MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Confservizi Cispel Toscana
SERVIZI PUBBLICI LOCALI: LA CONFUSIONE NORMATIVA BLOCCA INVESTIMENTI E SVILUPPO
Preoccupazioni per le ultime sovrapposizioni nel quadro legale. De Girolamo: “Ci auguriamo che il Governo e il Parlamento non facciano nei prossimi giorni altri pasticci, limitandosi a definire un quadro legislativo nazionale che faccia esclusivo riferimento al diritto comunitario e all’esito del referendum”
“L’instabilità normativa impedisce il corretto funzionamento del settore dei servizi pubblici locali costringendo gli operatori ad un sostanziale immobilismo”. Questo il commento di Alfredo De Girolamo, presidente di Confservizi Cispel Toscana all’ennesima rivoluzione normativa introdotta dalla legge cosiddetta “Spending Review” e dalla sentenza della Corte Costituzionale sulla legittimità degli affidamenti in house. La modifica continua del quadro legale “vera malattia di questo Paese” - ha aggiunto De Girolamo - porta gravi conseguenze come “il rallentamento degli investimenti, la scarsa attrattività verso investitori esteri, l’impossibilità per questo settore strategico di dare il suo contributo alla ripresa e alla crescita del paese, al rilancio dell’occupazione e degli investimenti”.

In particolare – ha proseguito – preoccupa il vincolo posto agli affidamenti diretti al di sopra della soglia di 200.000 euro di fatturato annuo, punto in cui spending review e sentenza della Corte si sovrappongono, ovvero il comma 8 dell’art 4 della legge appena approvata. “La norma, come spesso accade, è scritta male, ma se non correttamente interpretata o modificata, può produrre effetti negativi, rischia di impedire o rallentare il ricorso agli affidamenti in house nei servizi locali”.

Ci auguriamo – ha concluso il presidente di Confservizi Cispel Toscana – “che il Governo e il Parlamento non facciano nei prossimi giorni altri pasticci, limitandosi a definire un quadro legislativo nazionale che faccia esclusivo riferimento al diritto comunitario e all’esito del referendum, senza complicare inutilmente le cose, come abbiamo visto fare in questi ultimi anni”.
24/09/2012 11:49
Confservizi Cispel Toscana

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V