MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
San Casciano Val di Pesa cittadino rumeno denunciato per omissione di soccorso
Richiedente asilo arrestato a Firenze per un furto in una fabbrica di scarpe
Nella giornata di ieri, a seguito di accertamenti relativi ad un incidente stradale avvenuto la sera del 15 ottobre 2019 in via Empolese, allorquando un autocarro ed una vettura erano state colpite da un'altra autovettura in corsa, i Carabinieri della Stazione di San Casciano in val di Pesa hanno denunciato un cittadino 49enne di origini rumene. Gli operanti, rintracciata la vettura - intestata ad un autonoleggio - risalivano all'uomo che, oltre ad essere destinatario del ritiro della patente e del sequestro dell'auto, veniva denunciato a piede libero

Scandicci. Arresto di un cittadino gambiano per spaccio di sostanza stupefacente
Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Scandicci, nell’ambito di specifici servizi per la prevenzione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti sulla linea tramviaria, hanno tratto in arresto un 22enne cittadino gambiano. I militari, nel monitorare alcuni soggetti noti come consumatori di sostanze stupefacenti, coglievano l’uomo mentre cedeva una “stecca” di hashish di 9 grammi ad un 32enne rumeno che pagava con il proprio orologio. Le successive attività di perquisizione consentivano di rinvenire sia l’orologio sia circa 70 euro frutto dell’attività di spaccio. L’acquirente veniva segnalato alla Prefettura di Firenze.

Piana Fiorentina. Controlli presso esercizi commerciali: chiusa una pizzeria.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Signa, nel corso di specifici servizi predisposti per tutelare la salute pubblica nella “Piana fiorentina”, unitamente a personale del Nucleo CC Ispettorato del Lavoro, del Nucleo Antisofisticazione di Firenze e dell'A.S.L., hanno effettuato vari controlli ai locali di ristorazione. Le verifiche hanno permesso di accertare e contestare diverse carenze di carattere prettamente sanitario. Per uno dei locali, il ristorante pizzeria "Grinta" di Campi Bisenzio, via delle Moline s.n.c., si sono riscontrate le carenze più gravi e si è proceduto alla sua immediata chiusura. A quest’ultimo sono state contestate violazioni di carattere amministrativo e di abusivismo edilizio, che si è provveduto a segnalare all’autorità competente. Per quanto riguarda i tempi di riapertura del locale sottoposto a chiusura, questi saranno strettamente correlati agli interventi cui il titolare dovrà necessariamente adempiere per eliminare le difformità riscontrate.

Vinci. Arresto 2 persone per furto aggravato in concorso e ricettazione.
Nel corso della notte, al termine di accertamenti, i Carabinieri della Compagnia di Empoli hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per aver sottratto attrezzatura di varia natura e per ricettazione di analogo materiale, due campani, G.M. 36enne e E.P. 33enne, entrambi con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.
Nello circostanza, i militari operanti, verso le ore 02.15, durante un posto di controllo lungo viale Togliatti, zona Sovigliana di Vinci, hanno fermato un furgone con a bordo i due che sin da subito hanno assunto un atteggiamento nervoso ed agitato che ha insospettito i Carabinieri. Durante il controllo, aperto il furgone, gli operanti si sono trovati davanti una serie di attrezzature elettriche tra cui trapani, avvitatori, mole, matasse di cavi in rame, scale, elettroutensili vari ed una saldatrice. Proprio in quel frangente un artigiano, 32enne di San Miniato, si fermava in prossimità dei militari e faceva presente che stava cercando i due poiché li aveva visti, poco prima, scassinare il suo furgone parcheggiato in via Settembrini, e prelevare dell’attrezzatura, parte di quella rinvenuta dagli operanti .
Oltre agli attrezzi dell’artigiano, all’interno del furgone veniva rinvenuto altro materiale della stessa natura, ritenuto provento di attività illecita e quindi posto sotto sequestro, in attesa di rintracciare i legittimi proprietari. Il materiale del 32enne è stato subito restituito. I due napoletani sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e ricettazione e tradotti presso il carcere di Sollicciano

Fucecchio - Servizio coordinato nella zona delle “Cerbaie”: 3 denunce e 300 grammi di hashish sequestrati.
Nel pomeriggio di ieri 17 ottobre, i Carabinieri della Compagnia di Empoli, con l’ausilio di un’unità cinofila antidroga del Nucleo cinofili CC di Firenze, hanno eseguito un servizio coordinato di controllo del territorio nelle aree boschive e sulle vie di comunicazione presenti nelle frazioni di Torre, Pinete, Vedute, Querce e Galleno. Il dispositivo, che ha visto l’impiego di 15 militari e 5 automezzi, ha di fatto cinturato le citate frazioni sottoponendo a controllo decine di autovetture con rispettivi occupanti.
I controlli eseguiti hanno permesso di fermare e denunciare:
- a Pinete, un giovane 25enne di Altopascio, P.T. con precedenti di polizia, perché era alla guida di un'autovettura sprovvisto di patente, mai conseguita. Gli accertamenti hanno consentito di rilevare che tale violazione era stata reiterata in più circostanze e che il giovane si trovava nelle Cerbaie per cercare di acquistare stupefacente da spacciatori nordafricani presenti all’interno dei boschi;
- a Vedute, un giovane fucecchiese con precedenti di polizia, noto ai Carabinieri del luogo, F.P. di anni 43, per porto d’armi o oggetti atti ad offendere, perchè sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di un coltello della lunghezza di cm. 22, e lama di 10 cm.;
- a Galleno, un marocchino con precedenti di polizia, dimorante ad Altopascio, H.E. 35enne, in quanto privo di qualsiasi titolo a soggiornare nel territorio nazionale.
Un’incursione nella zona boschiva posta tra le frazioni di Galleno e Pinete, luogo frequentato quotidianamente da spacciatori nordafricani, eseguita con l’ausilio determinante dell’unità cinofila con il cane Batman, ha permesso di individuare un giaciglio dove i pusher stazionano durante la loro permanenza nel bosco, e rinvenire tre panetti di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso complessivo di grammi 300, nonché materiale per il confezionamento delle singole dosi, il tutto sequestrato dai CC di Fucecchio, ad opera di ignoti.
Questo tipo di servizio sarà periodicamente ripetuto, come ormai avviene da tempo, da parte dei CC di Fucecchio e della Compagnia CC di Empoli, al fine di cercare di arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti posto in essere all’interno del bosco delle Cerbaie.

