MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Comune di Firenze
Calcio Storico Fiorentino, Verdi contro Rossi la finale del 24 giugno
Domenica 24 dalle 17, nel giorno di San Giovanni patrono di Firenze, si giocherà la finale del torneo del Calcio Storico Fiorentino 2018. Rossi di Santa Maria Novella contro Verdi di San Giovanni è la sfida che quest'anno assegnerà la vitella e la "gloria" ai calcianti e al quartiere vincitori. La partita sarà preceduta dalla consueta sfilata del Corteo Storico della Repubblica fiorentina e dall'esibizione dei Banderai degli Uffizi

In occasione dell'evento, su disposizione della Prefettura, nell’area delimitata da via dei Benci, borgo de’ Greci, via dell’Anguillara, via Torta, via Verdi, via da Verrazzano, via dei Pepi, largo Bargellini, via Magliabechi, nella fascia oraria alle 14 alle 21, saranno in vigore i seguenti divieti a carico degli esercizi pubblici e attività ambulanti della zona:
- di somministrazione e vendita di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione
- di somministrazione in bicchieri di vetro di ogni altra bevanda
- di vendita per asporto di ogni bevanda in bottiglia o contenitore di vetro o lattina

Inoltre, sulle tribune e in tutta l’area utilizzata per le partite del Calcio Storico Fiorentino, saranno in vigore i seguenti divieti:
- introduzione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione
- introduzione e detenzione di bottiglie e contenitori di vetro e lattine, artifici pirotecnici (sia classificati che di libera vendita), qualsiasi altro materiale esplodente e bombolette spray urticanti.
Per quanto riguarda la circolazione veicolare predisposte le seguenti misure:
Dalle 7 (fino alle 20) divieti di sosta in via dei Benci, Borgo Santa Croce, via Magliabechi, piazza Santa Croce, largo Bargellini, Corso Tintori, via da Verrazzano, piazza Cavalleggeri, via dell'Anguillara (tra piazza Santa Croce e via dei Bentaccordi) e piazza Peruzzi. Dalle 8 (sempre fino alle 20) si aggiungeranno i divieti di sosta su lungarno alle Grazie (lato Arno) nel tratto da Ponte alle Grazie e Volta dei Tintori (deroga per i mezzi Ataf). Alle 12 scatteranno divieti di sosta sull'itinerario piazza Santa Maria Novella, via dei Banchi, via dei Rondinelli, piazza Antinori, via Tornabuoni, via degli Strozzi, piazza della Repubblica, via degli Speziali, via Calzaiuoli, piazza della Signoria, piazzale degli Uffizi, via della Ninna, via dei Neri (fino alle 17.30). Dalle 14 previsti anche divieti di sosta in piazza San Firenze.
Per quanto riguarda le chiusure al transito nell'area di Santa Croce e limitrofe, quest'anno i divieti saranno anticipati alle 11 e andranno avanti fino alla fine della partita. I provvedimenti riguardano piazza Piave (corsia che immette sul lungarno della Zecca Vecchia), via dei Benci, Corso Tintori, via Magliabechi, largo Bargellini, via San Giuseppe, via San Cristofano, via Giovanni da Verrazzano, via dei Pepi (tra via Ghibellina e piazza Santa Croce), via delle Pinzochere, Borgo Allegri (tra via Ghibellina e via San Giuseppe), via Torta (tra via Isole delle Stinche e via Verdi), via dell'Anguillara (tra piazza Santa Croce a via dei Bentaccordi), Borgo dei Greci, Borgo Santa Croce, piazza Peruzzi, Borgo Santa Croce.

Domenica 24, dalle 15.30, previsto un divieto di transito (per il tempo strettamente necessario al passaggio del corteo) in piazza Santa Maria Novella, via dei Banchi, via dei Rondinelli, piazza Antinori, via Tornabuoni, via degli Strozzi, piazza della Repubblica, via degli Speziali, via Calzaiuoli, piazza della Signoria, piazzale degli Uffizi, via della Ninna, via dei Neri, via dei Benci, Borgo la Croce, via Magliabechi e piazza Santa Croce. Infine dalle 19 ulteriori chiusure (per il tempo strettamente necessario al rientro del corteo) sono previste in Borgo dei Greci, piazza San Firenze, via dei Gondi, piazza della Signoria, via Calzaiuoli, via Porta Rossa, piazzetta di Parte Guelfa.
18/06/2018 09:54 Comune di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Scuole, un nuovo edificio per l'Elsa Morante. Via ai lavori
Consegnati dalla Città Metropolitana di Firenze i lavori per la costruzione del secondo lotto dell'istituto scolastico superiore Elsa Morante. L'apertura del cantiere è prevista per mercoledì 20 giugno e da allora la ditta esecutrice avrà 781 giorni di tempo per portare a termine gli interventi. L'investimento è di 2.878.105,70 euro. "Nel nuovo edifico - spiega Giampiero Mongatti, verranno ospitati nuove aule e i laboratori".
Tra il 2016 e il 2018 la Città Metropolitana di Firenze ha stanziato consistenti risorse economiche sul settore (55 milioni e 973 mila euro), per 40 strutture in otto Comuni del territorio: 28 a Firenze, 3 ad Empoli, 2 a Sesto Fiorentino, Borgo San Lorenzo e Scandicci, uno rispettivamente a Pontassieve, Bagno a Ripoli e Figline-Incisa.
"La scuola è una nostra priorità - sottolinea il Sindaco della Città Metropolitana Dario Nardella - Abbiamo reperito e stanziato le risorse per ottimizzare gli spazi, in alcuni casi bonificarli, far crescere la sicurezza, realizzare nuovi edifici. Un grande lavoro che continua e che caratterizza in modo incisivo il ruolo e l'azione della Metrocittà". (mb)
18/06/2018 11:30 Città Metropolitana di Firenze
Asl Toscana Centro
Santa Maria Nuova celebra i suoi primi 730 anni e lancia un progetto di recupero del percorso sotterraneo dell’ospedale
Santa Maria Nuova festeggia i 730 anni dalla sua fondazione, un anniversario importante per l’ospedale più antico di Firenze, in occasione del quale la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus organizza il 21 giugno un primo appuntamento: una “Cena di Gala” (su invito) di raccolta fondi per finanziare un progetto di recupero e valorizzazione dei sotterranei dell’ospedale che ospitano le cosiddette “vasche di Leonardo”, chiamate così perché secondo una leggenda Da Vinci avrebbe eseguito qui dissezioni anatomiche (ma la ricerca storica smentisce), e il percorso sotterraneo che le suore oblate, antiche “infermiere” dell’ospedale, percorrevano per raggiungere la corsia che ospitava le pazienti.

"E’ stato bello e intelligente ricordare che questo ospedale ha 730 anni - ha commentato l'assessore regionale al diritto alla salute, Stefania Saccardi durante la conferenza stampa di questa mattina - L’Azienda in questi anni ha proceduto all’ammodernamento dell’ospedale salvaguardandone il suo valore storico. Oggi ci si appresta attraverso la Fondazione a recuperare la parte sotterranea. Sarebbe bellissimo se riuscissimo a recuperare anche il percorso sotterraneo di collegamento fra l’ospedale e il Convento delle Oblate”. Sul patrimonio di grandissimo valore dell’ospedale, si è soffermato anche il direttore generale dell’Azienda, Paolo Morello Marchese. “Qualora si voglia far crescere il percorso museale di Santa Maria Nuova - ha dichiarato Morello - la Fondazione e il Centro documentazione per la storia dell’assistenza e della sanità, possono diventare una realtà unita da mettere a disposizione dell’assessorato per una strategia di valorizzazione unica”.


Il 23 giugno è attesa una giornata speciale di festeggiamenti che ha inizio alle 11 in Sala Conferenze con la presentazione del libro “Siete contenti? Il libro di Ilaria” (edizioni Sole Ombra), dedicato alla dottoressa Ilaria Meucci, oncologa, prematuramente scomparsa e ricordata da tutti per l’energia e la passione dedicata ai suoi pazienti. Parteciperanno Giancarlo Landini, Elisabetta Meucci e Marco Nannini.

“Siamo lieti di invitare sabato 23 giugno tutti i fiorentini alla festa dell’ospedale più antico della città che compie quest’anno 730 anni – ha commentato Giancarlo Landini, presidente della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus - Sarà l’occasione per ricordare la storia di questo straordinario luogo di cura e assistenza che è stato fondato nel 1288 da Folco Portinari, padre della Beatrice celebrata da Dante, e che grazie alla generosità dei benefattori, ha potuto accogliere importanti opere d’arte. Festeggiamo la lunga storia ma anche il presente di Santa Maria Nuova mostrando il percorso che ha portato alla sua ristrutturazione e guardiamo al futuro, pensando a come valorizzare sempre meglio il suo patrimonio storico artistico a partire dal progetto di restauro e risanamento dell’ex cripta della chiesa di Sant’Egidio e dei sotterranei dell’ospedale, progetto per il quale la Fondazione organizza una raccolta fondi con la cena del 21 giugno”.


Nel pomeriggio di sabato 23 dalle 16,30 si terrà invece l’incontro “Santa Maria Nuova: 730 anni di storia fiorentina” nel corso del quale interverranno Paolo Morello Marchese, direttore generale dell’Ausl Toscana Centro, Francesca Ciraolo, direttore sanitario di Santa Maria Nuova, Giancarlo Landini, presidente della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus e l’architetto Roberto Lapi, che ha diretto il progetto di ristrutturazione dell’ospedale. L’incontro sarà quindi l’occasione per parlare della storia del complesso ospedaliero fino al cantiere dei lavori che si sono conclusi quest’anno.

Alle ore 17,30 il “Comitato per Santa Maria Nuova” consegnerà le targhe ricordo al personale andato in pensione nell’ultimo anno e in occasione della giornata, sarà a disposizione uno speciale annullo filatelico emesso per la ricorrenza da Poste Italiane (dalle 12 alle 18 le cartoline dedicate alle opere d’arte conservate a Santa Maria Nuova, con affrancatura a tema fiorentino e toscano e annullo si troveranno all’ingresso dell’ospedale).

Seguirà, alle ore 18, la tradizionale Messa nella chiesa di Sant’Egidio, celebrata da Monsignor Marco Viola (Priore della Basilica di San Lorenzo) e dagli assistenti religiosi di Santa Maria Nuova con musica e canti a cura delle Suore Ospitaliere di Monna Tessa.

Dalle ore 19 alle 20 la “Fondazione Santa Maria Nuova Onlus” offrirà una serie di visite guidate al percorso museale dell’ospedale (ritrovo alle ore 18,50 all’ingresso dell’ospedale). Le visite, (ad ingresso libero e senza obbligo di prenotazione) avranno come “guide” d’eccezione i restauratori che hanno curato gli interventi.

Concluderà la giornata (alle 21) un concerto nella Chiesa di Sant’ Egidio, ad esibirsi saranno Anna Aurigi (soprano), Luca Paccagnella (violoncello), Yirui Weng e Manuel Malandrini (pianoforte) diretti dal maestro Piero Grazzini.
18/06/2018 15:19 Asl Toscana Centro
Regione Toscana
Salvini alla cena di 'Arcobaleno d'estate'
"La Regione Toscana sostiene ‘Arcobaleno d' Estate' fin dalla prima edizione. Per quest'ultima edizione contribuisce fattivamente attraverso la sua agenzia regionale per il turismo erogando un contributo di 60 mila euro per la promozione delle diverse iniziative. E' nostra convinzione che questa sia una manifestazione importante, che rappresenta una vera e propria festa di avvio della stagione estiva del turismo in Toscana, in particolare sulla costa. Noi crediamo moltissimo a questa iniziativa che dimostra senza tanti clamori la vicinanza della Regione Toscana ai territori e agli operatori turistici del territorio sul cui impegno contiamo per uscire dalla crisi e per creare opportunità di lavoro". Il presidente Enrico Rossi sottolinea così il valore dell'esperienza che da sei anni "lancia" la stagione estiva in Toscana.

E interviene anche sulla partecipazione del ministro dell'interno ad una iniziativa che, nell'ambito di ‘Arcobaleno', si svolgerà a Pisa: "La partecipazione del ministro Salvini, su invito della Confcommercio, ci parrebbe inopportuna se si trasformasse in una passerella politica per il segretario della Lega, il quale, a quanto ci risulta, cenerebbe sul Ponte di Mezzo per poi concludere la campagna elettorale nella poco distante piazza Carrara. Devo confidare – prosegue - nella sensibilità del Ministro dell'Interno, che, essendo il primo responsabile della buona condotta delle elezioni e garante di tutte le parti, saprà adottare il comportamento più adeguato".

