MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze
Protezione civile, maltempo nel territorio metropolitano
La Sala di Protezione Civile della Città metropolitana di Firenze ricorda che è stato emesso un codice giallo, da stanotte fino alla mezzanotte di domani, per rischio idrogeologico-idraulico sul reticolo minore delle aree del Valdarno Inferiore e Bisenzio-Ombrone e di tutte le aree del territorio metropolitano. Codice giallo per rischio idraulico anche nel reticolo principale dell'area del Bisenzio-Ombrone.
26/04/2017 17:45 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Montelupo Fiorentino
“Non sporcare il fiume”. La scultura di Thomas Lange dal 28 aprile al 3 luglio 2017 a Montelupo
Il 28 aprile 2017 presso il Palazzo Podestarile di Montelupo Fiorentino si inaugura la mostra antologica dedicata ad uno dei più liberi e visionari artisti contemporanei che vivono in Italia: Thomas Lange.
Nato a Berlino nel 1957, formatosi in Germania sulla scia del neoespressionismo tedesco, ha scelto l’Italia come sua seconda patria a metà degli anni Novanta, dividendosi oggi tra la capitale tedesca e Torre Alfina, nei pressi di Orvieto. Potrebbe essere definito un tedesco italiano o un italiano tedesco, come in passato avvenne per Albrecht Dürer, a cui Lange ha non a caso dedicato un ciclo di dipinti o per Goethe.
La sua formazione originaria di pittore si nutre degli impeti e le accensioni del Neoespressionismo che si sviluppò in Germania negli anni Settanta, ma la sua poetica profonda aspira a toccare il cuore mistico della realtà nei suoi aspetti più eccessivi, umani e trascendenti.
È soltanto in Italia che Lange ha iniziato a lavorare la terracotta e la ceramica, quasi toccato dal fuoco del genius loci della terra, producendo una considerevole e non omogenea quantità di sculture, intuendo la forza della tradizione e capendo le potenzialità espressive contemporanee di questa materia.
La mostra “Non sporcare il fiume”. La scultura di Thomas Lange, che occuperà gli spazi di Palazzo Podestarile tra aprile e giugno 2017, pensata come sovrapposizione di due mondi (un piano di purezza ed uno di disordine) è una sorta di personale reinterpretazione di Lange nei confronti della storia delle proprie sculture in terracotta, allestite come fossero una immensa ed onnicomprensiva installazione di opere, realizzate nel corso di vari anni o prodotte per l’occasione.
Tra queste un omaggio al crocifisso del 1495 attribuito a Baccio da Montelupo nella chiesa di San Lorenzo a Firenze: Lange ha incardinato la mostra su una grande scultura orizzontale composta di vari frammenti dipinti e dedicata proprio al volto dell’opera fiorentina di Baccio, che riproducono in maniera molto espressiva e dolente, anche se carica di vitalità.
Il tema del sacro ha del resto da sempre affascinato l’artista, che l’ha reinterpretato in grandi installazioni di terracotta come La cacciata dal Paradiso nel 1998, nella serie del Golgota del 2011 o in varie altre opere dedicate alla Crocifissione come la Via Crucis del 2012, dandone versioni di grande pathos, umanità, incandescenza e visceralità.
La scultura di Lange insegue rotte di nascita e di morte, corruzione e fertilità, grazia e maledizione, purezza e opacità, segnate e dipinte nella terracotta, materia a cui farà riferimento esclusivo la mostra di Montelupo Fiorentino, che vedrà esposte sculture di grandi dimensioni come alcune Veneri rivisitate o di dimensioni più contenute ma composte di centinaia di piccoli volti disposti nell’ambiente, di ritratti di famiglia e statue riccamente dipinte secondo il tipico stile barocco-espressionista di Lange.
La mostra, a cura di Marco Tonelli, prevede la pubblicazione di un catalogo edito da Gli Ori, con un testo del critico e storico d’arte Giuliano Serafini, un’intervista all’artista di Lorenzo Fiorucci ed un breve scritto di poetica dello stesso Lange che ha dato il titolo alla mostra.

THOMAS LANGE - Non sporcare il fiume
“Ricordo l’avventura della mia infanzia: casette sull’albero, cacce al tesoro, cowboys ed indiani, campi in fiamme. Mi torna in mente un tesoro particolare trovato dalla nostra banda: piccoli uomini Michelin e pupazzi della Shell in plastica e strani pezzi di vetro, gonfiati e fusi, che esplodevano di colori. La mia vita e la mia arte sembrano pervase del desiderio di ritrovare questi cocci colorati.
Nella mia arte continua questa storia infinita... Un coccio colorato, però, l’ho trovato di sicuro.
La vita è un fiume: nasce, scorre e scompare. Ritorna, rinasce e cresce nuovamente, ritrovando il suo letto antico. L’acqua risponde al cielo e il cielo piange.
Mi alzo la mattina prima del tempo e ritrovo il senso di vivere nella necessità di dare da mangiare al mio cane e i miei gatti.
Tutto quello devo dipingere.
La terra non è liquame. Butto gli escrementi dei gatti nel fuoco del camino.
Le mie teste, le mie pitture e le mie finte nudità sono costumi di un'opera lirica che finisce con un bacio. La visione è l’immagine e la speranza è la voglia di volare sulle montagne e scappare dalla disperazione. La paura della noia e del vuoto in ordine.
Ma come posso dimenticare il silenzio di una sorella e questo spacco isterico schizofrenico tra la memoria e il presente?
Sono cretino ma non ceramista, sono pittore ma anche imbianchino. Le mie “ ceramiche “ sono frammenti di pittura, delle memorie e la sfida di trasformare "privato" in "comune".
Non rispondere alla richiesta di zucchero con marzapane!
Non sporcare il fiume!”


ORARIO DI APERTURA DELLA MOSTRA
Sabato e Domenica 10.00-13.00 / 15.00-19.00
Buongiorno Ceramica 2-3-4 giugno 10.00-19.00
Cèramica 2017 16-17-18 giugno 10.00-23.00

26/04/2017 15:17 Comune di Montelupo Fiorentino
Comune di Rignano sull'Arno
Concerto del 1° Maggio a Rignano sull'Arno
"Chi dice Donna", un Tributo alle Donne nella grande musica italiana.

La Scuola di Musica di Rignano con il Patrocinio del Comune di Rignano sull’Arno presenta il Concerto del 1° Maggio che vedrà la partecipazione di Fabrizio Checcacci.

Il concerto si svolgerà nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale lunedì 1 maggio 2017 alle ore 17:30, in collaborazione con l'ASSOCIAZIONE CULTURALE LA MACCHINA DEL SUONO.


26/04/2017 10:56 Comune di Rignano sull'Arno
Autostrade per l'Italia
A11 Firenze-Pisa nord: regolarmente aperta Prato Ovest
Autostrade per l’Italia comunica che è stata annullata la chiusura della stazione autostradale di Prato ovest, sulla A11 Firenze-Pisa nord, prevista dalle ore 22:00 di domani, giovedì 27 aprile, alle ore 06:00 di venerdì 28.
Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti "My Way" in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre. Sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21.

26/04/2017 11:00 Autostrade per l'Italia
Firenze Fiera
Antigianato: non solo shopping
Non solo shopping. Domani (giovedì) alle 11,00 si svolge la premiazione della 13° edizione del Concorso Scenari di Innovazione, organizzato da Regione Toscana in collaborazione con Artex, con l’obiettivo di rafforzare il rapporto tra sorgenti culturali e tessuto produttivo toscano. Letimotiv di questa edizione, il tema Transizioni: idee e progetti per l’industria artistica toscana.

Nello spazio delle Delizie di Leonardo Romanelli (Padiglione Spadolini, piano Attico) alle 15,30 va in scena Photofood Live, storie ed esperienze a cura del fotografo Paolo Matteoni e di Click4food che lascerà il posto alle 17,30 ad un Viaggio “spiritoso” fra grappa e distillati con degustazione guidata da ANAG. Da non perdere alle 18,00 la conferenza di Alessandro Martire sulla Mitologia dei popoli nativi ed il rapporto con le stellepresso lo spazio degli Stati Uniti, al piano inferiore del padiglione Spadolini.

Prosegue con successo fino a venerdì ITALIAN CRAFTS ACCENTS, l’iniziativa B2B di incontri business fra artigiani toscani d’eccellenza e buyer del mercato USA, promossa e organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con Artex. Un calendario fitto di appuntamenti ed incontri fra 30 aziende toscane di arredo e complementi e un gruppo di operatori statunitensi. Miami, New York, Seattle, Houston, San Francisco, Atlanta le città di provenienza degli 11 operatori partecipanti, fra interior designer, architetti e rappresentanti di catene di negozi di alta gamma. In mostra oggettistica per la tavola, la cucina e il tessile d’arredo. “Il mercato americano del lusso è molto interessato al ‘fatto a mano” made in Tuscany, spiega Maria Elena Angeli addetta ai progetti di internazionalizzazione d’impresa di Artex. “Flessibilità e personalizzazione del prodotto, anche per piccole commesse, alta qualità di materiali e lavorazione sono i plus vincenti delle aziende italiane partecipanti”. Fra queste anche tre ditte presenti in fiera: Chiarugi, Il Palladio e Sedute Vintage.

Tutto il programma su www.mostrartigianato.it
26/04/2017 18:09 Firenze Fiera
Regione Toscana
Consiglio Regionale. Ambiente: territori protetti, nuovi siti nella Rete Natura 2000
Viene aggiornato l’elenco dei siti della Rete Natura 2000. L’aula ha approvato la proposta di delibera con la quale si stabilisce di designare l’area denominata “Bonifica della Gherardesca” nel comune di Capannori in provincia di Lucca come zona di protezione speciale (zps); l’area denominata “Bosco ai Frati” nel comune di Scarperia-San Piero come sito di importanza comunitaria (sic) e di condividere con la regione Lazio la designazione del sic marino “Fondali tra le foci del fiume Chiarone e fiume Fiora”.

Il presidente della commissione Territorio e ambiente Stefano Baccelli (Pd) che ha illustrato l’atto, ha spiegato l’intento di “diffondere sul territorio toscano la Rete Natura 2000”, che “altro non è – ha detto Baccelli – che l’insieme dei territori protetti, di quelle aree di particolare pregio naturalistico come le zone speciali di conservazione, i siti di importanza comunitaria e le zone di protezione speciale”.