Firenze. Arrestato cittadino rumeno
Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri di FI – Pitti traevano in arresto, in quanto ritenuto responsabile di tentata estorsione e ricettazione, un cittadino rumeno 31enne.
Nel corso di un servizio di controllo del territorio, i Carabinieri della Stazione Firenze Palazzo Pitti venivano fermati da una giovane 31enne, la quale indicava di aver subito probabilmente il furto del proprio cellulare Samsung J7, e di essere stata successivamente contattata da una voce maschile che le richiedeva 1.000 Euro per la restituzione dello stesso. Avuta contezza di ciò, i militari organizzavano un ampio servizio volto all’individuazione del possessore del telefono. Quest’ultimo, dopo aver dato diversi appuntamenti alla vittima in luoghi differenti, al fine di percepire se la ragazza fosse seguita, veniva notato in atteggiamento sospetto in Piazza San Marco dagli operanti, appostati poco distante. L’uomo veniva immediatamente bloccato e, ad esito di perquisizione personale, veniva rinvenuto il telefono cellulare della ragazza (alla quale veniva restituito).
L’arrestato, trattenuto presso le camere di sicurezza, sarà sottoposto a giudizio direttissimo nella giornata odierna.

Firenze. Spacciatore arrestato nei pressi della tramvia
Nel pomeriggio di ieri, nei pressi della fermata “Talenti” della tramvia linea 1, zona limitrofa plesso scolastico, i Carabinieri della Stazione Firenze Legnaia hanno tratto in arresto un cittadino nigeriano, 36enne, in quanto sorpreso cedere una dose di eroina (0,6grammi) ad un uomo, in cambio di 20 Euro in contanti.
Durante l’attività di contrasto, i militari in servizio lungo via Argingrosso, hanno pedinato il nigeriano, giunto poco prima a bordo della tramvia, fino alla fermata “Talenti”. Dopo pochi minuti di osservazione, i Carabinieri notavano avvicinarsi un uomo, il quale afferrava un involucro in cambio di alcune banconote. Immediatamente fermati, ad esito di perquisizione indosso al cedente venivano ritrovate altre banconote per un valore di 85 Euro. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. L’acquirente, dopo la segnalazione alla locale Prefettura, è stato rilasciato, mentre l’arrestato, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza, in attesa della celebrazione del rito direttissimo nella giornata odierna

Firenze – via Fantoni, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato un 25enne della Nigeria per furto consumato all’interno di una fabbrica di scarpe.
Nella mattinata di ieri, mentre la figlia del titolare di una fabbrica di scarpe ubicata in via Reginaldo Giuliani si recava al lavoro, notava, nelle immediate vicinanze del cancello d’ingresso, un uomo che si allontanava a bordo di una bicicletta, con legati al manubrio quattro sacchetti in tessuto contenenti quattro paia di scarpe di un noto marchio e di ingente valore, prodotte esclusivamente dal loro opificio.
Tale circostanza insospettiva la donna che cercava di fermare il soggetto per chiedere delucidazioni in merito. L’uomo non giustificava il possesso delle calzature, che lasciava cadere a terra, dandosi alla fuga a bordo della bicicletta ma veniva raggiunto in via Fantoni dove veniva bloccato definitivamente da alcuni dipendenti della ditta, che si erano messi al suo inseguimento, e da un equipaggio del Nucleo Radiomobile di Firenze.
L’uomo, un nigeriano richiedente asilo di 25 anni, veniva prontamente perquisito rinvenendo all’interno delle tasche della felpa da lui indossata, 3 sacchetti vuoti di analoga fattura di quelli abbandonati. Da un controllo effettuato all’interno della fabbrica, si appurava che il 25enne, probabilmente unitamente ad alcuni complici, era entrato all’interno dopo aver forzato la grata in metallo posta a protezione della finestra di un bagno, e risultavano mancare ulteriori 22 paia di scarpe, non rinvenute e presumibilmente asportate dai correi.
L’uomo veniva dichiarato in stato di arresto e sarà giudicato con rito direttissimo nella mattinata di oggi.
18/10/2019 20:29
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V