MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze
Fondo di Studi Umanistici 'Vittorio Vettori' alla Biblioteca Moreniana di Palazzo Medici Riccardi
Il Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella presenzierà la cerimonia di inaugurazione del Fondo di Studi Umanistici 'Vittorio Vettori' della Biblioteca Moreniana di Palazzo Medici Riccardi mercoledì 6 luglio 2022, alle ore 12.30, nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi (a Firenze, con ingresso da via Cavour 9)

Saranno presenti con Nardella, anche Eugenio Giani, Ruth Cardenas e il prof. Silvio Calzolari, docente dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose della Facoltà teologica Italia Centrale Firenze.

Il Fondo librario Vettori donato dall'Istituto di Cultura "Mircea Eliade", comprende importantissimi volumi di letteratura, filosofia, narrativa e critica letteraria, inerenti fine Ottocento, primo Novecento nonché straordinari studi danteschi collegati al suo prezioso lavoro di Presidente-Fondatore della Lectura Dantis Internazionale. Con questo atto di condivisione culturale, l'Istituto che detiene il suo patrimonio intellettuale vuole rendere onore alla straordinaria figura di Vittorio Vettori, ultimo Umanista del Secolo breve, autore di quasi trecento opere e soprattutto "Uomo del dialogo", evidenziando così il Centenario della sua Nascita appena trascorso (24 dicembre 1920 - 24 dicembre 2020), celebrato con un significativo "annullo postale.

29/06/2022 12:12 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Consiglio della Metrocittà Firenze mercoledì 6 luglio 2022
Il Sindaco Dario Nardella ha convocato il Consiglio Metropolitano della Città Metropolitana di Firenze previsto mercoledì 6 luglio 2022, alle ore 9.30, presso la Sala Quattro Stagioni di Palazzo Medici Riccardi, in via Cavour.

In allegato il programma dei lavori
04/07/2022 15:57 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Notiziario della viabilità di martedì 5 luglio 2022
Novità

Sulla strada per manutenzione stradale, senso unico alternato, nel tratto tutte le strade provinciali e regionali di competenza del Centro Operativo di Bassa della Zona Manutenzione 3 Empolese-Valdelsa, fino al 31/12/2022.
Comuni di Montespertoli,Castelfiorentino,Fucecchio,Cerreto Guidi,di Empoli,Vinci, Montelupo Fiorentino,Capraia e Limite

Sulla strada provinciale 56 del Brollo e del Poggio alla Croce per lavori di asfaltatura, senso unico alternato, nel tratto (saltuari e diversi) nel Comune di Greve in Chianti, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 1207 del 20/05/2022

Sulla strada provinciale 66 della Panca o Pancuccia per lavori di asfaltatura, senso unico alternato, nel tratto (saltuari e diversi) nel Comune di Greve in Chianti, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 1207 del 20/05/2022

Sulla strada provinciale 68 di Lucolena per lavori di asfaltatura, senso unico alternato, nel tratto (saltuari e diversi) nel Comune di Greve in Chianti, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 1207 del 20/05/2022

Sulla strada provinciale 90 Torri-Volognano-Rosano per lavori di asfaltature, senso unico alternato, nel tratto (saltuari e diversi) nel Comune di Rignano sull´Arno, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 1207 del 20/05/2022

Sulla strada provinciale 15 Lucchese-Romana per lavori di bonifica del sito e di ripristino ambientale, senso unico alternato con orario 8:00/18:00, nel tratto al km 6+700 circa, nel Comune di Fucecchio, fino al 05/09/2022.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per verifiche e lavori sulle strutture del ponte, divieto di transito, in entrambi i sensi di marcia per i veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, nel tratto sul ponte posto al km 27+930, nel Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 31/08/2022.
Proroga ordinanza n° 3587 del 14/12/2021

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per l?installazione della segnaletica stradale verticale ed orizzontale, senso unico alternato, nel tratto al km 27+930, Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 31/08/2022.
Proroga ordinanza n° 3588 del 14/12/2021

Sulla strada provinciale 85 di Vallombrosa per far defluire ordinatamente il grande flusso veicolare che si verifica nei giorni festivi del periodo e per ricavare maggiore possibilità di parcheggio, Istituzione di senso unico di circolazione nei soli giorni festivi con orario 08:00/20:00, nel tratto dal km. 12+300 al km 11+450, direzione di marcia da bivio Via del Paradisino a bivio Strada Comunale del Vignale, nel Comune di Reggello, fino al 28/08/2022.

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per lavori di manutenzione alla pavimentazione stradale, senso unico alternato in tratti diversi e saltuari, nel tratto nei comuni di Barberino di Mugello e Calenzano, fino al 22/07/2022.

Sulla strada regionale 429 di Val d'Elsa per lavori di allacciamento stradale rete gas metano, senso unico alternato regolato, nel tratto km 70+400 circa nel Comune di Empoli, fino al 08/07/2022.


Mugello

Sulla strada provinciale 103 di Bivigliano per lavori urgenti di scavo per posa cavi fibra ottica e posa pozzetti, senso unico alternato, nel tratto dal km 2+165 al km 4+560 circa, nel Comune di Vaglia, fino al 31/07/2022.
Proroga ordinanza n° 122 del 26/01/2022

Sulla strada provinciale 58 Piancaldolese per lavori di indagini propedeutiche alla redazione di un progetto esecutivo per conto di TERNA spa, senso unico alternato con orario 7:00/18:00, nel tratto dal km 0+080 al km 1+610 nel Comune di Firenzuola, fino al 30/07/2022.

Sulla strada provinciale 121 Frassineta-Borgo Pisano per lavori di indagini propedeutiche alla redazione di un progetto esecutivo per conto di TERNA spa, senso unico alternato di marcia con orario 7:00/18:00, nel tratto dal km. 0+000 al km. 3+180 nel Comune di Firenzuola, fino al 30/07/2022.

Sulla strada provinciale 610 Selice-Montanara Imolese per lavori di manutenzione ed installazione di reti paramassi, senso unico alternato e chiusura al transito veicolare in entrambi i sensi di marcia per un periodo di tempo limitato alla rimozione del materiale dalla strada, nel tratto dal km 67+000 al km 67+500 circa, nel Comune di Firenzuola, fino al 16/07/2022.
Proroga ordinanza n° 640 del 23/03/2022

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per lavori di sostituzione del ponte ferroviario situato al km 61+038 della linea Firenze-Faenza, senso unico alternato, nel tratto dal km 58+400 al km 58+700 circa, nel Comune di Marradi, fino al 14/07/2022.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per lavori di manutenzione straordinaria del ponte ad arco in muratura, senso unico alternato, nel tratto al km 15+980 circa, nel Comune di Vaglia, fino al 09/07/2022.
Proroga ordinanza n° 749 del 05/04/2022

Sulla strada provinciale 503 del Passo del Giogo per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, senso unico alternato e chiusura per liminitati periodi di tempo con orario 07:00/19:00, nel tratto dal km 0+000 al km 18+900 circa, Comune di Firenzuola, fino al 08/07/2022.

Sulla strada provinciale 610 Selice-Montanara Imolese per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, Senso unico alternato e chiusura per limitati periodi di tempo con orario 07:00/19:00, nel tratto su tutta la tratta, nei Comuni di Scarperia San Piero e di Firenzuola, fino al 08/07/2022.

Sulla strada provinciale 117 di San Zanobi per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, Senso unico alternato e chiusura al transito veicolare per limitati periodi di tempo con orario 07.00/19:00, nel tratto dal km 0+000 al km 17+650 nel Comune di Firenzuola, fino al 08/07/2022.

Sulla strada provinciale 58 Piancaldolese per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, senso unico alternato e chiusura al transito veicolare per limitati periodi di tempo con orario 07:00/19:00, nel tratto Dal km 0+000 al km 17+650 nel Comune di Firenzuola, fino al 08/07/2022.

Sulla strada provinciale 121 Frassineta-Borgo Pisano per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, Senso unico alternatoe chiusura al transito veicolare per limitati periodi di tempo con orario 07.00/19:00, nel tratto dal km 0+000 al km 3+330, nel Comune di Firenzuola, fino al 08/07/2022.

Sulla strada provinciale 59 di Bruscoli per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, Senso unico alternatoe chiusura al transito veicolare per limitati periodi di tempo con orario 07:00/19:00, nel tratto dal km 0+000 al km 10+000 nel Comune di Firenzuola e San Piero a Sieve, fino al 08/07/2022.

Sulla strada provinciale 116 Firenzuola-Passo della Futa per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, Senso unico alternatoe chiusura al transito veicolare per limitati periodi di tempo con orario 07:00/19:00, nel tratto dal km 0+000 al km 10+230 nei Comuni di Firenzuola e San Piero a Sieve, fino al 08/07/2022.

Sulla strada provinciale 120 di Roncobilaccio per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, Senso unico alternatoe chiusura al transito veicolare per limitati periodi di tempo con orario 07:00/19:00, nel tratto dal km 0+000 al km 1+000 nei comuni di Firenzuola e San Piero a Sieve, fino al 08/07/2022.

Sulla strada provinciale 32 della Faggiola per lavori urgenti di taglio erba e potatura piante, Senso unico alternatoe chiusura al transito veicolare per limitati periodi di tempo, nel tratto dal km 0+000 al km 18+150, nei Comuni di Firenzuola e San Piero a Sieve, fino al 08/07/2022.


Valdarno

Sulla strada provinciale 87 Ponte Matassino-Reggello per lavori pubblici per la realizzazione della nuova viabilità di collegamento fra le aree urbane dell?abitato di Vaggio, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+310 al km 3+439 circa, nel Comune di Reggello, fino al 11/02/2023.
Rettifica ordinanza n° 287 del 10/02/2022

Sulla strada provinciale 85 di Vallombrosa per posizionamento di mezzo pesante per carico e scarico materiali edili per lavori di ristrutturazione edificio numero civico 114, senso unico alternato regolato in orario 07:00/19:00, nel tratto dal km 5+600 al km 5+800 circa nel Comune di Pelago, fino al 30/09/2022.


Chianti Val di Pesa

Sulla strada provinciale 3 Chiantigiana per Val di Greve per caratteristiche geometriche della strada allo scopo di creare condizioni di maggiore sicurezza , senso unico alternato , nel tratto dal km 11+800 al km 11+850 circa, nel Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 70 Imprunetana per Pozzolatico per lavori di messa in sicurezza della strada interessata da movimento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 4+600 al km 4+900 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 101 di San Donato in Poggio per lavori di posa longitudinale infrastruttura per cavi in fibra ottica e posa pozzetti, senso unico alternato ed all´occorrenza di divieto di sosta e di fermata con rimozione forzata su entrambi i lati della strada con orario 08:00/18:00, nel tratto dal km 0+700 al km 7+830 circa, nel Comune di Barberino e Tavernelle, fino al 31/07/2022.


Area fiorentina

Sulla strada provinciale 54 dei Bosconi per di frana muro sotto scarpa, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+250 al km 3+550 circa, Comune di Fiesole, fino al 31/12/2022.
Durata del provvedimento da definire

Sulla strada provinciale 55 di Vincigliata per lavori di messa in sicurezza della strada interessata da movimento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 1+500 al km 1+900 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 45 di Comeana per interventi di consolidamento strutturale del ponte, divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore a 26 tonnellate con transito in centro carreggiata e senso unico alternato , nel tratto sul ponte al Km 3+200, nel Comune di Signa - precedenza per chi transita in direzione Carmignano, fino al 31/12/2022.
Revoca dell'ordinanza n°769

Sulla strada provinciale 130 panoramica di Monte Morello per Manutenzione, senso unico alternato, nel tratto dal km 7+150 al km 7+250 circa, nel Comune di Sesto Fiorentino, fino al 01/12/2022.

Sulla strada provinciale 54 dei Bosconi per interventi di messa in sicurezza del muro di contenimento, senso unico alternato, nel tratto dal km 1+200 al km 1+400 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 23/09/2022.

Sulla strada provinciale 2 Chiantigiana per Grassina per lavori di dismissione IDL Bottai e nuova adduttrice Galluzzo-Tavarnuzze, senso unico alternato, nel tratto dal km 291+500 al km 291+660 circa e dal km 292+000 al km 292+598 circa, nei Comuni di Impruneta e di Firenze, fino al 06/08/2022.

Sulla strada provinciale Aretina per S. Donato per lavori di posa condotta idrica e posa pozzetti, senso unico alternato, nel tratto dal km 7+050 al km 9+315 circa, nel Comune di Bagno a Ripoli, fino al 31/07/2022.
Proroga ordinanza n° 3136 del 22/10/2021

Sulla strada provinciale 54 dei Bosconi per lavori di estensione rete gas metano, senso unico alternato, nel tratto dal km 4+710 al km 5+400 circa, in località Le Molina nel Comune di Fiesole, fino al 15/07/2022.


Fi-Pi-Li


Empolese-Valdelsa

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimento franoso lato valle, senso unico alternato, nel tratto al km 10+200 circa, nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.
Fino al ripristino delle normali condizioni di viabilità

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimenti franosi e caratteristiche geometriche della strada presenti in quei tratti, divieto di transito ai veicoli con massa complessiva superiore a 35 quintali, nel tratto dal km 10+000 al km 11+670 circa nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per movimento franoso di valle, senso unico alternato, nel tratto al km 7+500 circa nel Comune di Certaldo, fino al 31/12/2022.
Durata del provvedimento da definire

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per movimento franoso, senso unico alternato con direzione da Montespertoli verso Castelfiorentino, nel tratto dal km 25+300 al km 25+400 circa, nel Comune di Montespertoli, fino al 31/12/2022.
vecchio tracciato - fino a termine necessità

Sulla strada provinciale 52 Salaiola per muro pericolante, senso unico alternato, nel tratto al km 4+150 circa, nel Comune di Empoli, fino al 31/12/2022.
Fino a termine lavori Rettifica ordinanza n° 550

Sulla strada provinciale 13 Montalbano per lavori di realizzazione di un percorso protetto per l´utenza debole per conto del Comune di Vinci, Divieto di sosta e all´occorrenza senso unico alternato, nel tratto nel tratto compreso fra il numero civico 202 del Via Leonardo da Vinci e l´intersezione con Via Di Petroio, nel Comune di Vinci, fino al 30/09/2022.

Sulla strada regionale 429 di Val d'Elsa per lavori di sfalcio erba, senso unico alternato con orario 08:00/19:00, nel tratto in tratti saltuari e diversi dal km 46+780 al km 73+220 circa nei Comuni di Empoli, Montaione, Castelfiorentino, Gambassi Terme, Certaldo e Montespertoli, fino al 30/09/2022.
Proroga ordinanza n° 994 del 04/05/2022 e SRT 429

Sulla strada provinciale 111 di Massarella per lavori di estensione rete gas metano, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+000 al km 5+500 circa, nel Comune di Fucecchio, fino al 08/07/2022.

Nota: Le notizie contenute in questa pagina sono fornite in base alla programmazione dei lavori stradali. A seguito delle condizioni meteo o di esigenze dei cantieri possono verificarsi situazioni diverse da quelle indicate.
05/07/2022 07:55 Città Metropolitana di Firenze
Regione Toscana
Maltempo, mercoledì 6 luglio codice giallo per temporali forti
Condizioni del tempo instabili in arrivo in Toscana per infiltrazioni d'aria fredda, con possibili temporali che oggi interesseranno l’Appennino tosco-emiliano, mentre dal pomeriggio di domani, e fino alle prime ore della sera, potranno diventare forti anche nelle zone interne della regione.

Per questo la Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un codice giallo per temporali forti valido dalle 12 alle 20 di domani, mercoledì 6 luglio, per tutta la Toscana ad esclusione della fascia costiera fino alla Versilia.

