MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze
"Domenica Metropolitana" il 4 dicembre 2022


Domenica 4 dicembre torna la Domenica Metropolitana, giornata nella quale tutti i residenti della Città Metropolitana di Firenze potranno visitare gratuitamente i musei cittadini e prendere parte alle numerose visite e attività in programma, sviluppate grazie al supporto di Giotto, love brand di Fila Fabbrica Italiana Lapis ed Affini, e di Lucart.
Al Museo Novecento i giovani e gli adulti potranno partecipare alle visite guidate sulla grande mostra Tony Cragg. Transfer, che include meravigliose sculture e disegni dell'artista, inoltre si potranno ammirare due nuove esposizioni da poco inaugurate: Alberto Magnelli. Armocromie e Jean Arp. Larme de galaxie.
A Palazzo Medici Riccardi la mostra Passione Novecento. Da Paul Klee a Damien Hirst, permetterà al pubblico di percorrere un vero e proprio viaggio nel XX secolo grazie a capolavori dei suoi protagonisti più affermati. A Murate Art District sarà invece possibile essere accompagnati in visita alla mostra Le simmetrie dei desideri di Ilaria Turba.
Si segnalano le visite condotte insieme ai mediatori Amir, tese a offrire uno sguardo policentrico sul patri-monio civico, sia a Palazzo Vecchio che al Museo Novecento. Oltre alle visite guidate in Santa Maria Novella, Palazzo Medici Riccardi e Museo Bardini, presso la Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine sarà possibile accedere ai ponteggi allestiti per gli interventi di diagnostica e restauro.
Anche i più piccoli potranno trovare numerose iniziative a loro dedicate: In bottega, Dipingere in fresco, La favola della tartaruga con la vela e Vita di corte a Palazzo Vecchio, un interessante atelier sull’arte contem-poranea Forme infinite, infinite metamorfosi è previsto a Museo Novecento mentre a Palazzo Medici Riccardi si terrà Occhio al Novecento. Al Museo Bardini i bambini potranno cimentarsi in Un mondo tutto blu.

Tutte le visite guidate e le attività sono gratuite e la prenotazione è obbligatoria. All’atto della prenotazione è possibile riservare un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone.

Gli ingressi ai singoli musei saranno disponibili fino ad esaurimento posti, tranne la Cappella Brancacci che prevede prenotazione obbligatoria.
Questi gli orari di apertura: Museo di Palazzo Vecchio (orario 9/19),*Torre di Arnolfo (orario 9/17), Santa Maria Novella (orario 13/17.30*), Museo Novecento (orario 11/20), Museo del Ciclismo Gino Bartali (orario 10/16), Palazzo Medici Riccardi (orario 9-19), Museo Stefano Bardini (orario 11/17), Fondazione Salvatore Romano (orario 13/17).

  • In caso di pioggia le Torre di Arnolfo resterà chiusa al pubblico per motivi di sicurezza. Sarà accessibile il camminamento di ronda.
  • *Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura del museo.

Per la Cappella Brancacci (orario 13.00/17.00, 10 persone ogni mezz’ora, ultimo accesso 16.15) la prenota-zione è obbligatoria. L’accesso ai ponteggi del cantiere di diagnostica e di restauro avviene in forma accom-pagnata, senza spiegazione. I ponteggi sono accessibili a persone con difficoltà e disabilità motorie.
Per gli utenti in possesso della Card del Fiorentino, data la gratuità della giornata, non è prevista alcuna priorità di accesso nei Musei Civici Fiorentini. Per coloro che intendono acquistarla si richiede la prenotazione, al fine di garantire un servizio adeguato senza attese.

Il programma è realizzato grazie al sostegno di Giotto e Tenderly.


Palazzo Medici Riccardi

Occhio al Novecento

per chi: per famiglie con bambini dai 7 ai 12 anni
orari: 10.00
durata: 1h15’

Ogni artista racconta il suo tempo e il suo mondo attraverso le lenti della sensibilità e della tecnica, indissolubilmente connesse: grazie a una speciale visita animata, intrecciata a una “caccia al tesoro” volta a individuare e identificare i dettagli delle opere in mostra, scopriremo come riconoscere gli artisti e il loro stile, dalle inconfondibili pennellate di Renato Guttuso alle superfici assolate di Giorgio De Chirico, dai retini tipografici di Roy Lichtenstein alle crettature della materia di Alberto Burri.

Visita a Palazzo Medici Riccardi

per chi: per giovani e adulti
orari: 11.30, 15.00
durata: 1h15’

La visita prende avvio dal cortile principale per ripercorrere le tappe dell'ascesa medicea e delle fasi costruttive e decorative del palazzo. Protagonisti sono Cosimo il Vecchio, Piero il Gottoso e Lorenzo il Magnifico, capaci di disegnare la storia della città del Quattrocento e di promuovere la nascita del Rinascimento fiorentino: testimonianza ne è la Cappella dei Magi, sacello prezioso al primo piano del palazzo affrescato sapientemente da Benozzo Gozzoli. Il percorso prosegue nelle altre sale del museo per concludersi con la sfavillante Galleria degli Specchi, che consente di approfondire la "seconda età" del palazzo corrispondente al passaggio di proprietà a metà Seicento alla famiglia Riccardi.

Visita alla mostra Passione Novecento. Da Paul Klee a Damien Hirst

per chi: per giovani e adulti
orari: 16.30
durata: 1h15’

La visita propone un ideale itinerario nell’arte del Novecento, grazie a una rosa di capolavori estre-mamente significativi dei più grandi artisti del secolo: da Klee a Mirò, da Warhol a Hirst senza di-menticare gli italianissimi De Chirico, Guttuso, Burri o Rotella, i partecipanti potranno cogliere le peculiarità della loro poetica e della loro opera apprezzandone esiti particolar-mente rappresenta-tivi, abbracciando in un unico sguardo testimonianze dei linguaggi della pittura, della scultura e della fotografia. Un accento particolare sarà posto sui valori del collezionismo e del mecenatismo, strettamente correlati alla storia di queste opere e, più in generale, allo sviluppo della storia dell'arte nel corso dei secoli.


Museo di Palazzo Vecchio

Percorsi segreti

per chi: per giovani e adulti
orari: 10.00, 11.30, 14.30, 16.00
durata: 1h15’

La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi: fra questi la scala realizzata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di Francesco I de’ Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre Cosimo I (più conosciuto come Teso-retto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento.


Visita a Palazzo

per chi: per giovani e adulti
orari: 10.30; 15.00; 16,30
durata: 1h15’

Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel 1299, quan-do nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti concorrano alla creazione di un unicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e rinnovato nel corso dei secoli.

Orizzonti. Nuovi sguardi sul palazzo

per chi: per giovani e adulti
orari: 12.00
durata: 1h15’

Palazzo Vecchio è da secoli il cuore pulsante della vita pubblica fiorentina ed è ancora oggi la sede ufficiale del Comune di Firenze, oltre che museo di se stesso con le sue splendide sale monumentali. La visita consentirà di scoprire (o riscoprire) questo magnifico luogo con gli occhi di chi lo ha conosciuto arrivando a Firenze come “nuovo cittadino”. I partecipanti saranno quindi guidati da voci appartenenti a diverse culture a visitare in modo nuovo lo storico palazzo della città.
La visita è proposta nell’ambito del progetto AMIR / Accoglienza Musei Inclusione Relazione, a cura di Co-mune di Fiesole, Comune di Firenze - MUS.E, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti, Stazione Utopia, grazie al sostegno della Fondazione CR Firenze.


In bottega, dipingere in fresco

per chi: per famiglie con bambini dagli 8 ai 12 anni
orari: 15.00; 16.30
durata: 1h15’

“Di tutti gli altri modi che i pittori faccino, il dipingere in muro e` il più maestrevole e bello”. Cosi` Giorgio Vasari presenta la tecnica dell’affresco, considerata fra le più difficili poiché non consente ripensamenti e richiede una perfetta conoscenza dei materiali e dei pigmenti. L’atelier consente di cimentarsi con le diverse fasi di esecuzione di un piccolo affresco, che al termine dell’attività i partecipanti potranno portare via con se´.

Vita di corte

per chi: per famiglie con bambini dai 6 ai 10 anni
orari: 11.30
durata: 1h

Oggi Palazzo Vecchio è un museo, ma nel Cinquecento era la residenza del duca Cosimo I de Medici, di sua moglie Eleonora de Toledo e dei loro undici figli. Attraversando le sale del museo i visitatori potranno non solo ammirare lo splendore della reggia ma anche immaginare i sontuosi banchetti nella Sala Grande e i ter-razzi fioriti come giardini e immergersi nella vita quotidiana dei piccoli principi.

La favola della tartaruga con la vela

per chi: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
orari: 10.00
durata: 1h15’

Il duca Cosimo aveva, fra le sue imprese, una particolare predilezione per la tartaruga con la vela, che è infatti onnipresente nelle sale del suo Palazzo. Sarà proprio una piccola tartaruga a raccontare ai bambini un’antica storia che parla di bambini e di tartarughe, di velocità e di lentezza, di prudenza e di saggezza. Al termine della storia i bambini si cimenteranno in una “caccia alla tartaruga con la vela” negli ambienti di Pa-lazzo Vecchio.

Museo Novecento

Opere aperte

per chi: per giovani e adulti
orari: 15.00
durata: 1h15’

Durante la visita il dialogo con le opere e con i visitatori sarà condotto da un gruppo di migranti aderenti al progetto AMIR, giovani provenienti da vari paesi che hanno studiato l’arte del nostro tempo e della nostra penisola mettendola in relazione con la propria storia, le proprie origini, la propria patria. La visita consentirà quindi di avvicinarsi ad alcune opere esposte con gli occhi di chi è giunto a Firenze come “nuovo cittadino”: i visitatori saranno quindi guidati da voci appartenenti a diverse culture e invitati a osservare in modo nuovo le forme, i codici, i significati dell’arte italiana del nostro tempo e comprendere come davvero l’opera d’arte sia “aperta” e “centro attivo di una rete di relazioni inesauribili”. (U. Eco)
La visita è proposta nell’ambito del progetto AMIR / Accoglienza Musei Inclusione Relazione, a cura di Co-mune di Fiesole, Comune di Firenze - MUS.E, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti, Stazione Utopia, grazie al sostegno della Fondazione CR Firenze.

Visita alla mostra Transfer. Tony Cragg

per chi: per giovani e adulti
orari: 12.30, 16.30
durata:1h15’

La visita permette di avvicinarsi all’opera del grande scultore Tony Cragg approfondendo la storia e l'analisi di alcune opere esposte. Sarà delineata la traccia dell'ampia e profonda ricerca sviluppata dall'artista nel corso dei decenni, tesa a esplorare le molteplici potenzialità del linguaggio scultoreo e dei materiali. Tutta l'opera di Cragg può in effetti essere vista come un’ode alle infinite possibilità della “forma” - la cui musa ispiratrice è la natura, che abbraccia tanto il microscopico quanto l’infinito - di volta in volta generata grazie a un'accurata progettazione e a un sapiente impiego della materia.

Forme infinite, infinite metamorfosi

per chi: per famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni
orari: 11.00
durata: 1h

Il linguaggio della scultura conosce nel Novecento un’importante trasformazione ampliando infinitamente la rosa di materiali, tecniche e soggetti e offrendo nuove prospettive sul nostro rapporto con l’opera d’arte. Fra i protagonisti di questo profondo rinnovamento si situa indubbiamente Tony Cragg, che ha rivoluzionato il mondo della scultura aprendolo a ricerche, processi ed esiti inattesi. Il percorso in mostra permetterà di approfondire questi aspetti e di apprezzare i maggiori capolavori dello scultore, per poi cimentarsi in un atelier d’arte nel quale sperimentare le possibilità creative e artistiche del disegno e della modellazione di una piccola scultura.


Santa Maria Novella

Visita del complesso di Santa Maria Novella

per chi: per giovani e adulti
orari: 14.00, 15.30
durata: 1h e15’

La visita accompagna il pubblico alla comprensione di un fondamentale capitolo della storia della città di Fi-renze. Un’attenzione peculiare sarà dedicata alla storia dell’ordine domenicano, i cui caratteri teologici sog-giacciono a tutte le vicende architettoniche e artistiche del convento, ma anche alla partecipazione attiva della cittadinanza, che da sempre ha supportato la vita del complesso grazie a lasciti, committenze e patro-nati. Sarà così possibile comprendere le peculiarità storiche ed estetiche dei maggiori capolavori del com-plesso, eseguiti dai maggiori artisti del Medioevo e del Rinascimento: fra questi Giotto, Masaccio, Filippo Brunelleschi, Paolo Uccello, Domenico Ghirlandaio, Filippino Lippi. Il percorso proseguirà nei chiostri e negli altri ambenti del convento, fra cui la sala dell’antico Capitolo, più nota come Cappellone degli Spagnoli.


Complesso delle Murate

Visita al complesso delle Murate alla mostra “Le simmetrie dei desideri”

per chi: per giovani e adulti
orari: 10.00, 11.30
durata: 1h

La visita consente di conoscere la storia delle Murate, dalla sua fondazione come convento femminile per le monache di clausura alla trasformazione in carcere nell’Ottocento fino alla recente qualificazione del complesso come centro artistico, residenziale e polifunzionale. L’itinerario si snoda tra gli spazi delle Murate dedicando una particolare attenzione anche alla mostra “Le simmetrie dei desideri” di Ilaria Turba, che presenta gli esiti del lavoro di ricerca dell’artista intorno agli oggetti come materializzazioni di desideri, di storie e di tensioni immaginarie, in dialogo con la comunità locale.

Cappella Brancacci

Visita alla Cappella Brancacci

per chi: per giovani e adulti
orari: 13.30, 14.30, 15.30
durata: 1h15’

Durante la visita il pubblico potrà approfondire il contesto storico e artistico entro cui gli affreschi della Cap-pella Brancacci – pietra miliare della storia dell’arte rinascimentale – si situano, anche grazie a una serie di apparati multimediali: la narrazione, affiancata da supporti visivi, permetterà così di apprezzare la storia del complesso e di conoscere meglio la storia e l’iconografia del ciclo di affreschi. I visitatori saranno poi accom-pagnati all’ingresso della Cappella per salire in autonomia sui ponteggi dove potranno osservare gli affreschi da vicino, analogamente a quando essi furono eseguiti dagli stessi pittori.


Museo Bardini

Visita al Museo Bardini

per chi: per giovani e adulti
orari: 14.00
durata: 1h

Nel museo si respira la passione che ha animato l’antiquario e connoisseur Stefano Bardini nell’acquisire nel corso della sua vita una quantità così ingente di opere d’arte. La visita permette di conoscere la sua straordinaria collezione, dalle grandi opere – fra cui la Carità di Tino di Camaino o la Madonna dei Cordai di Donatello – alle preziose testimonianze di arti minori quali cassoni, maioliche, tappeti, armi, bronzetti.

Un mondo tutto blu

per chi: per famiglie con bambini dai 7 ai 12 anni
orari: 15.30
durata: 1h’

Il museo Stefano Bardini è un gioiello tutto da scoprire. Era il negozio del “principe degli antiquari” – così ve-niva chiamato Bardini, appunto – che seppe con gusto e bravura conquistare la sua fortuna e la sua fama. L’attività permetterà di scoprire i grandi e piccoli capolavori che il padrone di casa volle disporre secondo un gusto davvero speciale, dipingendo le pareti del colore del cielo, il famoso blu Bardini, e si concluderà con un momento artistico all’insegna del colore Blu.


Informazioni e prenotazioni
Da lunedì 28 novembre a sabato 3 dicembre h 9.30-13.00 e h 14.00-17.00
(attenzione: il servizio non è attivo la domenica mattina).

Tel. 055.2768224

Mail info@musefirenze.it
Web www.musefirenze.it
28/11/2022 10:33 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
"Lo Sport come strumento di pace"
La cooperativa sociale CooperHabile Onlus di Firenze, organizza, in collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze e con il Patrocinio del Comitato Paralimpico della Toscana, il convegno "Lo Sport come strumento di pace.
L’evento si svolgerà il giorno sabaton3 dicembre 2022, a partire dalle ore 9.30, presso il Palagio di Parte Guelfa in Piazza della Parte Guelfa 1, a Firenze.

Nell’occasione saranno consegnate le onorificenze del Comitato Italiano Paralimpico e ci sarà anche la testimonianza di sportivi afgani e ucraini.

