MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Comune di San Casciano
San Casciano. Il sindaco Ciappi festeggia la cittadinanza italiana conferita ad un giovane disabile di Casablanca. Ammar Harmouch è cittadino italiano
Felice e commossa la mamma Naima che vive a San Casciano in Val di Pesa con i suoi due figli da circa venti anni. Il sindaco Roberto Ciappi: “abbiamo sancito un percorso che era già uno stato di fatto, Ammar, la mamma e il fratello sono nostri concittadini dal momento in cui li abbiamo accolti”
Tè marocchino, mandorle tostate e pasticcini al miele hanno incorniciato la piccola cerimonia che è stata allestita ieri fa nell’ufficio del sindaco Roberto Ciappi per la consegna della cittadinanza italiana ad Ammar Harmouch, il giovane diversamente abile, originario di Casablanca, che vive con la mamma e il fratello minore da oltre venti anni a San Casciano in Val di Pesa (FI). Un momento solenne, arricchito dal tricolore sulle gambe del ventinovenne, ma anche un’occasione di festa che ha reso omaggio ancora una volta al valore sociale della cultura dell’accoglienza, molto radicata nel territorio chiantigiano. Il percorso non facile del ragazzo, accompagnato costantemente dall’amore della tenace mamma e dei suoi familiari, testimonia un’importante storia di integrazione, inclusione e amicizia con la comunità sancascianese.

“Ho sempre raccomandato ai miei figli un principio che vale in ogni parte del mondo – ha dichiarato felice la mamma Naima - rendiamoci utili dove ci troviamo, da cittadini attivi e responsabili, l’Italia è il nostro paese, è qui che abbiamo scelto di vivere, da nativi del Marocco abbiamo radici, culture, abitudini diverse, consideriamole forme di ricchezza per la comunità che ci accoglie, non un impedimento o un ostacolo di cui aver paura, è fondamentale aprirsi agli altri, alle tradizioni e alle peculiarità culturali del luogo in cui cresciamo, senza annullare le nostre, ma affiancandole pacificamente”. “E’ dovere di ogni cittadina e cittadino, qualunque sia la loro provenienza - ha aggiunto - offrire il proprio contributo per realizzare quell’importante rapporto di reciprocità solidale che ci rende tutti uguali, tutti parte della stessa comunità”.

“Sono orgoglioso di conferire la cittadinanza italiana ad Ammar – ha rilevato il sindaco Roberto Ciappi - il giovane e i suoi familiari sono cittadini sancascianesi, pienamente integrati nel nostro tessuto sociale, la firma degli atti sancisce l’aspetto burocratico di un percorso che era già uno stato di fatto, Ammar, la mamma e il fratello sono nostri concittadini dal momento in cui li abbiamo accolti, auguro loro di vivere e risiedere a San Casciano in Val di Pesa in piena serenità e di avvalersi di tutte le opportunità che offre il nostro comune”. Alla cerimonia hanno preso parte anche la vicesindaca Elisabetta Masti e gli assessori Maura Masini e Moreno Cheli. Da nuovo cittadino italiano, Ammar dovrà fare la nuova carta d’identità, elettronica e valida per l’espatrio, potrà richiedere il passaporto alla Questura e riceverà a casa la tessera elettorale per poter votare.
29/11/2022 12:39
Comune di San Casciano

[ foto ] 

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V