MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Toscana Aeroporti Firenze e Pisa
Toscana aeroporti, il CDA approva il resoconto intermedio di gestione
Traffico passeggeri Sistema Aeroportuale Toscano: 5,9 milioni di passeggeri, +2,8%
Risultati primi nove mesi del 2016:

-Traffico passeggeri Sistema Aeroportuale Toscano: 5,9 milioni di passeggeri, +2,8%. In aumento sia i passeggeri del Galilei di Pisa (+3,4%) che quelli del Vespucci di Firenze (+1,7%). Stabiliti i nuovi record di traffico passeggeri da entrambi gli scali.

-Ricavi operativi consolidati pari a 92,42 milioni di euro (+3,6%).

-EBITDA: 24,25 milioni di euro (+12,6%) con un’incidenza sui ricavi operativi del 26,2%, in miglioramento di oltre 2 punti percentuali rispetto al 24,1% del 30 settembre 2015.

-EBIT: 15,64 milioni di euro (+22,0%). L’incidenza sui ricavi operativi passa dal 14,4% al 16,9%.
-Risultato ante imposte: 14,80 milioni di euro (+11,2%). Al netto della plusvalenza non ricorrente relativa alla cessione delle azioni di Aeroporto di Firenze S.p.A. (1,6 milioni di euro) registrata nei primi nove mesi del 2015, il risultato ante imposte consolidato è in miglioramento di oltre 3 milioni di euro (+26,9%).

-Utile netto di periodo del Gruppo: 8,91 milioni di euro (-1,1%). Al netto della sopracitata plusvalenza non ricorrente e del relativo effetto fiscale, Utile netto consolidato del Gruppo in aumento del +26,5%.

-Indebitamento Finanziario Netto consolidato: 22,67 milioni di euro al 30 settembre 2016. Tale valore si confronta con i 12,74 milioni di euro al 31 dicembre 2015 e i 23,46 milioni di euro al 30 settembre 2015. Rapporto Debt/Equity pari a 0,20.

Dati Consolidati (€/000) 9M2016 % Ricavi 9M2015 % Ricavi ? ?%
Ricavi Totali 96.318 100% 103.960 100% (7.642) (7,4%)
Ricavi Operativi 92.424 96,0% 89.182 85,8% 3.242 +3,6%
EBITDA (MOL) 24.245 25,2% 21.528 20,7% 2.717 +12,6%
EBIT (Risultato Operativo) 15.639 16,2% 12.823 12,3% 2.816 +22,0%
Risultato ante imposte (PBT) reported 14.800 15,4% 13.304 12,8% 1.496 +11,2%
Risultato ante imposte (PBT) adjusted 14.800 15,4% 11.6662 11,2% 3.134 +26,9%
Utile netto di periodo del Gruppo reported 8.906 9,2% 9.008 8,7% (102) (1,1%)
Utile netto di periodo del Gruppo adjusted 8.906 9,2% 7.0383 6,8% 1.868 +26,5%

Risultati terzo trimestre 2016:
- Traffico passeggeri Sistema Aeroportuale Toscano: 2,5 milioni (+3,3%). Terzo trimestre record sia per il Galilei di Pisa (+3,2%) che per il Vespucci di Firenze (+3,4%).
- EBITDA: 12,78 milioni di euro (+10,9%).
- Risultato ante imposte: 9,77 milioni di euro (+17,4%).
- Utile di periodo del Gruppo: 5,97 milioni di euro (+5,8%).

“I nuovi record di traffico passeggeri, ottenuti anche grazie all’apertura del collegamento Pisa-Doha operato da Qatar Airways, e le positive performance economiche confermano lo sviluppo di Toscana Aeroporti e, conseguentemente, la validità della scelta strategica dell’integrazione tra le due società di gestione aeroportuali toscane” ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti S.p.A., Marco Carrai. “Questi risultati, uniti al rafforzamento della crescita del traffico passeggeri registrato in ottobre (+5,4%), ci consentono di guardare con fiducia ai risultati di fine anno”.

Firenze, 14 novembre 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Toscana Aeroporti S.p.A. – società quotata sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana che gestisce gli aeroporti di Firenze e di Pisa – riunitosi in data odierna, ha esaminato ed approvato il Resoconto Intermedio di Gestione consolidato al 30 settembre 2016.

ANDAMENTO DEL TRAFFICO AL 30 SETTEMBRE 2016

Il Sistema Aeroportuale Toscano ha registrato, nei primi nove mesi del 2016, circa 5,9 milioni di passeggeri complessivamente transitati presso gli scali di Firenze e Pisa con un incremento del 2,8% rispetto ai primi nove mesi del 2015.

