MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci
Proiezione del video "Ricognizione Aprile" di Marco Mazzi
e conferenza di Davide Sparti sul tema dell' improvvisazione nelle arti visive contemporanee
Martedì 10 aprile alle ore 18 avrà luogo al Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato
Ricognizione Aprile
Videoarte e improvvisazione" e la conferenza di Davide Sparti sul tema dell'improvvisazione nelle arti visive contemporanee.
Che cosa significa improvvisare? Parliamo di improvvisazione in discipline quali la danza, il jazz, la musica contemporanea e il teatro, ma cosa accade nella video arte o nel cinema di ricerca ? In che misura la pratica dell'improvvisazione può integrarsi nell'espressione e nella declinazione di questi mezzi ? Si può paradossalmente parlare di improvvisazione come di una tecnica ? Questi saranno alcuni temi affrontati da Davide Sparti, fra i maggiori esperti europei sull'argomento. Nell'ambito dell'incontro sarà anche proiettato in anteprima nazionale e internazionale il video "Ricognizione Aprile" di Marco Mazzi, un' opera girata in Italia e Giappone e realizzata interamente con tecniche di improvvisazione. Il film sarà presentato da Carlo Sala con un testo critico di Erica Romano.

Ricognizione Aprile
E' un video scritto, concepito e fotografato da Marco Mazzi, interamente dedicato al tema della natura e dell'improvvisazione. Il video dalla durata di 55', girato in Italia e Giappone, non narra storie o vicende particolari ma si interroga sul significato dell'atto stesso di filmare e di registrare ciò che ci circonda. Una telecamera cattura paesaggi urbani dal finestrino di un treno, un pescatore lava e confeziona casse di pesce, una ragazza cammina sotto un cavalcavia. Strade, insegne, una farmacia, un banco che vende frullati. La ripresa filmica e la giustapposizione delle sequenze saranno l'unica strategia per interrogarsi, in modo analitico e non solo poetico, sul significato del cinema e del suo rapporto con il nostro immaginario. Il montaggio del video è stato realizzato in collaborazione con Martina Dierico e la musica è di Emanuele Porcinai.

Ingresso libero
06/04/2018 14:37
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V