Moderatore Franco Morabito

Ecco il programma del convegno promosso dalla Città Metropolitana di Firenze

Ore 9.30 Saluti istituzionali (Assessore Guccione, Sindaco Dario Nardella, Presidente Innocenti)
Ore 10.00 Stefania Saccardi – Vice Presidente Regione Toscana
Ore 10.15 Nicola Armentano – Città Metropolitana di Firenze Consigliere Delegato allo Sport
Ore 10.30 Massimo Porciani – Presidente CIP Toscana membro di Giunta CIP Nazionale
Ore 10.45 Simone Cardullo – Presidente CONI Toscana
Ore 11.00 Marco Ceccantini – Presidente UISP Toscana
Ore 11.15 Consegna Onorificenze di CIP Toscana
Ore 11.45 Carlo Faraci – Presidente CSI Toscana
Ore 12.00 Gennaro Testa – Professore di Antropologia e sociologia dello sport
Ore 12.15 Massimo Gulisano – Università di Firenze
Ore 12.30 don Giovanni Momigli – Direttore Ufficio Pastorale Sociale Diocesi di Firenze
Ore 12.45 Testimonianza di sportive ucraine ed afgane
Ore 13.00 Buffet per i partecipanti


01/12/2022 09:56 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Gli Azzurri d’Italia premiano gli studenti a Palazzo Medici Riccardi
Domani, sabato 3 dicembre, alle ore 11 nella Sala Luca Giordano della Città Metropolitana di Firenze (ingresso via Cavour 9) saranno premiati le ragazze e i ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado che hanno partecipato al concorso grafico “Dipingi il tuo sport” e al concorso letterario “I valori sociali dello sport” promossi dall’associazione Azzurri d’Italia.

Interverranno il consigliere delegato allo Sport della Città Metropolitana di Firenze Nicola Armentano, il presidente della UISP Firenze Marco Ceccantini, Rosario Carubia dell’Ufficio scolastico regionale e il presidente onorario degli Azzurri d’Italia Piero Vannucci


02/12/2022 10:20 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
"Comprensione, cultura dialogo tra fedi. Anche questo è lo Sport"
E' bello e significativo chiudere questo 2022 con un convegno dedicato allo 'Sport come strumento di pace'.
"Penso davvero che lo sport abbia la potenzialità di trasformare in meglio le persone e promuovere un cambiamento sociale volto alla creazione di un mondo migliore", ha osservato stamani Nicola Armentano consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato allo Sport, intervenendo stamani al convegno promosso da Metrocittà e cooperativa sociale CooperHabile Onlus di Firenze e con il Patrocinio del Comitato Paralimpico della Toscana, nel Palagio di Parte Guelfa.
Lo sport "ha il potere di favorire il dialogo interculturale, interconfessionale, la comprensione, l’inclusione sociale e la pace", esigenze rappresentate prioritariamente nel convegno voluto dal Sindaco nel febbraio con la Cei che ha coinvolto i Sindaci e i Vescovi del Mediterraneo.
In questo momento il mondo dello sport vive delle concrete difficoltà, "dovute in particolare all'aumento dei costi delle materie energetiche.
Colgo anche quest'occasione per esprimere la mia vicinanza e rilanciare un impegno ed un appello perchè tutte le istituzioni, a cominciare da quelle nazionali che più possono fare in questa direzione, diano un concreto aiuto e sostegno alle associazioni e alle società". Obiettivo: evitare chiusure o riduzioni di attività "proprio ora che tanto forte è il bisogno di socialità e ripresa della normalità delle relazioni sociali".
De Coubertin, padre delle moderne Olimpiadi, attribuiva allo sport la capacità di introdurre tre caratteri nuovi e vitali nelle vicende del mondo: democrazia, internazionalità, pacifismo.

03/12/2022 11:27 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
"PlaYOuT 2022". Il festival di Contempoartensemble in Palazzo Medici Riccardi
"Playout 2022". Il festival di Contempoartensemble in Palazzo Medici Riccardi con un concerto che prevede l’esecuzione del famoso quintetto di César Franck in occasione dei 200 anni dalla nascita del compositore belga e una prima esecuzione assoluta di 'Linee non gerarchiche', brano composto per la serata da Francesco Sottile, vincitore del Premio Veretti della Scuola di Musica di Fiesole. Protagonisti 'I Solisti di Contempoartensemble'.
Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle vigenti disposizioni Covid-19.
Si invita a visitare il sito www.contempoartensemble.com per mantenersi aggiornati su programma e informazioni. Ingresso unico fino ad esaurimento posti; saranno disponibili posti a sedere non numerati.
La prenotazione è consigliata e si può effettuare via e-mail a prenotazioniplayout@gmail.com oppure tramite messaggio whatsapp o sms al numero (+39) 327 9344731 scrivendo nome, cognome, recapito telefonico o e-mail e numero dei partecipanti. In caso di rinuncia dei posti prenotati, si raccomanda di comunicarlo.
I biglietti si acquistano direttamente nel luogo del concerto a partire da un’ora prima dell’orario di inizio.
Costo dei biglietti (conversazione e concerto): euro 12 intero, 7 ridotto under25, omaggio under12.

Quintetti. A 200 anni dalla nascita di César Franck conversazione con Francesco Ermini Polacci e concerto Francesco Sottile' Linee non gerarchiche' per pianoforte e archi. Prima assoluta César Franck del Quintetto in fa minore per pianoforte e archi

I solisti di Contempoartensemble: Matteo Fossi, pianoforte; Duccio Ceccanti e Angela Tempestini, violini; Edoardo Rosadini, viola; Vittorio Ceccanti, violoncello.
30/11/2022 14:07 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
Violenza di genere. Il progetto 'Noi ci siamo' in Metrocittà Firenze
Lunedì 5 dicembre 2022, alle ore 15, nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi
si terrà l'incontro di presentazione del Progetto "Noi ci siamo", con cui si intende sensibilizzare sul tema della violenza di genere, degli stereotipi ad essa legati e sulle forme di sessismo che la alimentano.
L'incontro è rivolto a dipendenti e datori di lavoro delle imprese del territorio, al fine di fornire loro gli strumenti per riconoscere i segnali di violenza, e dare un primo supporto alle donne che ne sono vittime.

Il Progetto verrà realizzato dai due Centri Antiviolenza che operano sul territorio della Città Metropolitana di Firenze e sono accreditati:

'Artemisia' per le Zone di Firenze, Nord Ovest, Sud Est e Mugello;

'Lilith' per la Zona Empolese Valdelsa.

All'incontro parteciperanno la Consigliera metropolitana con delega alle Pari Opportuntà, Angela Bagni, le Rappresentanti dei due Centri Antiviolenza soggetti attuatori del Progetto, i referenti delle Associazioni di categoria (Confindistria, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Cna e Arti Agenzia Regionale Toscana per l'Impiego) e la Presidente del Cug-Comitato unico di garanzia della Città Metropolitana, Maria Grazia Fiera.

Per partecipare all'incontro in presenza l'accesso degli ospiti è dall'ingresso di Via Cavour n. 9.

E' fortemente raccomandato l'uso della mascherina Ffp2.
03/12/2022 10:26 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
La Madonna con il Bambino di Filippo Lippi in mostra a Milano
La 'Madonna con il Bambino' di Filippo Lippi, facente parte della collezione del Museo di Palazzo Medici Riccardi, è stata concessa in prestito dalla Città Metropolitana di Firenze al Comune di Milano, per la mostra “La carità e la bellezza”, in programma a Palazzo Marino dal 1° dicembre al 15 gennaio 2023.

Le delicate operazioni di trasferimento dell’opera verranno effettuate il prossimo lunedì 28 novembre.

La 'Madonna con il Bambino' di Filippo Lippi, attualmente esposta nella Sala del Caminetto del percorso museale di Palazzo Medici Riccardi, è una delle opere più celebri dell'artista, protagonista del Rinascimento fiorentino, attivo a Firenze introno alla metà del Quattrocento. Autore di molti capolavori, il Lippi fu uno degli artisti prediletti da Cosimo il Vecchio de' Medici. Sul retro della tavola, databile agli anni 1466-1469, si trova lo schizzo di un tabernacolo e di una testa maschile, riferibile allo stesso Lippi.

"Il progetto della mostra a Milano nasce da una fruttuosa collaborazione tra le città di Firenze e Milano - sottolinea Letizia Perini, consigliera della Metrocittà delegata alla Cultura - che si è espressa ad esempio in occasione del 1° maggio scorso, quando per la Festa Internazionale dei Lavoratori, fu presentata nel cuore di Palazzo Vecchio, all’interno del Salone dei Cinquecento, la grande tela di Pelizza da Volpedo 'Il Quarto Stato'". Quella che e una delle più celebri opere pittoriche realizzate tra Otto e Novecento, fu eccezionalmente concessa in prestito dal Museo del Novecento di Milano, grazie a un'intesa tra Comune di Firenze, Museo Novecento e Comune di Milano.
30/11/2022 14:05 Città Metropolitana di Firenze
Indire
L’Università di Firenze vince il riconoscimento europeo eTwinning ITE 2022
L’Università degli Studi di Firenze è la vincitrice, per l’anno 2022, del riconoscimento europeo eTwinning ITE Award per l’Istituto ITE (Initial Teacher Education) dell’anno. L’iniziativa è stata lanciata dalla Commissione europea nell’ambito dell’Azione eTwinning, la più grande community europea di insegnanti che collaborano a progetti didattici grazie ad una piattaforma informatica.

L’ITE Award identifica, celebra e promuove il lavoro e le attività che le Università aderenti al progetto hanno condotto in tre principali ambiti: integrazione dei programmi di studio, attuazione dei progetti e risultati della ricerca.

Durante la premiazione è stato mostrato un video con gli interventi di Raffaella Biagioli docente di Pedagogia generale e sociale, delle tutor universitarie Laura Innocenti e Ilaria Giachi, e di alcune studentesse; in un secondo momento, sono state presentate in modo dettagliato le tre aree che hanno portato a tale riconoscimento.

“Siamo molto orgogliosi di aver conseguito questo prestigioso riconoscimento europeo – spiega Raffaella Biagioli, docente di Pedagogia generale e sociale -. È il premio a un impegno che il nostro Ateneo ha assunto già dieci anni fa quando abbiamo aderito alla sperimentazione del Teacher Training Institution poi divenuto Initial Teacher Education. Questo risultato si deve a un gruppo di docenti, in particolare Maria Ranieri e Francesca Mancini che, insieme ai tutor universitari, hanno visto nella progettualità eTwinning la declinazione ideale della dimensione dell’internazionalizzazione e un’opportunità significativa per lo sviluppo di competenze digitali, metodologiche, linguistiche e interculturali”.

Al bando di partecipazione per il riconoscimento europeo ITE AWARD 2022, hanno partecipato in Italia 30 Università La valutazione nazionale delle candidature è stata condotta dall’Unità Nazionale eTwinning e resa nota a fine ottobre, con l’Università degli Studi di Firenze che ha ottenuto il maggior punteggio nelle tre aree: 1) Integrazione di eTwinning nel curricolo 2) Sviluppo e implementazione di progetti eTwinning 3) Risultati di ricerca in relazione a eTwinning.

Per ulteriori informazioni: https://etwinning.indire.it/
02/12/2022 13:43 Indire
Città Metropolitana di Firenze
Lavori al Michelangelo. Recinzione del cantiere... a fumetti!
La Direzione Edilizia di Città Metropolitana di Firenze sta eseguendo un importante intervento di restauro e consolidamento della copertura presso il Liceo Classico Michelangelo in via della Colonna 9 che si protrarrà fino al mese di dicembre 2023.
In sede di gara la ditta esecutrice ha proposto fra le offerte migliorative anche la valorizzazione estetica della recinzione di cantiere su strada avvalendosi della collaborazione del fumettista Niccolò Storai che realizzerà su teli in pvc disegni inerenti la storia dell'edificio scolastico.
"In accordo con la Dirigente Scolastica Prof.ssa Rita Gaeta - spiega Massimo Fratini, consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato all'Edilizia scolastica di zona, abbiamo convenuto di coinvolgere in prima persona gli studenti facendoli diventare parte attiva del processo creativo in affiancamento all'artista".
Al fine di illustrare il progetto ai ragazzi, è stato concordato di creare un momento d'incontro mercoledì 7 dicembre 2022 alle ore 11.30 presso l'Aula Magna del Liceo Michelangelo alla presenza di tutti i rappresentanti di classe (circa 60 ragazzi) oltre alla Preside, agli architetti Lorenzo Di Bilio e Cristina Moretti referente per l'immobile scolastico ed il Consigliere delegato per l'edilizia scolastica della Città Metropolitana Massimo Fratini.
03/12/2022 11:15 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Firenze
Firenze. Tramvia, da lunedì l’avvio dei lavori al centro di viale Lavagnini
A dicembre i lavori della linea Fortezza-San Marco entreranno in una nuova fase andando a interessare anche la parte centrale di un tratto di viale Lavagnini. Si tratta di interventi legati ai sottoservizi e a seguire la realizzazione della sede tranviaria. In contemporanea andranno avanti anche i lavori di sistemazioni urbanistiche sul controviale andando a interessare, a fine mese, anche il tratto tra l’istituto comprensivo Pieraccini (altezza via Leone X) e viale Strozzi.

Il cantiere relativo alle lavorazioni nel centro viale è articolato in due fasi. La prima interessa il tratto da piazza della Libertà fino all’altezza di via delle Mantellate. L’allestimento sarà effettuato di notte, a partire dalle 21 di lunedì 5 dicembre in modo che alle 5 di martedì 6 dicembre sia in vigore l’assetto definitivo del cantiere e della mobilità. Dal punto di vista della circolazione, saranno mantenute due corsie in direzione di viale Strozzi, una su ciascun lato del cantiere con spostamento del new jersey a centro carreggiata; due corsie anche per la direttrice verso piazza della Libertà.

La fase successiva prevede l’ampliamento del cantiere nel tratto fino all’incrocio con via Poliziano ed è programmata nella notte tra il 27 e il 28 dicembre con le stesse modalità dell’allestimento precedente; quindi, avvio delle operazioni alle 21 in modo che la mattina successiva sia operativo il nuovo assetto della mobilità. In entrambe le fasi i veicoli provenienti da via Poliziano potranno proseguire verso via Santa Caterina d’Alessandria e su viale Lavagnini sia in direzione Fortezza che in direzione piazza della Libertà. Tempo previsto di questa fase di lavori 85 giorni.

Per quanto riguarda le sistemazioni urbanistiche del controviale, a dicembre continuano i lavori nel tratto tra via Duca d’Aosta e via Bonifacio Lupi e tra via Santa Caterina d’Alessandria e la scuola Pieraccini. Questi cantieri saranno smontati dal 23 dicembre e nella notte tra il 28 e il 29 dicembre le lavorazioni si sposteranno nel tratto successivo del controviale da via Leone X a viale Strozzi. Anche in questo caso sono previsti divieti di transito e di sosta sul controviale. Sarà traslato anche il new jersey con due corsie verso la Fortezza e quattro verso Libertà con accumulo per la svolta all’altezza di via Leone X. Durata prevista 85 giorni. (mf)

https://www.comune.fi.it/system/files/2022-12/LAVAGNINI%20CANTIERE%20E2%20PRIMA%20FASE.pdf



02/12/2022 13:41 Comune di Firenze
MiC - Direzione regionale musei della Toscana
Galleria dell’Accademia di Firenze. Sabato 3 dicembre Giornata internazionale delle persone con disabilità, il nuovo percorso tattile per ipovedenti
Proprio per l’occasione di questa ricorrenza, la Galleria ha messo a punto un percorso tattile per ipovedenti e non vedenti con la riproduzione 3D in vetroresina di una selezione di opere, tra le più significative, conservate nelle diverse collezioni, e posizionate davanti o in prossimità degli originali, come: nelle sale del Duecento e del Trecento, la formella di Taddeo Gaddi, raffigurante la Crocefissione e due scene tratte da L’Albero della Vita di Pacino di Bonaguida; mentre nella Sala del Colosso, la Madonna col Bambino e san Giovannino con due angeli, dipinto attribuito a Botticelli, e un particolare della Danza in una festa nuziale, raffigurata sul Cassone Adimari, capolavoro indiscusso di Giovanni Di Ser Giovanni, detto Lo Scheggia, entrambe della seconda metà del Quattrocento.

Sono state realizzate didascalie in Braille composte da indicazione autore, titolo dell’opera, tecnica e anno, sia in italiano che in inglese, oltre all’indicazione del numero dell’audioguida corrispondente. Inoltre, tenendo presenti le necessità delle persone ipovedenti, le nuove didascalie della Sala del Colosso e della Gipsoteca, scritte con un carattere ben leggibile per tipologia, dimensioni e contrasto, illuminate dal nuovo sistema a led, sono state collocate ad un’altezza facilmente visibile anche quando il museo è affollato.

Il progetto è stato attuato grazie alla convenzione in atto dal 2017 con IRIFOR (Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione), con il Liceo Artistico Alberti e con l’Università degli Studi di Firenze.
02/12/2022 13:28 MiC - Direzione regionale musei della Toscana
Accademia di Belle Arti di Firenze
Medioevo. Storia, Immaginazione, Ricezione
Lunedì 5 dicembre l'Accademia di Belle Arti di Firenze sarà la sede di una giornata di studi che attraverso il contributo di studiosi di storia, arte, letteratura e filosofia medievale, analizzerà da più punti di vista uno dei periodi storici che affascina sempre di più anche i non specialisti: il Medioevo.

Il convegno, dal titolo “Medioevo. Storia, Immaginazione, Ricezione” è organizzato dal Dipartimento di Comunicazione e Didattica dell’Arte dell’Accademia con il patrocinio del Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo dell’Università di Firenze (Sagas) ed è aperto a tutti gli interessati fino a esaurimento dei posti disponibili.