Il presidente ha sottolineato come “ad oggi sul territorio toscano tra sic, zps e sir abbiamo ben 167 siti e che quasi il 15 per cento dell’intero territorio regionale è soggetto a livelli diversi di tutela sia per il pregio naturalistico sia per aspetti di flora e fauna”.

Condivisione all’atto è stata espressa dal presidente di Sì-Toscana a sinistra Tommaso Fattori. “Siamo favorevoli – ha detto il consigliere regionale – all’implementazione della Rete Natura 2000 e dei territori protetti e alle misure di conservazione. In questo caso, si tratta di salvaguardare avifauna protetta, una specie di uccelli che va a nidificare nella zona di Capannori”. (bb)
26/04/2017 13:45 Regione Toscana
Comune di Empoli
Empoli. Al Cam il progetto ‘Banda’: fare musica insieme per abbattere le barriere
Ideato e coordinato dal Centro Attività Musicale e realizzato grazie al Centro Studi Musicali Busoni col contributo di Atonte

L’assessore Caponi: «Un progetto che ha in sé moltissimi contenuti educativi e che speriamo possa far crescere a Empoli in futuro una banda cittadina»

La pratica musicale come strumento di abbattimento delle barriere socio-culturali: questo è l’intento del progetto ‘Banda’, rivolto alle classi quarte e quinte delle scuole primarie del Comune di Empoli.

Ideato e coordinato dal Centro Attività Musicale (CAM) e realizzato grazie al Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni di Empoli, col contributo di Atontel, il progetto prevede l’insegnamento degli strumenti a fiato tipici delle bande, come flauto traverso, clarinetto, saxofono, tromba, trombone, corno, basso tuba per arrivare all’istituzione della ‘banda della scuola’.

Il programma ha coinvolto queste scolaresche: alla scuola primaria ‘Leonardo da Vinci’ le due classi IV e le due classi V; alla primaria ‘Baccio da Montelupo’ una classe V e alla primaria ‘Cristoforo Colombo’ di Ponzano una classe V. Gli incontri si stanno svolgendo nella sede del Cam, in via Luigi Paladini, 40, all’interno del Polo ‘San Giuseppe’, il lunedì, il martedì e il mercoledì mattina. A curare questo progetto i maestri di musica Alessandra Caponi e Annamaria Parri (flauto), Giuseppe Alberti (tromba, trombone e corno), Omar Daini e il direttore Sandro Tani (sassofoni e clarinetti)

ASSESSORE - «Ho assistito pochi giorni fa alle prove di due classi delle nostre scuole primarie che partecipano al progetto "Banda" – ha raccontato l’assessore alla cultura Eleonora Caponi – è stato emozionante sperimentare dal vivo come questo progetto rafforzi le politiche scolastiche di integrazione che già sono attive nelle nostre scuole. Studiare uno strumento e suonarlo con i propri coetanei permette ai nostri giovani allievi di misurarsi con se stessi, di impegnarsi divertendosi, di accrescere il proprio sapere e di impadronirsi di un linguaggio universale, di imparare ad ascoltare e lavorare in gruppo, competenze e caratteristiche che saranno loro utili in ogni percorso di formazione che poi intraprenderanno. Si tratta di un progetto che ha in sé moltissimi contenuti educativi e che speriamo possa far crescere a Empoli in futuro una banda cittadina che tanti empolesi ancora oggi aspettano...»

IL PROGETTO - Si basa essenzialmente sull’insegnamento collettivo e sul fare musica insieme da subito, cercando fino dall’inizio l’aspetto ludico e sociale del suonare insieme uno strumento musicale. Attraverso la costituzione di un gruppo-banda si vuol raggiungere l’obiettivo dell’abbattimento delle barriere sociali e culturali discriminanti, che inevitabilmente il mondo di oggi ci pone come questioni giornaliere.

I bambini sono stimolati attraverso la pratica costante del cooperative-learning a dare il proprio contributo alla causa comune.

L’idea dell’abbattimento delle barriere attraverso la pratica strumentale si rifà all’esperienza venezuelana del cosiddetto “Progetto Abreu”: la proposta di José Antonio Abreu, sostenuta da vari musicisti internazionali come Claudio Abbado, che è stata adottata in modo sistematico dal governo venezuelano come mezzo di recupero di fasce giovanili disagiate.

FINALITÀ - L’intento è quello di offrire ai giovani l’opportunità di vivere all’interno dell’ambiente scolastico un’esperienza musicale e culturale significativa e allo stesso tempo adeguata alle caratteristiche e alle esigenze espressive della fascia d’età coinvolta, soddisfacendone inoltre i bisogni di aggregazione sociale e relazionale attraverso il lavoro di gruppo.
26/04/2017 14:02 Comune di Empoli
Regione Toscana
Cartotecnica Maestrelli: Regione prosegua confronto e sostenga nascita cooperativa
All’unanimità il Consiglio regionale impegna la Giunta a proseguire nel confronto con i vertici aziendali della Cartotecnica Maestrelli e con i rappresentanti dei lavoratori per valutare le prospettive produttive ed occupazionali, come pure ogni misura utile per sostenere l’iniziativa dei lavoratori di costituire una cooperativa per rilevare l’azienda e rilanciarne l’attività. È quanto prevede una mozione del gruppo Pd, illustrata in aula da Enrico Sostegni, che ha ricordato come la storica azienda di Sovigliana (Vinci), leader nel settore degli imballaggi, non aveva mai avuto problemi, fino al 2015, quando una ristrutturazione ha determinato un piano di esuberi, che ha condotto all’uscita di undici lavoratori rispetto ai quindici previsti.

Nel marzo scorso i vertici aziendali hanno comunicato ai rappresentanti sindacali la volontà di cessare la produzione, aprendo la strada alla mobilità per i 33 lavoratori rimasti. L’azienda si è sempre rifiutata di partecipare agli incontri sollecitati dalla Regione, ma nelle ultime ore i lavoratori sono passati dal presidio all’occupazione dello stabilimento, spingendo la controparte a rivedere la sua posizione.
26/04/2017 18:07 Regione Toscana
Comune di Montespertoli
La comunità di Montespertoli unita nel segno della Liberazione
Grande partecipazione per le celebrazioni del 25 Aprile a Montespertoli. Un programma ricco quello organizzato dall'Amministrazione comunale, che ha visto la presenza di istituzioni, forze dell’ordine, associazioni e tantissimi cittadini, tutti uniti per ricordare il giorno in cui l'Italia fu liberata dal nazifascismo e mantenere la memoria dei numerosi italiani che sacrificarono la propria vita in nome della libertà. La giornata celebrativa è iniziata alle 9.30 con il raduno nella frazione di Montagnana e la deposizione della corona d’alloro al Cippo di Piazzale degli Ulivi. In seguito, il sindaco Giulio Mangani ha deposto una corona d'alloro in via Castiglioni sul cippo che ricorda il partigiano Settimo Agostini, e presso il cimitero, dove è stata anche celebrata la santa messa. Dal cimitero è partito il corteo che si è snodato per le vie del capoluogo e si è concluso in piazza del Popolo dove è stata posata una corona d'alloro al Monumento ai Caduti. Nel pomeriggio, si è svolta a Poppiano, nel giardino antistante il castello, la Festa della Liberazione, con la deposizione della corona al cippo che ricorda i Caduti e con la Merenda Resistente, organizzata dalla sezione Anpi “Settimo Agostini” di Montespertoli, che ha coinvolto i numerosi partecipanti grazie agli intrattenimenti musicali di “Due di Due”, “Bo and the Strangers” e “Quarto Podere”. A più riprese, negli interventi dei rappresentanti istituzionali durante le celebrazioni, è stato ricordato don Milani, di cui quest'anno ricorre il 50 anniversario della scomparsa, come esempio di impegno affinché la Costituzione, frutto della Liberazione, diventasse reale, dando sostanza e concretizzando le istanze di giustizia sociale che sono contenute nella Carta. A don Milani, inoltre, sarà dedicato il concerto della Nuova Filarmonica “Amedeo Bassi” che si terrà domenica 30 aprile alle 17.30 presso la Villa di Gigliola, in via San Piero in Mercato a Montespertoli. Durante l'esibizione ci saranno intramezzi di letture tratte dagli scritti di don Milani, a cura di Matteo Gazzeri.
26/04/2017 17:40 Comune di Montespertoli
Toscana Aeroporti Firenze e Pisa
S7 Airlines inaugura il nuovo collegamento Pisa-Mosca
S7 Airlines, membro dell’alleanza oneworld®, continua il suo piano di espansione nel mercato Italiano con l’apertura di un nuovo volo diretto Pisa – Mosca.

Il volo diretto da Pisa inizierà il 26 Aprile 2017 ed opererà il mercoledì ed il sabato. Il volo partirà da Pisa alle 11:50 e arriverà a Mosca alle 16:25. Il volo di ritorno partirà da Mosca – Aeroporto di Domodedovo – alle ore 08:00 ed arriverà a Pisa alle 11:55 ora locale. I voli verranno operati da moderni e comodi Airbus 320 configurati con classe economica e business.

“Pisa si trova in una posizione invidiabile, a dieci chilometri dalle spiagge del mar Tirreno, a solo un ora da Firenze, capoluogo della Toscana, ed a due ore da Roma. Il patrimonio storico e la posizione favorevole rendono la città una delle destinazioni più popolari per chi ama escursioni e per gli appassionati della vacanza al mare. Non vediamo l'ora di dare il benvenuto a bordo dei nostri aerei viaggiatori russi così come ai passeggeri Italiani in viaggio verso le città russe”, ha detto Igor Veretennikov, S7 Group Chief commercial officer.

Per il Presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai, “ a distanza di pochi mesi annunciamo una nuova compagnia che collegherà la Toscana con la Russia, consentendo di viaggiare sia in classe economica che in classe Business e di volare attraverso l’hub di Mosca verso 50 destinazioni della Federazione Russa. Questa è l’ennesima conferma della validità del progetto Toscana Aeroporti.”

Per il Presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai, “ a distanza di pochi mesi annunciamo una nuova compagnia che collegherà la Toscana con la Russia, consentendo di viaggiare sia in classe economica che in classe Business e di volare attraverso l’hub di Mosca verso 50 destinazioni della Federazione Russa. Questa è l’ennesima conferma della validità del progetto Toscana Aeroporti.

S7 Airlines offre voli convenienti con ottimi orari e una rete interna alla Federazione Russa che permetter ai turisti ed agli uomini d’affari Italiani di raggiungere 50 destinazioni nella Russia centrale e meridionale (Saint Petersburg, Sochi, Kazan) ed in Siberia (Irkutsk, Novosibirsk ecc.). Tutte le destinazioni si raggiungono attraverso l’Hub di Mosca Domodedovo.

