MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Publiacqua spa
Firenze, concluse le manovre di riapertura dell’acqua in Viale Guidoni
Informiamo i cittadini del Comune di Firenze che si sono concluse le manovre di riapertura dell’acqua in Viale Guidoni e che le nostre squadre stanno già realizzando il ripristino stradale. Una volta terminato il tappeto d’asfalto saranno poi effettuate le opere di pulizia ed infine sarà rimossa la segnaletica di cantiere. Tutto questo si concluderà in tarda serata con la riapertura delle due corsie interessate dai guasti di questi giorni.

Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo lavoro ha creato loro.
13/12/2018 17:34 Publiacqua spa
Anci Toscana
Educazione civica a scuola, rush finale per la raccolta di firme
Decine di cittadini stamani in piazza Beccaria a Firenze hanno sottoscritto la proposta di legge promossa da Anci per reintrodurre nelle scuole italiane l'educazione alla cittadinanza come materia autonoma di studio. Il gazebo per la raccolta di firme allestito da Anci Toscana era una delle ultime iniziative organizzate dai Comuni sul territorio, per arrivare alle 50mila firme necessarie per presentare la proposta di legge in Parlamento entro sei mesi dall’apertura della campagna, ovvero il 20 dicembre prossimo. Al gazebo Massimo Fratini, assessore del Comune di Firenze da cui è nata l’iniziativa, che ha spiegato ai cittadini il senso della proposta: “Il nostro obiettivo è quello di far crescere nei ragazzi il senso di appartenenza alla comunità e offrire gli strumenti per comprenderla, attraverso la conoscenza della nostra Costituzione e i principi sui temi dell’educazione alla legalità, all’educazione digitale, all’educazione ambientale e alimentare”. Al gazebo era presente anche L'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Firenze, che ha supportato AnciToscana con il progetto “Tasse: ce le racconta il commercialista” dedicato alle scuole.

La mobilitazione nazionale dell’Anci vede la Toscana come seconda regione per numero di Comuni che hanno aderito alla campagna, con 58 amministrazioni dove è possibile ai cittadini firmare la proposta in un ufficio ad hoc. Hanno aderito e firmato tra l'altro personaggi come Gigi Proietti, Adriano Panatta, Sigfrigo Ranucci, Alessandro Cattelan, Andrea Lucchetta, Vinicio Marchioni, Francesco Montanari, Vittorio Sgarbi, Gianfranco Pasquino, Paolo Nespoli, Gabriele Lavia, Gianni Minoli, Vauro, Giobbe Covatta, Nicola Piovani e la senatrice a vita Liliana Segre. “Avere testimonial così importanti, che hanno firmato durante le tante iniziative organizzate dall’Anci - ha detto ancora Fratini - spero ci aiuti a raggiungere l’obiettivo di cinquantamila firme”.

Della raccolte di firme ha parlato anche la vicesindaca di Firenze Cristina Giachi, che stamani è intervenuta al programma Unomattina su raiuno. “Sappiamo che l'educazione alla cittadinanza può essere percepita come trasversale a tutte le materie – ha spiegato Giachi - ma la sua introduzione curriculare garantisce sia che le famiglie abbiano la chiara percezione della sua importanza, sia che venga effettivamente svolta: perché spesso il suo insegnamento lascia il posto a quelle che sono considerate priorità più alte. La nostra è una proposta che parte dal basso, dall’esperienza quotidiana dei sindaci. Vogliamo fornire maggiori strumenti di lettura della realtà non solo per avere cittadini eticamente ‘buoni’, ma per promuovere la cognizione di quanto importante e complesso sia stare nella nostra società: insomma per avere cittadini più responsabili e consapevoli”.
13/12/2018 13:54 Anci Toscana
Città Metropolitana di Firenze
'Il paniere delle eccellenze' nella Galleria delle Carrozze a Firenze
Venerdì 14 dicembre 2018, nella Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi, sede della Città Metropolitana a Firenze in via Cavour, dalle 9 alle 19, arriva il "Paniere dell'eccellenze": oltre alle tradizionali strenne e alle stelle di Natale, la Fondazione Ant lancia in Toscana un nuovo prodotto solidale, pensato per celebrarne la ricchissima tradizione enogastronomica e realizzato grazie alla generosità di numerose aziende locali. Chiunque può acquistare un "paniere" e sostenere così Ant.
Il Paniere delle Eccellenze è di fatto il progetto grazie al quale Ant ha messo in rete il tessuto economico e sociale della regione: il Paniere infatti è un contenitore di eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche locali (vino, olio, biscotti, miele, tartufo, marmellate e tanto altro ancora) e di esempi virtuosi di responsabilità etica e sociale nei confronti dei malati di tumore e nello stesso tempo uno strumento per l’educazione alla corretta alimentazione.
13/12/2018 18:07 Città Metropolitana di Firenze
Regione Toscana
Aeroporti, Rossi: "Io lavoro al progetto per Firenze e Pisa, i forzisti sperperano il loro tempo"
"La messa in sicurezza e il potenziamento di Peretola non sono in contraddizione con lo sviluppo dell'aeroporto Galilei. Come sanno anche le pietre, mi sono battuto in prima persona per la nascita di una società unica Pisa–Firenze che è l'unico vero elemento dinamico e di cambiamento registrato dal sistema aeroportuale toscano. E che ha effetti per tutto il Centro Nord, come si può leggere anche sulle cronache bolognesi". Così il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, sul futuro degli scali toscani.

"Sto lavorando a questo progetto - prosegue - dalla scorsa legislatura, con costanza e determinazione. Dopo la società unica porteremo a termine i nostri progetti per raggiungere in Toscana quota 11,5 milioni di passeggeri, per i quali sono necessari la crescita di entrambi gli scali e il potenziamento delle connessioni tra Pisa e Firenze all'interno di una strategia comune. Qualunque dichiarazione a me attribuita strumentalmente per triviale campanilismo non ha per me alcun valore. Ai consiglieri di Forza Italia - conclude - dico di non sperperare il proprio tempo libero, per quanto abbondante"
13/12/2018 17:31 Regione Toscana
Ataf
Sciopero Ataf 15 Dicembre 2018
Si comunica che per Sabato 15 Dicembre 2018 è stata proclamata un’azione di sciopero di 4 ore dalla RSU ATAF e dalle Segreterie Provinciali di Firenze FILT-CGIL, UILTRASPORTI e FAISA CISAL, FIT-CISL e UGL FNA.

Lo sciopero è indetto per rivendicare nuove intese su varie tematiche, tra cui l’organizzazione del lavoro, problematica aggressioni a bordo, inserimento di personale di Busitalia in Ataf Gestioni ed abbonamenti per i familiari dei dipendenti.

In adesione allo sciopero sopra menzionato, anche la O.S. SLM FAST Confsal TPL di Firenze ha proclamato, per il giorno 15/12/2018, un’azione di sciopero di 4 ore.

Le modalità con cui gli scioperi sopradetti sono stati proclamati sono le seguenti:

Movimento (autobus):
18.00 – 22.00
Operai ed impiegati:
ultime 4 ore del turno di lavoro

Si informa che nel corso delle ultime astensioni collettive proclamate in ATAF Gestioni S.r.l. dalle sigle sindacali in oggetto le percentuali di adesione complessivamente registrate tra il personale viaggiante sono state del 52,91% e del 30,05%.

13/12/2018 17:20 Ataf
Città Metropolitana di Firenze
F-light "accende" di luci Palazzo Medici Riccardi/PHOTOGALLERY
Dopo il grande successo delle scorse edizioni, Firenze si è "accesa" con “F-Light”: il Firenze Light Festival che per un mese, fino al 6 gennaio 2019, riveste di una nuova luce i monumenti e le piazze della città. Il festival, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da Mus.e, con la direzione artistica di Sergio Risaliti, quest’anno nasce all’insegna della genialità di Leonardo da Vinci, di cui si celebreranno nel 2019 i cinquecento anni dalla morte.

Coinvolto anche Palazzo Medici Riccardi, sede della Città Metropolitana di Firenze: dopo la nuova illuminazione permanente della facciata esterna su Via Cavour, realizzata da SilfiSpa e inaugurata a novembre, durante il Festival ha preso vita anche il 'Giardino Mediceo': grazie a Isia e MbVision una delle pareti del cortile è diventata una tela di proiezione che ospita il lavoro di giovani creativi e designer impegnati in un confronto con alcune tematiche leonardiane. Anche il Cortile di Michelozzo prende vita grazie a una illuminazione cromatica che ne valorizza le eleganti linee rinascimentali.

Percorsi a lume di torcia. E’ difficile immaginare le intensità di luci e di tenebre cui i fiorentini erano usi nel Rinascimento: la sera e la notte gran parte delle vie era buia e anche le dimore private vivevano della luce di candele, lucerne e lampade. Anche in un palazzo importante come quello della famiglia Medici mantenere la luce nelle scure sere invernali non era semplice e poteva assumere un senso quasi magico e spettacolare, investendo spazi, dipinti e sculture di una nuova vita. I percorsi a lume di torcia saranno l’occasione per attraversare gli stessi ambienti e osservare le stesse opere con uno sguardo assolutamente inedito.



Per chi: per famiglie con bambini 8-12 anni (h19), per giovani e adulti (h20.30)

Quando: 14 dicembre e 4 gennaio h, 19 e h20.30

Durata: 1h15’

Costi: gratuito per i minori di 18 anni, guide turistiche e interpreti, disabili e accompagnatori, membri Icom, Icomos e Iccrom - €6,00 per le i giovani in età compresa tra 18-25 anni - €10,00 per i maggiori di 25 anni + €2,00 (residenti Città Metropolitana) - €4,00 (non residenti Città Metropolitana) - è incluso l’ingresso alla mostra temporanea 'Banksy. This is not a photo opportunity'
13/12/2018 15:15 Città Metropolitana di Firenze
Regione Toscana
Urbanistica, assegnati dalla Regione 700mila euro per la pianificazione intercomunale
Assegnati i fondi 2018 per la pianificazione intercomunale. Come annunciato la Regione Toscana ha stanziato circa 700.000 euro a sostegno delle Unioni o delle Associazioni di Comuni che hanno scelto una pianificazione d'area, che pensi o organizzi il territorio nel suo insieme, a prescindere dai confini comunali.

"La pianificazione d'area vasta - spiega l'assessore regionale al territorio Vincenzo Ceccarelli - è uno dei punti cardine della legge 65 del 2014 sul governo del territorio. Solo pensando l'evoluzione di un territorio nel suo complesso, senza frammentazioni, si può ben governare il suo sviluppo. Per questo la Regione ha ritenuto necessario promuovere forme di pianificazione sovra comunali e sostenere anche economicamente i Comuni che hanno deciso di fare questa scelta".
Nelle annualità 2015, 2016 e 2017 sono già stati distribuiti tramite bando quasi 3 milioni di euro, che hanno portato 120 Comuni a redigere soli 25 piani strutturali intercomunali.

Grazie agli esiti del nuovo bando, saranno assegnati in tutto circa 700mila euro in tre anni a 11 raggruppamenti di Comuni.

