MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze
FIPILI, chiusura notturna da Lastra a Ginestra
Sulla strada di grande comunicazione Firenze Pisa Livorno per lavori di ripristino della pavimentazione stradale è prevista la chiusura della carreggiata in direzione mare tra gli svincoli di Lastra a Signa e Ginestra Fiorentina dalle ore 22.00 del 18/07/2019 alle ore 06.00 del 19/07/2019.
17/07/2019 09:21 Città Metropolitana di Firenze
Regione Toscana
Morte di Camilleri, Rossi: "Costruttore di un'Italia civile. Una lezione che non dimenticheremo"
"Camilleri dobbiamo ringraziarlo per la sua letteratura popolare e colta e per non aver mai fatto mancare la sua voce sulle grandi questioni democratiche e costituzionali del Paese, per non essersi mai distratto. Una lezione che non dimenticheremo".

Così il presidente della Regione Enrico Rossi ricorda lo scrittore siciliano scomparso oggi a Roma.

"Campione e costruttore di un'Italia civile, aperta, solidale, mai smemorata del fascismo e delle tragedie italiane - prosegue il presidente - Capace come Tiresia di vedere oltre le apparenze e le contingenze, di indovinare il destino degli italiani. Nella sua letteratura c'è tutto, grandi e piccole cose quotidiane nell'universalità della sua terra siciliana. Così è riuscito a parlare a tutti, senza mai nascondere il suo progressismo, il suo umanesimo profondo. Come toscani siamo anche onorati di averlo avuto come concittadino di Santa Fiora il cui teatro è a lui intitolato".
17/07/2019 14:44 Regione Toscana
Comune di Firenze
Zitta! A Le Murate la proiezione del lungometraggio “corale” contro la violenza sulle donne
Anche Le Murate. Progetti Arte Contemporanea accende i propri riflettori sulla battaglia contro la violenza sulle donne. Martedì 23 luglio alle 21, nella sala Ketty la Rocca, verrà proiettato Zitta! il lungometraggio prodotto da Short Movie Man Studios in collaborazione con 3DViVO, Artemisia e C.A.M. Firenze. Il film ad episodi è composto da dieci cortometraggi di registe e registi, che hanno voluto unire le proprie forze per soffermarsi sulle diverse sfumature della violenza di genere.

Presentato in occasione del Festival dei diritti e della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il film indaga molteplici punti di vista nell’intento di rifuggire l'omologazione, i luoghi comuni ed il giudizio a priori, cercando di andare oltre la mera cronaca che spesso banalizza un argomento così delicato. Zitta! è andato oltre la narrazione della sola violenza fisica per porre l’accento su problematiche altrettanto gravi quali la manipolazione psicologica, l'autoviolenza e l'indifferenza che spesso si cela proprio negli ambienti più vicini alle vittime.

I registi che hanno partecipato al progetto sono: Massimiliano Boldrini, Anna Serena, Maria Pia De Sandro, Claudio Cirri, Elena Scomazzetto, Fabio Bernardini, Benedetta Colasanti, Federico Gori, Cristiano Gazzarrini, Paolo Matassini.

Ingresso libero su prenotazione
Per informazioni e prenotazioni
Tel. 055-2768224
Mail info@muse.comune.fi.it
17/07/2019 13:00 Comune di Firenze
Prefettura di Firenze
Prefettura. Gli Orfani dei femminicidi, vittime da proteggere
A Palazzo Medici Riccardi un convegno per riflettere sulla tutela dei bambini vittime di crimini domestici.
I femminicidi e i reati violenti in ambito familiare sono sempre più frequenti e costituiscono una ferita gravissima per l’intera società. Oltre al trauma fisico e psicologico, questi crimini producono conseguenze di enorme portata anche sul piano economico, in quanto portano con sé ulteriori amari esiti come spesso l’improvvisa mancanza, totale o parziale, di una fonte di reddito a fronte di spese impreviste e consistenti, tra cui quelle per ottenere giustizia.
La normativa europea fornisce alcuni strumenti da mettere a disposizione della persona offesa, soprattutto per quanto riguarda ’informazione e il sostegno, la partecipazione al procedimento penale e la protezione della vittima del reato o dei familiari superstiti, che nella maggior parte dei casi sono i figli, spesso bambini la cui infanzia e vita sono segnate per sempre dalla tragedia subita. Anche la legge italiana prevede il diritto all’indennizzo a favore delle vittime di reati intenzionali violenti e l’erogazione di benefici a favore degli orfani e delle famiglie affidatarie, grazie alle risorse del “Fondo di rotazione per la solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso, delle richieste estorsive, dell’usura e dei reati intenzionali violenti, nonché agli orfani per crimini domestici”.
Il tema è complesso e articolato, ha bisogno di un approccio multidisciplinare e soprattutto richiede l’intervento tempestivo e concreto delle istituzioni. Per fare il punto su un fenomeno tanto drammatico per tutta la comunità, il prefetto Laura Lega ha organizzato a Palazzo Medici Riccardi un confronto a più voci, invitando a partecipare alcuni protagonisti di primissimo livello, tra i quali il Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e intenzionali violenti, prefetto Raffaele Cannizzaro, e la Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio, senatrice Valeria Valente.
La conferenza, dal titolo “Femminicidio e orfani di crimini domestici: la utela della vittime”, è stata largamente partecipata, seguita da un auditorio qualificato e attento, composto dai prefetti della Toscana, da autorità civili e religiose, sindaci, rappresentanti delle istituzioni pubbliche e private, della magistratura, delle forze dell’ordine, del mondo della scuola, degli ordini professionali e delle associazioni antiviolenza.
I lavori sono stati aperti dai saluti del prefetto Laura Lega, del vice presidente della Regione Toscana Monica Barni e del sindaco di Firenze Dario Nardella.
Sono seguiti gli interventi del commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati intenzionali violenti Raffaele Cannizzaro, dell’assessore alla Sanità della Regione Toscana Stefania Saccardi, del sostituto procuratore generale presso la Corte d’Appello di Firenze Luciana Singlitico, del presidente del Tribunale di Firenze Marilena Rizzo, del coordinatore nazionale della Rete Dafne Italia Marco Bouchard, della responsabile della Rete regionale Codice Rosa Vittoria Doretti e della referente di TOSCA – Coordinamento centri antiviolenza toscani Santa Teresa Bruno.
Il convegno è stato chiuso dal Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul femminicidio, senatrice Valeria Valente.
17/07/2019 13:57 Prefettura di Firenze
Comune di Figline e Incisa Valdarno
Bekaert, Mugnai: “Il tempo scorre, su reindustrializzazione servono certezze”
Questa mattina si è tenuto a Roma, presso il Ministero per lo Sviluppo economico, un incontro sulla vertenza Bekaert. Oltre alla delegazione dei sindacati di Fim, Fiom e Uilm, erano presenti il vice capo gabinetto del Ministro Di Maio, Giorgio Sorial, il funzionario della Regione Toscana Paolo Tedeschi, la sindaca Giulia Mugnai, i rappresentanti di Bekaert e di Sernet (advisor incaricato dall’azienda).
Proprio Sernet ha illustrato quanto emerso nei mesi successivi al 28 marzo scorso, data dell’ultimo incontro al Mise, evidenziando la presenza di quattro aziende interessate alla reindustrializzazione.
“Purtroppo nell’incontro di oggi, che ritengo insoddisfacente, non sono emerse novità significative rispetto a marzo – ha commentato la sindaca di Figline e Incisa, Giulia Mugnai –. C’è la conferma che le opzioni più avanzate per la reindustrializzazione arrivano da due aziende, una italiana e una bielorussa, e ciascuna ricollocherebbero un massimo di 90 lavoratori sui 224 rimasti in cassa integrazione. Abbiamo quindi richiesto che il Tavolo presso il Mise venga convocato nuovamente entro la fine di settembre, in modo da conoscere quali sono le opzioni che, combinate assieme o integrate, possono dare una tutela a tutti i lavoratori. Le preoccupazioni continuano ad aumentare perché il tempo stringe e noi abbiamo la necessità di dare una risposta a quelle persone che sono coinvolte direttamente nella vertenza, ma anche a tutto il territorio: quello che chiediamo, infatti, è che siano create le condizioni per dare una prospettiva di sviluppo nel lungo periodo per salvaguardare i livelli occupazioni dell’intera vallata”.

