MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Comune di Figline e Incisa Valdarno
A Figline la Festa della Toscana si celebra con uno spettacolo sulla Bekaert
Appuntamento domenica 8 dicembre alle 21 al Garibaldi di Figline, dove sarà consegnato anche il Premio Bambagella alla ricercatrice Sara Sdelci
È con la messa in scena dello spettacolo "318: better together”, incentrato sulla vicenda Bekaert e sulla battaglia dei suoi lavoratori (ancora in atto), che il Comune di Figline e Incisa Valdarno celebrerà la Festa della Toscana 2019 domenica 8 dicembre alle 21, al Teatro Garibaldi (piazza Serristori, Figline).

Si tratta della ricorrenza annuale promossa dal Consiglio Regionale, che punta non solo a celebrare l’abolizione della pena di morte (avvenuta nel 1786 a opera del Granduca Leopoldo di Toscana) organizzando un evento pubblico a Firenze il 30 novembre, ma anche promuovendo (e co-finanziando) iniziative e manifestazioni incentrate sul tema dei diritti umani su tutto il territorio regionale, da novembre a febbraio. In occasione della XX edizione, dedicata al tema “Dal Rinascimento al Granducato, al cinquantennale della costituzione della Regione Toscana", il Comune di Figline e Incisa Valdarno ha quindi proposto una riflessione sul diritto al lavoro, partendo proprio dal caso Bekaert, una vicenda territoriale ancora aperta e che ha profondamente colpito l’intera comunità. Lo spettacolo – prodotto dal Comune e realizzato dalle compagnie teatrali Arca Azzurra Formazione e Cantiere Artaud, con il contributo della Città Metropolitana di Firenze e della Presidenza del Consiglio della Regione Toscana - si intitola "318: better together", con chiaro richiamo al claim della multinazionale belga Bekaert che, nel 2016, assorbì lo stabilimento Pirelli di Figline, specializzato in steel cord, per poi annunciarne la chiusura nell’estate 2018 ai suoi 318 dipendenti.

Per la stesura della drammaturgia, l’autore Ciro Gallorano si è ispirato ai racconti e alle esperienze degli operai della Bekaert, che con le loro storie, la loro rabbia, la loro determinazione stanno ancora lottando per far valere i loro diritti. La regia, invece, è affidata a Dimitri Frosali.

Lo spettacolo sarà preceduto dalla consegna del Premio Bambagella, massima onorificenza del Comune di Figline e Incisa Valdarno, che quest'anno sarà conferito alla dr.ssa Sara Sdelci. Si tratta di una 36enne figlinese, attualmente impiegata al Centro di Regolazione Genomica di Barcellona, dove ha ottenuto un finanziamento di due milioni di euro per portare avanti la sua ricerca sull’identificazione delle basi metaboliche dello sviluppo tumorale e delle metastasi. Per l’occasione saranno presenti anche il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, oltre alla Sindaca Giulia Mugnai e alla Presidente del Consiglio Comunale Silvia Fossati.

Inoltre, sempre nell’ambito delle celebrazioni dedicate alla Festa della Toscana, giovedì 28 novembre la biblioteca “Marsilio Ficino” ha ospitato un incontro tra gli studenti della 1^ B del Liceo delle Scienze Applicate dell’Istituto “Giorgio Vasari” e gli studenti della 3^ G dell’Istituto Comprensivo “Leonardo Da Vinci”, coordinati dalle prof.sse Paola Brembilla e Monica Giuliani. Il titolo dell’incontro era “Ti consiglio un libro: in Biblioteca c’è un mondo di diritti”, incentrato sui consigli di lettura (a tema) rivolti dagli alunni più grandi a quelli più piccini.

“Quest’anno abbiamo scelto di celebrare la Festa della Toscana focalizzandoci sul diritto al lavoro, sul quale inviteremo tutti i presenti a riflettere a partire da un fatto di cronaca che continua tristemente a riguardare tutta la nostra comunità – spiegano la Sindaca Mugnai, l’Assessore Farini e la Presidente del Consiglio comunale, Silvia Fossati -. Il teatro, quindi, diventa lo strumento non solo per tenere alta l’attenzione sulla vertenza Bekaert, ma anche per stringerci, ancora una volta, intorno ai lavoratori dello stabilimento e a quelli dell’indotto, per manifestare la vicinanza alla loro battaglia e per condividerla tutti insieme perché, come più volte abbiamo ribadito anche ai tavoli istituzionali, è importante per tutti che lo stabilimento figlinese resti attivo”.

“Inoltre – continua la Presidente del Consiglio Comunale, Silvia Fossati – coglieremo l’occasione per rinnovare la tradizione della consegna del Premio Bambagella, che quest’anno la Presidenza del Consiglio Comunale, su proposta della Sindaca, ha scelto di consegnare a Sara Sdelci, giovane figlinese che ha reso orgogliosa un’intera comunità. Suo, infatti, è il merito di portare avanti un’importantissima ricerca sull’identificazione delle basi metaboliche dello sviluppo tumorale e delle metastasi. Grazie al suo brillante percorso accademico, nel 2018 ha vinto il concorso per dirigere un suo laboratorio presso il Centro di Regolazione Genomica a Barcellona, dove lavora dallo scorso gennaio, e ha ricevuto un finanziamento di due milioni di euro per continuare i suoi studi in materia”.
02/12/2019 12:04
Comune di Figline e Incisa Valdarno

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V