MET

News dalle Pubbliche Amministrazioni della Provincia di Firenze



Reg. Tribunale Firenze
n. 5241 del 20/01/2003

Provincia di Firenze
Via Cavour, 1 - Firenze
tel. 055 2760346
fax 055 2761276

Direttore responsabile:
Gianfrancesco Apollonio

Redazione:
Loriana Curri,
Simone Spadaro,
Claudia Nielsen,
Michele Brancale
Segreteria di redazione
Antonello Serino

e-mail

Comune di Londa
LONDA COLPITA DALLA RIFORMA GELMINI: QUEST’ANNO UNA CLASSE DI MATERNA IN MENO E UNA FORTE DIMINUZIONE DEL PERSONALE ATA
Mortificata oltremodo la scuola pubblica- Richiesto al Governo di rivedere le scelte sulla Scuola. Un ordine del giorno approvato dalla Giunta comunale
La scuola di Londa fortemente colpita dalla Riforma Gelmini. Un inizio di anno scolastico non certo facile per le famiglie londesi, come si spiega in un ordine del Giorno approvato dalla Giunta Comunale.
Entrando nel particolare quest’anno la Scuola dell’infanzia di Londa ha perso una sezione passando da tre a 2. Questo ha significato la perdita di 2 insegnanti, con un taglio del 33 % del personale docente. I tagli hanno colpito anche la scuola primaria, che non ha visto una diminuzione di classi, ma una diminuzione di insegnanti passati dai 7 dello scorso anno ai 6 di quest’anno. A rischio anche il cosiddetto “tempo a moduli” presente nella primaria di Londa “destinato – si legge nell’ordine del giorno – progressivamente a ridursi a 27 ore di insegnamento a settimana che non regge di fronte alla domanda crescente da parte delle famiglie di un aumento del tempo scuola che sia più consono a conciliarsi con i tempi lavorativi dei genitori”.
Oltre a questo c’è il già noto problema del personale ATA, ridottosi in 3 anni nell’istituto comprensivo di Dicomano del quale Londa fa parte, da 21 a 12 componenti nettamente insufficienti per 9 plessi scolastici “tra i criteri per la loro assegnazione non c’è stato – segnala la Giunta - alcun riguardo alla caratteristica del nostro istituto: un elevato numero di edifici scolastici distanti tra loro, distribuiti in tre Comuni montani”.
Secondo la Giunta la motivazione di queste assegnazioni è quella di “sopprimere i punti di erogazione del servizio” “questo stato di cose – prosegue - compromette ulteriormente e in modo prepotente l'organizzazione della didattica della scuola e in particolare della scuola per l'infanzia, che quando serve non è considerata parte del ciclo di istruzione obbligatoria; mortifica oltremodo tutta la nostra scuola pubblica obbligatoria e si traduce di fatto in una lesione del diritto fondamentale dei cittadini a un sistema di educazione pubblica di qualità”. A tutto questo va aggiunto che la comunità londese, cittadini associazionismo locale sono pronte a contribuire in ogni modo a salvaguardare il funzionamento e la qualità della scuola pubblica.
Partendo da queste premesse la Giunta di Londa si impegna a “a favorire e appoggiare qualsiasi forma di protesta civile per richiamare l'attenzione e denunciare come la scuola nei piccoli centri stia morendo per asfissia e appoggia qualsiasi azione non violenta a fianco dei genitori e di tutti i cittadini che vorranno dare la loro adesione a una battaglia di civiltà che va oltre il momento contingente”.
L’amministrazione si impegnerà in una “mobilitazione permanente perché difendere la scuola come istituzione e battersi per la qualità della scuola anche nei piccoli centri significa lottare per la sopravvivenza stessa dell'identità culturale e il tessuto sociale della comunità territoriale”. L’Odg si conclude chiedendo “al Governo di rivedere e ripensare le scelte in materia scolastica in quanto tagliare la scuola pubblica equivale a ipotecare il diritto dei nostri giovani e il futuro del nostro Paese”.
05/10/2011 18:02
Comune di Londa

 

a cura di: Provincia di Firenze - Direzione Urp, Partecipazione, E-Government, Quotidiano Met

Le notizie vengono riportate nel testo integrale trasmesso dalle amministrazioni

Elaborato con Web Publishing System
© copyright 2009 Studio Luca Maddalena - Tutti i diritti sono riservati
Studio Luca Maddalena

Grafica logo: CD&V