S7 Airlines opera voli regolari in Italia dal 2012 cercando di rafforzare i legami commerciali e culturali tra l’Italia e la Russia. Pisa è la sesta destinazione Italiana sulla mappa di S7 Airlines. La compagnia opera infatti voli regolari da Verona, Napoli, Torino, Catania ed in estate anche da Genova.

S7 Airlines (parte di S7 Group) è membro dell’alleanza globale oneworld. La compagnia ha un network interno molto vasto e opera voli regolari nei paesi CIS, in Europa, Sud Est Asiatico e nella regione Asiatica del Pacifico. S7 Airlines opera 172 rotte in 28 paesi tutte con la flotta più giovane e moderna della Federazione Russa. Nel 2007 S7 Airlines ha ricevuto dalla IATA il certificato IOSA (Iata Operational Safety Audit) diventando il secondo vettore Russo ad aver superato con successo le procedure di controllo internazionale per raggiungere l’eccellenza negli standard di sicurezza.
S7 Airlines è una delle compagnie aeree più affidabili della Federazione Russia, in grado di realizzare ed offrire ai propri clienti le più recenti novità nel settore dei servizi di trasporto passeggeri e sviluppare i propri servizi in modo dinamico.
S7 Airlines è vinto più volte il premio “The Wings of Russia” in diverse categorie. S7 Airlines ha più volte vinto il “Lions Advertising Festival” di Cannes per i progetti realizzati, e il “My Planet National Awards” per le scoperte nel campo di viaggio.
S7 Airlines ha vinto il premio come “Migliore compagnia aerea russa” nel 2015 ed il National Geographic Awards.
Nel 2016 S7 Airlines ha vinto anche il premio “Skyway Service Award” in tre categorie: la migliore compagnia aerea nella categoria “Economy Class, il “Miglior Programma Fedeltà” ed i “migliori servizi clienti online.”
La compagnia aerea è membro di S7 Group. Nel 2016, ha trasportato più di 13,1 milioni di passeggeri.
26/04/2017 18:16 Toscana Aeroporti Firenze e Pisa
Comune di Firenze
Tramvia, riaperto un tratto della corsia sul controviale Strozzi

Da stasera sarà nuovamente a disposizione un tratto della doppia corsia in uscita sul controviale Strozzi verso viale Lavagnini in modo da agevolare l'uscita dall'area della stazione. Sono infatti completati una parte dei lavori della posa delle nuove condutture dell'acquedotto e quindi è possibile ridurre l'area di cantiere. Venerdì i lavori saranno completati e la corsia tornerà completamente transitabile.
Nella riunione del coordinamento dei lavori della tramvia che si è tenuta stamani sono state anche esaminate altre ipotesi di modifiche che però non sono attuabili per problemi di sicurezza e anche perché l’avanzamento dei cantieri comporterà a breve una ulteriore variazione in vista dell’apertura del sottopasso Strozzi-Strozzi. Nella riunione è stato inoltre deciso di regolare diversamente i tempi dell’incrocio semaforizzato tra viale Milton-via Leone X allungando la fase per la direttrice con maggior tempo sulla viale Milton in modo da fluidificare la circolazione diretta principalmente al sottopasso.
Intanto per ragioni tecniche il ribaltamento del cantiere di via Vittorio Emanuele II nel tratto del Poggetto (da via Alderotti a via Celso), previsto per domani, è stato riprogrammato per il 3 maggio

26/04/2017 18:14 Comune di Firenze
Comune di Empoli
Sagra del Carciofo a Empoli, con La Costruenda dieci giorni dedicati alla tipicità locale
Torna la Sagra del Carciofo Empolese e della Valdelsa, siamo arrivati alla sesta edizione, la seconda consecutiva che si svolgerà al Palazzo delle Esposizioni di Empoli. L’evento, organizzato come sempre dall’associazione culturale La Costruenda, col patrocinio del Comune di Empoli e dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa, conferma dunque la location dello scorso anno, quando la manifestazione si espanse e scelse uno spazio più grande e più centrale per attrarre ancora più visitatori e per promuovere ancora meglio l’ortaggio tipico di questo territorio.

Dunque, dopo 4 anni al circolo Arci del Pozzale, si fa il bis al Palazzo delle Esposizioni, in piazza Guido Guerra, a Empoli. Sede più ampia e confortevole per i visitatori, meglio utilizzabile per gli organizzatori e sicuramente più facilmente raggiungibile e visibile.

La Sagra del Carciofo partirà venerdì 28 aprile, per proseguire sabato 29 e domenica 30 Aprile; andrà avanti anche nella settimana successiva, senza soluzione di continuità, quindi da lunedì 1° maggio a domenica 7 maggio. Insomma dieci giorni consecutivi immersi nella più nota tipicità locale.

Per tutti i giorni della manifestazione, che prevede vari eventi culturali e ricreativi, la cucina sarà aperta per merende, antipasti e ristorazione a cena dalle 19.
Il menù è ovviamente a base del carciofo a cui è dedicata la sagra. Il programma degli eventi prevede vari momenti come il mercatino, stand di associazioni impegnate nel sociale e tutte le sere spettacoli con danze e musica del vivo.

Le cucine inoltre saranno anche attrezzate per offrire un menù senza glutine. In particolare le fritture saranno disponibili anche con la panatura senza glutine.

L’associazione culturale La Costruenda è al lavoro con decine di volontari per offrire un servizio all’altezza e piatti prelibati: la specialità del Carciofo Empolese e della Valdelsa è declinato in tutte le salse. Dall’antipasto al dolce. Qualche esempio: carpaccio, vellutata, lasagne, risotto, medaglione di carne, gaetau, pollo fritto, millefoglie, scaloppine, fritture; tutto a base di carciofo empolese e della Valdelsa.

CARCIOFO - Il Carciofo Empolese ha un’origine antica, conosciuto in Toscana sin da prima del 1800, quando il botanico Ottaviano Tozzetti stabilì le differenze tra il carciofo “violetto” e il carciofo “empolese”. Il carciofo empolese è privo di spine e ha una produzione tardiva: si raccoglie da metà aprile a metà maggio. Ha sapore intenso, una nota equilibrata di amaro e una consistenza particolarmente tenera e compatta. La sua particolarità è nella coltivazione e tecnica di produzione, rimaste invariate nel tempo, legate alle specifiche condizioni climatiche della zona.

GIOCOCARCIOFANDO – Per tutte le famiglie, insomma per tutti i bambini che saranno presenti alla sagra, nei giorni 29 e 30 aprile, ma anche il 1 e il 6 e 7 maggio, quindi il sabato, la domenica e per la festa dei Lavoratori, sarà attivo il ‘Giococarciofando’, un laboratorio pensato per i più piccoli.



Presenti alla conferenza stampa di presentazione della ‘Sagra del Carciofo Empolese e della Valdelsa’ Antonio Ponzo Pellegrini, assessore del Comune di Empoli alle Attività Produttive e Agricoltura; Giancarlo Boldrini e Claudia Bellucci dell’associazione La Costruenda, organizzatrice dell’evento, e Roberto Maroni, produttore.



ASSESSORE - «Il carciofo empolese è il prodotto tipico per eccellenza. Lo vogliamo promuovere e tutelare. Questa sagra ha davvero il copyright empolese al 100%. L’evento ha anche avuto un prologo molto positivo al Mercato Europeo di piazza Matteotti e piazza Ristori: i carciofi fritti e il risotto al carciofo hanno spopolato fra gli stand dell’evento. È piaciuto agli espositori tanto che hanno proposto a La Costruenda di seguirli nel loro tour. Siamo al secondo anno al Palazzo delle Esposizioni, location grande e ideale per un evento che lo scorso anno ha richiamato qualcosa come 10.000 persone».



GIANCARLO BOLDRINI, presidente La Costruenda - «Il nostro è un prodotto tipico e fresco, colto e cotto a distanza di poche ore, come dall’orto di casa nostra. Al PalaEsposizioni abbiamo molto più spazio, più parcheggi. Abbiamo una cucina di 150 mq. E’ stato fatto anche un accordo con Co&So per farci aiutare ai tavoli da alcuni ragazzi migranti, ospiti del centro accoglienza di Casenuove. Avremo in servizio circa 50 persone a sera e la domenica faremo anche doppi turni. Ovviamente confermiamo il menù senza glutine, a base di carciofo. Il 1 e 7 maggio organizziamo anche un pranzo sociale su prenotazione.
Dopo le quasi 10.000 persone dello scorso anno ci vogliamo migliorare e anche per questo abbiamo pensato a un bel programma ricco di cultura, musica e danza».


ROBERTO MARONI, produttore - «Siamo pronti con oltre 25.000 carciofi per fornirli alla Sagra. In pratica li cogliamo dalle nostre coltivazioni e li portiamo al PalaExpo. Il prodotto è freschissimo ed è davvero una tipicità unica di Empoli e della Valdelsa. Lo corso anno regalammo anche 500 piante ad alcuni agricoltori per aumentare la produzione in vista della crescita della sagra».


26/04/2017 16:54 Comune di Empoli
Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
Made in Sardegna: un’isola di film
La Sardegna terra d'elezione del cinema e vivaio di nuovi talenti. Si è notevolmente arricchita, negli ultimi anni, la schiera di registi, sceneggiatori e creativi del cinema sardo, riconosciuta e apprezzata dalla critica e dal pubblico, anche per la complessità dei temi trattati.
Come Gianfranco Cabiddu, regista del film La stoffa dei sogni, premiato ai Davi di Donatello 2017 per la miglior sceneggiatura, firmata dal fiorentino Ugo Chiti e Salvatore De Mola; Raffaello Fusaro, che ha diretto Le favole iniziano a Cabras dopo aver sceneggiato due opere del premio Oscar Gabriele Salvatores, The promise e Italy in a day (del quale è stato capo progetto autoriale; Peter Marcias, che ha diretto nel 2007 la docu-fiction Ma la Spagna non era cattolica? (che ha partecipato in concorso al Festival Internazionale GLBT di Torino, Giornate di Cinema Omosessuale di Venezia, Festival di Madrid, Buenos Aires e Valladolid), nel 2008 il film Un attimo sospesi, (in concorso alla Mostra Internazionale di Cinema di São Paulo, uscito nei cinema Italiani) e che adesso è tornato a parlare della contrapposizione tra tradizioni, riti cristiani e la laicità della sua generazione in Silenzi e parole; Maria Grazia Perria, Daniele Maggioni e Laura Perini, che ne Il mondo grande e terribile, (presentato come evento speciale al BIF&ST – Bari International Film Festival 2017) dipingono un ritratto della vita e del pensiero di Antonio Gramsci.
Una produzione di giovani autori sardi di tutto rispetto, che sarà protagonista al cinema La Compagnia di Firenze, nei giorni 27 e 28 aprile, alla rassegna Made in Sardegna, un'isola di film, proposta in collaborazione con Acsit (Associazione Culturale Sardi in Toscana) in
collaborazione con Sardegna film commission.
Una due giorni che punta a presentare e far conoscere al pubblico quanto di meglio la Sardegna produce in termini di film e di documentari oggi. L’iniziativa rientra tra le attività istituzionali nell’ambito delle celebrazioni de “Sa Die de sa Sardigna”, festa nazionale del popolo sardo, che si celebra il 28 aprile.