"Per quanto mi riguarda – dice ancora Rossi - dispiace non esser presente per impegni precedentemente assunti. Approfitto del dibattito pubblico per chiedere al ministro una particolare attenzione ai problemi della sicurezza a Pisa e sottolineare la carenza di organici della Polizia di Stato, come si apprende da documenti dei sindacati di polizia, dallo stesso protocollo ‘Pisa sicura' e dalla relazione del prefetto Gabrielli di fronte alla commissione parlamentare di inchiesta sulla sicurezza nelle città e nelle periferie italiane che stima tale carenza in una media nazionale del 15 per cento. Resto infatti convinto – conclude - della necessità di istituire i poliziotti di quartiere per garantire la presenza della forze di sicurezza sui territori e rispondere a un bisogno generale di protezione che i cittadini esprimono".
18/06/2018 15:50 Regione Toscana
Non-profit in provincia di Firenze
Mille anni di San Miniato in musica
Giovedì 21 giugno alle 19.30 il concerto di beneficenza organizzato dall’Associazione Passignano
Musiche dal Medioevo al contemporaneo, compresa una composizione inedita scritta da Ian C. Scott
Sul palco Orpheus Ensemble, La Filharmonie, orchestra da 25 elementi diretta dal M° Nima Keshavarzi,
Medici Dynasty produzione teatrale. Un dono e una sorpresa per tutti i partecipanti

Firenze, 18 giugno 2018 - Mille anni di musica, mille candele, mille partecipanti, una scenografia unica: quella del sagrato della Chiesa di San Miniato al Monte, con lo skyline di Firenze a fare da quinta al palco che ospiterà un’orchestra da 25 elementi giovedì 21 giugno, dalle ore 19.30 fino al tramonto. E’ il Millennium Sunset Concert, spettacolo di beneficenza patrocinato da Comune di Firenze e Consiglio della Regione Toscana, sostenuto da Palazzo Tornabuoni Associazione e organizzato dall’Associazione Passignano, no profit nata a Firenze nel 2017 con lo scopo di tutelare l'architettura, l'arte e le eccellenze italiane attraverso grandi eventi di fund raising finalizzati a un singolo progetto ben determinato. In questo caso il ricavato dalla vendita dei biglietti del concerto, incluso nel cartellone delle celebrazioni per i mille anni dell’Abbazia, sarà devoluto alla realizzazione di una scultura, che sarà donata alla comunità di San Miniato e installata presso il complesso ecclesiastico.

L’intera serata è pensata come un flusso continuo tra musica, teatro e danza, scandito dalla voce narrante dell’attore Glauco Mauri, che attraverso alcuni episodi chiave ripercorrerà la storia di Firenze e dell’Abbazia di San Miniato degli ultimi mille anni. La musica seguirà lo stesso percorso, accompagnando gli spettatori in un viaggio dal Medioevo alla contemporaneità. Quest’ultima sarà rappresentata da un’opera inedita, scritta per l’occasione da Ian Cecil Scott, compositore fiorentino e direttore artistico dell’evento, eseguita in prima assoluta la sera del 21 giugno.

The Millennium Composition è costituita da quattro movimenti ispirati ai quattro elementi dell’universo: acqua, aria, terra e fuoco. Ciascun movimento è scritto secondo uno stile differente, in grado di evocare un luogo e una tradizione in particolare. L’acqua segue canoni orientali, con richiami a Cina, Giappone e Mongolia, l’aria ricorda la cultura yiddish e russa, il fuoco cita la cultura araba, mentre la terra parla il linguaggio dell’Occidente. Al termine di questo passaggio, i quattro temi si armonizzeranno, con un valzer viennese, diventando un unico movimento, e comunicando così un messaggio di pace e dialogo tra popoli, culture e percorsi diversi, eppure accordabili in un’unica melodia.

Ad aprire il concerto le musiche del Medioevo e del Rinascimento eseguite su antichi strumenti da Orpheus Ensemble. A seguire l’orchestra La Filharmonie, composta da 25 elementi e diretta dal Maestro Nima Keshavarzi, con Francesca Caligaris (soprano) e Antonia Fino (contralto), eseguirà musiche del repertorio classico, operistico e romantico, tra cui lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi, O babbino mio caro, aria dell’opera Gianni Schicchi di Giacomo Puccini, e il Trittico Botticelliano di Ottorino Respighi. Ad accompagnare la musica saranno le performance teatrali a cura di Medici Dynasty produzione teatrale, che ridaranno vita ad alcuni tra i maggiori avvenimenti del millennio.

Il viaggio nel tempo terminerà con l’esecuzione del Millennium Composition, seguita da una preghiera a cura dell’Abate Bernardo, a cui faranno seguito un canto gregoriano e una sorpresa per tutti i partecipanti.

Il concerto terminerà quando il sole tramonterà dietro le colline, nel giorno del solstizio d’estate, facendo scivolare la platea nella luce dei vespri, momento altamente simbolico per la comunità benedettina. Come ricordo della serata ogni spettatore riceverà una candela e un portacandele realizzato esclusivamente per l’occasione da Migone, in edizione limitata di mille pezzi.

Il costo del biglietto è di 35 euro più i diritti della prevendita. I biglietti sono disponibili online su BoxOffice (http://www.boxofficetoscana.it/event/millennium-sunset-concert/) e TicketOne (https://bit.ly/2ydIvXB) e nei rispettivi store, nonché direttamente a San Miniato al Monte, con la possibilità di acquistare gli ultimi biglietti all’ingresso fino alle ore 19 del giorno stesso del concerto.

18/06/2018 13:14 Non-profit in provincia di Firenze
Pergola, Niccolini, Mila Pieralli, Era
Sogno di una notte di mezza estate. Prima nazionale al Teatro Goldoni di Firenze
Dal 19 al 28 giugno debutta in prima nazionale al Teatro Goldoni di Firenze Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare con i ragazzi de L’Oltrarno diretti da Serdar Bilis.

“Con questo spettacolo – spiega il direttore artistico Pierfrancesco Favino – la Scuola di Formazione del Mestiere dell’Attore – L’Oltrarno porta a compimento il primo triennio del corso di recitazione che alle selezioni del 2015 ha visto oltre 600 partecipanti provenienti da tutte le regioni italiane. Tra tutti abbiamo scelto i ragazzi che vedrete in scena, credendo nel loro potenziale, sostenendoli e insegnando loro quotidianamente questo difficile mestiere che è il teatro”.

Sogno di una notte di mezza estate parla della gioventù, dei suoi desideri e sogni, ma anche delle frustrazioni che sperimenta nello scontro con le generazioni precedenti e con le vecchie tradizioni, con l’educazione e le regole della Città. L’oppressione politica, culturale e sessuale, cerca e trova una sua espressione in questo testo di Shakespeare.

Con Sara Bosi, Lorenzo Carcasci, Cecilia Casini, Giacomo Coen, Maria Costanza Dolce, Camille Dugay, Maziar Firouzi, Giulia Lanzilotto, Luca Massaro, Stefano Parrinello, Giovanni Toscano. Musiche eseguite da Samuele Strufaldi.

Una produzione Fondazione Teatro della Toscana, in collaborazione con Maggio Musicale Fiorentino.



Sogno di una notte di mezza estate presenta quel bivio cruciale della vita dove occorre prendere decisioni fondamentali per il futuro, proprio come quelle che saranno chiamati a operare Sara Bosi, Lorenzo Carcasci, Cecilia Casini, Giacomo Coen, Maria Costanza Dolce, Camille Dugay, Maziar Firouzi, Giulia Lanzilotto, Luca Massaro, Stefano Parrinello, Giovanni Toscano, gli studenti de L’Oltrarno alla vigilia del loro percorso professionale.

Nell’opera, diretta da Serdar Bilis in prima nazionale al Teatro Goldoni di Firenze dal 19 al 28 giugno e prodotta dalla Fondazione Teatro della Toscana, in collaborazione con Maggio Musicale Fiorentino, vengono continuamente contrapposti la rigidità del mondo della Città e la libertà della Foresta, il vecchio e il nuovo, il prosaico e il fantastico ed in particolare il vincolo del matrimonio e la libertà sessuale. Musiche eseguite da Samuele Strufaldi. Il testo, scritto nel 1596, appare come un’evidente satira del matrimonio: poiché fu creato proprio nell’occasione di nozze aristocratiche, possiamo supporre che Shakespeare si sia divertito a prendersi gioco dei codici sociali dell’epoca. Codici che da allora sono cambiati oppure no?

Scappando nella Foresta di Arden, i giovani del Sogno, si ritrovano incantati dalle sue infinite possibilità e si imbarcano in un viaggio alla scoperta di sé; tuttavia la sfida dei fondamenti e dei capisaldi della società che li circonda metterà a repentaglio le loro vite.

Nonostante ciò, questa è una commedia, e come tale ha un lieto fine o meglio, ironico. Shakespeare qui, come in molti dei suoi lavori, ci lascia scorgere un barlume della visione di ciò che è sepolto nelle profondità della nostra coscienza, a noi decidere se si è trattato di un sogno o della realtà.



Spiega il direttore artistico Pierfrancesco Favino: “Con questo spettacolo la Scuola di Formazione del Mestiere dell’Attore – L’Oltrarno porta a compimento il primo triennio del corso di recitazione che alle selezioni del 2015 ha visto oltre 600 partecipanti provenienti da tutte le regioni italiane. Tra tutti abbiamo scelto i ragazzi che stasera vedrete in scena, credendo nel loro potenziale, sostenendoli e insegnando loro quotidianamente questo difficile mestiere che è il teatro, come in una vera bottega artigiana, dando loro la possibilità di affermare la propria esistenza per trovare il loro linguaggio e la loro verità, preparandoli infine ad affrontare il mondo del lavoro non per sopravvivere ad esso ma per cambiarlo. Questo è e rimane il nostro obiettivo per i corsi che verranno: creare una nuova generazione di attori che vadano a rinforzare le fila del teatro italiano, rendendolo competitivo a livello internazionale. Come ho già avuto modo di ricordare in diverse occasioni, credo che investire nella formazione dei giovani sia investire su di noi e che la qualità fa la differenza. Il mio desiderio per questi ragazzi e per quelli che verranno, è che domani siano accanto a me su quel palcoscenico e che siano anche più bravi. A voi che ci sostenete va il mio ringraziamento, per averci aperto le porte di questa città e soprattutto di questo quartiere, dandoci una casa per realizzare i nostri sogni”.

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
di William Shakespeare
con Sara Bosi, Lorenzo Carcasci, Cecilia Casini, Giacomo Coen, Maria Costanza Dolce, Camille Dugay, MaziarFirouzi, Giulia Lanzilotto, Luca Massaro, Stefano Parrinello, Giovanni Toscano
musiche eseguite da Samuele Strufaldi
preparazione vocale Susan Main e Alice Bologna
coreografie Carlotta Bruni
canto Gabriele Foschi
scene e luci Loris Giancola
macchinista Cristiano Caria
allievo scenografa Teresa Fano
regia Serdar Bilis



Biglietti
Intero 10€
Ridotto Under26 5€

Biglietteria di prevendita

Teatro della Pergola

Via della Pergola 30, Firenze

055.0763333 – biglietteria@teatrodellapergola.com

Dal lunedì al venerdì: 9:30 / 18:30 – sabato 9:30 / 13:30 – domenica chiuso

Circuito Boxoffice Toscana e online su www.ticketone.it/sogno-di-una-notte-di-mezza-estate-biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages/tickets&fun=artist&action=tickets&erid=2215798

Biglietteria serale
Al Teatro Goldoni a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.
18/06/2018 13:36 Pergola, Niccolini, Mila Pieralli, Era
Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
6° edizione di Toscana Arcobaleno d’Estate
Taglio del nastro giovedì 21 al Giardino delle Rose di Firenze. Tra gli eventi clou: la cena sul Ponte di Mezzo a Pisa,il concerto di Loredana Bertè a Livorno, l’itinerario del gusto all’Anfiteatro romano di Arezzo. Tutti gli eventi su www.arcobalenodestate.it

I partecipanti al primo blogtour di Arcobaleno racconteranno l’estate toscana sui social

Il conto alla rovescia è iniziato. Tutto pronto per la 6° edizione di Toscana Arcobaleno d’Estate, l’iniziativa promossa dalla Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana, ANCI e EBITT - Ente Bilaterale Turismo Toscano in collaborazione con i media partner QN-La Nazione e Il Telegrafo, per lanciare ufficialmente la stagione estiva. L’edizione 2018 si terrà dal 21 al 24 giugno, un lungo weekend di festa dedicato ai turisti e ai toscani che avranno l’opportunità di testare il meglio dell’offerta regionale. Il cartellone comprende concerti, degustazioni, mostre con particolare attenzione alle eccellenze toscane, dalle bellezze culturali e paesaggistiche ai prodotti enogastronomici. I dettagli per ciascun evento, oltre alle offerte create ad hoc per l’Arcobaleno dai gestori di strutture ricettive, ristoranti e stabilimenti balneari, sono consultabili sul sito www.arcobalenodestate.it anche su mappa georeferenziata. “La prima cosa bella” è il tema dell’edizione 2018 di Toscana Arcobaleno d’Estate. Il filo conduttore di questa 6a edizione sarà la ricerca di tutte le “prime cose belle” della Toscana: dal fascino della natura alla convivialità del buon cibo locale, genuino e sostenibile, nell’anno della sua celebrazione nazionale.

GLI EVENTI TOP – Il grand opening si terrà giovedì 21 giugno ore 19 al Giardino delle Rose di Firenze che ospiterà la cerimonia di inaugurazione di Toscana Arcobaleno d’Estate 2018 alla presenza delle autorità e degli organizzatori (evento ad invito). La serata - organizzata da Confcommercio Firenze con Unione Regionale Cuochi Toscani e AIS Toscana - potrà essere seguita in diretta su Radio Toscana, la Radio partner di Arcobaleno d’Estate. Venerdì 22 l’appuntamento da non perdere è a Pisa per la Cena d'Estate sul Ponte di Mezzo organizzata da Confcommercio Pisa e ConfRistoranti insieme alla Camera di Commercio con il patrocinio del Comune. Un'occasione unica per festeggiare l'avvio della stagione più calda dell'anno in una location esclusiva (costo 35 euro, prenotazione su www.arcobalenodestate.it o presso Confcommercio Pisa Tel. 050/25196). Sabato 23 l’evento clou sarà il Concerto di Loredana Berté alla Rotonda di Ardenza a Livorno. Sul palco, nel suggestivo scenario della Rotonda, Loredana Bertè si esibirà sulle note del suo repertorio stellare. Ci sarà spazio anche per l’ultimo singolo “Non ti dico no” realizzato insieme ai Boomdabash (ingresso libero). In città il gusto farà da filo conduttore con bar e ristoranti Confcommercio e Confesercenti che proporranno speciali menù Arcobaleno a prezzi super. Il weekend Arcobaleno chiuderà domenica 24 giugno ad Arezzo con l’Aperitivo d'Estate nell'Anfiteatro Romano, un percorso enogastronomico all’insegna di gusto, arte e cultura. L’iniziativa curata da Confcommercio Arezzo è realizzata con il patrocinio del Polo Museale della Toscana e del Comune di Arezzo, il contributo di Ubi Banca, la collaborazione di Associazione Ristoratori, Macellai, Panificatori, Pizzerie Aretine e quella dei Cuochi e dei Sommelier AIS Toscana (info: teameventi@confcommercio.ar.it Tel. 3316466780).

