MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Prefettura di Firenze
Sicurezza nel Chianti Fiorentino
Focus sull’andamento dei reati al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, riunito stamani in Prefettura. Più controlli sinergici mirati. Maggior uso di misure di difesa passiva
Generale calo dei reati nei comuni del Chianti fiorentino, con una situazione a macchia di leopardo a seconda dei diversi territori. E’ quanto emerge dall’analisi dei dati 2017 effettuata dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, riunito stamani in Prefettura, per fare il punto della situazione. Al tavolo, presieduto dal vice prefetto vicario Tiziana Tombesi, sedevano i vertici provinciali delle forze dell’ordine e i sindaci di Bagno a Ripoli, Barberino Val d’Elsa, Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano Val di Pesa e Tavarnelle Val di Pesa. Confermato l’attuale presidio del territorio, che vede un positivo impegno comune tra le forze dell’ordine e le polizie municipali, mirando gli interventi nelle zone più esposte.

Rispetto al 2016, diminuiscono i furti in genere a Bagno a Ripoli, Barberino Val d’Elsa., Impruneta e San Casciano, crescono a Tavarnelle, sono stazionari a Greve in Chianti. Calano ovunque le rapine, tranne a Bagno a Ripoli, e i furti di autovetture. Arretrano anche le truffe e frodi informatiche, nonché i danneggiamenti.

I dati complessivamente non destano allarme, anche se i reati predatori (in particolare i furti nelle abitazioni), che colpiscono le persone nella loro sfera più intima, incidono fortemente sulla percezione di sicurezza, creando apprensione sociale nelle diverse realtà locali. E’ questa una problematica avvertita da tutti gli amministratori intervenuti alla riunione, i quali hanno deciso di intensificare gli incontri con le proprie comunità per rassicurarle e spiegare, dati alla mano, i risultati ottenuti grazie alla positiva sinergia tra le forze dell’ordine e le polizie municipali, la cui presenza sarà comunque rimodulata secondo le peculiarità dei diversi territori (via di accesso, piccole frazioni, case isolate), puntando anche a contrastare obiettivi specifici (con particolare riguardo ai furti nelle strutture ricettive agrituristiche, fenomeno particolarmente avvertito in alcune zone del Chianti). Un valido aiuto potrà venire anche da un maggior uso delle misure di difesa passiva da parte dei privati (come porte blindate e videosorveglianza), ma anche il ricorso a semplici precauzioni e cautele. I controlli saranno tanto più efficaci quanto maggior sarà la collaborazione tra cittadini e forze di polizia, secondo quel modello di sicurezza partecipata che ha dimostrato di essere una carta vincente.
11/07/2018 17:35
Prefettura di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V