MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Carabinieri. Servizi straordinari di controllo del territorio svolti dai Carabinieri nel fine settimana: 3 arresti, 14 denunce e 15 sanzioni amministrative
Portati in salvo anche due escursionisti dispersi nei boschi di Marradi
Carabinieri (foto Antonello Serino Met)
Nella serata di sabato 14 dicembre, i Carabinieri della Stazione di Firenze Galluzzo hanno arrestato, nella flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia, un 33enne italiano. L’uomo, abusando di sostanze alcooliche, aveva minacciato e percosso la moglie, una ragazza 24enne, all’interno dell’abitazione coniugale, provocandole lesioni giudicate guaribili in 15 giorni. Condotte analoghe sono state tenute dall’uomo, secondo quanto indicato dalla donna, in diverse altre circostanze. L’aggressore, dopo l’arresto, è stato tradotto presso la casa circondariale di Firenze Sollicciano.

FIRENZE – QUARTIERE OLTRARNO E SAN NICCOLO’. MOVIDA SICURA: CONTROLLI DEI CARABINIERI

Nella notte tra sabato e domenica, i Carabinieri di Firenze hanno posto in essere un articolato servizio di controllo del territorio nell’ambito del Quartiere Oltrarno (San Frediano, Piazza Santo Spirito) e San Niccolò, in concomitanza con la cosiddetta movida, particolarmente intensa in quell’area nei fine settimana.
Nell’ambito delle attività antidroga, 2 giovani sono stati denunciati a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti in quanto trovati in possesso di droga che, per le modalità della detenzione, è apparsa essere destinato allo spaccio. Sono state inoltre segnalate 5 persone al Prefetto per uso personale di sostanza stupefacente.
Nel settore del controllo alla circolazione stradale, 4 persone sono state denunciate a piede libero per guida in stato di ebbrezza poiché sorprese alla guida con tasso alcoolemico superiore al limite consentito per legge (superiore 0,8 g/l). Due uomini sono stati sorpresi alla fermata del bus ad infastidire le persone ivi presenti, e pertanto sanzionati amministrativamente ex art. 9 D.L. 14/17 (Decreto Minniti), con notifica dell’ordine di allontanamento da quei luoghi.
Sono state inoltre elevate complessivamente 6 sanzioni al Codice della Strada, di cui 1 per guida senza assicurazione, per un ammontare complessivo di circa 800 Euro.

FIRENZE – PIAZZA UNITA’ D’ITALIA. DENUNCIATO UN 20ENNE DEL GAMBIA PER RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE, RICETTAZIONE E POSSESSO DI COLTELLI

Sempre nella notte tra sabato e domenica, una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Firenze che stava controllando la zona di Piazza Stazione veniva avvicinata da una ragazza che denunciava di essere stata vittima un paio d’ore prima del furto del proprio telefono cellulare da parte di un soggetto e che lo aveva poco prima visto allontanarsi con altri verso l’attigua Piazza Unità d’Italia.
Sulla base degli elementi raccolti gli operanti individuavano un soggetto al quale venivano chiesti i documenti per l’identificazione; essendone sprovvisto, prima di accompagnarlo in caserma per le necessarie verifiche, il soggetto veniva sottoposto a perquisizione che consentiva di rinvenire, nello zaino in suo possesso, un telefono cellulare e 2 coltelli, di cui uno a serramanico. Durante queste fasi l’uomo manifestava insofferenza al controllo iniziando ad urlare ed opporre energica resistenza nei confronti dei Carabinieri, attirando sul posto diversi connazionali che bivaccavano in quella piazza e che si dileguavano a seguito dell’arrivo sul posto di altre due pattuglie del Nucleo Radiomobile ed una volante della Polizia di Stato, che congiuntamente riuscivano ad allontanare le persone, consentendo alla prima pattuglia di operare in sicurezza.
Dalle successive verifiche si è appurato che il soggetto è un 20enne del Gambia, irregolare sul territorio nazionale (già destinatario di ordine di espulsione dal territorio nazionale, che non è stato possibile eseguire per pendenza di un ricorso sul suo status di rifugiato)
e già gravato da numerosi precedenti. Tuttavia emergeva che il telefono cellulare non era stato rubato, bensì ceduto volontariamente dalla donna che aveva commissionato l'acquisto di sostanza stupefacente ad un altro ragazzo al quale aveva lasciato il telefono quale pegno, che sarebbe stato restituito alla consegna della somma di denaro concordata.

