MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Comune di Firenze
Firenze. Centri estivi, da giovedì 12 maggio on line il bando per le preiscrizioni. C’è tempo fino al 23 maggio per presentarle
Funaro: “Risposta importante alle esigenze educative e di socializzazione dei bambini. Permettono alle famiglie di conciliare vita e lavoro”
Tornano con costi invariati per le famiglie i Centri estivi del Comune di Firenze: da domani, mercoledì 11 maggio, fino al 23 maggio le famiglie interessate a iscrivere i propri figli alle attività ludico-educative comunali potranno presentare on line la domanda per la preiscrizione, disponibile sulla Rete civica. Le attività comunali estive potranno essere frequentate anche dai bambini ucraini accolti a Firenze, per le iscrizioni dei quali è necessario inviare una mail agli uffici competenti per il Quartiere di riferimento.

I Centri estivi sono rivolti a bambini e ragazzi di età compresa tra i 3 anni (che già frequentano la scuola dell’infanzia) e i 14 anni (che frequentano la scuola secondaria di 1° grado) residenti a Firenze o, se non residenti, che vanno a scuola nel Comune di Firenze. Ogni turno ha una durata di due settimane e la quota di partecipazione comprende anche i pasti. Per favorire l’accesso al servizio a un maggior numero di famiglie, possono essere assegnati fino ad un massimo di due turni per ciascun minore, fatta salva la possibilità di ottenere un terzo turno qualora le domande nella graduatoria di riferimento non siano sufficienti ad assegnare tutti i posti disponibili.

“I Centri estivi sono una risposta importante alle esigenze educative e di socializzazione dei bambini - ha detto l’assessore all’Educazione Sara Funaro - poiché danno loro belle e stimolanti opportunità formative di crescita e allo stesso tempo offrono alle famiglie la possibilità di conciliare vita e lavoro”. “Con l’uscita del bando per le preiscrizioni le famiglie possono iniziare a organizzarsi per il periodo estivo - ha continuato Funaro - e troveranno invariati sia il costo del servizio che i criteri di accesso, che tengono in grande considerazione le esigenze dei soggetti più fragili”.

“I centri estivi costituiscono una risorsa importante per le famiglie del nostro territorio - hanno detto i presidenti dei cinque Quartieri fiorentini - e un servizio fondamentale per chi è più in difficoltà e non solo, siamo quindi felici della loro ripartenza. La presenza di una molteplicità di basi di partenza dei centri estivi assicura la prossimità, che è un'altra esigenza crescente nella città che rinasce dalla pandemia, una dimensione sempre più importante, che ci porta verso il rafforzamento della città dei quartieri, dei rioni”.

Il procedimento per l’accesso al servizio è suddiviso in due fasi: la prima fase di preiscrizione serve ad assegnare i posti disponibili, nelle diverse sedi e per i diversi turni, attraverso la formulazione delle graduatorie, in base ai criteri di precedenza stabiliti e alle priorità dichiarate nella domanda di preiscrizione; la seconda fase di iscrizione serve invece a perfezionare la domanda di iscrizione mediante il pagamento dell’acconto e riguarda soltanto coloro che risulteranno assegnatari del posto dalle graduatorie pubblicate. Solo con il pagamento del saldo, entro 8 giorni dall’inizio del turno, si acquisisce il diritto alla frequenza.

Per la formazione delle graduatorie non ci sono novità rispetto allo scorso anno: sono stati confermati i punteggi attribuiti sia in base alla situazione di difficoltà/disagio, sia in base alla fascia di valore Isee. In particolare, anche quest’anno sarà data massima priorità ai minori in situazione di rischio segnalati dalla Direzione Servizi sociali; verrà prestabilito un numero di posti riservati esclusivamente ai minori con disabilità certificata ai sensi della legge 104/92, individuato sulla base delle domande storicamente rilevate nei territori di riferimento e delle caratteristiche delle sedi a disposizione, con l’obiettivo per quanto possibile, della copertura integrale di tutte le situazioni di bisogno. Inoltre, sarà attribuito un punteggio, di valore decrescente, alle seguenti condizioni di difficoltà/disagio ordinate per importanza, che implicano una maggiore necessità del supporto offerto dal servizio Centri estivi: minore con genitore lavoratore solo, con punteggio differenziato in considerazione del valore, ordinato in fasce, dell’attestazione Isee; minore con due genitori, anche se non conviventi, entrambi lavoratori, con punteggio differenziato in considerazione del valore, ordinato in fasce, dell’attestazione Isee; minore che convive con un familiare con disabilità ai sensi della legge 104 o con riconoscimento di invalidità civile superiore al 74%; presenza di un altro o di altri minori conviventi di età inferiore ai 14 anni, con differenziazione del punteggio sulla base della fascia di età degli stessi . Infine, verranno individuati come criteri residuali, in caso di parità di punteggio, il minor valore Isee e l’ordine di arrivo della domanda. Infine, per garantire la possibilità di accesso al servizio a un maggior numero di famiglie, verrà assegnato un massimo di due turni per ciascun minore, fatta salva la possibilità di ottenere un terzo turno qualora le domande nella graduatoria di riferimento non siano sufficienti ad assegnare tutti i posti disponibili.

Una volta chiuse le preiscrizioni sarà formulata la graduatoria e pubblicata sulla Rete civica. Gli assegnatari dovranno quindi perfezionare l’iscrizione con il pagamento, mentre i minori in lista di attesa potranno essere chiamati successivamente a seguito di rinunce.

Le sedi nelle quali si realizzeranno i centri estivi sono dislocate in tutti i quartieri della città.

Per i bambini della scuola dell’infanzia ci saranno le scuole Rossini (statale), Torrigiani, Vittorio Veneto (via San Giuseppe) nel quartiere 1; le scuole Giotto, Carducci e Boccaccio nel quartiere 2; le scuole Pertini e Stefani nel quartiere 3; le scuole Pio Fedi e Niccolini nel quartiere 4; le scuole Mameli, Marconi, Capuana, Don Minzoni nel quartiere 5.

Per gli studenti delle scuole primaria e secondaria di primo grado ci saranno le scuole Rossini, Agnesi e Vittorio Veneto nel quartiere 1; le scuole Giotto, Carducci e Boccaccio nel quartiere 2; le scuole primaria Pertini e la secondaria San Brunone nel quartiere 3; la scuola Calvino nel Quartiere 4 e le scuole Mameli, Marconi, Duca D'Aosta e Don Minzoni nel quartiere 5.

Nel mese di agosto le sedi dei Centri estivi saranno accorpate come tutti gli anni e le attività si terranno nelle scuole primaria e dell’infanzia Vittorio Veneto (quartiere 1); le scuole primaria e dell’infanzia Giotto (quartiere 2); nelle scuole primaria e dell’infanzia Pertini (quartiere 3); nelle scuole primaria Calvino e dell’infanzia Pio Fedi (quartiere 4); nelle scuole primaria e dell’infanzia Mameli (quartiere 5).

Informazioni sul bando possono essere richieste anche al centralino 055055 oppure per e-mail all’ufficio competente del quartiere di riferimento.

Per il quartiere 1: scuolaq1@comune.fi.it

Per il quartiere 2: scuolaq2@comune.fi.it

Per il quartiere 3: scuolaq3@comune.fi.it

Per il quartiere 4: scuolaq4@comune.fi.it

Per il quartiere 5: scuolaq5@comune.fi.it

Le tariffe e le sedi sono disponibili al link https://servizi.comune.fi.it/servizi/scheda-servizio/centri-estivi-per-bambinei-e-ragazzei (fp)
11/05/2022 09:41
Comune di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V