MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Comune di Pistoia
Pistoia. Multiutility, intervento sindaco Alessandro Tomasi
L’intervento del sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi che il 3 maggio ha partecipato alla conferenza stampa in Regione Toscana sulla multiutility
“Fin dall’inizio abbiamo partecipato attivamente alla ricerca della strada migliore per avere servizi più efficienti a costi inferiori, per superare i problemi che ancora oggi ci sono e che ricadono sui cittadini. Una strada che – sottolinea il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi - dovrà essere delineata dai Comuni, senza pregiudizi ma senza nemmeno progetti preconfezionati. Pistoia ha cercato, fin da subito, di orientare questo percorso con indirizzi precisi che continueremo a far valere. Quanto presentato stamani è tecnicamente un punto di partenza per valutare se questo sia o meno lo strumento idoneo a dare soluzione ai problemi che ad oggi riscontriamo nei servizi. Una valutazione che è rimessa ai Consigli comunali e all’assemblea dei soci. Questa mattina ho ribadito due posizioni già espresse dal Comune di Pistoia, due vincoli per noi non superabili: che la maggioranza sia saldamente nelle mani pubbliche, con la previsione di paletti strettissimi che non permettano il passaggio ai privati e, secondo, che non si scordi mai l’obiettivo finale, ovvero – ribadisce il sindaco - avere servizi migliori a costi inferiori per la collettività, cosa che ad oggi non avviene. Queste sono richieste che non facciamo adesso, ma che abbiamo portato in tutte le sedi opportune. L’esigenza di avere sul tavolo una valutazione tecnica – continua il sindaco - nasce dai tre problemi ad oggi esistenti: la necessità di investimenti, penso alla depurazione, alla rimozione del cemento amianto, alla mancanza di impianti per il ciclo dei rifiuti; la necessità di non continuare a portare le risorse dei toscani alla romana Acea; la necessità di fermare l’avanzata delle grandi multiutility che da fuori regione stanno continuando ad acquistare in Toscana prendendo terreno con il rischio per noi, proprio per questo, di essere fagocitati. Questi problemi erano e sono da affrontare, anche perché le conseguenze ricadono direttamente sui cittadini e le aziende”. Alessandro Tomasi
03/05/2022 16:59
Comune di Pistoia

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V