IL BLOGTOUR - In occasione di Toscana Arcobaleno d’Estate, Fondazione Sistema Toscana organizza il blogtour #laprimacosabella. Il gruppo è formato da una “family blogger” che visiterà la Toscana con una speciale attenzione a chi viaggi con i bambini; una “lifestyle blogger” che affronterà il racconto con un taglio pop; un fotografo e un videomaker che si concentreranno nel catturare i colori dell’arcobaleno nelle varie tappe. Il racconto confluirà sui canali social di VisitTuscany ITA, intoscana.it, Vetrina Toscana e sui canali ufficiali di Arcobaleno d’Estate. L’iniziativa sarà eccezionalmente raccontata anche attraverso il profilo twitter di Italia.it che offrirà all’Arcobaleno un’ulteriore ribalta nazionale. Il 21 giugno il tour parte da Palazzo Strozzi, con le due mostre “The Florence Experiment” e “Nascita di una Nazione”. A seguire, al Giardino delle Rose per l’inaugurazione della manifestazione. Il 22 giugno il gruppo si sposterà a Lucca per una visita ai sotterranei delle mura, al giardino botanico e per un incontro con il direttore della casa natale di Puccini. Nel pomeriggio visita a cura di ConfGuide di Pisa in Piazza dei Miracoli e infine l’affascinante cena sul Ponte di Mezzo. Il 23 giugno a Livorno previsti: giro in battello, sosta al mercato e infine cooking lesson, con la preparazione del Cacciucco. In serata il concerto di Loredana Bertè. Il 24 giugno il viaggio prosegue alle Terme di Rapolano e si conclude ad Arezzo, con un tour guidato del centro storico e il gran finale del weekend, l’aperitivo-evento all’Anfiteatro romano. Una serata all’insegna delle specialità enogastronomiche e della cultura, con intrattenimento musicale e le visite guidate del Museo e dell’Area Archeologica.

RADIO TOSCANA E’ PARTNER - Anche quest'anno Radio Toscana è con Arcobaleno d’Estate con una selezione musicale, una playlist studiata ad hoc per accompagnare l'evento. Ascoltatori, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, associazioni e tutti coloro che aderiscono all’iniziativa sintonizzandosi su Radio Toscana (Fm 104.7 e 88) potranno avere una colonna sonora speciale che coinvolgerà tutta la regione. Sempre per la stessa collaborazione, sul palco di Livorno il 23 giugno, sarà ospite del concerto la band “Bangcock” vincitrice del Music Campus, contest fiorentino per band emergenti promosso da Radio Firenze, sempre del gruppo Radio Toscana, in collaborazione con Librerie Universitarie.
18/06/2018 15:35 Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
Regione Toscana
L'assessore Grieco firma due accordi per rafforzare il sistema della formazione e dell'accesso al lavoro
Un duplice patto tra Regione, Camere di Commercio toscane ed Ufficio scolastico regionale per coordinare e rafforzare il sistema della formazione e dell'accesso al lavoro.
E' questo in sintesi il significato dei due protocolli d'intesa siglati in Regione oggi, lunedì 18 giugno, dall'assessore regionale ad Istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco: il primo ha coinvolto il sistema camerale con firma apposta dal presidente di Unioncamere Toscana, Riccardo Breda, mentre il secondo è stato sottoscritto dal direttore dell'ufficio scolastico regionale, Domenico Petruzzo.

"Sono due atti che riguardano ambiti diversi ma che hanno un'unica finalità: quella di favorire tutte le sinergie che possono allargare l'offerta formativa e renderla più efficiente e meglio connessa al mondo del lavoro", ha spiegato l'assessore Cristina Grieco. "Con il sistema camerale mettiamo in rete competenze, servizi, azioni diverse su terreni come l'alternanza scuola lavoro, l'incontro domanda-offerta di lavoro, la creazione di impresa. Con l'Ufficio scolastico, invece, proseguiamo un percorso già ben avviato per inserire nei 54 istituti professionali della Toscana i nostri percorsi di Istruzione e formazione professionale (Iefp, ndr) al fine di rendere sempre più vicino l'apprendimento formale e quello pratico e di avvicinare istruzione e formazione al mondo del lavoro".

In relazione alle attività congiunte tra Regione ed Unioncamere, il presidente di Unioncamere Toscana, Riccardo Breda, ha precisato: "La Camera di Commercio può fornire informazioni puntuali sui fabbisogni occupazionali e professionali delle imprese per allineare maggiormente i profili in uscita dalla scuola ai bisogni reali del mondo del lavoro".

In merito al protocollo firmato con l'Ufficio scolastico regionale, il direttore, Domenico Petruzzo, ha affermato: "Questo protocollo corona un lungo cammino che abbiamo fatto con la Regione. E' da tempo che la formazione professionale e gli istituti professionali necessitavano di una sistematizzazione. Con questo documento costruiamo sostanzialmente tre percorsi. Il primo offre la possibilità di svolgere la formazione professionale all'interno degli istituti, il secondo garantisce la possibilità di svolgerla presso i soggetti accreditati, il terzo dà la possibilità a chi vuole scegliere o l'uno o l'altro percorso di completarlo, volendo, con il diploma".


L'accordo Regione-Unioncamere per formazione, lavoro e apprendimento permanente
Con la riforma delle Camere di Commercio e con il Piano nazionale Industria 4.0, alle Camere di Commercio sono state attribuite nuove funzioni, in materia di orientamento, certificazione delle competenze, incontro domanda-offerta di lavoro e creazione di impresa. Si tratta di funzioni che intersecano le competenze, i servizi e le azioni della Regione Toscana. Finalità del protocollo d'intesa sottoscritto oggi è quella di coordinare servizi e azioni di Regione e Camere di Commercio, di fare squadra per offrire ai cittadini e alle imprese toscani un insieme integrato di opportunità e strumenti.
Gli ambiti di attività congiunta inseriti nel documento sono numerosi: dall'alternanza scuola lavoro all'incontro tra domanda e offerta di lavoro, dalla ricerca dei fabbisogni formativi e professionali al sostegno alla creazione di impresa.
In questi e altri settori il protocollo stabilisce le aree di intervento e i modi in cui Regione e Camere di Commercio possano integrarsi e, in caso, interagire.
Nell'ambito dell'incontro tra domanda e offerta, per esempio, la Regione mette a disposizione il catalogo dell'offerta formativa pubblica per conoscere in tempo reali i corsi cui ci si può iscrivere la Camera di Commercio informazioni puntuali sui fabbisogni occupazionali e professionali delle imprese.
In materia di sostegno alla creazione di impresa la Regione, attraverso i centri per l'impiego, offre una consulenza orientativa indicando gli strumenti e le agevolazioni che possono supportare l'idea imprenditoriale, la Camera di commercio supporta la scelta offrendo servizi informativi e formativi legati alla forma giuridica, agli adempimenti da svolgere per dar vita all'impresa.

L'accordo Regione- Ufficio scolastico per la realizzazione di corsi Iefp
I percorsi di IefP sono percorsi di studio e formazione gratuiti, alternativi alla scuola superiore. Possono essere scelti dai ragazzi che vogliono conseguire una qualifica professionale subito spendibile, imparando dagli esperti in classe, in laboratorio e in azienda.
In virtù dell'accordo stipulato oggi tra Regione Toscana e Ufficio scolastico regionale questi corsi possono essere tenuti anche negli istituti professionali statali della Toscana così come è avvenuto negli ultimi anni grazie alla sottoscrizione di altri due documenti analoghi.
Il rinnovato accordo, che coinvolge il progetto regionale Giovanisì, stabilisce dunque in che modo la formazione professionale regionale e l'istituzione scolastica possono interagire raccordando e integrando i due sistemi.
I percorsi Iefp prevedono una durata di 3 o di 4 anni e permettono di ottenere una qualifica professionale. I corsi possono essere attivati in una gamma che comprende ben 22 settori: si va dalla ristorazione (cuochi, camerieri, ecc.) al benessere (acconciatore estetista), dalla meccanica alla multimedialità.
18/06/2018 15:12 Regione Toscana
Comune di Cerreto Guidi
Festa della Musica 2018
Cerreto Guidi partecipa giovedì 21 giugno 2018 alla Festa della Musica, la grande manifestazione che si svolge in coincidenza con il solstizio d’estate.

La Festa, a carattere europeo, è organizzata dal Comune di Cerreto Guidi in collaborazione con l’Accademia Musicale M.M.I. di Cerreto Guidi.

L’evento si terrà giovedì 21 giugno, alle ore 21.00, presso la Palazzina dei Cacciatori.

Nel corso della serata si esibiranno gli allievi e i musicisti collaboratori delle Accademie Musicali M.M.I.- Muzika ACSD della Toscana.

La bella e festosa iniziativa è aperta alla partecipazione di tutti.
18/06/2018 09:30 Comune di Cerreto Guidi
Comune di Empoli
Empoli. Il Premio Pozzale si rinnova tornando alle origini. Ci sarà anche una giuria popolare
Il Premio Letterario Pozzale Luigi Russo cerca di rinnovarsi tornando in qualche modo alle sue origini e proponendo alcune novità significative.

La prima novità riguarda il coinvolgimento dei cittadini con la nascita di una giuria popolare che si affiancherà a quella che da sempre costituisce il fulcro del premio.

Oltre a ciò, la serata della premiazione della premiazione si svolgerà non più a metà luglio, in uno dei giovedì degli eventi estivi serali, bensì a novembre. Un cambiamento che ha proprio l’obiettivo di coinvolgere maggiormente la città dando modo ai lettori di partecipare ad un ciclo di incontri dedicati ai tre libri vincitori, selezionati dalla giuria di esperti e individuati all'interno della rosa dei libri in concorso.

SINDACO - «Ringrazio il comitato organizzatore per l’impegno che ha messo nei mesi che abbiamo alle spalle nella redazione di una nuova versione dello Statuto del premio. Questo percorso, che ora passerà all’esame del consiglio, - dichiara il sindaco Brenda Barnini - nasce dalla volontà di riportare il Premio Pozzale ad essere più vicino alla comunità empolese. Sono tante le occasioni in cui i cittadini empolesi dimostrano di essere sensibili e appassionati lettori. È giusto che il nostro prestigioso premio letterario veda pertanto più protagonista la città».

COMITATO - «Il Premio Pozzale e la città di Empoli hanno una storia lunga 70 anni e 66 edizioni, una storia costellata di innamoramenti, litigi, separazioni e rinnamoramenti. Il Comitato Organizzatore – spiega Matteo Bensi, segretario di questo organismo – ha la funzione di collante tra il premio e la città e la esercita attraverso formule ogni anno diverse e innovative. Quest'anno il Comitato ha deciso di dare una straordinaria opportunità ai lettori empolesi, che per la prima volta potranno assegnare ad una delle opere vincitrici indicate dalla Giuria la menzione speciale "Selezione dei lettori". Da luglio a novembre saranno molte le occasioni di incontro con la cittadinanza e di presentazione dei libri vincitori, abbiamo bisogno della partecipazione di tutti perché il Premio e la città possano davvero festeggiare i loro primi 70 anni insieme. E' una scommessa, che celebra un importante traguardo e che siamo sicuri di vincere. Buon lettura a tutti e viva il Premio Pozzale!».

Dunque la premiazione finale è già stata fissata per sabato 10 novembre.

Intanto la giuria del premio formata da Carla Bagnoli, Roberto Barzanti, Remo Bodei, Laura Desideri, Giuliano Campioni, Giuseppe Faso, Giacomo Magrini,Cristina Nesi, Alessandra Sarchi, Biancamaria Scarcia, Matteo Bensi (Segretario del comitato) si riunirà nei primi giorni di luglio per individuare, tra le opere pubblicate nella produzione italiana dal 16 aprile 2017 al 15 aprile 2018, quelle più significative che traggono linfa dai medesimi valori su cui si è fondato il Premio, nato nel 1948, all'indomani della guerra. Il libero confronto delle idee, il pieno riconoscimento della pluralità delle espressioni culturali, sociali e istituzionali, nel rispetto dello spirito popolare che è stato alla base della nascita del Premio costituiscono elemento essenziale per le opere in concorso segnalate dalla giuria.

Dunque al termine dei lavori emergeranno tre titoli vincitori.

Ad uno dei tre autori segnalati dagli esperti sarà inoltre assegnata, sulla base delle proprie preferenze, una targa di menzione speciale "Selezione dei lettori" .

Per votare ed entrare a far parte della giuria popolare sarà possibile utilizzare un form sul sito web del Premio Pozzale (www.premiopozzale.it) dove sarà possibile anche inserire, se si desidera, una recensione a partire dal 6 di Luglio.

