MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Confservizi Cispel Toscana
RIFIUTI: TOSCANA AVANTI PIANO
Procede lentamente il miglioramento dei dati della gestione ma migliorano tutti gli indicatori, meno quello del recupero energetico. De Girolamo: “potenziare le infrastrutture di trattamento e recupero, a partire dagli impianti di termovalorizzazione e di supporto al riciclaggio”
Progetto del termovalorizzatore di Case Passerini
Si stabilizza la produzione di rifiuti, aumenta la raccolta differenziata, aumenta il trattamento dei rifiuti in impianti di selezione, si riduce l’uso della discarica, ma rimane stabile l’utilizzo energetico a valori molto bassi. In particolare, i dati relativi al 2010 indicano che i rifiuti prodotti sono stati pari a 2,51 tonnellate, con una produzione pro capite di 670 kg in linea con i valori del 2009: 880mila tonnellate vengono avviate a trattamento biologico meccanico; 250mila tonnellate (il 10%) a recupero energetico contro il 16% della media nazionale; e il 43% dell’ammontare complessivo finisce in discarica contro il 46% nazionale. La raccolta differenziata è stata pari al 36,6 % del totale dei rifiuti (+1,4 rispetto al 2009).
Questo il risultato dell’indagine Ispra sulla gestione dei rifiuti in Italia. “I nuovi affidamenti di ambito – ha commentato il presidente di Confservizi Cispel Toscana, Alfredo De Girolamo - siano l’occasione per un ulteriore miglioramento gestionale in un quadro di stabilità, e l’occasione per potenziare le infrastrutture di trattamento e recupero, a partire dagli impianti di termovalorizzazione e di supporto al riciclaggio”. Secondo De Girolamo, inoltre, “serve una norma chiara sui ricavi del settore (ormai prossimi i 9 miliardi di euro su base nazionale), che risolva il problema dell’Iva sulla tariffa, definisca il nuovo tributo e le possibilità di continuare ad utilizzare l’attuale sistema tariffario: il Parlamento deve fare scelte rapide”.



Ecco i dati toscani della gestione dei rifiuti relativi al 2010:

I rifiuti prodotti nel 2010 sono stati pari a 2, 51 tonnellate, 1,6% in più del 2009 ma sempre sotto la soglia del 2006.

La produzione procapite è stata pari a 670 kg per abitante in un anno, in linea con i valori del 2009 e molto al di sotto dei valori degli anni precedenti, in costante decrescita.

La raccolta differenziata nel 2010 è pari al 36,6 % del totale dei rifiuti (+1,4 rispetto al 2009). Pari a 920.000 tonnellate di materiali, con valori pro capite fra i più alti d’Italia (246 kg ab anno, come la media delle regioni del nord).

Circa 880.000 tonnellate di rifiuti vengono avviati a trattamento meccanico-biologico (TMB), uno dei valori più alti d’Italia.

Circa 250.000 tonnellate di rifiuti vengono avviate a recupero energetico (poco più del 10 %) contro il 16 % dell’intero paese.

Poco più di un milione di tonnellate di rifiuti vengono smaltiti in discarica (43 % del totale, in costante decrescita, era il 51% nel 2008, contro una media nazionale del 46.

Il costo totale della gestione dei rifiuti in Toscana è stimata in 652 milioni di Euro 260 euro a tonnellata contro i 280 di valore medio nazionale.
11/06/2012 13:35
Confservizi Cispel Toscana

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V