La Giornata di studi si aprirà in Sala Ghiberti alle ore 9.30 con i saluti del Presidente dell’Accademia, Carlo Sisi, e del Direttore Claudio Rocca insieme a Fulvio Cervini – vice direttore di Dipartimento – e Renzo Guardenti per il Sagas. A introdurre i relatori saranno i curatori del convegno, i professori Luca Farulli e Cristina Frulli.

La mattinata proseguirà, poi, con gli interventi di Riccardo Bruscagli, Università di Firenze, “Il Medioevo: dietro, davanti, intorno a noi’ e Angelo Tartuferi, Direttore del Museo di San Marco con "Pittura medievale in Toscana: problemi di attribuzione dal volume supplementare del Corpus of Florentine Painting di Miklós Boskovits”. In chiusura della prima parte della giornata interverranno Enrica Neri Lusanna, Università di Perugia, con "Linguaggi figurativi nel Medioevo e immagini della Riforma" e Fulvio Cervini, Università di Firenze, con "L'arte medievale come la vedevano i medievali".

I lavori riprenderanno dopo una pausa alle ore 15, sempre in Sala Ghiberti, con Franco Franceschi, Università di Siena, "Il Medioevo degli storici, un soggetto démodé?". A seguire Anna Rodolfi, Università di Firenze, con "Fra Dio e gli uomini: il profeta e l'angelo nel pensiero medievale”, quindi Carlo Sisi con “Medioevo e Pittura di storia” e Hans Jürgen Scheuer della Humboldt Universität di Berlino con "Medieval imagination and dialectical image. Some observations from Blade Runner back to a 13th century Miracle story". Chiuderà la giornata Luca Farulli con “Immagini dialettiche: Medioevo ed Avanguardia. Linee di una ricerca”.
02/12/2022 13:16 Accademia di Belle Arti di Firenze
Università di Firenze
Unifi. One Day International Conference "Psychology of Sustainability and Sustainable Development: A Current Research Area"
La One-Day International Conference si terrà il 6 dicembre 2022 presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Firenze. Questa conferenza è organizzata dal Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia (FORLILPSI) (Sezione di Psicologia) dell'Università degli Studi di Firenze (Annamaria Di Fabio) con il supporto della Division 1 “Work and Organizational Psychology” della International Association of Applied Psychology (IAAP).

La conferenza è inoltre promossa dall’Università di Wroclaw (Poland), che coordina la Chair UNESCO “Lifelong Guidance and Counseling” e il Network UniTwin “Life Designing Interventions (counseling, guidance, education) for Decent Work and Sustainable Development”. L'evento includerà prestigiosi keynote speaker come il Prof. Marc A. Rosen (Full Professor of Mechanical Engineering Faculty of Engineering and Applied Science, University of Ontario Institute of Technology, Oshawa, Ontario, Canada) e il Prof. José María Peiró (Emeritus Professor of Work and Organizational Psychology IDOCAL Research Institute, University of Valencia, Valencia, Spain; Past President of the International Association of Applied Psychology IAAP).

L'evento è gratuito e aperto alla cittadinanza. Per maggiori informazioni e iscriversi contattare annamaria.difabio@unifi.it


02/12/2022 14:13 Università di Firenze
Comune di Empoli
Consiglio comunale di Empoli, approvato il documento unico di programmazione


EMPOLI - Nel corso del consiglio comunale che si è svolto oggi, venerdì 2 dicembre 2022, è stato approvato il Documento unico di programmazione (Dup) per il triennio 2023/2025. Si tratta di un passaggio necessario per avviare il percorso che porterà alla discussione per l'approvazione del bilancio di previsione 2023. La sindaca Brenda Barnini ha illustrato il Documento unico di programmazione per i prossimi tre anni e, al termine della seduta e di un lungo dibattito in consiglio, il DUP è stato approvato col voto favorevole della maggioranza, Partito Democratico e Questa è Empoli, con quello contrario di Buongiorno Empoli - Fabrica Comune, Fratelli d'Italia - Centrodestra per Empoli e Gruppo misto.



«L'illustrazione del Dup è l'occasione per fare una panoramica sugli obiettivi strategici dell'amministrazione e sugli obiettivi operativi - ha sottolineato la sindaca Brenda Barnini - Racconta lo stato di avanzamento di obiettivi e servirà come base di partenza per andare a comporre le ultime scelte del bilancio di previsione e arrivare entro fine anno ad approvare il bilancio di previsione stesso. Il 2023 è la base di riferimento per la costruzione del bilancio di previsione, mi auguro sia il primo anno in cui questa amministrazione possa non dover affrontare un'emergenza: dal 2019 in poi viviamo in emergenza, emergenza legata alla pandemia, che dal punto di vista della buona condotta dell'amministrazione si è potuto traghettare senza grandi danni grazie al fatto che si sono susseguiti Governi che hanno compreso la centralità degli enti locali per la tenuta sociale ed economica del territorio. E che, attraverso il Fondo Covid, ci hanno consentito di continuare a erogare servizi e portare avanti le attività dell'ente. Si è aperta poi l'annata di emergenza legata alla crisi energetica che per il bilancio del Comune ha voluto dire 800mila euro di imprevisto di spesa, una cifra che può far saltare la gestione: l'emergenza è stata resa gestibile dal fatto che nel corso del 2022 per tre volte il Governo ha dato sostegno agli enti locali. E comunque abbiamo dovuto applicare quasi 500mila euro di avanzo libero che altrimenti potevano andare a finanziare manutenzioni strade. Il 2023 si apre sotto presagi non del tutto positivi: la crisi energetica è ancora ben presente, il Governo in carica ha stanziato una parte di risorse nuovamente per sostenere gli enti locali, che potremo mettere nel bilancio di previsione per il caro bollette, ma con quella piccola quota, se l'andamento è questo, riusciremo a pagare i primi tre mesi di bollette. Ma intanto sappiamo che il 2023 sarà di sicuro un anno in cui arriveranno a conclusione tantissime delle opere che abbiamo messo in cantiere e di apertura del blocco di interventi legati al PNRR, si tratta di investimenti per 20 milioni di euro. Fra fondi Pnrr e fondi Fesr, che finanziano il progetto Arno Vita Nova che sarà messo a bilancio il prossimo anno, si tratta di circa 40 milioni di euro di fondi europei ottenuti in meno di otto anni: penso che fosse sostanzialmente impossibile fare di più. Per raggiungere questo obiettivo c'è stato bisogno di un enorme lavoro di squadra. Il 2023 renderà chiaro cosa abbiamo cercato di realizzare e perché la scelta di non perdere occasioni, intercettando fonti di finanziamento, è stata fondamentale".


Entrando nel dettaglio, in linea con il piano delle opere pubbliche che comprende anche interventi nelle frazioni con nuovi parcheggi, piste ciclabili e conferma di progetti culturali, nel 2023 saranno concluse tutte le opere del progetto di rigenerazione urbana Hope: sarà infatti aperta la parte della biblioteca comunale Fucini oggetto dell'intervento di recupero e restauro, saranno aperti gli spazi dell'ex Sert di piazza 24 Luglio che ospiteranno la Casa della salute e il condominio solidale 'Freedom' e ancora è prevista l'apertura dell'ex Convitto recuperato in piazza del Popolo, destinato a ospitare la sezione Ragazzi della biblioteca divenendo, con i suoi tre piani, un luogo di riferimento per bambini e ragazzi. E sempre nel 2023 è prevista la conclusione della ristrutturazione dell'ala dell'ospedale vecchio, oggi cantiere, che ospiterà spazi per co-working, sala convegni e luoghi di incontro come la caffetteria.



Fra gli interventi rilevanti per il 2023, ci sarà l'apertura dei cantieri legati al PNRR fra i quali la seconda parte dell'intervento di recupero dell'ospedale vecchio (ala che affaccia su via Roma), la realizzazione del Parco culturale di piazza Guerra che prevede anche la costruzione del teatro comunale il Ferruccio, la rigenerazione urbana che interessa la frazione di Ponte a Elsa con l'abbattimento del cosiddetto Ecomostro e la realizzazione dell'EcoPark e l'attivazione di servizi per la comunità. Da segnalare anche la conclusione del cantiere e la riapertura del ponte sull'Orme lungo la SS67 e ancora il completamento e la realizzazione della nuova scuola di Pontorme (completamente finanziata con risorse comunali) e la realizzazione della 'bretella' di collegamento fra la SS 67 e la zona di Serravalle.



Sul fronte dei cantieri al via, è prevista l'apertura del cantiere per la realizzazione dell'impianto di atletica e sarà messa a bilancio l'ultima delle tante operazioni per dare un nuovo volto alla città, ovvero il progetto Arno vita nova, finanziato con fondi europei Fesr dalla Regione Toscana: prevede la ristrutturazione di Palazzo Ghibellino, Porta Pisana, degli Ex Macelli e la realizzazione di una passarella ciclopedonale fra Tinaia e Limite. Proseguiranno inoltre gli interventi di efficientamento energetico relativi agli edifici di proprietà comunale a partire dalle scuole, fondamentali anche per ridurre l'impatto ambientale. Sul fronte edilizia scolastica, fra 2023 e il 2024, è previsto il rifacimento dell'asilo nido Stacciaburatta già finanziato e progettato: un intervento in seguito al quale tutti i nidi comunali saranno di nuova costruzione o completamente rinnovati.


Massima attenzione anche sul fronte delle manutenzioni stradali per le quali è previsto, dal 1 gennaio 2023, sul bilancio di previsione, un milione di euro di risorse spendibili, con l'obiettivo di intervenire laddove sia necessario, seppur con la consapevolezza di dover fare i conti con l'aumento dei costi delle materie prime che grava su ogni intervento.

DOCUMENTO UNICO di PROGRAMMAZIONE - Il Dup è l’atto di indirizzo politico-economico della giunta introdotto nel 2015 a seguito della riforma della disciplina relativa ai bilanci e all’armonizzazione dei documenti contabili. Solo dopo il suo passaggio in Consiglio è possibile approvare il prossimo bilancio. E' articolato in due sezioni: la sezione strategica e la sezione operativa. La sezione strategica sviluppa e concretizza le linee programmatiche di mandato, individua gli indirizzi strategici dell’Ente, ossia le principali scelte che caratterizzano il programma dell’amministrazione, da realizzare nel corso del mandato amministrativo, in coerenza con il quadro normativo di riferimento e con le linee di indirizzo della programmazione regionale, compatibilmente con i vincoli di finanza pubblica. La sezione operativa contiene invece la programmazione operativa dell'ente con un orizzonte temporale triennale, corrispondente al bilancio di previsione.
02/12/2022 17:25 Comune di Empoli
Redazione di Met
Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni. 'Officine del gesto'
OFFICINE DEL GESTO è un progetto del Centro di Produzione della Danza Virgilio Sieni realizzato con il contributo speciale di Città Metropolitana di Firenze che sviluppa contesti di formazione, educazione, creazione, produzione e trasmissione nei territori dell’area Metropolitana di Firenze: un modello innovativo per agire attraverso i linguaggi del corpo e la partecipazione culturale. Un’ampia articolazione di azioni che intende far emergere un atlante poetico e politico, partecipato da cittadini, artisti, operatori, educatori, lavoratori e imprese. Ogni intervento segna un percorso che restituisce vicinanza all’arte e al senso della comunità, elaborando un confronto continuo con gli abitanti, le istituzioni, le scuole, le associazioni culturali e del terzo settore.

Nell’ambito di Officine del gesto, progetto sostenuto da Città Metropolitana di Firenze, tre sono gli appuntamenti del 2022 a cura del Centro di Produzione della Danza Virgilio Sieni.

Domenica 4 dicembre ore 11.30 a CAMPI BISENZIO va in scena la performance Il mondo salvato da loro | progetto Prometeo, in collaborazione con RSA La Mimosa di Campi Bisenzio e Sereninsieme di Sesto Fiorentino.

Giovedì 8 dicembre ore 18.00 a GAMBASSI TERME va in scena lo spettacolo Danza cieca, con protagonisti Virgilio Sieni e il danzatore non vedente Giuseppe Comuniello.

Lunedì 12 dicembre ore 18.00 a Cango Cantieri Goldonetta Firenze viene presentata in anteprima l’opera video Limite realizzata da Virgilio Sieni a CAPRAIA e LIMITE in collaborazione con la Società Canottieri Limite sull’Arno.


domenica 4 dicembre, ore 11.30 (ingresso gratuito)

Auditorium Rodari, via Garcia Lorca, CAMPI BISENZIO

IL MONDO SALVATO DA LORO | progetto Prometeo
di Virgilio Sieni

assistente artistica Delfina Stella - assistenti al progetto Maria Vittoria Feltre, Agnese Lanza
musica eseguita dal vivo Naomi Berrill
con Virgilio Sieni, Delfina Stella, Maria Vittoria Feltre, Agnese Lanza e Giancarlo Bartalesi, Luciana Benigni, Maria Grazia Bianchini, Rosalba Cammarata, Cecilia Cardozo, Graziella Cari, Roberto Casini, Adria Chini, Vera Corbelli, Iole Delli, Roberta Fanciullacci, Samanta Francalanci, Bruno Foppiani, Ilaria Lettieri, Filomena Lovecchio, Salvatore Marangelo, Francesco Nicoletti, Simone Papini, Anna Poggesi, Carlo Scaffai, Beppino Siviero, Barbara Sottani, Remo Stelloni
in collaborazione con Rsa La Mimosa/Campi Bisenzio, Sereninsieme/Sesto Fiorentino, Associazione Acav/Campi Bisenzio
si ringrazia Sandra Ballerini (Associazione ACAV), Emiliano Fossi, Giorgia Salvatori, Monica Roso, Simone Bolognesi (Ufficio Cultura Comune di Campi Bisenzio)
produzione Città Metropolitana di Firenze, Comune di Campi Bisenzio, Centro di Produzione della Danza Virgilio Sieni

Realizzato in collaborazione con la RSA La Mimosa di Campi Bisenzio e Sereninsieme di Sesto Fiorentino, Prometeo è un progetto che coinvolge e incontra comunità di persone che abitano i confini della diversità fisica, cognitiva e comportamentale e che, attraverso i linguaggi del corpo e della danza, esplorano la bellezza del corpo “messo in opera”. Ogni tappa del progetto nasce in relazione con luoghi e contesti diversi partendo dal coinvolgimento diretto di associazioni di promozione sociale, centri diurni e strutture che si occupano di fragilità.

La performance Il mondo salvato da loro a Campi Bisenzio, aperta al pubblico, nasce sul tema dell’ascolto delle fragilità. I partecipanti insieme a danzatrici, danzatori, persone con diverse abilità, operatori sanitari e caregivers indagano come l’ascolto del corpo e la bellezza del movimento divengono danza in dialogo con la quotidianità, forgiando i loro gesti nel tempo e restituendo il senso civile della comunità che collabora, coopera, si sostiene e accoglie “chiunque sia”. Incontro, sostegno e attesa sono i temi principali della performance che è frutto di una serie di laboratori e incontri che il Centro di Produzione Virgilio Sieni ha tenuto nelle scorse settimane.


domenica 8 dicembre, ore 18.00 (ingresso gratuito)

Palestra Comunale, piazza Giuseppe di Vittorio, GAMBASSI TERME

DANZA CIECA
coreografia: Virgilio Sieni

interpreti: Virgilio Sieni e Giuseppe Comuniello
musica dal vivo: Spartaco Cortesi
assistenza artistica: Delfina Stella
produzione: Fondazione Matera - Basilicata 2019, Compagnia Virgilio Sieni

Virgilio Sieni e il danzatore non vedente Giuseppe Comuniello sono protagonisti di un duetto sulla tattilità su musica dal vivo di Spartaco Cortesi. Ascolto, tenuità, spazio, gioco e rito, potenza dell’attesa, incrinatura della materia fonte inesauribile di gesti, parti oscure del movimento, bagliore nel dettaglio, accoglienza dell’amico, apertura dello sguardo: posture e avvicinamenti che trasformano il corpo in un atlante inesauribile di luoghi democratici. Una coreografia che si fonda sullo spazio aptico tra i due interpreti e l’alone di energia che i movimenti creano intorno a loro. L’aura non è solo una sorta di alone intorno alla persona ma comprende l’essenza della persona capace di raccogliere in sé l’indicibilità della sua origine, trasmettendo verso il fuori questa potenza.

Danza cieca è anche il punto di partenza per sviluppare i Laboratori sull’arte del gesto (6, 7 dicembre) con le classi IV dell’Istituto Comprensivo “G. Gonnelli” di Gambassi Terme e Montaione. Laboratori per giocare e scoprire l'importanza delle diverse sensorialità, intese come chiave per cogliere la ricchezza delle differenze. Giochi di invisibilità, dialoghi tattili, esperimenti dinamici in gruppo ed esercizi di sguardo per introdurre e utilizzare il gesto come primo atto di esplorazione e conoscenza delle forme del fare. I laboratori saranno accompagnati da una riflessione condivisa che porterà alla stesura di un Manifesto: una raccolta di affermazioni scritte dalle/dai bambine/i sui temi della vicinanza, del contatto e dell’ascolto, che verrà da loro stessi presentata dopo lo spettacolo.


