MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail


Comune di Pistoia
Proseguono gli interventi di ripulitura di fossi e torrenti a Pistoia
In questi giorni si interviene nella zona di Bottegone. Interesseranno quasi 16 km di strade comunale, per un investimento di oltre 20.000 euro. In vigore l’ordinanza comunale che obbliga i privati a effettuare periodicamente interventi di manutenzione e pulizia
Proseguono i lavori di manutenzione ordinaria di fossi, cunette e cigli stradali avviati a metà settembre per garantire il regolare deflusso delle acque. Si tratta di interventi programmati dall’Amministrazione comunale annualmente, per quanto di sua competenza, per assestare in via preventiva i corsi d’acqua e migliorare la sicurezza degli abitati circostanti. In questi giorni la ditta incaricata è impiegata nella zona di Bottegone. Proseguirà, poi, l'intervento in via Vecchia di Sant'Agostino.

Tra gli interventi di manutenzione portati avanti nelle scorse settimane dal cantiere comunale rientrano quelli eseguiti in via Bure Vecchia, via Croce e Acqualunga, via san Sebastiano, via San Martino, via del Crociale e al Chiodo. Ulteriori lavori, per un investimento di oltre 20.000 euro, vengono eseguiti dall'impresa Arra Palok, con sede a Pistoia. Interessano circa 16 km di strade comunali.

Il progetto di manutenzione ha origine dalle verifiche effettuate sul territorio dai tecnici comunali e dalle segnalazioni dei cittadini, in luoghi ove sono riscontrati criticità e dissesti di varia natura.

La ripulitura dei pozzetti e la risagomatura delle cunette stradali comprende lo sfalcio dell'erba e degli arbusti, la rimozione della terra, del fogliame, dei residui vegetali o altri materiali in eccesso che si sono accumulati per effetto delle piogge, causando intasamenti. In programma anche la pulizia delle griglie, del fondo dei pozzetti e la riprofilatura delle fosse di immissione delle acque nel canale e uscita a valle del tombino.

Le fosse verranno sistemate in via Vecchia di Sant'Agostino (500 metri), via di Chiazzano (300 metri), via del Pillone (200 metri), via di Chiesina (200 metri); via Spartitoio II tratto (100 metri); via di Cafaggio (100 metri); via di Burgianico (100 metri); via del Girone di Mezzo (300 metri); via Agati 40 metri); via Bure Vecchia, lato ferrovia (50 metri); via San Martino (300 metri); via Pontenuovo e Croce (250 metri); Via Vecchia Casalina (150 metri); via Vecchia Fiorentina (400 metri); via Bassa della Vergine (350 metri); via di Salceto (100 metri); via Lunga (60 metri); via dei Bonechi (100 metri). Si tratta complessivamente di quasi 4 chilometri.

Per quanto riguarda le cunette, gli interventi verranno realizzati nei tratti che vanno dalla strada statale 66 a Villa di Cireglio (800 metri); da Villa di Cireglio a Campognana (1 km); dalla Cugna a Corbezzi (700 metri); da Campiglio a Statigliana (650 metri); da Statigliana a Campopiano (1,2 km); da Gello a Campiglio (1,5 km); da Germinaia a Iano (1 km); da Iano a Villa di Baggio a Baggio (1,55 km); da Orsigna a Lavacchini (600 metri); da Gello a Villa di Saturnana (1 km); dalle Piastre a Case Marconi (1 km); da Valdibrana a La Cugna (1 km). Complessivamente verranno trattati 12 km di strada.

Aree a verde private. Nel piano comunale per la manutenzione del reticolo idraulico minore che vede il Comune impegnato nella ricavatura di fossi di sua competenza, rientra anche l’ordinanza che impone ai privati (cittadini e imprese), proprietari di aree a verde, di effettuare periodicamente interventi di manutenzione e pulizia di aree verdi, fossi, sentieri e viabilità di loro proprietà adiacenti a strade comunali. E’ compito dei privati anche curare siepi e più in generale piante che sporgono e procurano pericoli alla pubblica incolumità. Inoltre sono necessari interventi di spurgo e pulizia di fossi e canali di scolo delle acque piovane così da favorirne il regolare deflusso e immissione negli scarichi principali. L’ordinanza prevede poi che si debbano tenere libere le aree (anche aeree) nei pressi di cavi dell'energia elettrica, della telefonia e simili, per evitare che in caso di maltempo (in particolare con il forte vento) la caduta di rami vada a tranciare i cavi, causando l’interruzione del servizio e danni agli impianti. Nel caso in cui i proprietari di aree verdi non dovessero provvedere ad eseguire i lavori prescritti dall'ordinanza, il Comune potrà richiedere il rimborso delle spese sostenute per le opere effettuate dall’Amministrazione e, nel caso il comportamento negligente provocasse danni, il Comune potrà procedere alla denuncia all'autorità giudiziaria.
12/11/2016 17:54
Comune di Pistoia

[ foto ] 

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V