17/07/2019 15:28 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Università di Firenze
Unifi. Arte ed ecologia, all’Orto Botanico un capodoglio di tetrapak per rilanciare l’allarme sull’inquinamento del mare
Sarà costruito con 2.220 cartoni usati di Tetrapak e lancerà il suo grido di allarme per l’inquinamento da plastica sofferto dai nostri mari. E’Il Capodoglio Giovanni di Edoardo Malagigi, installazione artistica che riprodurrà a grandezza naturale un cetaceo della lunghezza di 12 metri e sarà esposto per un mese, dal 6 settembre al 6 ottobre, all’Orto Botanico dell’Università di Firenze (via Pier Antonio Micheli, 3).

L’opera, un forte segnale di denuncia e sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente, rappresenta un capodoglio che vive realmente nel Santuario Pelagos, area marina protetta nel Mar Mediterraneo settentrionale. Giovanni è stato individuato per la prima volta nel 2016 dall'Istituto di ricerca Tethys e questa estate “uscirà” dal suo habitat per condividere con il grande pubblico la fragilità della sua esistenza, messa a rischio dall'attività antropica nei mari e dal grande problema dei rifiuti di plastica. Per la sua realizzazione sono stati recuperati, grazie al contributo del Gruppo Hera, 2.220 cartoni di Tetrapak usati, dai quali sono stati ricavati circa 4.500 elementi da assemblare per ricostruire la superficie esterna dell'animale.

Realizzato in collaborazione con l'associazione CUT | Circuito Urbano Temporaneo, Il Capodoglio Giovanni è un progetto a cura di Valeria D'Ambrosio e Stefania Rinaldi che si pone come fase conclusiva di Whale HUB, progetto di audience development e new media strategies sviluppato per il Museo di Geologia e Paleontologia del Sistema Museale dell’Università di Firenze, vincitore del bando Valore Museo promosso da Fondazione CR Firenze. Whale HUB ha cercato di avvicinare nuovi pubblici alla conoscenza scientifica veicolata attraverso l’arte contemporanea attivando strategie di partecipazione attiva del pubblico che hanno coinvolto artisti e giovani creativi.

Venerdì 6 settembre, giorno dell’inaugurazione dell'installazione, nell’Aula Magna dell’Università (ore 17 - piazza San Marco, 4) Sabina Airoldi, biologa marina e direttrice dei programmi di ricerca di Tethys, racconterà la storia di Giovanni, mentre Adrian Fartade e Willy Guasty, youtuber e divulgatori scientifici, tratteranno tematiche legate all'evoluzione delle specie e degli ecosistemi marini. Alle ore 19 all’Orto Botanico (via Pier Antonio Micheli, 3) un duo musicale di studenti Unifi, i Robin’s Suit, si esibiranno in un concerto acustico folk-rock con un repertorio internazionale focalizzato sul tema del mare.

Dopo il periodo di esposizione all’Orto Botanico, Il Capodoglio Giovanni si sposterà a Rimini per partecipare a Ecomondo, la fiera per l'innovazione industriale e tecnologica dell'economia circolare, per continuare a condividere il suo messaggio a favore dell’ambiente.
17/07/2019 10:24 Università di Firenze
Redazione di Met
160 anni per la Nazione e per la Prima Legione Carabinieri di Firenze
Un compleanno speciale, storico: quello di uno dei più antichi e importanti giornali del panorama della stampa italiana, nonché vera e propria istituzione della città di Firenze che venerdì 19 luglio spegnerà ben 160 candeline.

Sebbene i festeggiamenti siano già partiti, la Poligrafici Editoriale ha deciso di concentrare nella settimana esatta della ricorrenza, una serie di eventi di ampio respiro culturale e di altrettanto ampio coinvolgimento di pubblico. La Nazione, infatti, desidera prima di tutto festeggiare e condividere con i propri lettori questo importante traguardo, per ringraziarli di quell'attenzione e di quell'affetto che ordinariamente riservano acquistando ogni giorno il quotidiano.

Qui di seguito il programma sintetico delle iniziative messe in campo dallo storico quotidiano nelle date del 18 e 19 luglio per celebrare l’importante traguardo:

-18 luglio 2019 - Sala d'Arme di Palazzo Vecchio - Celebrazione congiunta dei 160 anni de La Nazione e il 160° anniversario di costituzione della Prima Legione Carabinieri di Firenze.

-19 luglio 2019 - La Nazione pubblica uno speciale di 32 pagine, in abbinamento gratuito, che ripercorre avvenimento per avvenimento gli ultimi 16 decenni della vita e della cronaca dell'Italia e del mondo.

-19 luglio 2019 - La Nazione, in collaborazione con Poste Italiane, omaggia i lettori di Toscana, Umbria e Liguria, presso le proprie redazioni, con 13 annulli filatelici che celebrano il 160° anniversario del quotidiano

-19 luglio 2019 - La Nazione e il Maggio Musicale Fiorentino: uno speciale Elisir d'Amore. Una serata dedicata a La Nazione con la possibilità per i lettori di assistere gratuitamente al secondo titolo della programmazione estiva del Teatro.

CELEBRAZIONE CONGIUNTA DEI 160 ANNI DE LA NAZIONE E DELLA PRIMA LEGIONE CARABINIERI TOSCANA
SALA D’ARME DI PALAZZO VECCHIO FIRENZE
18 LUGLIO 2019, ORE 10

Domani 18 giugno, all’interno del Sala d’Arme di Palazzo Vecchio a Firenze, con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Firenze sarà celebrato il 160° anniversario di costituzione della Legione Carabinieri di Firenze. Sarà contestualmente commemorata la fondazione de “La Nazione”, vera e propria istituzione della città di Firenze, che vive anch’essa l’importante anniversario dei 160 anni: fondata il 19 luglio del 1859, rappresenta uno dei giornali più antichi nel panorama della stampa italiana.
La “Legione dei Carabinieri Toscani” fu formalmente costituita il 24 luglio 1859, grazie all’opera del Maggiore Filippo Ollandini (poi promosso al grado di Luogotenente Colonnello), inviato a Firenze dopo l’insurrezione del 27 aprile con l’incarico di assicurare l’ordine pubblico e di costituire comandi territoriali dell’Arma. Il decreto istitutivo uniformava divisa, contabilità e amministrazione dei Carabinieri toscani a quella dei Carabinieri piemontesi. Lo spirito che doveva caratterizzare i Carabinieri è efficacemente sintetizzato nel Regolamento dell’epoca: “La principale forza di questo Corpo distinto emerge dalla buona condotta dei Militari ammessi a farne parte. I principi generali che devono guidare i Carabinieri sono l’amore per l’ordine, la disciplina, l’esecuzione delle leggi, il sentimento del proprio dovere. Fu proprio un uomo politico della statura di Bettino Ricasoli, ministro degli Interni e capo riconosciuto del governo provvisorio toscano dopo la fine dei Lorena, interprete autorevole della linea politica che, nelle incerte vicende di quegli anni cruciali, portò alla nascita del Regno d’Italia, a volere “La Nazione”, comprendendo la necessità di uno strumento che potesse diffondere l’idea dell’Italia unita. Lo stesso Cavour riconobbe lo straordinario ruolo svolto dalla Toscana, da Ricasoli e da “La Nazione” nel raggiungimento di quel fine unitario. Da quel momento, il quotidiano ha costituito un simbolo per la città di Firenze ed un punto di riferimento per le famiglie della Toscana, dell’Umbria e della Liguria, raccontando la storia d’Italia, trattando temi locali, nazionali ed internazionali ed annoverando grandi firme tra cui Alexandre Dumas, Dacia Maraini, Collodi, Giosuè Carducci, Vasco Pratolini, Giuseppe Prezzolini, Oriana Fallaci, Mario Luzi e Dino Campana.
La manifestazione sarà aperta da un concerto della Fanfara della Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze e da un’esposizione, in Piazza della Signoria, di autovetture storiche e attuali dell’Arma. Seguirà la visita di una mostra di uniformi storiche dell’istituzione (tra cui corazze e accessori del Reggimento Corazzieri), allestita nella Sala d’Arme. La Sala d’Arme rimarrà aperta al pubblico anche nelle giornate del 19 e del 20 luglio (con orario 8-14) per dare la possibilità ai cittadini di visitare la mostra. Alle 10.30 sarà aperto un convegno con gli interventi del Sindaco di Firenze, Dario Nardella, del Presidente del Consiglio Regionale, Eugenio Giani, del Direttore de La Nazione, Francesco Carrassi e del Capo Ufficio Storico del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, il Colonnello Alessandro Della Nebbia. Chiuderà il Comandante della Legione Carabinieri Toscana, Generale Massimo Masciulli.