La scadenza per partecipare è il 31 ottobre 2018.

Anche le scuole potranno essere protagoniste o come gruppo classe o come singoli studenti.

Infine lo Statuto del premio è stato aggiornato dal Comitato organizzatore e quindi nelle prossime settimane sarà avviato l'iter amministrativo con le Commissioni consiliari Cultura e Affari Generali e quindi passerà all’approvazione di tutto il Consiglio Comunale.
18/06/2018 17:04 Comune di Empoli
Comune di Scandicci
In arrivo a Scandicci 40 nuove case per giovani famiglie, con patti di futura vendita o affitti agevolati
Verranno ultimati entro l'autunno in via della Pieve a Scandicci 40 alloggi di nuova costruzione, l'80 percento dei quali sarà riservato a giovani sotto i 40 anni per la loro autonomia familiare: 22 delle 40 case saranno affittate a canoni agevolati, mentre le altre 18 potranno essere acquistate con patti di futura vendita a prezzi inferiori a quelli di mercato per appartamenti nuovi. Gli alloggi sono realizzati da InvestiRE SGR Spa, società di gestione del fondo di investimento immobiliare etico "Fondo Housing Toscano"; come previsto dalla convenzione i beneficiari saranno individuati con procedura pubblica dal Comune di Scandicci. Gli interessati possono partecipare al Bando che sarà pubblicato dall'Amministrazione Comunale dal 10 settembre fino al 10 ottobre 2018, ma nel frattempo hanno la possibilità di chiedere informazioni riguardo ai requisiti e alle modalità di partecipazione, di verificare la propria posizione economica e reddituale, e infine di valutare e prendere una decisione in merito. “E' un'opportunità per i giovani che vogliono rendersi indipendenti e iniziare a costruirsi un futuro come famiglia – dice il Sindaco Sandro Fallani – sappiamo che uno dei maggiori problemi della nostra società in questo momento è proprio quello della casa e dell'indipendenza familiare per i giovani, anche per le coppie con due persone che lavorano; questa è una prima risposta concreta rivolta sia a chi è deciso ad orientarsi verso un affitto, sia invece a chi preferisce acquistare la casa ma non ha immediata possibilità di farlo”.

Per l'acquisto di uno degli alloggi con patto di futura vendita il nucleo familiare deve versare all'inizio una caparra confirmatoria del 10 percento del costo, prendere possesso dell'immobile, e in seguito per otto anni pagare un fisso mensile - costituito da una parte di affitto agevolato e da una rata di acquisto - il cui 50 percento sarà accantonato come anticipo sul valore della casa; all'ottavo anno la famiglia avrà già pagato circa il 25% del valore dell'immobile e procederà con il contratto d'acquisto definitivo, pagando (e quindi eventualmente chiedendo al massimo un mutuo di circa il 75 percento dell'importo) la parte restante.

Solo a titolo esemplificativo, nel caso di un appartamento di tre vani con balcone, posto auto coperto e soffitta il costo sarà pari a 209.677 euro oltre iva e spese; sarà quindi prevista una caparra confirmatoria di 20.966 euro (non soggetta ad Iva) e un fisso mensile di 607,76 euro più Iva; dopo otto anni, alla stipula del contratto definitivo, saranno già stati pagati 50.138 euro.


L'opzione affitto agevolato prevede invece un contratto iniziale 3+2, con canone mensile pari al valore minimo fissato dai patti territoriali, così come già avviene per altri alloggi di edilizia residenziale sociale nel territorio. Prendendo ad esempio il solito appartamento citato prima (tre vani con accessori), l'affitto sarebbe pari a 544,84 euro al mese. I costruttori dell'immobile sono vincolati a destinare i 22 alloggi ad affitto agevolato per 25 anni.


Nel caso che per mancanza di richieste i 18 alloggi destinati al patto di futura vendita non vengano tutti utilizzati per questa finalità, la parte restante dovrà essere messa in affitto per un periodo minimo di 15 anni, con un canone pari al valore medio fissato dai patti territoriali.


I quaranta appartamenti rientrano in un intervento edilizio di un totale di cinquanta alloggi, costruiti in un complesso pensato secondo i principi dell'housing sociale.

Il soggetto attuatore dell’intervento è il Fondo Housing Toscano, fondo immobiliare etico partecipato dal Fondo nazionale di Investimento per l’Abitare (Fia), il cui principale azionista è la Cassa Depositi e Prestiti. Sono quotisti del fondo anche le Fondazioni bancarie delle Casse di Risparmio di Firenze, Prato, Pistoia e Livorno, la Regione Toscana, Unipol banca, l’Istituto di Sostentamento del Clero della Diocesi di Firenze (soggetto che ha apportato l’area oggetto dell’intervento al fondo) e le cooperative di Abitazione. Il Fondo è gestito dalla società di gestione del risparmio InvestiRE SGR S.p.A. di Roma, che opera in ambito nazionale nel settore dell’housing sociale, che ha individuato come advisor locale tecnico sociale del Fondo, nonchè gestore sociale, la società Abitare Toscana.


Tutte le informazioni riguardanti il futuro bando sul sito www.comune.scandicci.fi.it, all'indirizzo email bandoabitare@comune.scandicci.fi.it , e al Punto Comune del Municipio di Scandicci (primo piano, ingresso dalla terrazza pensile, aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle 8 alle 18,30 e il sabato mattina dalle 8 alle 12,45), dove eventualmente è possibile anche prendere appuntamento con l'Ufficio Casa che gestirà il bando.

L'intervento è stato presentato nella mattina di lunedì 18 giugno 2018 dal Sindaco Sandro Fallani, dal Project Manager di Investire Alessandro Boscarini, da Paolo Boleso di Investire, dal Gestore sociale di Abitare Toscana Tancredi Attinà, dal progettista Duccio Chimenti di Sinter, dal Responsabile investimenti Fia di Cassa Depositi e Prestiti Matteo Mazzotti e dal Direttore generale della Fondazione Cr Firenze Gabriele Gori.


“Vorrei evidenziare come le finalità del fondo Fht (modello innovativo per affrontare il bisogno regionale abitativo e sociale) possono essere concretamente conseguite quando si realizza efficacemente il gioco di squadra fra pubblico e privato”, ha detto Tancredi Attinà, General Manager di Abitare Toscana.


"Fondazione CR Firenze – ha dichiarato il Direttore Gabriele Gori – è particolarmente felice di questo intervento perché si inserisce nei nostri progetti di rigenerazione urbana attraverso la ristrutturazione, messa a norma e in sicurezza di spazi di socialità. La nostra partecipazione al Fondo Housing Toscano consentirà infatti l’inserimento sul mercato, nei prossimi anni, di quasi 300 nuovi appartamenti. Oltre ai 40 che sono ricavati da questo immobile ricordo infatti gli 80 appartamenti che nasceranno dalla ristrutturazione del ‘Casone’ di via dell’Osteria, alle Piagge, di cui sono appena cominciati i lavori e i 170 che nasceranno dal recupero dell’ immobile ex Margheri a Sesto Fiorentino. Ricordo anche che nell’housing sociale, dal 2010 ad oggi, la Fondazione ha deciso di investire circa 12 milioni di euro nel Fondo Housing Toscano e ha erogato contributi complessivamente per oltre 4 milioni e mezzo di euro, che hanno consentito il recupero di oltre 700 appartamenti di proprietà comunale o della Fondazione Comitato Case uso Indigenti con cui da anni abbiamo una proficua collaborazione. Quella della Fondazione è dunque una strategia di ampio respiro che si attua anche attraverso bandi mirati come quello intitolato ‘Paesaggi comuni’ di cui abbiamo appena annunciato i vincitori e che, in collaborazione col Comune di Firenze e con la Fondazione Angeli del bello, vuole rivitalizzare le aree verdi pubbliche di Firenze''.
18/06/2018 14:12 Comune di Scandicci
Comune di Figline e Incisa Valdarno
Giovedì di Shopping: a Figline negozi aperti e cocomerata
Arriva l’estate e i commercianti del centro di Figline animano piazza Marsilio Ficino con l’evento Shopping a lume di candela, in programma giovedì 21 giugno. Sarà un’occasione per trascorrere una serata nel centro di Figline e scoprire i prezzi vantaggiosi che per l’occasione saranno applicati da tutti i negozi del centro.

E per concludere la serata cocomero per tutti.

Per essere sempre aggiornato sugli eventi di Figline e Incisa visita www.fiv-eventi.it oppure iscriviti a WhatsFiv inviando un messaggio con scritto “Attiva news Fiv” al 377.1957110.
18/06/2018 13:27 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Firenze
L’ex caserma Cavalli diventa ‘hub digitale’
Nuova vita all’ex caserma Cavalli che diventa ‘hub digitale’, con 526mila per riqualificare tutta l’area di piazza del Cestello. È il ‘pacchetto’ legato alla convenzione per l'attivazione della scheda del regolamento urbanistico dell’ex caserma Cavalli che ha avuto oggi il via libera del Consiglio comunale, dopo l’ok della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini.

“Un intervento importante – ha detto l’assessore Bettarini - perché trasforma il grande contenitore vuoto nel cuore dell’Oltrarno in un luogo di incontro e di futuro, mettendo a disposizione anche le risorse per la risistemazione di piazza del Cestello, dei campetti di piazza Tasso e del giardino dell’ex Gasometro”.

La somma dovuta a titolo di compensazione è di 526mila euro che saranno destinati a una serie di interventi. In particolare, 179mila euro al rifacimento della pavimentazione in lastrico della carreggiata di piazza del Cestello; 45mila euro per la realizzazione di percorso pedonale protetto pavimentato in lastrico lungo la direttrice del lungarno Soderini; 150mila euro per il rifacimento della pavimentazione in lastrico dei marciapiedi di piazza, via e vicolo del Tiratoio; 22mila euro per il rifacimento della pavimentazione in lastrico dei marciapiedi di via del Piaggione; 90mila euro per la riqualificazione dei campetti di calcio e pallavolo di piazza Tasso con nuove recinzioni, nuova pavimentazione in gomma, ripristino dei percorsi pedonali e manutenzione del verde; 40mila euro per la riqualificazione del giardino dell’ex Gasometro con nuovi cancelli e illuminazione, percorsi pedonali e miglioramento funzionale. (sc)
18/06/2018 22:04 Comune di Firenze
Comune di Firenze
Perde il controllo dello scooter nel sottopasso di viale Strozzi, 25enne fiorentino in ospedale
Perde il controllo dello scooter che stava guidando nel sottopasso di viale Strozzi riportando gravi ferite. Si tratta di un fiorentino 25enne che sabato notte è stato coinvolto in un incidente la cui dinamica è al vaglio della Polizia Municipale. Sul posto è infatti intervenuta una pattuglia del distaccamento di Rifredi. Il conducente stava percorrendo il sottopasso di viale Strozzi verso piazza della Libertà quando, nel tratto ascendente, per cause da accertare ha perso il controllo del veicolo urtando contro il new jersey sul lato destro. Il giovane è stato sbalzato dal mezzo cadendo violentemente sull’altra corsia. È stato portato all’ospedale in condizioni gravi e sottoposto a un intervento chirurgico. Sono stati richiesti anche accertamenti per la rilevazione del tasso alcolemico nel sangue. Dai controlli effettuati dagli agenti è emerso che il conducente aveva la patente revocata da giugno 2015. La Polizia Municipale ascolterà due testimoni per ricostruire la dinamica dell’incidente. (mf)
18/06/2018 15:09 Comune di Firenze
Comune di Firenze
Firenze. Il corpo la luce il suono
Da mercoledì 20 giugno, negli spazi de LE MURATE.PROGETTI ARTE CONTEMPORANEA, in Piazza delle Murate a Firenze, avrà inizio “IL CORPO/LA LUCE/IL SUONO” – X rassegna multimediale di opere prodotte da giovani artisti internazionali e nell’ambito delle attività del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali con la direzione artistica di Alfonso Belfiore (ingresso libero). La rassegna è sottotitolata Nuove esperienze artistiche, Astana / New York / Teheran, un incontro a Firenze, evidenziando gli sviluppi notevoli che ha avuto quest’anno l’attività di Segni Digitali e il Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali, portando un programma di oltre 70 opere multimediali di vario genere e con varie tecnologie. La rassegna si articolerà fino a sabato 23 giugno ed è promossa dal Conservatorio di Musica Luigi Cherubini di Firenze in collaborazione con MUS.E–Musei/Eventi Firenze, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, Caffè Letterario °Le Murate, l’associazione culturale Fiesolearte, Noyss, l’Istituto Internazionale Arte e Tecnologia e MediaLab.

Il corpo/la luce/il suono, quest’anno giunto alla sua decima edizione, è un progetto multimediale che propone opere della musica tecnologica, interattiva e dell’arte visiva di autori e compositori internazionali insieme ad opere realizzate presso il Centro Multimediale del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali/Scuola di Musica Elettronica. Il Conservatorio Cherubini di Firenze, guidato dal Presidente Pasquale Maiorano e dal Direttore Paolo Zampini, ha una lunga storia nell’ambito della ricerca tecnologica e nella sperimentazione dei nuovi linguaggi musicali dando vita per primo in Italia, fin dagli anni sessanta, a queste importanti attività, grazie a Pietro Grossi, di cui lo scorso anno abbiamo celebrato il centenario della nascita dando il suo nome alla Sala dei Concerti del Conservatorio Cherubini. Oggi la rassegna, con la sua particolare attenzione alle nuove tecnologie ed ai nuovi linguaggi espressivi, è un importante stimolo e contributo alla crescita culturale e artistica della città.