Ecco l'elenco degli assegnatari, in ordine di graduatoria:
- Unione dei Comuni del Valdarno e della Valdisieve (Pontassieve, Pelago, Rufina Londa e San Godenzo – FI): contributo da 100.000 euro su un importo complessivo di poco più di 364mila euro;
- Associazione dei Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo e Sassetta (LI): contributo di 60.000 euro su un importo di poco più di 209mila euro;
- Associazione dei Comuni di Campagnatico, Cinigiano e Civitella Paganico (GR): contributo di circa 60mila euro su un importo di 185mila complessivi;
- Unione dei Comuni della Val Bisenzio (Comuni di Cantagallo, Vaiano e Vernio - PO): contributo di 60mila euro su un importo di poco più di 321mila euro;
- Associazione dei Comuni di Castellina in Chianti e Radda in Chianti (SI): contributo di 60.000 euro su un importo complessivo di 100mila euro;
- Unione dei Comuni Montani delle Colline metallifere (Comuni di Massa Marittima, Monterotondo Marittimo e Montieri – GR): contributo di 30mila euro su un importo di 50mila complessivi;
- Associazione dei Comuni di Marciana e Marciana Marina (LI), contributo di 60mila euro su un importo complessivo di 100mila euro;
- Associazione dei Comuni di Pomarance e Monteverdi Marittimo (PI), contributo di 60mila euro su un importo complessivo di circa 127mila;
- Associazione dei Comuni di Guardistallo e Montecatini Val di Cecina (PI), contributo di 60.000 su un importo di circa 102mila euro;
- Associazione dei Comuni di Casole d'Elsa e Radicondoli (SI): contributo di 60mila euro su un importo complessivo di cieca 108mila euro;
- Associazione dei Comuni di Castelfiorentino, Certaldo, Gambassi Terme e Montaione (FI): contributo di circa 90mila euro su un importo complessivo di 415mila euro, cui saranno aggiunti altri 10mila euro nel 2019.

Nel corso del 2019 saranno attribuite risorse anche alle Unioni o Associazioni di Comuni che hanno partecipato al bando 2018, ma sono rimaste momentaneamente escluse dai finanziamenti sulla base della graduatoria.
In particolare nel 2019 riceveranno un contributo per la pianificazione intercomunale:
- l'Unione Montana delle Colline del Fiora (Manciano, Pitigliano e Sorano – GR): richiesti 60.000 euro su un importo di complessivi 270mila;
- l'Associazione dei Comuni di San Quirico e Castiglione d'Orcia (SI): richiesti 60.000 su un importo di 100.000;
- l'Associazione dei Comuni di Castelfranco di Sotto e Santa Croce sull'Arno (PI): richiesti 60.000 su un importo di 118.000;
- l'Associazione dei Comuni di Subbiano e Capolona (AR): richiesti 60.000 euro su un importo di 100.000;
- l'Associazione dei Comuni di San Vincenzo, Sassetta e Suvereto (LI): richiesti 60.000 euro su un importo di € 152.000.
13/12/2018 16:52 Regione Toscana
Comune di San Casciano
SanCasciano. Arte e fotografia, al Museo Ghelli la seconda tappa del viaggio di Alessandro Sardelli
Dalla bellezza della natura e dei paesaggi chiantigiani al prestigio del patrimonio culturale e delle forme dell’arte classica. L’obiettivo di Alessandro Sardelli rivela una nuova finestra sul mondo tra le sale del Museo Giuliano Ghelli dove sabato 15 dicembre alle ore 17 si apre la seconda tappa del viaggio fotografico organizzato dall’associazione L’Arsomiglio. All’inaugurazione della mostra, allestita in collaborazione con il Comune di San Casciano, saranno presenti il sindaco Massimiliano Pescini, l'assessore alla Cultura Chiara Molducci, il fondatore dell'associazione culturale l'Arsomiglio Carlo Giuntini e Lorenzo Gnocchi, docente di storia dell’arte all'Università di Firenze che cura il deposito fotografico di Alessandro Sardelli, scomparso nell’estate 2014.

La mostra ospita la fase matura del fotografo mercatalino, figura di spicco nello scenario fotografico nazionale, amato e apprezzato anche dalla comunità sancascianese per le qualità umane e artistiche. Negli spazi del Museo Ghelli sarà in mostra una selezione delle immagini di Alessandro Sardelli, proveniente dal lascito fotografico, conservato presso l'Università di Firenze. “Dopo la prima tappa, inaugurata circa un anno fa presso il Centro Lotti di Mercatale – spiegano gli organizzatori - dove proponemmo i suoi primi scatti, dall’esordio fino alle immagini che furono l’occasione dell’incontro col professor Del Bravo, incontro che segnerà una svolta artistica nel lavoro di Alessandro, eccoci giunti alla seconda tappa che abbiamo definito quella della maturità. Questa tappa intermedia è forse la più variegata e vede anche la riproposizione, nella prima sala, di alcune immagini che componevano la prima tappa. Rivolgiamo un sentito ringraziamento a Stefano De Martin, Lorenzo Gnocchi, all’amministrazione comunale di San Casciano, all’Università degli Studi di Firenze e alle varie aziende che hanno sostenuto il progetto”. L'esposizione resterà aperta il martedì, in orario 15 – 19, il mercoledì, in orario 9 – 13, il sabato, in orario 10 – 13 e 15 – 19 e la domenica, in orario 10 – 13 e 16 – 19. L’esposizione terminerà il 13 gennaio 2019. Ingresso libero.
13/12/2018 13:48 Comune di San Casciano
Redazione di Met
La Città Metropolitana di Firenze grazie al suo comportamento virtuoso è stata
riconosciuta dal Governo come Ente sperimentatore

La RSU comunica che è stata siglata la preintesa sul contratto decentrato d’Ente 2019 e la preintesa sul fondo 2018.
La Città Metropolitana di Firenze grazie al suo comportamento virtuoso è stata
riconosciuta dal Governo come Ente sperimentatore che può incrementare il fondo delle risorse assegnate al personale, quindi può incrementare, a decorrere dal 1º gennaio e finoal 31 dicembre 2018, in via sperimentale, l’ammontare della componente variabile dei fondi per la contrattazione integrativa destinata al personale in servizio, in misura non
superiore a una percentuale della componente stabile dei fondi medesimi. La percentuale dell’incremento delle risorse variabili individuata dal decreto ministeriale è pari al 5 per cento delle risorse stabili.
Riteniamo importante sottolineare il lavoro costruttivo che in questi mesi è stato creato con l’Amministrazione, un confronto che ha portato a risultati che fino a pochi mesi fa non erano raggiungibili.
Aspettiamo tutti i lavoratori all’assemblea del 20 dicembre dalle ore 10.00 presso la Sala Luca Giordano per illustrare e sottoporre ad approvazione il nuovo contratto decentratod’Ente che entra in vigore il 01/01/2019.

LA RSU DELLA CITTA’ METROPOLITANA DI FIRENZE
13/12/2018 17:12 Redazione di Met
Comune di Firenze
Un Natale da favola nelle biblioteche fiorentine
Un Natale “favoloso” nelle Biblioteche Comunali Fiorentine! Tanti momenti da trascorrere insieme tra letture ad alta voce, laboratori creativi e divertenti spettacoli di animazione. Protagonisti degli incontri Babbo Natale, la Befana e tutti gli altri personaggi che tradizionalmente popolano le storie natalizie. Tutte le iniziative sono gratuite su prenotazione e riservate agli iscritti

Per informazioni, iscrizioni e prenotazioni contattare la biblioteca di riferimento.

QUARTIERE 1

Biblioteca delle Oblate

Tutti i mercoledì, ore 10, Benvenuto Bebè . Per i piccolissimi da 0 a 3 anni. Genitori, nonni e tate potranno ricevere informazioni sui benefici della lettura ad alta voce.

15 dicembre, ore 11, Arte tra i libri; ore 15.30, Il mondo dei giochi in scatola, con servizio di dimostrazione e gioco libero;

20 dicembre, ore 17.30 Laboratorio di mollette-marionette per bambini da 3 a 7 anni;

22 dicembre, ore 16, Un grande foglio appeso al muro, per illustrare dal vivo le storie lette, per bambini da 4 a 7 anni;

27 dicembre, ore 16, La sinfonia dei giocattoli, laboratorio di poche parole e molti suoni;

29 dicembre, ore 16, Un viaggio attraverso le storie della tradizione, per bambini da 3 a 9 anni;

3 gennaio, ore 16, Le beffe della befana, per bambini da 4 a 7 anni;

4 gennaio, ore 16, I ricordi più belli dell’anno rielaborati con foto, ritagli di riviste, foglie del bosco, disegni (per bambini e ragazzi da 6 a 10 anni);

5 gennaio, ore 11.30 Letture per bambini da 4 a 7 anni; ore 16, La storia della bambina coraggiosa, il viaggio di Vassilissa

La Biblioteca delle Oblate è aperta anche domenica 2 e 16 dicembre, dalle ore 11 alle ore 18; chiude alle ore 19 nei giorni 22/27/28/29 dicembre e 2/3/4/5 gennaio

Biblioteca Pietro Thouar

13 dicembre, ore 17, Caccia al tesoro e letture animate, per bambini dai 5 ai 10 anni;

21 dicembre, ore 16.30, Mostri in mostra, laboratori di natale Per bambini dai 5 ai 10 anni.

Biblioteca Fabrizio De Andrè

13, 20, 27 dicembre, ore 16.30 Letture tratte dal volume Favoloso Natale, per bambini dai 3 ai 7 anni;

10 gennaio, ore 16.30, La storia della bambina coraggiosa. Il coraggio di Vassilissa Per grandi e piccoli dai 4 anni.

QUARTIERE 2

Biblioteca Mario Luzi

15 dicembre, ore 16.30, Libri a fisarmonica, laboratorio di piegatura della carta, per ragazzi dagli 8 ai 12 anni;

18 dicembre, ore 10.30, Mostra di sculture a tema natalizio realizzate dai ragazzi;

22 dicembre, ore 11, Le storie di filù, Lettura ad alta voce per bambini dai 4 ai 6 anni;

29 dicembre, ore 11, La sinfonia dei giocattoli, laboratorio di poche parole e molti suoni;

4 gennaio, ore 17, La storia della bambina coraggiosa. Il viaggio di vassilissa. Per grandi e piccoli dai 5 anni

Biblioteca Dino Pieraccioni

12 dicembre, ore 17, Decorazione dell’albero di natale della biblioteca

19 dicembre, ore 17, Decorazione di un paesaggio invernale, per bambini dai 5 ai 7 anni

27 dicembre, ore 11, Costruzione del calendario delle stagioni, per bambini dai 5 ai 7 anni.

QUARTIERE 3

Biblioteca Villa Bandini

14 e 21 dicembre, ore 17, Lettura animata per bambini da 3 a 8 anni;

22 dicembre, ore 10.30, Spettacolo teatrale per bambini dai 3 ai 10 anni;

29 dicembre/, ore 10.30 Spettacolo di animazione per bambini dai 3 ai 10 anni.

