “Lavoro, territorio, legalità” saranno presenti alcuni rappresentanti delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil e gli amministratori dell'Unione comunale del Chianti fiorentino e dei Comuni di Bagno a Ripoli e Impruneta.

“I temi della serata saranno il lavoro e la legalità - spiega Marini - abbiamo vissuto in questi anni fenomeni di illegalità, lavoro nero, caporalato, ma non dobbiamo dimenticare l'imprenditoria che vive nel rispetto delle regole, delle persone e che, nel contesto di una crisi difficile e lunga da superare, continua con impegno e correttezza ad andare avanti”. Intervengono il segretario generale Cisl Firenze Roberto Pistonina e il sindaco David Baroncelli. L'incontro sarà coordinato dal presidente del Consiglio comunale Alberto Marini. Il 2017 è anche l'anno in cui si ricorda il settantesimo anniversario della strage di Portella della Ginestra, l'eccidio di lavoratori avvenuto nel palermitano ad opera di una banda criminale di Salvatore Giuliano.
30/04/2017 18:23 Comune di Tavarnelle Val di Pesa
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V