Il progetto è costituito da diversi nuclei quali una serie di concerti, workshop con performance e installazioni multimediali, il tutto si svolge a Firenze presso gli spazi de Le Murate.Progetti Arte Contemporanea e del Caffè Letterario °Le Murate.

Quest’anno la rassegna si caratterizza con una tripla polarità incentrata sulle esperienze tecnologiche e artistico musicali guardando verso Astana, New York e contemporaneamente verso Tehran. L’esperienza iraniana è vissuta attraverso la partecipazione alla rassegna delle opere selezionate e vincitrici del festival Reza Korourian Award, presentate da Mehdi Jalali compositore e direttore artistico del festival e direttore di Yarava Music Group e alla partecipazione di circa 20 opere di diversi altri compositori iraniani che ci consentiranno di comprendere il quadro attuale della ricerca espressiva e tecnologica nella musica in Iran. Fondamentale per questo progetto è stato il contributo della musicista Gelareh Soleimani Lavasani già vincitrice della prima edizione del festival RKC e dell’Associazione culturale 8 ARTI.

Astana, capitale del Kazakistan, è stata l’occasione per aprire un corridoio verso il futuro, questa importantissima cooperazione è nata con la commissione ad Alfonso Belfiore, da parte di Aiman Mussakhajayeva, violinista di fama internazionale e Rettore dell’Università Nazionale delle Arti del Kazakistan ad Astana, e del Ministero della Cultura del Kazakistan, di un’opera di Visual Art Interattiva intitolata “I segni dell’arte” eseguita per tutta la durata del concerto multimediale per il 20° anniversario della fondazione dell’Università, tenutosi ad Astana nel prestigioso e gigantesco Auditorium, Concert Hall Building, il 18 maggio scorso, alla presenza del Presidente della Repubblica del Kazakistan, Nursultan Nazarbaev. Alfonso Belfiore ha curato il progetto e la realizzazione artistica guidando un team di studenti ed ex studenti del dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali, lavorando a Firenze e ad Astana conseguendo un prestigioso risultato per il Conservatorio di Firenze. Aiman Mussakhajayeva, rettore dell’Università delle Arti di Astana e Paolo Zampini, direttore del Conservatorio Cherubini di Firenze, hanno stipulato un memorandum per una collaborazione futura tra le due istituzioni che vedrà coinvolti studenti e docenti.

L’esperienza americana è vissuta invece attraverso la collaborazione con la New York University ed Esther Lamneck, straordinaria interprete di tarogato e clarinetto sempre a stretto dialogo con le tecnologie più avanzate, che condurrà un seminario dedicato ai giovani compositori che usano tali tecnologie. Di grande importanza è la collaborazione ormai storica con la New York University, con cui da diversi anni, grazie a Florence to New York Project, progetto sviluppato in stretta collaborazione tra Conservatorio e NYU, opere realizzate nell’ambito di Segni Digitali/Laboratorio per la produzione multimediale e tecnologica del Conservatorio di Firenze sono eseguite a New York dal NYUNME (New York University New Music Ensemble) diretto da Esther Lamneck, offrendo così ai nostri giovani compositori una piazza di grande stimolo culturale per la musica contemporanea, quale è New York ma altrettanto importante è la frequentazione dei nostri giovani con i grandi autori americani coinvolti nel festival Diffrazioni, altra importantissima attività svolta da Segni Digitali che, quest’anno, a dicembre, vedrà la sua terza edizione internazionale coinvolgendo artisti da tutto il mondo.

Il corpo/la luce/il suono... è un cantiere per nuovi linguaggi artistici, che si sviluppa tra poesia e tecnologia creando uno spazio dove, nuovi strumenti, nuovi scenari e profonde emozioni interiori si incontrano e si fondono avvolgendo non solo gli artisti ma anche gli spettatori. In questa nona edizione una rete di sequenze musicali, visive, mimiche e luminose stimoleranno le possibilità immaginative degli spettatori e degli artisti coinvolti e saranno utilizzate per nuove sperimentazioni con particolare cura all'interazione e interpolazione dei singoli elementi. Questo lavoro porta verso un'integrazione espressiva in grado di indagare nuovi mondi interiori e di avvolgere e indurre gli spettatori verso un'esperienza di vita più che verso una semplice fruizione. Infatti, il progetto, ha il preciso obiettivo di contribuire a veicolare l’arte contemporanea con il supporto di workshop, incontri con gli autori e seminari tematici, cercando di entrare in contatto con la realtà fiorentina ed internazionale su cui interviene apportando un prezioso contributo.
L’obiettivo che muove questo importante evento culturale è stabilire un confronto tra il patrimonio culturale musicale e le arti in tutte le declinazioni possibili e favorire un dialogo tra identità locali e internazionali, tra eccellenze culturali e sperimentazioni dei linguaggi dell’arte contemporanea. Il ftival è una via di apertura del corpo dai vincoli di tempo e spazio reali ed è un’esperienza per uscire dall’ambiente fisso del palcoscenico, per entrare in un luogo non fisico e immateriale quale è lo schermo, per esplorare altri spazi, altri tempi, altri suoni, altri gesti. Ciò che rende unico questo evento è la capacità di emozionare con la tecnologia e di utilizzarla anche per ampliare i confini dell'arte.
La rassegna avrà inizio mercoledì 20 giugno alle 19, negli spazi de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, con l’inaugurazione della mostra delle installazioni multimediali e un breve concerto multimediale inaugurale alle 19.30 a cui seguirà un aperitivo in attesa del primo concerto serale.
Queste le 7 installazioni multimediali e interattive proposte per questa X edizione visitabili liberamente dal 20 al 23 giugno dalle ore 15 alle 23: Sounding out e Seams, sono due installazioni multimediali interattive di Paola Lopreiato che affrontano i temi della realtà virtuale e del mondo emozionale. Percorsi di luce e suono, installazione audiovisiva con opere di Gabriele Ginanneschi, Angelo Marrone, Bernardo Zampini. Meditazione, installazione sonora per field recording su supporti obsoleti, e loop di nastri magnetici di Andrea Bui e Vanessa Trippi, affascinante opera che impiega macchine analogiche e nastri magnetici per creare in ciclo continuo strutture musicali. Oracqualogo, installazione multimediale di Nazario Augusto. “Das Cabinet des dr. Caligari” sonorizzazione di film muto in stile elettroacustico polifonico, per 6 interpreti (Haute-Parleurs) obbligati e basso (Subwoofer) facoltativo, installazione audiovisiva di Andrea Bui che intercetta speciali emozioni estetiche navigando tra linguaggi espressivi apparentemente lontani. DigitalMusic Lab Project/Disegnando l’emozione visioni e racconti tra gesto e suono (a Francesco), è un’installazione audiovisiva che raccoglie i frutti di un importante progetto di formazione artistica e tecnologica nato da un anno ma con grandi prospettive future, dedicato ai giovani e realizzato a Pisa a cura di Alfonso Belfiore con il sostegno del Centro Salute e Sviluppo Sociale e della Cooperativa Il Simbolo, con la collaborazione del Dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali del Conservatorio Cherubini di Firenze.

La rassegna si articola con due multimedia concert pomeridiani, mercoledì 20 giugno (multimedia concert inaugurale) e il 23 giugno alle ore 19.00 e 5 multimedia concert serali (ore 21.30) nei giorni 20, 21, 22, 23 giugno, tutti i concerti si terranno presso Le Murate.Progetti Arte Contemporanea, mentre il concerto serale del 22 giugno si terrà all’aperto sul palco nella piazza de Le Murate per il Caffè Letterario °Le Murate. Nei concerti saranno eseguite opere multimediali di varia natura, con varie tecnologie e interazioni, sensori e dispositivi tecnologici speciali, performer ed elaborazioni live di visual e suono fino all’esplorazione di un mondo sonoro in 3D.

autori, interpreti e performer della rassegna
Alessia Anastassopulos, Ange Anzinzi, Sepehr Baradaran Amini Farshi, Lorenzo Ballerini, Giacomo Balli, Leonardo Barbadoro, Aleksandro Basho, Sunday Paul Bassey, Mehdi Behbudi, Andrea Bui, Maria Vittoria Casarotti Todeschini, Daniele Castellani, Serena Conese, Riccardo Culeddu, Massimo D’Amato, Eugenio Di Fraia, Digitalmusic Lab Ensemble, Maria Dumitru, David Durant, Ehsan Ebrahimi, Farzia Fallah, Carlotta Ferrari, Monica Ferreira, Luca Gambini, Alberto Gatti, Matteo Giaquinta, Viola Rosa Giamagli, Niccolò Gonnella, Farzad Hosseinabadi, Farhad Ilaghi Hosseini, Parham Izadyar, Mehdi Jalali, Shahrokh Khajenouri, Arash Assadi Khomami, Aso Kohzadi, Amir Konjani, Reza Korourian, Olsi Korriku, Esther Lamneck, Alessandro Levantesi, Edwin Lucchesi, Flavio Maccari, Angelo Marrone, Davide Martiello, Alireza Mashayekhi, Matteo Masi, Mani Mazinani, Tommaso Mazzei, Teresa Morandini, Morgana, Francesco Morreale, Raimondo Pacci, Flaminia Padua, Gregorio Panerai, Jacopo Paolini, Alessandra Michela Parenti, Mark Petrasso, Giovanni Raschellà, Bahar Royaee, Simone Rossi, Wu Ruoheng, Davide Sardo, Rosa Maria Sarri, Hassan Sheidaei, Seyedsoheil Shirangi, Chen Si, Gelareh Soleimani Lavasani, Jorge Sosa, SuiteOhm, Shahrzad Talebi Luca Tavanti, Vanessa Trippi, Armando Vanzi, Chen Xiaotong, Bernardo Zampini

Staff tecnico-organizzativo:
Sepehr Baradaran Amini Farshi, Lorenzo Ballerini, Giacomo Balli, Giacomo Aiolli, Lorenzo Boscucci, Daniele Castellani, Jasmina Cipriani, Luca Del Fante, Andrea Fontanelli, Matteo Ghini, Gabriele Ginanneschi, Leonardo Guidi, Mikael Louafi, Niccolò Presenti

Riprese videofotografiche: Andrea Bui e Vanessa Trippi
18/06/2018 15:40 Comune di Firenze
Comune di San Casciano
San Casciano. Parte la Ztl notturna estiva, vie interessate e modalità di accesso
San Casciano più vivibile e fruibile di notte. Sicurezza, rispetto dell’ambiente e maggiore accessibilità ai luoghi della cultura e dell’arte del centro storico sono le premesse su cui si costruisce la sperimentazione della Zona a Traffico Limitato. Dal 25 giugno al 9 settembre il Comune attiverà un varco elettronico all’inizio di via IV Novembre e, in corrispondenza dell'accesso, un segnalatore che indicherà con luce verde l'accesso libero e con luce rossa l'accesso ai soli autorizzati. L’orario della Ztl è esteso dalle ore 23 alle ore 6 del giorno successivo. Le vie interessate dall’ampliamento sono via IV Novembre, nel tratto piazza Zannoni - via del Cassero, via del Cassero, via Guarducci, piazza Cavour, via Lucardesi, via della Volta, via della Vignaccia, via Curriel, via Morrocchesi, piazzetta Martini e piazza Matteotti. “Considerato l’esito positivo della sperimentazione dello scorso anno – dicono il sindaco Massimiliano Pescini e l’assessore Elisabetta Masti - abbiamo ritenuto di mettere a sistema l'ampliamento della Ztl estiva notturna, ripartiamo dunque con la limitazione del traffico tenendo conto delle segnalazioni emerse dei cittadini, ricordiamo che gli uffici della polizia municipale sono a disposizione per dare informazioni e chiarimenti”.

L’accesso alla Ztl notturna estiva è consentito ai residenti in possesso di contrassegno A (le targhe indicate nel contrassegno), residenti in possesso di contrassegno C (le targhe indicate nel contrassegno), titolari di accesso carrabile in possesso di contrassegno E, titolari di contrassegno A1 e/o telecomando, veicoli di soccorso e di polizia, veicoli della Asl, ai taxi, ai servizi pubblici e di pubblica utilità.

L’accesso sarà inoltre consentito a coloro che si trovano in situazioni urgenti/emergenti e a diverse categorie di soggetti deboli che devono transitare temporaneamente dal centro storico tra cui invalidi, temporaneamente impediti con certificazione; veicoli di ospiti delle strutture ricettive per il carico e lo scarico dei bagagli, veicoli di artigiani per riparazioni di urgenza , veicoli di incaricati di assistenza domiciliare, medici in visita domiciliare, veicoli di noleggio con conducente, donne in stato di gravidanza, esercenti attività di lavoro notturno, veicoli di soggetti che si portano verso la guardia medica, veicoli di imprese per lavoro notturno, veicoli con a bordo persona con età superiore a 75 anni, veicoli con a bordo bambini fino a 2 anni.

Per coloro che si recheranno alla guardia medica e al servizio di primo soccorso della Misericordia di San Casciano negli orari della Ztl notturna, dovendo passare dal varco, dovranno compilare un apposito modulo.

INFO:

tel. 055 820325 (attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore 19.00) Fax 055 820683.

Email: polizia@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it.