Biblioteca Galluzzo

17 dicembre, ore 17, Lettura ad alta voce per bambini da 0 a 6 anni

18 dicembre, ore 17, Un grande foglio appeso ad un muro, per illustrare dal vivo le storie lette, per bambini dai 4 agli 8 anni;

20 dicembre, ore 17, Con un piccolo foro in una scatola, come in una camera oscura, si crea una realtà distorta e piena di misteri, per bambini dai 4 agli 8 anni;

27 dicembre, ore 17, Servirsi degli scarti naturali per scatenare la fantasia, con timbri ricavati da parti diverse di frutti e verdure, per bambini dai 4 agli 8 anni.

3 gennaio, ore 17, Laboratorio di realizzazione di un libro per contenere piccoli oggetti sonori e materiali per affrontare le paure con spirito ludico e creativo. Per bambini dai 4 ai 7 anni

QUARTIERE 4

BiblioteCaNova Isolotto

14 dicembre, ore 17, Laboratorio di Fumetto, per ragazzi dagli 11 ai 14 anni;

15 dicembre, ore 10.30 Uno spazio per conoscere nuovi libri; ore 16.30, laboratorio per scoprire i libri in maniera personale, per bambini dai 3 agli 8 anni;

20 dicembre, ore 17, Letture sul significato interculturale del Natale e realizzazione di un addobbo natalizio con i pensieri dei bambini, per bambini dai 4 ai 10 anni;

22 dicembre, ore 10.30 e 11.45, Spettacolo di burattini, per bambini da 4 ai 10 anni; ore 16.30, Spettacolo teatrale con musiche di Cajkovskij, per bambini dai 3 agli 8 anni;

27 dicembre, ore 17, Un incontro per imparare, divertendosi, i principali fondamenti dell’elettricità e dell’elettromagnetismo, per bambini e ragazzi dai 3 agli 11 anni;

2 gennaio, ore 10.30, Letture della Befana, a seguire un laboratorio per preparare le calzette per la notte della Befana, per bambini dai 4 ai 10 anni;

3 gennaio, ore 16.30, Laboratorio per comprendere, con le mani in pasta, il processo della lievitazione, per bambini dai 5 agli 11 anni;

5 gennaio, ore 16.30, Lettura/spettacolo con il coinvolgimento dei bambini. A seguire un laboratorio per costruire insieme un dono e una piccola storia da scambiarsi.

QUARTIERE 5

Biblioteca Filippo Buonarroti

13 dicembre, ore 17, Concerto del coro “Amici della Vita”;

14 dicembre, ore 17, Rappresentazione Kamishibai (teatrino di carta) della leggenda di San Martino e costruzione di una lanterna di Natale da portare a casa, per bambini dai 5 ai 9 anni;

15 dicembre, ore 10:30, Scriviamo la letterina a... babbo natale, per bambini dai 3 ai 9 anni;

17 dicembre, ore 17:30, Viaggio nella letteratura Fantasy, per bambini e ragazzi di tutte le età;

22 dicembre, ore 9:30, Passeggiate della Salute, il gruppo “Salute è Benessere” si ritrova alle ore 9:30 in via Fanfani (zona Lippi), per un itinerario dal titolo “I luoghi di Pinocchio”;

28 dicembre, ore 15, Imparare divertendosi i principi dell’elettricità, per bambini e ragazzi dai 6 anni ;

29 dicembre, ore 10:30, Percorso avventuroso in biblioteca. per bambini dai 6 ai 12 anni;

4 gennaio, ore 15, Laboratorio sulla lievitazione del pane;

5 gennaio, ore 10:30, Una curiosa sfilata di libri, dove ogni libro si presenta e cerca di attirare l’attenzione, per bambini e ragazzi dai 5 ai 10 anni.

Biblioteca Orticoltura

Dal 20 dicembre al 6 gennaio, Scaffali espositivi per grandi e piccini proporranno letture a tema natalizio.

28 dicembre, ore 17, Concerto laboratorio di poche parole e molti suoni;

5 gennaio, ore 17, Storie divertenti sulla Befana, per bambini dai 4 agli 8 anni

Le biblioteche comunali fiorentine sono chiuse nei giorni: 24, 25, 26 e 31 dicembre; 1 e 6 gennaio.
13/12/2018 09:39 Comune di Firenze
Non-profit in provincia di Firenze
Amici della Musica di Firenze al Teatro Niccolini
Ultimi tre appuntamenti del 2018 con gli Amici della Musica di Firenze che sabato al Teatro Niccolini alle 17 propongono, per il ciclo Solopiano, il recital di Andrea Lucchesini sulle musiche di Schubert e di Schumann intitolato “Il sogno e l'abisso”. A poche settimane dalla pubblicazione per Audite del nuovo audace disco “Dialogues” che intreccia sei Sonate di Scarlatti con i sei misteriosi Encores di Berio, e i sei Moments Musicaux di Schubert, con le sei reminiscenze schubertiane “Idyll und Abrgund” di Widmann – già definito dalla critica “un completo successo”, Lucchesini ritorna a Firenze per la seconda tappa di un progetto pluriennale che mette a confronto il ciclo delle Sonate per pianoforte di Schubert e i capolavori pianistici composti da Schumann negli anni Trenta dell'Ottocento. Il progetto è un excursus carico di spunti musicali, ma anche letterari, biografici, poetici. Il filo rosso che unisce Schubert a Schumann è infatti inequivocabile avvincente, se si pensa che la grandezza dell’ultimo Schubert (qui testimoniata dalla Sonata op. 42) venne intuita inizialmente proprio da Schumann che, traendone impulso, decise di dedicarsi al pianoforte nei primi anni della sua luminosa carriera.

Domenica 16 dicembre alle 21 il Teatro della Pergola ospita uno dei gruppi più amati tra gli esecutori di musica antica, l'Ensemble Micrologus con il concerto “L'Apocalisse del Savonarola. Canti carnascialeschi e musica penitenziale a Firenze tra 1480 e 1500”. In scena: Patrizia Bovi al canto, arpa e ideazione, Simone Sorini, cantore al liuto, Enea Sorini tenore e percussioni, il basso Guglielmo Buonsanti, Goffredo Degli Esposti zufolo e tamburo, Gabriele Russo alla lira da braccio, Leah Stuttard all'arpa con arpioni e Crawford Young al liuto.

Lunedì 17 dicembre alle 21 al Teatro Niccolini protagonista il ciclo Odissea Bach con Veronica Eberle al violino, Edicson Ruiz al contrabbasso e Gonzalo Grau alle percussioni.

Biglietti concerti da 17 a 28 euro. Tutte le info e il programma completo della stagione su www.amicimusicafirenze.it.

Formatosi alla grande scuola pianistica di Maria Tipo, Andrea Lucchesini s’impone all'attenzione internazionale giovanissimo, con la vittoria del Concorso Internazionale “Dino Ciani” presso il Teatro alla Scala di Milano. Suona da allora in tutto il mondo con orchestre prestigiose ed i più grandi direttori, suscitando l’entusiasmo del pubblico per la combinazione tra solidità di impianto formale nelle sue esecuzioni, estrema cura del suono, raffinatezza timbrica e naturale capacità comunicativa.

La sua ampia attività, contrassegnata dal desiderio di esplorare la musica senza limitazioni, lo vede proporre programmi che spaziano dal repertorio classico a quello contemporaneo, proposto sia in concerto sia in numerose registrazioni in disco, dalle giovanili incisioni per EMI (Sonata in si minore di Liszt, Sonata op. 106 “Hammerklavier” di Beethoven, Sonata op. 58 e Preludi op. 28 di Chopin) fino alla festeggiatissima integrale live delle 32 Sonate di Beethoven (Stradivarius), mentre con Giuseppe Sinopoli e la Staatskapelle di Dresda ha inciso per Teldec due capolavori del ‘900 come Pierrot lunaire di Arnold Schönberg ed il Kammerkonzert di Alban Berg.

Appassionato camerista, collabora regolarmente con artisti di grande prestigio: in duo con il violoncellista Mario Brunello ha inciso l’integrale dell’opera beethoveniana, le Sonate di Brahms, ed inoltre composizioni di Chopin, Schumann, Schubert e Lekeu. Con il Quartetto di Cremona ha registrato nel 2016 per AUDITE il Quintetto op. 14 di Saint-Saëns, mentre recentissima è l’incisione live della Fantasia Corale di Beethoven, con Fabio Luisi alla testa di Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino.

Negli ultimi anni Lucchesini si è immerso con entusiasmo nel repertorio schubertiano, a partire dalla registrazione degli Improvvisi, in un cd AVIE Records accolto dal plauso della critica internazionale; accostata ai Canti di Giacomo Leopardi letti da Giuseppe Cederna, la musica di Schubert si è arricchita di suggestioni poetiche, mentre la narrazione di Sandro Cappelletto ha delicatamente contrappuntato l’esecuzione delle ultime tre Sonate in un’unica serata.

Per BMG ha inciso il Concerto II “Echoing curves” di Luciano Berio sotto la direzione dell’Autore: questa registrazione segna una delle tappe fondamentali di una stretta collaborazione con Berio, accanto al quale Lucchesini vede nascere Sonata (l'ultimo ed impegnativo lavoro del compositore italiano per pianoforte solo), eseguita in prima mondiale nel 2001 e successivamente consegnata – con tutte le altre opere pianistiche di Berio - ad un disco AVIE Records divenuto rapidamente edizione di riferimento.

Convinto che la trasmissione del sapere musicale alle giovani generazioni sia un dovere morale, Lucchesini si dedica con passione anche all’insegnamento, attualmente presso la Scuola di Musica di Fiesole, di cui è stato fino al 2016 direttore artistico. Tiene inoltre frequenti masterclass presso importanti istituzioni musicali italiane ed europee, tra cui il Mozarteum di Salisburgo, ed è frequentemente invitato nella giuria dei più importanti concorsi internazionali, oltre a far parte dal 2008 degli Accademici di S. Cecilia.

Nel 2017 ha ideato per gli Amici della Musica di Firenze il progetto artistico Fortissimissimo Firenze Festival, con l’obiettivo di dare spazio – anche attraverso nuove modalità organizzative - ai giovanissimi talenti italiani.

Recentissima la sua nomina alla direzione artistica dell’Accademia Filarmonica Romana.
13/12/2018 10:32 Non-profit in provincia di Firenze
Regione Toscana
Export toscano in crescita nel terzo trimestre 2018: +3,3% rispetto al 2017
Continua il trend di crescita dell'export toscano nel 2018: +3,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il dato conferma l'andamento degli ultimi anni e si attesta leggermente al di sopra del dato nazionale, pari al +2,7%. L'aggiornamento è stato pubblicato dall'Ufficio regionale di statistica sulla pagina delle statistiche flash ed è il frutto dell'elaborazione di dati Istat diffusi pochi giorni fa.