Ulteriori dettagli e consigli sui comportamenti da adottare, a seconda del rischio, si trovano all’interno della sezione Allerta meteo del sito della Regione Toscana, accessibile dall’indirizzo http://www.regione.toscana.it/allertameteo.


05/07/2022 13:32 Regione Toscana
Città Metropolitana di Firenze
La grande festa: a Palazzo Medici Riccardi si “celebrano” le nozze di Cosimo I de’ Medici ed Eleonora di Toledo
Basta chiudere gli occhi per trovarsi come per magia nell’estate del 1539, quando Palazzo Medici ospitò festeggiamenti grandiosi, organizzati per celebrare le nozze di Cosimo I de’ Medici con Eleonora di Toledo. In occasione del cinquecentenario della nascita di Eleonora (1522-2022) la Città Metropolitana di Firenze e MUS.E, in collaborazione con l'Ufficio Patrimonio Mondiale del Comune di Firenze, presentano per la sera di mercoledì 13 luglio (alle ore 18.30 e alle ore 20.30) un grande spettacolo che ripercorre gli aspetti salienti di quell’evento offrendo agli spettatori un viaggio indietro nel tempo, tra le danze, le musiche, i personaggi storici e allegorici che animarono il palazzo a inizio luglio 1539.

Dopo cinque secoli, il pubblico che presenzierà mercoledì 13 luglio potrà rivivere le atmosfere e le suggestioni di questo raffinato evento grazie allo spettacolo “La grande festa” realizzato dalla Compagnia Nazionale Danza Storica: le fonti sono state i fondamenti su cui costruire un evento di grande suggestione, che porterà in scena elementi tratti o ispirati dagli stessi festeggiamenti.

Fra le eleganti colonne del cortile mediceo, alla presenza del duca Cosimo I e della duchessa Eleonora, interpretati da Alberto Galligani e da Florinda Nesticò, sarà quindi possibile prendere parte a un evento d’eccezione, grazie a uno spettacolo di danze e di musiche che traggono la loro matrice nel Cinquecento per giungere fino alla contemporaneità.
Inoltre, nel giardino, sarà predisposto un originale allestimento, evocazione simbolica e sintetica del “cielo” che vi era stato posto per i festeggiamenti ducali.


Oltre alle esecuzioni dei danzatori, in abiti rinascimentali, torneranno a sfilare i personaggi allegorici: Apollo con i capelli biondi cinti da una corona di alloro “vestito di taffettà chermisi” e “un coro di Muse”, la bella Flora “con cinque ninfe d'intorno” che canterà la Canzone beneaugurante delle Nozze. Ancora, sarà proposto un breve estratto dalla commedia Il Commodo di Antonio Landi.

Quello per le nozze del duca Cosimo I e della duchessa Eleonora fu un festeggiamento sfarzoso, culmine di un’unione attesa e importante e prototipo dei grandiosi spettacoli nuziali che si sarebbero poi svolti nei decenni successivi: dopo il matrimonio per procura la giovanissima Eleonora, partita da Napoli accompagnata dal fratello Garcia e da un folto seguito, era infatti approdata a Livorno il 22 giugno, per dirigersi poi a Pisa e alla villa di Poggio a Caiano, raggiunta dal nuovo sposo.

Qualche giorno dopo la coppia entrò in Firenze, vestita a festa grazie a scenografici apparati trionfali, per giungere poi nell’altrettanto ornato palazzo mediceo. Qui, fra il 6 e il 9 luglio, furono approntati prima il banchetto nuziale - allietato da una ricca sfilata di personaggi allegorici fra cui Apollo, le Muse, Flora, le terre e i fiumi della Toscana - e poi lo spettacolo nuziale: “l’apparato […] fu dentro al secondo cortile, che di nuovo e superbo ornamento rivestito, e leggiadro e maraviglioso, rideva negli occhi de’ suoi spettatori […]”


Lo spazio del secondo cortile, il giardino, era stato infatti per l’occasione trasformato in una vera e propria sala grazie a un “cielo” costellato di amorini con archi e frecce e a una serie di dipinti tutt’intorno, realizzati dai più celebri artisti del tempo e raffiguranti le maggiori imprese dei personaggi Medici, da Cosimo il Vecchio a Cosimo I. In questo luogo fu quindi messa in scena la commedia Il Commodo di Antonio Landi, con intermezzi di Giovanni Battista Strozzi musicati da Francesco Corteccia e una suggestiva scenografia approntata da Bastiano da Sangallo.

Di tutto questo abbiamo una suggestiva e dettagliata descrizione nell’Apparato et feste per le nozze dell'illustrissimo signor duca di Firenze e della duchessa sua consorte, scritto dall’accademico Francesco Giambullari, oltre a ciò che è ricordato nelle celebri Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori di Giorgio Vasari.

Incluso nel biglietto di ingresso a La Grande Festa (7€ biglietto intero; 4€ ridotto; gratuito per i minori di 18 anni, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM, disabili e accompagnatori, guide turistiche e interpreti; riduzione 2x1 soci Unicoop Firenze) i visitatori potranno al termine dello spettacolo trattenersi a palazzo per visitare la mostra Oscar Ghiglia. Gli anni di Novecento, godendo della speciale ed esclusiva apertura serale delle sale espositive.

Si ringrazia Business Strategies e Unicoop Firenze per il supporto.

La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: 055/2760552 o info@palazzomediciriccardi.it

29/06/2022 12:05 Città Metropolitana di Firenze
ANBI-Consorzi di Bonifica della Toscana
Siccità: al via il tavolo regionale per creare nuovi invasi
Fare lavoro di squadra per implementare il sistema degli invasi. Si è tenuta nei giorni scorsi una riunione di coordinamento sul tema che ha visto al tavolo la Regione Toscana, Anbi Toscana con i sei Consorzi di Bonifica, l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale e le associazioni agricole. L’obbiettivo è stato avviare una collaborazione che porti all’apertura di un tavolo per trovare risposte alla carenza di risorsa idrica, favorendo la costruzione
di nuovi invasi e la loro gestione. Un incontro fondamentale alla luce dell’importanza di questi bacini sia nelle stagioni piovose, come risposta al rischio di allagamenti che in fase di secca, come strumento di riserva idrica.
Presenti all’incontro l’assessore regionale all’agricoltura Stefania Saccardi, Marco Bottino presidente di Anbi Toscana e del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, Massimo Lucchesi segretario generale dell’AdB Appenino Settentrionale e i presidenti dei Consorzi di Bonifica toscani: Ismaele Ridolfi (CB1), Serena Stefani (CB2), Maurizio Ventavoli (CB4), Giancarlo Vallesi (CB5), Fabio Bellacchi (CB6). Con loro anche i rappresentanti delle associazioni di categoria toscane che si occupano del settore agricolo: Marco Neri presidente di Confagricoltura, Valentino Berni presidente di Cia e Angelo Corsetti direttore di Coldiretti.
«Avviare un percorso di collaborazione insieme alla Regione e all’Autorità di Bacino è un passaggio importante per dare risposta al nostro territorio che da qualche anno a questa parte soffre a causa della siccità – commenta Marco Bottino presidente di Anbi Toscana -. La costruzione di nuovi invasi, accanto a una gestione oculata di quelli esistenti, è al momento l’unica soluzione possibile per il problema: in autunno e in inverno, stagioni piovose, i bacini possono essere infatti utilizzati per trattenere l’acqua togliendola dai fiumi e contribuendo a limitare il rischio di piene. Acqua che in estate può essere riversata nei fiumi in secca o utilizzata per l’irrigazione, dando così una risposta importante al nostro sistema agricolo in difficoltà».

05/07/2022 12:05 ANBI-Consorzi di Bonifica della Toscana
Città Metropolitana di Firenze
Metrocittà Firenze. Inizia stagione di alta vigilanza contro il fuoco. Le buone pratiche da adottare
Il consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato alla Protezione civile, Massimo Fratini, ricorda che dal primo luglio in Toscana entra nella massima operatività la stagione antincendio estiva 2022 con l'attivazione di tutti i servizi e l'apertura delle sale operative provinciali antincendio. Di seguito se ne riportano in modo puntuale gli aspetti principali.


PERIODO ALTO RISCHIO

Dal primo luglio al 31 agosto è istituito il divieto assoluto di accensione fuochi. Questo periodo può essere prorogato dalla Regione Toscana fino a quando le condizioni meteo sono pericolose per gli incendi boschivi.


Apertura COP (Centro Operativo Provinciale Antincendio Boschivo)

Il COP Firenze è allocato presso i locali della Sala Operativa di protezione civile della Città Metropolitana, e svolge la propria funzione fino al 31 agosto (salvo proroghe della regione Toscana) con orario 8-20. Il numero telefonico è 055 41 41 10 . Nell'orario 20-8 la funzione di sala operativa antincendio è svolta dalla regione Toscana tramite la SOUP che risponde al numero 800 425 425 


BOLLETTINO RISCHIO ANTINCENDIO 

La Regione Toscana pubblica quotidianamente il bollettino sul rischio incendio. All'indirizzo www.lamma.rete.toscana.it/aib è possibile consultare il bollettino tecnico riservato agli addetti ai lavori, mentre all'indirizzo www.regione.toscana.it/bollettino-rischio-incendi è possibile consultare il bollettino riservato a tutti i cittadini, nel quale sono anche presenti le norme di comportamento.


La Città Metropolitana di Firenze ha redatto nell'ambito di una iniziativa di ANCI Nazionale e Corpo Nazionale dei VVF un volantino contenente indicazioni e buone pratiche dirette alla mitigazione del Rischio di Incendi in zone di interfaccia fra aree boscate o comunque vegetate e aree edificate. Il volantino contiene indicazioni semplici, ma che possono rivelarsi decisive per la salvaguardia di beni e della vita umana, è stato prodotto in due lingue, e diffuso da ANCI presso tutte le amministrazione comunali.

In allegato: le buone pratiche da adottare (brossura in italiano e in inglese)

01/07/2022 17:21 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Lavoro e formazione professionale nella Piana Fiorentina e in Mugello: Metrocittà dice sì a due accordi
Lavoro e formazione professionale nella Piana Fiorentina e in Mugello: Metrocittà Firenze dice sì a due accordi approvati all'unanimità dal Consiglio di Palazzo Medici Riccardi.

Su proposta del consigliere delegato Sandro Fallani, il Consiglio ha approvato all'unanimità un protocollo d’intesa tra Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comuni di Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Scandicci, Signa, Sesto Fiorentino, Camera di Commercio, sindacati Cgil, Cisl, Uil, associazioni datoriali, Università degli Studi di Firenze e Cnr che definisce un “patto locale su lavoro e formazione professionale nel territorio della Piana fiorentina”.

“Abbiamo uno strumento ulteriore oltre a quello normativo nazionale - dichiara il consigliere delegato Sandro Fallani – per cui siamo titolati ad intervenire e ad avere un ruolo non solo nel monitoraggio ma anche nell'intervento sulle crisi che si formano, purtroppo, non più per ragioni produttive aziendali ma principalmente per ragioni finanziarie.
Altro elemento importante sul fronte della formazione è l’orientamento che deve essere proposto subito all’interno delle scuole superiori".

Con la sottoscrizione del Protocollo le parti intendono in particolare:

sostenere la difesa ed il rilancio della condizione occupazionale e produttiva attraverso la promozione dell’allineamento dell’offerta formativa regionale ai fabbisogni delle aziende presenti sul territorio, mettendo a disposizione dei cittadini un insieme integrato di opportunità per l’acquisizione, l’aggiornamento e l’adeguamento delle competenze e migliorando così l’occupabilità dei cittadini e la capacità di risposta del sistema formativo locale ai fabbisogni di professionalità e competenze dei settori produttivi strategici del territorio;

fornire, attraverso un costante monitoraggio della situazione occupazionale e di possibili crisi aziendali del territorio, una risposta sollecita ai fabbisogni formativi per una tempestiva riqualificazione su nuove competenze nonché individuare e attuare percorsi e strumenti per la continuità e la salvaguardia dell’occupazione.

Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze, su proposta del consigliere delegato Massimo Fratini, ha approvato anche il testo di un protocollo d’intesa tra Unione montana dei Comuni del Mugello, Regione Toscana, Arti Toscana, Camera di Commercio, scuole secondarie di secondo grado Chino Chini e Giotto Ulivi, sindacati Cgil, Cisl, Uil e associazioni di categoria Coldiretti, Cia, Confindustria, Cna, Confcommercio, Confesercenti, Legacoop Toscana e Confcooperative, per la stipula di un patto locale per la formazione in Mugello.

“E' un atto importante per la formazione in tutto il territorio del Mugello – dichiara il consigliere delegato Massimo Fratini – a cui hanno aderito molti attori, con lo scopo di promuovere l’offerta formativa regionale rispetto ai fabbisogni formativi per chi perde il lavoro ed ha necessità di avere strumenti di riqualificazione e di favorire l’incontro tra domanda e offerta.

La Città Metropolitana di Firenze con la sottoscrizione del protocollo d’intesa si impegna, in particolare, al costante monitoraggio sulle crisi aziendali dell'area metropolitana che arrivano al tavolo dell'Unità di crisi per trarre elementi utili a individuare fabbisogni formativi per la riqualificazione dei lavoratori espulsi dal mercato del lavoro, anche svolgendo funzioni di raccordo e scambio con altri eventuali tavoli di confronto attivi a livello dei diversi territori, per il rispetto delle specificità locali”

“Si deve stimolare la formazione che sia coerente con il territorio di riferimento – sottolinea il consigliere di Territori beni comuni Enrico Carpini – La Città Metropolitana in questo progetto non ha un ruolo di coordinamento di monitoraggio delle crisi aziendali che arrivano al tavolo dell’unità di crisi. Sottolineo che al momento la Città Metropolitana non ha un proprio consigliere delegato per il lavoro non essendo stato sostituito il consigliere Zambini che se ne occupava e questo è un elemento, visto il tema, che deve essere risolto in modo rapido”.

Pareri favorevoli ma perplessità sui protocolli (per il Mugello e per la Piana Fiorentina) da parte delle opposizioni. Per Cecilia Cappelletti (Centrodestra per il cambiamento) "non c’è uniformità nei due protocolli per la parte degli Enti coinvolti nel processo di formazione”. Paolo Gandola condivide le osservazioni: i due protocolli "propongono soggetti diversi e sono diversi anche nella loro stesura ad esempio nella parte relativa agli intendimenti che si vogliono realizzare. Soddisfatto invece per la parte di realizzazione di una nuova scuola nel comune di Campi, a patto che sia previsto un cronoprogramma serio e definito” (Loriana Curri)
04/07/2022 11:37 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Riforestazione urbana a Campi, Scarperia San Piero e San Casciano
Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha approvato all’unanimità, su proposta del consigliere della Città Metropolitana delegato Massimo Fratini, la convenzione tra la Città Metropolitana di Firenze e i comuni di Campi Bisenzio, Scarperia e San Piero e San Casciano per progetti di riforestazione urbana approvati e finanziati dal Ministero della Transizione Ecologica.

Tre i progetti ammessi al finanziamento su richiesta della Città Metropolitana:
interventi di Riforestazione nel Comune di Campi Bisenzio, che beneficia di un finanziamento pari ad euro 500.000,00;
“Progetto di riforestazione urbana Comune di San Casciano in Val di Pesa”, con un finanziamento pari ad euro 307.186,30;
valorizzazione ecologica delle zone di frangia, da attuarsi nel territorio del comune di Scarperia e San Piero, con 487.177,20 euro.

