MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Città Metropolitana di Firenze
Traffico, Smart city Control room al Parterre di Firenze
Più controlli e sicurezza. Il Sindaco visita la Centrale di Mosca e fa il punto sulle novità in arrivo nella Città Metropolitana
Un ‘Grande fratello’ buono che controllerà non la vita delle persone ma i loro spostamenti con lo scopo di migliorarli, una vera e propria ‘control room’ intelligente che governerà la viabilità a livello metropolitano cercando di fluidificarne il traffico con comunicazioni in tempo reale. E’ ciò che il prossimo anno nascerà a Firenze e che il sindaco Dario Nardella, in missione istituzionale a Mosca, ha presentato oggi ai referenti russi della locale ‘Centrale di controllo del traffico’.

Mosca ha 155mila telecamere e in media 5 milioni di auto in ingresso ogni giorno in città. La Centrale controlla anche gli spostamenti taxi e car sharing e c’è la possibilità di rilevare le infrazioni anche con telecamere installate sugli autobus.

“Una visita interessante – ha dichiarato il sindaco Nardella – dalla quale sono nate nuove idee per l’attuazione della nostra centrale del traffico, ovvero la Smart City Control Room. Firenze già dispone di oltre 800 telecamere e sistemi avanzati di controllo della mobilità che vedranno la loro completa attuazione proprio nella realizzazione della Control Room. Per esempio Firenze è già in grado di monitorare giornalmente e in tempo reale i veicoli in ingresso e uscita città, controllare l’utilizzo delle colonnine di ricarica elettrica e monitorare un ampio raggio di servizi pubblici”.

La Control Room, punto qualificante del Piano strategico della Città Metropolitana di Firenze, nascerà nel 2020, avrà sede al Parterre e attuerà un controllo unitario ed organico sulla viabilità metropolitana con l’obiettivo di rendere il traffico più scorrevole. Un ‘Grande fratello’ del traffico, quindi, in cui saranno presenti tutti i soggetti coinvolti nella gestione della viabilità e dei principali servizi urbani (finanziato con i fondi europei Pon Metro), grazie a strumenti già attivi come la rete dei 120 sensori per misurare il numero di veicoli in circolazione sulle strade cittadine, il completamento del controllo remoto dei semafori, l’interfacciamento del sistema di controllo della tramvia con quello degli impianti semaforici cittadini, la comunicazione in tempo reale dello stato di occupazione dei parcheggi di struttura, il posizionamento sempre in tempo reale dei bus, sistemi che consentono di ricostruire la situazione della mobilità in ogni momento e nel caso intervenire. L’amministrazione sta definendo un’ultima gara con la quale completare l’acquisto del software necessario.

A disposizione dei cittadini nascerà poi una App di infomobilità che fornirà agli utenti uno strumento unico per consultare tutte le diverse informazioni dettagliate e aggiornate in tempo reale sull’offerta complessiva di mobilità disponibile in città. L’applicazione è rivolta principalmente agli utenti abituali che effettuano spostamenti casa-lavoro e casa-scuola ai quali si intende fornire un’informazione personalizzata. Diversamente da altre applicazioni che informano l’utente in base alle segnalazioni inviate da altri utenti (e quindi quando l’eventuale problema si è già verificato), questa nuova App dell’Amministrazione sarà grado di inviare informazioni tempestive sulla programmazione dei cantieri e delle manifestazioni così come su altri servizi che lo interessano (per esempio modifiche alla Ztl o Zcs se l’utente è in possesso di autorizzazioni) in modo tale da consentire all’utente di modificare tempestivamente il suo comportamento. L’applicazione inoltre è stata progettata in modo tale da consentire all’amministrazione di promuovere ed incentivare la mobilità sostenibile proponendo al cittadino soluzioni di trasporto alternative a quelle utilizzate correntemente, rendendo l’utente consapevole del livello di sostenibilità delle sue abitudini di trasporto (C02 emessa, calorie consumate etc.) e premiandolo nel caso modifichi i suoi comportamenti a favore di soluzioni più sostenibili.
02/09/2019 16:51
Città Metropolitana di Firenze - Comune di Firenze

[ foto ] 

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V