MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Società della Salute Sud Est
SDS SUD EST: “PROGETTO V.A.I - LA FORMAZIONE AL LAVORO IN UNA COMUNITA’ INCLUSIVA” E’ IL TEMA DEL CONVEGNO IN PROGRAMMA SABATO 20 A RIGNANO SULL’ARNO
Si svolgerà sabato prossimo, 20 aprile, alle ore 9,00, presso la Sala del Consiglio Comunale di Rignano sull’Arno, il Convegno sul“Progetto V.A.I" promosso dalla SdS Sud Est insieme all’Amministrazione Comunale.

Si svolgerà sabato prossimo, 20 aprile, alle ore 9,00, presso la Sala del Consiglio Comunale di Rignano sull’Arno, il Convegno “Progetto V.A.I – La formazione al lavoro in una Comunità inclusiva” promosso dalla Società della Salute Sud Est insieme all’Amministrazione Comunale.
L’iniziativa vuole essere un’occasione per far conoscere il Progetto V.A.I. (Vita Adulta Indipendente) nel suo insieme ed in particolare per quanto riguardo l’azione “il lavoro”.
Il V.A.I si pone come finalità generale la promozione di situazioni esperenziali volte al raggiungimento di una vita indipendente calibrata sulle reali potenzialità di ciascuna persona diversamente abile e vuol rappresentare un’offerta di opportunità in ambiti diversificati, mediante azioni che coivolgono due aspetti essenziali della vita di ciascuno di noi: il lavoro e l’abitare. Il comune denominatore che unifica le varie esperienze è rappresentato dalla centralità della persona, nonché dal coinvolgimento costante ed attento della stessa nelle scelte di vita che la riguardano.
“La nostra Società della Salute da anni ha creduto e voluto valorizzare il progetto V.A.I – affermano il Presidente della SdS Sud Est, Luciano Bartolini, il Sindaco di Rignano S.A., Daniele Lorenzini e l’Assessore alle Politiche Sociali di Rignano S. A., Giuliano Buonamici – nella convinzione di poter così dare opportunità concrete anche a persone meno fortunate sia in ambito lavorativo sia in quello del vivere quotidiano.
Nell'inserimento nel mondo del lavoro poi l'esperienza pluriennale ci insegna che se riusciamo a far incontrare le competenze richieste da una professione con l'abilità e la capacità del disabile, l'inserimento non avviene solo per rispettare una legge ma per ottenere benefici per l'azienda e per il disabile”.
Il VAI nasce nel 2002 e ogni anno è stato rifinanziato con i fondi regionale del Piano Sociale di Zona. La SdS Fi-Sud Est lo gestisce con la fattiva collaborazione di due cooperative sociali, l’Arca e L’inchiostro che vogliamo ringraziare per la professionalità e la sensibilità con cui gestiscono il progetto.
Per quanto attiene, nello specifico, il percorso d’integrazione lavorativa, tema centrale del convegno, il progetto affonda le proprie radici in un’esperienza iniziata ancora prima oltre venticinque anni fa nella ex USL 10H Chianti Fiorentino che , introducendo la “formazione individualizzata in situazione” (realizzata, cioè, a diretto contatto con il mondo del lavoro anziché in “strutture speciali”) ha tracciato la strada del collocamento mirato sancito successivamente dalla legge 68/99.
Il training formativo, che si realizza mediante esperienze in varie situazioni lavorative monitorate da operatori altamente qualificati, ha lo scopo d’accompagnare la persona in un processo di piena integrazione. Ciò avviene non solo attraverso l’acquisizione di specifiche competenze professionali ma, soprattutto, attraverso la costruzione di una identità di lavoratore capace di interagire con l’ecosistema produttivo.
Le relazioni interpersonali esistenti all’interno del gruppo di lavoro rappresentano, infatti, il maggior veicolo d’apprendimento per la persona disabile e, pertanto, è proprio dalla qualità di tali rapporti che dipende la riuscita dell’intervento stesso.
Negli anni tante persone sono state inserite nei percorsi lavorativi, molti dei quali terminati con assunzioni definitiva. In particolare dal 2008 al 2012 sono state seguite 51 persone e sono stati attivati ben 91 percorsi (ogni persona ha potuto beneficiare di più percorsi), di cui 9 inserimenti stage scuola lavoro, 74 inserimenti tirocinio orientativo formativo, 8 inserimenti tirocinio finalizzato all’assunzione. In questi cinque anni si sono conclusi 23 interventi, di cui 12 terminati con assunzione a tempo indeterminato ed 1 con assunzioni a tempo determinato.
“Come SdS – concludono gli Amministratori – vogliamo ringraziare gli operatori che negli anni hanno svolto un lavoro qualificato e specifico, ma al tempo stesso vogliamo esprimere un sentito ringraziamento agli imprenditori che hanno accolto nelle loro strutture queste persone dimostrando una grande sensibilità e disponibilità. Il nostro impegno e la nostra volontà da soli non ci avrebbero permesso di ottenere questi risultati. L'auspicio è di poter continuare su questa strada, anzi migliorare, ma potremo farlo solo con l’aiuto di tutti.”
In allegato l’invito con il programma del Convegno
18/04/2013 09:24
Società della Salute Sud Est

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V