Programma
Giovedì 27 Aprile
20.30 Sardinia green trip di Andrea Mura
Andrea Mura, giovane regista cagliaritano, decide di girare un progetto video che documenti personaggi, aziende e realtà impegnate nella ricerca di un modo di vivere e di consumare rispettoso della natura. Per il viaggio che intraprende attraverso la Sardegna, cercherà di limitare il consumo
energetico e imparare lui stesso nuove pratiche ecologiche. a seguire La stoffa del sogni di Gianfranco Cabiddu Premio David di Donatello per la miglior sceneggiatura di Ugo Chiti e Salvatore De Mola
Il film si ispira a «La Tempesta » di Shakespearec e narra le vicende di una modesta compagnia di teatranti che naufraga con dei pericolosi camorristi sulle coste dell’Asinara, isola-carcere in mezzo al Mediterraneo. Il centro di tutto è il teatro: attraverso le vicende della compagnia dei comici si
dipana, per assonanze, il tema profondo dell’arte nella vita dell’uomo: vengono alla luce i temi universali della colpa, della vendetta, del riscatto e del perdono.

Venerdì 28 Aprile
17.00 Le favole iniziano a Cabras, di Raffaello Fusaro
La storia di un viaggio nel cuore di una delle più famose e misteriose isole del Mediterraneo, descritta da alcuni dei suoi più importanti artisti: poeti, musicisti, scultori. Attraverso i loro occhi non solo le meraviglie della Sardegna ma anche quello che è forse l’origine dell’arte stessa: la bellezza, la passione e la voglia di vivere.
19.00 Nel mondo grande e terribile, di Maria Grazia Perria, Daniele Maggioni, Laura Perini
La vita e le idee di Antonio Gramsci attraverso le parole che ha scritto nelle Lettere e nei Quaderni dal Carcere. Vengono mostrati gli ultimi dieci anni della sua vita in carcere. Un carcere duplice: materiale, concreto ma anche intangibile, immaginario. Un periodo duro e faticoso. Le sue riflessioni durante il carcere, hanno lasciato una traccia indelebile nel pensiero filosofico contemporaneo.
21.00 Sulla rotta verde, di Silvia Perra
Mathias con il suo veliero ecosostenibile affronta il periplo della Sardegna, navigando per circa 520 miglia con impatto ambientale prossimo allo zero.
A seguire Silenzi e parole di Peter Marcias. Alla presenza del regista “Silenzi e Parole” analizza il confronto di due realtà: la Quaresima dei Frati Cappuccini e la Queeresima dell’Associazione Arc. Da una parte i riti cristiani seguiti da un pubblico numeroso e devoto, dall’altra giovani e non giovani che cercano di portare avanti con passione un’idea di civiltà. Sullo stesso piano sono uomini e donne dell’Italia moderna, individui qualunque che
attraverso un impegno concreto cambiano qualcosa in meglio della nostra nazione, l’Italia.

Ingresso
Singolo film: 4€ intero/ 3€ ridotto
Giornaliero (28 aprile): 7€
Biglietto 2 giorni: 10€
26/04/2017 10:44 Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
Regione Toscana
Consiglio Regionale. Sistema sociale integrato: accreditamento strutture e servizi, sì a nuove disposizioni
Sì a maggioranza alla proposta di legge che introduce modifiche per l’accreditamento delle strutture e dei servizi alla persona del sistema sociale integrato e alle norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie, alle procedure e ai requisiti autorizzativi di esercizio e sistemi di accreditamento. L’atto è stato approvato in aula con i voti favorevoli della maggioranza (Pd e ART.1-Mdp), l’astensione di Sì-Toscana a sinistra e Movimento 5 stelle e i voti contrari di Lega e Fratelli d’Italia.

“Con la nuova normativa – ha spiegato il presidente della commissione Sanità Stefano Scaramelli (Pd) – si prevede che le strutture, sia pubbliche che private, richiedano l’accreditamento alla Regione anziché ai Comuni, con l’obiettivo di uniformare i percorsi di accreditamento sia sanitario che sociale e socio-sanitario, finora nettamente separati, e ricondurli gradualmente ad un unico sistema, a partire dall’offerta dei servizi residenziali e semiresidenziali”.

Già in commissione, erano passati, a maggioranza, sette emendamenti presentati dal presidente Scaramelli, che raccolgono sollecitazioni giunte nel corso delle consultazioni e intervengono, tra l’altro, per prevedere un monitoraggio annuale, da parte della commissione consiliare, sull’attuazione dei requisiti specifici e degli indicatori; sulla composizione del gruppo tecnico di valutazione; sopralluoghi del gruppo tecnico regionale di valutazione per il controllo del possesso dei requisiti delle strutture accreditate.

L’astensione del gruppo Sì-Toscana a sinistra è stata espressa da Paolo Sarti. “Questa proposta di legge era mossa da un buon intento – ha detto il consigliere regionale –, quello di valutare una necessaria riunificazione dei percorsi di accreditamento tra la parte sociale e quella socio-sanitaria. Poi però, si è esautorato sia la commissione consiliare che il Consiglio stesso, accentrando in mano della Giunta il percorso dei requisiti specifici e degli indicatori che coinvolgono anche gli aspetti lavorativi”. Astensione anche da parte del Movimento 5 Stelle. “Pur apprezzando l’importanza dell’atto che mira a definire criteri omogenei per l’accreditamento – ha detto Andrea Quartini – riteniamo che si accentri sulla Giunta gran parte del lavoro, rendendo secondario il ruolo di Consiglio e commissione”. “Abbiamo apprezzato – conclude Quartini – il fatto che la Giunta debba relazionare annualmente al Consiglio per le verifiche sul percorso di accreditamento”. (bb-s.bar)
26/04/2017 12:37 Regione Toscana
Liceo Artistico di Porta Romana
Artex 2017. Il Liceo Artistico di Porta Romana protagonista dell’innovazione
Su quattrocento progetti presentati da 27 scuole suddivise tra Licei Artistici e Università, il liceo di Porta romana è stato l’unico istituto superiore fiorentino ad essere selezionato con 2 progetti, dimostrando di aver sviluppato un percorso di innovazione orientato alla ricerca e alla sperimentazione di nuovi materiali e tecnologie in stretto rapporto con aziende del settore design e artigianato.

I progetti selezionati sono un centrotavola ispirato a forme fitomorfiche con applicazioni a foglia oro denominato “Sale nella zucca” mentre gli studenti del corso di Perfezionamento post diploma di Design Arredamento hanno progettato una seduta con schienale reclinabile in capitonné e struttura in metallo “Ingraniamo la marcia”.

La cerimonia di premiazione, con la consegna dei premi e attestati si svolgerà giovedì 27 Aprile 2017 alle ore 11.00 al primo piano del padiglione Arsenale, durante l’81esima edizione della Mostra Internazionale dell’Artigianato a Firenze.

I progetti vincitori e selezionati di questa tredicesima edizione saranno esposti all’interno del Padiglione Cavaniglia presso lo stand B 31 per tutta la durata della manifestazione.
26/04/2017 12:40 Liceo Artistico di Porta Romana
Regione Toscana
Profughi: interrogazione Lega su situazione sanitaria in Toscana
Quale la situazione sanitaria dei profughi accolti sul territorio toscano? Quanti i richiedenti asilo, le patologie riscontrate e gli interventi di profilassi e cura? Questi i quesiti della interrogazione di Marco Casucci e Manuel Vescovi, del gruppo consiliare Lega nord, cui ha risposto in aula l’assessore Stefania Saccardi. “Al 28 febbraio 2017 sono presenti in Toscana 11mila 922 profughi, distribuiti nei territori provinciali”, ha esordito l’assessore regionale, spiegando l’iter della sorveglianza sanitaria, che parte dalle strutture del Ministero dell’Interno, per continuare – una volta arrivati in Toscana – con gli accertamenti concordati con le Prefetture. “Nelle prime 48 ore, viene sempre effettuata una visita generale – ha sottolineato Saccardi – per rilevare anche segni eventuali di malattie infettive e parassitarie, con conseguenti approfondimenti analitici e visite specialistiche, attraverso le strutture del servizio sanitario regionale”. Tra le patologie più frequenti l’assessore ha ricordato la scabbia (133 focolai nel 2015 e 177 nel 2016), la tubercolosi (complessivamente 25 casi) e alcuni focolai di varicella. Gli interventi di profilassi, diagnosi e cura delle malattie infettive nei migranti non sono diversi da quelli della popolazione generale. Ultima precisazione: “Vista la mancanza di una rilevazione nazionale, la Regione sta attualmente predisponendo, in collaborazione con Ars, un modello unico, da utilizzare in tutte le Asl, per registrare in modo informatizzato lo stato sanitario dei richiedenti asilo”. (ps)
26/04/2017 13:16 Regione Toscana
Regione Toscana
Consiglio Regionale. Diritto allo studio: Barni, agenzia regionale accantonerà fondi per contestazione fiscale
“In attesa che si chiarisca la vicenda a livello giudiziario, Ardsu accantonerà i fondi necessari a coprire i maggiori costi di gestione. Quelli stimati per il 2017, 2,8 milioni, saranno coperti con fondi regionali per due milioni e, per i restanti 800mila euro, con una revisione marginale delle tariffe mensa per gli studenti più abbienti”. Lo ha dichiarato la vicepresidente della Regione Toscana, Monica Barni, rispondendo all’interrogazione della consigliera Irene Galletti (Movimento 5 stelle) sulla contestazione fiscale mossa all’Azienda regionale per il diritto allo studio universitario (Dsu). Nel testo dell’interrogazione si riporta infatti la verifica fatta dall’Agenzia delle entrate a fine 2016, a seguito della quale viene contestato a Dsu il pagamento di “circa 40-45 milioni, più costi aggiuntivi per il futuro di circa 4 milioni di euro l’anno, per arretrati Iva e sanzioni dal 2011”.

