MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Consorzio Bonifica Toscana Centrale
QUANDO PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE: IN ARRIVO IL TRIBUTO DI BONIFICA 2011 DA RIVERSARE IN LAVORI PER LA SICUREZZA IDRAULICA DEL TERRITORIO
Gli avvisi di pagamento arriveranno nella cassetta della posta di oltre 140.000 consorziati del Chianti e della Val d’Elsa (comprensori di bonifica n. 22 e n. 21) e per la prima volta, con il nome Toscana Centrale, anche nelle zone degli ex consorzi idraulici riuniti di Empoli. Il Consorzio: “Siamo a disposizione”
Il Commissario Mauro Cresti
Il Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale gestisce i corsi d'acqua, lavora per la diminuzione del rischio idraulico, per la difesa del suolo e per la tutela delle risorse naturali e ambientali del territorio. Questa importante attività di prevenzione è possibile grazie ai 140.000 proprietari di immobili dei comprensori di bonifica n. 22 (Colline del Chianti) e n. 21 (Val d’Elsa) che ogni anno contribuiscono, secondo la propria quota parte e in funzione dei benefici ricevuti dall’attività di bonifica, alla sicurezza idraulica della Toscana Centrale.Il Consorzio della Toscana Centrale è attivo già da molti anni nei territori del Comprensorio n. 22 - Colline del Chianti (i bacini della Pesa, della Greve, dell’Ema e della Piana di Settimo) dove ormai la conoscenza del sistema di contribuzione e delle funzioni del Consorzio è avanzata; più recente è invece il rapporto tra la bonifica e la Val d’Elsa: “Sul Comprensorio n. 21, il bacino idrografico del Fiume Elsa e dei suoi affluenti (Staggia, Foci, Drove, Orme, Agliena, etc.) stiamo lavorando dal 2009” spiega Cresti “ma solo quest’anno il Consorzio della Toscana Centrale arriva finalmente a regime, sostituendosi completamente agli ex Consorzi Idraulici Riuniti di Empoli, perché con Regione e comuni interessati avevamo concordato un passaggio graduale, che prevedesse massima trasparenza e completa disponibilità nei confronti dei nuovi territori consorziati”. Come già sperimentato in Val d’Elsa, infatti, il Consorzio ha effettuato anche a Empoli una verifica preliminare del dato catastale in modo da ridurre al minimo gli errori negli avvisi e cartelle di pagamento. I consorziati degli ex Consorzi Idraulici di Empoli, che comunque già pagavano ogni due anni, riceveranno nelle prossime settimane il loro primo avviso di pagamento, per gli anni 2010 e 2011, targato Toscana Centrale; in futuro, anche loro come tutti gli altri consorziati, saranno chiamati a versare la loro quota annualmente. Il termine ultimo per il pagamento degli avvisi è anche quest’anno al 31/12/2011 ma per gli importi superiori a 100 € è possibile rateizzare pagando con due bollettini con scadenza al 30/11/2011 e al 31/12/2011. Dal punto di vista dell’assistenza ai cittadini-consorziati, il Consorzio ha previsto anche questa volta una serie di servizi straordinari per i prossimi mesi:

- Call Center Informazioni al numero 055 2639288, con orario dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18;
- Front Office - Sportello Alta Valdelsa, ogni martedì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 presso l’URP del Comune di Poggibonsi in Piazza Cavour 2, dove i tecnici del Consorzio potranno ricevere i consorziati della provincia di Siena per i quali è più scomodo raggiungere Firenze o Empoli.
- Potenziamento degli orari di apertura degli Uffici Servizi al pubblico sia presso la sede di FIRENZE in Via Verdi, 16 al 4° piano, sia presso i nuovi uffici di EMPOLI in Piazza del Popolo, 33 al 1° piano, secondo i seguenti orari: Lunedì, Mercoledì, Venerdì: 9 - 13; Martedì e Giovedì: 9 - 13 e 14.30 - 17.

E se, nonostante tutto, il tributo di bonifica resta ancora piuttosto “indigesto”, ecco almeno una buona notizia: trattandosi di contributo obbligatorio per legge l’importo versato è totalmente deducibile con la dichiarazione dei redditi; basta indicare nel rigo “Altri oneri deducibili” l’ammontare del contributo consortile con la descrizione “Bonifica”. A tal fine si consiglia comunque di conservare l'avviso o cartella di pagamento con le ricevute di versamento allegate! “Il Consorzio è un ente tecnico-operativo altamente specializzato e grazie a un contributo di bonifica di circa 7 milioni l’anno la nostra attività operativa sta cominciando a dare ottimi frutti” è il commento finale di Cresti. Spesso ampiamente discusso e attualmente in fase di revisione da parte della Regione, il settore della bonifica soffre ancora qualche antipatia eppure è risaputo che sia dal punto di vista tecnico che economico, quando si parla rischi idrogeologici, prevenire è sicuramente meglio che curare. “Basti pensare ai corsi d’acqua delle Colline del Chianti, alla riqualificazione della Pesa, alle numerose sistemazioni della Piana di Scandicci e di Lastra a Signa, ai tanti interventi sul bacino del Greve-Ema, tra cui l’ultimo importante alle casse di espansione di Capannuccia e della Casina. In Val d’Elsa, senza un gestore fino a poco tempo fa, siamo riusciti in un paio d’anni a sanare numerose situazioni di criticità e a inserire nel nostro programma di manutenzione ordinaria ampi tratti di fiumi, torrenti e canali di nostra competenza; e adesso, infine, anche su tutto il reticolo minore della Piana di Empoli e Montelupo Fiorentino i lavori procedono oramai con regolarità e a pieno regime”. E come ogni anno, nella prossima settimana, il Consorzio si confronterà con i sindaci dei 32 comuni presenti nei comprensori per presentare il bilancio di previsione 2012 e condividere il prossimo Piano triennale delle attività, nel quale sono previsti circa 100 milioni di investimenti sul territorio.
14/11/2011 11:56
Consorzio Bonifica Toscana Centrale

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V