MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Firenze. Arrestato responsabile del furto alla biblioteca del tartufo
I malviventi, approfittando delle particolari condizioni di buio, avevano probabilmente selezionato l’obiettivo nella certezza che vi avrebbero trovato pregiati generi alimentari da vendere in occasione delle festività natalizie
Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Uffizi hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per furto aggravato, emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Firenze su richiesta della Procura del capoluogo toscano, nei confronti del 31 enne E.K. A., pregiudicato.
Insieme ad altro soggetto rimasto ignoto, alle 5.20 del 23 dicembre scorso aveva scardinato la porta d’ingresso del negozio la “Bottega del tartufo” di questo centro storico ed aveva sottratto denaro contante e generi alimentari (tartufo, formaggi e salumi) per oltre 3000 euro, cagionando danni agli infissi per
altrettanti 3000 euro.
I malviventi, approfittando delle particolari condizioni di buio, avevano probabilmente selezionato l’obiettivo nella certezza che vi avrebbero trovato pregiati generi alimentari da vendere in occasione delle festività natalizie.
Il furto si consumava in pochi minuti, dopodiché gli autori scappavano per le vuote strade del centro. L’arrestato non aveva però fatto i conti con le videocamere di sorveglianza: nelle fasi di sopralluogo, i Carabinieri della
stazione di Uffizi analizzavano i filmati che immortalavano l’uomo mentre scardinava la porta di ingresso insieme al suo complice travisato; quindi, militari della Sezione Rilievi del Nucleo Investigativo di Firenze individuavano, proprio sulla vetrata della porta d’ingresso, delle impronte palmari la cui paternità è
risultata essere dell’odierno indagato.
L’arrestato è stato tradotto dalla sua abitazione, dove già era in regime di arresti domiciliari per altro reato della stessa tipologia, al carcere di Sollicciano.
31/07/2019 15:18
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V