News dagli enti della Provincia di Firenze

Met


13/01/2012 12:11 - Comune di Scandicci URBANISTICA E MOBILITÀ: VIA AL COORDINAMENTO FIRENZE-SCANDICCI Il Comune di Firenze sta cominciando l'elaborazione del Regolamento urbanistico, mentre Scandicci nelle prossime settimane il secondo Ru in Consiglio Comunale per l’adozione

"I problemi e le opportunità dei territori a cavallo tra Firenze e Scandicci saranno affrontati congiuntamente e sistematicamente dai due Comuni grazie al coordinamento permanente del governo del territorio, che partirà nelle prossime settimane". Lo affermano Mirko Dormentoni, presidente della commissione Urbanistica di Palazzo Vecchio e Giulia Bartarelli, presidente della omologa commissione del Comune di Scandicci. "E' un momento particolarmente utile per operare importanti scelte in modo condiviso su aree come quella di Torregalli, San Giusto e Caserma degli ex Lupi di Toscana”; il Comune di Firenze sta cominciando l'elaborazione del Regolamento urbanistico, mentre Scandicci nelle prossime settimane il secondo Ru in Consiglio Comunale per l’adozione.

Nel pomeriggio di mercoledì 11 gennaio 2012 si è tenuta la seduta congiunta delle due commissioni; alla riunione hanno partecipato l'assessore all'Urbanistica di Firenze Elisabetta Meucci e il Vicesindaco di Scandicci Alessandro Baglioni, che si sono impegnati a costituire un gruppo di coordinamento formato dagli assessori all'Urbanistica e alla Mobilità, dai rispettivi tecnici, dai Presidenti delle commissioni Urbanistica e dal Presidente del Quartiere 4, come previsto da una mozione approvata dai due Consigli Comunali. "L'obiettivo - prosegue Dormentoni- è avvicinarci sempre più ad un’urbanistica metropolitana; porteremo avanti nelle prossime settimane un calendario di incontri con i Comuni dell'area fiorentina e con la Provincia, per definire i principali contenuti e indirizzi su cui le amministrazioni dovranno necessariamente lavorare in modo sempre più coordinato”. “L'occasione di lavorare con Firenze, assumendo un'ottica di area vasta - afferma Giulia Bartarelli - ci dà l'opportunità di candidare il nostro territorio a ospitare funzioni qualificate di livello metropolitano e sarà sicuramente utilissima per la risoluzione dei più critici temi urbanistici delle zone di confine, come ad esempio per la parte di Casellina che si affaccia sul carcere di Sollicciano e per la situazione di Pontignale". La mozione consiliare sarà trasformata in un protocollo d'intesa nei prossimi giorni.

Le aree del quadrante sud ovest che saranno oggetto dell’attività del Coordinamento permanente Firenze-Scandicci sono le seguenti:

Torregalli e San Giusto a Signano, comprendente l’ex caserma Gonzaga, il sistema dei collegamenti tra la linea tramviaria e i complessi ospedalieri (Torregalli e Don Gnocchi), nonché la direttrice di collegamento Galluzzo, Le Bagnese, Ponte a Greve e Ponte all’Indiano;


Villa Costanza, comprendente il capolinea della tramvia, il parcheggio scambiatore autostradale e il nuovo parco previsto in ampliamento del giardino circostante il Castello dell’Acciaiolo (il parco pubblico di 11 ettari si integrerà nel sistema di parchi urbani dell’area fiorentina). Oltre a questa area, sarà verificata anche l’ipotesi di prolungamento del tracciato tramviario verso Pontignale, adiacente al casello autostradale Firenze-Scandicci con l’obiettivo di potenziare lo scambio intermodale ferro gomma;

la direttrice viale Nenni - viale Moro, asse privilegiato di collegamento tra i due Comuni;

Mantignano, Ugnano e Badia a Settimo, con particolare attenzione alla vocazione agricola e alla qualità ambientale, anche attraverso la realizzazione di uno studio di fattibilità di un “parco agricolo”;

via Minervini, via del Pantano e Largo Spontini, nella zona di Casellina e Sollicciano, con soluzioni per il superamento di criticità o situazioni di degrado urbanistico nelle aree di confine;
l’ex Centro Servizi del Ministero delle Finanze, con ipotesi di recupero e riqualificazione funzionale previa intesa con le autorità statali competenti.

Inoltre il Coordinamento permanente verificherà l’attuazione del protocollo di intesa tra i Comuni di Scandicci e Firenze e il Quartiere 4 (area Ponte a Greve, Sollicciano, Casellina, Badia a Settimo, Mantignano e Ugnano) relativo alle dotazioni infrastrutturali di trasporto e alla mobilità del quadrante sud-ovest (del 29 luglio 2003), e l’eventuale aggiornamento.
<< Indietro