Gli uffici si trovano in via Cassia per Siena n. 3. Orario estivo ufficio Polizia Locale San Casciano apertura al pubblico: lunedì e giovedì 8,30-12,30 giovedì 16,00-18,30

18/06/2018 14:44 Comune di San Casciano
Redazione di Met
45° Mostra dei Ferri Taglienti a Scarperia
La mostra nasce in collaborazione con il Museo Municipal de la Cuchilleria de Albacete (Spagna) e vuole aprire un significativo confronto tra gli aspetti della tradizionale produzione di lame di Scarperia con quelle del paese di Albacete. Si tratta di 140 pezzi di peculiare rilevanza storica e artistica distribuiti in coltelli, navajas, pugnali e forbici realizzati tra il XVIII ed il XXI secolo.
L’inaugurazione della 45° Mostra dei Ferri Taglienti “Navajas da sogno” avrà luogo Sabato 7 Luglio alle ore 11:00 negli spazi del Palazzo dei Vicari a Scarperia, nel comune di Scarperia e San Piero (FI).
Dopo i saluti del Sindaco Federico Ignesti e dell’Assessore alla cultura Marco Casati seguiranno gli interventi della Direttrice del Museo dei Ferri Taglienti Giuseppina Carla Romby e della Direttrice del Museo de la Cuchilleria de Albacete Mariana de Pascual Lòpez, che accompagnerà i presenti alla scoperta dei pezzi esposti. A seguire aperitivo a tema spagnolo.
In previsione della annuale Mostra promossa dal Museo dei Ferri Taglienti nell’ambito del programma di valorizzazione/promozione delle peculiarità dell’artigianato scarperiese, è stato avviato una significativa collaborazione con il Museo Municipal de la Cuchelleria di Albacete che ha accolto con molto favore l’idea di trasferire una parte delle proprie collezioni nelle sale del Palazzo dei Vicari di Scarperia. L’esposizione, oltre a mettere in luce le caratteristiche della coltelleria spagnola richiamerà l’attenzione sulle modalità di commercializzazione dei prodotti affidata all’attività del coltellinaio ambulante che smerciava i propri prodotti offrendoli ai viaggiatori che utilizzavano la rete ferroviaria e viaria che faceva capo ad Albacete.
18/06/2018 22:20 Redazione di Met
Camera di Commercio di Firenze
Tingiamo di rosa le vetrine dei negozi dal 2 all'8 luglio
Il Dragon Boat Festival è un evento sportivo partecipativo, senza connotazioni di carattere agonistico, per donne, ma anche uomini, operati di tumore al seno che svolgono la pratica del Dragon Boat come attività riabilitativa post-operatoria.

La manifestazione si tiene ogni 4 anni e l'edizione di Firenze, la prima che si svolge in Europa, vedrà la più alta partecipazione di squadre, ben 120, mai avuta nella storia del Festival.

Nella tradizione del Festival le città ospitanti si colorano di rosa.

Per dare una calorosa accoglienza alle partecipanti che, con le loro famiglie, vivranno a pieno la città per una settimana e per lanciare un forte messaggio di solidarietà sarebbe meraviglioso, nella settimana dal 2 all'8 luglio, tingere di rosa Firenze utilizzando impegno ed estro, allestendo le vetrine di rosa, attaccando palloncini rosa, esponendo capi e oggetti rosa.
18/06/2018 11:45 Camera di Commercio di Firenze
Comune di Firenze
Intervento della Polizia Municipale in vicolo del Pozzetto, sgomberato un insediamento abusivo
Blitz mattutino della Polizia Municipale in vicolo del Pozzetto dove, in una struttura destinata un tempo alle coltivazioni in serra all’interno di un terreno privato, era sorto un insediamento abusivo. All’intervento, predisposto anche a seguito di segnalazioni da parte dei residenti, hanno preso parte una ventina fra agenti e ispettori e rappresentanti della proprietà del terreno. Nei giorni scorsi, durante gli appostamenti preliminari, erano state contate diciassette persone, stamani la Polizia Municipale ha identificato dieci occupanti, di nazionalità rumena: per sei è scattata la denuncia per invasione di terreno privato (tre minorenni e una persona che non “abitava” nel campo). Nell’insediamento sono stati rinvenuti alcune decine di chilogrammi di rame, pc, cd, attrezzi di lavoro, un set di mazze da golf e numerosi coltelli. Le otto baracche presenti sono state immediatamente abbattute da operatori della proprietà che oggi ha anche riparato i fori nella recinzione e nei prossimi giorni, su richiesta dell’Amministrazione, effettuerà un intervento più importante per evitare nuove occupazioni. (mf)
18/06/2018 15:07 Comune di Firenze
Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Holger Gehring, concerto per organo
Si chiude con l’organista tedesco Holger Gehring, sulle note del barocco mitteleuropeo, la prima parte della stagione 2018 dei Mercoledì Musicali della Fondazione Cr Firenze, rassegna dedicata ai massimi virtuosi della tastiera a livello internazionale.

Appuntamento mercoledì 20 giugno (ore 21) all’auditorium FCRF di Firenze. E’ previsto un biglietto simbolico di 5 euro, consigliata la prenotazione al numero 055.538.4001 o via mail a ricevimento@entecarifirenze.it, dal lunedì al venerdì in orario d’ufficio. Il ricavato è devoluto all’associazione Astrolabio.

Collaboratore di note orchestre, tra cui la Dresdner Philharmonie e la Sächsische Staatskapelle Dresden, Holger Gehring si è formato con Martin Haselböck alla Musikhochschule di Francoforte e con Daniel Roth alla Musikhochschule di Stoccarda, per poi perfezionare il proprio stile con Marie-Claire Alain, Luigi Ferdinando Tagliavini, Andrea Marcon e Michael Radulescu. È vincitore di numerosi concorsi internazionali di letteratura d'organo e l'improvvisazione.

Al pubblico dei Mercoledì Musicali, Holger Gehring presenta un programma incentrato sul barocco tedesco, in cui non mancano richiami al concerto italiano: l’impronta aleggia nella “Sonata in trio n. 6 in sol maggiore BWV 530” di Johann Sebastian Bach e nei brani del suo allievo prediletto, Johann Ludwig Krebs. E ancora, interessanti e rare pagine di Christian Petzold, Gottfried August Homilius, Johann Ludwig Krebs e Johann Adolf Hasse.

Dopo la pausa estiva, i Mercoledì Musicali riprenderanno mercoledì 5 settembre con il concerto dell’organista Gabriele Giacomelli, musiche di Domenico Zipoli, Johann Sebastian Bach e Gioacchino Maglioni.

Tutte le informazioni sui Mercoledì Musicali della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze sono disponibili al sito www.fondazionecrfirenze.it. La rassegna è organizzata dalla stessa fondazione, con la direzione artistica di Giuseppe Lanzetta.


Mercoledì 20 giugno 2018 - ore 21 – biglietto 5 euro
Auditorium Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze - via Folco Portinari, 5r – Firenze
(consigliata la prenotazione al numero 055.538.4001 o via mail a ricevimento@entecarifirenze.it)
HOLGER GEHRING
(Germania)
Concerto per organo
Programma: Christian Petzold, Gottfried August Homilius,
Johann Ludwig Krebs, Johann Sebastian Bach, Johann Adolf Hasse

Programma concerto
Christian Petzold Concerto F-Dur
Vivace - Adagio - Allegro
Gottfried August Homilius Zwei Choralvorspiele:
Schmücke dich, o liebe Seele
Meine Ho_nung steht auf Gott
Johann Ludwig Krebs Fantasia à gusto italiano in F
Fantasia sopra “Freu dich sehr, o meine Seele”
Trio Es-Dur
Adagio - Non molto Allegro
Fantasia et Fuga F-Dur
Johann Sebastian Bach Sonata Nr. VI G-Dur BWV 530
Vivace - Lento - Allegro
Johann Adolf Hasse Concerto Nr. IV D-Dur
Allegro - Adagio - Allegro



Inizio concerto ore 21

Auditorium Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Via Folco Portinari 5/r - Firenze

Ingresso ai concerti e prenotazioni
Biglietto 5 euro, ingresso fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Si consiglia di prenotare al numero 055.538.4001 – o via mail a ricevimento@entecarifirenze.it

Progetto, organizzazione e comunicazione
Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Presidente: Umberto Tombari
Vice Presidente: Donatella Carmi Bartolozzi
Direttore Generale: Gabriele Gori
Ottimizzazione: Emanuele Barletti
Direzione artistica: Giuseppe Lanzetta

Informazioni
Tel 055.538.4001 – www.fondazionecrfirenze.it
18/06/2018 12:40 Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze
Comune di San Casciano
Giornata mondiale del rifugiato, a San Casciano due giornate dedicate all’accoglienza e all’integrazione
San Casciano dedica all’integrazione e all’accoglienza un evento che suona le lingue del mondo, degusta la cultura e si racconta sotto l’albero, insieme ai cittadini italiani e stranieri, ospiti del comune chiantigiano. Dalla musica al teatro, dal calcio all’arte, dall’incontro narrativo allo scambio di conoscenze e tradizioni culturali. E’ variegato il programma del doppio appuntamento organizzato nell’ambito del progetto Sprar, gestito dal Comune di San Casciano e Oxfam in collaborazione con Limo, Cittadini Insieme, Arca Azzurra e U.S. Sancascianese in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato.

Martedì 19 e mercoledì 20 giugno l’arena entro le mura ospiterà dalle ore 17 un ricco programma di iniziative volte alla conoscenza e alla scoperta delle origini, linguistiche e culturali, dei cittadini stranieri residenti a San Casciano. Il 19 dalle ore 17 si terranno due laboratori linguistici e teatrali. Il primo metterà in primo piano i profughi, ‘maestri per un giorno’, che insegneranno al pubblico le loro lingue di origine, il secondo vede in scena i migranti, già coinvolti nel progetto teatrale Migrarti, condotto da Patrick Duquesne, che si esibiranno in una serie di performances. Seguirà la presentazione del quaderno “Racconti sotto l’albero”, siglata da un aperitivo multiculturale. Evento di spicco della serata, in programma alle ore 21.30, il concerto di Sandro Joyeux, musicista italo francese che con la sua chitarra sempre in viaggio porta in musica la propria vita, fatta di contaminazioni ed esperienze. Per ricordare la Giornata mondiale del rifugiato l’iniziativa va avanti fino a mercoledì 20 giugno con la giornata di porte aperte del progetto Sprar.

Il centro di accoglienza gestito da Oxfam e le case famiglie di San Casciano ospitano complessivamente 30 persone, ragazzi tra i 18 e i 29 anni e 3 famiglie con 4 bambini, provenienti da Afghanistan, Bangladesh, Guinea, Mali, Nigeria, Senegal, Costa d’Avorio, Camerun, Gambia e Georgia. Il centro di accoglienza di San Casciano aprirà le porte al pubblico per consentire un contatto diretto e un’occasione di conoscenza della realtà dei migranti. Il progetto di integrazione e accoglienza, finanziato dal Ministero degli interni, è frutto di una rete di collaborazione tra il gestore Oxfam, il Comune, l’ente che ha presentato il progetto, e le associazioni del territorio sancascianese. Nel pomeriggio si terrà anche un’amichevole di calcio nel campo sportivo di San Casciano.

“E’ importante celebrare questa ricorrenza – dichiara l’assessore alle Politiche per l’integrazione Consuelo Cavallini - che valorizza la rete mondiale dell’accoglienza e dell’integrazione, intendiamo richiamare l’attenzione sui contenuti del diritto d’asilo, garantito dal diritto internazionale e dall’articolo 10 della nostra Costituzione”. Il 20 giugno 1951 venne approvata la Convenzione sui Rifugiati da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Per ricordare questo evento, dal 2001 ricorre, in tale data, la Giornata Mondiale del Rifugiato.

18/06/2018 18:07 Comune di San Casciano
Università di Firenze
"La protezione del minore attraverso le frontiere. L'applicazione in Italia della Convenzione dell'Aja del 19 ottobre 1996"
Si ricorda che in data 19 giugno p.v. si terrà il corso relativo a "La protezione del minore attraverso le frontiere. L'applicazione in Italia della Convenzione dell'Aja del 19 ottobre 1996" presso il Polo delle Scienze sociali dell'Università degli Studi di Firenze.

La partecipazione è gratuita. E' possibile iscriversi inviando una email all'indirizzo nicole.lazzerini@unifi.it
18/06/2018 09:36 Università di Firenze
Redazione di Met
Il vincitore del 5° Firenze FilmCorti Festival è “Cubeman” di Linda Dombrovszky
Con l’affollatissima serata di sabato 16 giugno, in Piazza delle Murate, si sono conclusi i tre giorni del Firenze FilmCorti Festival, durante i quali il pubblico ha assistito alla proiezione di magnifici cortometraggi provenienti da tutto il mondo. A presentare personalmente i film sono arrivati autori e interpreti inglesi, russi, sloveni, francesi, bulgari, svizzeri, ungheresi, francesi, tedeschi, americani e tanti italiani. Insieme alla proiezione dei film in concorso, hanno avuto luogo numerosi eventi dedicati al mondo della critica, della recitazione e della produzione cinematografica e televisiva. Parliamo degli interventi di Luca Miniero, regista di “Sono tornato” e “Benvenuti al sud”, di Daniela Salernitano, costumista vincitrice del David di Donatello, di Silvana Silvestri, direttrice di Alias che ha presentato un lucidissimo excursus storico sul cinema, della performance di Pietro Mossa, attore-sciamano, e dei vari incontri con produttori, registi, compositori e professionisti dello spettacolo come Paolo Maria Spina, Christian Collovà, Giulia Bocaletti, Gianluca Russo e Federico Ferrandina, che ci hanno permesso di avventurarci tra i backstage del mondo dello spettacolo. Ospiti d’onore erano i rappresentanti dell’Edinburgh Short Film Festival, presenti con una selezione delle loro opere premiate. Grazie all’associazione Rive Gauche, presieduta da Marino Demata, e alla direzione artistica del regista e produttore Enrico Le Pera, il Firenze Film Corti Festival è ormai diventato un imperdibile appuntamento internazionale dallo stile giovane, indipendente, e a tratti amabilmente irriverente che riesce ad attrarre cinefili e professionisti dello spettacolo di tutto il mondo.