“Ammesso e non concesso che la posizione dell’Agenzia delle entrate sia confermata in giudizio, la restituzione dei rimborsi dal 2011 ad oggi ammonta a 19,5 milioni che potranno essere ripartiti almeno su cinque anni”, ha chiarito la vicepresidente, rilevando come il problema “non sia solo toscano ma nazionale”. “Ad oggi – ha continuato Barni – l’Agenzia delle entrate ha richiesto, per il 2011, 4,2 milioni di rimborso Iva, cui si somma una sanzione da 4.5 milioni. Questo è quanto dovrà essere accantonato per il momento. Faremo fronte, ove necessario, agli accertamenti che seguiranno”.

“Parzialmente soddisfatta” si è dichiarata la consigliera Galletti che ha comunque rilevato come “meriti una riflessione ampia procedere a ritocchi sulle tariffe mensa”. (f.cio)
26/04/2017 14:05 Regione Toscana
Comune di Bagno a Ripoli
Bagno a Ripoli - 1° maggio 2017, 17a Festa dell’Arno: Sport, arte, natura a Marina di Candeli
Inaugurazione del Sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini alle ore 10.
Il programma completo, con le indicazioni per iscrizioni e prenotazione alla discesa in canoa e al ristoro è pubblicato a questo link: http://www.marinadicandeli.it/il-circolo/220-1-maggio-2017-festa-dell-arno.
L’Associazione Sportiva Dilettantistica Circolo Marina di Candeli è sorta su iniziativa di alcune persone operanti del mondo volontariato dei dipendenti comunali di Bagno a Ripoli e ha lo scopo di sostenere e favorire la pratica sportiva e la solidarietà tra le persone. Inoltre, promuove, anche in proprio, studi, manifestazioni, eventi culturali.
Informazioni: Circolo Marina di Candeli, Via della Massa, 42, Bagno a Ripoli (Firenze), tel. 055 632708, sito web http://www.marinadicandeli.it, email info@marinadicandeli.it; Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.
26/04/2017 12:17 Ufficio Stampa Comune di Bagno a Ripoli
Regione Toscana
Difesa del suolo, opere per 11 milioni nel 2017 in tutta la Toscana
Prosegue costante l'impegno della Regione Toscana per il territorio con nuovi finanziamenti di interventi per la mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico.

Per il 2017 è stato approvato il documento operativo per la difesa del suolo, un atto che per la prima volta raccoglie sia gli interventi attuati dagli enti locali, sia le attività di manutenzione ordinaria dei Consorzi di bonifica, sia gli interventi che sono in attesa del finanziamento dallo Stato: tutto in un'unica cornice di riferimento che definisce attività e risorse in un programma omogeneo per i prossimi mesi.

"L'impegno assunto per una politica organica, efficiente e efficace per la difesa del suolo in Toscana lo stiamo mantenendo e rafforzando – ha detto l'assessore regionale Federica Fratoni – Nonostante i continui tagli alle risorse, la Regione non ha smesso di finanziare interventi per mitigare i rischi o gli effetti prodotti da frane e alluvioni ed abbiamo dato vita a un atto unico che per il 2017 prevede in tutta la Toscana opere e progetti per quasi 11 milioni di euro, già finanziati".

Le risorse sono così ripartite: 8 milioni e 100mila euro per interventi (realizzati dalla Regione o dagli enti locali): 2 milioni e 500mila euro per progettazioni realizzate dalla regione o dagli enti locali o dai Consorzi di Bonifica; 200mila euro per l'implementazione della conoscenza di competenza della Regione. Sono inoltre previsti interventi di manutenzione ordinaria sulle seconde categorie dei corsi d'acqua di competenza della Regione Toscana che si avvale dei Consorzi di bonifica per un totale di 6 milioni e 100mila euro. Nell'ambito del Documento operativo sono stati anche approvati i Piani delle attività dei Consorzi Medio Valdarno, Basso Valdarno, Toscana Costa e Toscana Sud.

I Piani individuano le azioni che i Consorzi realizzeranno nel 2017 con le risorse della contribuenza, per oltre 70 milioni di euro su tutta la Toscana.

Infine il Documento prevede il monitoraggio sullo stato di attuazione degli interventi sul territorio toscano finanziati anche parzialmente con risorse regionali. Impegno costante.

Dal 2011/2012 la Regione investe 100 milioni di euro l'anno per la sicurezza idraulica in Toscana.

"Per una materia delicata come questa e per un territorio complesso come quello toscano – continua Fratoni - non bastano pochi anni per raggiungere un obiettivo adeguato, occorre bensì un passo costante che ci permetterà in ulteriori 10/15 anni di dare ai toscani la sicurezza che si meritano anche se negli ultimi anni il livello si è alzato. Per questo è necessario che non solo la Regione ma anche lo Stato facciano la propria parte. Siamo in attesa di sapere se verranno finanziati i 6 milioni da parte del Ministero dell'Ambiente per ulteriori piccole frane.

Ringraziamo il Dipartimento di Protezione civile nazionale che ci ha permesso di dare ancora risposte con le economie derivanti dal Piano interventi 2012 alle situazioni colpite dall'evento di quell'anno che ancora non erano state risolte. Si ricorda però – conclude l'assessore - che la Toscana nel data base del Ministero dell'Ambiente ha progetti cantierabili (ovvero già con progetti esecutivi o definitivi) per oltre 200 milioni di euro a fronte di un fabbisogno stimato di richieste per interventi che possono essere risolti in tempi medi, per 500 milioni di euro. Proprio per questo anche nell'ultimo incontro con il presidente Gentiloni, il presidente Rossi ha indicato la priorità che riveste questo tema per il territorio toscano chiedendo ulteriori 100 milioni di euro".

Gli interventi finanziati in avvio nel 2017

La scelta degli interventi da far partire subito è stata fatta sulla base dei criteri di cantierabilità e urgenza, la ripartizione territoriale è la seguente:

Arezzo – 9 interventi per 2 milioni 695mila euro ·

Firenze – 4 interventi per 960mila euro

Grosseto – 2 interventi per 1 milione 300mila euro

Livorno – 1 interventi per 312mila euro

Lucca – 11 interventi per 4 milioni e 900mila euro ·

Massa-Carrara – 7 interventi per 4 milioni 835mila euro ·

Pisa – 3 interventi per 937mila euro ·

Prato – 1 interventi per 122mila500 euro ·

Pistoia – 3 interventi per 468mila euro ·

Siena – 5 interventi per 3 milioni 440mila euro


Le nuove gare in avvio

Dall'inizio dell'anno la Regione ha pubblicato le gare per l'avvio dei lavori di 7 interventi per un totale di circa 30 milioni di euro. Nel dettaglio sono state pibblicate le gare per l'avvio dei lavori del secondo lotto della cassa di espansione di Pizziconi a Figline Valdarno, per il torrente Esse a Monte San Savino, per il Frigido a Massa, per il Magra ad Aulla, per il Carrione a Carrara, e per l'intervento di mitigazione del rischio idraulico e del parco fluviale del Mensola tramite l'avvalimento al Consorzio Medio Valdarno.
26/04/2017 15:13 Regione Toscana
Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa
Teatro a Villa Pecori Giraldi
In molti ricorderanno il famoso gioco “Taboo” in cui, se si dicono delle parole proibite, la squadra avversaria esplode esclamando “Taboo!”.
E quale potrebbe essere un taboo oggi?
Qualcosa da tenere nascosto, un segreto.
E a chi rivelereste questo grande segreto se non alla vostra migliore amica, a colei che vi conforterà sotto la sua ala, magari davanti ad una tazza di té fumante?!
E se invece questa amica non volesse sentire le vostre confidenze, avendo lei segreti più forti dei vostri?
E sarà proprio questo scambio di terribili verità ciò a cui assisteremo allo spettacolo “Taboo”, il primo della rassegna “Alla fine dei giochi” diretto da Matteo Cecchini interpretato da cinque ragazzi della compagnia “Non faremo molto rumore per nulla”: Thomas Barnes, Miriam Greco, Jiulius Hasanaj, Sofia Pieri e Grazia Sirianni.
Sarà proprio questo drammatico scambio di battute a provocare la rottura di una serie di legami fra personaggi curiosi e originali i quali, grazie ad una serie di colpi di scena, dovranno rassegnarsi a capire che la fortuna gira per tutti.

Il regista ed i ragazzi vi aspettano al loro spettacolo il 29 aprile a Villa Pecori Giraldi alle 21.15.