SPECIALE 160 ANNI DE LA NAZIONE
19 LUGLIO 2019

Venerdì 19 luglio 2019 La Nazione compie i suoi primi 160 anni di vita. Un traguardo importante se si pensa che il quotidiano rappresenta un punto di riferimento per le famiglie della Toscana, dell'Umbria e anche della Liguria con una prevalenza di diffusione sulla provincia di La Spezia. Per celebrare questa ricorrenza il nostro giornale offre a tutti i suoi lettori un meraviglioso fascicolo di 32 pagine dedicato alla storia del quotidiano e dunque anche alla storia d'Italia. Un inserto completo e aggiornato che ripercorre avvenimento per avvenimento gli ultimi 16 decenni della vita e della cronaca dell'Italia e del mondo.
In tutto questo tempo, La Nazione ha dimostrato di non essere solo il luogo delle notizie approfondite, verificate e riportate con professionalità, quanto piuttosto un vero e proprio punto di riferimento per la gente, per i territori.
Il fascicolo speciale sarà in abbinamento gratuito con il giornale venerdì 19 luglio

LA NAZIONE FESTEGGIA I 160 ANNI CON ANNULLI FILATELICI DI
POSTE ITALIANE
19 LUGLIO 2019

Un compleanno speciale. Storico. La Nazione e i suoi 160 anni: un traguardo che il nostro giornale vuol festeggiare lasciando anche un segno indelebile nel tempo. Per questo - grazie alla preziosa collaborazione con Poste Italiane – il quotidiano regala ai suoi lettori di Toscana, Umbria e Liguria una serie di speciali annulli filatelici. L’appuntamento è per venerdì 19 luglio a Firenze e, in contemporanea, anche nelle città di Arezzo, Empoli, Grosseto, Lucca, Viareggio, Massa, Pisa, Pistoia, Prato, Siena, Perugia e La Spezia.
I collezionisti d’Italia hanno già iniziato la caccia ai 13 annulli che celebrano il 160° anniversario de La Nazione e dunque, venerdì, nella canonica data del 19 luglio (giorno in cui nel lontano 1859 uscì il primo numero del quotidiano) ci sarà la possibilità di ’mettere il timbro’ su questa storica giornata.
La vignetta dell’annullo raffigura il logo “160” creato per celebrare l’anniversario, posto sopra a La Nazione con le date 1859-2019, mentre la corona esterna rimanda all’evento. La copia della prima pagina del giornale, ristampata per l’occasione, che i lettori troveranno nel quotidiano, previa apposizione di un francobollo, potrà così essere suggellata (obliterata in gergo filatelico) e resa esclusiva dall’annullo speciale con la data del 19 luglio 2019, consegnando così ai lettori e alla comunità un prestigioso oggetto filatelico da conservare a memoria indelebile dell’anniversario.
I bolli speciali saranno disponibili per tutti nelle redazioni de La Nazione dalle 9.30 alle 13.30 e per i collezionisti di tutto il territorio nazionale tramite le commissioni filateliche da richiedere agli uffici postali che figurano nelle singole impronte dei bolli.
Questi speciali annulli filatelici – dopo l’utilizzo nelle varie redazioni del nostro giornale, saranno depositati negli uffici postali per soddisfare le richieste di bollatura che perverranno nei 60 giorni successivi dai collezionisti dislocati sul territorio nazionale e il resto del mondo. A conclusione del servizio il piastrino filatelico sarà depositato al Museo Storico PT del Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni di Roma.

LA NAZIONE A TEATRO COL MAGGIO MUSICALE
MAGGIO MUSICALE - FIRENZE
19-23-25 LUGLIO 2019, ORE 20

La Nazione e il Maggio Musicale Fiorentino: uno speciale Elisir d'Amore. Per celebrare infatti i 160 anni dalla fondazione del nostro giornale, l'istituzione fiorentina guidata dal soprintendente Cristiano Chiarot e la Nazione mettono a disposizione dei lettori la possibilità di assistere gratuitamente al secondo titolo della programmazione estiva del Teatro.
Le serate 'griffate' La Nazione sono quelle di venerdì 19 e del 23 e 25 luglio (tutti gli spettacoli iniziano alle 20): in scena l'opera di Gaetano Donizetti nell’allestimento di repertorio, con il maestro Fabrizio Maria Carminati sul podio a dirigere l’Orchestra del Maggio e la regia di Pier Francesco Maestrini. Sul palcoscenico, a interpretare il ruolo di Adina si alterneranno Marina Monzò (al suo debutto al Maggio) e Maria Rita Combattelli mentre nei panni di Nemorino ci saranno Giulio Pelligra e Dave Monaco.
Può bastare un filtro magico per conquistare il cuore della persona amata? In teatro e nelle favole indubbiamente sì. Nella realtà, con le oltre trenta repliche al Teatro della Canobbiana di Milano, dove debutta il 12 maggio 1832, L’elisir d’amore conquista di diritto il cuore di pubblico e critica diventando l’opera più eseguita in Italia per più di un decennio. E pensare che il compositore bergamasco aveva avuto a disposizione ben poche settimane per realizzare quel nuovo titolo che l’impresario Alessandro Lanari desiderava presentare sulla piazza milanese dopo il recente successo dell’Anna Bolena. Ma il prolifico Donizetti, anche se poco più che trentenne, aveva già al suo attivo una quarantina di titoli ed era avvezzo a lavorare con rapidità. In più Lanari gli aveva affiancato Felice Romani, il librettista più quotato del momento. Il frutto della collaborazione tra Romani e Donizetti è un capolavoro di vivacità e inventiva musicale, una sintesi perfetta di elementi tipici dell’opera buffa e momenti di sentimentalismo propri della commedia lacrimevole di ascendenza francese. Il segreto dell’imperituro successo dell’Elisir è racchiuso in questa formula che assicura un equilibrio perfetto tra idillio sentimentale e vis comica. Ascoltandolo, innamorarsi dell’opera sarà davvero inevitabile.
La serata di venerdì 19 - data canonica della nascita del giornale - sarà interamente dedicata a La Nazione: prima della rappresentazione il direttore Francesco Carrassi avrà il piacere di ringraziare tutti i presenti per l'affettuoso attaccamento al nostro quotidiano. Per aggiudicarsi una coppia di ingressi omaggio di questo e degli altri due spettacoli del 23 e 25 luglio, basterà scegliere la data, scrivere una mail a marketing.firenze@monrif.net indicando nomi e data dello spettacolo e attendere la mail di risposta dove saranno specificate le modalità di ritiro.
17/07/2019 15:38 Redazione di Met
Ufficio stampa Comune di Marradi
Marradi: eccidio Crespino, domenica si celebra il 75° anniversario
Si celebra domenica 21 luglio il 75° anniversario dell’eccidio di Crespino del Lamone e Fantino. Un massacro compiuto dai soldati tedeschi il 17 luglio 1944 che, per rappresaglia, trucidarono 44 civili innocenti, inermi. I loro resti da allora riposano all’interno del sacrario-ossario eretto nella frazione marradese. A tenerne vivo il ricordo anche il "Cammino della Memoria" realizzato dal Comune, inaugurato a fine 2017 dal presidente della Cei Gualtiero Bassetti.
Alla commemorazione, promossa dal comitato onoranze caduti civili Crespino-Fantino assieme al Comune di Marradi,
parteciperanno, tra gli altri, il vicepresidente del CSM David Ermini, il direttore del Mausoleo delle Fosse Ardeatine Francesco Sardone e Samuel Artale, deportato sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz (che sabato sarà presente a un incontro pubblico a Marradi per portare la sua testimonianza diretta degli orrori dell'Olocausto).
Alle 9,30 da piazza don Trioschi (parroco tra le vittime dell'eccidio) il corteo si muoverà per raggiungere il monumento ossario, dove sono previsti gli interventi della presidente del comitato onorcaduti Irene Alpi e del sindaco di Marradi Tommaso Triberti, cui seguirà l'orazione ufficiale tenuta da Giuseppe Matulli, presidente dell'Istituto storico della Resistenza. Alle 11,30 il vescovo di Faenza-Modigliana, mons. Mario Toso, officierà la liturgia eucaristica. Il rito dell’onore ai caduti chiuderà la cerimonia.
17/07/2019 13:45 Ufficio stampa Comune di Marradi
Non-profit in provincia di Firenze
A Borgo San Lorenzo torna il Festival dei Libri. Ingorgo letterario nel Borgo: libri, Vicolo della poesia, letture e omaggio al vinile