FIRENZE - VIA SONNINO. SIMULA DI AVER SUBITO UN FURTO PER TIMORE DELLE CONSEGUENZE, MA VIENE SMASCHERATO DAI CARABINIERI

Alle ore 14.00 di domenica, i Carabinieri della Stazione di Firenze Rovezzano e del Nucleo Operativo della Compagnia di Firenze sono intervenuti presso un'abitazione di via Sonnino ove un 23enne filippino ivi residente aveva riferito che, poco prima, un soggetto travisato, dopo aver raggiunto il balcone della propria abitazione al quarto piano di una palazzina, aveva infranto il vetro della porta-finestra, accedendo all’interno dell’appartamento. Nella circostanza, l’uomo, accortosi della presenza del denunciante, prima di darsi alla fuga attraverso la porta d’ingresso dell’abitazione, impugnando un coltello, avrebbe ferito il giovane ad un polso. All’esito degli immediati accertamenti condotti dai militari operanti, ed in relazione a quanto emerso a seguito delle decisive attività di sopralluogo poste in essere dal personale della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Firenze ivi intervenuti, si appurava che la versione dei fatti fornita dal denunciante era frutto di fantasia e che era stato lo stesso a danneggiare accidentalmente la porta-finestra del proprio balcone, inventandosi tutto per timore del risentimento che i suoi genitori avrebbero avuto a causa del danno provocato. In particolare, è stato rilevato che alcune tracce sul letto, che il giovane aveva riferito trattarsi di sangue dell'aggressore, erano in realtà gocce di pittura grossolanamente dpalmate dallo stesso soggetto con un pennarello. Medicato presso il pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria Nuova, veniva dimesso con prognosi di giorni 7 per ferita da taglio al polso e denunciato a piede libero per l’ipotesi di reato di simulazione di reato.

FIRENZE - PORTA AL PRATO. DENUNCIATI DUE MAROCCHINI PER MINACCIA AGGRAVATA E PORTO DI OGGETTI ATTI AD OFFENDERE

Nella serata di ieri 15 dicembre 2019, i Carabinieri della Stazione di Firenze, nel corso di un servizio di controllo del territorio, presso Porta al Prato notavano due soggetti che discutevano animatamente tra loro, uno dei quali brandiva una grossa catena e l'altro un coltello da macellaio. Immediatamente bloccati e disarmati, i due cittadini marocchini di anni 34 e 46, entrambi senza fissa dimora e con precedenti di polizia, venivano denunciati a piede libero per minaccia aggravata e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

CAMPI BISENZIO. TENTA DI RUBARE PC INTERNO CENTRO COMMERCIALE I GIGLI - NEGOZIO MEDIAWORLD, DENUNCIATO

I Carabinieri della Stazione di San Piero a Ponti, nella serata di sabato 14 dicembre, hanno denunciato un 17enne rumeno, resosi responsabile di tentato furto aggravato di un personal computer all’interno del Centro Commerciale I Gigli, punto vendita Mediaworld. Il giovane è stato notato dal personale della sicurezza mentre si aggirava con fare sospetto all’interno del negozio e nella circostanza veniva notato, nel reparto elettronica, nell’atto di nascondere sotto un maglione schermato il pc. Il personale della vigilanza, unitamente ai Carabinieri nel frattempo attivati, fermavano il ladro mentre cercava di oltrepassare la barriera elettronica, nel tentativo di dileguarsi. La refurtiva, del valore di 1000 euro circa, è stata restituita al negozio. Il minore, già autore di simili gesti, risultava anche essersi allontanato volontariamente da una casa di accoglienza per minori delle Marche, è stato affidato a una nuova struttura

EMPOLI - UN ARRESTO E UNA DENUNCIA A PIEDE LIBERO PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI E DIVERSE SEGNALAZIONI AMMINISTRATIVE PER USO PERSONALE DI DROGA

Nel weekend appena trascorso, i Carabinieri della Compagnia di Empoli hanno denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, l’empolese L.M. di anni 22, nullafacente, ed hanno segnalato quali assuntori di dette sostanze, A.M. di anni 22, empolese, e W.S. di anni 21 di San Miniato (PI).
L’intervento è il risultato di una serie di controlli che i Carabinieri della Compagnia di Empoli stanno eseguendo quotidianamente nel comprensorio dell'Empolese Valdelsa, per arginare il fenomeno dello spaccio e consumo delle cd. "droghe leggere". Proprio in uno di questi controlli, in via Sanzio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno proceduto al controllo di una vettura, al cui interno erano presenti tre giovani i quali, sottoposti a perquisizione personale sono stati trovati tutti in possesso di modiche quantità di marijuana.
L’immediata attività investigativa individuava in L.M. il soggetto che verosimilmente aveva rifornito gli altri due amici, tanto da estendere la perquisizione anche alla sua abitazione. Infatti i militari nella sua camera da letto hanno rinvenuto circa 120 grammi di marijuana, un bilancino elettronico, materiale per il confezionamento delle dosi e la somma contante di 190 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio.
L.M. dovrà rispondere di illecita detenzione di sostanze stupefacenti, mentre i due amici sono stati segnalati amministrativamente alla Prefettura di Firenze per le determinazioni di competenza.
Sempre ad Empoli, nella nottata i Carabinieri hanno arrestato per detenzione di sostanze Stupefacenti A.B. 43enne empolese, con precedenti di polizia.
I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile alle ore 01.30 in via Livornese, hanno proceduto al controllo di A.B., a bordo di una Fiat Panda e, durante le fasi di identificazione, hanno rilevato un forte odore di hashish provenire dall’abitacolo. Subito è scattata la perquisizione che ha consentito di rinvenire 3 involucri, stranamente contrassegnati da lettere, contenenti minime quantità di sostanza stupefacente del tipo hashish.
Il contrassegno sugli involucri ed il minimo dosaggio hanno indotto gli operanti a ritenere che probabilmente le lettere fossero legate ai destinatari della droga ed il minimo quantitativo all’interno di questi, fosse dovuto ad una forma di “assaggio” per valutarne la qualità, ipotesi che conseguentemente ha portato a ritenere A.B. un soggetto dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Per questo motivo la perquisizione è stata estesa anche alla sua abitazione, nella quale sono stati rinvenuti altri 3 involucri di analoga sostanza del peso complessivo di grammi 32, grammi 2,5 di marijuana e grammi 0,5 di DMT (Dimetiltriptammina), un bilancino elettronico di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.
Nella mattinata odierna A.B. sosterrà l’udienza di convalida di arresto dinanzi al Tribunale di Firenze.
Il DMT, sotto forma di cristalli, non comune nello smercio di droghe nelle “piazze” dell’empolese-valdelsa, è un allucinogeno che può portare nei soggetti che l’assumono continuativamente a stati di psicosi.

