MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Società della Salute Sud Est
SDS SUD EST: IL CONSORZIO RICORDA CHE NELLA ZONA SONO APERTI DUE SPORTELLI PER LA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

Gli sportelli, uno a Figline Valdarno ed uno a Bagno a Ripoli sono a disposizione gratuitamente per dare risposte serie e concrete. Nello specifico gli sportelli saranno aperti a rotazione, a Figline Valdarno Il primo, il terzo ed il quinto lunedì del mese dalle ore 17,00 alle ore 19,00; a Bagno a Ripoli il secondo ed il quarto lunedì, sempre dalle ore 17,00 alle ore 19,00.
La Società della Salute Fiorentina Sud Est ricorda che nella zona sono operativi due sportelli per la sicurezza e la prevenzione nei luoghi di lavoro. Il servizio gestito dal dipartimento della prevenzione della ASF si propone di aiutare piccoli imprenditori, lavoratori in proprio, dipendenti di microimprese e rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori a rendere più snelle possibili le procedure da sbrigare per prevenire gli incidenti nei luoghi di lavoro.
Gli sportelli, uno a Figline Valdarno ed uno a Bagno a Ripoli sono a disposizione gratuitamente per dare risposte serie e concrete. Nello specifico gli sportelli saranno aperti a rotazione, a Figline Valdarno in via Giovanni da Verrazzano (presso il presidio distrettuale - tel. 055-9508260) il primo, il terzo ed il quinto lunedì del mese dalle ore 17,00 alle ore 19,00; a Bagno a Ripoli, presso la Palazzina (1° piano stanza n. 14 – tel. 0556963518) adiacente all’Ospedale S. Maria Annunziata, il secondo ed il quarto lunedì, sempre dalle ore 17,00 alle ore 19,00.
Si precisa che gli esperti del dipartimento della prevenzione potranno spiegare a chiunque ne abbia bisogno come si fa a compilare il documento di valutazione dei rischi, uno degli adempimenti amministrativi ai quali dal 1 giugno di quest’anno sono tenuti tutti i titolari delle imprese in base agli articoli 28 e 29 del Decreto legislativo 81/2008.
Il testo unico per la sicurezza del lavoro prevede che a partire da questa data, (fino alla fine di Maggio si poteva ricorrere all’autocertificazione) la stesura di quel documento sia obbligatoria anche per le imprese con meno di 10 addetti. Gli adempimenti relativi alla prevenzione, igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro, dunque, saranno pressoché identici sia per la media e grande impresa, che per quella piccola e addirittura per la cosiddetta microimpresa. Proprio in queste ultime è ipotizzabile che i titolari abbiano maggiori difficoltà ad ottemperare agli obblighi di legge ed è anche per questo che la Asl 10 si è attivata per dare una mano a chi già fa i conti con le mille peripezie di un drammatico momento di crisi economica.
Il personale preposto fornirà così informazioni su come si deve procedere alla formazione e all’addestramento dei lavoratori relativamente ai rischi sul lavoro, su quali controlli medici devono fare i dipendenti se l’attività che svolgono rientra tra quelle che comportano specifici controlli sanitari, sulle caratteristiche che i locali devono avere perché le attività si svolgano in modo salubre o comunque non dannoso, sui requisiti di sicurezza dei macchinari e degli impianti, su come utilizzare sostanze chimiche ed agenti fisici impiegati nel ciclo produttivo evitando i rischi che questi possono produrre, su come intervenire prontamente in caso di incidenti, prestando i primi soccorsi e su come affrontare gli incendi o altri tipi di emergenza.
Insomma un aiuto pratico a tutto tondo per evitare quanto più possibile la drammatica scia di incidenti sul lavoro, a volte purtroppo anche mortali, che troppo spesso le cronache sono costrette a riportare.
I due sportelli della zona saranno un punto d’ascolto nei quali titolari d’impresa, tecnici di loro fiducia, dipendenti o rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori potranno essere puntualmente informati su quali sono gli obblighi normativi che li riguardano, quali documenti vanno predisposti perché tutto sia in regola e venga garantita la tutela della salute nelle fabbriche, officine, laboratori, botteghe.

30/09/2013 11:12
Società della Salute Sud Est

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V