In miglioramento l’andamento dei movimenti aerei (+2,8% rispetto al 30 settembre 2015) e il Load Factor (+0,9 punti percentuali) passato dall’81,7% dei primi nove mesi del 2015 all’82,6% dello stesso periodo del 2016.

Gli aeroporti di Firenze e Pisa, nei primi nove mesi del 2016, sono stati collegati con 95 destinazioni, di cui 13 nazionali e 82 internazionali (22 operate in entrambi gli scali) servite da 38 compagnie aeree (di cui 5 operanti in entrambi gli scali), 24 IATA e 14 low cost.

Con 7,4 mila tonnellate di merce e posta trasportate al 30 settembre 2016, il Sistema Aeroportuale Toscano ha registrato una crescita del traffico cargo del 15,0% (+1,0 mila tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2015.

Aeroporto Galileo Galilei di Pisa

Dall’inizio dell’anno al 30 settembre 2016 sono transitati dall’aeroporto Galilei di Pisa 3,95 milioni di passeggeri, in aumento del 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2015. In miglioramento di 1,3 punti percentuali il Load Factor che si è attestato all’84,6% rispetto ai primi nove mesi del 2015 (83,3%).

Con oltre 1,7 milioni di passeggeri (+3,2%), l’aeroporto di Pisa ha stabilito il nuovo record di passeggeri trasportati nel terzo trimestre dell’anno.

In crescita (+14,7%) anche il traffico cargo con 7.221 tonnellate di merce e posta trasportate nei primi nove mesi del 2016. La crescita è principalmente conseguente all’aumento dell’operatività del vettore courier DHL sullo scalo pisano con l’apertura del servizio di merce in import a partire dal 3 novembre 2015.

Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze

Sono oltre 1,94 milioni i passeggeri transitati nei primi nove mesi del 2016 presso la scalo fiorentino. L’incremento rispetto allo stesso periodo del 2015 è pari all’1,7% (+32.875 passeggeri).
Tale risultato è stato raggiunto nonostante l’elevato numero di voli dirottati e cancellati del periodo (821 movimenti) soprattutto a causa delle avverse condizioni meteo. La perdita stimata è di circa 74 mila passeggeri, solo parzialmente recuperata dall’aeroporto di Pisa (circa 22 mila passeggeri e 282 movimenti). Al netto di tale perdita il traffico dell’aeroporto di Firenze avrebbe registrato una crescita dei movimenti e dei passeggeri del 5,6%.

Nel terzo trimestre del 2016 sono transitati presso l’aeroporto di Firenze oltre 791 mila passeggeri (+3,4%), miglior terzo trimestre di sempre del Vespucci.


RISULTATI ECONOMICI DEL GRUPPO

I ricavi totali al 30 settembre 2016 sono pari a 96,32 milioni di euro, in flessione del 7,4%, rispetto ai 103,96 milioni di euro dello stesso periodo del 2015. Nel dettaglio:

? I ricavi operativi consolidati si attestano al 30 settembre 2016 a 92,42 milioni di euro, registrando un aumento del 3,6% rispetto agli 89,18 milioni di euro del 30 settembre 2015. In particolare:

- I ricavi “Aviation” sono complessivamente in crescita del +6,2% (+4,04 milioni di euro) rispetto al 30 settembre 2015 (65,56 milioni di euro), per effetto dell’incremento registrato sia dai ricavi per diritti, corrispettivi e tasse aeroportuali (+2,88 milioni di euro, +6,4% rispetto allo stesso periodo del 2015) che da quelli di handling (+1,17 milioni di euro, +5,8%).

- I ricavi “Non Aviation” pari a 20,02 milioni di euro al 30 settembre 2016, sono in aumento del +3,2% rispetto al 30 settembre 2015 (19,41 milioni di euro). Tale risultato è principalmente riconducibile al positivo andamento dei ricavi relativi all’attività retail (+8,3%), ai parcheggi (+4,9%) e agli autonoleggi (+4,6%).

- Gli altri ricavi sono pari a 2,80 milioni di euro, in calo del 33,5% rispetto ai 4,22 milioni di euro del 30 settembre 2015. La variazione riflette la presenza di maggiori sopravvenienze attive (+1,4 milioni di euro) contabilizzate nei primi nove mesi del 2015.

? I ricavi per servizi di costruzione ammontano a 3,89 milioni di euro a fronte dei 14,78 milioni di euro del 30 settembre 2015 (-73,6%). Si ricorda che nei primi nove mesi del 2015 erano stati finalizzati interventi per circa 12 milioni di euro per l’adeguamento e il potenziamento delle infrastrutture di volo (piste e raccordi) dell’aeroporto di Pisa.