La quinta edizione di questa kermesse, svolta in collaborazione con Le Murate- Progetti Arte Contemporanea, e inclusa nella programmazione dell’Estate Fiorentina, si è conclusa con la proclamazione dei vincitori, in una suggestiva serata, al termine della quale, la folla, raccolta all’aperto in Piazza delle Murate, ha potuto assistere al concerto-performance “Linea Gialla” di Antonio Aiazzi dei Liftiba.


Qui di seguito la lista dei i vincitori del 5° Firenze FilmCorti Festival in base alle scelte della giuria di esperti formata da Astrid De Bernardinis (vice presidente europeo Paramount Pictures), Giorgina Di Santo (Kenturio, consulente Paramount Channel), Federico Ferrandina ( compositore), Enrico Le Pera (registra, producer, presidente giuria), Enrico Pazzi (giornalista Radio Left Wing), Giuseppe Rossi (direttore vendite CBS Studios International), Gianluca Russo (regista RAI), Silvana Silvestri (critica cinematografica, direttrice di "Alias")


Miglior film: Cubeman (Ung.) di Linda Dombrovszky

Miglior documentario: Last days of the man of tomorrow (Libano) dFadi Baki e Niklas Hlawatsch

Miglior regista: Bacha Posh (Sviz.) di Katia Scarton-Kim

Migliore sceneggiatura: Kein problem (DK) di Magnus Millang and Mads Rosenkrantz Grage

Premio della critica: Le Petit (FR) di Lorenzo Bianchi)

Premio del pubblico: The invisible Hand of Adam Smith (Slovenia) di Slobodan Maksimovic

Migliore attrice: Marie Tragousti per il film What We Know (Ger.)

Miglior attore: Bill Bob Thornton per il film: Stand down

Migliore produzione: Clare Cahill, Mark McGann, Julie Eagleton per il film Perplexed Music

Migliore fotografia: Almir Dikoli, Aljosa Korencan per il film The invisible Hand of Adam Smith (Slovenia)

Miglior montaggio: Thodoris Armaos per il film Màneki Nèko (Grecia)

Migliore colonna sonora: MiM per il film The noise of the light (Le Bruit de la Lumiere)

Premio speciale “Women in Film, TV & Media Italia”: Bacha Posh (Sviz.) di Katia Scarton-Kim

Menzioni speciali: The midpoint of a very long story (Turc/Fr.) di Ertug Tufekcioglu,

Clothes (Bulg.) di Vesselin Boydev, The boat (Russia) di Valerii Gaken
18/06/2018 13:44 Redazione di Met
Comune di Figline e Incisa Valdarno
Figline Incisa. La compagnia Agita vince il Leorso d’oro 2018
E’ stato assegnato all’associazione culturale Agita (in scena con “Le eumenidi”) il Leorso d’oro 2018, il premio della rassegna teatrale Alchimie che il Comune di Figline e Incisa Valdarno ha promosso insieme all’associazione Prima Materia di Montespertoli, Conkarma, Foto d’Arte Lab e Circolo Fotografico Arno per valorizzare le produzioni giovanili del territorio.

Il Leorso d’argento è stato invece assegnato all’associazione culturale Masaccio (in scena con “Avevate promesso”), mentre le menzioni speciali sono andate all’Istituto Marsilio Ficino (“Gli uccelli”), alla scuola di teatro Diesis Teatrango (“The Breakfast Club”) e all’Istituto Vasari (“Teste di ferro”).

A valutare tutte le rappresentazioni una giuria di esperti formata da Dimitri Frosali, Serena Naddi, Isabella Valoriani, con tre importanti new entry rispetto alla precedente edizione: Alice Spisa (vincitrice del Premio Ubu come miglior attrice under 30 nel 2013), Ciro Gallorano (giovane attore e regista della compagnia Cantiere Artaud) e Carlo Menicatti, che, attraverso l’associazione Conkarma, ha seguito per tutta la stagione un gruppo di ragazzi che hanno potuto incontrare i grandi attori passati dal teatro figlinese analizzandone gli spettacoli.

Oltre al Leorso d’oro e al Leorso d’argento (realizzati dall’artista Carlo Staderini) le compagnie prima e seconda classificate hanno ricevuto anche un premio rispettivamente di 1000 e 500 euro.

Di seguito le motivazioni della giuria per i premi assegnati:

- “Le eumenidi”: per il lavoro collettivo del gruppo che con la rappresentazione si è distinto per la qualità dei linguaggi utilizzati e l’affiatamento, frutto di un percorso laboratoriale di ricerca.

- “Avevate promesso”: per la scelta drammaturgica basata su temi di attualità e restituita in scena in maniera a tratti poetica e originale.

- “Teste di ferro”: per la scelta di un percorso drammaturgica e originale, frutto del lavoro interattivo fra l’insegnante e gli studenti/attori del gruppo.

- “Gli uccelli”: per la crescita e il lavoro di gruppo dimostrato nell’uso delle diverse discipline sceniche.

- “The breakfast club”: per la scelta di un soggetto cinematografico restituito sulla scena con naturalezza e uso dello spazio appropriato nell’uso delle diverse discipline sceniche.
18/06/2018 11:30 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Unioncamere Toscana
Regione ed Unioncamere Toscana: un accordo per rafforzare il sistema della formazione e dell’accesso al lavoro
Regione e Camere di Commercio insieme per coordinare e rafforzare il sistema della formazione e dell’accesso al lavoro, E’ questo in sintesi il significato del protocollo d’intesa siglato oggi in Regione dall’Assessore regionale alla Formazione e Lavoro Cristina Grieco e dal Presidente di Unioncamere Toscana Riccardo Breda.

“Si tratta di un atto che ha quale finalità, quella di favorire tutte le sinergie che possono allargare l’offerta formativa e renderla più efficiente e meglio connessa al mondo del lavoro” ha spiegato l’Assessore. “Con il Sistema camerale – ha proseguito la Grieco - mettiamo in rete competenze, servizi, azioni su terreni come l'alternanza scuola lavoro, l’incontro domanda-offerta di lavoro, la creazione di impresa”.

In relazione alle attività congiunte tra Regione ed Unioncamere, il Presidente di Unioncamere Toscana, Ricardo Breda, ha precisato: "La Camera di Commercio può fornire informazioni puntuali sui fabbisogni occupazionali e professionali delle imprese per allineare maggiormente i profili in uscita dalla scuola ai bisogni reali del mondo del lavoro".

Con la riforma delle Camere di Commercio e con il Piano nazionale Industria 4.0, alle Camere di Commercio sono state attribuite nuove funzioni, in materia di orientamento, certificazione delle competenze, incontro domanda-offerta di lavoro e creazione di impresa. Si tratta di funzioni che intersecano le competenze, i servizi e le azioni della Regione Toscana. Finalità del protocollo d'intesa sottoscritto oggi è quella di coordinare servizi e azioni di Regione e Camere di Commercio, di fare squadra per offrire ai cittadini e alle imprese toscani un insieme integrato di opportunità e strumenti.

Gli ambiti di attività congiunta inseriti nel documento sono numerosi: dall'alternanza scuola lavoro all'incontro tra domanda e offerta di lavoro, dalla ricerca dei fabbisogni formativi e professionali al sostegno alla creazione di impresa.

In questi e altri settori il protocollo stabilisce le aree di intervento e i modi in cui Regione e Camere di Commercio possano integrarsi e, in caso, interagire.

Nell'ambito dell'incontro tra domanda e offerta, per esempio, la Regione mette a disposizione il catalogo dell'offerta formativa pubblica per conoscere in tempo reali i corsi cui ci si può iscrivere la Camera di Commercio informazioni puntuali sui fabbisogni occupazionali e professionali delle imprese.

In materia di sostegno alla creazione di impresa la Regione, attraverso i centri per l'impiego, offre una consulenza orientativa indicando gli strumenti e le agevolazioni che possono supportare l'idea imprenditoriale, la Camera di commercio supporta la scelta offrendo servizi informativi e formativi legati alla forma giuridica, agli adempimenti da svolgere per dar vita all'impresa.
18/06/2018 16:39 Unioncamere Toscana
Comune di Impruneta
Impruneta - News dalla biblioteca
In estate c'è più tempo libero e dunque più momenti e occasioni per leggere.
Anche quest'anno la Biblioteca Comunale di Impruneta ha preparato il consueto pacchetto di consigli di lettura, validi per tutte le latitudini e per ogni esigenza: per chi va al mare, in montagna, in campagna o semplicemente resta a casa.
Oltre 100 i libri nuovi a disposizione per il prestito gratuito nello Scaffale Novità acquistati per questa estate! I bibliotecari sono a disposizione per consigli di lettura per ogni necessità o interesse: dalle 'Letture sotto l'ombrellone', con decine di titoli di narrativa italiana, americana, inglese, tedesca, spagnola, svedese e di altre letterature, con i finalisti dei premi letterari Chianti, Campiello, Strega e Bancarella, ai fumetti, dalle proposte di lettura su temi di attualità ai tanti manuali per la preparazione ai test di ammissione all'università. In più, sono sempre aperte le iscrizioni al concorso Libernauta per i ragazzi della scuola superiore.
Inoltre, si ricorda l'importante servizio “MediaLibraryOnLine, la tua biblioteca digitale”: la Biblioteca comunale di Impruneta, in collaborazione con la rete delle biblioteche dell'area fiorentina Sdiaf (http://sdiaf.comune.fi.it), rammenta che è possibile iscriversi gratuitamente al portale di risorse digitali MediaLibraryOnLine (http://toscana.medialibrary.it), promosso e finanziato dalla Regione Toscana, che consente di accedere a risorse digitali, selezionate e aggiornate da bibliotecari ed esperti nei vari settori, come quotidiani e riviste, audiolibri, e-book per avere sempre a disposizione e ovunque la propria biblioteca.
Informazioni e iscrizioni: Biblioteca di Impruneta, piazza Buondelmonti 19-20, Impruneta (FI), tel. 055 2036404, mail biblioteca@comune.impruneta.fi.it, lunedì 9-13, martedì 14-19, mercoledì, giovedì, venerdì 9-13 e 14-19, sabato 9-13. Attenzione: dall'11 al 20 agosto compresi la biblioteca resterà chiusa.
18/06/2018 09:28 Ufficio Stampa Comune di Impruneta
Comune di Calenzano
Calenzano 2.0: i giovani raccontano le aziende
Sono stati premiati oggi i 4 vincitori del concorso “Calenzano 2.0: i giovani raccontano le aziende”, promosso dal Comune di Calenzano, con la collaborazione di Civica Biblioteca di Calenzano e mOve – Sportello Giovani e Lavoro, gestito dalla cooperativa CONVOI del consorzio Co&So.

“Il nostro sportello lavoro si conferma un punto fermo per i giovani – ha commentato l’Assessore alle Politiche Giovanili Irene Padovani -. Siamo orgogliosi di portare avanti questo progetto, che rappresenta un’unicità nella Piana. Il concorso Calenzano 2.0 rispecchia in pieno gli obiettivi dello sportello: sviluppare e valorizzare le competenze e mettere in relazione domanda e offerta di lavoro e servizi. Un’esperienza quindi del tutto positiva, che contiamo di replicare”.

Il concorso era aperto ai giovani dai 18 ai 35 anni e aveva il duplice obiettivo di valorizzare le competenze digitali dei giovani web designers e le realtà territoriali, come aziende ed esercizi commerciali, che non avevano sviluppato un sito aziendale promozionale.

I candidati dovevano realizzare i quattro siti aziendali delle aziende di Calenzano che avevano aderito. I vincitori, che ricevono un premio di € 250 ciascuno, sono i seguenti: Valeria Pieraccoli per il sito di un centro estetico, Benedetta Salvi per un’attività di serramenta, Simone Giuntini per un alimentari e Marta Carovani per una ditta di fabbro.

Per la realizzazione dei siti, sono state utilizzate piattaforme gratuite di web template e web design (wordpress, blogger e joomla).

Il progetto vedrà la conclusione definitiva e la messa on line dei siti entro e non oltre il 23 giugno 2018. I link ai siti saranno pubblicati sul blog di mOve.
18/06/2018 14:06 Comune di Calenzano
Non-profit in provincia di Firenze
Presentazione del libro di Carmelo Albanese 'Storia dell'Anpi Oltrarno'
Venerdì 22 giugno 2018, alle ore 16,30, si terrà presso la Biblioteca comunale Pietro Thouar, in Piazza Torquato Tasso n. 3, la presentazione del libro STORIA DELL’ANPI OLTRARNO, scritto da Carmelo Albanese, ricercatore e collaboratore dell’Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea.
Il libro di Carmelo Albanese è una rigorosa ricerca sulle origini e la storia della Sezione «Oltrarno» dell'ANPI, fondata da un gruppo di partigiani dei quartieri di S.Frediano e di Santo Spirito il 25 aprile 1947.