La Città Metropolitana aveva chiesto al Ministero della Transizione ecologica un parere circa la possibilità, in fase di impianto e per lo svolgimento delle attività manutentive, di far assumere ai Comuni destinatari del finanziamento il ruolo di soggetti attuatori dei progetti, mediante sottoscrizione di una convenzione con la Città Metropolitana che, inoltre, ha chiesto una proroga dei tempi per provvedere alla piantumazione in un periodo climatico più idoneo al corretto attecchimento del materiale vegetale.

E’ stata perciò predisposta una convenzione tra la Città Metropolitana, beneficiaria del finanziamento, e i Comuni individuati come attuatori dei progetti da realizzarsi nei loro territori.

“Il Ministero – dichiara Fratini - oltre all’individuazione dei Comuni come soggetti attuatori ha detto sì anche alla proroga richiesta fissando la scadenza per l’avvio dei lavori al 14 luglio 2022 e la data di ultimazione dei lavori al 10 dicembre 2022.
Stante l’urgenza per i Comuni di procedere con le gare necessarie per l’affidamento dei lavori in modo da rispettare le scadenze, viene ratificata la convenzione già approvata con atto del Sindaco metropolitano”.

“Votiamo in modo favorevole questo accordo – ha detto il consigliere Enrico Carpini, capogruppo di Territori beni comuni - che si inquadra, a nostro avviso, all’interno delle strategie di sostenibilità ambientale che dovrebbero caratterizzare gli Enti Pubblici sul tema dei cambiamenti climatici, in ossequio all’Agenda Sostenibile. Questo è un esempio di buona programmazione”

“Sul tema della riforestazione - ha commentato il consigliere del Centrodestra per il cambiamento Paolo Gandola - auspichiamo di essere all’inizio di una serie d’interventi che riguardino tutta l’area metropolitana nel suo insieme. Voteremo sempre favorevolmente tutti gli atti in cui l’interesse generale della collettività viene mantenuto e sviluppato”. (lc)
04/07/2022 12:11 Città Metropolitana di Firenze
Autostrade per l'Italia
A1 Milano-Napoli. Chiusure notturne Stazione di Incisa Reggello: in entrata verso Firenze
Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire lavori di pavimentazione, nelle tre notti di martedì 5, mercoledì 6 e giovedì 7 luglio, con orario 22:00-6:00, sarà chiusa la stazione di Incisa Reggello, in entrata verso Firenze.
In alternativa si consiglia di entrare alla stazione di Firenze sud.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite i collegamenti "My Way" in onda su Sky Meteo24 (canale 502 Sky), su Sky TG24 (canali 100 e 500 Sky e canale 50 del digitale terrestre), su La7 e La7d (canale 7 e 29 del digitale terrestre) e sui seguenti canali: sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 803.111, attivo 24 ore su 24.

04/07/2022 09:06 Autostrade per l'Italia
Autostrade per l'Italia
A11 Firenze-Pisa Nord. Chiusure notturne allacciamento con la A1 Milano-Napoli in direzione Bologna
Sulla A11 Firenze-Pisa nord, per consentire lavori di ripristino e manutenzione dei cavalcavia, nelle due notti di martedì 5 e mercoledì 6 luglio, con orario 22:00-6:00, sarà chiuso l'allacciamento con la A1 Milano-Napoli, verso Bologna.
In alternativa si consiglia di proseguire sulla A11, fino a Firenze Peretola, percorrere la rotatoria e seguire le indicazioni per la A1, con ingresso sulla A1 alla stazione di Firenze nord.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite i collegamenti "My Way" in onda su Sky Meteo24 (canale 502 Sky), su Sky TG24 (canali 100 e 500 Sky e canale 50 del digitale terrestre), su La7 e La7d (canale 7 e 29 del digitale terrestre) e sui seguenti canali: sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 803.111, attivo 24 ore su 24.
04/07/2022 09:52 Autostrade per l'Italia
Città Metropolitana di Firenze
Avviso pubblico per azioni della rete Ready. Annualità 2022

È aperta fino alle ore 13 di lunedì 18 luglio 2022 la partecipazione all'Avviso Pubblico della Città Metropolitana di Firenze - Direzione “Gare Contratti Espropri”, Posizione Organizzativa “Turismo Cultura Demidoff Sociale” - Ufficio Politiche Sociali - per la selezione di un progetto, da realizzarsi entro il 20 novembre 2022, di sensibilizzazione/informazione nel contrasto a discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale e dall'identità di genere, nonché di promozione dei diritti delle persone Lgbtiqa+ ai sensi della delibera della Giunta regionale toscana 260/2022.

L'Avviso, approvato con Atto Dirigenziale n. 1661 del 30/06/2022, è emanato ai sensi della Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 260 del 07/03/2022 che, ritenendo fondamentale promuovere la Rete RE.A.DY- al fine di sostenere politiche locali e buone prassi finalizzate a consentire ad ogni persona la libera espressione e manifestazione del proprio orientamento sessuale e della propria identità di genere, nonché favorire il riconoscimento dei diritti e dei bisogni della popolazione Lgbtiqa+ (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer, intersessuali, asessuali) per contribuire a creare un clima sociale di rispetto, di confronto libero da pregiudizi e il superamento delle situazioni di discriminazione – ha proposto la sottoscrizione di un Accordo (il settimo) alle Amministrazioni toscane aderenti alla Rete Re.a.dy, destinando risorse regionali per la realizzazione di azioni di sensibilizzazione su queste tematiche.

L’Accordo è stato sottoscritto dalla Città Metropolitana di Firenze ai sensi dell’Atto del Sindaco Metropolitano n. 19 del 31/05/2022, ratificato dal Consiglio Metropolitano con Deliberazione n. 45 del 22/06/2022.

L’Avviso viene attuato dalla Città Metropolitana di Firenze sia con risorse proprie, pari a euro 10.000,00, individuate nel Bilancio 2022, sia con le risorse regionali assegnate alla Città Metropolitana in quanto firmataria dell’Accordo approvato con Delibera GRT 260/2022, che ammontano — per gli Enti con più di 25mila abitanti — a euro 1.300,00 + 95,00 assegnate con Decreto RT n. 12341/2022. Pertanto le risorse disponibili per questo Avviso ammontano a € 11.395,00 e sarà selezionato un solo progetto.

A valere sul presente avviso saranno finanziabili progetti che, entro il 20 novembre 2022, prevedono sul territorio della Città Metropolitana di Firenze la realizzazione di:

azioni di sensibilizzazione/informazione destinati al target di bambini e ragazzi che va dagli ultimi due anni delle elementari fino alla scuola media, al fine di sviluppare in loro la cultura del rispetto delle diversità e delle unicità, attraverso interventi incentrati sull’individuazione degli stereotipi di genere, sul valore delle emozioni e delle personali forme di espressione, al fine di contrastare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, nonché fenomeni di bullismo ed emarginazione.

La prima azione da realizzare sarà un’analisi del territorio per sondare le necessità di intervento e valutare, a seguito dei contatti con i Comuni, quali scuole coinvolgere.


Possono presentare i progetti:

Gli Enti del Terzo Settore con esperienza in campo educativo e formativo nell’ambito della scuola primaria e secondaria di primo grado nonché nelle materie oggetto del Bando (azioni di sensibilizzazione/informazione nel contrasto a discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale e dall'identità di genere) che, in qualità di soggetti attuatori, dovranno presentare progetti da realizzare in ognuna delle cinque Zone sociosanitarie (Firenze, Nord-Ovest, Sud-Est, Mugello, Empolese Valdelsa) del territorio della Città Metropolitana.

I soggetti promotori dovranno prevedono espressamente una quota di cofinanziamento non inferiore al 20% del costo totale della proposta progettuale: di cui almeno la metà del cofinanziamento (cioè almeno il 10% del costo totale del progetto) costituito da risorse finanziarie, l’altra metà del cofinanziamento costituita da risorse a valorizzazione —non di volontariato— comunque documentabili;

Preso atto che una delle finalità dell'Accordo di cui sopra è, per ciascun firmatario, quella di promuovere la Rete RE.A.DY sul proprio territorio di riferimento, destinatari diretti delle azioni, selezionate ai sensi del presente Avviso, saranno alunni dagli ultimi due anni delle elementari fino alla scuola media, loro rispettive famiglie, personale docente e personale ATA, di ognuna delle cinque Zone sociosanitarie del territorio della Città Metropolitana di Firenze.

Sarà valutata la qualità e coerenza progettuale, l'innovazione e la sostenibilità del progetto, il grado di diffusione sul territorio metropolitano nonché il livello di collaborazione e di partnership di altri soggetti.

Il contributo per la realizzazione delle suddette azioni è individuato nella cifra di a € 11.395,00 e sarà selezionato un solo progetto. Nell'importo è compresa l'IVA se dovuta.

I criteri per la valutazione tecnica dei progetti, oltre che nell'AVVISO PUBBLICO (ALLEGATO 1), sono descritti più dettagliatamente nella griglia di valutazione contenuta nell’ALLEGATO “A” .

Otterrà il contributo un solo progetto ammesso in graduatoria: quello che raggiunge il punteggio maggiore i sensi della Griglia di Valutazione.

Pena inammissibilità, Il progetto dovrà essere presentato sulla modulistica contenuta nell'ALLEGATO “B” e deve contenere: la descrizione dettagliata del programma delle attività proposte, il piano finanziario di previsione del progetto comprensivo del cofinanziamento in proprio del soggetto proponente o dei partners, informazioni e curriculum vitae del soggetto proponente, il Suo Atto Costitutivo e il Suo Statuto e, in caso di partners, le dichiarazioni sottoscritte dai legali rappresentanti dei partners in merito alla loro adesione al progetto e alle azioni che vi svolgeranno.

Le proposte progettuali devono essere inviate per PEC entro e non oltre le ore 13.00 di LUNEDì 18 luglio 2022 all’indirizzo di posta elettronica certificata della Città Metropolitana di Firenze cittametropolitana.fi@postacert.toscana.it

La Città Metropolitana di Firenze pubblicherà sul sito www.cittametropolitana.fi.it e nell’Area tematica delle Pari Opportunità http://www.cittametropolitana.fi.it/pari-opportunita i progetti ammessi a valutazione entro 7 giorni dalla data della scadenza per la presentazione degli stessi.

Le domande ammesse saranno sottoposte a successiva valutazione tecnica.

In allegato:

ALLEGATO 1. Avviso Pubblico

ALLEGATO A. Griglia di Valutazione

ALLEGATO B. Scheda Progetto

ALLEGATO C. Modulistica rendicontazione (Moduli M2, M3 e M4)

ALLEGATO D. Informativa Privacy

Chi fosse interessato a ricevere la modulistica in formato word, lo richieda via mail al seguente indirizzo: gianna.rodi@cittametropolitana.fi.it





04/07/2022 12:59 Città Metropolitana di Firenze
Autostrade per l'Italia
A1 Milano-Napoli. Chiusa per una notte l'entrata della stazione di Barberino di Mugello
Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire lavori di manutenzione e posa cavi, dalle 22:00 di mercoledì 6 alle 6:00 di giovedì 7 luglio, sarà chiusa la stazione di Barberino di Mugello, in entrata verso Firenze.
In alternativa si consiglia di entrare alla stazione di Calenzano.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite i collegamenti "My Way" in onda su Sky Meteo24 (canale 502 Sky), su Sky TG24 (canali 100 e 500 Sky e canale 50 del digitale terrestre), su La7 e La7d (canale 7 e 29 del digitale terrestre) e sui seguenti canali: sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 803.111, attivo 24 ore su 24.

04/07/2022 09:59 Autostrade per l'Italia
Regione Toscana
Coronavirus, 7.930 nuovi positivi, età media 47 anni. Sono 11 i decessi
In Toscana sono 1.234.255 i casi di positività al Coronavirus, 7.930 in più rispetto a ieri (1.048 confermati con tampone molecolare e 6.882 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 1.157.786 (93,8% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 2.347 tamponi molecolari e 26.473 tamponi antigenici rapidi, di questi il 27,5% è risultato positivo. Sono invece 9.632 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l'82,3% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 66.262, +7,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 611 (37 in più rispetto a ieri), di cui 23 in terapia intensiva (3 in più). Oggi si registrano 11 nuovi decessi: 6 uomini e 5 donne con un'età media di 85,2 anni.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

L'età media dei 7.930 nuovi positivi odierni è di 47 anni circa (10% ha meno di 20 anni, 19% tra 20 e 39 anni, 37% tra 40 e 59 anni, 27% tra 60 e 79 anni, 7% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (1.048 confermati con tampone molecolare e 6.882 da test rapido antigenico). Sono 343.172 i casi complessivi ad oggi a Firenze (2.169 in più rispetto a ieri), 83.767 a Prato (502 in più), 98.064 a Pistoia (581 in più), 60.383 a Massa-Carrara (350 in più), 129.866 a Lucca (888 in più), 143.420 a Pisa (1.024 in più), 110.016 a Livorno (624 in più), 111.768 ad Arezzo (703 in più), 87.335 a Siena (722 in più), 65.909 a Grosseto (367 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 3.363 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 2.775 nella Nord Ovest, 1.792 nella Sud Est.

La Toscana si trova al 8° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 33.423 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 31.747 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Firenze con 34.371 casi per 100.000 abitanti, Pisa con 34.312, Lucca con 33.823, la più bassa Grosseto con 30.255.
Complessivamente, 65.651 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (4.668 in più rispetto a ieri, più 7,7%).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 611 (37 in più rispetto a ieri, più 6,4%), 23 in terapia intensiva (3 in più rispetto a ieri, più 15%).
Le persone complessivamente guarite sono 1.157.786 (3.214 in più rispetto a ieri, più 0,3%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 1.157.786 (3.214 in più rispetto a ieri, più 0,3%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Relativamente alla provincia di residenza, le 11 persone decedute sono: 6 a Firenze, 2 a Massa-Carrara, 1 a Lucca, 1 a Pisa, 1 a Livorno.

Sono 10.207 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 3.213 a Firenze, 841 a Prato, 919 a Pistoia, 658 a Massa-Carrara, 958 a Lucca, 1.136 a Pisa, 750 a Livorno, 662 ad Arezzo, 539 a Siena, 391 a Grosseto, 140 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 276,4 per 100.000 residenti contro il 284,6 per 100.000 della media italiana (10° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (346,6 per 100.000), Firenze (321,8 per 100.000) e Prato (317,0 per 100.000), il più basso a Grosseto (179,5 per 100.000).