Analizzando i dati del solo terzo trimestre, i ricavi totali sono pari a 38,62 milioni di euro (-5,2%) rispetto ai 40,72 milioni di euro dello stesso periodo del 2015. Tale risultato a fronte dei ricavi operativi in crescita del +2,3% (+830 mila euro) e la riduzione dei ricavi per servizi di costruzione (-72,3%).

Il costi totali sono pari a 72,07 milioni di euro, in calo del 12,6% rispetto agli 82,43 milioni di euro del 30 settembre 2015. In particolare:

? I costi operativi sono pari a 68,86 milioni di euro rispetto ai 68,36 del 30 settembre 2015. Il contenuto incremento (+0,7%) è principalmente determinato dall’aumento del costo del personale per 833 mila euro (+2,8%) e dei canoni aeroportuali (+17%) di 695 mila euro (a seguito dell’applicazione delle nuove tariffe aeroportuali dello scalo di Firenze è cessata la riduzione del 75% del canone aeroportuale dello scalo di Firenze prevista dalla legge 248/05) a fronte di una riduzione dei costi per servizi di 1,14 milioni di euro (-3,5%).

? I costi per servizi di costruzione , pari a 3,22 milioni di euro, registrano una flessione del 77,1% nei primi nove mesi del 2016 per le stesse motivazioni già indicate a commento della corrispondente voce di ricavo.

L’EBITDA (Margine Operativo Lordo) consolidato, pari a 24,25 milioni di euro, registra un miglioramento del 12,6% (+2,72 milioni di euro) rispetto ai primi nove mesi del 2015 (21,53 milioni di euro). In aumento anche l’incidenza sia sui Ricavi Totali (dal 20,7% del 30 settembre 2015 al 25,2% del 30 settembre 2016) che sui Ricavi Operativi (dal 24,1% al 26,2%).

Con riferimento al solo terzo trimestre, l’EBITDA registra una crescita del +10,9% passando dai 11,52 milioni di euro ai 12,78 milioni di euro del terzo trimestre 2016.

L’EBIT (Risultato Operativo) consolidato in miglioramento di 2,82 milioni di euro (+22,0%) nei primi nove mesi del 2016 (15,64 milioni di euro) rispetto ai 12,82 milioni di euro dello stesso periodo del 2015.

Analizzando i dati del solo terzo trimestre, l’EBIT ammonta a 10,07 milioni di euro con una crescita del 16,1% rispetto al dato del terzo trimestre 2015 (8,67 milioni di euro).

La gestione finanziaria passa da un valore positivo di 481 mila euro dei primi nove mesi del 2015 a un valore negativo di 839 mila euro al 30 settembre 2016. La variazione, pari a 1,32 milioni di euro, è principalmente conseguente alla plusvalenza non ricorrente registrata nei primi nove mesi del 2015 a seguito della cessione delle azioni di Aeroporto di Firenze S.p.A. (1,6 milioni di euro).

Il Risultato ante imposte (PBT) ammonta a 14,80 milioni di euro al 30 settembre 2016 registrando una crescita dell’11,2% (+1,5 milioni di euro) rispetto ai primi nove mesi del 2015. Al netto del positivo effetto sui primi nove mesi del 2015 derivato dalla sopracitata plusvalenza, il Risultato ante imposte (PBT adjusted) è in aumento del 26,9%.

Relativamente al solo terzo trimestre, il PBT è in aumento del 17,4% attestandosi a 9,77 milioni di euro rispetto ai 8,32 milioni di euro del terzo trimestre 2015.

Il carico fiscale del periodo, pari al 39% del Risultato ante imposte, riflette le modalità di calcolo stabilite dai principi IAS/IFRS che prevedono l’applicazione del Tax Rate previsto alla fine dell’esercizio in corso. Si evidenzia inoltre che la tassazione dei primi nove mesi del 2015, pari al 31,7% del Risultato ante imposte, aveva beneficiato del minor carico fiscale del provento finanziario generato dalla vendita delle azioni AdF in quanto assoggettato a tassazione separata (c.d. “Pex”).

Il Risultato Netto di periodo del Gruppo è pari a 8,91 milioni di euro rispetto ai 9,01 milioni di euro dei primi nove mesi del 2015 (-1,1%). Al netto del positivo effetto derivato dalla plusvalenza e dal minor tax rate dei primi nove mesi del 2015, il Risultato netto di periodo del Gruppo risulta in crescita del 26,5%.

Con riferimento al solo terzo trimestre, il Risultato Netto di periodo del Gruppo ammonta a 5,97 milioni di euro, in aumento del +5,8% rispetto allo stesso periodo del 2015.


