MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Comune di Vinci
La Fisarmonica di Leonardo in concerto a Vinci
In Piazza Guido Masi sabato 13 luglio un concerto unico, per ascoltare il suono dello strumento progettato da Leonardo
Chissà che suono avrà immaginato Leonardo da Vinci quando scrisse i suoi appunti sull’organo portativo. Sicuramente quello che ascolteremo a Vinci il 13 Luglio p.v., alle 21.30 si avvicina molto a quello che il genio vinciano pensava, vista la precisione e la pazienza con cui il liutaio friulano Mario Buonoconto ha ricostruito la “Fisarmonica di Leonardo”, seguendo le indicazioni riportate da Leonardo sul Foglio 76r del Codice Madrid II.
Sarà un concerto imperdibile dal titolo “In cammino con Leonardo da Vinci” di Aleksander Ipavec e Paola Chiabudini, rispettivamente alla Fisarmonica di Leonardo e al clavicembalo, due musicisti di livello internazionale che dedicano da diverso tempo la loro attenzione alla conoscenza di questo straordinario strumento.
Il concerto sarà un viaggio musicale, anzi “il viaggio musicale” che avrebbe potuto fare lo strumento se avesse mai visto la luce, la particolarità infatti sta nel fatto che il modello di Buonoconto è anche perfettamente funzionante, e ci regala oggi a cinquecento anni di distanza un suono nuovo.
Durante la serata inoltre è prevista la presenza di Mario Buonoconto, che potrà interagire con il pubblico e svelare qualche piccolo segreto sulla sua opera facendola anche probabilmente toccare con mano e provare.
Un po’ di storia sull’evento. Nel 2018 Simone Giacomelli della Filarmonica “Leonardo da Vinci” conosce il liutaio Buonoconto e subito gli propone l’idea di esporre e far suonare a Vinci la sua ricostruzione dello strumento vinciano; viene coinvolto subito anche Aleksander Ipavec, musicista amico di Buonoconto nonché abile suonatore dell’organo portativo.
L’idea trova subito l’appoggio della Filarmonica “Leonardo da Vinci” e del Comune di Vinci che crede nel progetto e ne capisce l’unicità. Anche la Pro Loco di Vinci lo sostiene e completa cosi i patrocinanti.
La cosa che mi ha fatto personalmente piacere di questo progetto – ci racconta Giacomelli – è stata la fiducia che mi hanno dato sia Buonoconto che Ipavec, per i quali ero inizialmente un totale sconosciuto, affidandomi di fatto la loro presentazione nella città natale di Leonardo, così come la fiducia assicuratami dal Comune di Vinci e dal Museo Leonardiano, che a loro volta hanno accettato il progetto proponendolo in un anno fondamentale per la nostra città, ovvero quello dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.
L’opera è infatti anche in mostra al Museo Leonardiano dal 15 giugno e ci resterà fino al 31 Luglio 2019 grazie al progetto “La musica di Leonardo” di Simone Giacomelli ed alla collaborazione con la Filarmonica “Leonardo da Vinci”, la Pro Loco Vinci ed il Patrocinio del Comune di Vinci.
Lo strumento si può considerare un organo portativo a tutti gli effetti, due mantici posizionati in basso si muovono da sinistra a destra e viceversa, in moto continuo, si aprono e chiudono alternativamente, permettendo all'uno di ricaricarsi mentre l'altro soffia aria nelle canne ottenendo così un flusso d'aria pressoché continuo che produce un suono caldo e morbido, quasi flautato.
Secondo Leonardo doveva essere indossato con delle bretelle e fissato alla vita con un gancio, chiaramente rappresentato nel disegno del Codice di Madrid. Questa particolare configurazione permetteva al musicista di poter usare entrambe le mani per suonare e di poter camminare durante l'esecuzione dei brani.

Ciò che rende particolare lo strumento, e che lo accomuna alla fisarmonica moderna sviluppata poi nell'800 è il funzionamento a mantice ed il posizionamento verticale e laterale della tastiera, oltre che naturalmente la somiglianza visiva.
 La "Fisarmonica di Leonardo", esposta nelle ultime settimane nella Palazzina Uzielli, - commenta l’Assessore alla Cultura Sara Iallorenzi - ha suscitato molta curiosità tra i visitatori del museo. Siamo in presenza di uno strumento musicale a dir poco affascinante, unico nel suo genere, con un suono molto dolce. Un' opera artigianale minuziosa, frutto di anni di studio. Il concerto in Piazza Guido Masi, molto particolare, con musicisti di livello internazionale, è il giusto epilogo di un progetto originale portato a Vinci dalla Filarmonica Leonardo da Vinci con la collaborazione della Pro Loco".
Il concerto ad ingresso gratuito è in programma per sabato 13 luglio p.v in Piazza Guido Masi alle 21.30 (in caso di pioggia all’interno della Chiesa di Santa Croce).
La Fisarmonica di Leonardo in concerto a Vinci (foto da comunicato)

La Fisarmonica di Leonardo in concerto a Vinci (foto da comunicato)

10/07/2019 10:31
Comune di Vinci

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V