26/04/2017 13:23 Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa
Anci Toscana
Assemblea AnciToscana, verso un rinnovato rapporto con la Regione
"Un’assemblea molto viva e partecipata. Abbiamo approvato il bilancio consuntivo 2016, che testimonia l’ottima gestione della nostra Associazione, e abbiamo gettato le basi per avviare un rinnovato rapporto con la Regione Toscana, perché i sindaci siano coinvolti e protagonisti delle decisioni che riguardano i loro territori”. Così il presidente di Anci Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni ha commentato l’Assemblea regionale dei soci che si è tenuta stamani alle Murate di Firenze.
Moltissimi gli amministratori presenti, tra i quali il sindaco di Firenze Dario Nardella con la vicesindaca Cristina Giachi, i vicepresidenti Sergio Chienni (sindaco di Terranuova) e Fillippo Nogarin primo cittadino di Livorno; molto rappresentati anche i piccoli Comuni, che hanno dato un impulso importante al dibattito chiesto dal presidente Biffoni nel suo intervento.
Dopo la relazione del direttore Simone Gheri, che ha spiegato in dettaglio la composizione del bilancio, votato a grandissima maggioranza dall’assemblea, Biffoni ha preso la parola chiedendo da subito il contributo di tutti per concretizzare una proposta precisa alla Regione Toscana in cui Anci sia protagonista . “E’ necessario rivedere le modalità del confronto istituzionale, per condividere metodi e percorsi e aprire una nuova pagina per la riorganizzazione degli assetti istituzionali – ha detto il presidente - Il lavoro di coordinamento tra le istituzioni deve aiutarci tutti a lavorare meglio, nell’interesse dei territori e dei cittadini. Il momento è questo, ora che sono sul tavolo argomenti come il Piano regionale di sviluppo e le competenze delle città metropolitane. Non esiste un modello unico che vada bene per tutti i Comuni e tutti i territori: si deve tener conto delle diverse esigenze e Anci Toscana in questo percorso deve avere ruolo preciso. Apriremo subito il confronto con la Regione”.
All’appello di Biffoni, nel corso del successivo dibattito hanno risposto in tanti: per primo Fillipo Nogarin, che ha messo come punto fermo l’autonomia dei territori; e poi sindaci e assessori di Santa Maria a Monte, Bibbiena, Scarperia e San Piero, Semproniano, Massa Marittima, Fiesole, Pratovecchio e Stia, Castel del Piano, Talla. E’ emerso in particolare come gli strumenti delle Unioni di Comuni e delle Fusioni possono essere utili o meno a seconda dei territori, e come comunque debbano essere ripensate per trovare una reale e concreta efficacia e utilità per le amministrazioni e i cittadini, che devono sempre essere coinvolti nei percorsi scelti. Comunque in generale è stato condiviso l’obiettivo proposto da Biffoni, che sarà subito recepito in sede di Direttivo.
Infine, in chiusura della mattinata si è tenuta anche la Conferenza dei Consugli Comunali di Anci Toscana, presieduta dal nuovo coordinatore Michele Lombardi, presidente del consiglio comunale di Ponsacco.
26/04/2017 14:16 Anci Toscana
Comune di Figline e Incisa Valdarno
Alla Rovai presentazione del libro “L’occhio di Polifemo”
Prosegue la rassegna “Vola in biblioteca”, organizzata dal Comune con la collaborazione delle associazioni del territorio per promuovere la lettura. Il prossimo incontro è fissato per venerdì 28 aprile alle 17,30, presso la biblioteca comunale “Rovai” (piazza Parri, Incisa), dove sarà presentato il libro “L’occhio di Polifemo”. Il racconto, firmato dal figlinese Angelo Australi, si incentra sull’esperienza quotidiana del suo protagonista, tra lavoro e vita privata: tutti temi che l’autore tocca prendendo le mosse da una cena aziendale, offerta dal capo ai suoi dipendenti.L’ingresso è libero.

Per il programma completo e per rimanere sempre aggiornati su tutti gli eventi a Figline e Incisa si rimanda al sito www.fiv-eventi.it
26/04/2017 12:17 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Publiacqua spa
Firenze, lavori sulla rete idrica
Informiamo i cittadini del Comune di Firenze che, causa lavori sulla rete idrica, dalle ore 8.30 di giovedì 27 aprile, sarà sospesa l’erogazione dell’acqua nelle seguenti vie: via dei Serragli (da civico 1 nero a civico 89 nero e da civico 1 rosso a civico 99 rosso), via Sant'Agostino (da civico 23 nero a civico 25 nero, da civico 31 rosso a civico 35 rosso e da civico 16 nero a civico 18 nero, da civico 34 rosso a civico 44 rosso). La situazione tornerà a normalizzarsi con gradualità e completamente nel tardo pomeriggio. In caso di condizioni meteo avverse l’intervento potrà essere effettuato il primo giorno utile successivo
26/04/2017 10:53 Publiacqua spa
Comune di Impruneta
Impruneta - Al via il premio nazionale di poesia “Mario Gori”, XV edizione
Comune di Impruneta e Associazione culturale “Ferdinando Paolieri” hanno dato il via alla quindicesima edizione del premio nazionale di poesia “Mario Gori”.
Scadenza: 31 luglio 2017.
L'intento del premio è far conoscere la poesia contemporanea e diffonderne adeguatamente il gusto, i valori e la produzione.
Possono partecipare poeti italiani e stranieri con tre poesie a tema libero.
In premio: 400 euro per il primo classificato, 200 euro per il secondo, 100 per il terzo. Ai primi tre classificati sarà consegnato anche un diploma di partecipazione. I concorrenti segnalati dal 4° al 13° riceveranno il diploma di merito e un manufatto in cotto tipico dell'Impruneta.
La premiazione è fissata per sabato 14 ottobre 2017, alle 17, nella Sala Giunta del Palazzo Comunale di Impruneta.
Informazioni dettagliate e bando completo: tel. 055/2011800-2374161, 328 3313178, asspaolieri@alice.it.
Solo informazioni: Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune, tel. 055/2036640, mail oppure urp@comune.impruneta.fi.it).
26/04/2017 12:52 Ufficio Stampa Comune di Impruneta
Comune di Cerreto Guidi
Cerreto Guidi: lavori sulla condotta di Via Piave. Per gli interventi previsti nel mese di maggio, Acque SpA ha investito oltre 200 mila euro
Acque SpA sta per iniziare importanti lavori per il rifacimento della condotta idrica nel territorio di Cerreto Guidi, in particolare lungo Via Piave.

I dettagli dell’intervento sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella tarda mattinata di oggi mercoledì 26 aprile, in Municipio, a Cerreto Guidi alla quale sono intervenuti il sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti, l’assessore all’ambiente del Comune di Cerreto Guidi Massimo Calugi e il vicepresidente di Acque SpA Giancarlo Faenzi.

“Gli incontri congiunti con Acque SpA, gestore idrico del Basso Valdarno e dell’Empolese Valdelsa, e il territorio dell’Empolese Valdelsa- afferma il sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti- hanno fatto programmare nel tempo interventi importanti nel territorio di competenza. In questo caso si parla di un tratto di strada sul quale ci sono molte problematiche di rotture. Abbiamo concordato con Acque i lavori per la sostituzione della condotta idrica passante per via Piave nel nostro comune prima di iniziare i lavori di rifacimento dell’asfalto che erano nell’ambito di quelli già programmati per il rifacimento di un lungo tratto della Strada Provinciale 31, competenza della Città Metropolitana di Firenze: questo consentirà di rinnovare i sottoservizi idraulici senza impattare nel breve-medio periodo sull’asfaltatura e dare un servizio migliore ai nostri cittadini”.



Nello specifico i lavori riguarderanno la posa di una nuova tubazione in ghisa sferoidale al fianco di quella esistente per una lunghezza di oltre 600 metri e la realizzazione di nuovi 60 allacci alle abitazioni private: un investimento per circa 220mila euro. Con l’entrata in funzione della nuova condotta – che migliorerà la qualità del servizio per molte utenze del capoluogo, sia in termini di pressione che di torbidità connessa ai guasti - verrà ovviamente dismessa la vecchia e si potrà procedere con gli interventi di risistemazione stradale.



“La vera notizia-ha osservato il vicepresidente di Acque SpA Giancarlo Faenzi- è che i lavori sulla condotta di Via Piave a Cerreto Guidi avvengano prima del rifacimento della strada. Dovrebbe essere la regola, ma non sempre lo è. Va grande merito di ciò- ha continuato- al sindaco di Cerreto Guidi che si è adoperato perché questo avvenisse. I lavori in Via Piave erano infatti programmati solo per i prossimi mesi”



Nel corso dell’incontro con i giornalisti, il vicepresidente di Acque SpA ha ribadito inoltre come nei 57 comuni serviti l’età media delle tubazioni, dopo una tendenza al ‘ringiovanimento’, sia da qualche tempo stazionaria rendendo necessari maggiori investimenti.


“Non essendo possibile aumentare le tariffe che occorre invece diminuire- ha concluso il vicepresidente di Acque- la sola strada per accrescere gli investimenti e innovare gli acquedotti, è quella delle fusioni e delle aggregazioni, facendo economie di scala”.



Tornando ai lavori idraulici di Cerreto Guidi, inizieranno entro maggio e avranno una durata (compatibilmente con le condizioni meteo) di 45 giorni. Nel corso dei lavori, i disagi per le utenze, pur inevitabili, saranno però ridotti al minimo informando la cittadinanza di ogni intervento.

Per quel periodo saranno inoltre presi anche dei provvedimenti al traffico lungo il tratto di strada interessato dai lavori con divieto di sosta su entrambi i lati e senso unico alternato.

Come detto, contestualmente ai lavori per la parte idrica, verranno effettuati anche quelli di asfaltatura della Provinciale 31.



“La Città Metropolitana di Firenze- afferma il consigliere delegato alla viabilità Massimiliano Pescini- ha approvato una perizia del valore di circa € 300.000 per lavori di asfaltatura della sp31 nel comune di Cerreto Guidi prevedendo importanti lavori anche su via Piave.

Sono stati fatti numerosi incontri prima con Infratel (interessata a fare lavori relativi alla Banda Larga) poi con Acque al fine di coordinare le relative programmazioni cercando di ottimizzare le risorse reciproche per cercare di evitare interventi sul piano viario una volta riasfaltato".

L'intervento sulla Sp 31 rientra nel programma di messa in sicurezza dei piani viari concordati già dall'ottobre scorso dalla Metrocittà con l'Unione dei Comuni e troverà realizzazione entro l'estate fermo
restando l'impegno dei tempi previsti dai singoli operatori.
26/04/2017 15:24 Comune di Cerreto Guidi
Comune di Fucecchio
Si decide il futuro della “Banda di Fucecchio”
Il Corpo Musicale "A. Mariotti - La Primula" di Fucecchio sta attraversando un momento molto difficile: diversi consiglieri non hanno più la possibilità di continuare a gestire il gruppo, c'è bisogno di una riorganizzazione e soprattutto c'è bisogno delle forze e della passione di chi ha a cuore questa realtà.

Il giorno 27 APRILE 2017 alle ore 21,00, presso la sede dell'Associazione in via Landini Marchiani 38 a Fucecchio, è convocata l'Assemblea Soci Ordinaria e Straordinaria Elettiva.

Un’assemblea questa che ha un valore molto importante; siamo convinti possa essere addirittura fondamentale per il futuro dell'Associazione, forse l'assemblea più importante nella sua storia di oltre 150 anni.

La cittadinanza interessata è invitata a partecipare; disponibilità e presenza propositiva potrebbero essere indispensabili per poter proseguire il cammino continuando a portare avanti i valori dell'Associazione come l'integrazione e la socializzazione nel meraviglioso contesto musicale!

26/04/2017 10:13 Comune di Fucecchio
Redazione di Met
Agricoltura: danni maltempo, occupazione e ungulati al centro del protocollo d'intesa firmato da Confagricoltura e Anci

Rendere più efficace la collaborazione tra gli organismi di rappresentanza del settore agricolo e le Istituzioni. Con questo obiettivo è stato firmato oggi a Firenze un protocollo d'intesa tra Confagricoltura Toscana e Anci Toscana.

