MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Consorzio Bonifica Area Fiorentina
ALLERTA METEO: ANCORA PIOGGIA MA IN DIMINUZIONE, CALANO I LIVELLI DEI FIUMI
L’allerta meteo della Regione Toscana è valida, salvo proroghe, almeno fino all’alba di sabato 1 febbraio
Sale di livello per la giornata di oggi, passando da “ordinaria” a “moderata” per il territorio della Toscana Centrale, l’allerta meteo della Regione Toscana che è valida, salvo proroghe, almeno fino all’alba di sabato 1 febbraio. Ma per fortuna, al momento e nel corso della giornata le piogge dovrebbero attenuarsi e dunque lasciare tempo all’acqua di defluire lungo i corsi d’acqua principali che nella notte, però, hanno di nuovo raggiunto livelli preoccupanti.

La Pesa, che alle 17 di ieri era ancora sotto i 2 metri, ha sfiorato nella prima serata i 3.5 m del secondo livello di guardia per poi ridiscendere lentamente nella nottata e nel corso di tutta la mattinata, tanto che si è arrivati a soli 30-40 cm dall’attivazione della cassa di espansione del Turbone e in numerosi commenti facebook degli abitanti della zona si parla di un notevole “brontolio” notturno delle acque del torrente.

Nella serata di ieri l’Ema è salita e scesa sopra e sotto il primo livello di guardia, come sulle montagne russe, per poi calare in mattinata con l’arrestarsi momentaneo della pioggia senza interessare al momento alcuna area di laminazione.

La situazione maggiormente preoccupante si è registrata nella nottata nell’Empolese Valdelsa: il fiume Elsa è salito a Certaldo di circa 6 metri e la pioggia, incessante e più intensa che nel Chianti, ha provocato qualche rigurgito al sistema di smaltimento delle acque piovane andando ad interessare le zone depresse, qualche strada minore, i guadi e gli attraversamenti più bassi, specie lungo i corsi d’acqua minori. La piana empolese ha sofferto e soffre ancora invece della chiusura per tempi lunghi delle cateratte lungo l’Arno, che evitano sì il rigurgito delle acque del fiume verso la città e le campagne ma non permettono ai più piccoli fossi e rii della piana di drenare e scaricare l’acqua che cade dal cielo.

Al Consorzio non sono giunte al momento segnalazioni rilevanti di malfunzionamento delle opere idrauliche e, come riportato dai tecnici e operatori sul territorio e dalle numerose foto rilanciate su diversi siti internet e social network l’ondata di piena sembra scorrere regolarmente all’interno degli alvei dei corsi d’acqua.

E se le piogge cumulate delle ultime 24 ore si attestano già tra i 30 e i 50 mm nel Chianti e ben oltre i 50 sulla bassa Valdelsa, le previsioni meteo non promettono ancora bel tempo, anzi si annunciano nuove precipitazioni, che tuttavia dovrebbero mantenersi regolari e ridurre via via di intensità. Il Consorzio, nel frattempo, rimane in stretto contatto con gli enti locali territoriali per monitorare la situazione dei corsi d’acqua anche minori e offrire il proprio contributo tecnico-operativo laddove necessario.
31/01/2014 12:57
Consorzio Bonifica Area Fiorentina

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V