MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Ufficio Stampa Associato del Chianti
Nuova centrale per la produzione di energia elettrica nell’area di Testi: "Il Chianti non è in vendita"
La comunità grevigiana si dichiara nettamente contraria al progetto del gruppo Metaenergia Produzione. Tutti i cittadini che hanno aderito al percorso partecipativo si sono espressi non a favore del nuovo impianto. Il sindaco riporta le loro osservazioni e invita la società a prendere parte all’assemblea del 4 marzo
Tutti contrari, legati da una posizione nettamente opposta al progetto di Metaenergia Produzione. I contributi dei cittadini pervenuti al Comune di Greve in Chianti si sono palesemente discostati dall'ipotesi di costruire una centrale per la produzione di energia elettrica alimentata a gas naturale nell'area di Testi, proposta dalla società italiana che fornisce energia elettrica ai segmenti corporate, business e domestico. La comunità grevigiana, rappresentata da residenti, lavoratori, imprenditori, professionisti, associazioni, è dunque in linea con la posizione assunta e espressa apertamente dall'amministrazione comunale che ha deciso di attivare un confronto pubblico sulla volontà e l’obiettivo di difendere l’interesse collettivo e valorizzare il territorio dal punto di vista ambientale.

Comune, realtà civica, imprenditori, tessuto associativo, tutti sulla stessa linea di pensiero: il Chianti non è in vendita. Ascoltando i pareri dei tanti soggetti che hanno contribuito attivamente al percorso partecipativo relativo alla richiesta di variante per il Piano attuativo ex pp3 Utoe Testi l’amministrazione comunale ha potuto constatare che la popolazione respinge con fermezza e convinzione l’idea che Testi possa accogliere la realizzazione di una nuova centrale. Le motivazioni scaturiscono da una serie di osservazioni relative all’analisi di dati che la popolazione considera oggettivi.

Sviluppo compatibile, bellezza paesaggistica, qualità e diversificazione delle produzioni di eccellenza, attrattiva turistico-culturale, patrimonio storico-architettonico, tradizioni enogastronomiche sono alcuni dei fattori che rendono unico il Chianti nello scenario internazionale. “Ciò che emerge dalle osservazioni al piano – nota il sindaco Paolo Sottani - è che gli stessi elementi cadrebbero in forte contraddizione se venissero conciliati con i possibili effetti legati all’impatto ambientale di un simile insediamento”.

I cittadini lo hanno espresso senza mezzi termini nei tre incontri organizzati, dal 27 dicembre 2019 al 28 gennaio 2020, al Passo dei Pecorai e a Greve in Chianti e in occasione delle specifiche commissioni consiliari. “Secondo quanto dichiarato dalla comunità - fa sapere il sindaco Paolo Sottani - il Chianti non è merce di scambio, è al contrario una risorsa di valore inestimabile che ha una sua storia antichissima, dà lavoro e genera reddito, frutto di un’opera di generazioni di agricoltori e contadini che seppero con grande sapienza rendere esteticamente armoniose ed economicamente produttive le colline del Chianti. Il contesto ambientale che viviamo tutti i giorni ci ricorda il posto al sole che il Chianti occupa nella storia dell'agricoltura italiana e in quella della civiltà mediterranea”.
02/03/2020 16:13
Ufficio Stampa Associato del Chianti

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V