MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Comune di Firenze
Porto Social Summit, Nardella: “Utilizziamo presto e bene il più grande bilancio dell'Ue della storia, partendo dal basso. Così l’Europa uscirà dalla crisi. Le città sono pronte”
Il sindaco e presidente di Eurocities è intervenuto al workshop su occupazione e lavoro. Ha partecipato tra gli altri anche il premier Draghi
“Dobbiamo utilizzare presto e bene il più grande bilancio dell'Ue della storia, partendo dal basso. Così l’Europa uscirà dalla crisi. Le città sono pronte”. Lo ha detto il sindaco e presidente di Eurocities Dario Nardella, intervenendo al workshop sul tema “Employment and Jobs” trasmesso in diretta streaming, che si è tenuto nell’ambito del Porto Social Summit in corso nella città portoghese, dove Nardella è stato invitato dal primo ministro del Portogallo e presidente di turno del Consiglio dell’Ue Antonio Costa.
“E' necessario garantire investimenti nelle riforme ‘verdi’ e digitali, creare nuovi posti di lavoro di qualità e un mercato del lavoro inclusivo, anche per i più vulnerabili - ha aggiunto -. La ripresa richiede un livello senza precedenti di investimenti sociali nei servizi locali e nelle infrastrutture sociali. I piani nazionali di ripresa e resilienza dovrebbero riguardare l'investimento nelle competenze delle persone, nelle infrastrutture per l'assistenza all'infanzia, l'istruzione e la formazione”.
La tavola rotonda dedicata ai temi dell’occupazione e del lavoro, moderata dalla giornalista Fernanda Gabriel, corrispondente della radiotelevisione portoghese da Strasburgo, si è aperta con l’intervento del direttore generale dell'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) Guy Ryder. Insieme al primo cittadino di Firenze sono intervenuti, tra gli altri, il presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, i primi ministri ungherese Viktor Orbán, danese Mette Frederiksen, greco Kyriakos Mitsotakis, croato Andrej Plenkovic e maltese Robert Abela, il presidente della Romania Klaus Werner Iohannis e il sindaco di Porto Rui Moreira.
Per il sindaco Nardella garantire una ripresa del mercato del lavoro sostenibile e inclusiva “è la sfida più grande dei nostri tempi”. “Plaudo – ha proseguito - all'iniziativa della presidenza portoghese di tenere questo vertice sociale dell'Unione europea e di invitare le città a partecipare ai dibattiti. Proprio ieri, Eurocities ha tenuto il primo vertice sociale dei centri urbani nel quale, in qualità di presidente della rete delle città europee, abbiamo riaffermato il nostro pieno sostegno all’affermazione dei diritti sociali e alla ripresa inclusiva del mercato del lavoro”.
Circa il 75% della popolazione europea vive nelle città, ha ricordato il sindaco Nardella, affermando che queste sono responsabili dell'attuazione di più della metà delle politiche sociali e occupazionali dell'Ue: “Siamo anche responsabili dei due terzi dell'investimento sociale pubblico totale. Senza le città è impossibile immaginare di creare in Europa entro il 2030 un mercato del lavoro sostenibile e inclusivo”. Nardella ha poi dichiarato che “le città sono pronte a sfruttare le opportunità del Green Deal europeo per sostenere la creazione di nuovi posti di lavoro. Non può esserci una transizione verde o digitale senza un'occupazione inclusiva”. In quest’ottica ha poi annunciato che le città europee che fanno parte di Eurocities “stanno creando un'alleanza dei sindaci per il Green Deal europeo che riunisce ambiziose azioni locali in cui clima, ambiente, occupazione e obiettivi sociali vanno di pari passo”. Il sindaco Nardella ha sottolineato anche la necessità che il governo nazionale dialoghi con le città nella stesura dei piani di rilancio nazionali: “Nonostante i ripetuti richiami, per molti centri europei il processo di consultazione nei piani nazionali di ripresa e resilienza è stato insufficiente. In Italia le città e le metropoli sono state coinvolte sin dall'inizio. Il loro ruolo è importante per la ripresa sostenibile e inclusiva dell’Europa”.
Dialogando con Fernanda Gabriel, Nardella ha affrontato il tema della “crisi senza precedenti che sta affrontando l’Europa” a causa del Covid-19, delle disuguaglianze sociali che si stanno aggravando e della disoccupazione che sta aumentando rapidamente: “Queste tendenze sono più visibili nelle città - ha sottolineato -. Sempre più persone perdono il lavoro e il reddito e stiamo vedendo che ci sono tante persone che sono fuori dal mercato del lavoro, si tratta di studenti, giovani, lavoratori autonomi”. “Dobbiamo agire - ha continuato -. Dall'inizio della pandemia, le città hanno reagito con azioni rapide e immediate per salvare posti di lavoro, per aiutare le imprese locali e proteggere le persone più vulnerabili. Senza l’intervento delle città, molte più persone in tutta Europa si troverebbero ad affrontare la povertà e la recessione sarebbe molto più profonda”
Il sindaco Nardella ha chiuso il suo intervento proponendo a nome dei sindaci europei al primo ministro portoghese Costa, in qualità di presidente di turno del Consiglio dell’Ue, di organizzare ogni anno un’edizione del Social Summit per monitorare a livello europeo il progresso delle azioni sui fronti del lavoro, dei diritti sociali e della transizione ecologica. (fp)
07/05/2021 20:13
Comune di Firenze

[ foto ] 

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V