MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Redazione di Met
Libri: “Da Mogador a Firenze: i Caffaz, storia di una famiglia ebrea” di Alfredo De Girolamo
Presentazione martedì 15 gennaio alle ore 11.00 presso l’Auditorium de La Nazione (Viale Giovine Italia, 17, Firenze) con il sindaco di Firenze Dario Nardella e il presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani
I migranti si raccolgono in cluster, «grappoli», perché arrivando in porti e città sconosciuti si affidano naturalmente all’aiuto di chi possono già conoscere, magari anche solo indirettamente. Fino dal medioevo le comunità ebraiche rappresentarono il modello più evoluto di cluster, per capacità di autogoverno civile e «non criminale». La resilienza degli ebrei insegnava dunque a fare buon uso delle restrizioni (come la proprietà della terra) che gli indigeni imponevano loro, cercando sempre di scorgervi oltre al limite anche l’opportunità. Al tempo stesso quella capacità di autogoverno si fondava sulla conservazione di tradizioni religiose che incarnavano l’essenza di ciò che, anche a distanze siderali di spazio e di tempo, teneva insieme quel gruppo umano.

La storia della famiglia Caffaz, raccontata nel libro "Da Mogador a Firenze: i Caffaz, viaggio di una famiglia ebrea", scritto da Alfredo De Girolamo e in edicola con La Nazione da mercoledì 16 gennaio e per un mese, ne è l’emblema. Da Mogador, in Marocco, a Firenze, passando per Livorno, Pisa, Lugo di Romagna e con il cognome che da El Cabas si tramuta in Caffaz, l’identità personale, famigliare e collettiva della famiglia rimane legata alle tradizioni ebraiche, nonostante il lungo e tortuoso peregrinare, che incrocia anche nell’Italia alle porte del secondo conflitto mondiale, con l’abominio delle leggi razziali. L’epopea della famiglia Caffaz è la storia di ogni migrante, che rimane sospeso tra i due mondi di origine e di destinazione, tenendo in vita i legami tra di essi.

Il libro verrà presentato, in vista del Giorno della Memoria del 27 gennaio, martedì 15 gennaio a Firenze presso l’Auditorium de La Nazione (Viale Giovine Italia, 17) alle ore 11.00. Insieme all’autore interverranno tra gli altri il direttore del quotidiano Francesco Carrassi, il sindaco di Firenze Dario Nardella e il presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani.
11/01/2019 18:56
Redazione di Met

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V