La Posizione Finanziaria Netta consolidata è passata da una situazione debitoria, registrata al 31 dicembre 2015 pari a 12,74 milioni di euro, ad una situazione, sempre debitoria al 30 settembre 2016, pari ad 22,67 milioni di euro (al 30 settembre 2015 risultava pari ad 23,46 milioni di euro). I principali flussi ordinari del periodo si riferiscono al pagamento di 7,93 milioni di euro di dividendi, agli investimenti per 5,03 milioni di euro ed ai flussi di cassa positivi derivanti dalla gestione operativa per 2,89 milioni di euro.

Gli investimenti del Gruppo al termine dei primi nove mesi del 2016 ammontano a 5,82 milioni di euro, di cui 4,62 milioni di euro relativi a immobilizzazioni immateriali (tra i quali l’intervento di potenziamento delle aree di manova dell’aeroporto di Pisa, l’ampliamento dell’area imbarchi extra Schengen dell’aeroporto di Firenze e lo sviluppo del Master Plan aeroportuale dello scalo di Firenze) e 1,2 milioni di euro di immobilizzazioni materiali.

FATTI DI RILIEVO SUCCESSIVI AL 30 SETTEMBRE 2016

Andamento traffico passeggeri – gennaio/ottobre 2016

Il Sistema Aeroportuale Toscano ha registrato nel mese di ottobre 2016 un traffico totale di circa 700 mila passeggeri, in aumento del +5,4% rispetto allo stesso mese del 2015. Conseguentemente, il dato progressivo dei primi dieci mesi dell’anno è in crescita del +3,1% rispetto allo stesso periodo 2015, per un totale di 6,6 milioni di passeggeri complessivamente transitati presso gli scali di Firenze e Pisa da inizio anno. Tale risultato è stato sostenuto dal positivo andamento del Load Factor dei voli di linea, passato dall’81,8% dei primi dieci mesi del 2015 all’82,8% del medesimo periodo del corrente anno.

PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELLA GESTIONE
In considerazione della crescita del traffico, sia in termini di passeggeri (+3,1%) che cargo (+19,9%), registrata dal Sistema Aeroportuale Toscano nei primi dieci mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, si prevede per il Gruppo Toscana Aeroporti un esercizio 2016 caratterizzato da tassi di crescita positivi e da risultati economici in miglioramento rispetto all’anno precedente.

Pubblicazione delle informazioni finanziarie periodiche trimestrali

A seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. 25/2016, Toscana Aeroporti ha ritenuto opportuno garantire continuità di informazione al mercato predisponendo e pubblicando su base volontaria il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2016. Si precisa tuttavia che la Società si riserva ogni valutazione in merito alle future pubblicazioni delle informazioni finanziarie non obbligatorie per legge.

  • **
Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Marco Gialletti, dichiara ai sensi dell’articolo 154-bis, comma 2, del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente documento corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.
  • **
Il Resoconto Intermedio di Gestione consolidato al 30 settembre 2016 sarà messo a disposizione del pubblico presso la sede sociale, sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1INFO e sarà altresì consultabile nella sezione “Investor Relations” del sito internet della Società all’indirizzo www.toscana-aeroporti.com.
  • **
In allegato i prospetti contabili consolidati al 30 settembre 2016 e del terzo trimestre 2016. Si precisa che i dati relativi alla situazione trimestrale al 30 settembre 2016 non sono stati oggetto di attività di revisione contabile.
  • **
Nel presente comunicato sono utilizzati alcuni “indicatori alternativi di performance” non previsti dai principi contabili IFRS-EU, il cui significato e contenuto, in linea con la raccomandazione CESR/05-178b pubblicata il 3 novembre 2005, sono illustrati di seguito:
Margine Operativo Lordo: definito come la differenza tra i ricavi (aeronautici, non aeronautici, variazione rimanenze finali, altri ricavi e proventi) e i costi operativi (materie prime, servizi, personale, canoni, oneri diversi di gestione). Rappresenta il margine realizzato prima degli ammortamenti/svalutazioni, degli accantonamenti al fondo rischi e oneri e al fondo svalutazione crediti, della gestione finanziaria e delle imposte.
Risultato Operativo: definito come la differenza tra il Margine Operativo Lordo ed il valore degli ammortamenti/svalutazioni e degli accantonamenti al fondo rischi e oneri e al fondo svalutazione crediti. Rappresenta il margine realizzato prima della gestione finanziaria e delle imposte.
Indebitamento Finanziario Netto: rappresenta la somma algebrica tra disponibilità liquide, crediti finanziari correnti e debiti finanziari correnti e non correnti.
15/11/2016 11:04
Toscana Aeroporti Firenze e Pisa

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V