MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Fondazione Zeffirelli
A Zeffirelli, Aceves e Anadol i premi alla carriera della sezione Arte
La lista dei premiati della XII edizione che si svolgerà dal 18 al 27 ottobre 2019 nel Padiglione Spadolini della Fortezza da Basso di Firenze
A conclusione di un attento lavoro di valutazione e di verifica, la Direzione artistica di Florence Biennale - Mostra Internazionale di Arte Contemporanea e Design, annuncia la lista dei premiati della XII edizione che si svolgerà dal 18 al 27 ottobre 2019 nel Padiglione Spadolini della Fortezza da Basso di Firenze.

Tre straordinari talenti riceveranno il Premio “Lorenzo il Magnifico” alla carriera nell’ambito della XII Florence Biennale il cui tema, “ARS ET INGENIUM. Similitudine e Invenzione celebrando Leonardo da Vinci”, propone una sintesi fra le arti contemporanee e l’eredità di un grande Maestro del Rinascimento considerato come genio di ogni tempo.

I tre premi “Lorenzo il Magnifico alla carriera” dell’edizione 2019 di Florence Biennale andranno al regista e sceneggiatore fiorentino Franco Zeffirelli, allo scultore messicano Gustavo Aceves e al media artist turco Refik Anadol.

Il “Premio Lorenzo il Magnifico del Presidente” sarà assegnato allo “scultore cinetico” americano Anthony Howe e all’artista macedone Mice Jankulovski.

Da segnalare, che tra gli artisti premiati in passato, solo per citare alcuni nomi, figurano Marina Abramovic, David Hockney, Christo & Jeanne-Claude, Gilbert & George e Anish Kapoor.

Inoltre si ricorda che, in occasione della XII edizione di Florence Biennale verrà inaugurato anche un padiglione dedicato al Design; per cui seguirà a breve l’annuncio dei vincitori del Premio “Leonardo da Vinci” alla carriera, conferito a personaggi di fama internazionale che si sono distinti nel mondo del Design.


Franco Zeffirelli – Premio Lorenzo il Magnifico alla carriera

La Florence Biennale assegna il Premio internazionale “Lorenzo il Magnifico” alla carriera al Maestro Franco Zeffirelli - consegnato lo scorso 21 settembre nella sede della Fondazione che porta il suo nome, a Firenze – in riferimento all’eredità leonardiana che Zeffirelli, fiorentino di nascita, ha saputo onorare abbracciando le arti tutte ed esplicitando in maniera unica il senso di bellezza e armonia della cultura fiorentina nello spaziare dalla cinematografia al teatro. A lui il Premio “Lorenzo il Magnifico” alla Carriera per le Arti e la Cultura è conferito “per lo straordinario contributo alle arti sceniche, alle arti visive, e all’arte cinematografica, con cui ha dato lustro a Firenze e incantato il mondo intero. Attraverso opere di grande forza evocativa, permeate di bellezza e armonia, Franco Zeffirelli ha meravigliosamente realizzato la sintesi fra le arti distinguendosi quale artefice di un fare ad arte senza limiti. Tutto ciò reinterpretando magistralmente l’eredità di Leonardo da Vinci, che appartiene alla sua cultura d’origine, e coinvolgendo talenti d’eccezione sulla scena internazionale nella genialità del suo eccelso processo creativo”. Il Premio va ad aggiungersi a cinque David di Donatello, due Nastri d’argento per gli indimenticabili Gesù di Nazareth e Romeo e Giulietta, due Primetime Emmy Awards, due nomination agli Oscar, il Fiorino d’oro e altri riconoscimenti oltre alle onorificenze di Grand’ufficiale al merito della Repubblica Italiana, Medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte, e Cavaliere Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico. In occasione della sua premiazione alla Florence Biennale, la Fondazione Zeffirelli esporrà un’anteprima di fotografie, memorabilia e bozzetti del grande regista, sceneggiatore nonché creatore di scenografie e costumi – così come lo è stato Leonardo alla corte di Gian Galeazzo Sforza e successivamente a quella di Isabella d’Este-Gonzaga a Marmirolo. Sarà inoltre offerto l’ingresso ridotto alla Fondazione Zeffirelli per tutti gli artisti e i visitatori della Florence Biennale.