"Numeri importanti – commenta l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo – che certificato e ribadiscono la bontà delle politiche condotte in questi anni per dare stimolo alle imprese toscane ad allargare i propri orizzonti ed aprirsi ai mercati internazionali. L'edizione 2018 del bando, attualmente aperto, ha già finanziato 259 progetti (che hanno coinvolto 297 imprese) e concesso un contributo di 9 milioni di euro, con altri 1,7 mln richiesti dai progetti in istruttoria. Una parte del merito va anche all'introduzione della procedura a sportello che ha permesso di accelerare in modo significativo i tempi di risposta e di concessione dei contributi. La Toscana nell'arco dell'ultimo decennio ha messo sul piatto qualcosa come 56 milioni di euro e finanziato oltre 800 progetti". Secondo i dati pubblicati d al Sole 24 Ore a settembre, la Toscana è risultata prima in Italia per risorse stanziate a sostegno delle esportazioni nel 2017: 19,5 mln di euro (il doppio rispetto al 2016) contro i 13,6 del Trentino Alto Adige. In sostanza la Toscana ha stanziato quasi un quarto del totale italiano che, nel 2017 appunto, ammonta a 83,2 mln di euro.

In valore assoluto le esportazioni toscane nel periodo luglio-settembre sono aumentate da 8.476 a 8.756 milioni di euro; quelle italiane sono passate da 107.604 a 110.515 milioni di euro. Il peso dell'export toscano sul totale nazionale si conferma al 7,9%, come un anno fa. Facendo un confronto a livello regionale, la Toscana continua ad occupare il quinto posto nella graduatoria per volume delle esportazioni.

L'aumento del 3,3% risulta in netta controtendenza rispetto all'andamento che riguarda il Centro (-1,2%, a causa dalla decisa flessione dell'export del Lazio, -9,5%), in linea con quello del Nord (+3,1%) e inferiore a quello del Sud (+4,6%). Va però precisato che per le regioni con volumi di esportazione modesti (ad esempio Molise, Basilicata, Umbria,Valle d'Aosta) anche piccole variazioni in termini di valore assoluto comportano rilevanti variazioni percentuali.
13/12/2018 17:24 Regione Toscana
Camera di Commercio di Firenze
Apriamo le banche dati contro l'illegalità
La Procura generale e tutte le Procure della Repubblica nei tribunali della Toscana hanno ora libero e gratuito accesso alle banche dati dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali e delle Camere di Commercio su rifiuti e Registro Imprese. E’ il primo esempio in Italia di una collaborazione così ampia fra il sistema delle imprese e quello giustizia per favorire la legalità, agevolare controlli efficaci e non invasivi. Lo stabiliscono due protocolli d’intesa firmati oggi, promossi da Camera di Commercio di Firenze insieme a Procura generale, le Procure distrettuali toscane, Albo Nazionale Gestori Ambientali, Unioncamere e Unioncamere Toscana.

Le intese sono state sottoscritte da Leonardo Bassilichi (presidente della Camera di Commercio di Firenze e vicepresidente Unioncamere), Lorenzo Bolgi (segretario generale di Unioncamere Toscana), Eugenio Onori (presidente del Comitato Nazionale Albo Gestori Ambientali al Ministero dell’Ambiente), Alberto Bartolozzi (presidente della sezione regionale toscana Albo Gestori Ambientali), il procuratore generale Marcello Viola, i procuratori della Repubblica territoriali Giuseppe Creazzo (Firenze), Roberto Rossi (Arezzo), Raffaella Annamaria Capasso (Grosseto), Ettore Squillace Greco (Livorno), Pietro Suchan (Lucca), Alessandro Crini (Pisa), Giuseppe Grieco (Pistoia), Giuseppe Nicolosi (Prato) e Salvatore Vitello (Siena). La Procura di Massa non rientra nell’accordo perché appartenente al distretto giudiziario di Genova.

Il protocollo sull’ambiente, di fatto, estende l’accesso immediato e senza restrizioni da parte della Procura generale e di tutte le Procure della Toscana alle banche dati MUD (Modello Unico di Dichiarazione ambientale) e Albo Nazionale dei Gestori Ambientali, sull’esempio di ciò che accade a Firenze da circa due anni. E’, inoltre, prevista un’attività di formazione per i funzionari di tutte le amministrazioni coinvolte.

Il MUD traccia a livello nazionale il flusso dei rifiuti evidenziando tipologie e quantità, rendendo così possibile l’individuazione di eventuali incongruenze. La banca dati dell’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali contiene, invece, le autorizzazioni rilasciate per il trasporto dei rifiuti, con indicazione dei singoli mezzi, nonché i nulla osta per la commercializzazione dei rifiuti e per le bonifiche dei siti, compresi quelli contenenti amianto.

Per rafforzare i controlli, il personale di polizia giudiziaria che opera nelle procure verrà dotato dell’app per smartphone, creata dalla società camerale Ecocerved, che permette di controllare un mezzo che trasporta rifiuti semplicemente scattando la foto alla targa, ottenendo in tempo reale tutte le informazioni necessarie sulle autorizzazioni rilasciate per quel traportatore. Lo strumento è già utilizzato da NOE dei Carabinieri di Firenze e Grosseto, Corpo forestale dello Stato di Firenze e 50 polizie municipali nella regione.

Il protocollo per la condivisione delle banche dati del Registro Imprese, grazie all’intesa con la società consortile Infocamere, permette alle singole Procure di accedere gratuitamente ai dati anagrafici di tutte le imprese iscritte a livello nazionale, in modo da ottenere, in pochi secondi, mappature economiche che collegano persone e società. Il Registro Imprese, gestito dalle Camere di Commercio, è di fatto un patrimonio informativo unico in Europa che, messo a disposizione delle Procure, può contribuire a contrastare i fenomeni di criminalità in campo economico.

In particolare, i sistemi di navigazione chiamati Ri-Visual, Ri-Map e Ri-Build attingendo dagli archivi del Registro Imprese e del Registro dei protesti, forniscono rappresentazioni grafico-visuali dei dati tali da consentire un'immediata percezione delle relazioni esistenti tra persone e imprese. Si tratta di software particolarmente utili quando si vogliano indagare interazioni complesse fra imprese diverse, o fra imprese e persone titolari di cariche o partecipazioni, oppure nel perseguire obiettivi di studio e approfondimento di particolari settori o fenomeni. Si tratta, quindi, di un’ulteriore arma per sconfiggere l’illegalità e criminalità organizzata.

«Dare la possibilità di libera e immediata fruizione delle ricchissime banche dati del Registro Imprese e dell’ambiente a tutte le Procure toscane non è solo un passo avanti nella lotta all’illegalità oppure l’allargamento di una pratica che a Firenze stiamo portando avanti con successo da due anni e che auspichiamo di estendere presto su scala nazionale, ma soprattutto un’azione che consente agli investigatori di gestire una grande quantità di informazioni in assoluta riservatezza, azzerando la burocrazia e senza creare disagi alle imprese in regola: non se ne accorgeranno neanche, ma sono le aziende sane alla fine le vere beneficiarie di questi protocolli. Lo stimolo che vogliamo dare è proprio questo: aiutare a non invadere la vita quotidiana delle imprese rendendo allo stesso tempo più efficiente il livello di controllo e il lavoro degli organi inquirenti», ha aggiunto Leonardo Bassilichi, vicepresidente Unioncamere e presidente Camera di Commercio di Firenze.

«L’Italia è invidiata in tutto il mondo per le sue banche dati legate al Registro delle Imprese che consentono interrogazioni su imprese ed imprenditori. Un archivio centralizzato messo a punto e gestito dal sistema camerale, che rappresenta oggi un patrimonio informativo che, se messo a disposizione nella sua potenzialità alle forze dell’ordine può contribuire a migliorare la conoscenza dei vari tessuti economici provinciali e consentire una maggiore facilitazione nella lettura e disponibilità dei dati. Pertanto, con la firma di oggi, le Camere di Commercio toscane, confermando il loro ruolo rilevante di ausilio al sistema delle imprese, assumono a pieno titolo un ruolo importante anche nella lotta all’illegalità, lotta che per essere vincente, necessita di schierare tutti gli attori del panorama socio-economico compatti dalla stessa identica parte», ha concluso il segretario generale di Unioncamere Toscana, Lorenzo Bolgi.
13/12/2018 17:47 Camera di Commercio di Firenze
Comune di Firenze
Boboli Christmas, domenica 16 dicembre 70 botteghe aperte tra le ‘Emozioni nell'aria’ di via Romana
Una giornata di festa dal sapore natalizio con il Centro commerciale naturale Boboli. Domenica 16 dicembre, dalle 10 alle 20, un percorso emozionale da piazza della Calza a piazza San Felice tra 70 botteghe aperte e bancarelle di artigianato, alla scoperta di laboratori, intrattenimenti musicali e prodotti caratteristici. Il tutto accompagnato da un'offerta enogastronomica molto varia che spazierà dalle materie prime stagionali, ai piatti più semplici della tradizione, fino alle alternative esotiche.

L’appuntamento è stato presentato oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e dal presidente del Ccn Bobili Marzio Cinelli.

“Ancora una volta il Centro commerciale naturale Boboli ci sorprende per bellezza e originalità – ha detto l’assessore Del Re – Passeggiare in via Romana sotto le parole magiche di Flight quest’anno è davvero emozionante e domenica sarà un’occasione speciale per tanti fiorentini che potranno fare un ‘viaggio’ alla scoperta delle 70 botteghe aperte”.

Molte botteghe offriranno ai bambini la possibilità di costruire decorazioni natalizie con tecniche artigianali come la modellazione della creta, l'applicazione della foglia d'oro su legno o l'arte di riciclare e dare nuova vita a materiali di scarto. Le esperienze didattiche saranno completamente gratuite e supervisionate da professionisti di ogni settore. I bambini saranno poi intrattenuti da giocolieri e saltimbanchi che improvviseranno momenti di socialità e gioco. I più grandi potranno assaggiare i piatti della vasta offerta gastronomica lungo la strada, accompagnati da passi di danza e note musicali, ma anche apprendere l’arte di impacchettare regali e scoprire le tante botteghe tipiche di questo rione dell’Oltrarno, con i loro prodotti di qualità e gli articoli anche di collezionismo più esclusivo. ‘Emozioni nell'aria’ è il nome della decorazione natalizia progettata quest’anno dal Centro commerciale naturale Boboli e sostenuta dai negozianti di via Romana. Per l'occasione, sono state selezionate 12 parole alla quali corrispondono altrettanti concetti e sentimenti nei quali la comunità vuole riconoscersi.

13/12/2018 13:18 Comune di Firenze
Comune di Empoli
Mobilità elettrica, al via a Empoli l’installazione di 12 colonnine di ricarica. Ecco dove
Colonnine per ricaricare veicoli elettrici in città. Ci siamo, da lunedì 16 dicembre inizierà la loro installazione. L’obiettivo del Comune di Empoli è quello di incentivare l’uso di veicoli a emissioni zero dotando alcune aree strategiche della città di punti per consentire di ‘fare il pieno’ di energia a coloro che hanno deciso di puntare su un mezzo ibrido o con propulsione esclusivamente a energia elettrica.

Una politica che va nell’ottica dell’attenzione all’ambiente e alla mobilità sostenibile, per promuovere la diffusione e la valorizzazione di modalità di trasporto elettrico ecosostenibile.

Saranno installate grazie ad un accordo con Enel X.