Versione estiva per l’Ingorgo letterario di Borgo San Lorenzo. La fortunata manifestazione che ha preso il via nel novembre 2018 si appresta alla seconda edizione con un’anticipazione su quello che sarà l’Ingorgo invernale previsto per il 23 e 24 novembre a Villa Pecori Giraldi.
Sabato 20 e domenica 21 Luglio dalle ore 17.00, dunque, versione estiva per il festival del libro e degli autori che per l’occasione si trasferisce in centro storico per dar vita a due serate di presentazioni di libri, caffè letterari, book crossing e poesia. L’evento, organizzato dall’Assessorato alla cultura del Comune di Borgo San Lorenzo e dalla Pro Loco di Borgo San Lorenzo, pone al centro la lettura e la scrittura. Amanti dei libri, autori, case editrici si ritroveranno intorno ai caffè letterari del centro dove sono previsti anche letture a voce alta e musica.
Torna anche il Vicolo della Poesia organizzato dalla poetessa mugellana Beatrice Niccolai che quest’anno compie 5 anni, con un nutrito programma di appuntamenti e con ospiti importanti come l’attrice Carlina Torta e il metereologo Paolo Sottocorona.
Giunti, Sem, Rizzoli, Sperling&Kupfer sono solo alcune delle case editrici presenti per questa versione estiva che vedrà tra gli autori Cristina Stanescu giornalista Mediaset sugli schermi con Quarto Grado e autrice per Sem di “Quando le foglie ridono”, il giallista Antonio Fusco per Giunti Editore, la giovanissima Silvia Ciompi con “Tutto il mare nei tuoi occhi” per Sperling& Kupefer e Laura Calloso che presenta “Due fiocchi di neve uguali” sempre per la Società editrice milanese.
Spazio anche per autori mugellani ed autori emergenti, nonché per laboratori di scrittura creativa per bambini con l’Associazione La Leggeria. Libri in libertà si potranno trovare in vari angoli del centro con la formula del bookcrossing: prendi un libro e ne lasci uno, una pratica di distribuzione gratuita di libri che parte dall’idea di base di lasciare i libri nell'ambiente naturale compreso quello urbano, o "into the wild", ovvero dovunque si preferisca, affinché possano essere ritrovati e quindi letti da altri, che eventualmente possano commentarli e altrettanto eventualmente farli proseguire nel loro viaggio. Tutto intorno “Come panni stesi al sole”, il primo esperimento di poesia estemporanea nel Borgo con la possibilità di scrivere versi e condividerli con il pubblico.
Per gli amanti del vinile una serata omaggio alla musica con i Sabato 80’s che in piazza del Popolo suoneranno proprio i vinili per una bella festa all’insegna della buona musica. E sempre nel centro storico spazio per i collezionisti di vinili, fumetti e piccoli oggetti vintage con la possibilità di scambio per collezionisti e appassionati da 6 a 99 anni!
“Ci sono due momenti importanti per i libri – spiega Cristina Becchi Vice Sindaco e Assessore alla cultura del Comune di Borgo San Lorenzo - uno in vista del Natale e uno quando si sceglie un libro prima della partenza per le ferie, il libro che ci farà da compagno di viaggio. Non a caso abbiamo deciso di replicare questa bella iniziativa, che a novembre ha avuto un buon riscontro, per una scelta ben precisa: per promuovere la lettura e ed educare a leggere ma anche per dare un segnale preciso su come vorremmo fare la cultura, incentivando iniziative che hanno una precisa politica e rispecchiano precisi canoni, ovvero creare movimento di pensiero e stimolare le menti. Quindi un grazie doppio alla Pro Loco di Borgo San Lorenzo e al Direttore Artistico Serena Pinzani che riescono a concretizzare in questo evento questa doppia filosofia e soprattutto a promuovere il patrimonio e la bellezza di Borgo San Lorenzo anche attraverso la promozione della lettura”.
Il programma sulla pagina Facebook dell’Ingorgo Letterario o sul sito della Pro Loco.


17/07/2019 14:09 Non-profit in provincia di Firenze
Comune di Empoli
Empoli. Asfaltature: proseguono i lavori in Via Sanzio, poi Via Roma e Via da Vinci
Manutenzione delle strade comunali: proseguono i lavori sulla viabilità cittadina, interventi che riguardano il centro cittadino di Empoli, ma anche altre zone. L’obiettivo è quello di risanare alcuni tratti che presentano problemi dovuti a cedimenti del manto sottostante.

In questa settimana si sta procedendo in Via Raffaello Sanzio, già interessata dai lavori nei giorni scorsi.
Questa mattina, mercoledì 17 luglio, la ditta incaricata dal Comune sta lavorando nel primo tratto, lato centro.

Domani i lavori proseguiranno in Via Roma, tratto da Via Giovanni da Empoli a Piazza Don Minzoni; poi, meteo permettendo, il programma prevede lavori in Via Leonardo da Vinci, tratto all’intersezione con Via Cavour, e in Viale Giotto, nei pressi di Via Dainelli.
17/07/2019 12:51 Comune di Empoli
Comune di Bagno a Ripoli
Bagno a Ripoli - 24 luglio sciopero del personale Li-nea
Il Comune di Bagno a Ripoli informa che nella giornata di mercoledì 24 luglio 2019 i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil con Fast Confsal, Ugl e Cisal hanno programmato uno sciopero nazionale dei trasporti.
La manifestazione caratterizzerà l'intera giornata con orari differenti. Ataf e Linea hanno proclamato lo sciopero tra le 18 e le 22. Si potranno pertanto verificare interruzioni al servizio di trasporto pubblico in questa fascia oraria.
  • *******
Bagno a Ripoli, 17 luglio 2019
17/07/2019 13:46 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli
Comune di Firenze
Elevazione, performance per due attori con vista. Quarto appuntamento con Firenze dall'alto
Saranno Alessandro Baldinotti e Sandra Garuglieri i protagonisti di Elevazione di AttoDue, performance su testo di Laura Forti con la regia di Simona Arrighi, in scena sulla Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio giovedì 18 luglio in tre repliche (ore 18, 19 e 20 – evento soldout, è ancora possibile iscriversi alle liste d'attesa tramite l'email firenzedallalto1@gmail.com).