A gennaio 2023 i laboratori proseguiranno con La Scuola di piccola falegnameria. Nata nell’ambito dell’Accademia sull’arte del gesto di Virgilio Sieni, si costituisce come un’officina dove “il fare e il costruire” diventano un modo per conoscere il mondo attraverso il corpo e la manipolazione della materia. Durante i laboratori, a cura di Viola Tortoli Bartoli, i bambini saranno impegnati in una nuova interpretazione del Manifesto poetico da loro redatto: un linguaggio che traduce le parole in materia.


lunedì 12 dicembre, ore 18.00 (ingresso su invito)

Cango Cantieri Goldonetta, via Santa Maria 25 Firenze

LIMITE _ anteprima dell’opera video
ideazione e regia Virgilio Sieni

video Daria Galli
con la partecipazione di Vittoria Ancillotti, Elisabetta Angiolini, Sergio Antonini, Rita Biocca, Filippo Cecchi, Duccio Cianti, Irene Coresti, Alessia Coresti, Maria Diano, Stefano Della Rossa, Lucia Di Fiore, Rossana Filippi, Francesco Guglielmi, Giovanni Guidi, Matteo L’Ala, Alessandro La Rosa, Rebecca Lensi, Tristan Loparco, Barbara Mariotti, Valentina Matteotti, Maria Cristina Nera, Laura Pasquinucci, Francesca Patanè, Andrea Pelella, Mario Pozzolini, Isaia Prosperi, Filippo Pucci, Fabrizio Rossi, Samuele Santani, Francesco Toscani, Roberta Vezzosi

Limite è l’opera video che Virgilio Sieni ha realizzato a Capraia e Limite nell’ambito della storica attività della Società Canottieri Limite sull’Arno. Il dialogo tra corpo e paesaggio, tra gesto e territorio definisce l’incontro tra la comunità e l’artista. L’intento è di restituire, attraverso la visione e la ritualizzazione dei gesti del canottaggio, il senso di cura e di rispetto dell’acqua come forma di vita, d’incontro e condivisione tra le persone. Limite affronta ed elabora i temi della solidarietà, dell'appartenenza, delle forme di cura del luogo, del paesaggio e dell'individuo. L’opera è stata realizzata a fine luglio, nel corso di incontri, pratiche e laboratori che hanno messo in dialogo il linguaggio di Virgilio Sieni con gli atleti e i diversi, appartenenti al contesto del canottaggio limitese. L’incontro ha inoltre generato la performance Tramonto, svoltasi il 15 e 16 settembre nell’ambito di Cantieri Culturali Isolotto 2022, con la partecipazione delle Astron Dragon Lady Empoli: nel tratto dell’Arno intorno alla passerella dell’Isolotto, una barca di donne si muoveva verso il tramonto. A ogni colpo di pagaia corrispondeva un gesto verso l’alto secondo un ritmo che dilatava la forza verticale nel procedere orizzontale. Un richiamo all’ascolto degli altri secondo la cura dello sguardo.
02/12/2022 13:02 Redazione di Met
Non-profit in provincia di Firenze
Firenze, la campagna per regalare il pranzo di Natale agli ospiti delle mense dei poveri
Che Natale sarebbe senza un pasto caldo? Per donare un pranzo natalizio a chi non può permettersi neppure un piatto caldo, la Fondazione Solidarietà Caritas onlus invita a donare un menu per gli ospiti delle mense cittadine. Attraverso il sito "La spesa che vale", progetto che permette di sostenere il servizio della mensa gestito dalla Fondazione Solidarietà Caritas di Firenze attraverso una spesa online solidale, si possono donare oltre ai singoli prodotti anche interi menu per le Feste, in “pacchetti” per 3, 8 o 28 persone.

Per permettere ai cuochi delle mense di preparare un pasto caldo per chi ha più bisogno, servono carne, pesce, pasta, latte, uova, frutta e verdura: riempire la dispensa della mensa con i prodotti alimentari o donare direttamente un menu è un gesto che garantisce a tutti il diritto al cibo.
“Desideriamo dare a tutti, anche a chi è solo o non può permetterselo, un Natale al caldo accolti dalle attenzioni dei volontari, gustando un menu di festa” spiega Vincenzo Lucchetti, presidente di Fondazione Solidarietà Caritas onlus. “Per questo invitiamo i fiorentini a fare un dono solidale regalando un menu natalizio: condividere il pasto all’interno della mensa ha un valore aggiunto, quello dell’accoglienza e della compagnia.”

Donando un pasto si contribuisce inoltre a rendere Firenze sempre più verde: grazie al contributo della Fondazione CR Firenze, in collaborazione con il Comune di Firenze, ogni 500 euro raccolti a favore della mensa verranno piantati 2 alberi sul territorio fiorentino.
“Un sostegno alle famiglie in difficoltà e un contributo per migliorare la qualità dell’aria della città grazie alla piantumazione di nuovi alberi. Due obiettivi diversi che danno alle donazioni di ‘La spesa che vale’ un doppio valore. Per Fondazione CR Firenze questa iniziativa è l’occasione per essere al fianco di Fondazione Solidarietà Caritas e incentivare la generosità dei fiorentini attraverso un gesto che va a beneficio dell’intera città” afferma Gabriele Gori, direttore generale di Fondazione CR Firenze.

https://www.laspesachevale.it/regala-un-menu/
02/12/2022 13:13 Non-profit in provincia di Firenze
Asl Toscana Centro - Firenze
Firenze. Al Palagi donati dai Lions 35 tablet per i pazienti della Riabilitazione Respiratoria. Esercizi a distanza da casa con i fisioterapisti
Trentacinque tablet per altrettanti pazienti del servizio di Riabilitazione Respiratoria del Palagi, sono stati donati dai Lions Club Seconda Circoscrizione zona C Distretto 108 LA–Toscana per la teleassistenza su piattaforma dedicata. La cerimonia di consegna avvenuta ieri si è tenuta alla presenza dello Staff della Direzione sanitaria del Palagi e del direttore del Servizio di fisiopatologia respiratoria del presidio, Walter Castellani che ha lavorato al progetto insieme al direttore del Dipartimento delle Specialistiche Mediche, Giancarlo Landini. Per i Lions ieri erano presenti Edoardo Canino di Lions Club Vaglia; Luca Barbieri di Lions Club Firenze Bargello; Giampiero Bernini di Lions Club Pontassieve Valle del Sieve; Paolo Limberti di Lions Club Bagno a Ripoli, presidente zona; Giovanna de Palma di Lions Club Mugello, presidente circoscrizione; Patrizia Calcinai di Lions Club Firenze Ponte Vecchio.

“Una grande soddisfazione – hanno commentato Castellani e Landini – poter garantire la riabilitazione da casa grazie a questa piattaforma che evita ai pazienti di spostarsi dal domicilio e consente loro di essere seguiti in diretta dai nostri fisioterapisti. La telemedicina – sottolineano gli autori del progetto - consente la continuità della presa in carico e la possibilità di attuare percorsi assistenziali innovativi e integrati tali da migliorare la capacità di esercizio. Grazie ai Lions per questa preziosa donazione”.

I 35 tablet saranno utilizzati a rotazione ogni mese e comunque per il periodo necessario al trattamento, da altrettanti pazienti con patologie croniche respiratorie che sono in carico alla riabilitazione respiratoria, un servizio attivo in continuità con la fisiopatologia del Palagi. Il percorso per i pazienti con insufficienza respiratoria prevede la prima visita medica presso il reparto di fisiopatologia che è collocato al quarto piano del Palagi, in locali recentemente ristrutturati. Valutate dal medico le condizioni per una gestione domiciliare della riabilitazione, i pazienti vengono istruiti e addestrati sulle attività in autogestione e sugli esercizi da fare, dopo essere stati valutati dal fisioterapista. Da remoto i fisioterapisti monitoreranno il periodo di autogestione che potrà essere intervallato da sessioni in presenza, per migliorare la comprensione e la fattibilità degli esercizi proposti. Ai pazienti potrà essere proposto di alternare trattamenti in presenza con incontri online di controllo.
02/12/2022 13:33 Asl Toscana Centro - Firenze
Comune di Figline e Incisa Valdarno
Figline e Incisa. Orti sociali, pubblicata la graduatoria provvisoria
È stata pubblicata la graduatoria provvisoria per l’assegnazione degli orti sociali. Sono 15 i soggetti ammessi e un escluso. C’è tempo fino al 31 dicembre per presentare eventuali ricorsi scritti: trascorso il termine, l’Ufficio Sociale approverà la graduatoria definitiva e ne darà comunicazione ai soggetti assegnatari. La graduatoria definitiva resterà valida fino alla pubblicazione di un nuovo bando. Al momento gli orti sociali disponibili per l’assegnazione sono due.

Si tratta di un’iniziativa rivolta principalmente ad anziani e pensionati che vogliono prendersi cura di un terreno inutilizzato, anche con l’aiuto di un familiare, per promuovere il benessere e preservare una parte del territorio dall’abbandono. Per questo la graduatoria è stata compilata attribuendo i punteggi in base all’età anagrafica, riconoscendo priorità a chi è pensionato, ai cittadini in carico ai servizi socio-sanitari e per anzianità di residenza. Agli assegnatari verrà richiesto il versamento di un contributo annuo dal valore compreso tra 25 e 45 euro, in base al loro Isee.

Per motivi di riservatezza dei dati personali, nella graduatoria non sono indicati i nominativi ma il numero identificativo comunicato al momento della presentazione della domanda. La graduatoria provvisoria è pubblicata sul sito del Comune, all’indirizzo: https://www.comunefiv.it/bandi-scuola/adozione-graduatoria-provvisoria-per-l-assegnazione-e-l-uso-degli-orti-sociali-in-localita-scampata. Per informazioni: 055.9125248 (dal lunedì al venerdì ore 9-13; martedì e giovedì anche ore 15-18).
02/12/2022 13:40 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Comune di Fucecchio
Fucecchio. La magia di Natalia accende il castello di Fucecchio
Torna in una location tutta nuova la grande festa del Natale a Fucecchio: Natalia! Quest'anno la popolare kermesse si veste di nuovo, inserendosi in una cornice ancora più suggestiva, quella del Castello di Fucecchio. Il Parco Corsini, insieme al complesso delle Torri risalenti al quattordicesimo secolo, si accende di magia con le particolari ambientazioni natalizie e un programma tutto da scoprire nei giorni del 4, 8, 11, 18 dicembre e 6 gennaio.
Il punto di forza di questa manifestazione, giunta alla sua undicesima edizione, è sempre stata l'offerta unica di eventi per bambini. "Noi non improntiamo la festa su di un aspetto commerciale - spiega il referente dell'organizzazione Alessio Innocenti - ma su emozioni da far vivere ai più piccoli. Da tutta Italia ci contattano per poter partecipare alle nostre merende con Babbo Natale e al The con Alice il Cappellaio Matto e il Bianconiglio; non mancheranno poi il mago, la truccabimbi, il momento delle storie incantate, tutto alla presenza di Minnie, Topolino, Paperino e Paperina e l'immancabile Grinch, che ormai abbiamo definitivamente convertito ad amante del Natale! Ma non vogliamo svelare oltre perché il pubblico possa scoprire con i suoi occhi l'incanto di Natalia!”.
Torna, dopo la pausa Covid, l'altro momento unico di Natalia: la Parata di Babbo Natale che attraverserà le vie del centro portando tanta allegria tra i negozi vestiti a festa del Centro Commerciale Naturale. Quest'anno la festa diventa ancora più ricca aprendo gli orizzonti a nuove collaborazioni, come quella con la Limonaia, il locale storico di Fucecchio che si trova all'interno di Parco Corsini. E grazie a questo, infatti, per la prima volta Natalia avrà un appuntamento tutto serale previsto per l'11 dicembre.
Il trasferimento dell'evento al Parco Corsini offrirà ai visitatori di Natalia anche un'ulteriore opportunità: quella di visitare il Museo Civico e Diocesano di Fucecchio, l'intero complesso medievale di Parco Corsini con il nuovo punto panoramico sulla sommità della Torre di Mezzo e la posta di Babbo Natale, ambientata nel suggestivo scenario della Torre Grossa.
Per raggiungere l'evento sarà disponibile anche un bus navetta (anche per trasporto di persone diversamente abili) con partenza dai loggiati della chiesa di Piazza La Vergine. Per informazioni sull'evento contattare il numero 347.5039012 oppure 335.6169132.
02/12/2022 12:36 Comune di Fucecchio
Comune di Montespertoli
Storie di Madri. Da Alice Weiss a Don Lorenzo Milani, tracce della presenza ebraica a Montespertoli
Presentato lo scorso 17 novembre al Centro Culturale “Le Corti”, il libro “Storie di Madri” dell’autrice Stefania di Pasquale ci regala uno spaccato di vita su tre madri che hanno fatto la storia: Marie-Anne Robinot, madre del giovanissimo rivoluzionario Louis Antoine de Saint-Just che condivide il suo tragico destino morendo anch’essa sotto la lama della ghigliottina; Amelia Pincherle Moravia, madre dei fratelli Rosselli, vilmente assassinati in Francia dai sicari del regime fascista nel 1937; infine Alice Weiss, madre di Don Lorenzo Milani, priore di Barbiana e figura di grande rilievo per Montespertoli.

La presentazione, tenutasi davanti a un folto pubblico e alla presenza del vicesindaco Marco Pierini e dell’Assessore alla Cultura Alessandra De Toffoli, si è conclusa presso la Fattoria La Gigliola, villa che apparteneva alla famiglia Milani. Alla villa i partecipanti hanno potuto conoscere altri dettagli storici della famiglia Milani Comparetti.

Nel libro “Storie di madri” si ricostruisce la figura della madre di Don Milani: orgogliosa ebrea triestina, laica, con uno splendido rapporto con il figlio divenuto sacerdote cattolico. Donna estremamente intelligente, raffinata e bella, sposata nel 1919 con Albano Milani Comparetti con rito civile nel Comune di Firenze. Vive nel ‘32 per un breve periodo a Milano per poi trasferirsi, appunto, nella Villa Gigliola a Montespertoli. Le persecuzioni razziali di quegli anni spingono Albano ed Alice a battezzare i figli nel ‘34 (Adriano, Lorenzo e Elena) e i due, successivamente, a sposarsi con rito cattolico nel 1938. L’occupazione tedesca in Italia e la loro ferocia fascista costringono Alice, nel luglio del ‘44 a scappare di nascosto da Montespertoli grazie ad una soffiata, salvandosi così da morte certa. Ma chi ha avuto un ruolo così determinante a Montespertoli da far salvare Alice e tanti altri ebrei dalla persecuzione nazifascista?

È la ricerca che sta svolgendo l’Amministrazione Comunale da qualche anno con la preziosa collaborazione del cav. Gabriele Boccaccini e che in occasione di ogni Giorno della Memoria (27 gennaio) restituisce al pubblico attraverso il ciclo di conferenze iniziato nel 2020 e intitolato “La Montespertoli che salvò gli ebrei”. Nella prossima conferenza, prevista per il 29 gennaio 2023, saranno portati alla luce nuovi fatti e scoperte recuperate sulla famiglia Weiss e su altri ebrei che trovarono rifugio a Montespertoli e che si salvarono dalle retate proprio grazie alla rete di solidarietà presente sul territorio comunale.

“La presentazione di questo libro di Stefania Di Pasquale si inserisce nel nostro percorso di riscoperta della micro-storia locale, e in particolare di quella legata alla presenza ebraica a Montespertoli. Come Amministrazione Comunale riteniamo fondamentale questa attività di approfondimento e conoscenza, perché illumina non soltanto il passato della nostra comunità, ma anche le prospettive di impegno e solidarietà a cui la cittadinanza è continuamente chiamata nella vita quotidiana. Le storie legate alla famiglia Weiss, così come quelle legate all’azione salvifica di don Giulio Gradassi, sono tutte legate indissolubilmente e per questo intendiamo riportarle alla luce coinvolgendo la cittadinanza. Questi sono gli obiettivi, la missione del ciclo di conferenze La Montespertoli che salvò gli ebrei che dal 2020 stiamo conducendo” commentano il vicesindaco Marco Pierini e Alessandra De Toffoli, Assessore alla Cultura.
02/12/2022 12:15 Comune di Montespertoli
Questura di Firenze
Campi Bisenzio. La Polizia di Stato sorprende a San Donnino un pusher con la cocaina nascosta nella manica e manda subito in fumo il “gioco di prestigio”
Nei giorni scorsi gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Rifredi hanno battuto la zona tra Brozzi e Le Piagge, spingendosi fino a San Donnino dove poco dopo le 20.00 di mercoledì hanno sorpreso all’opera un pusher marocchino di 20 anni.

Il tutto è avvenuto in una manciata di minuti, proprio mentre quest’ultimo stava per concludere un “affare” all’interno dell’auto di un cliente.

Insospettiti proprio dalla macchina ferma in strada nei pressi di una discarica e quindi in un contesto non propriamente panoramico, i poliziotti hanno voluto approfondire i loro più che legittimi sospetti.

Appena si sono affacciati con discrezione all’abitacolo del mezzo, hanno mandato in fumo la vendita di cocaina per la quale il giovane cittadino magrebino si sarebbe pochi attimi prima accordato con un 40enne italiano della zona: una dose di polvere bianca in cambio di 25 euro.