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19
05/07/2022 12:23 Regione Toscana
Città Metropolitana di Firenze
'Un parco di Musica', estate 2022 sul pentagramma di Pratolino
Otto concerti all’aria aperta nel Parco mediceo a pochi chilometri da Firenze. A cura di Città Metropolitana, Orchestra da Camera Fiorentina, Orchestra della Toscana e Music Pool. Una giornata al parco mediceo di Pratolino, polmone verde a due passi da Firenze, nel Comune di Vaglia, è sempre una buona idea. Ancora meglio se ad una escursione fuori porta si associa un tour a cura di una guida autorizzata alle meraviglie storico-naturalistiche del parco e un concerto en plein air. Tutto questo è “Un parco di musica”, rassegna musicale estiva organizzata grazie ai fondi che la Città Metropolitana ha investito per le attività culturali sul territorio.
Nello specifico, nei fine settimana dal 25 giugno al 6 agosto a Pratolino si potranno ascoltare otto concerti di musica a cura di Orchestra da Camera Fiorentina, Orchestra della Toscana e Music Pool. Prima dei concerti, visite guidate al parco a cura della Pro Loco di Vaglia, anche queste offerte dalla Città Metropolitana di Firenze, per gruppi di 20 persone.
Ma vediamo il calendario dei concerti:

Sabato 25 giugno, ore 18
Le quattro stagioni spiegate al pubblico
Orchestra da Camera Fiorentina
Diretta da Giuseppe Lanzetta

Domenica 26 giugno, ore 17.30
Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello
"Tandem"
a cura di Music Pool

Sabato 9 luglio, ore 18
Diego Ceretta direttore
Augusto Gasbarri violoncello
Orchestra della Toscana

Domenica 10 luglio, ore 17.30
Cristiano Godano
a cura di Music Pool in collaborazione con La Chute

Sabato 16 Luglio, ore 17.30
Javier Girotto e Vince Abbracciante
a cura di Music Pool

Domenica 17 luglio, ore 18
Musica dal Grande schermo
Orchestra da Camera Fiorentina
Diretta da Giuseppe Lanzetta

Sabato 30 luglio, ore 17.30
Flavio Giurato
a cura di Music Pool, in collaborazione con La Chute

Sabato 6 agosto, ore 18
Daniele Giorgi direttore
Orchestra della Toscana

Info visite guidate: proloco.vaglia.mugello@gmail.com
393 8685826 (solo messaggi WhatsApp)

Per l'acquisto on line dei biglietti

Ort: https://www.orchestradellatoscana.it/calendario/ville-e-giardini-incantati/

Orchestra da Camera Fiorentina: https://orchestradacamerafiorentina.it/#concerti

Music Pool: https://www.eventimusicpool.it/


Su https://youtu.be/XRBTBSNNAr0 il video di Florence Tv utilizzabile da social e media

Su https://youtu.be/nQEC6IEvfss il video di Florence Tv con il calendario degli eventi utilizzabile da social e media
21/06/2022 13:51 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Eliminare le barriere, rendere accessibili gli impianti, accompagnare i disabili alle attività sportive
L'Ufficio Sport della Città Metropolitana di Firenze intende condurre una ricognizione dell'impiantistica sportiva nel territorio metropolitano e contemporaneamente come raggiungerli.
Abbattere le barriere sia nella struttura sportiva e sia nei percorsi di accesso che li conducono con il trasporto pubblico nei siti sportivi e favorire l attività sportiva delle persone disabili per aumentare sempre di più la loro inclusione in percorsi di benessere fisico e relazionale.
"L'idea - spiega Nicola Armentano, consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato allo Sport - è quella di promuovere un circuito virtuoso e concreto per eliminare barriere da una parte e assumersi dall'altra la domanda di persone disabili per accompagnarle direttamente negli impianti sportivi". A questo scopo è stata attivata un'intesa della Città Metropolitana con Sport e salute, l'Università, il Cip-Comitato paralimpico, Coni, Lions, il Panathlon Club Firenze e la startup Sporteams.
"Rendere effettivo l'accesso alle attività sportive delle persone con disabilità è fondamentale: lo sport è vettore di benessere e partecipazione - sottolinea Maria Paola Monaco, delegata della Rettrice per l'inclusione, la diversità, lo sport, Università di Firenze - Il progetto che vede Unifi partner della Città Metropolitana e di altre realtà si inserisce a pieno titolo nelle azioni che l'Ateneo sta promuovendo per i propri studenti, ma entra a far parte anche di una tematica di studio su cui sono da tempo impegnati gruppi di nostri ricercatori".
"Lo sport - evidenzia Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute SpA - è uno strumento imprescindibile per migliorare il benessere, la salute e nel suo complesso la qualità della vita delle persone e delle comunità, in particolare dove esistono situazioni di fragilità. I luoghi dello sport, prima fra tutti, possono essere attraenti ed inclusivi, grazie ad educatori ed operatori appassionati e qualificati, consapevoli di essere il cuore pulsante della imprescindibile rete di protezione civile e sociale rappresentata dal sistema sportivo territoriale. Siamo molto felici di potere affiancare la Città Metropolitana di Firenze e le diverse associazioni coinvolte nel progetto, soprattutto attraverso le nostre sedi locali, presenti in ogni provincia del nostro Paese".

Per Simone Cardullo, presidente regionale del Coni, "quello che sta per essere messo in campo dalla Città Metropolitana di Firenze, grazie anche alla volontà ed alla passione del Dr. Nicola Armentano, in accordo con vari Enti ed Istituzioni, tra cui il Coni Toscana, e’ un progetto di alto profilo che porterà a rendere le persone con disabilità alla pari dei normodotati.
Lo sport e’ benessere, non solo agonismo, è da questo assunto che bisogna partire per renderlo a disposizione di tutti, superando ogni tipo di barriera".


"I Lions della Toscana - spiega Maria Raffaella Lambardi Governatore Lions della Toscana - sono lieti di poter essere fra i promotori e i protagonisti di questo progetto. Crediamo nello sport per le persone con e senza disabilità, come straordinario mezzo di inclusione e di autonomia.
Questa idea unica e innovativa ci vedrà impegnati con il coinvolgimento dei nostri Club sul territorio, a fianco delle Istituzioni in questo progetto che, crediamo fermamente, avrà un grande impatto sulla qualità di vita delle persone con disabilità.
E' con grande entusiasmo e con la massima disponibilità che siamo qui per iniziare tutti insieme un cammino che segnerà un ulteriore passo avanti verso l'accessibilità, l'inclusione e l'autonomia.
Grazie alla Città Metropolitana e a tutti i partner del progetto per l'attenzione nei confronti di un tema così importante."


Massimo Porciani, Comitato Paralimpico italiano: "Partecipiamo con vivo interesse, dando tutta la nostra disponibilità, all’iniziativa dell’ufficio sport
della Città Metropolitana di Firenze, sposando dunque in pieno l’idea del dott. Armentano. Purtroppo dobbiamo constatare che ancora oggi, uno degli ostacoli maggiori alla pratica sportiva da parte delle persone con disabilità è il difficile acceso degli impianti, non riferendosi soltanto al mero “spazio gara”, che sovente privo di barriere, ma soprattutto agli spogliatoi non pensati per persone sedute, senza alcun comfort, e alle docce quasi mai dotate dell’attrezzatura giusta. Sapere dove si può andare e fare sport e poterlo fare in sicurezza e dignità sarà un risultato apprezzatissimo dal nostro Comitato e, siamo sicuri, da tutto il movimento paralimpico".


"Il Panathlon Club Firenze - dichiara il Presidente Maurizio Mancianti - ha collaborato sin dall’inizio dell’anno in corso con il Distretto Lions 108 LA per organizzare la giornata sulla disabilità e sull’integrazione dal titolo “Mescoliamoci” che si è tenuta il 23 aprile u.s. presso la società sportiva Assi Giglio Rosso. Da lì è scaturita la volontà del Panathlon Club Firenze di collaborare non solo con il Distretto Lions ma anche con le altre realtà del mondo paralimpico e con il Comune di Firenze per arrivare ad un censimento degli impianti sportivi sul territorio accessibili ai disabili. Oggi con il coinvolgimento della città metropolitana e delle altre Istituzioni dello sport questo obiettivo può diventare realtà e il Panathlon Club Firenze, che ha tra i propri obiettivi l’educazione sportiva, il fair play e l’inclusione, si impegna a contribuire alla sua realizzazione nell’ottica di abolire ogni barriera e di consentire anche ai disabili la pratica dello sport".
"L'Unione Nazionale Veterani dello Sport di Firenze Sez. O.Gelli ed il Panathlon Club Firenze medicea, benemerite di cui mi onoro di essere Presidente - dichiara Ugo Ercoli - da sempre si battono per l'inclusione, a tutti i livelli, dei portatori di Handicap nel mondo dello sport e nel sociale. L'iniziativa della Città Metropolitana tende proprio a questo scopo...del resto le recenti manifestazioni tenutesi alle Cascine con Sport Abile e quella di Piazza Santa Croce con i Giochi internazionali vanno proprio in questa direzione. Mi piace segnalare come impiantistica aperta e riconosciuta la "Arcieri Ugo di Tioscana", con sede in Ugnano, che da tanti anni ha tra i propri Atleti portatori di Handicap (ma che competono anche a livello nazionale in Fitarco e non solo Cip) in carrozzina od in piedi e che per tanti anni ha portato avanti il progetto "anche i non vedenti tirano con l'arco" facendola diventare specialità riconosciuta a livello internazionale. Il progetto della Città Metropolitana e dell'Assessore Armentano vanno esattamente in questa direzione e sicuramente le "Benemerite del Coni" sapranno fare la loro parte in suggerimenti e disponibilità".

Antonio Laurìa, Unità di Ricerca Interdipartimentale 'Florence Accessibility Lab', Università di Firenze: "La pratica sportiva è un potente strumento di inclusione, così rendere le strutture sportive più raggiungibili, comunicative, confortevoli e sicure nell’uso – in una parola, più accessibili – consente di valorizzare la persona umana e favorire la possibilità che ognuno, facendo leva sulle proprie potenzialità, possa esprimere i propri talenti nel confronto con gli altri dando il proprio contributo alla costruzione di una società più inclusiva. Il lavoro che ci si propone è individuare i problemi di accesso delle strutture sportive e di conoscere le esigenze e le aspettative delle persone che svolgono o vorrebbero svolgere attività sportiva nella Città Metropolitana di Firenze allo scopo di individuare concrete strategie di design per elevare il grado di accessibilità dei luoghi dove si pratica lo sport e dei servizi connessi".


Sporteams mediante la piattaforma digitale, rivolta allo Sport giovanile e dilettantistico, permetterà, nella logica delle Smart city, di attivare servizi, informazioni e comunicazioni personalizzate al servizio dei disabili e delle loro famiglie favorendo così la massima inclusione sociale tra le persone e le associazioni sportive.

02/07/2022 09:37 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Concorsi. Metrocittà Firenze: un posto per amministrativo presso i servizi finanziari
La Città Metropolitana di Firenze ha pubblicato un bando di selezione pubblica di candidati, per la stipula di un contratto di formazione e lavoro, per un posto a tempo pieno e determinato in categoria D con funzioni di Istruttore Direttivo Amministrativo presso il Dipartimento Finanziario (Codice 77).

La scadenza per la presentazione delle domande è stabilità in lunedì 1° agosto 2022.

Il bando e le istruzioni per la partecipazione, esclusivamente on line, sono disponibili sulla pagina https://www.cittametropolitana.fi.it/amministrazione-trasparente/concorsi/ alla voce 'Selezione concorsi'.

Link utili:

Avviso Cod. 77: https://www.cittametropolitana.fi.it/wp-content/uploads/Avviso-CFL-Dip.-Finanziario-COD.77-.pdf

Domanda on line – link di accesso e istruzioni per la corretta compilazione: https://www.cittametropolitana.fi.it/wp-content/uploads/Domanda-on-line-link-di-accesso-e-istruzioni-per-la-corretta-compilazione-1.pdf

Informativa-Privacy: https://www.cittametropolitana.fi.it/wp-content/uploads/Informativa-Privacy-2.pdf
29/06/2022 12:33 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
'Anticorruzione e trasparenza'. Formazione giovedì 7 luglio 2022
Formazione in tema di Anticorruzione e Trasparenza. Giovedì 7 luglio 2022, alle ore 10, presso la Sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, si terrà l'evento formativo su "Il personale degli enti locali dopo il Dl 36/2022: reclutamento, mobilità, vincoli di spesa e assunzionali alla luce del Pnrr. Problematiche applicative e soluzioni interpretative", a cura del dott. Giampiero Pizziconi, Consigliere della Corte dei Conti della Regione Veneto. L'evento è organizzato dalla Segreteria Generale della Città Metropolitana di Firenze. Introduce l'incontro il Segretario Generale della Metrocittà Dott. Pasquale Monea.
21/06/2022 22:59 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Barberino Tavarnelle
Investimenti da oltre 2milioni di euro. Un’estate di grandi opere pubbliche a Barberino Tavarnelle
Un’estate ricca di grandi opere pubbliche nel Comune di Barberino Tavarnelle. Si intensificano nei mesi estivi i progetti e gli interventi concreti che mirano a cambiare il volto del territorio, potenziare servizi e creare nuovi spazi pubblici a disposizione della comunità in linea con le vocazioni sociali, culturali, sportive e turistiche di un’area della Toscana che si distingue per il dinamismo della realtà associativa locale.

Per una spesa complessiva che supera i due milioni di euro l’obiettivo del piano degli investimenti che l’amministrazione comunale sta portando avanti con una serie di cantieri in corso e in partenza è quello di rispondere alle esigenze della comunità dopo aver individuato le priorità e stanziato le necessarie risorse.

Dalla creazione di un nuovo impianto sportivo che potrà essere usato come spazio polivalente alla creazione di nuovi 53 posti auto a Barberino nei pressi della scuola primaria, all’ampliamento del cimitero di Tavarnelle, alla realizzazione di un camminamento pedonale Noce Tavarnelle e al potenziamento della sicurezza stradale.

Sono tanti e diversificati gli interventi che prendono forma in varie aree del territorio di Barberino Tavarnelle. E’ l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fontani a mapparli puntualmente fornendo dettagli sugli obiettivi e i costi.

È in corso di realizzazione, per un investimento complessivo pari a oltre 1milione e 300mila euro, il nuovo impianto sportivo collocato nell'area adiacente al campo sportivo di Barberino Val d'Elsa. Si tratta di una tensostruttura in legno lamellare nel campo regolamentare che, in virtù delle sue funzionalità polivalenti, sarà in grado di accogliere allenamenti e attività competitive degli sport indoor tra cui pallamano, pallavolo, basket, karate e altre discipline, nonché spettacoli, concerti, iniziative di vario genere, attività della Protezione civile. E’ prevista inoltre la realizzazione di un parcheggio in via Alessandro Manzoni con l’obiettivo di creare una zona di accesso all’impianto sportivo e alla nuova palestra per una spesa pari a 150mila euro.

L’altro impianto sportivo che sarà portato a termine entro l’anno è lo spazio motorio, investimento da circa mezzo milione di euro, che sta sorgendo all’interno della scuola primaria “Andrea da Barberino”. “Lo spazio è destinato alle attività motorie degli studenti e alla formazione delle atlete di ginnastica artistica per le quali sono stati studiati ambienti ad hoc – continua l’assessore – l’opera vuole offrire una risposta di qualità alle esigenze del mondo sportivo locale con l’obiettivo di riorganizzare la distribuzione degli sport indoor”.

Sempre sul fronte sportivo è appena partita l’opera di risanamento di uno smottamento che si è verificato sul lato destro del campo sportivo “Leonardo Frosali” di Barberino Val d’Elsa. “Ci occuperemo inoltre della risistemazione del manto erboso del campo sportivo – fa sapere l’assessore Fontani – e della realizzazione di un nuovo impianto di irrigazione”. Il costo dell'intervento è pari a 80mila euro. “Intendiamo rispondere anche alle esigenze dei più giovani – continua l’assessore - con la realizzazione di un campetto da calcio recintato aperto a tutti in via Don Minzoni, dove i ragazzi potranno entrare e fruire dello spazio nel tempo libero e coltivare la loro passione in modo autonomo”.

Il costo dell’intervento si aggira intorno ai 35mila euro. Altra opera pubblica in partenza è la creazione della nuova pensilina posta all'ingresso della scuola primaria “Andrea da Barberino” che sarà completata entro ottobre. In prossimità della scuola primaria sta per aprire il cantiere, a completamento della sistemazione delle aree esterne del campus di Bustecca, che porterà alla realizzazione di nuovi 53 posti auto, intervento del valore di 140mila euro finalizzato ad implementare l'area di sosta esistente adiacente al complesso scolastico.