La Torre di Arnolfo: luogo monumentale e perfetto. Luogo di splendore, di vedute mozzafiato, ma anche torre della cella chiamata “Alberghetto", dove, tra gli altri, fu imprigionato Girolamo Savonarola, presenza ingombrante e conflittuale, amato e odiato dai fiorentini, spirito critico e intransigente della nostra Firenze.
Ed è proprio Savonarola la figura centrale del racconto, evocato da due personaggi, figli morali del predicatore, personificazioni di due maledizioni-profezie sul Diluvio e sul Fuoco.
Dopo la morte del padre, Diluvio e Fuocoeterno si sono nascosti sulla torre da dove hanno continuato a svolgere la loro azione di coscienze ammonitrici.

L’evento inizia con una camminata dal basso verso l’alto, verso la sommità della torre di Arnolfo, in una sorta di moto ascensionale. Allontanarsi dal basso e vedere le cose da un punto di vista inusuale significa guardare in maniera diversa, ridisegnare i confini e i contorni da un punto di vista nuovo. Sospesi tra terra e cielo, creature non più umane ma nemmeno celesti, i due protagonisti diventano strumento di osservazione e riflessione.
Esistono città ideali o ideali di città da costruire con uno sforzo comune? Le città vanno guardate dall’alto o vissute in tutta la loro problematicità? La performance porrà queste domande al pubblico che arriverà nel punto più alto della torre, autentica congiunzione tra cielo e terra, in quel luogo di puro ascetismo tanto predicato da Savonarola, mentre i fiorentini in basso, prosaicamente, continuano la loro vita.


Elevazione, performance per due attori con vista
di Laura Forti
regia Simona Arrighi
con Alessandro Baldinotti e Sandra Garuglieri
assistente Ivana Cianci
costumi Antonio Musa
sound design Giovanni Magaglio
organizzazione Davide Grassi
Uno spettacolo di AttoDue

AVVERTENZE per Il pubblico:

Si avvisano i visitatori che, pur essendo l’edificio provvisto di ringhiere, corrimano e tutti i necessari apprestamenti di sicurezza, nonché la guida di persone esperte, la vetustà e particolarità dell’edificio, che comprende scalini, passaggi stretti e affacci dall’alto, può comportare alcuni rischi per bambini, anziani e persone con difficoltà di respirazione o che soffrano di vertigini.


Inoltre:

La Torre non potrà essere accessibile in caso di eventi climatici avversi
La Torre non è accessibile ai disabili motori e ai bambini con età inferiore agli anni 8 per motivi di sicurezza.
Il percorso di accesso alla Torre è sprovvisto di ascensore o altro meccanismo di sollevamento.
I bambini (dagli 8 anni in su) dovranno essere ben sorvegliati e, negli affacci, tenuti per mano.
I minori di 18 anni devono essere accompagnati da un adulto.
E’ vietato portare borse o zaini ingombranti.
L’organizzatore non si rende responsabile per qualsiasi evento o danno che dovesse capitare per inosservanza di queste regole e di quanto indicato nelle segnaletica o da parte degli accompagnatori.
La salita alla Torre è di 223 scalini.
La salita è sconsigliata ai visitatori con difficoltà motorie, ai cardiopatici, agli asmatici, a chi soffre di vertigini e di claustrofobia.
E’ severamente vietato sporgersi, sporgere o gettare oggetti all’esterno del Camminamento di Ronda e della Torre e lasciare rifiuto lungo il percorso.
17/07/2019 11:32 Comune di Firenze
Comune di Empoli
Empoli. “Tutti in Piedi!”, la Memoria si canta insieme. L’eccidio del 24 luglio ricordato anche con un concerto ‘improvvisato’ aperto a tutti
Sono passati settantacinque anni da quel tragico episodio che ferì profondamente la storia della comunità empolese – era il 24 luglio 1944 – quando ventinove concittadini furono fucilati per rappresaglia dalle truppe naziste. Per ricordarli, mercoledì 24 luglio 2019, si svolgeranno le celebrazioni commemorative a cui seguirà la terza edizione di “Tutti in piedi!”, uno dei più suggestivi eventi del Luglio Empolese.

Per chi vuol cantare o suonare con l’Orchestra e il Coro all’improvviso per onorare la memoria di quei caduti e della Resistenza a Empoli.

Per il terzo anno Piazza XXIV Luglio si trasformerà in una location per un concerto a cielo aperto dove tutti possono unirsi ai canti.

Una chiamata alle armi della musica e del canto, tutti insieme e tutti in piedi, per ricordare e tracciare un ponte tra passato presente e futuro.
Una serata per ricordare, in una delle date e in uno dei luoghi più significativi di Empoli: il 24 Luglio in piazza XXIV Luglio, dove si tiene la commemorazione dell’eccidio del 1944.
Da un’idea del Comune di Empoli e Giallo Mare Minimal Teatro un evento che vede la musica come arma per dire no alla guerra e al terrorismo. L’iniziativa vede la collaborazione del Comune di Empoli con il Centro Studi Musicali Busoni, Giallo Mare Minimal Teatro, CAM Centro Attività Musicale Empoli, Coro Popolare "MirinCoro", Pia Società Corale Santa Cecilia, Empoli Jazz.

Per chi vuol suonare o semplicemente ha voglia di cantare in coro, verrà formata spontaneamente un’Orchestra all’improvviso per rendere omaggio ai 29 cittadini empolesi che il 24 luglio 1944 persero la vita fucilati per rappresaglia dai nazisti.
La performance sarà insieme un atto di partecipazione, di memoria storica e di riconoscimento per quelle persone che hanno dato la vita per noi, per quello che siamo adesso. Una memoria da difendere con le armi della musica e del canto, un modo etico di dire no alla guerra e ai totalitarismi, ma anche al terrorismo e ai fanatismi. Non importa essere professionisti della musica, si tratta di fare testimonianza e di esserci: per resistere ed esistere.

L’appuntamento è per mercoledì 24 luglio alle 21.30 in Piazza XXIV Luglio, per ricordare, raccontare e cantare. Saranno distribuiti i testi e gli spartiti – e con la partecipazione della Banda, dell’Orchestra e del Coro del CAM, del Mirincoro e della Corale Santa Cecilia - tutti insieme, semplicemente, suoneranno e canteranno. Ecco alcune canzoni che sicuramente sono in scaletta: O Bella Ciao, Inno di Mameli, Fischia il Vento, Sandokan.

Il 23 luglio, il giorno prima, è in programma una prova presso la sede del CAM Centro Attività Musicale Empoli, nell’ex ospedale Vecchio di Via Paladini, alle 21.30 con CAM Orchestra, CAM Banda e CAM coro. La prova è aperta a tutta la cittadinanza e a tutti i musicisti che vogliono partecipare.
17/07/2019 11:53 Comune di Empoli
Alia Spa - Servizi Ambientali
Fiesole: da giovedì 18 luglio attivo l’Ecofurgone anche a Pian di Mugnone
Da giovedì 18 luglio, dalle 08.00 alle 12.00, nel comune di Fiesole, a Pian di Mugnone in P.zza della Repubblica arriva l’Ecofurgone di Alia, un nuovo strumento a disposizione dei cittadini nel comune di Fiesole, dove è appena stato attivato il sistema di raccolta rifiuti porta a porta per tutte le utenze domestiche e non domestiche.