Dodici le postazioni individuate per coprire le aree di maggior interesse di Empoli: Via Giuseppe di Vittorio-Zona Terrafino, Via Primo Maggio-Zona Terrafino, Piazza Borromini-Zona Ospedale, Piazza Guido Guerra, Via Bonistallo-Polo Scolastico, Via Chiesa di Avane, Via Curtatone e Montanara, Via delle Olimpiadi, Via Ponzano, Via Vico-Zona Carraia, Via Giuntini-Pratella, Via del Donatore-Sant'Andrea.

Si tratta di colonnine di ultima generazione che saranno montate e attivate da Enel X, la nuova divisione del gruppo elettrico dedicata a prodotti innovativi e soluzioni digitali.

Nelle prime settimane di febbraio 2019 le aree di ricarica saranno utilizzabili.

Nello specifico le colonnine installate a Empoli sono di tipo quick e consentono ai veicoli elettrici di nuova generazione, quali auto elettriche e motorini, di effettuare una ricarica in tempi rapidi, in modo “intelligente” e “interoperabile”.

L'interoperabilità è particolarmente importante perché il possessore del mezzo elettrico può effettuare la ricarica indipendentemente dalla società con cui ha stipulato il contratto.

Enel X, peraltro, ha lanciato Enel X Recharge, l’innovativo servizio che permette di ricaricare il veicolo utilizzando semplicemente l'App Enel X Recharge o la card associata.

Le colonnine saranno gestite e manutenute da Enel X senza nessun costo vivo per il Comune di Empoli.
13/12/2018 13:45 Comune di Empoli
Comune di Montespertoli
Eventi in Biblioteca a Montespertoli
I prossimi appuntamenti che si svolgeranno presso la Biblioteca comunale "Ernesto Balducci" di Montespertoli:

Sabato 15 dicembre, dalle 19.00 alle 22.00
Human Library. Non giudicare un libro dalla sua copertina
"Human Library è una biblioteca di libri viventi, cioè di persone in carne e ossa che raccontano le loro vite fatte di stereotipi, pregiudizi e discriminazioni a lettori che li prendono in prestito senza giudicarli dalla copertina"

Domenica 16 dicembre, dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00
Mattoncino Day - Esposizione e spazio gioco con mattoncini a volontà

LE BELLE LETTURE. Ciclo di incontri con artisti, scrittori, attori e musicisti

Giovedì 20 dicembre, ore 21.00
Elena Stancanelli
con letture di Rosanna Gentili

Sabato 22 dicembre, ore 11.00
Gianni Rodari per tutti
Evento spaciale con Marco Natalucci, Roberto Caccavo, Gaia Nanni e Francesco Giorgi

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito
13/12/2018 10:46 Comune di Montespertoli
Comune di Palazzuolo sul Senio
Il Sindaco di Palazzuolo sul Senio denuncia la Tim per disservizi continui
L'amministrazione comunale di Palazzuolo sul Senio non intende lasciar perdere proseguendo nella propria iniziativa di tutela nei confronti di residenti e visitatori che usufruiscono del servizio di telefonia mobile Tim.
La vicenda ha inizio questa estate, quando la Tim, dopo anni di promesse, finalmente si decide a sostituire il vecchio ripetitore telefonico 2G per montarne uno di ultima generazione 4G, in grado di soddisfare le esigenze di trasferimento dati degli smartphone. La buona notizia si trasforma però presto in un incubo per tutti i clienti di Tim, che da un giorno all'altro vedono il segnale sparire dal comprensorio. La situazione è così sentita che un gruppo di clienti chiede l'aiuto dello stesso sindaco attraverso una raccolta firme, poiché l'operatore, attraverso i call center, sostiene che il servizio è funzionante.
Questo il commento del sindaco Cristian Menghetti: «Nel mese di luglio mi è stata presentata una raccolta firme da parte dei clienti Tim, i quali si sono visti sparire il segnale di telefonia mobile da un giorno all'altro. Ho avvertito personalmente i responsabili di mia conoscenza, ma non hanno potuto o voluto fare nulla, per cui dopo un paio di settimane ho deciso di ufficializzare la segnalazione al responsabile Tim per la Toscana e allo stesso Prefetto. La risposta - prosegue il primo cittadino - è arrivata in municipio dopo un paio di mesi con il riconoscimento da parte della stessa Tim di aver peggiorato il segnale di telefonia mobile, ma contestualmente risponde che non prevede nessun tipo di intervento. Di fronte a una risposta del genere, mi sono consultato con le Associazioni consumatori fiorentine e ho deciso di denunciare la compagnia telefonica all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e all'Autorità garante per la concorrenza e del mercato. Dispiace - conclude il primo cittadino - dover ricorrere ad azioni così forti e spiacevoli, ma i cittadini si meritano maggiore rispetto e considerazione da parte di questi colossi finanziari, che sono ben capaci nel prendere ma molto meno disponibili quando si tratta di dare qualcosa e risolvere i problemi».
13/12/2018 11:44 Comune di Palazzuolo sul Senio
Comune di Fucecchio
La natività sotto la loggia di Palazzo Pretorio a Fucecchio
Ormai da alcuni anni l'associazione Amici del Centro Storico invita la scuola media Montanelli Petrarca a realizzare un presepe in Piazza Vittorio Veneto, cuore del centro storico di Fucecchio.

La scuola ha da subito individuato la loggia di palazzo Pretorio come luogo ideale, raccolto e silenzioso testimone di antiche conversazioni, per realizzare l’intervento.

Sono stati coinvolti i docenti di arte Angelo Barbaro, Annalisa Betella, Maria Grazia Morini e, in questo anno scolastico, anche Melania Pro e Salvatore Barbagallo, il docente di educazione tecnica Paolo Giusti e i docenti di musica Vincenzo Iacobelli e Aleandro Pucci.

La scuola media, oggi guidata dal dirigente scolastico Tommaso Bertelli, ha aderito con entusiasmo alla proposta, cogliendone le molteplici valenze. “Rappresenta – spiegano gli insegnanti - un raccordo significativo tra la comunità scolastica ed il territorio, oltre che un momento di importante riflessione sui valori fondanti della cristianità, che nei nostri presepi hanno assunto connotazione più ampia, perché l' Uomo e la sua umanità rimangono sempre centrali e questi cardini si possono considerare trasversali a qualsiasi credo religioso. Ci siamo sempre proposti di stimolare la riflessione sia nei nostri alunni che nei fruitori tutti, attraverso vere e proprie installazioni create intorno alla Natività, usando linguaggi espressivi contemporanei e tradizionali, toccando temi diversi: la migrazione, l’accoglienza degli ultimi, la globalizzazione ed altro. Centrali sono sempre la speranza e la fiducia nell'Uomo. Questa attività ha rappresentato, per i nostri studenti, un’importante opportunità per sviluppare creatività e intelligenza operativa, quel fare manuale guidato da intelletto e sensibilità che spesso oggi viene sottovalutato per la crescita e la formazione dei nostri ragazzi”.

Il presepe realizzato dagli studenti sarà inaugurato sabato 15 dicembre alle ore 17 alla presenza di Don Andrea Pio Cristiani, arciprete delle Collegiata di Fucecchio e fondatore del Movimento Shalom.
13/12/2018 12:36 Comune di Fucecchio
Comune di Firenze
Sabato 15 e domenica 16 alla palestra di viale Malta l’iniziativa ‘Le scuole si presentano’
Un aiuto ad orientarsi nel mondo della scuola, a districarsi fra difficoltà e attitudini, a sapere scegliere il liceo o l’istituto professionale giusto. È l’obiettivo de ‘Le scuole si presentano’, la manifestazione organizzata dall’assessorato all’educazione d'intesa col Quartiere2. L’appuntamento è alla palestra 'Barbasetti di Prun' di viale Malta 10 sabato e domenica, dalle 10 alle 19, con ingresso libero.
Saranno presenti alla manifestazione gli istituti di istruzione superiore di Firenze e Città metropolitana, ognuno con il proprio stand informativo, a disposizione del pubblico per illustrare in maniera approfondita e diretta le possibilità e gli sbocchi offerti dai diversi indirizzi di studio. I mediatori linguistico culturali della rete dei centri di alfabetizzazione del Comune di Firenze saranno a disposizione per facilitare la comunicazione con le persone che parlano lingue diverse dall’italiano.
Partecipano alla manifestazione anche l’Istituto Nautico di Livorno, le Scuole Militari dell’Aeronautica e dell’Esercito Italiano, la Polizia Municipale del Comune di Firenze.
"L’iniziativa – ha spiegato la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi – costituisce ormai un punto di riferimento qualificato per i ragazzi di classe terza delle scuole secondarie di primo grado, ma soprattutto per le famiglie che sempre più richiedono informazioni puntuali sui percorsi di studio da far intraprendere ai propri figli, in relazione alle loro esigenze e capacità. Un’occasione preziosa per i genitori e gli studenti per incontrare tutte le scuole presenti nel territorio, concentrate in un solo luogo, vista anche la presenza degli istituti pubblici e paritari di istruzione superiore dell’area metropolitana fiorentina".
Partecipano alla manifestazione 30 istituti superiori pubblici e paritari di Firenze, 5 della Città metropolitana, un istituto di Livorno, le scuole militari dell’Aeronautica e dell’Esercito e ‘Città Sicura’ del Comune di Firenze, la polizia municipale del Comune di Firenze. Sono stati invitati tutti gli studenti di classe terza delle scuole secondarie di primo grado di Firenze e della Città metropolitana: in tutto 3300 famiglie sono state raggiunte da un’apposita comunicazione sull’iniziativa.
Materiale illustrativo del servizio permanente di orientamento all’indirizzo http://educazione.comune.fi.it/6-14anni/scuole/orientamento_superiori.html

(fn)

13/12/2018 13:01 Comune di Firenze
Comune di Vinci
“Prendi la Luna”, il nuovo mosaico dei ragazzi di Cerbaiola a Vinci
E siamo a 4. Dopo “La natura è maestra”, “Cavalcare la fantasia” e “La Pace”, ecco “Prendi la Luna”, il quarto mosaico creato dai ragazzi del laboratorio di ceramica del Centro diurno di Cerbaiola, struttura socioriabilitativa dell'Azienda Usl Toscana Centro, e realizzato su commissione del Comune di Vinci. Continua, dunque, la proficua collaborazione fra l'amministrazione vinciana e il Centro diurno di Cerbaiola: il nuovo mosaico, che misura un metro per due, è stato collocato presso la scuola elementare Sibilla Aleramo a Spicchio ed è stato inaugurato ieri mattina alla presenza del sindaco Giuseppe Torchia e del vicesindaco con delega alle Politiche sociali, Cristina Pezzatini.

Questa volta, il Comune ha commissionato agli artisti del laboratorio Asl un'opera che abbellisse la scuola Sibilla Aleramo e che avesse come oggetto l'importanza del gioco: “Nell'opera - spiegano gli operatori Claudia, Marco, Alessandra e Donella - si vedono alcuni ragazzi che giocano tirando la Luna. Perché quando si gioca insieme si può realizzare qualsiasi sogno, tutto diventa possibile, anche prendere la Luna. Il mosaico, dunque, vuole invitare i bambini a non smettere di sognare e di giocare insieme, perché la realizzazione dei propri sogni è forse la cosa più importante nella vita. Ringraziamo tanto il Comune di Vinci per la sensibilità che da sempre dimostra nei nostri confronti e per il coinvolgimento in questi bellissimi progetti”.

