MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa
ASEV e Istituto Fermi-DaVinci impegnati in un progetto europeo sull’abbandono scolastico
Don’t DROP me OUTside fino al 2020 coinvolgerà 8 partner da 4 Paesi europei
L’ASEV - Agenzia per lo sviluppo di Empoli ha aderito insieme all’istituto “Fermi-Da Vinci “di Empoli al progetto “Don’t DROP me OUTside”, sulla dispersione scolastica, cofinanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma Erasmus+.
Questo progetto coinvolge 8 Partner provenienti da 4 Paesi e si concluderà nel Marzo 2020.
I Partner coinvolti rappresentano istituzioni sia pubbliche che private, tutte impegnate, direttamente o indirettamente, nell’ambito dell’istruzione.
Il meeting iniziale (Kick-Off Meeting) si è svolto dall’11 al 14 gennaio di quest’anno presso l’Associazione Digg’out di Almere (NL), che accoglie ragazze e ragazzi con disagi e problemi che li portano ad abbandonare la scuola. Gli altri partner europei erano rappresentati dalla dirigente scolastica di un Istituto Professionale olandese, da un’associazione non governativa turca, che si occupa di ricerca, sviluppo e implementazione di conoscenze e competenze nell’ambito del Lifelong Learning, dal Provveditorato Provinciale di Konya, da un’azienda di software e da un Polo di Istruzione Secondaria sloveno. Per l’Istituto Fermi-Da Vinci il Progetto è coordinato dalle professoresse Silvia Cappelletti e Claudia Colella e per l’Asev da Grazia Rossi.

Il progetto “Don’t DROP me OUTside” si inserisce su un percorso già tracciato di ricerche, studi e progetti precedentemente sviluppati in ambito europeo. I Paesi dell’Unione Europea, a partire dal 2000, si sono impegnati, con la cosiddetta “Strategia di Lisbona”, a ridurre a meno del 10% entro il 2020 la media degli abbandoni scolastici, con cui si intendono tutte le forme di abbandono dell’istruzione e della formazione prima del completamento dell’Istruzione Secondaria Superiore o dei suoi equivalenti nella formazione professionale. Per l’Italia, la percentuale si attesta al 13,8% per l’anno 2016, dato che comunque indica un netto miglioramento rispetto al 20,8% del 2006.

Lo scopo di questo progetto è dare una dimensione globale del fenomeno che agisca sugli studenti e sugli insegnanti. La finalità è anche quella di sviluppare degli strumenti digitali che aiutino gli insegnanti a intercettare gli studenti a rischio di dispersione e a riconoscere i segnali meno evidenti che possono portare all’abbandono scolastico. Studi precedenti hanno individuato alcuni fattori di rischio che si manifestano già nella scuola primaria, come l’assenteismo. Da qui la necessità di sostenere e rafforzare le buone pratiche che già esistono e di mettere in atto delle misure preventive attraverso metodi e strategie innovativi.
08/02/2018 13:54
Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V