MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Comune di Pistoia
Biblioteca Forteguerriana Pistoia: martedì 21 maggio la presentazione del libro Il mio Giuseppe Giusti
L'incontro è alle 17. Interviene il creatore del volume e Caterina Del Vivo, presidente della sezione toscana dell’Associazione nazionale archivistica italiana

Per il ciclo “Leggere, raccontare, incontrarsi…”, martedì 21 maggio, alle 17 in biblioteca Forteguerriana sarà presentato il libro Il mio Giuseppe Giusti (Helicon, 2018). Il volume, curato da Simone Fagioli, raccoglie una scelta di scritti che Ferdinando Martini dedicò a Giuseppe Giusti nell'arco temporale di oltre un trentennio, dal 1890 al 1924.

Interviene all'incontro Caterina Del Vivo, presidente della sezione toscana dell’ANAI -Associazione nazionale archivistica italiana-, alla presenza del curatore.


Ferdinando Martini (Firenze, 1841 – Monsummano Terme, 1928) è stato un politico dell'Italia unita che ha ricoperto importanti incarichi pubblici (ministro, senatore, governatore), ma è stato anche giornalista, drammaturgo, diarista, saggista e narratore. Fine intellettuale umanista, coltivò un interesse particolare per Giuseppe Giusti, curandone Tutti gli scritti editi e inediti e l'Epistolario, comparsi rispettivamente nel 1924 e 1932.


Lo studioso Simone Fagioli, indagando le carte di archivio e utilizzando alcuni documenti inediti, propone una preziosa antologia di scritti che Martini dedicò al poeta conterraneo, entrando nel profondo della sua psicologia politica, legata indissolubilmente all'arte letteraria.

Tra i documenti riportati nel volume sono da evidenziare una lettera inedita di Giuseppe Giusti recuperata da Simone Fagioli, che in poche righe sottolinea alcuni aspetti di un Giusti politico e il testo inedito del discorso di Martini ai reduci della Guerra di Libia, tenuto a Pescia (suo collegio elettorale di riferimento) il 20 settembre 1912 e mai pubblicato dall’autore, documento importante per un’analisi del pensiero di Martini negli anni immediatamente precedenti alla Prima guerra mondiale, conservato nel Fondo Ferdinando Martini della biblioteca Forteguerriana di Pistoia.


Simone Fagioli è ricercatore di formazione antropologica. È socio dell’Associazione nazionale archivistica italiana e coordina, per la sezione toscana, il gruppo di lavoro sugli archivi privati e d’impresa; è curatore di archivi privati di notevole interesse storico (Fondi Turri, Celso Capacci, Cartiere del Maglio e di Brodano). Collabora con enti pubblici e privati per ricerche sui temi della nascita e sviluppo dell’industria, analisi dei processi produttivi preindustriali e industriali, nonché gestione di archivi d’impresa e privati.

Numerose le sue pubblicazioni, fra cui si ricordano Il Fondo Turri. Industria ed imprenditoria sulla Montagna pistoiese nella seconda metà dell’Ottocento, Italia 150 anni e passa. Nuovi contesti globali/vecchi problemi, Vilfredo Pareto nella Toscana del secondo Ottocento, il volumetto degli Epigrammi di Filippo Pananti e Antologia d'amore e di politica di Giuseppe Giusti.
Per conoscere il programma completo degli incontri di “Leggere, Raccontare, incontrarsi…” , organizzati dalla biblioteca Forteguerriana e dalla biblioteca San Giorgio è possibile consultare il sito della Forteguerriana al seguente link http://www.forteguerriana.comune.pistoia.it/leggere-raccontare-incontrarsi-febbraio-giugno-2019/


20/05/2019 08:54
Comune di Pistoia

[ foto ] 

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V