In tema di viabilità sono stati installati 7 dossi rialzati per disincentivare la velocità degli automobilisti e migliorare le condizioni di sicurezza di cui 2 in corrispondenza di San Filippo, 2 in via di Novoli, 2 in via La Pira e 1 a Noce. A breve prenderanno il via anche i lavori di realizzazione del marciapiedi e riasfaltatura di un tratto di via Palazzolo, che confluisce in via XXV Aprile fino alla rotonda di via della Pace a Tavarnelle Val di Pesa ed è conclusa la progettazione del camminamento pedonale che collegherà Noce a Tavarnelle, opera già finanziata per un importo che ammonta a circa 400mila euro. L’amministrazione comunale è impegnata inoltre nella realizzazione dell’ampliamento del cimitero di Tavarnelle con un terzo lotto che prevede 65 posti a terra. L’intervento, che sarà concluso entro settembre, ha previsto lo stanziamento di 100mila euro complessivi.
05/07/2022 08:14 Comune di Barberino Tavarnelle
Comune di Greve in Chianti
Teatro con vista sulla bellezza e la storia di Greve in Chianti. Classici e autori contemporanei: si apre il sipario sull’Estate targata San Francesco
Vivere Greve in Chianti dal tramonto alla sera con una visita al museo e uno spettacolo in terrazza. Riapre lo spazio all’aperto, a due passi dal cuore storico di Greve, da cui si gode un panorama mozzafiato sul paese abbracciato da alcune delle colline più belle del mondo. La terrazza del Museo San Francesco è il palcoscenico estivo scelto anche quest’anno dal Comune di Greve in Chianti per ampliare l’offerta culturale con un ricco calendario di proposte teatrali all’aperto. La formula che utilizza e potenzia la fruibilità di una bella e ampia area pubblica come la terrazza del museo per l’allestimento di spettacoli teatrali è una proposta che piace ai cittadini e ai visitatori. Prova ne è il consenso del pubblico che sempre più numeroso ha partecipato agli eventi della stagione di San Francesco nelle edizioni passate. “L’intento è quello di valorizzare una location di prestigio – sottolinea l’assessore alla Cultura Giulio Saturnini - promuoverla non solo come spazio di ingresso al museo ma come arena estiva capace di animare le notti grevigiane investendo sul connubio e sull’integrazione tra le diverse forme di espressione culturale”. Le origini della vita chiantigiana e il suo importante patrimonio artistico, testimoniato da reperti etruschi, tesori dell’arte sacra, capolavori della pittura medievale e rinascimentale, si uniscono ai diversi linguaggi teatrali delle compagnie toscane, protagoniste del calendario “Estate di San Francesco. Il Comune moltiplica così le opportunità di conoscenza delle risorse culturali del territorio mettendo in scena una rassegna di spettacoli che alternano autori classici come Aristofane, Molière, Boccaccio a scrittori del Novecento come Pasolini e drammaturghi contemporanei.

Dopo il successo della prima rappresentazione con la Compagnia Mald’estro che ha messo in scena La Locandiera di Goldoni, il 13 luglio i riflettori si accendono sulla commedia di Aristofane “Uccelli”, reinterpretata dalla Compagnia La macchina Volante per la regia di Dimitri Frosali. Il 20 luglio è il turno di Arca Azzurra Formazione con Samuel Osman che presenta, in veste di autore e interprete, “Aspettando Margot”. Il 27 luglio tocca alla Compagnia di Prosa e Canto I Rampanti intrattenere e divertire il pubblico con lo spettacolo “Casa Nova, Vita Nova” per la regia di Sergio Berti. Il 10 agosto la Compagna I Disordinari mettono in scena “Interviste impossibili” di e per la regia di Eugenio Nocciolini. Il 17 agosto il sipario della terrazza si alza su “Firenze secondo 900” di Daniele Locchi per la regia di Daniele Lamuraglia, lavoro della Compagnia del Legame.

Il 24 e il 31 agosto ritorna la compagnia Mald’estro con un doppio appuntamento che rievoca la grandezza di alcuni dei più grandi autori di tutti i tempi. Il primo Amore di-Vino in tempo di peste”, di e con Alessandro Calonaci, è un omaggio a Pier Paolo Pasolini, in occasione del centenario della nascita; il secondo e ultimo evento di “Estate di San Francesco” offre l’occasione per celebrare il quattrocentesimo anniversario della morte di Molière con la pièce “Stenterello e la sepolta viva”, tratta da Luigi del Buono e Molière per la regia di Alessandro Calonaci. Il 27 Inizio spettacoli: ore 21.15. Ingresso libero.
05/07/2022 10:36 Comune di Greve in Chianti
Città Metropolitana di Firenze
Cantiere sulla Sp 429. Senso unico alternato per restringimento della carreggiata al km 70+400
Sulla Sp 429, per lavori di adeguamento e messa in sicurezza, l'Ufficio Viabilità della Città Metropolitana di Firenze ha previsto l’istituzione di senso unico alternato regolato da impianto semaforico mobile e/o movieri, oltre alla localizzata limitazione di velocità a 30 km/h, per il restringimento della carreggiata nell'area di cantiere per lavori di allacciamento stradale rete gas metano, al km 70+400 circa, nel Comune di Empoli fino a venerdì 8 luglio 2022 con orario 00/24.

05/07/2022 10:33 Città Metropolitana di Firenze
Redazione di Met
Voci in Villa 2022. Teatro, poesia musica e danza a Villa Caruso di Bellosguardo Lastra a Signa
Un cartellone pensato per un pubblico attento e curioso in un contesto carico di storia e fascino. Teatro, musica, poesia e danza segnano l’edizione 2022 di Voci in Villa, da mercoledì 6 luglio mercoledì 3 agosto nel giardino di Villa Caruso di Bellosguardo, sulle colline di Lastra a Signa (Firenze), per anni residenza del celebre tenore, di cui ricorre il centenario della morte.

Inaugurerà mercoledì 6 luglio (ore 21) la performance site-specific di danza contemporanea “On est ici” della Compagnia degli Istanti / Compagnia Simona Bucci che vedrà artisti in scena in alcuni dei luoghi più nascosti ed evocativi del giardino, evocando immagini e memorie e creando un ponte fra il visibile e l'invisibile

Mercoledì 13 luglio scopriremo i personaggi che popolano le storie narrate dal poeta e cantante Paolo Agrati nelle sue “Partiture per un addio”, con l’eccezionale accompagnamento elettronico di Simone Pirovano: un inno alla vita, fatto di vite ordinarie che diventano straordinarie confrontandosi con la propria fine.

Mercoledì 20 luglio, sempre alle 21, prosegue il racconto con altre storie, stavolta affidate a Massimo Altomare e Lisa Kant che daranno voce ad alcuni dei maggiori cantautori italiani. Il concerto e` dedicato a sette artisti italiani “maledetti” (Fred Buscaglione, Piero Ciampi, Luigi Tenco, Franco Califano, Gabriella Ferri, Mia Martini e Rino Gaetano) e quattro “dimenticati” (Franco Fanigliulo, Enzo Del Re, Stefano Rosso e Massimo Riva), accomunati dal divario tra grande talento e poca fortuna.

La rassegna continua giovedì 28 luglio con il concerto “Tangos et dance” per flauto e chitarra del Florence Lilium Duo (Feyza Nur Sagliksever e Tommaso Tarsi), in collaborazione con la direzione del Festival Amedeo Bassi di Montespertoli, mentre da lunedì primo a mercoledì 3 agosto, a conclusione delle celebrazioni per il centenario dalla morte del tenore Enrico Caruso, andrà in scena lo spettacolo site specific “Enrico Caruso. La potenza della lirica” con la compagnia Teatro popolare d’arte diretta da Gianfranco Pedulla`.

Biglietti 12/10 euro. Grazie alla collaborazione con Tuscany Brothers, sara` possibile accedere al parco della villa prima degli spettacoli e godersi un aperitivo al tramonto.

A cura dell’Associazione Villa Caruso e Teatro popolare d’arte / Teatro delle Arti. Con il sostegno di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Lastra a Signa e Unicoop Firenze. Info tel. 0558721783 - www.villacaruso.it - info@villacaruso.it.

Programma Voci in Villa 2022

Mercoledì 6 luglio 2022 - ore 21
Villa Caruso di Bellosguardo - Lastra a Signa - Firenze
Compagnia degli Istanti / Compagnia Simona Bucci
ON EST ICI
Performance site-specific di danza contemporanea, curata da vari artisti del movimento e diffusa nei luoghi più evocativi del giardino.

Mercoledì 13 luglio 2022 - ore 21
Villa Caruso di Bellosguardo - Lastra a Signa - Firenze
PAOLO AGRATI e SIMONE PIROVANO
Partiture per un addio
Poesia e musica elettronica danno vita a 46 storie ordinarie che diventano straordinarie, potenti e uniche nel confronto con la fine.

Mercoledì 20 luglio 2022 - ore 21
Villa Caruso di Bellosguardo - Lastra a Signa - Firenze
MASSIMO ALTOMARE e LISA KANT
La morte mi fa ridere, la vita no
Concerto tributo a alcuni dei più grandi cantautori italiani “maledetti” e “dimenticati” accomunati dal divario tra grande talento e poca fortuna

Giovedì 28 luglio 2022 – ore 21
Villa Caruso di Bellosguardo - Lastra a Signa - Firenze
Florence Lilium Duo
TANGOS ET DANCES
Concerto per flauto (Feyza Nur Sagliksever) e chitarra (Tommaso Tarsi)
in collaborazione con Comune di Montespertoli - Festival Amedeo Bassi, biglietto unico

Lunedì 1, martedì 2, mercoledì 3 agosto 2022 - ore 21
Villa Caruso di Bellosguardo - Lastra a Signa - Firenze
Teatro popolare d’arte
ENRICO CARUSO. LA POTENZA DELLA LIRICA
Storia, aneddoti e vicissitudini del più grande tenore di sempre in uno spettacolo teatrale, ricco di vitalità, musica e video proiezioni


Info e prenotazioni
Villa Caruso Bellosguardo
Via Bellosguardo, 54, 50055 Lastra a Signa FI
Tel. 0558721783 - www.villacaruso.it - info@villacaruso.it

Inizio spettacoli ore 21

Biglietti
Ingresso intero 12 euro
Ridotto (soci coop e under 26) 10 euro

Tangos et dances – 28 luglio 2022
Biglietto comulativo 10€
Tango et Dances + Cavalleria Rusticana il 30/07 al Festival Amedeo Bassi
Biglietto spettacolo singolo 8 euro
05/07/2022 08:03 Redazione di Met
Città Metropolitana di Firenze
Senso unico alternato sulla Sr 429 “Di Val d’Elsa” per lavori di manutenzione alla rete del gas metano
Sulla Sr 429 “Di Val d’Elsa”, per lavori di manutenzione alla rete del gas metano, l'Ufficio Viabilità della Città Metropolitana di Firenze ha previsto l’istituzione di un senso unico alternato regolato da impianto semaforico mobile e/o movieri, oltre alla localizzata limitazione di velocità a 30 km/h, per il restringimento della carreggiata, al km 64+351 circa, nel Comune di Castelfiorentino, dal giorno 7 al 21 luglio 2022, con orario 00.00/24.00

05/07/2022 10:34 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Barberino Tavarnelle
Al Tignano Festival gli artisti dell’Accademia del Maggio musicale fiorentino
Un nuovo appuntamento del Tignano Festival per l’Ambiente e l’Incontro tra i Popoli, edizione numero 33, si appresta a varcare l’antica porta del Castello. Terzo evento della rassegna, realizzata dal Comitato culturale Tignano con il contributo del Comune di Barberino Tavarnelle, quello che martedì 5 luglio alle ore 21.30 prenderà vita nell’incantevole borgo chiantigiano. Protagonista assoluta la lirica, espressa nella sua migliore forma en plein air dagli artisti dell’Accademia del Maggio musicale fiorentino.

Il concerto invita il pubblico a compiere un viaggio nella storia della musica. Tre secoli di note riecheggeranno tra le architetture medievali attraverso alcune delle più celebri pagine di Giuseppe Verdi, Wolfgang Amadeus Mozart, Giacomo Puccini e altri noti compositori che hanno impresso un segno indelebile nella cultura musicale di tutti i tempi. Sul palco del Tignano Festival si esibiranno Joseph Dahdah, tenore, Lulama Taifasi, tenore, Amin Ahangaran, basso, Davide Piva, baritono, Richard Barker, pianoforte.

Ingresso libero
DOVE: https://goo.gl/maps/tzjzhymQzTbWpX8Z6
INFO: 338 86.80.595 - www.tignano.it

Dalle 19:30, prima degli spettacoli, apericena e servizio ristoro.
In caso di maltempo gli spettacoli si tengono presso una location al coperto.




05/07/2022 08:16 Comune di Barberino Tavarnelle
Questura di Firenze
Questura. Quattro nuovi commissari
Ieri 4 luglio il Questore della provincia di Firenze Maurizio Auriemma ha accolto i quattro Commissari neo assegnati a Firenze all'uscita del 110°corso di formazione per Commissari della Polizia di Stato.
Tre di loro, provenienti da Oristano, Napoli e Reggio Calabria, sono stati assegnati alla Questura di Firenze dove effettueranno un periodo di applicazione in tutti gli Uffici fino ad aprile 2023.
Il quarto commissario, proveniente da Napoli, è stato invece assegnato al Reparto Mobile di Firenze.
Nella mattinata il Prefetto di Firenze ha ricevuto tutti i Commissari a Palazzo Medici Riccardi.
Nella medesima mattina il Questore della provincia di Firenze ha incontrato, insieme ai neo assegnati Commissari della Questura e del Reparto Mobile, gli 11 agenti effettivi e i 28 agenti in prova neo assegnati alla Questura di Firenze presso la Sala Polivalente della Caserma Dionisi della Polizia di Stato.
Presente anche la Medaglia d'Oro al Valor Civile Ispettore Capo in quiescenza Angelo Corbo e il Dirigente dell'Ufficio del Personale.
Gli agenti in prova effettueranno un periodo di tirocinio fino ad agosto prossimo durante il quale avranno modo di essere conoscere tutti gli Uffici della Questura di Firenze.
A tutti loro i migliori auguri di benvenuto e di inizio del percorso professionale
05/07/2022 09:21 Questura di Firenze
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
84º Festival del Maggio Musicale Fiorentino

Il maestro Manfred Honeck, alla guida del Coro e dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, sul podio della Sala Mehta per il terzultimo appuntamento nell’ambito dell’84º Maggio Musicale Fiorentino: in cartellone un programma caratterizzato quasi interamente dalle composizioni di Ludwig van Beethoven e una prima esecuzione assoluta in Italia di un adattamento di Manfred Honeck e Tomáš Ille da Richard Strauss.

In apertura Coriolan, ouverture in do minore op. 62, scritta dal genio di Bonn nel 1807 basandosi sulla tragedia di Heinrich Collin del 1804; si prosegue con Elegischer Gesang op. 118 per coro e orchestra d’archi su testo attribuito a Ignaz Franz Castelli, una delle ultime composizioni di Beethoven e scritta per il suo amico e mecenate Johann Baptist von Pasqualati; la terza composizione beethoveniana del concerto prevede l’esecuzione di Meeresstille und glückliche Fahrt op. 112, Cantata per coro e orchestra su testo di Johann Wolfgang Goethe composta tra la fine del 1814 e l'estate del 1815 su due poesie di Goethe a cui fu dedicata. Per chiudere questo che è quasi un tributo a Beethoven, viene eseguita la Fantasia in do minore op. 80 per pianoforte, soli, coro e orchestra su testo di Christoph Kuffner, pubblicata nel 1811 con una dedica al re Massimiliano I di Baviera. Al pianoforte si siede, Andrea Lucchesini; nutrito l’ensemble di solisti formato da Silvia Spessot e Francesca Longari e loro quattro Artisti dell’Accademia del Maggio Musicale: Valentina Corò, Joseph Dahdah, Amin Ahangaran e Davide Piva.

