MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Regione Toscana
Istruzione: Its, una opportunità per il lavoro
L’aula di palazzo del Pegaso ha approvato con voto unanime una risoluzione di iniziativa della V commissione
Sostenere il consolidamento dell’offerta degli Istituti di istruzione tecnica superiore (Its) toscani, per dare una risposta logica e consona ai bisogni formativi e rispondente alla domanda di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche da parte del tessuto imprenditoriale dei singoli territori. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità una risoluzione presentata dalla commissione Cultura, presieduta da Cristina Giachi (Pd).

La risoluzione, come sottolineato da Giachi, illustrando l’atto in Aula: impegna la Giunta regionale “a continuare nel sostegno al sistema regionale toscano degli istituti di specializzazione tecnica post diploma, da considerarsi strumenti essenziali anche per garantire una proficua immissione nel mondo del lavoro”. La Giunta dovrà “stimolare ulteriormente, nella programmazione territoriale pluriennale dell'istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts e Its), la collaborazione con il tessuto produttivo toscano”, tenendo conto delle “specifiche richieste che provengono dai contesti territoriali, anche promuovendo ulteriormente l’utilizzo del contratto di apprendistato di terzo livello per gli studenti iscritti agli Its toscani”. Monitorare “l’attuazione, da parte del Governo, delle misure previste dal Pnrr”, sia per la riforma sul sistema degli Its che nel Piano è annunciata, sia “per lo stanziamento delle risorse necessarie per rafforzare tale sistema formativo”.

Il sistema della formazione tecnica superiore è un canale formativo di specializzazione mirato a facilitare l'accesso dei giovani al mondo del lavoro e la riqualificazione di adulti occupati e non occupati, trasferendo competenze di tipo tecnico-professionale di medio e alto livello riferite a specifiche aree economiche e professionali Gli Its sono istituti di specializzazione tecnica post diploma progettati sulle aree considerate prioritarie per lo sviluppo economico e la competitività del Paese e realizzati in collaborazione con imprese, università, centri di ricerca scientifica e tecnologica, enti locali, sistema scolastico e formativo. Attualmente, in Toscana sono presenti sette Fondazioni Its che operano in diverse realtà della regione.

"La commissione nelle scorse settimane ha svolto una serie di audizioni sul sistema regionale toscano degli istituti di specializzazione tecnica, con particolare riferimento all’esperienza portata avanti dalla Fondazione Tab, sull’offerta formativa per il settore orafo, in riferimento al territorio aretino”, ha ricordato Giachi. “Da tali incontri è emersa la necessità di strutturare il sistema toscano di ITS mediante un numero adeguato di corsi che attragga un maggior numero di iscritti, e sempre più corrispondente alle effettive esigenze formative richieste dal mondo produttivo toscano”, ha concluso.

Sulla stessa lunghezza d’onda la vicepresidente della commissione Luciana Bartolini (Lega), che si è soffermata sulla collaborazione tra mondo della scuola e distretti produttivi, invitando a riflettere su quando sia importante il percorso di orientamento per i giovani. “In Toscana abbiamo sette Fondazioni e vorremmo più ragazzi iscritti – ha affermato – perché oltre l’80 per centro trova lavoro; speriamo inoltre anche in nuove figure professionali, per rispondere alle esigenze del mercato”.

Secondo Gabriele Veneri (FdI) “il successo degli Its è dato dà una unione di forze: stage, tirocini e soprattutto lavoro”; da qui la necessità che le aziende sentano propri i percorsi per rispondere alle diverse eccellenze dei territori toscani.

Per Lucia De Robertis (Pd) “non c’è solo bisogno di offerta ma anche di una corrispondente domanda: il collegamento tra offerta e lavoro deve trovare una sintesi in una formazione sempre più qualificata e legata alle diverse esigenze dei distretti”.

“Convintamente favorevole” anche Elisa Tozzi (Lega): “Dal rapporto più stretto tra scuola, lavoro e azienda passa anche la ripresa economica”.
06/07/2021 22:55
Regione Toscana

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V