MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Legautonomie Toscana
Riforme istituzionali, Filippeschi: "Segnale importante approvazione riforma Senato"
"Ora migliorarla su riequilibrio numero sindaci e loro elezione, per rispetto autonomia istituzioni"
Marco Filippeschi
"La riforma del Senato che Palazzo Madama ha approvato oggi in prima lettura è assolutamente necessaria al nostro Paese, perché l'Italia non uscirà dalla crisi senza anche un profondo cambiamento dello Stato, a partire da parlamento e governo. Noi sindaci lo sosteniamo da tempo, come Legautonomie siamo stati l'associazione più impegnata per la riforma del Senato e la sua trasformazione in Camera delle autonomie, il superamento del bicameralismo paritario, che non garantisce né stabilità né governabilità, così come la riscrittura del titolo V sono un bene e una priorità per il Paese e dunque per le autonomie locali. Abbiamo chiesto a governo e parlamento, però, un riequilibrio fra i rappresentanti delle regioni e quelli dei comuni, perché lo squilibrio che si è creato a sfavore dei comuni e l’elezione dei nostri rappresentanti che avverrebbe nei consigli regionali non ha senso. Sono i comuni i luoghi di governo più vicini ai cittadini e le intese fra i partiti per un largo consenso, sebbene necessarie, non dovevano sacrificare la logica e il rispetto dell’autonomia delle istituzioni." Così il presidente di Legautonomie Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, commenta l'approvazione del testo di riforma della Costituzione in Senato.
“Serve pertanto una correzione ragionevole, perché la richiesta che viene dai comuni per avere un maggior peso è ragionevole. Le assemblee dei sindaci o in consigli delle autonomie locali devono poter esprimere i rappresentanti nel nuovo Senato, senza subalternità o automatismi imposti. Ci auguriamo che il testo durante il suo iter parlamentare possa essere migliorato, accogliendo le richieste dei sindaci che hanno necessità di vedere riconosciuta la loro equa rappresentanza nel Senato delle Autonomie”.
08/08/2014 17:25
Legautonomie Toscana

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V