Gli investigatori di Rifredi hanno poi scoperto che lo spacciatore - che aveva appena ricevuto il pagamento “cash” senza avere però neanche il tempo di consegnare la sua merce - nascondeva complessivamente tre dosi di coca nella manica della felpa.

Il “gioco di prestigio” naturalmente non è riuscito e il 20enne - secondo quanto accertato, alla sua prima violazione di legge nell’ambito degli stupefacenti - si è ritrovato subito negli uffici di polizia dove è stato sottoposto a fermo per identificazione e denunciato.

Stessa sorte per altri due cittadini marocchini, questa volta di 33 e 37 anni, sorpresi invece lo scorso fine settimana nel parcheggio di un supermercato di via Pistoiese con quasi un etto di hashish nascosta sotto il sedile della loro autovettura.

Nel bagagliaio del mezzo, gli agenti di Rifredi hanno scoperto anche del materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Il Commissariato continuerà insieme alla Questura la sua azione di contrasto al fenomeno in tutta la zona, dando incessantemente un pronto ed efficace riscontro anche alle segnalazioni della cittadinanza di questo quartiere fiorentino che si sviluppa lungo tutta via Pistoiese e strade limitrofe.

I servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dal Questore Maurizio Auriemma, proseguono infine a 360 gradi in tutte le zone della città: ieri, nella sola area di Campo di Marte, le volanti hanno identificato 60 persone, tre delle quali sottoposte a fermo per identificazione. Nelle ultime 24 ore la Polizia di Stato ha complessivamente identificato a Firenze oltre 150 persone.
02/12/2022 13:23 Questura di Firenze
Città Metropolitana di Firenze
FiPiLi, lavori agli svincoli di Empoli Centro, Empoli Est e Montelupo
A rettifica di una precedente ordinanza, si segnala che sulla strada di grande comunicazione Firenze Pisa Livorno, per lavori di adeguamento e messa in sicurezza, l'Ufficio Viabilità della Città Metropolitana di Firenze ha disposto la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Empoli Centro e Montelupo Fiorentino in direzione Firenze; la chiusura della carreggiata tra gli svincoli Montelupo e Empoli Est in direzione Mare; uscita obbligatoria allo svincolo di Empoli Centro in direzione Firenze; chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Empoli Centro in direzione Firenze; chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Empoli Est in direzione Firenze; chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Montelupo Fiorentino in direzione Mare dalle ore 22 del 4 alle ore 6 del 5 dicembre 2022.
Data la variabilità delle condizioni meteo si dà la possibilità di eseguire le lavorazioni anche in data successiva, se queste non possono essere eseguite, dalle ore 22 del 5 alle ore 6 del 6 dicmebre 2022.
Ai fini dei lavori della cancellazione della segnaletica orizzontale di cantiere e ripristino della segnaletica orizzontale definitiva, prevista la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Montelupo Fiorentino e Empoli Est in direzione Mare, la chiusura della carreggiata tra gli svincoli di Montelupo Fiorentino e Empoli Est in direzione Mare, la chiusura della rampa d'ingresso dello svincolo di Montelupo in direzione Mare, dalle ore 22 del 6 alle ore 6 del 7 dicembre 2022.
02/12/2022 14:55 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Empoli
Mercatale in Empoli, tra eccellenze, qualità e stagionalità a due passi dal centro cittadino
Un nuovo appuntamento con Il Mercatale in Empoli, sabato 3 dicembre 2022, dalle 8 alle 13, tra eccellenze, qualità e stagionalità, sui banchi in via Bisarnella, a due passi dal parco Mariambini, dal centro cittadino e dalla Statale Tosco Romagnola.

Esporranno i loro prodotti: Pino Mariella con le sue arance e agrumi vari; il pescato del giorno della cooperativa Le Furiose da Viareggio; il Podere San Pierino con vino, Chianti classico, olio extravergine di oliva e verdure; Becarelli Clementina di Montaione con i formaggi caprini; Scarselli Juri di Fucecchio con le verdure di stagione e trasformati; i formaggi de I 2 Falcetti di Castelfiorentino; Maria Castrogiovanni con latticini, carne bovina e suina e formaggi.

E poi, l’antico forno Romolino di Lastra a Signa con i suoi pani di grani antichi, alle patate, schiacciate e tanto altro; Simone Pischedda con fiori e piante aromatiche; non mancheranno i salumi di filiera toscana di Marco macelleria di Castelfiorentino, l’azienda agricola di Roberto Romagnoli di Montespertoli con carne di vitello e di maiale, salumi e pasta di grani antichi e le verdure di stagione dell’azienda agricola di Luigina di Certaldo.
01/12/2022 13:11 Comune di Empoli
Musei Statali
Dicembre e festività ai Musei del Bargello: tutte le aperture straordinarie
Il gruppo dei Musei del Bargello annuncia il calendario di aperture straordinarie del mese di dicembre e del periodo delle festività 2022/2023.

Il 4 dicembre aderiranno all’iniziativa del Ministero della Cultura “Domenica al Museo” - che prevede l’ingresso gratuito nei musei statali - il Museo Nazionale del Bargello (aperto dalle 8:15 alle 13:50) e il Museo delle Cappelle Medicee (aperto dalle 8:15 alle 13:50). È prevista inoltre l’apertura straordinaria del Museo di Palazzo Davanzati dalle 9 alle 13.

Apertura straordinaria del Museo di Orsanmichele fissata per giovedì 8 dicembre 2022 dalle 10 alle 18.

Il Museo Nazionale del Bargello osserverà le seguenti giornate di apertura straordinaria: domenica 11 dicembre dalle 9 alle 13 e domenica 18 dicembre dalle 8:15 alle 18; lunedì 26 dicembre e venerdì 30 dicembre dalle 8:15 alle 18:00. Lunedì 2 gennaio 2023 il museo sarà aperto dalle 8:15 alle 19 mentre domenica 8 gennaio 2023 osserverà l’orario 8:45-14.

L’apertura di domenica 1° gennaio 2023 seguirà gli orari ordinari, ovvero: Museo delle Cappelle Medicee dalle ore 8:15 alle ore 13:50, Museo Nazionale del Bargello dalle ore 8:15 alle ore 13:50 e Museo di Palazzo Davanzati dalle ore 13:15 alle ore 18:50.

Lunedì 2 gennaio sarà inoltre aperto in via eccezionale anche il Museo di Palazzo Davanzati dalle 14 alle 19 .

Si comunica inoltre che nelle giornate del 24 e del 31 dicembre 2022 i Musei del Bargello anticiperanno l’orario di chiusura alle 18.

Info: www.bargellomusei.beniculturali.it
01/12/2022 12:51 Musei Statali
Comune di Capraia e Limite
Borracce a tutte le classi prime delle scuole primarie dell’Empolese Valdelsa
Anche per questo anno scolastico saranno oltre 1500 gli studenti della prima classe della scuola primaria nell’Empolese Valdelsa che riceveranno le borracce in alluminio di Acque SpA nell’ambito di Acqua Buona, il progetto plastic free che coinvolge mondo della scuola, gestore idrico e amministrazioni comunali con l’obiettivo di favorire il consumo dell’acqua di rubinetto – anche attraverso controlli analitici aggiuntivi sull’acqua erogata dall’interno dei plessi scolastici - riducendo il ricorso alla plastica mono uso.

L’iniziativa, come si ricorderà, è partita con l’anno scolastico 2019/2020. La distribuzione di queste borracce, riutilizzabili e pratiche, è terminata in questi giorni.

Quello di Acqua Buona non è un contributo secondario alla riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento. Ulteriori 1500 studenti che a scuola usano acqua di rubinetto e borraccia per bere possono portare ad una riduzione di quasi 4 tonnellate di plastica, equivalente all’emissione in atmosfera di più di 9 tonnellate di anidride carbonica.

“L’acqua di rubinetto non è “solo” potabile - aggiunge Giuseppe Sardu Presidente di Acque SpA - ma anche buona da bere, disponibile “a chilometro zero”, controllata e sicura. Ogni anno nel nostro territorio Acque effettua decine di migliaia di campionamenti, per assicurarne la bontà e la sicurezza, raggiungendo un livello di conformità legislativa prossima al 100%. Dobbiamo dunque superare ogni pregiudizio attorno all’acqua di rubinetto e preferire, quando è possibile, comportamenti più sostenibili. Del resto, i risultati che anno dopo anno riusciamo a raggiungere, grazie anche al pieno sostegno delle amministrazioni comunali, sono incoraggianti, e la risposta dei ragazzi è sempre molto positiva. Riscontriamo una grande sensibilità su temi come sostenibilità e futuro del pianeta; una sensibilità che non va assolutamente dispersa, ma anzi accompagnata e portata nelle famiglie”.

“Un progetto a cui teniamo molto - ha dichiarato Alessandro Giunti sindaco di Capraia e Limite e delegato all’ambiente per l’Unione dei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa – perché oltre a limitare l’uso della plastica ci permette di fare informazione nelle scuole sull’importanza delle risorse ambientali. Passi necessari e gesti quotidiani che innescano comportamenti virtuosi per il rispetto del pianeta e ci conducono verso la sostenibilità. E’ fondamentale coinvolgere in questo percorso di sensibilizzazione i nostri cittadini, ma soprattutto le nuove generazioni, per diffondere buone pratiche a beneficio del nostro ambiente”.
02/12/2022 13:19 Comune di Capraia e Limite
Comune di Vicchio
Vicchio: stagione teatrale 2022-2023, si apre il sipario
Manca pochissimo all’inizio della nuova stagione teatrale di Vicchio, che nasce dalla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus: otto spettacoli con autori ed interpreti di spessore nazionale per un cartellone davvero di qualità. Ed il pubblico troverà il Teatro Giotto dal look “splendente”. Di recente infatti sono stati eseguiti lavori di riqualificazione generale, con il rifacimento del pavimento in parquet, la pulitura del tessuto del sipario e dell’arlecchino, la risistemazione delle sedie al primo e secondo anello, la tinteggiatura della sala.
L’apertura della stagione teatrale è fissata per domenica 4 dicembre alle ore 21 con Sabina Guzzanti e Giorgio Tirabassi in “Le verdi colline dell’Africa” (di Sabina Guzzanti, produzione Infinito teatro e Argot produzioni). Un personalissimo tributo di Sabina Guzzanti al testo “Insulti al pubblico” dello scrittore e drammaturgo austriaco Peter Handke. Un testo provocatorio e dissacrante che non racconta deliberatamente nulla, infatti, non c’è una storia, né una scenografia e nemmeno i personaggi. L’unica cosa che rimane è il pubblico e l’energia vitale di una delle autrici più libere e creative nel panorama italiano che prenderà di mira le abitudini e il torpore intellettuale degli spettatori, ponendoli al centro di un gioco divertente e irriverente. Uno spettacolo ma soprattutto un gioco che ruota intorno ad un serissimo confronto sul teatro e la sua essenza.

info
teatrogiotto.it
comune.vicchio.fi.it
toscanaspettacolo.it

01/12/2022 12:54 Comune di Vicchio-ufficio stampa
Autostrade per l'Italia
A1 Milano-Napoli: chiusa per una notte l'entrata della stazione di Firenze Sud
Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire il posizionamento di new jersey, dalle 22:00 di lunedì 5 alle 6:00 di martedì 6 dicembre, sarà chiusa la stazione di Firenze sud, in entrata verso Bologna.
In alternativa si consiglia di entrare alla stazione di Firenze Impruneta.
02/12/2022 12:58 Autostrade per l'Italia
Ufficio Stampa Unione Montana Comuni del Mugello
Il Mugello comincia a vestirsi di rosso e oro... La festa più magica dell'anno si avvicina!
I borghi dei centri storici del Mugello cominciano ad illuminarsi e si inizia già a percepire aria di Natale.

Questo weekend saranno i primi mercatini legati a questa meravigliosa festività ad animare i centri storici di Vicchio e Dicomano; tanta musica allieterà le vie di Borgo San Lorenzo e importanti edifici storici saranno sede di concerti e momenti culturali come interessanti presentazioni di libri.

Questo sabato non perderti il primo appuntamento gratuito di visita guidata al trittico "La resurrezione di Lazzaro" di Nicolas Froment e al Crocifisso di Donatello, opere gelosamente custodite all'interno del Convento di Bosco ai Frati.
Il Mugello sta per sfoggiare i suoi abiti più eleganti e comincia ad avere una luce diversa, vieni a scoprirlo!


Inoltre non perdere la possibilità di vedere gratuitamente il capolavoro del Rinascimento dipinto da Nicolas Froment, tornato nel convento di Bosco ai Frati dov'era in origine, grazie al progetto "Terre degli Uffizi" - prorogata fino al 30 aprile 2023!


01/12/2022 18:10 Ufficio Stampa Unione Montana Comuni del Mugello
Asl Toscana Centro - Firenze
Una donazione di ghiaccioli per dare sollievo ai pazienti delle Oblate affetti da stomatiti
Una donazione di ghiaccioli per dare sollievo a chi è affetto da stomatiti alla bocca, è arrivata ai pazienti dell’Hospice Oblate di Firenze da parte di una azienda di gelati di Empoli. Si tratta di una piccola fornitura che ha un valore inestimabile per i pazienti sottoposti a chemio e radioterapia i cui effetti indesiderati possono essere proprio l’infiammazione della mucosa che provoca difficoltà anche semplicemente ad aprire la bocca.

Finora i ghiaccioli erano stati acquistati dai familiari dei pazienti o dai volontari. Poi dal personale dell’Assistenza infermieristica, l’idea di coinvolgere l’azienda empolese che già in altre occasioni e per altre strutture si era resa disponibile alla fornitura. Immediata anche in questo caso è stata la risposta che in pochi giorni si è concretizzata nell’invio di alcuni cartoni con il prezioso contenuto. Da parte della direzione Hospice aziendali della Asl Toscana centro e dell’Assistenza Infermieristica di Gestione Firenze, arrivano i ringraziamenti più sinceri all’azienda empolese.
01/12/2022 14:28 Asl Toscana Centro - Firenze
Comune di Empoli
Empoli. Biblioteca, ecco il cartellone delle attività per il mese di dicembre in Sezione Ragazzi
Tutto pronto. Si scaldano i motori nella Sezione Ragazzi della biblioteca comunale Renato Fucini di Empoli. Ecco il nuovo cartellone di attività per il mese di dicembre che accompagnerà bambine, bambini, ragazze e ragazzi da 0 a 17 anni di età e adulti.
Entrando nel vivo, il lunedì è il giorno del gruppo Sferruzza Sferruzza, ormai molto conosciuto, alle prese con creazioni da imparare assolutamente, soprattutto in questo periodo natalizio nel quale le idee non mancheranno. L’appuntamento è alle 15.30, in biblioteca, per partecipare scrivere a biblioteca@comune.empoli.fi.it o chiamare lo 0571 757840.
Riprendono anche gli appuntamenti alla Casa della Memoria, a Santa Maria, via Livornese, 42, con Francesco Fusi che presenterà venerdì 9 dicembre 2022, alle 18, “Guerra e Resistenza nel fiorentino. La 22 Brigata Garibaldi Lanciotto Ballerini” Viella, 2021.
Per bambini e ragazzi non mancheranno le bellissime letture animate nella Torre del Racconto, un giorno da bibliotecario e un laboratorio teatrale per una narrazione corale.

Ecco alcuni appuntamenti davvero divertenti: martedì 6 dicembre, alle 17, L’Ora del Racconto. Attenzione, abbiamo un problema. Un grosso problema. Ma quale sarà mai questo problema? Scopriamolo insieme nella Torre del Racconto! (3-7 anni) su prenotazione.
Sabato 10 dicembre, alle 10 e alle 11, Ti regalo un giorno da bibliotecario #bimbimbiblio. Provare l’esperienza di fare il bibliotecario, un’occasione unica e imperdibile. Antonella ti guiderà all’interno della biblioteca facendoti scoprire i segreti di questo bellissimo mestiere (4-6 anni) su prenotazione. Sempre sabato 10 dicembre, nel pomeriggio, alle 17, Sibilla Natura. Barattoli, Sonagli, Carta e Pennarelli. Un laboratorio teatrale per una narrazione corale. Questo mese è la volta della fiaba “Il Re”. Da non perdere. Nel laboratorio/narrazione “Sibilla Natura - Barattoli Sonagli Carta e Pennarelli” le fiabe non sono solo narrate ma anche rielaborate insieme ai bambini, in una decostruzione e poi ricostruzione che farà conoscere più da vicino i protagonisti delle avventure raccontate, con particolare attenzione al ruolo degli elementi della Natura. A cura di Katia Frese e La Valigia Blu (5-11 anni) su prenotazione.

Per prenotarsi alle iniziative della sezione ragazzi: sezione.ragazzi@comune.empoli.fi.it, 0571 757873.