Il servizio a Pian di Mugnone si aggiunge agli ecofurgoni già attivi sul territorio, che da settembre permetteranno di presidiare il territorio comunale e fornire agli utenti informazioni e servizi aggiuntivi, utili e capillari. L’Ecofurgone, un mezzo attrezzato presidiato da operatori di Alia, permetterà alle utenze domestiche di consegnare tutti quei rifiuti che, per caratteristiche o dimensioni, non devono essere esposti durante il “porta a porta”. I cittadini potranno quindi conferirvi: olio vegetale esausto, lampade e tubi al neon, vernici in barattolo e bombolette spray, toner e cartucce stampanti, pile e batterie, piccoli elettrodomestici (come radio, cellulari, phon, tostapane, utensili elettrici, frullatori etc) e farmaci scaduti.

Alia servizi Ambientali SpA e l’Amministrazione comunale hanno previsto per i mesi di luglio ed agosto il seguente calendario di attività, con tappe che permetteranno di presidiare il territorio, sempre in orario 08-12: il IV° lunedì del mese alle Caldine (via di Bugia); il I° martedì a Compiobbi (p.zza Falcone e Borsellino); il III° giovedì a Pian del Mugnone (p.zza della Repubblica); il II° venerdì al Girone (p.zza Pertini) ed il II° sabato nel capoluogo, a Fiesole (p.zza Mino). Da settembre il servizio sarà organizzato su 5 giorni, con appuntamenti fissi da lunedì a sabato (eccetto mercoledì) per tutte le zone sopra menzionate, in corrispondenza con i mercati settimanali che si svolgono nelle frazioni.

Vista la recente attivazione del servizio porta a porta, Alia ricorda ai cittadini di osservare con attenzione gli orari di esposizione, organizzati su due turni uno giornaliero ed uno serale, e la necessità di ritirare i kit per la raccolta. Per questo è attivo l’Aliapoint nel capoluogo (Via degli Artigiani 10), fino al 27 luglio, oppure il numero dedicato per la consegna a domicilio dei contenitori, 373.900 736.

Alia informa che, rispetto all’avvio del servizio per cui è fisiologica una prima fase di assestamento per gli utenti e per il gestore, l’eliminazione delle postazioni stradali sul territorio verrà realizzata entro il mese di agosto.

Per ogni ulteriore informazione è a disposizione il Call Center di Alia, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 19.30, il sabato dalle ore 08.30 alle ore 14.30 ai numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore) oppure il form web “Dillo ad Alia”.
17/07/2019 13:21 Alia Spa - Servizi Ambientali
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Rifiuti speciali abbandonati nel Comune di Borgo San Lorenzo
Militari della Stazione CC Forestale di Borgo San Lorenzo (FI), a seguito di una segnalazione pervenuta alla Centrale Operativa 112 per un abbandono di rifiuti, si recavano in loc. “Ontaneta” nel Comune di Borgo San Lorenzo. Intervenuti sul posto constatavano che sul retro di un fabbricato disabitato di proprietà dell’Università degli Studi di Firenze, erano stati abbandonati al suolo rifiuti speciali derivanti da lavori edili di demolizione di cui al codice CER 17.08, contenuti in circa 30 sacchi di materiale plastico. Il materiale contenuto nei sacchi era costituito da materiale da costruzione a base di gesso del peso complessivo di circa 900 Kg.
Verifiche ulteriori hanno permesso di individuare, anche grazie alle informazioni di dettaglio fornite da un privato cittadino, all’autore dell’abbandono ed al sequestro dell’area. L’autore è stato denunciato per abbandono e gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi, in base all’art. 256 comma 1 lettera a) e comma 2 del Decreto Legislativo 152/2006 (Testo Unico Ambientale).
L’attività dei CC Forestali prosegue incessante per cercare di debellare questo triste fenomeno che è sempre più frequente in tutta la provincia. In questa attività può essere determinante, come in questo caso, il contributo dei cittadini.
17/07/2019 12:03 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Comune di Calenzano
Dal gospel ai Beatles: il programma di Calenzano Estate
Giovedì 18 luglio alle 21.15 il Teatro Popolare d’arte presenta “Gli ultimi saranno ultimi”, spettacolo teatrale di Massimiliano Bruno con Gaia Nanni. Regia di Marco Conté.

Venerdì 19 luglio dalle 19.15 sarà possibile partecipare ad una visita guidata al MuFiS Museo del Figurino storico, con aperitivo. Prenotazioni all’ATC 055 0502161.

Sempre venerdì 19 luglio alle 21.15 si terrà lo spettacolo “For Joy Cntemporary Gospel Choir”, con giovani interpreti e musicisti.

Domenica 21 luglio alle 21.15 la Compagnia l’Altro Teatro presenta “Nonno Giorgio cercasi badante”, commedia teatrale in due atti di Domenico Di Stefano e Massimo Beni. In collaborazione con l’associazione Borgo Antico.

Lunedì 15 luglio alle 21 a CiviCa, per il ciclo di conferenze multimediali dedicato a Michael Jackson, si terrà l’incontro “You rock my world: la maturità, la morte, la rinascita di un mito”, a cura di Alessio Zipoli.

Martedì 23 luglio alle 21.15 ASC Nexus Studio presenta “Beatles’ Drama”, spettacolo teatrale di Eugenio Nocciolini e Gabriele Giaffreda.

Mercoledì 24 luglio alle 21.15 l’associazione Scuola di Musica di Calenzano presenta “Join Trio – progetto Choro e Dintorni”. Arrangiamenti originali di Alessandro Berti di brani tradizionali della muisca Choro brasiliana.
17/07/2019 11:21 Comune di Calenzano
Comune di Empoli
In Consiglio Comunale a Empoli si vota per intitolare un’area verde a Gino Bartali ‘Giusto tra le nazioni’
Intitolare un luogo di Empoli a Gino Bartali, grande campione del ciclismo mondiale ma anche e soprattutto autore di eroiche gesta durante la Seconda Guerra Mondiale, in quel periodo, sfruttando la sua popolarità sportiva e le proprie doti atletiche, riuscì ad aiutare numerosi cittadini italiani di origini ebree a fuggire dalle persecuzioni nazi-fasciste .

È questo l’obiettivo di una mozione che sarà sottoposta al voto del Consiglio Comunale di Empoli nella seduta di domani sera, giovedì 18 luglio. La mozione è stata presentata dallo stesso presidente dell’assemblea, Alessio Mantellassi, a cui il sindaco Brenda Barnini ha affidato la delega alla cultura della memoria.


«C’è grande soddisfazione per essere riusciti a condividere questa scelta fra tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio Comunale – ha detto il presidente Mantellassi, primo firmatario della mozione – . La volontà di ricordare un grande campione del ciclismo e un uomo giusto che contribuì al salvataggio di vite umane è una cosa che non può vedere divisioni. Ho proposto una mozione al Consiglio per intitolare un area a verde della città a Bartali, con il sostegno di tutti i gruppi consiliari. Li ringrazio tutti per il loro contributo. Penso che sia molto utile tentare di individuare temi comuni ed elementi che siano in grado di unire nell'interesse della città».


Gino Bartali già nel 2005 fu insignito dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, della medaglia d’oro al merito civile per aver salvato “circa 800 cittadini ebrei”, poiché Bartali, fra il settembre 1943 e il giugno 1944, si adoperò in favore dei rifugiati ebrei, compiendo numerosi viaggi in bicicletta dalla stazione di Terontola-Cortona (Arezzo) fino ad Assisi (Perugia), trasportando documenti e foto tessere nascosti nei tubi del telaio della bicicletta, affinché una stamperia segreta potesse falsificare i documenti necessari alla fuga dei rifugiati. Inoltre il 2 ottobre 2011 Gino Bartali è stato inserito tra i “Giusti dell’Olocausto” nel Giardino dei Giusti del Mondo di Padova, sempre per l’aiuto offerto agli ebrei durante la seconda guerra mondiale. E infine il grande campione di ciclismo toscano, nato a Ponte a Ema, il 18 luglio 1914 e morto a Firenze il 5 maggio 2000, nel 2013 è stato dichiarato “Giusto tra le Nazioni” da Yad Vashem, il memoriale ufficiale israeliano delle vittime dell’Olocausto fondato nel 1953, riconoscimento per i non ebrei che hanno rischiato la vita per salvare quella anche di un solo ebreo durante le persecuzioni naziste.


