MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Prefettura di Pistoia
4 novembre 2016 - Le istituzioni celebrano il Giorno dell’Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate
Le cerimonie a Pistoia
4 novembre a Pistoia
Nella mattinata odierna, anche in questa provincia, si sono svolte le celebrazioni del Giorno dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate nel 98° anniversario della fine della Grande Guerra.

Nella Chiesa di San Francesco il Vescovo della Diocesi di Pistoia, Mons. Fausto TARDELLI, ha officiato la S. Messa, alla presenza del Prefetto, del Comandante del 183° Reggimento “Nembo” della Brigata Paracadutisti “Folgore”, dei vertici delle Forze dell’Ordine, del Sindaco del capoluogo e dei civici amministratori degli Enti locali della provincia, dei rappresentanti delle istituzioni statali, dei Vigili del Fuoco, della Croce Rossa Italiana, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e delle Associazioni di Volontariato.

Successivamente all’alzabandiera, sulle note dell’Inno nazionale, eseguito dalla Banda Comunale di Pistoia, nella prospiciente Piazza “Mazzini”, sono stati resi gli Onori ai Caduti dinnanzi al monumento a Questi dedicato.

Erano schierati: un Picchetto Interforze in armi composto da personale del 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo”, della Capitaneria di Porto di Viareggio, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato; una rappresentanza in uniforme composta da personale delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Provinciale e della Polizia Municipale di Pistoia; i Gonfaloni dei Comuni, della Provincia, i Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

In apertura, dopo l’ingresso dei Gonfaloni del Comune di Larciano, decorato di Medaglia d’Oro al Merito Civile, dei Comuni di Monsummano Terme e di Ponte Buggianese, decorati di Medaglia d’Argento al Merito Civile e del Comune di Montale, decorato di Medaglia di Bronzo al Valore Civile, sono stati resi gli onori ai Gonfaloni del Comune di Pistoia, decorato di Medaglia d’Argento al Valore Militare, e del Comune di Pescia, decorato di Medaglia di Bronzo al Valore Militare.

Un lungo e caloroso applauso è seguito alla lettura del messaggio del Sig. Presidente della Repubblica.

Successivamente, sono state deposte due corone di alloro: una da parte del Prefetto Angelo CIUNI, accompagnato dal Vescovo Mons. Fausto TARDELLI, dal Procuratore della Repubblica Paolo CANESSA, dal Sindaco di Pistoia Samuele BERTINELLI, dal Sindaco del Comune di Belluno Jacopo MASSARO, dagli Onorevoli Caterina BINI ed Edoardo FANUCCI, dal Consigliere provinciale Davide FERRARI, dal Comandante del 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo” Colonnello Mariano BIANCHI e dai vertici provinciali delle Forze dell’Ordine; l’altra da parte del Presidente della Sezione provinciale dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, Giancarlo BRUSONI.

Ad entrambi i momenti della Cerimonia hanno preso parte i Sindaci della provincia. Nutrita è stata la partecipazione di ufficiali, sottufficiali e paracadutisti del predetto reparto militare; presente, altresì, una folta rappresentanza di alunni e studenti delle scuole di ogni ordine e grado del comune di Pistoia.

Numerosi sono stati i cittadini, di ogni età, che, con la loro presenza hanno voluto testimoniare unanimi sentimenti di italianità ed esternare l’affetto e la gratitudine per i servizi che, in Patria e nei più lontani e molteplici scenari internazionali, le Forze Armate hanno compiuto e compiono per la popolazione civile.

Le fasi della cerimonia sono state scandite, a cura della Banda Comunale di Pistoia, dall’esecuzione, oltre che del celebre canto “La leggenda del Piave”, che ha accompagnato la deposizione delle Corone al Monumento ai Caduti, anche di altri brani propri della tradizione musicale delle nostre Forze Armate.

Successivamente, il Prefetto e le Autorità hanno preso parte alla cerimonia di scopertura di due targhe che il Comune di Pistoia, con la collaborazione dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea, ha deposto su due palazzi del centro storico di questo capoluogo che, durante gli eventi bellici del 1917-1918, furono sede l’uno, in Via Curtatone e Montanara, del Comune di Belluno e del Commissario prefettizio e l’altro, in Via Cavour, del Comune di Treviso.
04/11/2016 19:00
Prefettura di Pistoia

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V