Il completamento del mosaico è arrivato dopo un lungo lavoro di cesello durante il quale ogni ragazzo partecipante al laboratorio ha lavorato a mano sui piccoli frammenti, che in seguito sono stati assemblati. Il risultato è straordinario e da oggi il mosaico potrà essere ammirato da giovani studenti, insegnanti e personale scolastico.

“Complimenti a tutti i ragazzi per lo splendido mosaico che hanno creato - afferma Pezzatini - Le quattro opere realizzate nel centro di Cerbaiola e disseminate sul nostro territorio sono una più bella dell'altra e soprattutto racchiudono ognuna un importante, e mai banale, messaggio sociale. Siamo felici di aver intrapreso questa collaborazione e contiamo di proseguirla in futuro”.
13/12/2018 11:39 Comune di Vinci
Comune di Impruneta
Note nel Cotto 2018/19 – Concerto di Natale degli allievi delle scuole di Impruneta e Tavarnuzze
Giovedì 20 Dicembre 2018, all'Educandato SS Annunziata al Poggio Imperiale di Firenze, primo concerto dell'anno scolastico 2018/2019 della rassegna concertistica Note nel Cotto 2018-19, un progetto premiato come “Buona Pratica” dal MIUR, che coinvolgerà 257 studenti imprunetini e 14 insegnanti.

Gli studenti delle classi IV e V elementari dei plessi di Tavarnuzze e Impruneta e delle classi I, II e III medie dell'indirizzo musicale dell'IC P. Levi di Impruneta eseguiranno il concerto di Natale presso la Sala Bianca dell'Educandato Statale SS. Annunziata, con il seguente programma:


Questo è un nodo avviluppato

dalla Cenerentola di G. Rossini

O Fortuna

dai Carmina Burana di C. Orff

Pizzicato Polka

di Joh. & Jos. Strauss

Inno alla Gioia

dalla IX Sinfonia di L.V. Beethoven

Radetsky March

di Johann Strauss sen.


L'assessore all'istruzione Sabrina Merenda sarà presente per ringraziare di persona per il loro impegno tutti i ragazzi e le ragazze, le famiglie, gli insegnanti, e Giorgio Fiorenza, presidente dell’Educandato della SS Annunziata, che ha messo a disposizione due pullman per il trasporto degli studenti, il rinfresco finale a loro dedicato e il trasporto di tutti gli strumenti, tra cui tastiere e percussioni.


Di seguito le classi e i docenti coinvolti:

Classi IV Impruneta: 45 studenti
classi V Impruneta: 43 studenti
classi IV Tavarnuzze: 38 studenti
classi V Tavarnuzze: 46 studenti
classi indirizzo musicale medie: 85 studenti

I docenti coinvolti nel progetto, oltre al dirigente Gian Lucio Esposito:

Marco Alfieri, Emilio Antonucci, Francesco Bagni, Elisa Capotondi, Gisella Cosi, Rita Di Fede, Sonia Frola, Filomena Lamanna, Marco Lelmi, Silvia Loddo, Caterina Manganelli, Laura Masini, Susetta Masti, Cristina Matteuzzi, Anna Maria Moretti, Isabella Napoli, Francesca Natali, Daniela Pani, Katia Pesti, Silvia Taccetti, Cinzia Tamburello, Gianna Tribastone.
13/12/2018 12:11 Comune di Impruneta
Regione Toscana
Decreto rinnovabili, le Regioni fermano l’iter di approvazione e chiedono che Di Maio incontri Rossi
Questione geotermia, la Regione Toscana ha ottenuto un arresto dell'iter di approvazione del decreto che escludeva la geotermia dagli incentivi per le rinnovabili. E il presidente Rossi, dopo la sua battaglia avviata a Larderello contro una scelta che distruggerebbe l'economia di interi territori e sopprimerebbe migliaia di posti di lavoro, dovrà essere ricevuto dal ministro Di Maio.

Le Regioni all'unanimità hanno infatti concordato di porre al Governo la richiesta di rinviare il parere sullo schema di decreto sulle rinnovabili alla prossima Conferenza unificata chiedendo che il Governo stesso, nella persona del ministro allo sviluppo economico Luigi Di Maio, riceva in via preliminare il presidente Enrico Rossi come richiesto il 9 novembre scorso.

Lo ha comunicato l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni che ha partecipato oggi alla Conferenza unificata che si è svolta a Roma in rappresentanza del presidente Rossi.

Dopo la commissione ambiente e energia del 6 dicembre scorso, nella quale la Regione Toscana ha espresso la propria contrarietà al testo del decreto che prevede l'esclusione della fonte geotermica dalle politiche di incentivazione con pesanti conseguenti ricadute occupazionali e di sviluppo del territorio, Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza Stato-Regioni, durante la conferenza di oggi, a nome di tutte le Regioni italiane ha proposto il rinvio dell'espressione del parere e l'incontro urgente dal presidente Rossi da parte del ministro Di Maio.

A questa richiesta si è associato il ministero dell'ambiente che sulla bozza di decreto ha palesato la necessità di ulteriori approfondimenti prima dell'espressione del parere. L'Anci nazionale ha condiviso e sostenuto la posizione della Regione Toscana ribadendo l'importanza dell'energia geotermica per i territori toscani e in generale per la politica energetica del Paese .

Dopo la notizia della prossima approvazione di un decreto ministeriale che escluderebbe la geotermia dai sistemi di incentivazione sulle rinnovabili, la Toscana ha avviato una dura battaglia per reinserire nel testo questa fonte energetica.

Con una lettera inviata al ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio, il presidente Enrico Rossi ha chiesto un incontro urgente per rappresentargli di persona gli scenari rovinosi che si aprirebbero se il decreto ministeriale fosse confermato nella forma attuale. La scelta operata dal Governo, che Rossi e poi l'assessore Federica Fratoni con un conseguente appello hanno condannato come "irresponsabile", distruggerebbe l'economia di interi territori, con effetti drammatici che si ripercuoteranno in primis sui lavoratori e sulle loro famiglie.

Un quadro preoccupante non solo per la Toscana, ma più in generale per l'Italia, se si tiene conto che la geotermia è una delle poche fonti rinnovabili programmabile, efficiente e competitiva, con un patrimonio storico ed economico che fa parte del sistema elettrico nazionale, di cui contribuisce a soddisfare le esigenze.
13/12/2018 18:06 Regione Toscana
Comune di San Casciano
Luci e vetrine a San Casciano. Il gusto solidale dello shopping di comunità

Un calice di Chianti Classico da degustare con gli amici, una romantica visita sulla terrazza panoramica della Torre del Chianti, un gesto di solidarietà a sostegno delle famiglie in difficoltà. Sono almeno tre i motivi che quest’anno, grazie all’accordo promosso dall’assessore alle Attività Produttive Roberto Ciappi che coinvolge Pro Loco, Associazione Viticoltori del Chianti Classico sancascianese e Centro Commerciale Naturale La Dolce Gita, invitano a fare acquisti per le vie del centro durante le festività natalizie.

E’ partita la corsa al regalo ma quest’anno lo shopping sancascianese ha un ‘sapore’ diverso e si lega alle opportunità di valorizzazione del territorio e delle sue produzioni con uno sguardo rivolto al tema della solidarietà. La sorpresa sotto l’albero che attende di essere ‘scartata’ da cittadini e visitatori è un carnet di buoni omaggio da spendere per il mese di dicembre. Ne può usufruire chi effettua una spesa complessiva, non cumulabile sullo stesso scontrino o con scontrini di più negozi, non inferiore a 30 euro, nei negozi del Centro Commerciale Naturale La Dolce Gita.

“Si può scegliere di tendere una mano a chi ha più bisogno – spiega l’assessore Roberto Ciappi – e devolvere il buono del valore di 2 euro in favore dell’Associazione Ronda della Carità e della Solidarietà, consegnandolo nelle apposite cassettine disponibili nei locali aderenti; si può decidere altrimenti di vivere con gusto San Casciano e assaporare la qualità di un calice di vino prodotto dai viticoltori sancascianesi nei bar e nei ristoranti che hanno preso parte al progetto oppure si può optare per l’emozione da condividere ad alta quota grazie alla prenotazione di una visita gratuita sulla Torre del Chianti che abbiamo deciso di inserire tra le modalità del buono”.

L’acquisto natalizio consente di scoprire e apprezzare i paesaggi invernali dalla piattaforma trasparente di uno dei punti panoramici più incantevoli di San Casciano. E’ la terrazza dell’antico piezometro situato in prossimità del viale San Francesco, ristrutturato da alcuni anni e convertito all’esterno e all’interno in uno spazio espositivo e promozionale di particolare pregio. “Dall’alto dei suoi 34 metri - conclude l’assessore Ciappi - la Torre consente un ampio sguardo sui territori urbani e naturalistici di gran parte della Toscana, compresa la celebre Cupola brunelleschiana, si scorgono luoghi del pistoiese, dell’aretino, del senese e del fiorentino”. I locali aderenti sono Caffè Vittorio, Blu Bar, Caffè Centrale, Ristorante Nello, Cantinetta del Nonno, Pizzeria Sottocasa. Ad animare lo shopping natalizio un ricco programma di eventi che nei prossimi weekend, il 16, il 17, il 22 e il 23 dicembre, vedranno protagoniste le Contrade Sancascianesi. A farla da padrone per le vie del centro saranno gli intrattenimenti e i giochi itineranti di Babbo Natale e dei suoi inseparabili Elfi.
13/12/2018 09:28 Comune di San Casciano
Regione Toscana
Statistiche flash: meno disoccupati nel trimestre luglio-settembre 2018
Il tasso di disoccupazione (ovvero le persone in cerca di occupazione sul totale delle persone che lavorano o sono in cerca di lavoro) scende da 8,1% del terzo trimestre (luglio-settembre) 2017 a 6,1% dello stesso periodo di quest'anno. Un calo, che prosegue la tendenza già delineatasi nel precedente trimestre, leggermente superiore rispetto a quello registrato in Italia nello stesso periodo (da 10,6% a 9,3%).

Si registra, nello stesso periodo, un leggero aumento degli occupati (+7 mila unità), con una leggera diminuzione delle persone in cerca di occupazione (- 36 mila unità) e delle forze di lavoro (-29 mila unità).

Sono alcuni dei dati sull'andamento del mercato del lavoro in Toscana che emergono dall'analisi, realizzata dall'Ufficio regionale di statistica della Regione Toscana, sui dati diffusi il 12 dicembre da Istat.

Interessante il focus sul tasso di occupazione giovanile, 15-24 anni, disponibile però solo per macro aree (variazioni 3°trim. 2017 - 3°trim. 2018): in Italia diminuisce da 32,3% a 29,2% (maschi da 30,4% a 28,5% e femmine da 35,2% a 30,2%); nel Centro Italia diminuisce da 29,4% a 24,7% (maschi da 29,4% a 24,8%, e femmine da 29,4% a 24,7%). Il dato per la Toscana e le altre regioni viene diffuso solo annualmente.
13/12/2018 12:27 Regione Toscana
Asl Toscana Centro
Appuntamento al Santa Maria Nuova di Firenze con “Musica in Ospedale nella Città Metropolitana” e “Cori Ensemble”.
E’ in programma per sabato 15 dicembre il prossimo concerto del progetto “Musica in Ospedale nella Città Metropolitana”. L’appuntamento è alle ore 15.30, presso l’antico ospedale di Santa Maria Nuova a Firenze.

