MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Controlli dei Carabinieri nel Comune di Cerreto Guidi per il bracconaggio ittico: sequestrate canne e mulinelli ed elevate sanzioni per 1000 Euro
L’attività di controllo si è concentrata in Comune di Cerreto Guidi (FI ) nella Zona di Protezione di Bassa. Numerosi i pescatori provenienti anche al di fuori della Toscana
Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Empoli (FI) e del Comando Stazione Carabinieri di Cerreto Guidi, hanno effettuato servizi mirati a contrastare il fenomeno del bracconaggio ittico, nella Zona di Protezione di Bassa, nel Comune di Cerreto Guidi (FI).
Tale controlli sono stati svolti anche per verificare alcune segnalazione, ricevute da pescatori e privati cittadini, circa un gruppo di persone di nazionalità rumena che pescavano con modalità non consentite, asportando una consistente quantità di muggini.
In località Bassa è presente una briglia, a valle di questa, in particolare durante i mesi estivi, si concentra una consistente popolazione di fauna ittica in particolare del Muggine (Cefalo calamita). Proprio per questo la Regione Toscana ha istituito la Zona di Protezione, che si estende su entrambe le rive dell’Arno, dalla pescaia in località Bassa a valle per 450 metri fino alla confluenza con il Rio Carigana. Tra le norme che ne regolamentano la pesca, vi è l’obbligo del rilascio immediato del pescato (modalità no-kill) ad eccezione delle specie siluro e del pesce gatto.
Giunti sul luogo i militari, accertavano la presenza di tre uomini di nazionalità rumena che stavano pescando, in assenza di licenza. Oltre a ciò utilizzavano l’ancoretta per la pesca a strappo e detenevano all'interno di sacchi neri fauna ittica (muggini). E’ opportuno ribadire che questo tipo di pesca è non consentito, soprattutto l’utilizzo dell’ancoretta, che nei casi dove il pesce si concentra permette con lo strappo di allamare uno o più pesci in varie parti del corpo.
I militari procedevano quindi al sequestro amministrativo delle canne e dei mulinelli e della fauna ittica trattenuta che essendo ancora viva veniva rilasciata in acqua. Sono state inoltre elevate sanzioni amministrative in base alla Legge regionale dell’importo di 960,00 Euro.
L’attività dei Carabinieri forestali rientra tra i compiti di vigilanza e controllo sulla pesca nelle acque interne, al fine di verificare il rispetto della normativa del settore, previsti dalla Convenzione con la Regione Toscana.
I controlli proseguiranno per tutto il periodo della presenza dei muggini.
25/07/2019 19:07
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V