MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Comune di Firenze
La Contessa di Albany di Pietro Bartolini nella Sala d'Arme di Palazzo Vecchio venerdì 16 febbraio alle ore 20.45


Spettacolo teatrale dell'Accademia Teatrale di Firenze, ingresso libero

Lo spettacolo La Contessa di Albany, a cura dell'Accademia Teatrale di Firenze diretta da Pietro Bartolini, è organizzato in collaborazione della Presidenza del Consiglio della Regione Toscana nell'ambito degli eventi in programma per la della Festa della Toscana 2017 e con la collaborazione della Presidenza della Commissione Cultura del Comune di Firenze. La rappresentazione è ambientata nella toscana di fine settecento al tempo della reggenza di Pietro Leopoldo dei Lorena, in particolare nel salotto fiorentino della Contessa D'Albany, Luisa di Stolberg. Il testo teatrale originale inedito scritto dallo stesso Bartolini ricostruisce un momento storico fiorentino particolarmente fecondo dal punto di vista letterario e artistico, attraverso una tessitura in cui le varie arti si intersecano e accompagnano gli avvenimenti politici e sociali dell'epoca. Le vicende di quel periodo vengono viste attraverso lo sguardo dei personaggi illustri quali Vittorio Alfieri, Ugo Foscolo, M.me De Stael, Gino Capponi, Cosimo Ridolfi, Pierfrancesco Rinuccini, il musicista Luigi Cherubini, Corinna Olimpica, lo scultore Canova, che sono interpretati da diciassette giovani attori dell'Accademia Teatrale di Firenze. Sullo sfondo della Firenze leopoldina, internazionale e interculturale, la vita politica e artistica dell'epoca trova nel salotto della contessa un centro propulsivo che influenzerà gran parte della cultura europea. I temi drammaturgici trattati ruotano intorno alle grandi riforme giuridiche, soprattutto di Pietro Leopoldo, e suggeriscono continue comparazioni e riflessioni con la situazione socio-culturale attuale. Gli attori che interpretano i vari personaggi reciteranno all'interno di ambientazioni virtuali realizzate con multiproiezioni ispirate alle caratteristiche stilistiche delle personalità artistiche dell'epoca, create per l'occasione e realizzate con l'editing del Laboratorio PERCRO dell’Istituto TECIP - Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, diretto dal Prof. Massimo Bergamasco, con la collaborazione di ricercatori Marcello Carrozzino e Chiara Evangelista. PERCRO e l'Accademia di Bartolini sono impegnati da due anni in un’innovativa ricerca sui rapporti tra nuove tecnologie e teatro, in particolare studiando il ruolo della Realtà Virtuale Immersiva applicata alla pedagogia teatrale, all'addestramento degli attori e alle arti performative in genere. Le scene sono a cura dell'artista fiorentina Tiziana Acomanni. L'organizzazione a cura di Ludovica Sanalitro. Lo spettacolo sarà introdotto da una conferenza sul Giansenismo in Toscana a cura di Vincenzo Arnone, scrittore e drammaturgo, per inquadrare il periodo storico particolarmente liberale che caratterizzò la Casa dei Lorena, aperta e disposta ad accogliere anche in campo religioso le idee”moderne” come appunto il Giansenismo. Lo spettacolo è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.
14/02/2018 17:47
Comune di Firenze

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V