MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Teatro Shalom
"Volare", omaggio a Domenico Modugno
Al Teatro Shalom di Empoli con Gennaro Cannavacciuolo, Regia di Marco Mete
Domenica prossima 29 novembre il Teatro Shalom di Empoli celebra uno dei più grandi nomi della scena musicale e artistica italiana di tutti i tempi: Domenico Modugno. Con lo spettacolo “VOLARE – Omaggio a Domenico Modugno” con Gennaro Cannavacciuolo e la regia di Marco Mete, rivivranno le più celebri canzoni del grande cantante italiano.

Uno spettacolo coinvolgente e interattivo, contraddistinto da oltre 100 repliche, applaudito dalla critica più esigente, che propone un alternarsi sottile di momenti comici e di alcuni più melanconici, di aspetti gioiosi e di suggestive evocazioni poetiche.

Per info: 057177528.


NOTE SULLO SPETTACOLO

Definito dalla critica “un autentico gioiello”, lo spettacolo è tutto dedicato a Domenico Modugno: un tuffo emozionante nella storia della grande canzone italiana. Il recital di Gennaro Cannavacciuolo propone, in una reinterpretazione personale, le varie strade musicali percorse da Modugno.

Nella prima parte rivivono le canzoni dialettali e macchiettistiche, da “O ccafè” a “La donna riccia”, da “La cicoria” e “U pisci spada”, alla più famosa “Io mammeta e tu”; fino ai monologhi teatrali e al suggestivo dialogo tra madre e figlio tratto dalla commedia musicale “Tommaso D’Amalfi” di Eduardo de Filippo, eseguito con l’apporto della voce registrata di Pupella Maggio che volle dare il suo contributo a questo spettacolo.

Nella seconda parte da atmosfera ‘brechtiana’, largo alle canzoni d’amore più famose lanciate da Modugno come “Vecchio Frack”, “Tu si una cosa grande”, Resta cu mmé” e così via, sino all’ormai inno nazionale “Nel blu dipinto di blu”, cantato e danzato a modo di Tip-Tap alla maniera di Fred Astaire.

Uno spettacolo in cui Gennaro Cannavacciuolo miscela il pathos di Di Giacomo al realismo triste-ironico di Eduardo, approdando con successo ad una comicità teatral-musicale dai mille volti.
25/11/2015 21:17
Teatro Shalom

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V