Nello specifico le due associazioni si impegnano a promuovere l'informazione e la formazione nel settore agricolo con particolare attenzione ai giovani e all’occupazione nelle aziende, a confrontarsi in merito alle polijavascript:__doPostBack('ctl00$lbDisconnetti','')tiche urbanistico-paesaggistiche rispetto al settore agricolo, ad adottarsi di strumenti e azioni che facilitino lo sviluppo delle ITC nelle zone rurali e a mettere in campo progetti ed iniziative per valorizzare e promuovere la tradizione rurale, le sue tipicità, la filiera corta e la promozione nel mondo delle tradizioni e delle produzioni tipiche.

“Questo accordo – spiega Francesco Miari Fulcis, presidente di Confagricoltura Toscana che stamani ha firmato il protocollo con Matteo Biffoni, presidente Anci Toscana – apre un nuovo confronto con Anci che ci aiuterà a tutelare ancora di più il settore dell'agricoltura toscana oggi in difficoltà. Si tratta di un protocollo che permetterà al mondo delle amministrazioni locali e delle fattorie di essere più vicine e quindi di velocizzare il processo di risoluzione dei tanti problemi affrontati dalle nostre aziende legati al lavoro, al territorio e alle emergenze climatiche che proprio in questi giorni tante difficoltà stanno creando agli agricoltori toscani. Siamo convinti – conclude Miari Fulcis – che non possiamo prescindere da una forte e continua collaborazione con le istituzioni se vogliamo continuare ad essere presenti con i nostri prodotti e con le nostre eccellenze sui mercati internazionali che ci vedono da sempre protagonisti.”
--
26/04/2017 17:06 Redazione di Met
Teatro di Rifredi
Teatro di Rifredi. Fossati Project Band "Viaggio di un Poeta" in favore dell'Associazione Tumori Toscana - A.T.T
Settima Tappa del tour della Fossati Project Band, il gruppo pratese che da poco più di un anno porta in scena nei maggiori Teatri della Toscana "VIAGGIO DI UN POETA" - omaggio a Ivano Fossati. Lo spettacolo, nato da un'idea del musicista pratese Stefano Torracchi, ripercorre gran parte della vita artistica dell'autore genovese e sarà di scena il prossimo 30 Aprile alle ore 21.30 al Teatro di Rifredi.

I musicisti della band (Stefano Torracchi al pianoforte e voce solista, Alessandro Solenni alle tastiere, Marco Polidori al basso, Daniele Pacini alla batteria, Diego Lopilato alla chitarra acustica e chitarra elettrica, Maela ChiappiniI, straordinaria voce solista) saranno accompagnati dallo Special Guest Riccardo Galardini, compositore, arrangiatore nonché chitarrista di Ivano Fossati dal 2002 al 2012.

In scena anche l'attore pratese Duccio Mantellassi che attraverso i monologhi scritti da Marco Torracchi aprirà le esibizioni della Fossati Project Band.

Parte dei proventi della serata sono destinati all'Associazione Tumori Toscana - A.T.T. - di Prato e Firenze. A consegnare il ricavato nelle mani del Presidente dell'Associazione, Giuseppe Spinelli, vi saranno l'Assesore al Welfare e Sanità, Accoglienza e Integrazione, Pari Opportunità e Casa, D.ssa Sara Funaro in rappresentanza del Comune di Firenze e il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Dr. Eugenio Giani.

Per info: 333.6482778 oppure 055 422 .03.61, per mail fossatiprojectband@gmail.com.
26/04/2017 13:08 Teatro di Rifredi
Città Metropolitana di Firenze
Mugello, deviazione traffico Sp 551 alle Mozzete
L'Ufficio Viabilità della Città Metropolitana di Firenze ha stabilito la chiusura al transito dell’intersezione con la rotatoria tra la Sp 551 'Traversa del Mugello' e la Sp 503 'Del Passo del Giogo', a Mozzete nel comune di Scarperia e San Piero, dunque all'altezza del km. 2+150 della Sp 551.
Il provvedimento è in vigore dalle ore 8.30 di oggi alle 11 del 29 aprile, con orario 0-24, ed è stato preso per eseguire opere di completamento e illuminazione. Il traffico è pertanto deviato sulle Sp 97 e 42, la Sr 65 e la limitrofa viabilità comunale.
26/04/2017 13:23 Città Metropolitana di Firenze
Regione Toscana
Indipendenza Toscana: seduta solenne e deposizione corone di alloro
Seduta solenne del Consiglio regionale domani, giovedì 27 aprile, alle 11.30, per celebrare l’Indipendenza della Toscana, avvenuta il 27 aprile 1859 con la partenza di Leopoldo II di Lorena da Firenze e conseguente insediamento del Governo provvisorio. Gli interventi saranno affidati ai presidenti di Consiglio e Giunta regionale, Eugenio Giani ed Enrico Rossi, e agli storici Fabio Bertini e Cosimo Ceccuti.

Prima della seduta, alle 9, il presidente Giani si recherà al cimitero delle Porte Sante per depositare due corone di alloro presso le tombe di Giuseppe Dolfi e di Ferdinando Bartolommei. Alle 9,45 sarà invece alla cerimonia in piazza Indipendenza per la deposizione delle corone alle statue di Bettino Ricasoli e Ubaldino Peruzzi.
26/04/2017 18:08 Regione Toscana
Unione Comuni Valdarno Valdisieve
Risvegli di primavera: sabato 29 aprile presentazione del libro “Fibonacci, l’uomo che ci regalò i numeri”
Prosegue a Pelago la rassegna culturale “Risvegli di Primavera” organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune. Dopo il libro di Marco Pannella, si parla di un'altra pubblicazione dedicata ad un grande personaggio italiano questa volta del passato, il matematico Leonardo Fibonacci. “Fibonacci, l’uomo che ci regalò i numeri” è questo il titolo del libro del giornalista scrittore Paolo Ciampi che sarà presentato sabato prossimo 29 aprile alle 17 nella sala consiliare del comune di Pelago (viale della Rimembranza 40). Saranno presenti l’autore, il Sindaco di Pelago Renzo Zucchini e l’Assessore alla Cultura Bernardo Fallani.
“Si tratta di un libro per scoprire Leonardo Fibonacci, come Prometeo rubò il Fuoco agli dèi per darlo agli uomini, così Fibonacci ‘rubò’ i numeri dalle accademie matematiche – afferma l’Assessore alla Cultura del Comune di Pelago Bernardo Fallani - per donarli al lavoro, ai mercati, alla quotidianità. Capì che i numeri sono sostegno per la pittura, l'architettura, la musica, la natura stessa, un ponte per le idee, per il Sapere, per le tecniche, per attraversare un'epoca che era l'epoca delle Crociate. Tramite il racconto del Mediterraneo di allora – conclude - si arriva al Mediterraneo odierno, con le sue contraddizioni e le sue tragedie”.
L’ingresso all’evento è libero.


26/04/2017 10:49 Unione Comuni Valdarno Valdisieve
Comune di Empoli
Pontorme, dopo l’atto vandalico ripulito il vialetto dalla polvere di un estintore
Atto vandalico al Giardino dentro le Mura di Pontorme. Ignoti hanno svuotato il contenuto di un estintore sul vialetto in cotto che collega la piazzetta del parco al borgo e alla chiesa.

Una ‘imbiancata’ che testimonia la stupidità dei vandali che poteva mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini, fortunatamente non è accaduto grazie al tempestivo intervento di pulizia.

Il fatto è stato segnalato nel primo pomeriggio di ieri, martedì 25 aprile. Subito l’amministrazione comunale ha richiesto l’intervento straordinario degli addetti di ALIA per riportare la situazione alla normalità.

L’operazione di pulizia è stata eseguita questa mattina, mercoledì 26 aprile, rimettendo il vialetto in condizioni di sicurezza.
26/04/2017 13:58 Comune di Empoli
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Furto presso atelier a Signa e controlli antidroga a Firenze
SIGNA. FURTO PRESSO ATELIER DI ABITI DA CERIMONIA.
Questa notte, verso le ore 03:00 i Carabinieri della Compagnia di Signa sono intervenuti presso l'atelier di abiti da cerimonia “atelier dei sogni” poiché ignoti avevano perpetrato un furto. Dal sopralluogo effettuato è emerso che i malviventi dopo aver tentato di sfondare la vetrata del negozio la spaccavano parzialmente ed una vola all’interno asportavano numerosi abiti nuziali da donna. Il danno è in corso di quantificazione. Indagini in corso da parte dei Carabinieri della Compagnia di Signa.

FIRENZE. CONTROLLI ANTIODROGA IN VIA PALAZZUOLO. SCATTANO 3 DENUNCE.
Nel corso della notte, i Carabinieri della Compagnia di Firenze hanno effettuati controlli nella zona di via Palazzuolo e vie limitrofe deferendo in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 19enne libanese e due marocchini uno di 22 anni e l’altro di 39, tutti vecchie conoscenze dell’Arma. Il libanese ed il 22enne, controllati in Piazza Stazione, sono stati trovati in possesso di quasi 3 grammi marijuana e una bilancina digitale. Il 38enne, invece, è stato sorpreso in veniva Palazzuolo con circa 2 grammi cocaina e mezzo grammo di marijuana, nonché la somma contante di 95,00 euro, ritenuta provento dell’ attività illecita.

26/04/2017 12:34 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Comune di Greve in Chianti
Alla ricerca degli esopianeti, se ne parla in biblioteca a Greve in Chianti con matematici e astrofisici
Stelle e pianeti da osservare e non solo da piazza Terra Madre. Il mistero che avvolge il sistema solare e lo studio degli esopianeti, la fascia dei cosiddetti pianeti abitabili, è al centro di una serata letterario-scientifica che la biblioteca comunale di Greve in Chianti accoglierà venerdì 28 aprile alle ore 21.15. "Quanto è grande il cielo - dal piccolo mondo antico al grande universo moderno” è il tema dell'incontro aperto al pubblico che offrirà uno spunto di riflessione sulla ricerca dei pianeti esterni al sistema solare sui quali potrebbe esiste una qualche forma di vita. La serata, organizzata dal Comune, sarà condotta da due esperti come il matematico Riccardo Pratesi e l'astrofisico Ruggero Stanga. L'incontro sarà introdotto da Roberto Fossi. “Un'occasione speciale – commenta l'assessore alla Cultura Lorenzo Lotti - che permetterà al pubblico di confrontarsi con due grandi esperti e condividere con loro una discussione scientifica in una chiave originale e in parte artistica. Di espopianeti e zone abitabili, simili alla Terra, si parlerà anche attraverso un'interpretazione teatrale che farà riferimento ad alcuni dei più grandi letterati e scienziati di tutti i tempi come Dante e Galileo”. La Biblioteca comunale è situta in piazza Terra Madre. Ingresso libero.