La tappa rientra fra gli eventi interamente curati dall’associazione A.Gi.Mus. - Sede Firenze, che dal 1999 si fa promotrice di far entrare la musica nelle corsie ospedaliere per allietare la permanenza dei ricoverati. Fondamentale anche quest’anno, al fine di rendere possibile il palinsesto di rappresentazioni, è stato il contributo della Città Metropolitana di Firenze e la collaborazione con l’Azienda USL Toscana Centro.

Nella stessa giornata, a cura della Fondazione Santa Maria Nuova onlus, si terrà l'evento Natale al museo - http://fondazionesantamarianuova.it/contents /natale-al-museo-2018

Mentre Lunedì 17 dicembre, dalle ore 10.00, saranno eseguiti alcuni passaggi musicali nelle sale d'attesa e nei reparti, a cura dell'associazione culturale Cori Ensemble. Un gradito rendez vous ormai fisso grazie alla disponibilità dei componenti i cori e della direttrice Fiorella Buono, che da anni offrono all'ospedale Santa Maria Nuova gli auguri di Natale in musica.
13/12/2018 12:42 Asl Toscana Centro
Regione Toscana
Fondo sanitario regionale, alle aziende oltre 6 miliardi per il 2019
Oltre 6 miliardi alle aziende del Servizio sanitario toscano per l'esercizio 2019. Le assegna una delibera presentata dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e approvata dalla giunta nella seduta di ieri, "Assegnazione iniziale 2019 di Fondo Sanitario Regionale indistinto alle aziende e agli enti del Servizio sanitario regionale". Si tratta della maggior parte delle risorse per il 2019 (93-94%), per un totale di circa 6.373 milioni.

La quota di FSR indistinto assegnata con questa delibera non esaurisce l'intera quota di Fondo Sanitario Nazionale attesa dalla Regione. Manca ancora, infatti, sia la conferma dell'ammontare complessivo del FSN (che dovrebbe arrivare con l'approvazione della Legge statale di bilancio 2019, attualmente in discussione alle Camere), sia, di conseguenza, la sua ripartizione tra le Regioni, derivante dall'accordo tra le Regioni stesse e lo Stato, che arriverà nel corso del prossimo anno.

Per questo motivo le risorse assegnate con la delibera appena adottata, sostanzialmente in linea con quelle assegnate nel 2018 (l'aumento è di circa 5 milioni), sono solo una parte (stimata nel 93-94%) delle risorse complessive su cui potranno effettivamente contare le aziende e gli enti del SSR toscano per l'esercizio 2019.

Nel corso del prossimo anno seguiranno altre delibere di giunta, che completeranno l'attribuzione delle risorse a disposizione delle aziende sanitarie.

Anche nel 2019, così come è avvenuto nel 2018, stando a quanto previsto nella legge statale di bilancio in discussione alle Camere, la Regione sarà chiamata a farsi carico, tramite il Fondo Sanitario Regionale, degli oneri derivanti dal rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro del personale dipendente delle aziende sanitarie e dal rinnovo delle convenzioni uniche nazionali con i medici, per la copertura dei quali non sono previsti finanziamenti specifici provenienti dallo Stato. Soprattutto nel 2018, l'incremento del FSR è stato sensibilmente inferiore ai maggiori costi determinati dai rinnovi contrattuali.
13/12/2018 10:42 Regione Toscana
Comune di Firenze
Campo da rugby Marco Polo a San Bartolo a Cintoia, venerdì 14 inizia la posa del nuovo manto
Un nuovo campo in erba artificiale per il rugby a San Bartolo a Cintoia. Un intervento da 600mila euro stanziati dalla Città metropolitana per dare risposta a un movimento in crescita che ha bisogno di un campo sempre utilizzabile, anche in condizioni di maltempo. La prima pietra del nuovo impianto sarà posata domani, venerdì 14 dicembre, dal sindaco Dario Nardella con l’assessore allo Sport Andrea Vannucci e il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni. I lavori termineranno all’inizio della primavera.

“Un intervento importante per il quartiere e per i tanti ragazzi che praticano questo sport – ha detto l’assessore Vannucci – Con il nuovo manto in erba sintetica, il campo sarà più bello e funzionale, evitando i problemi di ristagno dell’acqua che rende spesso difficile l’attività sportiva in condizioni di maltempo”.

Sarà realizzato un campo di gioco di 66 x 106 metri comprese le aree di meta. Il nuovo manto in erba sintetica andrà a sostituire quello attuale in erba naturale, ormai deteriorato dall’utilizzo e dal tempo. Sarà poi realizzata la segnatura di due campi di calcio a sette, perpendicolari al campo principale da rugby. Il Comune di Firenze ha realizzato la progettazione e seguirà la direzione lavori. (sc)

13/12/2018 10:14 Comune di Firenze
Comune di Empoli
Brenda Barnini:«Empoli cresce, migliora e si avvicina sempre più alle grandi città moderne»
Il sindaco del Comune di Empoli Brenda Barnini commenta gli ultimi provvedimenti della propria amministrazione comunale relativi all’installazione di nuove attrezzature ludiche per bambini nei parchi pubblici e all’offerta di servizi innovativi ai cittadini, come la possibilità di ricaricare veicoli a propulsione elettrica, attiva nelle prime settimane del 2019.

«Ogni giorno è un giorno buono per cambiare la nostra città e migliorarla partendo dalle esigenze dei cittadini e da una visione che guarda al futuro. Rispetto per l'ambiente e centralità dei diritti dei bambini sono i due pilastri delle nostre scelte – spiega Brenda Barnini –. Ecco perché l'ampliamento della zona gioco del parco di Serravalle con un'area destinata davvero a tutti è per noi un passo in avanti importante nell'idea di città che stiamo costruendo. E lo stesso vale per l'arrivo delle colonnine di ricarica per i veicoli elettrici, un passo in avanti importante sia promuovere una mobilità a emissioni zero sia per realizzare una città intelligente. Insieme al nuovo sistema di gestione dei parcheggi, all'illuminazione a led che arriverà nel 2019 e alla wifi libera per la quale abbiamo ricevuto un finanziamento europeo sono tutti pezzi di un puzzle che porta sempre di più Empoli a livello delle grandi città più moderne».
13/12/2018 16:38 Comune di Empoli
Comune di Firenze
Strage di piazza Dalmazia, il sindaco ha commemorato Samb Modou e Diop Mor nel settimo anniversario dell’assassinio
“La strage di piazza Dalmazia del 2011 è una ferita profonda nel cuore della città di Firenze, che è sempre stata una città ‘aperta’, plurale, dialogante. È una ferita determinata da un atto deliberato di violenza razziale, che è la peggiore forma di violenza perché si basa sull’annullamento della dignità umana, sull’odio, sull’intolleranza, sentimenti che non vanno mai minimizzati o giustificati. Anzi, dobbiamo sapere distinguere i valori profondi che sono alla base di una comunità che vuole vivere in pace e che vuole rispettare i principi fondamentali che sono scritti nella nostra Costituzione”. Così il sindaco Dario Nardella ha ricordato, nel settimo anniversario della strage di piazza Dalmazia avvenuta il 13 dicembre 2011, i due senegalesi morti per mano di Gianluca Casseri.
Alla cerimonia, che si è svolta intorno alla targa che nella piazza ricorda l’assassinio di Samb Modou e Diop Mor, oltre al sindaco erano presenti l’ambasciatore del Senegal in Italia Mamadou Saliou Diouf, l’assessore ad Accoglienza e Integrazione Sara Funaro, l’assessore all’istruzione del Comune di Scandicci e presidente dell’Associazione dei senegalesi di Firenze Diye Ndiaye, il presidente del Consiglio comunale Andrea Ceccarelli, il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli, alcuni consiglieri comunali tra cui Fabrizio Ricci, Serena Perini, Tommaso Grassi e Donella Verdi e a una rappresentanza di consiglieri di Quartiere. Presenti tra gli altri l’imam del capoluogo toscano e presidente dell’Ucoii Izzedin Elzir, il rabbino Amedeo Spagnoletto, il console onorario del Senegal avvocato Eraldo Stefani, la vedova di Samb.
“Ricordando ciò che successe nel 2011 - ha continuato Nardella - Firenze afferma di essere una città forte unita e democratica, che sa riconoscere il valore della vita umana. É per questo siamo qui, nella speranza che tanti giovani possano crescere come buoni cittadini perché non basta solo ricordare, bisogna anche lavorare sull’educazione, la scuola e le famiglie: solo così si costruisce una buona e vera comunità”. “Oggi tutti, i politici per primi – ha aggiunto il sindaco – hanno una grande responsabilità, quella di non usare la fragilità delle persone e i sentimenti di intolleranza e egoismo. Quando la politica, per scopo di consenso elettorale, soffia sul fuoco sfruttando le paura dei cittadini si macchia di una responsabilità gravissima. Quando poi succedono fatti gravi come quelli che sono accaduti in tante città italiane, a Firenze l’omicidio di Idy Diene e la strage di piazza Dalmazia, è troppo tardi per recriminare, giustificarsi e chiedere scusa. Bisogna lavorare per prevenire atti di violenza ingiustificabile e barbara e questo compete alla società civile, al mondo della cultura, ma prima di tutto alle istituzioni. I politici che le rappresentano devono sapere che rappresentano il Paese, la Repubblica e devono per primi rispettare i principi della Costituzione italiana”.
“Io credo che ci sia una parte di politica che invia messaggi ambigui - ha concluso il sindaco Nardella - e confonde il sacrosanto principio della legalità che riguarda tutti con l'intolleranza verso soggetti di etnie diverse".
13/12/2018 16:47 Comune di Firenze
Vigili del Fuoco Comando Toscana
Incidente sul lavoro a Cantagallo
I Vigili del Fuoco del Comando di Prato, distaccamento di Montemurlo, sono intervenuti nella nottata, nel Comune di Cantagallo, Loc. Usella, Via Terrarossa, per un incidente sul lavoro in una azienda artigianale. Il personale Vigilfuoco è stato di ausilio al personale Sanitario del 118 e a quello della ASL Dipartimento di Prevenzione di Prato.
E’ stata recuperata la salma di un uomo di 55 anni di nazionalità cinese, intento a lavorare ad un macchinario.
13/12/2018 07:45 Vigili del Fuoco Comando Toscana
Comune di Montelupo Fiorentino
Chiusura ponte di Camaioni dal 17 al 20 dicembre e dal 9 all’11 gennaio
Il ponte di Camaioni rimarrà chiuso per consentire dei saggi di verifica e controlli sul suo stato e sulla sua reale portata. Si tratta di controlli “periodici” che vengono effettuati anche su altre vie di collegamento, senza particolari cambiamenti alla viabilità.

