MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Confservizi Cispel Toscana
NUOVO IMPIANTO PER ABBATTERE IL BORO NELL’ACQUA PER VAL DI CORNIA E ELBA
Inaugurata a Piombino la centrale di Franciana. “Con questa struttura – affermano il presidente di Asa spa Fabio Del Nista e il presidente di Confservizi Cispel Toscana Alfredo De Girolamo – la Toscana è perfettamente a norma e non ha più bisogno delle deroghe sul rispetto dei parametri di qualità previsti dall’Unione europea”
E’ stata inaugurata la centrale di Franciana per l’abbattimento del boro nelle acque potabili della val di Cornia e dell’Isola d’Elba, già operativa dal dicembre scorso. L’impianto, presentato oggi ufficialmente dagli amministratori di Asa spa, con la partecipazione dell’assessore regionale all’Ambiente Anna Rita Bramerini, dei sindaci e delle altre autorità del territorio, è stato realizzato nel quadro dell’Accordo di programma per gli interventi urgenti finalizzati al miglioramento della qualità dell’acqua potabile del territorio Ato 5 Toscana Costa.

“Con questa struttura la Toscana è perfettamente a norma e non ha più bisogno di deroghe per il rispetto di parametri di qualità previsti dall’Unione europea – affermano il presidente di Asa spa Fabio Del Nista e il presidente di Confservizi Cispel Toscana Alfredo De Girolamo – Le centrali realizzate negli ultimi tempi, in particolare quella di Franciana per l’abbattimento dell’arsenico, inaugurata un anno fa, e quella presentata oggi garantiscono acqua della stessa alta qualità della quale godono tutti gli altri utenti toscani”.

Per i sette impianti complessivi realizzati a Piombino e in alta val di Cecina, sono stati investiti oltre 20 milioni di euro, risorse, ha aggiunto De Girolamo “che provengono per più di un terzo dalla Regione Toscana, dunque non pesano sulla tariffa per gli utenti, e che ci hanno fatto fare passi avanti nell’ammodernamento della rete idrica regionale per la quale dovrà essere investito nei prossimi anni un altro miliardo e mezzo di euro”.

L’impianto presentato oggi, che dispone di una tecnologia unica al mondo utilizzata per le acque potabili, che permette il minor scarto possibile di acqua nel trattamento, è basato su sette filtri di tre metri di diametro per 3,5 metri di altezza che utilizzano resine per lo scambio ionico selettivo per il boro e sono in grado di purificare 350 litri d’acqua al secondo.
07/02/2013 14:34
Confservizi Cispel Toscana

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V