Riccardo Pratesi, insegnante di matematica in un Istituto Superiore. Storico della Scienza e collaboratore del Museo Galileo per le attività didattiche e divulgative;

Ruggero Stanga, docente del dipartimento di Astrofisica all'Università di Firenze, ora in pensione. Ricercatore, si è interessato fino dagli anni '90 alle onde gravitazionali, impegnandosi prima nella costruzione dell'antenna Virgo e successivamente nei test al suolo propedeutici al lancio del satellite LISA che è stato lanciato da ESA nel 2015. Ha lavorato per molto tempo al CERN di Ginevra, all'ESO a Monaco di Baviera, all'IAC a Santa Cruz de Tenerife e al CALTECH a Pasadena.

Cinzia DUGO
26/04/2017 17:44 Comune di Greve in Chianti
Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi
Convegno Floretina Firenze 27-30 aprile Palazzo dei Congressi Piazza Adua, apertura lavori ore 16:30 Auditorium
Firenze sarà capitale mondiale della vista dal 27 al 30 aprile con il convegno FLOREtina, il maggior evento scientifico internazionale di oculistica nel 2017, giunto alla seconda edizione, con oltre 2400 specialisti da 55 nazioni. Il convegno, presieduto dal professor Stanislao Rizzo dell’Università di Firenze, direttore dell’oculistica del policlinico fiorentino di Careggi, si svolgerà al Palazzo dei Congressi in Piazza Adua. L’apertura dei lavori è in programma giovedì 27 alle 16:30. Venerdì 28 a partire dalle 14 l’evento aprirà gli spazi espositivi alla stampa. Saranno presentate le tecniche più innovative dedicate alla chirurgia dell’occhio fra cui la rigenerazione dei tessuti della retina mediante linee cellulari staminali e cellule geneticamente modificate, i progressi riguardanti l’impianto di retina artificiale e la nuova chirurgia robotica oculistica.

Sono membri del comitato scientifico del convegno FLOREtina: Carl Claes, Capo del dipartimento VR, Ospedale di St. Augustinus, Anversa, Belgio; José García Arumí , professore di oftalmologia, Universidad Autonoma de Barcelona, Spagna; Kourous A. Rezaei, professore associato di oftalmologia, Rush University Medical Center Chicago, USA; Ramin Tadayoni , professore di oftalmologia, Université Paris 7- Sorbona Parigi, Francia; Albert Augustin, professore di oftalmologia, direttore del dipartimento di oftalmologia, Staedtisches Klinikum Karlsruhe, Germania

26/04/2017 17:34 Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi
Comune di Lastra a Signa
Primo maggio, al Parco Fluviale l’iniziativa del Comune di Lastra a Signa in occasione della Festa dei lavoratori
Appuntamento consueto al Parco Fluviale per l’iniziativa promossa dal Comune di Lastra a Signa, in collaborazione con l’associazionismo locale, in occasione del 1° maggio - Festa dei lavoratori. La giornata prenderà il via a partire dalle 11 circa: le associazioni L&S Basket TeamNova, Lancers Baseball e ASD Nuova Atletica Lastra saranno a disposizione per la prova di attività sportive, e cioè pallacanestro, baseball e atletica leggera. Seguirà l’apertura, alle 12, degli stand gastronomici a cura delle associazioni La Racchetta, Misericordia di Lastra a Signa e Parrocchia della Natività.

Inaugura il pomeriggio, alle 14.30, l’esibizione della band The Brum’s Machine, composta dai giovani ottoni della Filarmonica G. Verdi di Signa, che precederà i saluti del sindaco Angela Bagni e gli interventi a cura delle organizzazioni sindacali del territorio sul tema “Primo maggio: la festa dei lavoratori oggi”, fissati per le 16.

L’ultimo appuntamento della giornata è dedicato alla musica dal vivo: dalle 16.30 prenderà il via “Ballo ma non sballo al Parco Fluviale”, che vedrà esibirsi la Milò Band. L’evento rientra nel più ampio progetto “Ballo ma non sballo”, un’iniziativa dedicata ai giovani e al divertimento senza eccessi e promossa da Ristoro dell’Arte (Signa), Casa del popolo di Tripetetolo (Lastra a Signa), Casa del popolo di Querceto (Sesto Fiorentino) e Circolo Aurora (Scandicci), insieme ai rispettivi Comuni.

Infine, in occasione del 1° maggio al Parco Fluviale, saranno presenti gli stand di alcune associazioni locali.
26/04/2017 13:37 Comune di Lastra a Signa
Comune di Firenze
Una videoinstallazione su Ponte Vecchio per dire “No” alle morti bianche giovedì 27 aprile alle 21
Una videoinstallazione trasformerà per una sera Ponte Vecchio in ambasciatore della sicurezza sul lavoro. Domani, giovedì 27 aprile alle 21, in occasione della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, che si celebra da sette anni ogni il 28 aprile, si terrà un grande evento al circolo Canottieri che vivrà il suo momento clou quando, dalle 21, sul Ponte Vecchio apparirà il logo di 'Italia Loves Sicurezza 2017', il grande roadshow che per il terzo anno consecutivo animerà di eventi e iniziative le principali città del Bel Paese.
“La sicurezza sui luoghi di lavoro è un tema che coinvolge ogni anno un numero sempre più elevato di persone. Ci sarà – spiega il presidente del quartiere 1 Maurizio Sguanci – la possibilità di cogliere la bellezza del Ponte Vecchio con un'installazione di luci unica e che renderà quest'angolo di città ancora più bello e affascinante. Nel corso della serata l'associazione Firenze Armonia donerà al quartiere 1 un defibrillatore”.
Un grande cuore al centro di Ponte Vecchio farà arrivare, direttamente dal monumento simbolo della città, un messaggio molto importante: combattere le morti bianche è un dovere di ogni impresa, da perseguire attraverso la crescita di una cultura della salute e della sicurezza che, partendo dagli ambiti lavorativi, possa poi estendersi a ogni ambito sociale.
Gli ultimi dati sulla mortalità sul lavoro riferiscono che nel 2015 in Toscana gli infortuni sul lavoro sono calati del 2,5%: sono stati 44.481 nel 2014, 43.355 nel 2015. Inverso invece il trend degli infortuni mortali: sono stati 76 (53 durante il lavoro e 23 in itinere) nel 2014 e 109 (79 durante il lavoro e 30 in itinere) nel 2015 (+33) (fonte Cerimp/Inail. Il Cerimp è il Centro di riferimento regionale per l'analisi dei flussi informativi su infortuni e malattie professionali o da lavoro).
L’appuntamento fiorentino s'intitola “Turn on the light” ed è organizzato dall’azienda Sfera Ingegneria, impegnata sul versante della promozione della cultura della sicurezza sul lavoro, all’interno appunto del grande contenitore di 'Italia Loves Sicurezza 2017', movimento vicino alla Fondazione Lhs del gruppo Saipem, società del gruppo Eni, creato per avviare un forte cambiamento culturale sul tema della sicurezza tramite strumenti di comunicazione non convenzionali, come il cinema, il teatro, l’arte e la musica.
“Purtroppo gli infortuni e le morti bianche faticano a diminuire – osserva il presidente di Sfera Ingegneria Stefano Pancari – e questo nonostante gli sforzi sulla prevenzione”. Di qui l’urgenza di un “radicale ‘cambio di passo’ nella testa delle persone, ancora perlopiù restie a considerare i valori della salute e della sicurezza come prioritari rispetto alle tante esigenze del mondo di lavoro”. “Abbiamo aderito a “Italia Loves Sicurezza” – prosegue Pancari – perché lì abbiamo trovato quel sano entusiasmo e soprattutto quella capacità di sensibilizzare le persone attraverso una comunicazione innovativa”. Ecco perché l’appuntamento fiorentino prevede una videoinstallazione sul Ponte Vecchio. “Illumina la tua mente”, è il messaggio sottinteso per avviare quella presa di coscienza indispensabile per abbattere drasticamente il numero di morti bianche.
Per tutta la giornata del 27, i fiorentini incontreranno nelle principali piazze della città i giovani ‘testimonial’ dell’evento, che distribuiranno le cartoline di “Turn on the light” invitando tutti ad assistere, dai lungarni, alla spettacolare illuminazione del Ponte Vecchio. Tramite #ItaliaLovesSicurezza ognuno di noi potrà offrire il proprio contributo social diffondendo sulla rete il grande messaggio di cui si fa portatrice l’iniziativa, alla quale parteciperanno aziende come Ferragamo, Publiacqua e Beyfin, che in questi anni si sono dimostrate particolarmente sensibili al tema della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Dalle 19 prenderà il via la serata al circolo Canottieri Firenze che, moderata da Alessio Nonfanti, in arte Kagliostro, vedrà alternarsi sul palco il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, l’assessore Federico Gianassi, il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci, il presidente di Sfera Ingegneria Stefano Pancari e, per Italia Loves Sicurezza, Davide Scotti, general manager della Fondazione Lhs. Per l’occasione, Clet – l’artista noto per le sue ‘rivisitazioni’ dei cartelli stradali – darà il suo inconfondibile contributo svelando una curiosissima installazione che ha per protagonista un estintore denominato 'Zorra', inusuale oggetto d’arte prestato alla nobile causa di ‘Italia Loves Sicurezza’. Ancora, l’associazione Firenze Armonia donerà un defibrillatore al Comune di Firenze e The Fake Factory, realtà fiorentina di video design e contemporary media art, creerà un percorso cromatico tutto da scoprire e assaporare. Ancora, spazio alle opere su tela dell’artista Marco Rindori, che ispirandosi al tema della sicurezza darà vita all’esposizione ‘Abbi cura di te… Sei un’opera d’arte’, progetto curato da Unigum Spa.
Per tutto il giorno si parlerà di prevenzione a 360 gradi. Ci sarà anche una testimonianza del mondo della scuola, che arriva dall’istituto Checchi di Fucecchio, dove la professoressa Grazia Focardi promuove la sicurezza tra i suoi allievi, i quali hanno realizzato ad abiti da lavoro a prova di infortunio che saranno presentati alla Canottieri Firenze.

26/04/2017 15:39 Comune di Firenze
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V