In conclusione del programma Elektra, Symphonische Suite per grande orchestra di Richard Strauss nell’adattamento di Manfred Honeck e Tomáš Ille, alla sua prima esecuzione assoluta in Italia.

Il maestro del Coro del Maggio è Lorenzo Fratini.

Manfred Honeck, torna al Maggio dopo il concerto sinfonico del 1º ottobre 2021 e segna questa volta il suo debutto il 7 luglio sul podio della Sala Mehta. Il maestro Honeck bisserà la sua presenza nella stagione sinfonica del Festival col concerto dell’ 8 luglio 2022alle ore 21.30 in Piazza dei Priori a Volterra. Il programma musicale della trasferta è quasi gemello di quello fiorentino con l’aggiunta - in apertura di serata - dell’ouverture in mi maggiore op. 72 dal Fidelio e senza l’elaborazione da Strauss.

Il maestro Honeck, che al Maggio ha debuttato nel marzo 2004, ha compiuto i suoi studi all’Accademia di Musica di Vienna e i lunghi anni di esperienze come viola dei Wiener Philharmoniker e dell’Orchestra della Wiener Staatsoper hanno lasciato un’impronta rimarcabile nel suo stile di direzione. Iniziata la carriera come assistente di Claudio Abbado e come direttore della Jeunesse Orchestra di Vienna, fu in seguito chiamato all’Opera di Zurigo, dove vinse, nel 1993, il prestigioso “European Conductor’s Award”. Direttore musicale, già da 14 anni, della Pittsburgh Symphony Orchestra, Honeck e i suoi musicisti hanno ottenuto unanimi riconoscimenti in patria, all’estero e per le numerose incisioni discografiche, di composizioni, fra gli altri, di Richard Strauss, Beethoven, Bruckner e Cajkovskij, che hanno ottenuto varie nomination ai Grammy Awards, vinti nel 2018 come “Best Orchestral Performance” con la registrazione della Sinfonia n. 5 di Šostakovic e dell’Adagio di Barber. Nel corso della sua carriera, Honeck si è saputo affermare come uno dei più capaci e autorevoli interpreti di Beethoven, ha diretto alcune delle più prestigiose formazioni orchestrali al mondo come i Berliner Philharmoniker, l’Orchestra Sinfonica della Radio Bavarese, la Gewandhausorchester Leipzig, la Staatskapelle Dresden, la Tonhalle Orchester di Zurigo, Concertgebouw di Amsterdam, la London Symphony Orchestra, l’Orchestre de Paris, l’Accademia di Santa Cecilia di Roma e i Wiener Philharmoniker.

Andrea Lucchesini, al pianoforte, accompagnerà il maestro Honeck nel corso dell’esecuzione della Fantasia in do minore op. 80 di Beethoven. Lucchesini, che torna al Teatro del Maggio a cinque anni di distanza dalla sua ultima esibizione, s’impone all’attenzione internazionale giovanissimo, con la vittoria del Concorso Internazionale “Dino Ciani” presso il Teatro alla Scala di Milano. Suona da allora in tutto il mondo con orchestre prestigiose e i più grandi direttori, con grande successo di pubblico per la combinazione tra solidità di impianto formale nelle sue esecuzioni, estrema cura del suono, raffinatezza timbrica e naturale capacità comunicativa. La sua ampia attività, contrassegnata dal desiderio di esplorare la musica senza limitazioni, lo vede proporre programmi che spaziano dal repertorio classico a quello contemporaneo, proposto sia in concerto sia in numerose registrazioni in disco, dalle giovanili incisioni per EMI fino alla integrale esecuzione live delle 32 Sonate di Beethoven (Stradivarius), mentre con Giuseppe Sinopoli e la Staatskapelle di Dresda ha inciso per Teldec due capolavori del ‘900 come Pierrot lunaire di Arnold Schönberg ed il Kammerkonzert di Alban Berg. Lucchesini si dedica con passione anche all’insegnamento, attualmente presso la Scuola di Musica di Fiesole, di cui è stato fino al 2016 direttore artistico. Tiene inoltre frequenti masterclasses presso importanti istituzioni musicali italiane ed europee, tra cui l’Accademia di Musica di Pinerolo, il Mozarteum di Salisburgo e dal 2008 è Accademico di Santa Cecilia. Dopo essere stato direttore artistico dell’Accademia Filarmonica Romana dal 2018 al 2021, è stato recentemente nominato direttore artistico degli Amici della Musica di Firenze, a partire dalla stagione 2022-2023.

Insieme al maestro Honeck e al maestro Lucchesini, sul palcoscenico, nel corso dell’esecuzione della Fantasia in do minore, anche un folto ensemble di solisti formato dal soprano Silvia Spessot, al suo debutto sulle scene del Maggio; Francesca Longari, che torna dopo le recenti recite de La Rondine di Puccini andata in scena a settembre 2020 diretta da Marco Armiliato per la regia di Denis Krief e quattro giovani Artisti dell’Accademia del Maggio Musicale: Valentina Corò, Joseph Dahdah, Amin Ahangaran e Davide Piva.

Il maestro Honeck e Andrea Lucchesini, insieme al medesimo ensemble di solisti, sono in concerto il giorno successivo, venerdì 8 luglio 2022 in Piazza dei Priori a Volterra, dove verrà eseguito un programma interamente dedicato alle composizioni di Ludwig van Beethoven, con in apertura l’ouverture in mi maggiore op. 72 di Fidelio. Quasi speculare al concerto fiorentino del 7 luglio al Teatro del Maggio, lo spettacolo prosegue con l’esecuzione di Elegischer Gesang op. 118 per coro e orchestra d’archi su testo attribuito a Ignaz Franz Castelli; Coriolan, ouverture in do minore op. 62; Meeresstille und glückliche Fahrt op. 112, Cantata per coro e orchestra su testo di Johann Wolfgang Goethe e, in conclusione, la Fantasia in do minore op. 80 per pianoforte, soli, coro e orchestra su testo di Christoph Kuffner.

L’Ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Posti liberi non numerati. Apertura piazza alle ore 20.30.

Per quanto riguarda prenotazioni e informazioni per il concerto a Volterra, il pubblico può rivolgersi al “Consorzio Turistico Volterra Valdicecina” (Tutti i giorni dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle18) raggiugibile ai numeri 0588/86099 e 0588/87257 o all’indirizzo e-mail info@volterratur.it

Il programma:
Ludwig van Beethoven
Coriolan, ouverture in do minore op. 62 (Firenze e Volterra)

L’Ouverture Coriolano op. 62 fu inizialmente realizzata da Beethoven come commento musicale alla tragedia omonima di Joseph von Collin ma in verità l’opera non fu eseguita durante la prima rappresentazione del dramma ma solo in seguito e per vie proprie, guadagnandosi in breve uno spazio privilegiato nel repertorio orchestrale. L’ouverture risale al 1807, anno di composizione anche della Quinta Sinfonia con cui condivide la stessa corrusca tonalità di do minore. Pagina simbolo dello stile eroico di Beethoven, l’ouverture del Coriolano si distingue per l’intensa carica drammatica presente già a partire dall’inciso iniziale, un accordo in fortissimoche sfocia in un primo tema irrequieto e mosso a cui si contrappone un secondo, lirico e cantabile. La dialettica della fonte letteraria - che vede l’eroe morire suicida poiché combattuto tra rimorso e amor di patria - si fa dialettica musicale e dopo una serie di conflitti tematici che si inseguono per tutta la durata della pagina, la fine è segnata dal perentorio inciso iniziale che si spegne nel registro grave degli archi.

Elegischer Gesang op. 118 per coro e orchestra d’archi (Firenze e Volterra)
Uno spazio a parte spetta a l’Elegischer Gesang per coro e quartetto d’archi op. 118, un canto elegiaco composto da Beethoven nel 1814 per omaggiare la memoria della baronessa Eleonora Pasqualati nel terzo anniversario della morte. La tensione emotiva del testo trova qui forma nell’intonazione commovente del coro che si libra sull’accompagnamento raccolto del solo quartetto d’archi. Una scelta stilistica che conferisce a quest’opera un sapore cameristico di soffusa dolcezza.

Meeresstille und glückliche Fahrt op. 112, Cantata per coro e orchestra (Firenze e Volterra)

Beethoven aveva conosciuto Goethe, suo idolo letterario, nel 1813 a Teplitz. L’incontro non si trasformò in amicizia, ma nonostante la freddezza mostratagli in più occasioni, Beethoven continuò a nutrire per Goethe un’ammirazione sconfinata, dedicandogli tra l’altro, la Cantata per soli, coro e orchestra Meeresstille und glückliche Fahrt op. 112, composta nel 1815 e ispirata ai poemi Calma di mare e Viaggio felice. Il contenuto poetico ben si riflette nella scrittura musicale di Beethoven attenta a sottolinearne ogni elemento descrittivo: l’immobilità del mare in un giorno di bonaccia (con le note tenute degli archi), il levarsi del vento (con l’entrata irruente dei fiati) e finalmente la navigazione tra le onde fluttuanti a ritmo di barcarola.

Fantasia corale per pianoforte, coro e orchestra op. 80 (Firenze e Volterra)

Composta nel 1808 dopo la Sesta Sinfonia, la Fantasia corale per pianoforte, coro e orchestra op. 80 si caratterizza tra le opere beethoveniane per la sua natura singolare ed eterogenea. Una pagina particolare già dal sottotitolo, ‘Lusinga amichevole’, nell’organico, in cui l’orchestra entra in azione a poco a poco mentre il coro solo nella parte finale, così come particolare era l’idea di unire musica strumentale e musica corale, che per Beethoven assumeva il valore subliminale di una collaborazione capace di trasformare il mondo. Inoltre la Fantasia deve gran parte della sua notorietà al tema principale, che Beethoven aveva ripreso da un Lied composto anni prima, Gegenliebe, e che svilupperà in seguito nell’Inno alla gioia della Nona Sinfonia. Articolata nella forma del Tema con variazioni, la Fantasia corale si apre con l’assoluto protagonismo del pianoforte che dopo un’entrata in stile rapsodico espone quasi timidamente il tema principale. Questo è poi ripreso da alcuni strumenti d’orchestra: prima il flauto, poi l’oboe, il clarinetto, il quartetto d’archi e infine tutta l’orchestra coinvolta insieme al pianoforte in una serie di variazioni sempre più concertanti. Nell’ultima variazione Beethoven aggiunge il coro (con una soluzione che anticipa la struttura del Finale della Nona) che intona in un crescente tripudio sonoro i versi scritti per l’occasione dal poeta viennese Christoph Kuffner, ispirati al tema dell’amore unito alla forza.

Richard Strauss / Manfred Honeck
Elektra Symphonische Suite per grande orchestra (Firenze)

Quando nel 1980 Manfred Honeck, allora professore d’orchestra dell’Opera di Vienna, suonò per la prima volta Elektra di Richard Strauss, rimase impressionato dalla potenza del colore strumentale e dal peso assunto dall’orchestra. Elektra prevede infatti una compagine enorme, con non meno di centodieci musicisti; in più è un’opera dal linguaggio armonico molto complesso, ricco di dissonanze e armonie irrisolte considerate, al tempo della sua composizione, ai limiti della comprensione. Ciononostante, l’idea di ricavarne una suite sinfonica ha accompagnato Honeck per anni fino a quando nel 2016, in collaborazione con il compositore cèco Tomáš Ille, ha realizzato il suo progetto. Come Strauss, anche Honeck privilegia una strumentazione opulenta, poiché è proprio il colore orchestrale il mezzo privilegiato per sottolineare l’estrema drammaticità della vicenda. In quello che lo stesso Honeck definisce ‘una sorta di poema sinfonico’ che narra la storia dell’eroina tragica Elettra, ritroviamo tutti gli elementi di grande impatto emotivo dell’opera di Strauss. Ogni personaggio vi è ritratto in tutta la sua complessità psicologica: la madre Clitemnestra schiacciata dai sensi di colpa, il traditore Egisto, la premurosa e indifesa Crisotemide, il fratello calcolatore Oreste e l’eroina tragica Elettra, ossessionata dalla morte tragica del padre che trasforma la sua rabbia in azione nel momento in cui ritrova il fratello. Come nell’opera anche nella suite è il tema di Agamennone a comparire per primo in apertura, come un sigillo impresso nella mente e nei gesti di Elettra. Alla morte della madre e di Egisto, Elettra balla in estasi fino a crollare completamente, rimanendo alla fine immobile. Il tema di Agamennone ascoltato in apertura riappare alla fine, chiudendo così il cerchio.

Ludwig van Beethoven

Fidelio, ouverture in mi maggiore op. 72 (Volterra)
(testo di Daniele Spini per il Maggio Musicale Fiorentino)
Per la sua unica opera (più precisamente un Singspiel, con i pezzi musicali alternati a dialoghi in prosa, secondo l’uso del teatro leggero viennese, anziché a recitativi come nell’opera italiana), Beethoven scrisse ben quattro diverse ouvertures nell’arco di dieci anni, attestando anche in questo il faticoso lavoro di ritocchi e rifacimenti che diede al Fidelio la sua forma definitiva. L’ouverture oggi catalogata come Leonora n. 1 (titolo in origine voluto da Beethoven, indotto poi a cambiare idea per evitare la confusione con le opere allora ben note di Gaveaux e Päer, basate sul medesimo soggetto), certo la più debole delle quattro, non fu mai eseguita vivente l’autore; la Leonora n. 2 invece apriva la prima versione, su libretto di Joseph Sonnleithner, rappresentata il 20 novembre 1805 al Theater an der Wien. Quella nota come Leonora n. 3, rifacimento e ampliamento della precedente, fu invece preparata nel corso del profondo rimaneggiamento (anche nel libretto, quasi interamente rifatto da Friedrich Treitschke), cui Beethoven sottopose l’opera dopo ripetuti e poco fortunati tentativi di ridarle vita aggiustandola qua e là. Ma alla prova dei fatti una pagina sinfonica così grandiosa ed elaborata si rivelò sproporzionata e teatralmente inadatta: sicché per la prima rappresentazione del nuovo Fidelio, il 23 maggio 1814, al Teatro di Porta Carinzia, Beethoven riciclo l’ouverture delle Rovine d’Atene. Solo tre giorni dopo, a una replica, Fidelio si presentò con la sua nuova ouverture, che da allora gli si accompagna ripetendone il titolo.

Se le ouvertures Leonora n. 2 e Leonora n. 3 si configurano come ideali riassunti dell’opera, sia sul piano narrativo sia su quello musicale sia su quello dei contenuti morali e poetici, in ciò contribuendo a gettare le basi della vicenda tutta romantica del poema sinfonico, quella definitivamente assegnata al Fidelio sembra avere soprattutto i connotati di una pagina stringata ed efficace nel preparare il passaggio alla finzione teatrale. Anziché dipingere con drammatica conflittualità il contrasto fra bene e male e l’itinerario dal dolore alla salvezza e dalla prigionia alla libertà che segna la trama (desunta dalla Léonore di Jean-Nicholas Bouilly, tipica pièce à sauvetage dell’età rivoluzionaria), Beethoven in questa ultima ouverture preferisce introdurre l’azione quasi all’insegna della letizia, come a prefigurare lo scioglimento fin dall’inizio, senza utilizzare motivi tratti dall’opera.

Caratterizzata nell’invenzione tematica come nella strumentazione da una levità e da una purezza di linee che sembra consegnarla ormai allo stesso mondo limpido e neoclassico della Settima Sinfonia piuttosto che al Beethoven eroico del periodo “di mezzo” che aveva visto nascere la prima versione del Fidelio, l’ouverture scorre lungo un disegno formale semplice ma originale. Due episodi introduttivi, uno prevalentemente ritmico, l’altro più interrogativo proposto dai corni in tempo Adagio, fanno emergere un elementare dualismo espressivo, in termini complementari piuttosto che di contrasto, fra un segno più gioioso e incisivo e uno più disteso e lirico.