IL PROGRAMMA COMPLETO DI DICEMBRE

Sabato 3 dicembre, ore 11.30: Incontriamoci in un libro! Il circolo di lettura dedicato ai lettori dagli 8 ai 10 anni
Sabato 3 dicembre, ore 17: L’Ora del Fare. Da libro ad albero Laboratorio creativo dedicato al Natale 5-10 anni
Martedì 6 dicembre, ore 17: L’Ora del Racconto. Abbiamo un problema (un grosso problema) 3-7 anni
Sabato 10 dicembre, ore 10 e ore 11: Ti regalo un giorno da bibliotecario! Prova l’esperienza di fare il bibliotecario insieme a noi! 4-6 anni
Sabato 10 dicembre, ore 17: Sibilla natura. Barattoli, Sonagli, Carta e Pennarelli. “Il Re”. Laboratorio teatrale per una narrazione corale 5-11 anni
Lunedì 12 dicembre, ore 17: Baby M-assaggi di lettura, Letture ad alta voce per piccolissimi 18-36 mesi
Martedì 13 dicembre, ore 17: L’Ora del Racconto. Nelle terre dei ghiacci con Mamma Pinguino 3-7 anni
Mercoledì 14 dicembre, ore 17: Letture in lingua francese. A cura dell’associazione Fil Rouge 8-11 anni
Giovedì 15 dicembre, ore 17: L’Ora del Fare. La posta natalizia. Laboratorio creativo 5-10 anni
Sabato 17 dicembre, ore 10 e ore 11: Ti regalo un giorno da bibliotecario! Prova l’esperienza di fare il bibliotecario insieme a noi! 7-10 anni
Sabato 17 dicembre, ore 17: Naturali approfondimenti. Piccole grandi storie di Biodiversità. Mi è sembrato di vedere un…Laboratorio per imparare a conoscere gli animali del nostro territorio. A cura di Matteo Tamburini. Dai 7 anni
Lunedì 19 dicembre, ore 16.30 e ore 17.30: Il Circolo di lettura per ragazzi quest’anno si sdoppia! Gli Scompaginati e gli Over 14 (11-14 anni e over 14)
Martedì 20 dicembre, ore 17: L’Ora del Racconto. Speciale Natale 3-7 anni
Giovedì 22 dicembre, ore 17: Leggere sotto i baffi! Letture, musica e dintorni con il bibliotecario coi baffi 6-10 anni
Martedì 27 dicembre, ore 17: L’Ora del Racconto. Storie freddolose per salutare l’anno vecchio in compagnia! 3-7 anni
Giovedì 29 dicembre, ore 17: L’Ora del Fare. Coriandoli per l’anno nuovo. Laboratorio creativo 5-10 anni
02/12/2022 09:51 Comune di Empoli
Comune di Firenze
Firenze. La XX edizione del Premio Villa Vogel Sport, dedicato all’Etica dello Sport
Edizione storica del premio Villa Vogel Sport che quest’anno festeggia la XX edizione. La cerimonia si svolgerà sabato 3 dicembre presso la Limonaia di Villa Strozzi. Saranno presenti l’Assessore allo Sport Cosimo Guccione, il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni ed il presidente della Commissione Sport e Politiche giovanili del Quartiere 4 Marco Burgassi.

La novità di quest’anno, dopo la modifica del regolamento del premio, è l’introduzione del premio speciale “Viola Parigi” per i giovani sportivi che hanno raggiungiunto buoni risultati anche a scuola e che andrà a Noemi Scatarzi della ASD Firenze Oltrarno Pattinaggio, seconda classificata alla Coppa del Mondo specialità libero a Gottingen (Germania) e terza classificata al campionato europeo 2022 FISR ad Andorra.

Testimonial dell’edizione 2022 è Sylvia Nwakalor de Il Bisonte Azzurra Volley Firenze, medaglia di bronzo con la nazionale italiana ai mondiali.

Oltre a Sylvia Nwakalor gli altri premiati sono: Andrea Capalbo della Klab Nuoto Master, campione italiano assoluto paralimpico 2022. Eduardo Giustini, pugile campione italiano in carica, nei pesi massimi vinto lo scorso 9 aprile alla palestra del Boxing Club Firenze, alla Montagnola. I Guelfi Firenze, vincitori dell’Italian Bowl 2022 Prima Divisione IFL. La palestra Maxisport ASD per i risultati ai campionati Allieve Gold 2022. Lapo Pistelli della ASD Calcio Storico Fiorentino di Parte Rossa, sezione pugilistica, campione regionale 2022 e medaglia di bronzo ai campionati italiani 2022, categoria youth. Lorenzo Cannone, nato e cresciuto rugbisticamente nel Florentia Rugby, ora alla Benetton Treviso, ha esordito in Nazionale maggiore ed ha giocato da titolare a Firenze lo scorso sabato 12 novembre nella partita che l’Italia ha vinto contro l’Australia.

Presenterà la cerimonia Carlo Carotenuto. Le fotografie saranno a cura di Alessandro Parcossi.
02/12/2022 12:31 Comune di Firenze
Autostrade per l'Italia
A1 Milano-Napoli: chiusa per una notte l'entrata della stazione di Calenzano
Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire lavori di manutenzione della segnaletica orizzontale, dalle 22:00 di lunedì 5 alle 6:00 di martedì 6 dicembre, sarà chiusa la stazione di Calenzano, in entrata verso Firenze/Roma,
In alternativa si consiglia di entrare alla stazione di Prato est, sulla A11 Firenze-Pisa nord.
02/12/2022 12:22 Autostrade per l'Italia
Comune di Capraia e Limite
"Dalle rive dell'Arno al Castello". Il calendario di eventi natalizi a Capraia e Limite
Il villaggio di Babbo Natale, il presepe poliscenico, mercatini, concerti e la rievocazione storica dell’arrivo dei Magi. E' tutto pronto a Capraia e Limite per il periodo delle festività natalizie. Tante le iniziative che animeranno il territorio, organizzate dalla Pro Loco in collaborazione con le associazioni e il patrocinio del Comune di Capraia e Limite.

Si inizia domenica 4 dicembre con "Natale sul Lungarno", dalle 10 alle 19 sul Lungarno Trento e Trieste - dall'intersezione con piazza Vittorio Veneto fino al Lungarno dei Cantieri - animazione e giochi per bambini. Novità di quest’anno il “Villaggio di Babbo Natale” con allestimento area artica e neve artificiale, laboratori e raccolta delle letterine a Babbo Natale, inoltre mercatino di artigianato locale, stand gastronomici, esposizione e vendita di prodotti delle aziende agricole.

Giovedì 8 dicembre alle 15 inaugurazione del presepe poliscenico "Un presepe scolpito nella pietra". Il presepe, dopo la prima edizione di successo dello scorso anno, con circa 1500 visitatori, è stato allestito in via Dante Alighieri n° 90-92 e può essere visitato dal 9 all' 11, 17 e 18 dicembre dalle 15 alle 19.30 e dal 23 dicembre all' 8 gennaio tutti i giorni sempre dalle 15 alle 19.30. Il presepe, completamente animato e con ambientazione palestinese, si sviluppa su una superficie di 30 metri quadrati e comprende tutte le fasi del giorno e della notte ed è stato realizzato dal presepista Tommaso Cei con la collaborazione di Stefano e Fabrizio Martelli e dell'associazione Cammini d'Arte.

Sabato 10 dicembre alle 21, nell’Oratorio della SS. Trinità, concerto dei "Baroque Lumina" gruppo strumentale-vocale fondato dal M° G.Benedetti. L’ensemble riunisce noti musicisti specializzati nella prassi barocca e che hanno collaborato con le orchestre più rinomate. Il concerto prevede musiche del periodo di transizione dal canto gregoriano all’introduzione dell’organo nella liturgia e il programma spazia dal ‘200 al tardo ‘700. Rossana Bertini soprano; Annachiara Mugnai, Letizia Padrini e Cecilia Iannandrea coro; Edoardo Baldini trombone; Giacomo Benedetti organo e concertatore.

Domenica 11 dicembre, in piazza Pucci, a Capraia Fiorentina, dalle 14 in poi, “Christmas Carols” canti natalizi e concerti eseguiti dal Coro Montegufetti della Scuola di Musica Amedeo Bassi di Montespertoli diretto dalla prof.ssa Melania Minacci; il Coro della Scuola Media Fermi di Capraia e Limite classi prime diretto dalla prof.ssa Alice Ulivi; il tenore Gabriele Capperi e il pianista Francesco Ostuni allievi della Scuola di Musica CAM di Empoli.
Animazione con le letture di Katia Frese e spettacolo di fuoco di Serena Bartalucci per la direzione artistica dell’associazione La Valigia Blu.
Alle 18, nella chiesa di Santo Stefano, esibizione della Corale Santa Grania. Per l’intera giornata punto ristoro a cura del comitato Capraia in Festa.

Giovedi 15 dicembre al Museo remiero "Mario Pucci”, dalle 18 alle 20, “ Ti ricordi” presentazione del progetto di partecipazione popolare.

Sabato 17 dicembre, alle 15, inaugurazione in piazza Dori dell’allestimento di un albero di Natale con addobbi realizzati all' uncinetto, da un' idea dell' associazione Volontari Santa Grania.

Venerdì 6 gennaio alle 10 alla Società Canottieri si festeggia l'inizio dell'anno remiero con la tradizionale uscita in barca. Tutti gli equipaggi e tutte le imbarcazioni sfileranno davanti alla sede in lungarno della Mollaia. La Befana arriva dall'Arno con le Astro Dragon Boat, porta caramelle e carbone per grandi e piccini.

Domenica 8 gennaio è in programma "La Magia dei Magi in Castello”, dalle 16 nel suggestivo borgo di Capraia Fiorentina, presepe vivente, rievocazione dell'arrivo dei Magi. Le piazze e i vicoli medievali si animano con figuranti a tema per essere magicamente trasportati nel tempo.

Altra novità di quest’anno il 1° Concorso fotografico “ I presepi di Capraia e Limite” a cura della Pro Loco.

“Speriamo davvero che il calendario di eventi che abbiamo realizzato insieme alla Pro Loco e alle associazioni possa incontrare il favore del pubblico offrendo momenti di svago e aggregazione. Abbiamo cercato di promuovere eventi per tutte le età, un programma molto ampio e che abbraccia l’intero periodo natalizio. Avremo anche alcune installazioni che illumineranno il territorio del Comune di Capraia e Limite ma in maniera ridotta rispetto agli anni passati, vista l’attuale situazione dettata dall’aumento dei costi energetici, ha dichiarato l’assessore alla cultura Rosanna Gallerini”.

“Siamo felici di proporre una serie di iniziative legate al Natale per vivere il periodo delle feste tutti insieme nel nostro territorio. Aggregazione, valorizzazione e promozione della nostra comunità, con il presepe, in grado di richiamare molte persone anche da fuori e gli appuntamenti in piazze e luoghi storici, con il coinvolgimento pieno di tante associazioni e volontari che lavorano agli eventi assieme a Pro Loco e Comune. Viviamo questo periodo con gioia", ha detto Edoardo Antonini presidente della Pro Loco di Capraia e Limite.


CONCORSO FOTOGRAFICO
Modalità di partecipazione
Per partecipare è necessario inviare le foto, massimo 2 in buona risoluzione, via mail all’indirizzo prolococapraiaelimite2021@gmail.com entro e non oltre domenica 8 gennaio 2023, indicando nome e cognome, indirizzo di residenza, numero di telefono.
L'inizio del concorso è previsto per venerdì 9 dicembre 2022.
Tutte le foto saranno pubblicate tra sabato 14 e domenica 15 gennaio 2023.
La partecipazione al concorso, con l’invio delle foto, ne concede la liberatoria e autorizza l'organizzazione, automaticamente, all'utilizzo delle stesse in qualsiasi forma e modo.
Al concorso possono partecipare:
famiglie e/o singoli; gruppi di persone (associazioni, scuole, parrocchie, circoli, luoghi di lavoro, ecc) del Comune di Capraia e Limite.

Modalità di svolgimento e valutazione
Il concorso si svolgerà sulla pagina Facebook dell’Associazione Turistica Pro Loco di Capraia e Limite, con chiusura alle ore 24.00 dell’8 gennaio 2023.
Sarà dichiarato vincitore il presepe che avrà ottenuto il maggior numero di “mi piace” al post con la foto. Nel caso di punteggio di parità, sarà considerata la data e l’ora di invio delle foto, vale a dire l’effettiva iscrizione al concorso.

I vincitori, per i quali sono previsti ricchi premi grazie ad alcuni sponsor, saranno comunicati da apposito post sulla medesima pagina Facebook dell’associazione.
01/12/2022 13:07 Comune di Capraia e Limite
Comune di Bagno a Ripoli
Bagno a Ripoli - Piccoli lettori crescono (sui banchi), a grande richiesta tornano le Biblioteche scolastiche
Piccoli lettori crescono (sui banchi), a grande richiesta tornano le Biblioteche scolastiche
Fino a maggio tanti progetti dedicati gli alunni delle primarie per promuovere tra i più piccoli la lettura e la passione per i libri. Dal Comune in arrivo 40mila euro. La Biblio dona ai bambini quasi mille volumi

Piccoli lettori crescono, soprattutto sui banchi di scuola. E così la Biblioteca comunale è pronta ad andare in trasferta e ad “invadere” a suon di libri le primarie del territorio. Dopo due anni di stop dovuto al Covid ripartono infatti le Biblioteche scolastiche, un progetto realizzato dall’amministrazione comunale con un importante investimento, oltre 40mila euro, e la collaborazione con la società Il Palinsesto di Firenze, allo scopo di promuovere la lettura tra i più piccoli e appassionarli alla ricerca.

Fino a maggio i “bibliotecari scolastici” faranno tappa nelle scuole Michelet e Marconi per l’Istituto comprensivo Caponnetto e nella scuola Enriques Agnoletti e la succursale di Rimaggio per l’Istituto comprensivo Mattei. Per 25 ore alla settimana si metteranno a disposizione dei lettori in erba con tanti libri da prendere in prestito, suggerimenti e consigli, ma anche molte iniziative come letture recitate e ad alta voce, progetti di ricerca tematici, laboratori di scrittura, focus sui grandi classici della letteratura, bookcrossing e molto altro. Le attività coinvolgeranno tutte le sezioni delle primarie, dalle I alle V, con percorsi condivisi con gli insegnanti calibrati sull’età dei bimbi e sulla loro preparazione. I bambini impareranno inoltre l’Abc del funzionamento di una Biblioteca, le regole della catalogazione, della consultazione e della ricerca. Per potenziare il progetto la Biblioteca comunale ha donato alle scuole quasi mille volumi, partecipando al progetto “Giunti al punto”. 

“Non potevamo permettere che il Covid si portasse via una buona pratica come quella delle Biblioteche scolastiche – dichiara l’assessore alla scuola Francesco Pignotti -. Un progetto di grandissimo valore, che integra l’attività didattica nelle scuole per creare un legame tra i bambini e la lettura all’insegna del divertimento e della creatività. Un’iniziativa che insegna fin da piccoli a ‘maneggiare’ qualcosa di vitale per la crescita personale come un libro. Tanti piccoli lettori delle scuole si iscrivono poi alla Biblioteca ‘vera’ per non lasciarla più, e questo è un grande successo”.
01/12/2022 13:43 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli
Comune di Firenze
Firenze. Porte telematiche, domani mattina in programma la manutenzione con spegnimento dei pannelli luminosi
Domani mattina sarà effettuata una manutenzione elettrica dei pannelli luminosi collocati in corrispondenza delle porte telematiche di ztl e zone pedonali. Gli avvisi che indicano se i provvedimenti di limitazione della circolazione sono attivi o meno (luce rossa o verde) saranno spenti dalle 11 alle 12.30 circa. Le porte rimarranno comunque attive dato che il pannello luminoso rappresenta un ausilio in più rispetto alla segnaletica verticale presente sulle porte come previsto dal Codice della Strada. (mf)
01/12/2022 18:57 Comune di Firenze
Comune di Vicchio
Giotto "artista dell'anima", sindaco di Vicchio all'Accademia Belle Arti
Parteciperà anche il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa, domani, 2 dicembre, alle 17,30 alla Sala del Cenacolo dell’Accademia di Belle Arti di Firenze alla presentazione del libro “L’artista dell’anima” di Alessandro Masi, giornalista e storico dell’arte oltre che segretario generale della Società Dante Alighieri.

“L'artista dell'anima. Giotto e il suo mondo” è un racconto storico che tratteggia i contorni della vita di uno dei più grandi artisti italiani attraverso la “voce” di chi lo ha conosciuto o ne ha comunque parlato in epoche a lui vicine.
Tutto inizia dal colle di Vespignano...



È uscito da appena otto mesi ed è già alla sua terza ristampa. Si tratta dell’ultimo libro di Alessandro Masi – giornalista e storico dell’arte oltre che Segretario Generale della Società Dante Alighieri – che il prossimo 2 dicembre (ore 17.30) sarà presentato per la prima volta a Firenze, nella Sala del Cenacolo dell’Accademia di Belle Arti.