“Ricordato l'impegno di Empoli per il ricordo degli uomini che hanno dedicato la propria vita al salvataggio delle vite umane, alla lotta per libertà e per la costruzione democratica – si legge nella mozione che sarà votata - visto che non vi sono spazi dedicati alla memoria di Gino Bartali, si impegna il Sindaco e la Giunta ad intitolare a Gino Bartali un’area a verde della città”.


"Un cattolico devoto, nel corso dell'occupazione tedesca in Italia ha fatto parte di una rete di salvataggio i cui leader sono stati il rabbino di Firenze Nathan Cassuto e l'arcivescovo della città cardinale Elia Angelo Dalla Costa – spiegava anni fa in una nota lo Yad Vashem. Questa rete ebraico-cristiana, messa in piedi a seguito dell'occupazione tedesca e all'avvio della deportazione degli ebrei, ha salvato - prosegue Yad Vashem - centinaia di ebrei locali ed ebrei rifugiati dai territori prima sotto controllo italiano, principalmente in Francia e Yugoslavia.


Bartali, si legge ancora sul sito del memoriale ebreo, ha agito "come corriere della rete, nascondendo falsi documenti e carte nella sua bicicletta e trasportandoli attraverso le città, tutto con la scusa che si stava allenando. Pur a conoscenza dei rischi che la sua vita correva per aiutare gli ebrei, Bartali ha trasferito falsi documenti a vari contatti e tra questi il rabbino Cassuto". ll periodo in cui lavorò più intensamente per mettere in salvo gli ebrei è tra il settembre 1943 e il giugno 1944.



17/07/2019 14:34 Comune di Empoli
Redazione di Met
Steve Hackett al Musart Festival Firenze
Genesis Revisited Tour
Steve Hackett al Musart Festival Firenze
Concerto dedicato al capolavoro Selling England by the Pound

Gli appuntamenti pomeridiani a ingresso libero
SEX & CHARLIE & ROCK ‘N' ROLL: incontro con FRANCESCO SANAVIO
GIUSEPPE SCARPATO TRIO in concerto
AKRO BATIK in concerto
Mostra fotografica BECAUSE THE NIGHT
Docu-film 33 GIRI – ITALIAN MASTERS Sky Arte

Giovedì 18 luglio 2019
Musart Festival – piazza della Santissima Annunziata – Firenze


Steve Hackett al Musart Festival Firenze! Il leggendario ex chitarrista dei Genesis sarà in concerto giovedì 18 luglio in piazza della Santissima Annunziata a Firenze (ore 21,15), nell’ambito del Genesis Revisited Tour 2019.

Per la prima volta Steve Hackett eseguirà interamente l'album dei Genesis “Selling England by the Pound”. Uscito nel 1973, il disco conquistò subito la cima delle classifiche nel Regno Unito ed è stato descritto come “l'album definitivo dei Genesis”. Tra i brani più noti: “Dancing with the Moonlit Knight”, “Firth of Fifth”, “Cinema Show” e naturalmente I Know “What I Like (In Your Wardrobe)”.

Il 2019 segna anche il 40° anniversario di uno degli album solisti più famosi di Steve Hackett, “Spectral Mornings”, cui verrà reso tributo con l’esecuzione di alcuni brani. Non mancheranno gli intramontabili classici dei Genesis e brani dall’ultimo album da solista “At the Edge of Light”.

I biglietti per il concerto (biglietti posti numerati da 28,75 a 57,50 euro) sono disponibili nei punti vendita di Box Office Toscana e online su Ticketone. Per chi lo desidera è disponibile il Gold Package (118 euro), che al biglietto di primo settore abbina ingresso dedicato, visita guidata ai luoghi d’arte della piazza, area hospitality, servizio catering, riduzioni per mostre e attività culturali.

Sul palco Steve Hackett sarà accompagnato da musicisti d’eccezione: alle tastiere Roger King (Gary Moore, The Mute Gods); alla batteria, percussioni e voce Craig Blundell (Steven Wilson); al sax, flauto e percussioni Rob Townsend (Bill Bruford); al basso e chitarra Jonas Reingold (The Flower Kings); alla voce Nad Sylvan (Agents of Mercy).

Il tour estivo 2019 di Steve Hackett è prodotto da Musical Box 2.0 Promotion e Ventidieci.

Come di consueto, prima del concerto serale, ci sono gli appuntamenti Musart a ingresso libero: alle ore 18 nell’ex tipografia dell’Istituto Geografico Militare suona il trio di Giuseppe Scarpato, chitarrista e storico collaboratore di Edoardo Bennato.
Alle 18,30 nel Chiostro di Levante dell’Università degli Studi di Firenze (piazza Brunelleschi) l’incontro “Sex & Charlie & Rock ‘n Roll”: pioniere dello show business italiano ed editore musicale, Francesco Sanavio ci racconta gli anni ruggenti tra contestazioni e grandi intuizioni. Con lui il giornalista Marco Mangiarotti, conduce Stefano Senardi.
Sempre nel Chiostro di Levante, alle 20 e alle 21 proiezione dei docu-film “Pino Daniele - Terra mia” e “Vasco Rossi … Ma cosa vuoi che sia una canzone” tratti dalla serie “33 Giri – Italian Masters”, in collaborazione con Sky Arte.
Per questi appuntamenti è richiesta la prenotazione sul sito musartfestival it.
E ancora, dalle 10 alle 19 (e per gli spettatori di Steve Hackett anche dalle 20 alle 21) nella sala Bookshop dell’Istituto degli Innocenti, i grandi concerti fiorentini degli anni 2000/2009 rivivono nella mostra BECAUSE THE NIGHT, ingresso libero senza prenotazione). Alle 20 in piazza Brunelleschi la Balkan music degli Akro Batik.