Ancora ai corni, ma tornando all’Allegro iniziale, tocca poi esporre il primo tema (direttamente ricavato dal motto ritmico dell'introduzione) della forma-sonata che costituisce la parte centrale dell'ouverture. Dopo lo sviluppo, sintetico e raffinato, la ripresa sfocia in una riproposta del duplice episodio introduttivo: dall’Adagio dei corni si scioglie una coda velocissima, portando il pezzo verso una conclusione scintillante e ottimistica.

La locandina fiorentina:

LUDWIG VAN BEETHOVEN
Coriolan, ouverture in do minore op. 62

Elegischer Gesang op. 118
per coro e orchestra d’archi su testo attribuito a Ignaz Franz Castelli

Meeresstille und glückliche Fahrt op. 112

Cantata per coro e orchestra su testo di Johann Wolfgang Goethe
Meeresstille: Sostenuto / Glückliche Fahrt: Allegro vivace

Fantasia in do minore op. 80 per pianoforte, soli, coro e orchestra su testo di Christoph Kuffner

Adagio / Finale: Allegro. Allegretto ma non troppo

Solisti: Silvia Spessot, Francesca Longari, Valentina Corò, Joseph Dahdah, Amin Ahangaran, Davide Piva.


RICHARD STRAUSS / MANFRED HONECK
Elektra Symphonische Suite per grande orchestra
Adattamento di Manfred Honeck e Tomáš Ille
Prima esecuzione in Italia
Direttore Manfred Honeck
Pianoforte Andrea Lucchesini



Coro e Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino
Maestro del Coro Lorenzo Fratini

SALA ZUBIN MEHTA
Giovedì 7 luglio 2022, ore 20
Prezzi:
Settore D: 25€ - Settore C: 40€ - Settore B: 70€ - Settore A: 100€

05/07/2022 11:52 Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Comune di Capraia e Limite
“Estate a Capraia Fiorentina”
Ricco cartellone di iniziative nel mese di luglio a Capraia Fiorentina con “Estate a Capraia Fiorentina”, dal 7 al 29 luglio tanti gli eventi in programma con musica, animazione e laboratori per bambini, cinema all’aperto, spettacoli, presentazione di libri, tombola e un punto ristoro a cura del Comitato Capraia in Festa- e Pro Loco.

L’iniziativa è organizzata dalla Pro Loco, con il patrocinio del Comune di Capraia e Limite, in collaborazione con le associazione del territorio.

“ Un cartellone molto variegato, hanno detto l’assessore alla cultura Rosanna Gallerini e l’assessore allo sport Gabriele Paci, con la volontà di abbracciare una larga platea di pubblico. Non solo la possibilità di trascorrere serate all’aria aperta con tante iniziative volte alla conoscenza e alla promozione del territorio, ma con la voglia di coinvolgere i cittadini per far vivere momenti di comunità dopo anni difficili a causa delle limitazioni imposte dal Covid. Un gioco di squadra, grazie a tutte le associazioni coinvolte, che ci ha permesso di realizzare un bel programma e che ci auguriamo possa essere di gradimento anche per i turisti presenti sul nostro territorio”.

“ Il 2022 è l'anno della vera ripartenza e, come Pro Loco, con il Comune, abbiamo cercato una collaborazione ancora più stretta con le associazioni, a partire da Capraia in Festa, un punto di riferimento da oltre 20 anni, i circoli, e Cammini d'Arte, che ci aiuterà assieme alle sorelle Giannotti per la serata del 10 dedicata alla storia del Castello in epoca medievale. Spazieremo dal borgo antico alla zona nuova, garantendo eventi per bambini e adulti nelle varie zone del paese”, così Edoardo Antonini presidente Pro Loco Capraia e Limite.

Gli eventi in programma:

Giovedì 7 luglio ore 21, Cinema all’aperto, giardino della scuola “C.Corti” film di animazione “Ballerina”.

Sabato 9 luglio ore 21, presentazione del libro “Il nostro COV-Contatto Oltre il Virus” di Diletta Arzilli e Pietro Lazzeri presso circolo Mcl di via Verdi.

Domenica 10 luglio ore 18.30, “Arcieri e racconti di Capraia medievale” a cura del Gruppo Arcieri della Rocca di Montopoli, la magica Arpa celtica suonata dalla musicista Celeste Canali della Compagnia “ Il circo e la luna”, i racconti delle sorelle Giannotti e laboratori artistici ed esibizione dell’associazione Cammini d’Arte, piazza Pucci e Castello di Capraia Fiorentina.

Giovedì 14 luglio ore 21, Cinema all’aperto, giardino della scuola “C.Corti” film di animazione “Le famose invasioni degli orsi in Sicilia”.

Venerdì 15 luglio ore 21, “Tombola solidale”, piazza Dori, a cura dell’associazione Santa Grania.

Sabato 16 luglio ore 18, passeggiata al Leccio della Valicarda e spaghettata finale al circolo Arci di via Allende.

Domenica 17 luglio ore 21, Concerto Orchestra da Camera dell'Orchestra Metropolitana, dirige il maestro Giuseppe Lanzetta, piazza Pucci.

Lunedì 18 luglio ore 21, presentazione dei libri “ Trilogia Maledetta del Giglio”di Fausto Meoli presso circolo Mcl di via Verdi.

Martedì 19 e mercoledì 20 luglio ore 21, giochi per bambini , piazza Madre Teresa di Calcutta, presentazione by Mirko.

Giovedì 21 luglio ore 21, spettacolo di “Circo Ribalta” per adulti e bambini, piazza Madre Teresa di Calcutta.

Venerdì 22 luglio ore 21.30, “Mastisciò 2.0” scherzi telefonici e spettacolo di arte varia, piazza Madre Teresa di Calcutta.

Sabato 23 luglio ore 21.30, cover dei “Cugini di Campagna”, musica anni ’70, ’80, piazza Madre Teresa di Calcutta.

Venerdì 29 luglio ore 21, “Tombola solidale” a cura dell’ associazione Santa Grania, piazza Dori.
05/07/2022 12:19 Comune di Capraia e Limite
Comune di Bagno a Ripoli
Bagno a Ripoli. Barriere architettoniche, altri 160mila euro in arrivo per rendere strade e marciapiedi sempre più accessibili

Strade e marciapiedi sempre più accessibili a Bagno a Ripoli. La lotta alle barriere architettoniche prosegue e si aggiunge un nuovo tassello. L’amministrazione ha stanziato altri 160mila euro, i primi interventi partiranno in autunno e interesseranno la viabilità al servizio della scuola media Redi e della scuola media Granacci. Dopo Ponte a Niccheri e la frazione capoluogo (dove sono previsti interventi anche i via I Maggio e via Roma), toccherà a via Brigate Partigiane all’Antella, con la sistemazione dei marciapiedi.

“Il tema dell’accessibilità è prioritario e va concretizzato nei fatti – dichiarano il sindaco Francesco Casini e l’assessore ai lavori pubblici Francesco Pignotti -, eliminare le barriere architettoniche significa garantire a tutti i cittadini gli stessi diritti e le stesse opportunità. Il fatto che il nostro piano anti–barriere sia stato approvato all’unanimità da tutto il Consiglio comunale durante l’ultima seduta è una soddisfazione doppia. Il riconoscimento del lavoro svolto”.

Dal 2019 è il quarto pacchetto di risorse stanziate dall’amministrazione per interventi di abbattimento barriere architettoniche. “Siamo consapevoli che ne rimangono ancora più di quante ne abbiamo abbattute – proseguono sindaco e assessore -, ma è esattamente il motivo per non fermarsi e continuare passo dopo passo con questa strategia”.

In arrivo inoltre anche nuovi strumenti per combattere gli ostacoli. “A breve – anticipano Casini e Pignotti – metteremo a punto un metodo per segnalare con un clic le criticità. Con una App che consentirà a tutti, dal proprio smartphone, di indicare la presenza di ostacoli e di barriere che inseriremo nel piano di abbattimento”.
01/07/2022 13:07 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli
Comune di Bagno a Ripoli
Da Unicoop Firenze 1.720 euro alle associazioni di volontariato di Bagno a Ripoli

Sono state consegnate venerdì primo luglio a Bagno a Ripoli le carte prepagate per un valore totale di 1.720 euro, da parte di Unicoop Firenze alle associazioni che hanno partecipato alle due raccolte alimentari e alla raccolta di materiali per la scuola del 2021. I contributi sono stati consegnati alle associazioni del territorio di Bagno a Ripoli in base alle famiglie che assistono sul territorio, per un valore totale di € 1720. Nel dettaglio, le card sono state consegnate ai rappresentanti di Associazione Casa Stenone, Caritas San Michele Arcangelo di Grassina e Caritas Antella, Caritas Ponte a Ema e Caritas Parrocchiale Bagno a Ripoli. Erano presenti Lidia Rumi Caritas P. Ema, Annalisa Ciacci Santangelo Caritas Bagno a Ripoli, Lia Marsili e Annalisa Mazzei Caritas Grassina, Miriam Capizzi Casa Stenone Antella, oltre a Rossella Liuti, presidente della sezione soci Coop di Bagno a Ripoli e Alessandro Arrigucci, coordinatore di zona. Per il Comune di Bagno a Ripoli è intervenuta l’assessora al sociale del Comune, Eleonora François.


Le card serviranno per acquistare quanto necessario per aiutare persone e famiglie in difficoltà sul territorio. L'importo delle carte si riferisce a quanto raccolto presso i supermercati Unicoop Firenze di Bagno a Ripoli nelle due raccolte alimentari del 2021 e nella raccolta di materiale scolastico promossa a settembre dello stesso anno. Le iniziative avevano riscosso un grande successo e confermato la generosità di soci e clienti verso chi vive una situazione di disagio. Con la donazione delle carte prepagate, la Cooperativa aggiunge a quanto donato dai consumatori una somma che si pone un modo per restituire al territorio quanto derivante dalle maggiori vendite e allo stesso tempo fa sì che il rapporto solidale con le associazioni, già costante lungo tutto l’anno, si arricchisca di una ulteriore donazione.

“Siamo felici di poter consegnare queste card, che in questo momento faranno sentire la vicinanza della Cooperativa e dei suoi soci alle famiglie che si trovano in una situazione di disagio economico. Le card, infatti, rappresentano un'altra tappa dell'impegno della Cooperativa sul territorio, a fianco dei più deboli e delle realtà associative che se ne prendono cura - fanno sapere dalla sezione soci Coop Bagno a Ripoli - Ringraziamo ancora tutti coloro che hanno partecipato alle scorse raccolte alimentari e scolastica e rinnoviamo l'appuntamento perché c'è sempre molto bisogno di momenti di condivisione e solidarietà".

“Nonostante il periodo post pandemia che ha portato con sé anche problemi di tipo economico, i soci Coop hanno continuato a contribuire per soddisfare i bisogni delle persone in difficoltà. Ancora una volta – dichiara l’assessora al sociale del Comune, Eleonora François - il cuore e la generosità di Bagno a Ripoli non si sono tirate indietro. A tutti coloro che hanno dato un contributo e alla cooperativa per questa bella iniziativa, un grazie sincero a nome dell’amministrazione comunale".
05/07/2022 10:37 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli
Asl Toscana Centro
Eccezionale evento all’ospedale Santa Maria Annunziata: due donazioni multiorgano in 24 ore hanno permesso a 4 pazienti di uscire dalla lista di attesa per trapianto
Una grande prova di professionalità e impegno da parte del personale sanitario, medico e infermieristico dell’ospedale Santa Maria Annunziata. Nella terapia intensiva di Ponte a Niccheri diretta da Vittorio Pavoni, erano ricoverati da giorni due pazienti affetti da gravi lesioni cerebrali acute irreversibili, con prognosi sfavorevole. In ambedue i casi si trattava di pazienti che avevano manifestato la volontà, sostenuta dai familiari, di donare i propri organi dopo la fine della loro vita.

Una prima paziente è evoluta in morte encefalica e dopo il periodo di accertamento morte previsto per legge sono intervenute le équipe di prelievo dei centri trapianto regionali che hanno potuto procedere poi al trapianto di polmoni e reni in tre pazienti maschi di età compresa tra i 52 e 56 anni presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria Senese. Il secondo paziente, date le gravi condizioni cliniche, accompagnato dalla famiglia, è deceduto il giorno successivo. Si è potuto procedere al prelievo di organi, grazie all’intervento dell’équipe proveniente dall’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi che ha permesso di utilizzare una nuova e complessa tecnica di circolazione extracorporea denominata ECMO. Questo prelievo ha consentito di trapiantare di fegato un paziente maschio di 53 anni in lista di attesa presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana.

Ambedue i prelievi sono stati coordinati dal personale infermieristico del Coordinamento locale di Firenze con il supporto medico di Francesca Covani Frigeri e Gabriele Gori, con un impegno per ambedue gli eventi che è durato oltre tre giorni. Il personale infermieristico della Terapia Intensiva coordinato da Stefano Gori e il personale infermieristico delle Sale Operatorie coordinato da Enrico Pelo sono stati messi sotto pressione per sostenere e portare a termine ambedue i processi di donazione. Per tutto il supporto organizzativo è stata fondamentale l’azione costante della Direzione Sanitaria di presidio diretta da Andrea Bassetti che è stata costantemente coinvolta in tutti i vari processi e nel rapporto anche con l’AOU Careggi. Un risultato che si è potuto ottenere grazie all’attività del Coordinamento di Area vasta di Sara Bagatti che ha favorito i rapporti di collaborazione fra l’Azienda Usl Toscana centro e l’AOU Careggi.

Un ringraziamento viene promosso dal Coordinatore aziendale donazioni, Alessandro Pacini, alle famiglie dei pazienti donatori che hanno favorito il processo di donazione e permesso di salvare la vita a quattro pazienti e a tutti gli operatori che grazie al loro sforzo hanno reso possibile tutto questo.


05/07/2022 11:27 Asl Toscana Centro
Comune di Firenze
Firenze. Estate al Quartiere 4: parte la programmazione in Piazza dell’Isolotto






L’Estate al Q4 e l’Estate Fiorentina 2022 arrivano in Piazza dell’Isolotto con sei grandi concerti. Dormentoni: “Toscana Classica con ‘Sagrati in Musica’, sul sagrato della Chiesa, e poi, in piazza, Narciso Parigi, Lucio Dalla e Rino Gaetano, tre tributi ad altrettanti artisti d’eccezione. La grande musica e la vera canzone italiana all’Isolotto”

“La grande musica e la più autentica canzone italiana arrivano in piazza dell’Isolotto – dichiara il presidente Mirko Dormentoni – . L’Estate al Quartiere 4 propone, nel sagrato, tre tributi ad altrettanti artisti d’eccezione: Narciso Parigi, Lucio Dalla e Rino Gaetano. L’Estate Fiorentina ci porta, sul sagrato della Chiesa, tre concerti di Toscana Classica. Una panoramica grandiosa in grado di allietare le nostre serate estive con la cultura musicale sia della tradizione sia dell’innovazione. Sei date assolutamente da non perdere!”.

