MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Comune di Pistoia
A Pistoia, la vestizione di San Jacopo
Martedì 16 luglio, alle 19, in piazza del Duomo, la statua del Santo patrono della città verrà addobbata con il mantello porpora


Pistoia si prepara a festeggiare il suo patrono con la vestizione della statua di San Jacopo, posta sulla Cattedrale. Il mese di luglio è dedicato, infatti, ai festeggiamenti jacopei che culminano il 25, festa di San Jacopo, con la Giostra dell’Orso.

Martedì 16 luglio, alle 19, la statua del patrono, collocata sul lato destro del timpano della Cattedrale di San Zeno, sarà adornata con il mantello porpora. Organizzato in collaborazione con il Comitato Cittadino di Pistoia, il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, il Capitolo della Cattedrale e il Comitato di San Jacopo, il rito prevede che il mantello rosso venga benedetto e posto dai Vigili del Fuoco sulle spalle della statua sotto gli occhi di numerosi cittadini e curiosi che ogni anno assistono alla cerimonia in piazza del Duomo, di fronte all'ingresso della Cattedrale.

La statua di San Jacopo risale alla metà del 1300 e rimanda alla volontà di ricordare il martirio di Giacomo il Maggiore.
E’ un'antica leggenda a spiegarci il motivo di questa inusuale, almeno per il periodo climatico, vestizione. «Pago a tutto caldo» diceva San Jacopo ai creditori, e non pagava mai. Piuttosto si faceva trovare nel mese di luglio con un addosso un mantello di lana rosso, dichiarando che «l’estate tardava a venire». Questo perché, dice la leggenda, prima di darsi alla vita spirituale faceva il sensale di cavalli: acquistava i cavalli al mercato promettendo al venditore di saldare il debito con il sopraggiungere del caldo, allorché si fosse tolto il cappotto.

La tradizione popolare volle onorare anche così la capacità del Santo Patrono di convivere con il sacrificio, in questo caso quello di sopportare il solleone con un pastrano di lana pesante addosso.

Nella Cattedrale di San Zeno, alle 21.15, la Ensamble Barocco dell’Accademia “G. Gherardeschi” (il soprano Bianca Barsanti, Sergio Fulvio Tommasini al violino barocco, Michele Salotti al clavicembalo) terrà il concerto in onore di San Jacopo, con musiche di Domenico Gherardeschi, Giacomo Carissimi, Johann Sebastian Bach, Georg Philipp Telemann.
15/07/2019 14:30
Comune di Pistoia

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V