Ricordiamo che dalle ore 20 gli spettatori di Musart possono visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti a piazza della Santissima Annunziata. Tra questi l’Istituto degli Innocenti, l’Istituto Geografico Militare, la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze, la Chiesa di Santa Maria degli Innocenti, la Chiesa di San Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico, la Basilica di Santissima Annunziata e, novità di quest’anno, l’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Musart Festival 2019 è prodotto da associazione culturale Musart in co-organizzazione con Istituto degli Innocenti. È realizzato con il contributo di Comune di Firenze/Estate Fiorentina, Città Metropolitana di Firenze, Toscana Promozione Turistica, Fondazione CR Firenze. E’ sostenuto da Toscana Aeroporti, Publiacqua, Unicredit, Firenze Parcheggi, Unicoop Firenze, Findomestic, Sammontana, Ruffino, Prinz, Birra Messina. Media partners Sky Arte e Radio Capital. Si avvale dei partner Trenitalia, Destination Florence. In collaborazione con Istituto Geografico Italiano e Università degli Studi di Firenze.
17/07/2019 15:01 Redazione di Met
Comune di Firenze
Quartiere 2 spettacolo teatrale " Permette Signora "
Il Quartiere 2 presenta "Permette Signora" due risate sotto le stelle per non prenderci troppo sul serio, uno spettacolo con la regia e conduzione di Gabriella del Bianco. Mercoledì 17 luglio ore 21,15 Villa Arrivabene, Piazza Alberti 1/A.
L'ingresso è libero
17/07/2019 09:54 Comune di Firenze
Comune di Scarperia e San Piero
TCR DSG Endurance in parata a Scarperia
Alla vigilia del quarto round stagionale, in programma nel weekend del 20 e 21 luglio sul circuito toscano del Mugello, il campionato italiano TCR DSG Endurance tornerà a dare spettacolo anche fuori dalla pista. Giovedì pomeriggio alle 18.00, infatti, le auto partiranno dall’autodromo e sfileranno, scortate dalla Polizia Municipale, guidate dai propri piloti, rigorosamente in tuta.
Le auto da gara proseguiranno la loro sfilata fino alla cittadina di Scarperia, dove sosteranno sulla storica e affascinante Piazza dei Vicari. Qui sarà organizzato un aperitivo in collaborazione con la Pro Loco di Scarperia e il Centro Commerciale Naturale Corte dei Vicari. I piloti saranno a disposizione del pubblico, distribuiranno gadget e saranno disponibili a scattare foto e firmare autografi, ma anche per spiegare le loro macchine da gara agli appassionati di motorsport. Il rientro in autodromo – sempre in sfilata – sarà a partire dalle 19.00.
Due i piloti toscani da tenere d’occhio nel weekend di gare e che saranno presenti in Piazza dei Vicari: Cosimo Barberini su Cupra, in equipaggio con Carlotta Fedeli, e Sandro Pelatti, su Audi, in equipaggio con Gabriele Volpato. Si prevedono scintille fra i piloti di casa, entrambi già detentori di grandi soddisfazioni sul circuito toscano nelle passate stagioni.
Ancora una volta, il campionato italiano TCR DSG Endurance sigla un primato: sarà infatti la prima volta che le auto da gara usciranno dal circuito del Mugello per sfilare fino a Scarperia.
“In passato abbiamo fatto qualche iniziativa con la Ferrari, e alle volte in Piazza dei Vicari ci sono state premiazioni di piloti che hanno esposto le loro auto, ma una parata così non l’avevamo mai programmata”, ha detto il sindaco di Scarperia Federico Ignesti, che non nasconde la sua passione per il motorsport, pur non avendo mai corso in macchina.
“Siamo orgogliosi di avere nel nostro territorio una struttura così prestigiosa come l’autodromo del Mugello, e ci fa piacere che le auto da corsa e i piloti facciano visita nel centro storico di Scarperia, che è uno dei borghi più belli d’Italia, riconoscimento limitato a poco più di 200 comuni.
“E’ interessante abbinare l’innovazione, la tecnologia e la professionalità che contraddistinguono il motorsport con la cultura e l’arte del nostro centro storico. Un evento del genere, con un campionato che sceglie di fare la propria parata nel nostro centro storico ci riempie di soddisfazione”, conclude il primo cittadino di Scarperia.
“Siamo felici di poter tornare a sfilare fra la gente con le nostre macchine da gara dopo l’esperienza vissuta poco più di un mese fa a Misano e Riccione”, commenta Tarcisio Bernasconi, team-owner della Scuderia del Girasole che si occupa degli aspetti tecnici del campionato italiano TCR DSG Endurance.
“Sulla riviera romagnola al nostro passaggio abbiamo destato curiosità, stupore, interesse, e ogni volta che abbiamo sostato i passanti di tutte le età si sono fermati a parlare con i piloti, a guardare le macchine, qualcuno ha chiesto di aprire il cofano e guardare il motore, qualcun altro è entrato nell’abitacolo, per sentirsi pilota per un attimo dietro il cockpit. Questo significa che la nostra intuizione è giusta: dobbiamo continuare a portare il motorsport fra la gente, per permettere a tutti di coltivare la propria passione per i motori e per far tornare la voglia di venire in circuito a chi l’avesse persa”, conclude Tarcisio Bernasconi.
17/07/2019 13:43 Comune di Scarperia e San Piero
Comune di Firenze
Estate Fiorentina al Q4: “Tangos y folia” nel Chiostro di Villa Vogel
“La musica dal cuore della città alla periferia”, iniziativa di ContempoArtEnsemble per l’Estate Fiorentina in programma dal 9 al 22 luglio 2019 arriva al Quartiere 4. L’appuntamento è con il concerto “Tangos y folia”, lunedì 22 luglio, alle 21, nel suggestivo spazio del Chiostro di Villa Vogel, in via delle Torri 23.

“È con grande piacere che accogliamo a Villa Vogel l’evento conclusivo della rassegna ‘La musica dal cuore della città alla periferia’ – dichiara il Presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni – una serie di concerti di grande qualità e respiro culturale. I quattro appuntamenti curati da ContempoArtEnsemble per l’Estate Fiorentina, che culminano con il tango nel nostro bel chiostro, sono esempi di positive e felici contaminazioni e di ponti gettati fra diverse culture e varie espressioni artistiche. La serata del 22 luglio, dedicata al fascino della più classica musica argentina, sarà sicuramente magica ed emozionante”.

“Presentiamo un programma che, oltre a veri e propri cult come ‘Obliviòn’ e ‘Libertango’, ci farà ascoltare brani di più rara esecuzione attraverso ritmi e colori dell’Argentina”, commenta Vittorio Ceccanti, Presidente di ContempoArtEnsemble.

Il concerto “Tangos y folia” propone brani di Astor Piazzolla (‘Bandoneon’, ‘Ave Maria’, ‘Zita’, ‘Invierno Porteno’, ‘Escualo’, ‘La Muerte del Angel’, ‘Obliviòn’, ‘Libertango’), Angel Villoldo (‘El Choclo’), Carlos Gardel (‘El dia que me quieras’) e Maximo Diego Pujol (‘Nubes de Buenos Aires’).

Duo Bandini Chiacchiaretta: Giampaolo Bandini, chitarra; Cesare Chiacchiaretta, bandoneon. (s.spa.)

Info: https://quartieri.comune.fi.it/quartiere-4 e http://www.contempoartensemble.com.

17/07/2019 16:08 Comune di Firenze
Comune di Firenze
Ruba una bicicletta dal cortile di un reparto della Polizia Municipale, bloccato e denunciato
Si è infilato nel cortile di un reparto della Polizia Municipale per rubare una bicicletta, ma è stato subito bloccato e denunciato.

È finito così il tentativo di furto avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri presso la sede di via dell’Agnolo. Poco prima delle 19 un uomo si è introdotto dal cancello di ingresso mentre si stava chiudendo ed è uscito portandosi via una bicicletta parcheggiata nel cortile. Ma uno degli agenti in servizio negli uffici ha visto tutta la scena ed è riuscito a bloccare l’uomo prima che potesse allontanarsi. Accompagnato negli uffici della Polizia Scientifica per l’identificazione, è risultato essere un cittadino straniero residente a Firenze. Per lui è scattata la denuncia per furto in luogo privato. La bicicletta, di proprietà di uno degli agenti del Reparto, è stata restituita al proprietario. (mf)
17/07/2019 16:15 Comune di Firenze
Comune di Firenze
L’Uomo sulla Luna al Quartiere 5
La quarta edizione del Festival InCanto d’Estate, a cura di A.Gi.Mus Firenze con la collaborazione del Quartiere 5 propone sabato 20 luglio alle ore 21.15 presso la Chiesa di San Michele a Castello (via di San Michele a Castello, 14) un’esibizione musicale per celebrare lo sbarco sulla Luna nel giorno esatto della ricorrenza con il Quintetto di fiati Quinto Aere.

L’evento vuole, infatti, celebrare il 50° anniversario dell’allunaggio coinvolgendo realtà e luoghi del territorio più o meno noti per valorizzare le periferie urbane attraverso momenti accattivanti e rivolti a target di pubblico sempre più ampi.

Questi i musicisti che animeranno la serata: Luca Betti e Maicol Pucci, trombe; Marcello Angeli e Gabriele Tonelli, tromboni; Alberto Pagliafora, corno.

Musiche di Mancini, Williams, Strauss, Carmichael, Burt.
Il concerto è ad ingresso libero.

17/07/2019 16:16 Comune di Firenze
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V