In questo caso, considerate le dimensioni della carreggiata è stato necessario chiudere il ponte; le chiusure sono organizzate in modo da creare minori difficoltà possibili a chi lo utilizza.

Non si potrà transitare dal ponte dalle 9.00 alle 16.30 dal 17 al 20 dicembre 2018 e dal 9 all’11 gennaio 2019.

Si tratta di controlli che non scaturiscono da problemi evidenti, ma che sono stati concordati dalle tre amministrazioni interessate al fine di garantire la sicurezza del ponte anche in relazione alla sua vetustà e al traffico che sopporta quotidianamente. Una pratica che per altro viene portata avanti anche da altri soggetti all’indomani di quanto accaduto a Genova, ma che in questo caso era stata preventivata da tempo.

La struttura risale a più di 40 anni fa e a dispetto delle sue dimensioni costituisce un’importante via di collegamento per i pendolari dei due versanti del Montalbano, quello mediceo e quello empolese: una strada battuta dalle solo auto.

Ogni giorno di qui transitano in media 6000 veicoli.

Il ponte si trova esattamente sul confine fra 3 comuni (Carmignano, Capraia e Limite e Montelupo Fiorentino) e fra le province di Firenze e Prato. Per questo è stata ipotizzata la stipula di un protocollo finalizzato a capire quali potranno essere gli sviluppi futuri dell’infrastruttura.
13/12/2018 13:11 Comune di Montelupo Fiorentino
Non-profit in provincia di Firenze
AAA cercasi donatori per il gruppo 0
AAA cercasi donatori per il gruppo 0. Il meteo del sangue emesso dal centro regionale della Toscana segnala la gravissima carenza di questo gruppo sanguigno e l’urgente bisogno di A negativo. Per questo la Fratres invita i cittadini, in questo periodo vicino al Natale, a compiere un gesto solidale: quella della donazione del sangue.

Domenica 16 dicembre è stata organizzata una raccolta presso la sede provinciale in via Galcianese, che si trova all’interno del complesso della Misericordia di Prato.

Si può donare dalle 7 alle 11. Tutti possono farlo: basta avere una età compresa tra i 18 e i 65 anni, pesare più di 50 chili ed essere in buona salute. Per partecipare è consigliabile la prenotazione, chiamando la segreteria al numero 0574-609730. Telefonando al centralino Fratres è possibile prenotarsi anche per il centro trasfusionale dell’ospedale di Prato.

La giornata di raccolta è aperta a tutti i donatori e a coloro che ancora non hanno mai donato il sangue e intendono farlo per la prima volta
13/12/2018 11:22 Non-profit in provincia di Firenze
Comune di Impruneta
Impruneta. Progetti alimentari nelle scuole: si comincia con il Menù speciale di Natale
Si arricchiscono, per l'anno scolastico 2018\19, i progetti alimentari realizzati nelle mense scolastiche di Impruneta, grazie alla collaborazione tra il Comune, le Scuole – coinvolgendo il Comitato Mensa - e Cascina Global Service, la ditta che ha in appalto il servizio di refezione scolastica.


L'obiettivo è di avere non solo grande attenzione per il cibo sano e la prevenzione ma anche per il rispetto delle diversità a tavola. Il Comune di Impruneta fornisce di solito circa 800 pasti al giorno per gli alunni delle scuole dell'infanzia, primaria, nidi e centro di socializzazione. Il menù scolastico prevede anche diete per motivi di salute e motivi culturali/religiosi oltre a giornate speciali in cui vengono realizzati i progetti alimentari.


Le principali novità dei progetti dell'anno scolastico 2018/19 sono l'introduzione della frutta a colazione - una volta al mese, a partire da gennaio, con clementine,banane,pere,susine,arance - e il Menù speciale per Natale e Pasqua.

L'ultimo giorno prima della vacanze natalizie si cercherà di offrire lo stesso Menù speciale a tutti ma adattato alle specifiche esigenze di ognuno, per rendere il pasto il più inclusivo possibile: senza uova o senza lattosio oppure senza glutine e anche privo di carne di maiale e vegetariano (in allegato la proposta di Natale 2018).

Visto il successo dello scorso anno, verranno riproposti i laboratori Genitori e bambini in cucina Mani in pasta, fra febbraio\marzo, per gli alunni di infanzia e primaria.

Sono previste anche delle Merende squisite sane e equilibrate, in sostituzione della merenda da casa, nelle scuole primaria e dell'infanzia con PANE TOSCANO BIO E OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BIOLOGICO, MIELE E CONFETTURA EXTRA DI FRUTTA BIOLOGICA .

Il servizio mensa comunale aderirà anche alla Giornata Internazionale della Celiachia a maggio, con un menù speciale senza glutine servito a tutti i bambini. In questo modo i bambini celiaci potranno, diversamente dal solito, consumare un pranzo uguale agli altri, senza avere contenitori sigillati a loro dedicati: tutti a tavola, tutti insieme
13/12/2018 12:32 Comune di Impruneta
Comune di Montelupo Fiorentino
Il comune di Montelupo denuncia alle autorità competenti i tagli boschivi e ripariali sul Torrente Pesa effettuati da un’azienda agricola in difformità dalle normative vigenti
Taglio delle piante con metodologie scorretto, chiusura della percorrenza ciclo-pedonale della Pesa senza le necessarie autorizzazioni e suo danneggiamento, danno ambientale e non rispetto delle norme di sicurezza idraulica, mancata osservanza di precedenti comunicazioni. dell’Amministrazione: sono questi, in sintesi, gli elementi che hanno spinto l’amministrazione comunale ad intervenire con decisione.

Ciò anche alla luce dell’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio comunale nella seduta del novembre dei documenti del Contratto di Fiume del torrente Pesa che prevede tra l’altro la tutela e la valorizzazione del corridoio ecologico fluviale e della biodiversità a esso correlata.

Proprio nell’ambito del Contratto di Fiume il comune di Montelupo aveva concertato con il Consorzio di bonifica 3 medio Valdarno anche in quel tratto un intervento di taglio selettivo delle alberature che si trovano sulla riva, al fine di conciliare le esigenze di mitigazione del rischio idraulico e di conservazione ambientale, con tutela e valorizzazione delle specie autoctone. Intervento in buona parte vanificato da quando i proprietari hanno commissionato.

La comunicazione di denuncia di quanto sta accadendo è stata inviata questa mattina.

L’inizio della vicenda risale a qualche giorno fa quando l’Amministrazione è stata avvertita di tagli ripariali poco ortodossi tra i comuni di Lastra a Signa e Montelupo.

Le verifiche effettuate dai tecnici comunali e dalla polizia municipale hanno portato alla contestazione del danneggiamento di infrastrutture pubbliche e di carenze di autorizzazioni sugli aspetti idraulici e di viabilità.
Della cosa fin da venerdì 4 è stata informata anche la locale stazione dei carabinieri forestali.

«Da tempo stiamo lavorando alla definizione di regole condivise per la tutela dell’ambiente fluviale e della biodiversità, oltre che per garantirne la sicurezza. Questo attraverso l’impegno per l’istituzione del “Contratto di fiume” finalizzato a tutelare il torrente e l’ambiente circostante, e alla valorizzazione dell’intera Val di Pesa.

Dispiace che un soggetto che incentra la propria attività in riva al torrente, metta in atto azioni che non tengano assolutamente presente la tutela ambientale dei luoghi.

Occorre inoltre non sottovalutare la pericolosità delle piante tagliate lasciate nell’alveo del torrente, causa di possibili ostruzioni alle arcate dei ponti posti a valle, in caso di piogge abbondanti», spiega l’assessore all’ambiente del comune di Montelupo, Lorenzo Nesi.
13/12/2018 13:04 Comune di Montelupo Fiorentino
Comune di Firenze
Arriva da fuori Firenze per scaricare rifiuti tessili e ingombranti e tenta la fuga: fermato e denunciato dalla Municipale
Ha scaricato dal suo suv una lavatrice abbandonandola sul suolo pubblico ma è stato scoperto dalla Polizia Municipale che lo ha fermato dopo un tentativo di fuga. E successo ieri sera, quando una pattuglia delle Analisi e Strategie si trovava in via de’ Cattani. Intorno alle 23,00 gli agenti hanno colto in flagrante un uomo di nazionalità cinese che aveva appena scaricato dal proprio suv una lavatrice abbandonandola sul suolo pubblico. L’uomo, un 40enne regolare sul territorio italiano e residente in provincia di Firenze, alla vista della pattuglia si è dato alla fuga ma è stato inseguito e fermato. All’interno del Suv gli agenti hanno trovato anche 5 sacchi da 100 litri l’uno contenenti scarti tessili che l’uomo non aveva fatto in tempo a scaricare. Il cinese, che non aveva alcun titolo autorizzatorio né per il trasporto né tanto meno per lo smaltimento dei rifiuti, ha dichiarato agli agenti che sia gli scarti che la lavatrice appartenevano all’impresa della moglie. Per l’uomo è scattata la denuncia per abbandono e per trasporto di rifiuti derivanti da attività di impresa. Stessa sorte anche per la moglie che risponderà del reato perché titolare della ditta ai sensi del Testo Unico Ambientale. Adesso entrambi rischiano la pena dell’arresto fino ad un anno e un’ammenda da 2.600 a 26.000 euro. I rifiuti sono stati sequestrati, così come il veicolo. (sp)

13/12/2018 12:53 Comune di Firenze
Comune di Firenze
Abbandonano calcinacci in un terreno in zona Argingrosso, bloccati e denunciati dalla Polizia Municipale
Continua l’impegno della Polizia Municipale contro il fenomeno dello smaltimento abusivo dei rifiuti, in particolare quelli provenienti dalle lavorazioni edilizie. Ieri l’ultimo intervento in ordine di tempo nella zona Argingrosso con violazioni sia amministrative che penali e sei persone denunciate. Intorno alle 11.45 gli agenti dell’Area Sicurezza del Territorio hanno effettuato un controllo mirato in via dell'Argingrosso fermando tre autocarri sorpresi a scaricare i rifiuti in un terreno privato in una zona agricola, vincolata dal punto di vista paesaggistico e non fabbricabile, in area di golena d'Arno e confinante anche con le proprietà comunali. I conducenti hanno cercato di allontanarsi ma sono stati bloccati mentre cercavano di raggiungere via dell'Argingrosso.

Dall’esame dei documenti sono emerse diverse irregolarità rispetto al testo Unico sull’Ambiente. Per due conducenti e i due che erano insieme a loro che avevano noleggiato gli autocarri utilizzati, scatterà la denuncia per deposito incontrollato dei rifiuti nel suolo. Al terzo conducente e all’uomo che era con lui sono stati sequestrati il camion e i 1.200 chili di calcinacci che non erano riusciti a scaricare, perché l'impresa è risultata priva dell'iscrizione all'albo nazionale dei trasportatori dei rifiuti. Per le irregolarità nei formulari, che sono stati sequestrati, scattano anche tre sanzioni amministrative pecuniarie dell'importo di 3.100 euro. Saranno attivate tutte le procedure necessarie a far bonificare l'area.
13/12/2018 17:11 Comune di Firenze
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V