MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Arrestato dai Carabinieri un cittadino rumeno che minaccia con un coltello un connazionale che lo ospita
Nella notte di venerdì 7 febbraio un equipaggio del Nucleo Radiomobile Carabinieri di Firenze, a seguito di una segnalazione' ha arrestato un cittadino rumeno che aveva minacciato un amico che lo ospitava in casa
FIRENZE – VIA VERSILIA. .

La scorsa notte un equipaggio del Nucleo Radiomobile Carabinieri di Firenze, a seguito di una segnalazione telefonica pervenuta al 112, si recava in Via Versilia per una presunta minaccia a mano armata all’interno di una abitazione.
Giunti immediatamente sul posto, i Carabinieri, pur trovando una situazione apparentemente tranquilla, riuscivano a ricostruire quello che era successo pochi istanti prima: il proprietario di casa, un 44enne rumeno, raccontava infatti di aver ospitato da un paio di giorni, a titolo di cortesia nei confronti di un suo amico, un connazionale 47enne senzatetto, presente in quel momento all’interno dell’abitazione.
Proprio quest’ultimo, poco prima, infastidito dal fatto che il proprietario di casa stesse parlando ad alta voce al telefono, iniziava ad insultarlo e ad aggredirlo, anche fisicamente. Al conseguente invito a lasciare immediatamente l’abitazione, vista anche la presenza del figlio minore del proprietario, l’ospite afferrava un grosso coltello da cucina e, bloccato al collo la vittima con una mano, gli puntava la lama al volto minacciandolo di morte.
Nel terrore generale di padre e figlio, la vittima, riusciva a far momentaneamente calmare l’uomo, per poi, con una scusa, rifugiarsi in una stanza da dove, con il telefonino, mandava dei messaggi di aiuto al vicino di casa che fortunatamente chiamava il 112.
I militari, accertati i fatti, facevano scattare immediatamente le manette ai polsi del reo, ritenuto responsabile di violenza privata aggravata dall’uso dell’arma.
Solo per caso fortuito nessuno riportava ferite ed il bambino, sotto shock per i fatti, veniva rassicurato dalla presenza dei Carabinieri, che portavano via chi aveva fatto male al padre.
Dopo una nottata trascorsa nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale di Firenze, il soggetto è stato giudicato con rito direttissimo nella mattinata odierna
08/02/2019 13:56
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V