Programma di Piazza dell’Isolotto:

giovedì 7 luglio, ore 21.15, ‘Concerto Fiorentino’: Lorenzo Andreaggi presenta le più belle canzoni di Narciso Parigi e Odoardo Spadaro;

sabato 9 luglio, ore 21.30, Sagrato Chiesa dell’Isolotto, Toscana Classica presenta ‘Sagrati in Musica’: Ensamble di fiati Loro Ciuffenna, Musiche Orio Odori, scritte appositamente per la Banda di Loro Ciuffenna – Estate Fiorentina;

mercoledì 13 luglio, ore 21.15, ‘L’Impresa Eccezionale’, Lucio Dalla Tribute;

venerdì 15 luglio, ore 21.30, Sagrato Chiesa dell’Isolotto, Toscana Classica presenta ‘Sagrati in Musica’: Pulsar. Repertorio e Sound che richiamano la Batucada Brasiliana, passando dal Sambareggae al Funky – Estate Fiorentina;

lunedì 18 luglio, ore 21.15, ‘I Vili Maschi’, Tribute Rino Gaetano

venerdì 22 luglio, ore 21.30, Sagrato Chiesa dell’Isolotto, Toscana Classica presenta ‘Sagrati in Musica’: Quartetto Jazz di Toscana Classica, direttore Andrea Lombardo. Musiche di H. mancini, J. Kern, J. Klenner, W. Mellin, J. Lewis, J. Van-Hausen, H. Warren, B. Howard, G. Marks, L. Bonfa – Estate Fiorentina.

Gli eventi non dell’Estate Fiorentina sono a cura di Sketch srl. (s.spa.)

05/07/2022 12:57 Comune di Firenze
Comune di Campi Bisenzio
Viabilità: Ponte all’Asse aperto anche per i residenti di Poggio nuovo
L’atto aggiorna quindi l’ordinanza 22 del 21 febbraio scorso che riapriva il ponte al traffico locale e che permetteva ai residenti, le attività produttive e commerciali di Poggio, i mezzi di soccorso e i servizi di polizia e antincendio la percorrenza sul ponte, lungo la S.R.66, con obbligo di svolta a sinistra in entrata su Via Cioppi.

“Fino dalla riapertura del Ponte all’Asse fatta a febbraio - commenta il sindaco di Poggio a Caiano Francesco Puggelli - abbiamo continuato l’attività di monitoraggio insieme alle amministrazioni dei Comuni vicini. Particolare attenzione è stata posta a valutare la situazione dei cittadini residenti nella zona di Ponte all'Asse che, seppur abitino nei comuni di Signa e Campi, di fatto vivono il nostro territorio per scuola, lavoro, acquisti come se fossero Poggesi; le richieste avanzate da molti di loro in questi mesi ci sono sembrate condivisibili perché tante famiglie hanno i figli a scuola a Poggio e usufruiscono di servizi e attività presenti sul nostro territorio e ci chiedevano di poter passare dal ponte. Nell’ambito di questo dialogo con i Comuni di Campi e Signa abbiamo definito nuove regole che andassero incontro a queste richieste. Resta naturalmente ferma la nostra volontà di garantire una significativa limitazione del traffico pesante nel centro abitato di Poggio a Caiano e del conseguente inquinamento. Per questo grazie alle telecamere e ai controlli periodici messi in campo dalla polizia municipale continueremo a vigilare perché anche questa nuova ordinanza venga rispettata”.

L’ordinanza consente quindi ai soli residenti e alle attività commerciali della frazione di Ponte all’Asse di transitare sul ponte lungo la SR66 nel territorio di Poggio a Caiano, con obbligo di svolta a sinistra in entrata su Via Cioppi. In particolare per il Comune di Signa il transito è consentito a chi insiste tra la rotonda che immette in Via Fallaci e sulla SR66 ed il Ponte all'Asse e per Campi Bisenzio a chi insiste nel tratto di Via Sant'Angelo dal civico n. 328 al civico n. 410.

“Siamo molto soddisfatti per questa decisione del sindaco di Poggio a Caiano - dichiara il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi - che consentirà ai nostri concittadini che vivono nella zona di usufruire di un importante asse viario. La collaborazione tra amministrazioni porta sempre buoni frutti e questa ordinanza ne è l’esempio lampante. Grazie a questa decisione risolveremo un problema stringente segnalato dai cittadini e proprio questa è la priorità delle amministrazioni comunali, le più vicine alla gente e quindi le più sensibili alle sollecitazioni della popolazione.”

“Restituiamo ai nostri cittadini un collegamento importante con il comune di Poggio a Caiano - dichiara il sindaco di Signa Giampiero Fossi -. Le richieste in merito da parte dei residenti di Ponte all’Asse sono state molte: per questo, insieme alla Polizia Municipale e agli altri funzionari competenti, ci siamo attivati fin da subito per ripristinare l’ordinaria viabilità nella zona. Un lavoro di squadra svolto insieme alle altre amministrazioni – Poggio a Caiano e Campi Bisenzio – cui rivolgo un ringraziamento per la collaborazione dimostrata e la capacità di ascoltare anzitutto le necessità dei nostri cittadini”.
05/07/2022 12:03 Comune di Campi Bisenzio
Università di Firenze
Io studio a Firenze
Per aiutare la scelta del percorso di studio universitario l’Ateneo fiorentino organizza per il prossimo venerdì 8 luglio una giornata di orientamento in presenza che prevede incontri, visite guidate e attività presso le sedi delle 10 Scuole di Ateneo. L'appuntamento si intitola "Io studio a Firenze. La scelta giusta per il mio futuro".

Sarà possibile visitare le strutture, dialogare con i docenti delegati all’orientamento e con gli studenti tutor, conoscere da vicino l'offerta formativa (lauree triennali, a ciclo unico e magistrali) e le caratteristiche dello studio nelle varie aree disciplinari.

Gli incontri sono programmati a partire dalle ore 9; per partecipare è necessaria la prenotazione.

Programma completo al seguente link:
https://www.unifi.it/p10352


05/07/2022 11:59 Università di Firenze
Redazione di Met
Covid, Psicologi toscani: “E' l'estate del ritorno alla socialità, ma attenzione a chi resta da solo in città”
“Con l’estate che avanza e le città che si svuotano, chi resta solo e fatica a riprendersi dalle ripercussioni psicologiche del Covid è ancora più a rischio”. Lo dice l’Ordine degli Psicologi della Toscana, riferendosi a quella che è spesso citata come “sindrome della capanna”, condizione di malessere psicologico che può manifestarsi quando una persona, in seguito a un periodo di lunga clausura e isolamento, torna a interagire con gli altri e il mondo. L’occasione per lanciare l’allarme è stata data dal consiglio degli psicologi toscani che ha certificato con una ricerca dell'Ordine il bilancio delle richieste di aiuto psicologico della popolazione nelle province toscane.

“L’ultimo report che abbiamo stilato - commenta la presidente Maria Antonietta Gulino - ci ha restituito un quadro ampiamente preoccupante. Durante il biennio pandemico, in Toscana, abbiamo assistito ad un’impennata di tutte quelle sintomatologie che si riconducono ad una volontà auto - escludente, di isolamento dal contesto sociale”. Tra queste patologie, come ricordato nel recente rapporto scaturito da un questionario rivolto agli iscritti all’ordine, spiccano l’ansia (riscontrata dal 56,3% dei professionisti intervistati), la depressione (17,38%), problemi relazionali (14%) e fobie sociali (5%).
“Problematiche - prosegue Gulino - che adesso rischiano di acuirsi con l'estate e le vacanze. Paradossalmente, la naturale voglia di moltissime persone di riconquistare quella socialità dispersa mettendosi in viaggio e facendo comunità, può mettere a repentaglio la salute dei soggetti più vulnerabili, in mancanza di un'appropriata rete di ascolto e sostegno”.

Il riferimento va a quelle persone che, durante la pandemia, hanno maturato una profonda avversione, sfociata in certi casi in autentica repulsione, per la socialità. Al punto che, nei casi più estremi, il solo pensiero di dover uscire di casa - identificata come una zona sicura di comfort, una “capanna” appunto - genera ansia, paura diffusa e stati depressivi.
Una capanna che può trasformarsi in una prigione e l'individuo in un prigioniero di casa propria. Si bloccano le sue attività e ogni forma di ripartenza.

“Come Ordine - conclude la presidente - ci sentiamo in dovere di tutelare questi soggetti. La possibilità che si smarriscano ulteriormente è peggiori o il loro stato di salute , perdendo anche gli ultimi utili anelli di collegamento con il mondo esterno - familiari, amici, vicini - è alta. Per questo chiediamo alle istituzioni locali di fare gioco di squadra al fine di fornire l'assistenza psicologica necessaria”.
05/07/2022 12:03 Redazione di Met
Comune di Barberino Tavarnelle
Parte il progetto Mosquito Alert. A Barberino Tavarnelle una rete di cittadini-scienziati per identificare le specie di zanzare presenti sul territorio
La responsabile dell’Ufficio Ambiente Serena Losi: “L’attività dei cittadini permetterà ad un team di entomologi di elaborare puntuali mappe delle specie di zanzara presenti sul territorio e di mirare gli interventi di controllo”

A Barberino Tavarnelle nasce una nuova rete di cittadini scienziati coinvolti in un progetto di ricerca scientifica che mira ad identificare le diverse specie di zanzara presenti in Toscana e contrastarla in maniera mirata ed efficace. Un nuovo progetto nel segno della citizen science che si realizzerà nel comune chiantigiano con l’utilizzo di un inedito strumento digitale, un’app gratuita che permetterà ai cittadini di offrire il proprio contributo nel tracciamento delle zanzare tramite l’invio di foto, segnalazioni e degli esemplari degli insetti rinvenuti sul territorio. Il Comune di Barberino Tavarnelle diventa partner di “Mosquito Alert Italia” nell’ambito del progetto europeo Aedes Invasive Mosquito AIM-COST. Oltre ad intraprendere interventi di controllo e contrasto alla proliferazione delle zanzare nelle aree pubbliche, la giunta Baroncelli mette in campo una nuova forma di cittadinanza attiva sul fronte ambientale per la tutela della salute collettiva, chiamata ad assumere un ruolo da protagonista nella battaglia contro la diffusione delle zanzare.

“Per rendere efficaci gli interventi effettuati nelle aree pubbliche - dichiara il sindaco David Baroncelli - è importante che ogni cittadino si impegni ad eliminare contenitori e altri siti di possibile riproduzione dell’insetto nelle aree private, con questo progetto invitiamo i cittadini a farsi ‘ricercatori’ inviando documentazione fotografica, segnalando le punture di zanzare oppure inviando fisicamente gli esemplari di zanzara agli esperti”.

“Tali azioni permetteranno agli entomologi di Mosquito Alert Italia – aggiunge la responsabile dell’Ufficio Ambiente del Comune Serena Losi - di elaborare puntuali mappe delle specie di zanzara presenti sul territorio e di mirare gli interventi di controllo, ottimizzando le risorse e focalizzando le azioni volte alla disinfestazione”. Con l’obiettivo di illustrare le finalità del progetto e raccogliere le adesioni dei cittadini, interessati a far parte della rete dei citizen science il Comune ha organizzato un incontro pubblico in programma giovedì 7 luglio dalle ore 10 alle ore 12 davanti al palazzo comunale di Tavarnelle Val di Pesa in occasione del mercato settimanale. Saranno presenti gli esperti della Sapienza Università di Roma, alcuni tecnici della Prevenzione - Igiene Pubblica e Nutrizione della USL Toscana Centro e i referenti comunali del progetto. L’iniziativa si svolge durante l’ultimo appuntamento del ciclo di consegna gratuita del kit antilarvale che fino ad oggi ha permesso la distribuzione di oltre 650 confezioni ai cittadini.

GLI OBIETTIVI

Il progetto nasce dalla necessità di individuare la crescente diffusione di nuove specie invasive del genere Aedes alle quali è imputata la potenzialità di trasmettere virus esotici (es., Dengue e Chikungunya) all’essere umano. Oltre alla “zanzara tigre” (Aedes albopictus), la cui diffusione è ormai nota sull’intero territorio nazionale, è importante monitorare la diffusione in Italia anche di altre specie. Tra queste, Aedes koreicus e Aedes japonicus, finora segnalate solo al nord del paese, e l’Aedes aegypti, la specie più pericolosa per la trasmissione di virus esotici. Sebbene l’Aedes aegypti non sia stata segnalata in Italia nell’ultimo secolo, ha raggiunto le coste del Mar Nero e si teme un ulteriore ampliamento della sua diffusione; per questo, è tra le specie che richiedono stretta sorveglianza.

GLI AUTORI DEL PROGETTO

Il Progetto è coordinato dalla Sapienza Università di Roma che ha un ruolo centrale nella ricerca scientifica sulle zanzare. Il Dipartimento di Sanità pubblica e malattie infettive coordina sia il progetto nazionale Mosquito Alert Italia, sia il più ampio progetto europeo Aedes Invasive Mosquito AIM-COST. Mosquito Alert Italia vede inoltre la partecipazione dell’Istituto Superiore di Sanità, Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, MUSE- Museo delle Scienze di Trento e Dipartimento DIFA dell’Università di Bologna Alma Mater Studiorum.

COSA OCCORRE FARE

L’operazione è semplicissima: il cittadino scarica gratuitamente l’app e la usa per inviare le foto delle zanzare avvistate, segnalare le punture o inviare gli esemplari rinvenuti. La qualità delle foto inviate è fondamentale per garantire una valida identificazione della specie. “In cambio, sempre tramite smartphone – dichiara Beniamino Caputo di Sapienza Università di Roma, coordinatore di Mosquito Alert Italia - gli esperti informeranno l’utente sulla zanzara fotografata ed elaboreranno mappe delle specie presenti sul territorio, utili a implementare gli interventi di controllo”.

Info Mosquito Alert: Ufficio Ambiente Comune di Barberino Tavarnelle tel. 055 8052206, 055 8052247.
05/07/2022 12:41 Comune di Barberino Tavarnelle
Comune di Firenze
Firenze. Effettua consegne con una bici rubata, denunciato dalla Polizia Municipale
Ha “bucato” il semaforo rosso e ha imboccato la strada contromano davanti dai motociclisti della Polizia Municipale. Si tratta di un rider fermato dagli agenti che poi hanno scoperto che la bicicletta su cui viaggiava era rubata. Il fatto risale alla settimana scorsa. I motociclisti hanno visto il ciclista mentre oltrepassava il semaforo rosso tra via Pier Capponi e via Fra’ Bartolommeo senza fermarsi.
Il giovane ha poi proseguito la sua corsa attraversando viale Matteotti e immettendosi in via La Marmora sulla corsia di destra, quindi contromano. Proprio in via La Marmora i motociclisti hanno raggiunto il ciclista che, dopo una iniziale mancanza di collaborazione, ha mostrato la carta di identità e il permesso di soggiorno entrambi validi.
Durante i controlli l’attenzione degli agenti è stata attirata dalla bicicletta, di una rinomata marca, e che sembrava di un certo valore. E da un adesivo particolare collocato sulla parte sinistra del mezzo. Da una prima verifica tramite il numero identificativo della casa produttrice non sono risultate denunce. Quindi gli agenti hanno multato il rider per le violazioni al codice della strada e questi poi si è allontanato.
Ma una volta arrivati in ufficio hanno eseguito ulteriori accertamenti proprio sull’adesivo che riportava quello che poteva essere un cognome accompagnato da una lettera, probabilmente di un nome. E dall’anagrafe è risultato un residente in città che corrispondeva sia per il cognome che per l’iniziale.
Una volta rintracciata la persona ha confermato che il mezzo era di sua proprietà e che gli era stato rubato a marzo. Dalle foto allegate alla denuncia di furto tramessa alla Polizia Municipale è risultato evidente che si trattava della bici del rider.
A questo punto gli agenti hanno iniziato a cercare il ciclista nelle zone dove si ritrovano i rider e alla fine la ricerca ha dato esito positivo. Il giovane è stato accompagnato al comando dove è stato denunciato per ricettazione. La bicicletta è stata restituita al proprietario. (mf)

05/07/2022 12:45 Comune di Firenze
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V