PONTASSIEVE - 20ENNE UBRIACO CAUSA INCIDENTE: DENUNCIATO PER OMISSIONE DI SOCCORSO E LESIONI STRADALI

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontassieve hanno denunciato a piede libero un 20enne del luogo per guida in stato di ebbrezza, lesioni personali stradali e fuga ed omissione di soccorso a seguito di incidente stradale con feriti. Nella tarda serata di sabato, il ragazzo, peraltro neopatentato, alla guida di un’utilitaria, aveva provocato un sinistro stradale in località Sieci di Pontassieve, impattando contro un’altra vettura condotta da una 32enne fiorentina, che riportava lesioni con prognosi di 7 giorni. Il giovane, allontanatosi subito dopo dal luogo dell’incidente, grazie alle testimonianze di altri automobilisti che avevano fornito una descrizione del veicolo da lui condotto, era stato poi rintracciato dagli operanti presso la propria abitazione: sottoposto ad accertamento mediante etilometro, lo stesso era stato trovato con un tasso alcolico più di 2 volte superiore ai limiti di legge. Per lui è così scattata sia la denuncia penale per gli illeciti citati che il ritiro immediato della patente di guida.

PONTASSIEVE - 19ENNE DENUNCIATO PER DETENZIONE DI STUPEFACENTI A FINI DI SPACCIO

Sempre nella giornata di sabato, i Carabinieri del Norm della Compagnia di Pontassieve hanno denunciato a piede libero un 19enne di origini indiane per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio: il giovane, peraltro già gravato da precedenti specifici per possesso di droga, controllato sabato sera nella sala d’attesa della locale stazione ferroviaria, si è mostrato subito nervoso e preoccupato dalla presenza dei militari. Sottoposto a perquisizione, gli sono stati rinvenuti indosso circa 15 grammi di marijuana, già suddivisi in dosi, nonché una somma di denaro in contanti, poco meno di 100 €, tutti in banconote di piccolo taglio, verosimile provento dell’attività di spaccio.

MARRADI – I CARABINIERI RINTRACCIANO DUE ESCURSIONISTI BLOCCATI SUL “PASSO DELL’EREMO”

I Carabinieri della Stazione di Marradi, nella tarda serata di ieri, sono riusciti a rintracciare due escursionisti rimasti bloccati lungo il sentiero boschivo n. 521, che collega l’“eremo di Gamogna” con il “Passo dell’Eremo”.
La località è raggiungibile percorrendo la strada Provinciale 74. A undici chilometri dal centro abitato di Marradi, ormai a ridosso del confine emiliano, si staglia una zona molto suggestiva e amata da chi pratica trekking. Proprio qui, due giovani ravennati sono stati sorpresi dal buio e dal freddo, mentre si trovavano ancora in mezzo al bosco, a causa delle avverse condizioni del terreno, reso arduo dal maltempo recente. A peggiorare la situazione la mancanza di lampade. A quel punto, senza perdersi d’animo, hanno allertato il 112 di Borgo San Lorenzo, segnalando la loro situazione di pericolo.
Immediate le ricerche disposte con il personale che meglio conosce quel territorio: i militari della Stazione di Marradi, infatti, si sono portati prontamente sul posto e, quando erano orami le 20.30, ottenute le informazioni occorrenti dai due escursionisti, riuscivano in breve a raggiungerli. I due, ritrovati in buona salute, sono così stati riaccompagnati al sicuro
16/12/2019 13:02
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V