MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Regione Toscana
Consiglio della Regione. Istituzione: Mazzeo, tutta la nostra vicinanza a Clementine Pacmogda
Il presidente del Consiglio regionale: “Non essere mai indifferenti all’odio. Il mio appello ai giovani è a non voltarsi dall’altra parte di fronte a episodi di violenza come quello subito dalla studiosa”
Quanto denunciato da Clementine Pacmogda, non deve passare nel silenzio e nell’indifferenza. Il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, interviene, appresa la notizia del gesto di due ragazzi, probabilmente quindicenni, che hanno avvicinato la studiosa per consegnarle un finto dono: una foto di una ragazza deturpata con un disegno a sfondo sessista e con una svastica disegnata su un braccio. La studiosa conosciuta per il suo impegno nel coinvolgere i giovani contro il razzismo, contro l’orrore del nazismo e per il rispetto delle donne, aveva passato la mattinata con gli studenti di Barga.

“Voglio esprimere tutta la vicinanza mia e dell'intero Consiglio Regionale della Toscana a Clementine Pacmogda. L'episodio che ha raccontato attraverso le pagine della stampa mi turba molto, deve turbarci tutti e porci delle domande. Stiamo facendo abbastanza per trasmettere alle nuove generazioni la cultura del rispetto? Una domanda alla quale dobbiamo rispondere con i fatti”.

“Un segnale forte contro i linguaggi d’odio - ha aggiunto il presidente dell’Assemblea legislativa - lo abbiamo voluto dare lo scorso 30 novembre in occasione della Festa della Toscana che celebra l’abolizione della pena di morte. Partendo da quel gesto rivoluzionario, avvenuto nel lontano 1786 e voluto dal Granduca Pietro Leopoldo, abbiamo sottoscritto un impegno preciso: il manifesto per la comunicazione non ostile. Un chiaro segnale a tutti, ma soprattutto alle nuove generazioni che le istituzioni e la Pubblica Amministrazione vogliono promuovere nei fatti l’integrazione e il rispetto nei confronti degli altri e al tempo stesso condannare ogni gesto razzista e discriminatorio. A maggior ragione dopo il fatto raccontato da Clementine il mio appello ai giovani, alle loro famiglie e alla scuola, è quello di non ‘non essere mai indifferenti all’odio’. Ha fatto bene lei a raccontare quello che è accaduto. Mai essere indifferenti, mai voltarsi altrove di fronte ad episodi di violenza, di qualunque tipo. La Toscana è e sarà sempre terra di diritti, di inclusione e di solidarietà".
08/06/2022 17:37
Regione Toscana

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V