Gustavo Aceves – Premio Lorenzo il Magnifico alla carriera

Il Premio “Lorenzo il Magnifico” alla carriera per la scultura andrà all’artista messicano naturalizzato italiano Gustavo Aceves “per aver magistralmente rappresentato, attraverso la scultura, frammenti di storia dell’umanità che evocano valori di civiltà e al tempo stesso veicolano un monito a non ripetere gli orrori verificatisi nella storia dell’Umanità e delle sue migrazioni”. Aceves, che sin dagli esordi ha ricevuto diversi premi, ha esposto i suoi lavori scultorei e grafici in sedi prestigiose del “vecchio e nuovo mondo”, fra cui il Museo del Prado, il Museo d’Arte Contemporanea di Sabbioneta, il Museo d’Arte Contemporanea di Beijing, il Museo d’arte Moderna INBA, il Cheek Gil Museum, il Museo del Palazzo di Belle Arti di Città del Messico e il Museo Amparo di Città del Messico. L’artista interverrà alla Florence Biennale, dove esporrà uno dei quattro cavalli monumentali del progetto work-in-progress “Lapidarium – per superare i confini”, che prevede la realizzazione di cento cavalli monumentali. Dopo aver varcato l’Arco di Costantino e la Porta di Brandeburgo, il progetto approderà a Firenze, nel cortile della Fortezza da Basso, che ospiterà il grande Cavallo fuso in bronzo bianco e posizionato su una sequenza calibrata di undici blocchi della nobile breccia medicea a simboleggiare il Mare Nostrum. Oltre a raccogliere l’eredità millenaria di culture distanti, i Cavalli di Aceves sono realizzati sperimentando materiali e processi diversi, che conferiscono loro valenza simbolica e rimandano al progetto di monumento equestre in onore di Francesco Sforza, commissionato a Leonardo da Ludovico “il Moro”, ma mai realizzato, di cui rimangono però i disegni.


Refik Anadol – Premio Lorenzo il Magnifico alla carriera

Infine, il Premio “Lorenzo il Magnifico” alla Carriera per l’installazione d’arte e le nuove tecnologie andrà all’artista turco naturalizzato americano Refik Anadol. Nato nel 1985 a Istanbul, dove ha studiato Fotografia e Video all’Università di Bilgi per poi specializzarsi in Visual Communication Design, e concludere il suo percorso accademico alla UCLA (University of California, Los Angeles) con un MFA in Design Media Arts. Co-fondatore e direttore artistico di Antilop.co, Anadol si è distinto sulla scena internazionale con installazioni immersive di grande forza evocativa. A riconoscimento del talento di questo artista giovane ma già affermato, la Florence Biennale gli conferisce il Premio “in virtù della sua opera straordinariamente innovativa, che trae origine da un processo creativo improntato alla sperimentazione, combinando nuovi media, performance, arti visive e architetture”. Quale “inventore” del nostro tempo, Refik Anadol coniuga visibile e invisibile, arte e neuroscienze, onorando così anch’egli l’eredità di Leonardo: infatti Anadol sarà presente alla manifestazione, dove esporrà Melting Memories, un’installazione d’arte che, attraverso l’esperienza sensoriale, innesca la percezione estetica dissolvendo ogni possibile barriera all’immaginazione dell’osservatore.



Con l’occasione si ricordano anche i due speciali “Premi Lorenzo il Magnifico” del Presidente che saranno assegnati all’americano Anthony Howe e al macedone Mice Jankulovski.


Anthony Howe – Premio Lorenzo il Magnifico del Presidente

Lo speciale Premio “Lorenzo il Magnifico” del Presidente all’artista americano Anthony Howe, famoso per le sue opere che, mosse dal vento, si trasformano in una sorta di creature in divenire, stelle o vortici. Sono “Opere come esseri viventi”, per dirla con parole di Carlo Ludovico Ragghianti. Howe sarà l’ospite d’onore della XII Florence Biennale e per l’occasione, negli spazi esterni della Fortezza da Basso, durante il periodo di apertura della mostra si potrà ammirare il frutto di un suo nuovo progetto mai esposto in Italia. Nato nel 1954 a Salt Lake City (Utah, USA), Anthony Howe è un artista tra i più innovativi della scena contemporanea. Le sue sculture cinetiche, mosse dalla forza del vento, hanno sbalordito il pubblico durante gli Academy Awards del 2017, così come avvenuto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, in Brasile.


Mice Jankulovski – Premio Lorenzo il Magnifico del Presidente

Premio speciale del Presidente per il contributo all’arte e alla cultura a Mice Jankulovski, Presidente della OSTEN Biennial of Drawing di Skopje e Presidente della Association of Cartoonists of Macedonia, nonché artista e architetto egli stesso vincitore di numerosi premi e riconoscimenti nel corso dei suoi cinquant’anni di carriera. Quale ospite d’onore alla Florence Biennale, presenterà un suo ciclo di lavori astratti inediti, ispirati agli studi sull’acqua di Leonardo.


FLORENCE BIENNALE
Mostra Internazionale di Arte Contemporanea + Design
18-27.10.2019
Padiglione Spadolini | Fortezza da Basso | Firenze
Info: info@florencebiennale.org
Tel. +39.055.3249173
www.florencebiennale.org
15/02/2019 08:39
Fondazione Zeffirelli

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V