MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Regione Toscana
Consiglio della Regione. Scuola: alunni con alto potenziale cognitivo, serve normativa nazionale
Approvata all’unanimità una mozione del Partito democratico, prima firmataria Cristina Giachi. “Sì a piani didattici personalizzati”. In Italia sono 430mila, si trovano spesso in una condizione di particolare vulnerabilità
I bambini, e in generale gli studenti con alto potenziale cognitivo (quoziente intellettivo tra 120 e 129) e ‘plusdotazione’ (indice superiore a 129) si trovano spesso, per le loro unicità e specificità, in una condizione di particolare vulnerabilità, principalmente dal punto di vista emotivo, e richiedono un cambiamento di approccio sia in ambito familiare che in ambito scolastico, tale da assicurare loro uno sviluppo generale armonico (cognitivo, biologico e sociale). In Italia, secondo le stime, ci sono 430mila alunni con alto potenziale cognitivo, il 5 per cento della popolazione scolastica. Il Consiglio regionale della Toscana ha approvato con voto unanime una mozione rivolta agli alunni “con alto potenziale cognitivo o plusdotazione”, presentata dal Partito democratico, prima firmataria la presidente della commissione Cultura, Cristina Giachi.

La mozione impegna la Giunta regionale ad attivarsi nei confronti del governo e del parlamento “affinché quanto prima venga approvata una normativa specifica a livello nazionale finalizzata al riconoscimento degli alunni con alto potenziale cognitivo, prevedendo percorsi formativi specifici per il personale docente e favorendo piani didattici personalizzati per gli alunni che presentano tali peculiarità”. A valutare, “nel rispetto delle proprie competenze, l’adozione di misure finalizzate a favorire le attività e le pratiche di supporto per l’individuazione e la presa in carico dei bambini e ragazzi ad alto potenziale cognitivo e a promuovere un’adeguata campagna d’informazione sul tema nell’ottica di uniformare in una logica di sistema azioni e procedure volte ad assicurare uguali opportunità formative a ciascun alunno”. A promuovere “un’adeguata campagna d’informazione e formazione a supporto delle famiglie in cui sono presenti minori con altro alto potenziale cognitivo; a promuovere o favorire iniziative sul territorio che facilitino la possibilità di incontrarsi, condividere un percorso con gruppo di pari funzionale al soddisfacimento dei bisogni emozionali e relazionali vitali bambini”.
04/05/2022 17:43
Regione Toscana

[ foto ] 

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V