MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Regione Toscana
Consiglio regionale: stanziate risorse a sostegno di guide turistiche e società sportive
L'aula approva due leggi presentate dall'Ufficio di presidenza per contribuire a far fronte alla crisi economica conseguente all’emergenza sanitaria da Covid-19. I fondi vengono dalla quota libera dell'avanzo di amministrazione del bilancio 2019. Il presidente Giani annuncia una variazione di bilancio, che libererà risorse per le associazioni che hanno svolto attività di mensa di carità
Si muove lungo tre linee l’iniziativa del Consiglio regionale della Toscana sugli interventi per arginare la crisi economica conseguente all’emergenza sanitaria da Covid-19. Due leggi con misure di sostegno alle guide turistiche e alle società sportive dilettantistiche che gestiscono impianti sportivi. È inoltre prevista una variazione di bilancio, che consentirà di fare direttamente un bando per 240mila euro rivolto alle associazioni che hanno garantito le mense di carità e la distribuzione di pasti nel corso dell’emergenza. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, in apertura della seduta di oggi, precisando che sulle scuole paritarie arriverà un provvedimento della Giunta regionale.
Il Consiglio, consapevole delle conseguenze dell’emergenza coronavirus, che ha determinato un blocco dei flussi turistici ed una crisi marcata di tutte le attività connesse, ha deciso di intervenire in favore delle guide turistiche, che operano in modo continuativo sul territorio toscano A tal fine utilizzerà la somma di 500mila euro, derivante dalla quota libera dell’avanzo di amministrazione 2019 del bilancio del Consiglio regionale per contributi individuali alle guide iscritte negli elenchi provinciali della Regione Toscana. I contributi saranno concessi con procedimento automatico, che non richiede un’attività istruttoria di carattere tecnico, economico e finanziario. Si tratta di contributi in misura fissa, di ammontare predeterminato sulla base del numero delle domande valide presentate, nel limite di euro 500 per ciascun beneficiario. L’erogazione dell’importo complessivo concesso avverrà entro il 30 ottobre 2020.
Il Consiglio regionale darà anche un sostegno economico alle società sportive dilettantistiche, iscritte al Registro del Coni, che gestiscono impianti sportivi di proprietà pubblica sul territorio regionale. Tali società risultano, infatti, particolarmente colpite dalla crisi economica conseguente all’emergenza coronavirus. A tal fine mette a disposizione l’importo di oltre un milione e 556mila euro, derivanti dalla quota libera dell’avanzo di amministrazione 2019 del bilancio del Consiglio. Anche in questo caso i contributi saranno concessi con procedimento automatico, con un importo fisso, predeterminato sulla base del numero delle domande valide presentate, nel limite di mille e 500 euro per ciascun beneficiario. L’erogazione dell’intero importo concesso avverrà entro il 30 ottobre 2020. Entro il 31 dicembre 2021 dovrà essere presentata una relazione sull’utilizzo delle somme ricevute.
“Giù la maschera – ha dichiarato Monica Pecori (misto) – Ritirate questi provvedimenti inutili, date un segnale di dignità. Smettete di prendere in giro le persone e rispettate la loro intelligenza”. A suo parere il bilancio del Consiglio regionale è “una tovaglia dalla quale far cadere le briciole di un pane che non viene prodotto con mezzi propri”. Una sorta di “mancia elettorale”, che, fatti i conti, nel caso delle guide turistiche si traduce in un “contributo una tantum di 114 euro a testa”.
“Mi meraviglia questo intervento – ha replicato Gabriele Bianchi (gruppo misto) – Si dimentica che questi provvedimenti sono possibili perché le amministrazioni pubbliche hanno avuto la possibilità di utilizzare direttamente gli avanzi di amministrazione".
Irene Galletti (M5S) ha ricordato che la legge ricalca una mozione da lei presentata, che chiedeva l’istituzione di un fondo proprio rivolto al settore. A suo parere, però, sarebbe stata più opportuna una delibera, che chiarisse, ad esempio, chi opera in modo continuativo. L’iscrizione nelle liste provinciali, ha spiegato, non garantisce che le guide lavorino effettivamente sul territorio regionale. Non si capisce così quale sarà la platea “Voterò a favore, perché ho chiesto io la creazione di un fondo – ha affermato –, ma le perplessità sulle modalità di attuazione ci sono”
“Sono due norme semplici, un segnale non scontato che diamo, nei limiti dei fondi a nostra disposizione – ha affermato Stefano Scaramelli (Italia Viva) – Due milioni di euro per guide turistiche e associazioni sportive è una somma che deve essere inserita all'interno della discussione che abbiamo fatto sul bilancio". Più in generale, a suo parere, la norma sulle società sportive deve essere valutata all’interno di "una manovra più complessiva di circa 5milioni di euro, a testimonianza dell’attenzione che abbiamo per lo sport”
“Ringrazio per l’iniziativa a favore di chi ha garantito il sostegno alimentare, con risorse che fanno la differenza - ha affermato Tommaso Fattori (Sì-Toscana a sinistra) – È politicamente un segnale molto importante sulle nostre priorità, che sono dare risposte ai bisogni fondamentali delle persone”. A suo parere è altrettanto importante sostenere chi è privo delle tutele che hanno altri lavoratori, ma la cifra a disposizione per le guide turistiche non è molto consistente, analogamente a quella per le società sportive”
Il voto favorevole sulle due proposte di legge è stato annunciato da Serena Spinelli (gruppo misto), secondo la quale sulle guide turistiche è necessario un intervento “sistemico e sistematico”, che tenga conto di un lavoro povero, non garantito, molto esposto a dinamiche esterne. A suo parere non va dimenticato che lo sport è uno straordinario strumento di salute e che le società sportive non sono tutte uguali, ad esempio quelle nei piccoli comuni.
Le due leggi sono state approvate a maggioranza. I consiglieri del centro-destra avevano già abbandonato l’aula, in disaccordo sull’ordine dei lavori.
30/06/2020 21:02
Regione Toscana

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V