“L'artista dell'anima. Giotto e il suo mondo” – questo il titolo del libro – è un racconto storico che tratteggia i contorni della vita di uno dei più grandi artisti italiani attraverso la “voce” di chi lo ha conosciuto o ne ha comunque parlato in epoche a lui vicine. Giotto – si legge sulla quarta di copertina – “è l’artista che per primo ha dato un’anima alle sue opere. Dei suoi quadri e dei suoi affreschi sappiamo molto, ma della sua vita di uomo ben poco, avvolta com’è nella leggenda. Da un accurato lavoro di scavo negli archivi e dalle cronache dell’epoca, Alessandro Masi fa nascere una rigorosa e documentatissima biografia di Giotto, del «ragazzo» che rivoluzionò la pittura tra il Duecento e il Trecento, quando si preparava la Rinascenza. E lo fa narrando quella vita come fosse un romanzo. Così entriamo con Giotto nella Basilica Superiore di Assisi, nella cappella degli Scrovegni a Padova, nelle basiliche di Roma, Napoli, Firenze…Un racconto tanto vivido che sembra di sentire l’odore dei colori, di stare sulle impalcature a osservarlo dipingere, di percepire lo stupore dei committenti di fronte a opere che non avevano alcun paragone con quanto realizzato prima. Emergono con forza i suoi rapporti con il maestro Cimabue, con gli intellettuali della sua epoca e in particolare con Dante, di cui fece un ritratto giovanile nel 1302, prima dell’esilio del poeta, e che incontrò nuovamente a Padova mentre creava un capo - lavoro per una famiglia tanto ricca quanto chiacchierata, gli Scrovegni appunto. Boccaccio fece di Giotto un personaggio del suo Decamerone. E dietro di lui si stagliavano Petrarca e i papi del travagliatissimo periodo della sua esistenza. Ne esce lo spaccato di un’epoca, di un grande artista e di un uomo non privo di ombre e contraddizioni. Migliore interprete di sempre del poverello di Assisi, viveva nell’angoscia di diventare povero e di non poter sistemare la sua numerosa prole. Probabilmente una volta arricchito divenne anche usuraio e, invitato dagli intellettuali a schierarsi nell’agone politico dell’epoca, si dimostrò tutt’altro che incline alle azioni coraggiose”.

Alla presentazione interverranno:

Claudio Rocca, Direttore dell’Accademia di Belle Arti
Filippo Carlà Campa, Sindaco del Comune di Vicchio
Alessandro Masi, autore

Previsto anche l'intervento del Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

L’incontro sarà anche l’occasione per presentare un progetto che vedrà presto il prof. Masi collaborare a fianco dell’Accademia di Belle Arti e con il Comune di Vicchio – città natale di Giotto – in una produzione audiovisiva sulla vita del pittore.
01/12/2022 20:20 Comune di Vicchio-ufficio stampa
Comune di Barberino Tavarnelle
Barberino e Tavarnelle. Il Comune sperimenta un progetto inclusivo per chi non può parlare. Barberino Tavarnelle, città accessibile dove leggere e comunicare sono per tutti
Nessuno escluso dalla comunicazione e dalla lettura. Leggere, comunicare, fare acquisti, acquisire autonomia, agire sull’ambiente, sentirsi parte attiva della comunità attraverso la Comunicazione Aumentativa Alternativa. Barberino Tavarnelle è uno dei pochi comuni toscani a realizzare un progetto di comunicazione facilitata urbana, finalizzato ad incrementare le abilità comunicative di chi non sa parlare, attraverso un’esperienza accessibile a tutti, permanente e collettiva. La chiave è l’adozione della Comunicazione Aumentativa Alternativa, un nuovo approccio, poco diffuso in Italia, costituito da simboli visivi che si affiancano ai canali orali per migliorare la vita delle persone che, per particolari patologie congenite o disturbi cognitivi, non riescono ad esprimersi verbalmente e consentire loro di autodeterminarsi e comunicare.

Il Comune lancia un progetto pilota e attiva un modello di rete civica che consente alle cittadine e ai cittadini con bisogni comunicativi speciali e complessi di vivere la quotidianità in modo autonomo usando gli strumenti della Comunicazione Aumentativa Alternativa. Uffici comunali, biblioteche civiche, negozi, mercatini ed eventi. Da domenica 4 dicembre, in occasione dell’ottavo Rally della Fettunta, Barberino Tavarnelle sperimenta un’inedita esperienza di comunicazione urbana facilitata che favorisce interazione e inclusione a supporto della disabilità comunicativa.

“Si tratta di un primo passo che inizia ad investire concretamente sulle importanti potenzialità della Comunicazione Aumentativa e Alternativa per rendere il nostro territorio sempre più accessibile – dichiara il sindaco David Baroncelli – l’intento è quello di rafforzare le funzioni comunicative di questo sistema di scrittura in simboli creando un vero e proprio network che entra a far parte della vita quotidiana, un lavoro di squadra con tutti i soggetti che vivono il territorio teso a coinvolgere l’ambiente e il contesto sociale”. I cartelli con i simboli visivi e il linguaggio della CCA saranno presenti negli uffici comunali, nelle biblioteche civiche, negli spazi pubblici, nei luoghi ricreativi e della socialità, nei negozi nell’ambito di un percorso di coinvolgimento sempre più esteso che potrà interessare le scuole, le realtà associative, cinema, teatri.

“Crediamo che la Comunicazione Aumentativa Alternativa – rileva l’assessore allo Sviluppo economico Tatiana Pistolesi - possa divenire più efficace se realizziamo un modello da adottare in modo uniforme e concorde”. Di fatto il Comune si propone di moltiplicare gli strumenti per favorire l’autonomia della persona con bisogni comunicativi speciali ma anche sensibilizzare e informare la comunità che diventa parte attiva, protagonista del progetto”. “L’esperienza di Barberino Tavarnelle - continua l’assessore Pistolesi - nasce infatti dalla sinergia tra l’amministrazione comunale, il Centro Commerciale naturale “Di bottega in bottega”, l’associazione “Ci incontriamo”, i volontari Nati per Leggere di Barberino Tavarnelle, del Centro di socializzazione “L'Abbraccio”. “Vorrei rivolgere un ringraziamento a tutti i partners che rendono possibile l’avvio di questo importante percorso sociale e culturale – conclude il sindaco – ed in particolare la logopedista, la dottoressa Azzurra Morrocchesi, che si è messa a disposizione a titolo gratuito per la realizzazione del progetto nel nostro territorio”.

Nelle biblioteche comunali di Barberino Tavarnelle “Ernesto Balducci” e “Alda Merini” sono state create specifiche sezioni per avvicinare alla lettura chi ha difficoltà comunicative. Tra gli scaffali delle due sale lettura di Tavarnelle val di pesa e Barberino Val d'Elsa sono disponibili per il prestito e la consultazione libri ad alta leggibilità, audiolibri, silent book, inbook e altri volumi tradotti con i simboli della CCA (Comunicazione Aumentativa e Alternativa). Le biblioteche civiche di Barberino Tavarnelle hanno recentemente contribuito a tradurre nuovi inbook (libri tradotti con i simboli CCA) e sono entrati a far parte della Rete Operativa Toscana delle Biblioteche Inbook.

Il lancio del progetto si terrà in occasione dell’iniziativa “Pronti, partenza...via! Comunicare oltre le parole”, in programma domenica 4 dicembre per le vie del centro storico di Tavarnelle Val di Pesa. La giornata prenderà il via alle ore 10 fino alla conclusione del Rally con lo shopping per le vie del centro in collaborazione con i commercianti del paese. Alle ore 11 la biblioteca comunale “Ernesto Balducci” ospiterà “Libri per tutti, letture da 0 a 99 anni”, a cura dei volontari Nati per leggere, dell'Associazione “Ci incontriamo” e del Centro di socializzazione “L'Abbraccio”. Tutte le iniziative sono ad ingresso libero. Il programma dettagliato dell’evento è disponibile sulla rete civica e gli strumenti social del Comune e delle biblioteche comunali di Barberino Tavarnelle.
01/12/2022 14:31 Comune di Barberino Tavarnelle
Questura di Firenze
Firenze. Vetrine infrante con tombini e colpi nei negozi fiorentini: la Polizia di Stato arresta due uomini sorpresi all’opera all’Isolotto
La notte scorsa la Polizia di Stato ha arrestato due cittadini marocchini di 31 e 41 anni, sorpresi, in concorso e a vario titolo, a saccheggiare un negozio di parrucchiere all’Isolotto dopo averne sfondato la vetrina con un tombino.

Proprio con questa particolare modalità di esecuzione, nelle scorse settimane erano state firmati una serie di analoghi episodi: vetrine sfondate la notte per lo più con tombini presi dalla strada e colpi messi a segno in rapida successione, spesso con magri bottini a fronte degli ingenti danni provocati invece agli esercizi commerciali.

Fin dalle primissime segnalazioni di quello che sembrava essere ormai diventato un fenomeno criminale diffuso recentemente nella citta gigliata, il Questore della provincia di Firenze Maurizio Auriemma ha subito rinforzato i servizi di prevenzione e controllo del territorio soprattutto in orari serali e notturni.

La Polizia di Stato ha così schierato in campo, insieme alle volanti della Questura e dei Commissariati cittadini, anche auto e moto “civetta” con a bordo i cosiddetti “Falchi” della Squadra Mobile, gli specialisti del contrasto alla microcriminalità e al crimine diffuso.

Gli investigatori di via Zara hanno raccolto per giorni tutta una serie di elementi emersi di volta in volta durante i vari episodi riscontrati nel capoluogo toscano, riuscendo in breve tempo a circoscrivere le zone nelle quali i malviventi avrebbero potuto colpire con maggiore probabilità.

Così, mentre le “pantere” pattugliavano le strade, per diverse notti i Falchi hanno effettuato una lunga serie di appostamenti, battendo le zone della città ritenute più a rischio fino a quando oggi, intorno alle 3.00, la loro serrata attività ha avuto una svolta decisiva.

La loro attenzione è stata infatti attirata da due uomini in via de’ Vanni: mentre uno avrebbe fatto da “palo”, l’altro in pochi attimi ha forzato e alzato a metà la serranda di un negozio di parrucchieri e dopo aver preso in strada la copertura di un tombino, l’ha usata come “ariete” contro la vetrata.

Il passo successivo, tipico anche di altri analoghi furti cosiddetti “mordi e fuggi” avvenuti proprio con le stesse modalità, è stato quello di entrare all’interno dell’esercizio e arraffare in fretta e furia quanto più possibile.

Ma non appena il 31enne magrebino è uscito in strada con sottobraccio la refurtiva infilata in un borsone - in questo caso un computer da un migliaio di euro - si è ritrovato circondato dai poliziotti.

Nel frattempo il complice 41enne, rimasto fuori a coprirgli le spalle, ha invece tentato di evitare le manette nascondendosi sotto una macchina.

Entrambi sono finiti nella rete della Squadra Mobile e subito dopo al carcere di Sollicciano, in attesa della convalida della misura precautelare.

Gli inquirenti sono ora a lavoro per accertare eventuali responsabilità degli indagati, entrambi già noti alle Forze di polizia, in merito ad altri “furti con tombini” registrati a Firenze nelle ultime settimane.
01/12/2022 13:34 Questura di Firenze
Ufficio Stampa Comune di Dicomano
Natale a Dicomano… nel paese dei Balocchi
Sarà un Avvento all’insegna della bontà quello che si appresta a vivere Dicomano.
Da domenica 4 dicembre prendono il via le iniziative natalizie organizzate dal Comune di Dicomano in collaborazione con Comitato Commercianti Dicomano, Auser, Comitato del Carnevale, Ludoteca “Piso Pisello”, Istituto Comprensivo “Desiderio da Settignano”, Associazione Sound e Associazione Foki Fori.

Tanti appuntamenti per grandi e piccini con una giornata speciale dedicata all’olio.
Domenica 4 dicembre, infatti, alle ore 15.00, nella sala consiliare, si svolgerà una degustazione guidata di olio a cura di Lorenzo Cecchi assaggiatore professionista di Anapo che condurrà i presenti alla scoperta delle caratteristiche principali del prodotto, un’occasione imperdibile per conoscere al meglio questo importante frutto della nostra terra.
La degustazione è aperta a tutti, possono confluire olio sia i produttori che gli amatoriali, non è previsto contest né nessun tipo di gara.
Nella stessa giornata non potevano mancare le iniziative per bambini con il laboratorio di cucina natalizia a cura di Elena Barbugli della Fattoria Didattica l’Oasi. E la musica con l’appuntamento alle 15 in piazza Buonamici con l’Associazione Foki Fori. Dalle 16, invece, fettunta per tutti e l’esibizione degli alunni dell’Istituto Comprensivo Desiderio da Settignano.

“Sarà un Natale all’insegna della tradizione, dei nostri prodotti tipici e del nostro artigianato – spiega Donatella Turchi Assessora allo sviluppo economico del Comune di Dicomano – con un’attenzione particolare ai bambini per i quali vorremmo sempre momenti magici come quelli delle feste. Quest’anno abbiamo cercato anche di dare spazio ad uno dei nostri prodotti più importanti, l’olio, che vorremmo sempre più promuovere e valorizzare anche attraverso piccole iniziative come quella di domenica prossima. Ringrazio il Comprensivo di Dicomano e le associazioni che si sono rese disponibili per animare il paese in questo periodo di festa, dimostrando ancora una volta il loro forte attaccamento alla comunità.”

Gli appuntamenti proseguiranno poi nei giorni successivi con una giornata, l’11 dicembre, particolarmente rivolta ai bambini, l’arrivo del Ludobus, lo spettacolo del fuoco e la partecipazione del gruppo di artigiane di Io Creo.


01/12/2022 18:34 Ufficio Stampa Comune di Dicomano
Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa
Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità: istituzioni, scuola e sanità a confronto
Una mattinata dedicata a promuovere il superamento delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali nei luoghi di istruzione. È quella in programma venerdì 2 dicembre, in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, all’Auditorium E. Lambiase dell’ISIS F. Enriques di Castelfiorentino (FI), promossa dalla Conferenza Zonale per l’Educazione e l’Istruzione dell’Empolese Valdelsa, in collaborazione con il Centro Studi Bruno Ciari e con le studentesse e gli studenti dell’istituto.

La giornata si inscrive in un più ampio contesto di contrasto alle discriminazioni di ogni genere e di incremento delle prospettive di crescita e di coesione sociale, che rientra negli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e, in particolare, in quelli inerenti alla qualità dell’educazione, alla riduzione delle disuguaglianze e al rafforzamento del dialogo tra i popoli.

L’iniziativa comincia alle 9:30 ed è rivolta a genitori, famiglie e a tutte le persone interessate ad approfondire il tema. Dopo l’introduzione di Ezia Borghini, insegnante dell’ISIS F. Enriques, ci saranno i saluti dell'assessora all’Istruzione Regione Toscana Alessandra Nardini, in collegamento, del sindaco di Castelfiorentino Alessio Falorni e della sindaca di Empoli Brenda Barnini, Presidente Conferenza Zonale per l’Educazione e l’Istruzione dell’Empolese Valdelsa.

A seguire gli interventi di: Barbara Degl’Innocenti, Dirigente scolastico dell’ISIS F. Enrique; Gerardo Di Fonzo, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Castelfiorentino; Alessandra Melani, Neuropsichiatra Infantile Azienda USL Toscana Centro; Franco Doni, Direttore SDS Empolese Valdelsa Valdarno Azienda USL Toscana Centro.

Alle 11:15 spazio alle esperienze di inclusione sociale, con le testimonianze e le relazioni di Alberto Guadiosi sul Progetto Baskin (ISIS F.Enriques), Costanza Mancini sul Progetto post diploma (ISIS F.Enriques), Patrizia Mazzuoli sul Progetto CAA (IC Castelfiorentino) e il collegamento di Fassa Rent con APT sul turismo inclusivo della Val di Fassa.

A chiudere gli interventi, alle 12:15, sarà Benedetta Bagni, assessora all'Istruzione del Comune di Certaldo e referente del tavolo Inclusione della Conferenza zonale per l'educazione e l'istruzione dell'Empolese Valdelsa. “Il tavolo inclusione porta avanti all'interno della Conferenza zonale per l'istruzione Empolese Valdelsa azioni preziose di confronto e connessione tra i vari soggetti - sottolinea Bagni - per contribuire a realizzare scuole sempre più inclusive. L’incontro di oggi è stato realizzato grazie al prezioso contributo delle studentesse e degli studenti, protagonisti insieme ai compagni di classe più fragili e ai percorsi inclusivi che si trovano all'interno delle scuole”.
Per iscriversi e partecipare è necessario compilare questo modulo online.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 0571 74419 o inviare un’email all’indirizzo centrociari@centrociari.it.
È possibile seguire in diretta l’incontro sul canale YouTube dell’ISIS Enriques di Castelfiorentino.
01/12/2022 13:00 Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa
Comune di Empoli
Empoli. ‘Dire, Fare, Teatrare’ chiude con lo spettacolo “Cappuccetto e la nonna”, regia di Vania Pucci
EMPOLI – Chiude in bellezza e con successo la rassegna del teatro dedicato alle famiglie e ai ragazzi, ‘Dire, Fare, Teatrare’, promossa dal Comune di Empoli, insieme a Fondazione Toscana Spettacolo onlus, con la direzione artistica della compagnia teatrale empolese Giallo Mare Minimal Teatro.