Discuteranno sul libro, coordinati da Alessandro Sardelli, Vicepresidente dell'ANPI Oltrarno, alla presenza dell’Autore: Matteo Mazzoni, Direttore dell’Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea, Marco Fagioli, Critico d'Arte e Letteratura, Luigi Tomassini, Docente di Storia Contemporanea all’Università di Bologna, Luigi Remaschi, Presidente del Comitato Provinciale di Firenze dell’ANPI.
Le vicende descritte nel libro sono “un peculiare «caso di studio» per approfondire importanti questioni della nostra contemporaneità” - scrive Matteo Mazzoni nell'introduzione al libro - : “dai nodi e dalle tensioni che segnano l’uscita dal conflitto mondiale al ruolo (e ai mutamenti) dell’associazionismo partigiano nel corso della storia repubblicana, dall’elaborazione della rappresentazione della lotta partigiana nell’immediato dopoguerra al rapporto con la memoria della Resistenza (e al suo uso pubblico e politico) nei decenni più recenti.”
L’evento sarà quindi un'occasione di riflessione – scrive ancora Mazzoni -: “non solo per tenere viva la storia della sezione Anpi «Oltrarno», ma anche per riflettere sui nodi significativi del nostro passato e guardare con maggiore consapevolezza al tempo presente e alle sue sfide.” *
18/06/2018 13:48 Non-profit in provincia di Firenze
Comune di Tavarnelle Val di Pesa
E-Bike, un servizio nuovo per la mobilità sostenibile nel Chianti
Ma dove vai bellezza in bicicletta…nel Chianti. E’ sicura, ecosostenibile, rispettosa dell’ambiente e invita ad un nuovo modo di vivere la mobilità tra le colline, i borghi e i centri urbani di Tavarnelle. Grazie alla collaborazione con un privato, individuato tramite bando pubblico, il Comune ha attivato un nuovo servizio a noleggio per muoversi in campagna. E’ l’e-bike, la bicicletta a pedalata assistita, messa a disposizione di tutti, cittadini e visitatori, per spostarsi comodamente anche nei tratti di viabilità più impegnativi. “E’ un servizio nuovo pensato per la famiglia e i visitatori - commenta il vicesindaco Davide Venturini – un veicolo utilissimo nella nostra zona, composta da frazioni e località decentrate distanti fra loro, la due ruote elettrica aiuta a risparmiare tempo ed energia per gli spostamenti quotidiani, soprattutto nei percorsi più difficoltosi, lungo le salite più ripide la pedalata assistita sostiene il percorso, riduce la fatica del ciclista e favorisce l’adozione di comportamenti virtuosi orientati all’ecosostenibilità”.

Il vicesindaco sottolinea le potenzialità del servizio inserito in una forma strutturata e organica di mobilità alternativa che non si limiti ad un’occasione sporadica di promozione del territorio. “Una modalità che proponiamo anche per le funzioni di conoscenza e valorizzazione ambientale del territorio – aggiunge il vicesindaco – l’intento è quello di offrire un servizio in linea con le caratteristiche e le esigenze espresse dalle famiglie che amano scoprire il Chianti a piedi, in bicicletta, a cavallo, vivendo un’esperienza completa, dotata di servizi, tale da ridurre le distanze su un territorio così vasto e valorizzare le risorse delle frazioni e lo stile slow della campagna toscana, un servizio importante cui possono usufruire le strutture ricettive e il settore turistico”.

L’E-bike Tavarnelle prevede l’attivazione di un servizio di noleggio e-bike presso l’infopoint di Tavarnelle per un periodo di quattro mesi. L’iniziativa, tesa a valutare i modelli applicabili per la mobilità ecosostenibile a livello locale, avvia un progetto sperimentale. L’amministrazione comunale ha messo a disposizione un apposito spazio nel parcheggio sotterraneo di piazza Matteotti, collegato con la sede dell’Infopoint, per lo stazionamento delle biciclette per la fornitura elettrica dell’Infopoint per la ricarica delle batterie delle bici. La sperimentazione si terrà fino all’autunno 2018. “Sono state messe a disposizione del progetto almeno 20 biciclette a pedalata assistita - conclude il vicesindaco - atte allo spostamento extraurbano sul territorio, il servizio è rivolto alle famiglie e dispone di biciclette per bambini e supporti adeguati per il trasporto dei più piccoli”.
18/06/2018 22:16 Comune di Tavarnelle Val di Pesa
Comune di Barberino Val d'Elsa
Barberino. Giochi e bagni pubblici, taglio del nastro con tre bande e tanta musica
Fare rete per migliorare la vita dei cittadini è la strada sulla quale si incontrano gli obiettivi del Comune di Barberino e del Consiglio di frazione di Marcialla. E’ frutto di scelte condivise e del percorso di collaborazione tra l’amministrazione comunale e la comunità il piano di interventi di riqualificazione dei giochi dei giardini e dei bagni pubblici di Marcialla. La sostituzione della pavimentazione in gomma dei giochi presenti in piazza Brandi è un’opera sostenuta dall’impegno del Consiglio di frazione, presieduto da Claudia Pistolesi, che ha finanziato l’intervento anche attraverso i fondi raccolti nel corso della scorsa edizione dell’estate marciallina. La giunta Trentanovi si è attivata con il restyling dei bagni pubblici a disposizione dei cittadini.

“E’ encomiabile l’impegno di una comunità che si unisce per realizzare obiettivi e finalità che migliorano la fruibilità delle aree pubbliche – dichiara il sindaco Giacomo Trentanovi – due i valori che mi preme rilevare in questa occasione, la risorsa del volontariato spicca a Marcialla per la capacità di lavorare insieme, lo attestano le numerose associazioni che intrecciano le loro energie nell’interesse della collettività; il senso civico è l’altro aspetto che emerge dalla sinergia delle realtà associative, costituite da volontari responsabili e consapevoli che dedicano il loro tempo per rendersi utili e supportare progetti e interventi che ricadono positivamente sulla quotidianità del paese”. Per presentare le opere alla comunità un taglio del nastro festoso e musicale accolto dai gruppi bandistici che hanno inaugurato la seconda edizione della Sagra dell’Aria Bona a Marcialla. L’intervento del sindaco Giacomo Trentanovi, accompagnato dal saluto del presidente dell’Unione comunale del Chianti fiorentino David Baroncelli, sono stati seguiti dalle performances della Filarmonica Verdi di Marcialla, del complesso bandistico Arturo Toscanini e della Filarmonica Verdi di Impruneta. Al taglio del nastro anche Armando Nesi, storico volontario e colonna portante della rete associativa di Marcialla, e Sara Innocenti, presidente dell’associazione culturale Marcialla.
18/06/2018 18:03 Comune di Barberino Val d'Elsa
Comune di Bagno a Ripoli
Bagno a Ripoli - Lo "Svuota Cantine..." del 23 giugno
La manifestazione è organizzata dall'Amministrazione Comunale insieme alla Vab Bagno a Ripoli.
Tutti i cittadini, grandi e piccoli, residenti nel Comune di Bagno a Ripoli, avranno la possibilità di allestire un proprio banco per vendere tutto ciò che esubera dalle proprie case, cantine, scaffalature o garages.
Immagine qui: http://www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it/rete-civica/lo-svuota-cantinedel-23-giugno-0.
Informazioni: Vab Via di Quarto 89 (Rimaggio), sig.ra Giulia 338 9230027, dalle 18 alle 20; Bar Gelateria Vitali, via Romualdo Pizzi 48, Bagno a Ripoli, ore 7.30-20 dal martedì alla domenica; Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.
18/06/2018 11:18 Ufficio Stampa Comune di Bagno a Ripoli
Fondazione Zeffirelli
Giornata nazionale contro la leucemia, linfomi e melanomi
La “Giornata nazionale contro le leucemie, linfomi e mieloma”, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, rappresenta un'occasione molto importante per promuovere l’attenzione e l’informazione sulla cura delle malattie del sangue, sottolineando i grandi progressi della ricerca scientifica e delle terapie. La finalità principale dell'evento, per natura della Giornata AIL in tutta Italia, è la sensibilizzazione sulle malattie del sangue e sulle attività che AIL svolge sul territorio.

Naturalmente l’evento sarà anche un’occasione di raccolta fondi da destinare alle attività dell'Associazione.

AIL Firenze quest'anno celebrerà la Giornata, in data 20 giugno 2018, presso Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo della Fondazione Franco Zeffirelli (a Palazzo San Firenze, nell’omonima piazza al n. 5), nato un anno fa per volontà di Franco Zeffirelli di mettere a disposizione dei cultori e degli appassionati delle arti dello spettacolo il suo ricco patrimonio culturale, collezionato e custodito durante quasi 70 anni di carriera internazionale.

L'evento sarà Patrocinato da Regione Toscana e Comune di Firenze e sarà realizzato grazie alla generosità delle Aziende Arno Manetti e Conad il Tirreno.

Per rappresentare simbolicamente questo momento AIL Firenze ha scelto un'opera di Pietro Antonio Bernabei (nella foto), medico ematologo molto noto, da sempre interessato e studioso anche di pittura.

L'opera, che sarà messa all'asta nel corso della serata, rappresenta un invito alla speranza riposta nella ricerca scientifica nel trovare soluzioni alle manifestazioni patologiche delle malattie del sangue e – come afferma Bernabei – “si sviluppa intorno al valore estetico dell’immagine biologica nel contesto di ‘Bioarte’”, termine coniato dallo stesso ematologo per indicare l’ambito di contaminazione tra arte e scienze della vita.

Grazie alla preziosa collaborazione della Fondazione Zeffirelli, di Exclusive Connection e dello Zeffirelli's tea room Bar & Restaurant, dalle 17.30 ci sarà l'apertura visite del Museo Zeffirelli, alle ore 18.30 i saluti istituzionali con l'intervento celebrativo del Prof. Pierluigi Rossi Ferrini e alle 19 un light dinner nella corte interna di Palazzo San Firenze con menù tratto dal cosiddetto Ricettario della Vige, storica tata di Franco Zeffirelli. Nel corso della serata si alterneranno spettacoli di intrattenimento vario e cooking show.

I partecipanti potranno accedere alla visita del Museo in turni prestabiliti e precedentemente prenotati dalle ore 17.15 alle 19.30; i gruppi saranno composti da un massimo di 25 persone e accompagnati nel percorso da volontari AIL .

Durante la serata – condotta dalla giornalista e conduttrice televisiva Anna Maria Tossani – è prevista anche l’esibizione Bandierai degli Uffizi, il gruppo di sbandieratori di Firenze, parte integrante del Corteo della Repubblica Fiorentina.

Considerata l'esclusività dell'evento, la prenotazione è obbligatoria al numero +39-055-2001586.

Un importante servizio offerto dall'AIL, all'interno della Giornata Nazionale, è il Numero Verde – AIL problemi ematologici 800226524. Un call center, dedicato alle domande dei pazienti ai quali risponderanno alcuni tra i più illustri medici ematologici italiani, sarà attivo il 21 giugno dalle ore 8 alle ore 20.

La location

Il Museo Zeffirelli, ubicato al primo piano del Complesso Monumentale di San Firenze, ospita oltre trecento opere - tra bozzetti di scena, disegni e figurini di costumi - che il Maestro ha realizzato e collezionato sin dai primi esordi.

Il percorso espositivo – suddiviso cronologicamente nella successione delle sale in “Teatro di prosa”, “Opera in musica” e “Cinema” – illustra per temi gli allestimenti teatrali, le regie d’opera e le trasposizioni cinematografiche. Ad integrarlo, ci sono foto di scena, locandine, studi preparatori, e tutta una documentazione che dà ampia testimonianza delle rappresentazioni sui palcoscenici più importanti e degli autori, del teatro e dell’opera, prediletti.
18/06/2018 09:16 Fondazione Zeffirelli
Comune di Certaldo
Arriva l’estate, dal Comune di Certaldo tanti campi estivi per passarla insieme
Il Comune di Certaldo promuove il pacchetto di laboratori estivi proposti dalle associazioni di Certaldo dedicato a bambini e ragazzi di età compresa tra i 4 ed i 14 anni. Tra questi il più nutrito è quello della Associazione Polis.

“Continua con soddisfazione la collaborazione con il Comune di Certaldo per la promozione dei laboratori estivi - dichiara Alfiero Ciampolini, Presidente dell’associazione Polis - gli ottimi risultati invernali di quest’anno vengono confermati dalla buona partecipazione estiva. I laboratori sono pressoché esauriti ma è ancora possibile contattarci per verificare la disponibilità”.

Tra le proposte dell’associazione Polis ci sono il laboratorio “pescando sul lago”, un corso di pesca al lago di Tavolese (in collaborazione con A.P.S. Certaldo) per ragazzi dai 9 ai 13 anni; il “centro estivo” presso l’istituto “A. Sturiale” in via Amendola; il “centro estivo” al parco di Canonica per i ragazzi della scuola primaria e per i bambini della scuola dell’infanzia; il laboratorio artistico “laboratorio estate Polis”, presso l’istituto “A. Sturiale” in via Amendola per i bambini della scuola dell’infanzia e per le classi 1^, 2^, 3^ della scuola primaria; i percorsi sportivi “luglio giocosport” per ragazzi nati dal 2004 al 2009.



Oltre ai laboratori proposti da Polis ci sono anche altri campi estivi proposti dalle associazioni di Certaldo: L’A.S.D Centro Karate Sportivo - Polisportiva Certaldo organizza “un’estate da ricordare” per i ragazzi dai 4 ai 14 anni; l’A.S.D. Tennis Certaldo organizza ”e...state al tennis 2018” per i bambini nati dal 2002 al 2013; l’A.S.D. Scuola di Danza Crescendo organizza “danzando l’estate 2018” per i bambini nati dal 2008 al 2015; l’associazione Anthos organizza “Anthos junior” per tutti i bambini dai 7 agli 11 anni.



Info: www.comune.certaldo.fi.it
18/06/2018 12:24 Comune di Certaldo
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V