MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
400.000 EURO PER INTERVENTI STRUTTURALI ALLA BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE DI FIRENZE

Finanziamento straordinario su proposta del gruppo parlamentare del Partito Democratico alla Camera dei Deputati per interventi strutturali alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
Il 22 novembre alle ore 11,30 presso la Sala Galileo della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, piazza Cavalleggeri 1, si terrà la Conferenza stampa riguardante il Finanziamento straordinario del gruppo parlamentare del Partito Democratico alla Camera dei Deputati per interventi strutturali alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Interverranno:
Onorevole Rosa De Pasquale Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati
Onorevole Michele Ventura Commissione Bilancio,Tesoro e Programmazione della Camera dei Deputati
Leonardo Bieber Presidente della Commissione Cultura del Comune di Firenze
Piero Giunti e Leonardo Brunetti Consiglieri Provinciali
Antonia Ida Fontana Direttrice della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

La Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati, sulla base del progetto presentato dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ha deliberato, grazie alla proposta unitaria del gruppo parlamentare PD, lo stanziamento delle risorse disponibili (€ 400.000) per interventi strutturali alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Tale somma è stata assegnata all’Istituto con il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 28/10/2010 riguardante gli interventi strutturali finalizzati al recupero dell'ambiente.
Tale cifra, ha dichiarato la Direttrice della BNCF, permetterà prioritariamente il restauro del tetto del Magazzino della Sala Manoscritti, attualmente danneggiato dalle copiose piogge di questi ultimi mesi. Quindi permetterà il rifacimento degli impianti antiintrusione e antincendio del Laboratorio di Restauro sito in piazza Sant’Ambrogio, ormai obsoleti e non corrispondenti alle attuali normative. Verrà così meglio garantita la sicurezza del materiale prezioso (Fondi Palatini e Magliabechiani antichi alluvionati) collocato nel Laboratorio in attesa di restauro.
Infine potrebbe essere reso possibile il restauro della Sala Galileo e dei corridoi adiacenti, nel complesso monumentale di Piazza Cavalleggeri. La Sala Galileo, collocata al piano terreno della Rotonda, all’angolo fra Corso dei Tintori e via Magliabechi, con la sua pianta circolare è destinata agli eventi di rappresentanza e particolarmente Convegni, Presentazione di libri, concerti. Negli anni seguenti all’alluvione, per mancanza di spazi, la Sala venne trasformata in magazzino e debitamente scaffalata, e tale rimase fino al 2000, quando la realizzazione di una nuova torre libraria consentì lo spostamento dei volumi. Attualmente la Sala, per poter essere utilizzata pienamente, necessita di una generale imbiancatura insieme ad una canalizzazione dei fili elettrici ora esterni, alla revisione degli infissi e al collegamento con l’impianto di riscaldamento.


La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze costituisce l’archivio nazionale del libro italiano e ne garantisce la tutela, la valorizzazione e l’incremento documentando il posseduto e assicurando la circolazione dei documenti. La Biblioteca dispone di un patrimonio di 6.000.000 volumi a stampa, 120.000 testate di periodici di cui 15.000 in corso, 4.000 incunaboli, 25.000 manoscritti, 29.000 edizioni del XVI secolo e oltre 1.000.000 di autografi.
Le scaffalature dei depositi librari coprono attualmente 120 Km lineari, con un incremento annuo di circa 2 Km.
Questa ricchezza, che documenta l’identità nazionale, fa della BNCF una delle più importanti biblioteche italiane, nonché l'unica che possa rappresentare nella sua interezza lo svolgersi della vita culturale della Nazione.
La Biblioteca Nazionale di Firenze è nata nel 1714 a beneficio universale della città, grazie al lascito di Antonio Magliabechi, ha aperto al pubblico nel 1747 e da tale epoca è stata oggetto di successivi riconoscimenti che ne hanno decretato nel 1861 il titolo di Biblioteca Nazionale al quale, nel 1885, si è aggiunto quello di Centrale che le permette di ricevere, per legge, tutto ciò che si pubblica in Italia.
Dal 1886 pubblica la Bibliografia nazionale italiana, funzione istituzionale conferita tutt’oggi per legge; ha recentemente elaborato il Nuovo Soggettario, strumento normativo e punto di riferimento dell’indicizzazione semantica in italia; è sede pilota per l’automazione dei servizi bibliotecari; promuove progetti a livello nazionale ed internazionali; costituisce un centro di eccellenza per il restauro del libro e per lo studio e l’applicazione delle nuove tecnologie alla catalogazione libraria; in base alla nuova legge sul deposito legale ha assunto un ruolo ancora più importante ed impegnativo visto l’obbligo di raccogliere e soprattutto conservare nel tempo anche tutte le pubblicazioni digitali; costituisce un servizio culturale insostituibile per gli utenti locali e per gli studiosi di tutto il mondo.
19/11/2010 16:17
Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V