Domenica 4 dicembre 2022, andrà in scena, nel teatro di via Paolo Veronese, 10, una delle più belle produzioni di Giallo Mare firmata da Vania Pucci, “Cappuccetto e la Nonna, testo e progetto drammaturgico di Vania Pucci, con Adriana Zamboni e Vania Pucci, allestimento e progetto luci Lucio Diana, regia Vania Pucci e Lucio Diana.

TRAMA - Una dolce nonnina nella sua casetta dal tetto rosso tra il gatto e i fiori, tra pentole e gomitoli di lana, insegna alla piccola Cappuccetto come difendersi dal lupo per diventare grande, perché la nonna lo sa che il lupo ci prova sempre, è stata anche lei una piccola Cappuccetto. La Nonna organizza una Scuola nel bosco per Cappuccetti ma anche per Anatrini, Porcellini e Caprettini insomma per tutti quelli che possono avere a che fare con il Lupo. Bisogna riconoscere i lupi e scacciarli per attraversare il bosco in santa pace. Il lupo si traveste, si nasconde, cambia la voce, cambia strada e cerca bambine con cappuccetti in testa… insomma c’è da stare molto attenti! Cappuccetto ha imparato in fretta a difendersi e a smascherare lupi perchè la dolce nonnina conosce tutte le armi segrete ma il lupo ha già spalancato la bocca. In primo piano la nonna all’apparenza innocua, gentile, lenta, sbadata ma invece molto agile e furba, una cacciatrice di lupi, una wondernonna, uno sguardo sulla storia di Cappuccetto che sposta l’attenzione sul gioco pur rimanendo intatti i momenti topici della fiaba. La scenografia si svela di volta in volta, un’artista costruisce intorno alla nonna in diretta con la lavagna luminosa, la casa, il bosco, la strada più lunga. Consigliato per bambini dai 3 anni.

Il biglietto è di € 4,5. Per informazioni, acquisti e prenotazioni ci si può rivolgere a Giallo Mare Minimal Teatro, telefono 0571 / 81629 – 83758, biglietteria@giallomare.it.
03/12/2022 10:29 Comune di Empoli
Comune di Empoli
Empoli. ‘Scatole di Natale’, torna la solidarietà che scalda i cuori
EMPOLI – La solidarietà empolese non si ferma, tantomeno nel periodo natalizio. In questi ultimi anni, nonostante le ‘distanze’ imposte dall’emergenza Covid, le persone si sono aiutate l’un l’altra anche grazie a progetti che hanno messo al centro la comunità. Fra questi, le ‘Scatole dI Natale’ da donare a chi ha più bisogno per regalare un abbraccio e un sorriso in occasione del Natale. Un progetto pronto a tornare in queste settimane di attesa delle Festività.

L’iniziativa, molto apprezzata e partecipata, è promossa dai gruppi Agesci Scout Empoli 1, 2 e 3, con il coinvolgimento dell’amministrazione comunale di Empoli, di Re.So Recupero Solidale, Croce Rossa Italiana - Comitato di Empoli, Misericordia di Empoli, Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli, delle Caritas di Empoli, di Santa Maria, di Ponzano e di Ponte a Elsa, dell'Emporio Solidale Empoli, dell'Arci comitato territoriale Empolese Valdelsa, dell'associazione Vecchie e Nuove povertà.

Entrando nel dettaglio, le Scatole dI Natale potranno contenere un accessorio di abbigliamento che tenga caldo (guanti, sciarpe, cappelli...), un dolce (una stecca di cioccolata, biscotti, un panettone o altro), un oggetto per passare il tempo (libro, rivista, matite, quaderno ecc.), un prodotto per l’igiene (crema, bagnoschiuma, shampoo, ecc.), un biglietto gentile o comunque una cosa che si desidera regalare, come un gioco per bambini. Inserito tutto nella scatola, questa sarà consegnata ai punti di raccolta, in cui i ragazzi dei gruppi Agesci Scout Empoli 1, 2, 3, provvederanno a fare il pacchetto, grazie alla carta regalo donata da Re.So Recupero Solidale. È importante che sia indicato su un angolo della scatola se il destinatario è un uomo, una donna o un bambino e indicativamente l'età dello stesso. Inoltre, gli oggetti contenuti dovranno essere nuovi e non deperibili. Le scatole saranno consegnate dai cittadini ai punti di raccolta. Tutte le scatole raccolte saranno date alle associazioni di volontariato che aderiscono all'iniziativa, le quali, a loro volta, le recapiteranno alle famiglie in difficoltà.

I punti di raccolta delle ‘Scatole di Natale’ si confermano due: uno individuato in via XX settembre 17, sede delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli, e l'altro in via Cavour 32, sede della Misericordia. A ricevere le Scatole di Natale che la cittadinanza vorrà preparare e regalare saranno i tre gruppi Agesci Scout e i volontari delle associazioni. I giorni di raccolta saranno il 15, 16 e 17 dicembre 2022, nel pomeriggio dalle 15 alle 18.

«È un'iniziativa di grande valore perché è piena di affetto e attenzione per le persone che vivono intorno a noi. Una scatola è più di un dono, è un grande abbraccio da parte di chi, pur non conoscendoti, ha voluto pensare a te a Natale. Ringrazio le cittadine e i cittadini che prepareranno una scatola e tutte le realtà che questo Natale saranno impegnate nella loro raccolta e consegna", sottolinea Valentina Torrini, assessora alle Politiche sociali del Comune di Empoli.

«In questo periodo di Avvento il pensiero va inevitabilmente alle persone che non possono condividere la gioia del Natale perché sole, perché hanno perso il lavoro, sono scappate dalla guerra oppure perché da un giorno all'altro la loro vita è crollata o per mille altri motivi – spiega Laura Baroni, capo Scout gruppo Empoli 1 - Pensiamo agli anziani soli o ai genitori che non possono permettersi neppure un regalo per veder sorridere i propri figli. Questo è il terzo anno che insieme al Comune e alle altre associazioni, noi gruppi scout di Empoli ci rendiamo disponibili per stimolare una catena di solidarietà che ci rende tutti più vicini. Tante persone hanno partecipato alla raccolta gli scorsi anni e speriamo anche quest'anno di riuscire a regalare un sorriso a quante più persone possibili. Chiediamo l'aiuto di tutti».
03/12/2022 10:21 Comune di Empoli
AutolineeToscane
Autolinee Toscane. Venerdì 2 dicembre, sciopero di 24 ore. Nel TPL modalità diverse nelle varie province
Autolinee Toscane informa che COBAS Lavoro Privato e USB Lavoro Privato hanno indetto uno stato di agitazione aziendale di 24 ore per il giorno 2 dicembre 2022. Durante la giornata di sciopero sono previste due fasce orarie di garanzia del personale viaggiante, differenti in ogni provincia della Toscana e sulla base di accordi sindacali presi con le precedenti aziende.

Il servizio sarà garantito nelle seguenti fasce orarie:

Firenze urbano nelle fasce 6.00-9.00 e 12.00-15.00
Firenze extraurbano: nelle fasce 4.15-8.15 e 12.30-14.30 (Per servizio Ex Cap 6.00-9.00 e 12.00-15:00)

Prato nelle fasce 6:00-9:00 e 12:00-15:00

Pistoia nelle fasce 6:30-8:45 e 12:45-16:30 (A Montecatini - Servizio Ex Toscana Trasporti nelle fasce 5:30-8:30 e 12:00-15:00)

Grosseto e Isola del Giglio nelle fasce 5.30-8.30 e 12.30-15.30

Siena nelle fasce 5.30-8.30 e 12.30-15.30

Funicolare di Certaldo nelle fasce 5.30-8.30 e 12.30-15.30

Arezzo nelle fasce 5:30-8.30 e 12:30-15:30

Livorno, Isola d’Elba e Funicolare di Montenero nelle fasce 6:30-9:30 e 12:00-15:00

Pisa nelle fasce 6:00-8:59 e 17:00-19:59

Massa-Carrara nelle fasce 6:00-9:00 e 17:00-20:00

Lucca nelle fasce 5:30-8:30 e 12:00-15:00

Piombino nelle fasce 5.30-8.30 e 12.30-15.30.

Lo sciopero riguarderà l’intero orario di lavoro per impianti fissi, impiegati ed operai (anche turnisti).

Fuori da queste fasce di garanzia la regolarità del servizio dipenderà dal grado di adesione allo sciopero. La percentuale di adesione all’ultimo sciopero di 24 ore ad Autolinee Toscane del 10 ottobre 2022 da parte di Cobas e FAST Slm è stata del 24,47%.

Per informazioni si invitano i passeggeri a consultare il sito www.at-bus.it, oppure a chiamare il numero verde di Autolinee Toscane: 800 14 24 24 (Lun-Dom 6-24). Si possono anche seguire le info pubblicate sui nostri canali social: Twitter: @AT_Informa ; Facebook: Autolinee Toscane.

Lo sciopero, generale di tutte le categorie (pubbliche e private), è stato indetto per diverse rivendicazioni: rinnovo dei contratti e aumento dei salari; introduzione per legge del salario minimo di 12 euro l’ora; cancellazione degli aumenti delle tariffe dei servizi ed energia; riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario; blocco delle spese militari e dell’invio di armi in Ucraina; rilancio piano edilizia residenziale pubblica; fermare le stragi di lavoratori; fermare la controriforma della scuola; difesa del diritto allo sciopero; nuova politica energetica; aumento risorse a favore dell’autodeterminazione.
01/12/2022 12:07 AutolineeToscane
Redazione di Met
Letteratura. Ecco i cinque finalisti del 35° Premio letterario Chianti
Sono Marino Magliani, con 'Il cannocchiale del Tenente Dumont' (L'orma Editore); Stefania Nardini, per 'La combattente' (E/0 Edizioni); Giulio Perrone, con 'America non torna più' (HarperCollins), Giorgio Scianna, per 'Le api non vedono il rosso' (Einaudi) e Piera Ventre, con 'Le stanze del tempo', i cinque finalisti selezionati della nuova edizione del 35esimo Premio letterario Chianti.
Il Comitato Tecnico del Premio Letterario Chianti, coordinato da Michele Brancale, e composto da Paolo Codazzi, Silvia Martelli (per il Comune di Greve in Chianti), Cecilia Bordone (per il Comune di San Casciano Val di Pesa), Maria Rosa Fabiani (Comune di Radda in Chianti), Paolo Santagati (Unione Comunale di Tavarnelle-Barberino), Andrea Pucci (Comune di Castellina in Chianti), Deborah Montagnani (Comune di Gaiole in Chianti), Claudia Lucattini (Comune di Impruneta), in una riunione presso la Sala Consiliare del Comune di Greve in Chianti, ha deliberato la selezione dei cinque autori finalisti del Premio destinato a volumi di narrativa editi dal 1 gennaio 2021 a1 31 dicembre 2021.
Gli autori dei testi selezionati presenteranno il proprio libro alla Giuria dei Lettori, composta da oltre 300 membri, in incontri che si terranno di sabato, alle ore 17, nei mesi di febbraio, marzo, aprile 2023, presso luoghi storici del Chianti, secondo un calendario che verrà comunicato successivamente. A maggio 2023 la cerimonia finale.
I nomi dei finalisti sono stati resi noti oggi in un incontro a Impruneta, a cura del Rotary San Casciano-Chianti, sponsor della manifestazione, e del Comune. La 35° edizione del Premio è sponsorizzata dal Rotary San Casciano-Chianti, Coop di Greve in Chianti, Società di mutuo soccorso Fratellanza di Greve in Chianti, Consiglio Regionale della Toscana.

Marino Magliani, con 'Il cannocchiale del Tenente Dumont', esplora il tema della diserzione o più correttamente, della stanchezza della guerra, in cui alle scelte istantanee legate alla sopravvivenza nel combattimento si sostuiscono le scelte, apparentemente brevi, con le quali rigettare quelli che appaiono come diktat della Storia maiuscola.
'La combattente' di Stefania Nardini porta in risalto il tema della conoscenza dell'altro che ci sta accanto. L'idea olistica di un'appartenenza fa i conti con i dolori nascosti dell'altro e dell'altra che pure sono stati e sono vicini per quanto in una stagione di vedovanza. Quando ci si ama non tutto si può buttare in chi ci sta accanto: l'approdo a una vita desiderata fa guardare oltre le ferite del passato, ma prima o poi, certo in una forma nuova, bisogna farci i conti, anche sulla cenere.

Giulio Perrone, in 'America non torna più', svolge la trama di un rapporto tra padre e figlio: non si sa tutto dell'altro, ma si ama ed è ciò che consente di riabbracciare tutto quando la malattia ci consegna l'assenza, il ricordo, l'attesa di ritrovarsi, come un ministero e mistero itineranti.

Giorgio Scianna, con 'Le api non vedono il rosso', tocca il tema della responsabilità quando si progetta qualcosa che va al di là di noi e dei calcoli che ci davano sicurezza, travolgendo senza volerlo e senza aspettarselo la vita di qualcun altro, qualcuno di molto piccolo: una bambina. Scianna prende in esame il "processo" come simbolo non solo di responsabilità oggettive quanto di appuntamento necessario contro l'indifferenza, fosse anche la più buona.

Piera Ventre, nei racconti de 'Le stanze del tempo', registra la coincidenza tra geografia interiore e dimore, sentimenti e stanze in cui si è vissuti o dove hanno vissuto altri. Cosa direbbero le case se potessero parlare, le pareti di una stanza se raccontassero le vite di chi le ha avute come riparo? A ben ascoltare, fermandosi, si vedono, si ascoltano e si apprendono molte cose. Poi si aprono le finestre, per far respirare tutto.
03/12/2022 09:58 Redazione di Met
AutolineeToscane
Autolinee Toscane. Settignano, rispristinata la linea 10
Da domenica 4 dicembre viene ripristinata la linea 10 che collega Settignano con Piazza della Libertà. Sospesa per circa un mese a causa dei lavori di lavori di Piazza Tommaseo, e sostituita temporaneamente con servizio navetta, la linea tornerà a fare il suo regolare servizio.

Per consentire la conclusione dei lavori di Piazza Tommaseo, ancora in corso, Autolinee Toscane garantirà il collegamento mettendo a servizio sulla linea bus di 8 mt.

Fino alla fine dei lavori della Piazza, che hanno una durata imprecisata, il capolinea di Settignano continuerà ad essere temporaneamente in Via Gabriele D’Annunzio, all’altezza di Via Mosca (nei pressi della Farmacia).
02/12/2022 14:06 AutolineeToscane
Comune di Firenze
Firenze. Mercatino di Natale al Centro Età Libera “La Luna-San Salvi”
Torna il mercatino di Natale promosso dal Centro Età Libera “La Luna-San Salvi” in Via Luna, 16 nel Quartiere 2, dal 4 al 23 Dicembre tutti i pomeriggi dalle 15.30 alle 18.00, il giovedì ed il venerdì mattina anche dalle 10.00 alle 12.00. Domenica 4 Dicembre, alle 16.00, ci sarà inoltre il Concerto inaugurale ad ingresso libero della corale “Controtempo”, diretto dal maestro Ippolita Nuti, a cui seguirà un piccolo rinfresco. (s.spa.)


02/12/2022 14:02 Comune di Firenze
Questura di Firenze
Firenze. Scippatore rintracciato dalla Polizia di Stato alle Cascine tramite la videosorveglianza cittadina
Una brutta esperienza, conclusa tuttavia con un lieto fine, quella vissuta ieri sera da una ragazza americana appena 18enne che, intorno alle 23.00, è stata scippata del proprio Iphone mentre stava passeggiando con gli amici nella centralissima piazza Strozzi.

Non solo la Polizia di Stato le ha recuperato il prezioso smartphone, la giovane ha infatti ricevuto anche le scuse dalla persona fermata poco dopo il fatto dalle volanti con l’accusa di furto con strappo.

Una volta avvenuto il colpo, a dare l’allarme alla Questura è stato un amico della vittima che, al telefono, ha subito fornito agli agenti le descrizioni di un uomo in fuga, in sella ad una bicicletta, verso via della Vigna Nuova.

La Sala Operativa non ha perso tempo e, tramite l’evoluto sistema di videosorveglianza cittadina del Comune, ha individuato sui monitor il sospetto mentre pedalava in direzione Cascine.

In pochi istanti l’uomo è stato raggiunto e fermato da una volante proprio nei pressi della fermata della tramvia all’interno del parco: si tratta di un incensurato cittadino di origini domenicane di 24 anni.

Quest’ultimo avrebbe subito ammesso le sue responsabilità di fronte ai tutori dell’ordine, riferendo però di essersi nel frattempo già liberato della refurtiva.

Il giovane è finito in via Zara dove è stato sottoposto a fermo per identificazione e denunciato, data la trascorsa flagranza, per lo scippo di piazza Strozzi.

Ma una volta in Questura si è voluto scusare di persona con la sua vittima, rivelando poi alla Polizia il luogo dove lo stesso avrebbe nascosto il telefonino rubato.

I poliziotti sono quindi tornati, ancora una volta, alle Cascine dove senza le indicazioni dello “scippatore pentito” sarebbe stato impossibile recuperare l’oggetto nascosto tra la vegetazione ai piedi di un albero. La 18enne è così potuta rientrare in possesso del maltolto.
02/12/2022 13:24 Questura di Firenze
 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V